Cerca nel blog

Loading

24 dicembre 2013

Natale con i tuoi

La saggezza popolare del vecchio adagio, anche in questo nuovo mondo di tecnologie e velocità supersoniche, racconta una verità incontrovertibile: non c'è miglior Natale di quello trascorso con la propria famiglia. Adesso ne ho le prove!


Quindi eccomi qua ad augurare una simile contentezza a
tutta la famiglia di unico-lab!

16 dicembre 2013

La capitale del Natale

Lo sapete qual è il rischio peggiore per un emigrante solitario come sono io in questi giorni? Quello di annoiarsi a morte nel weekend. Così ringrazio il neo collega che mi ha regalato una bella domenica pomeriggio insieme visitando quella che, giustamente, viene definita la capitale mondiale del Natale, ovvero Strasburgo.

A Strasburgo ci sono già stato mille volte, lo sapete, ma sempre per lavoro e mai sotto Natale, quindi ci sono tornato più che volentieri.

14 dicembre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-12-14

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
8154 7747 (95.01%) 404 (4.95%) 3 ( 0.04%) 0 ( 0.00%)

Il trizio e altre notizie da Fukushima



Prima di parlare di trizio, vorremmo soffermare la nostra attenzione su una particolare misura di rateo di dose che è stata effettuata all'interno della centrale e che le solite fonti catastrofiste si sono affrettate a definire come la morte certa. Era ancora il 2011, nel mese di agosto per la precisione, quando durante una mappatura radiologica dell'impianto veniva identificato nel camino di espulsione dei reattori 1 e 2 una sorgente intensa di radiazioni. All'epoca si era parlato di una decina di Sv/h. A settembre di quest'anno, invece, durante un sopralluogo fotografico ad alta definizione, veniva individuata una crepa in una delle strutture che sostengono il camino. Non c'erano e non ci sono pericoli strutturali immediati, TEPCO vorrebbe metterlo in sicurezza, solo che i livelli di radiazione alla base hanno spinto a nuove misure per verificarne la fattibilità e le modalità di intervento.

7 dicembre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-12-07

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
4947 4764 (96.30%) 162 (3.27%) 21 (0.42%) 1 (0.02%)

2 dicembre 2013

Quella volta che mi inventai una bufala

Non sono io l'autore di questa zingherata, ma Luca Romano, presto fisico teorico all'università di Torino nonché collaboratore per il blog Tagli. Luca ha avuto una bella idea, in realtà nemmeno tanto originale, ma ha voluto dare a tutti una dimostrazione di quanto poco ci voglia per costruire una bufala e quanto lavoro ci voglia per smontarla, ovvero quella che in gergo prende il nome di Teoria della Montagna di Merda. Scusate il ricorso all'uso della volgarità, ma la teoria sopracitata è l'ostacolo insormontabile di chi si prefigge di diffondere la conoscenza: i ciarlatani e gli imbroglioni spargeranno sempre più letame di quanto tu ne riuscirai a spalare. E' una questione economica: la competenza costa di più dell'incompetenza e del letame.

1 dicembre 2013

Avvento in Gästehaus

Sono passate ormai tre settimane dalla mia emigrazione in Germania e quindi mi sembra giusto darvi un aggiornamento. Come prima cosa vorrei rassicurarvi: anche qui è iniziato l'Avvento e l'attesa per il Natale con luminarie, mercatini, negozi e tutto il corollario che caratterizza questo periodo. Anche nella Gästehaus, il piccolo alberghetto molto alla mano dove alloggiano i nuovi arrivati al centro di ricerca, siamo passati in modalità natalizia e questa mattina, proprio davanti all'ingresso è apparsa la corona d'Avvento tipica di questo periodo.

Il clima dal punto di vista meteorologico non è poi così malaccio. Sì, la mattina fa freddo, ma non è che si gela appena si mette il naso fuori di casa, anzi, confrontando le temperature con il nord Italia non ci sono grosse differenze. Temevo tanta neve e invece, per il momento, solo una spruzzatina che si è cancellata nel giro di poche ore.

30 novembre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-11-30

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
9199 8725 (94.85%) 458 (4.98%) 16 ( 0.17%) 1 ( 0.01%)

La decontaminazione del reattore 2 con Raccoon


Senza fretta alcuna e molto meticolosamente, lo svuotamento della piscina per il combustibile esausto del reattore 4 di Fukushima Daiichi sta continuando. Dopo un primo cask composto da 22 elementi di combustibile fresco (mai utilizzato e quindi solo debolmente radioattivo), TEPCO sta effettuando uno nuovo carico questa volta di combustibile esausto e quindi fortemente radioattivo. Se avete dieci minuti liberi, gustatevi il video qui sotto (dopo il salto) che mostra come è stato agganciato e sollevato il primo elemento di combustibile esausto. La qualità elevata di queste immagini permette anche all'operatore del macchinario per la movimentazione che si trova a svariati metri al di sopra del pelo dell'acqua di poter controllare da molto vicino se ci sono delle anomalie, come potrebbe essere la presenza di piccoli detriti che bloccano lo scorrere del elemento di combustibile o fughe di gas sottoforma di colonne di bollicine a rappresentare una fessurazione della guaina di lega di zirconio che protegge la pila di pellet di ossido di uranio.

23 novembre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-11-23

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
7502 7126 (94.99%) 366 (4.88%) 10 ( 0.13%) 0 ( 0.00%)

16 novembre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-11-16

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
14774 13836 (93.65%) 888 (6.01%) 50 ( 0.34%) 8 ( 0.05%)

Trovate le prime perdite nel reattore 1


L'aggiornamento di questa settimana è totalmente incentrato sul reattore 1 della centrale di Fukushima e sui risultati ottenuti attraverso il robot galleggiante durante le due ispezioni dei locali interrati. Chi ci si segue su Facebook o nei commenti, ha già letto le grosse novità, infatti sono state individuate due perdite che portano acqua dall'interno del reattore verso il locale che contiene la vasca di soppressione, ovvero quel grosso contenitore toroidale (a forma di ciambella) che abbiamo spesso visto nelle rappresentazioni.

E' la prima volta che vengono individuate queste perdite e l'enfasi di questo risultato è importante perché trovare le perdite è il primo passo per poterle chiudere e passare alle fasi successive della rimozione del combustibile. Una simile analisi era stata effettuata anche per il reattore 2 all'inizio del 2013. In quel caso, il livello dell'acqua nel locale del toro era tale da consentire l'ingresso di un robot tradizionale su cingoli, ma nei punti critici non erano state individuate perdite di alcune genere.

9 novembre 2013

Come si svuoterà la piscina del reattore 4 di Fukushima


Un contenitore per il trasporto sul sito
del combustibile irraggiato
Molti siti di informazione, che trattano l'incidente di Fukushima associandogli una forte carica emotiva, hanno per lungo tempo considerato l'unità numero 4 dell'impianto di Fukushima Daiichi come l'elemento più pericoloso del sito mettendo in risalto la possibile instabilità dell'edificio danneggiato e il fatto che la piscina con i suoi oltre 1500 elementi di combustibile potesse trasformarsi in un nocciolo in fusione a cielo aperto.

TEPCO, con il supporto di altre aziende, ha effettuato monitoraggi periodici (esempio) delle condizioni strutturali dell'edificio e rinforzata la struttura che sostiene la piscina (agosto 2011) verificando che non ci sono problemi di stabilità. Hanno rimosso velocemente tutti i calcinacci e gli elementi pericolanti (luglio 2012), hanno pulito l'acqua (novembre 2011marzo 2012), hanno estratto due elementi di combustibile non utilizzato per verificare i danni subiti dall'esplosione e dall'utilizzo dell'acqua di mare (luglio 2012) e hanno ricostruito interamente il piano operativo (settembre 2013) appoggiandosi su un'imponente impalcatura esterna (maggio 2013).

2 novembre 2013

Il DOE americano visita Fukushima


L'aggiornamento della scorsa settimana era saltato a causa della quasi assoluta mancanza di notizie importanti da riportare. Anche questa settimana gli avvenimenti degni di non nota non abbondano, ma ce ne sono almeno due che meritano di essere ricordati.

Il primo è un fatto dopo tante parole. Dopo mesi, se non anni, in cui i Giapponesi e TEPCO in particolare, si dicevano aperti alla collaborazione internazionale per la risoluzione dell'incidente di Fukushima, finalmente assistiamo ad un atto concreto con la visita di un gruppo di funzionari del DOE (Dipartimento dell'Energia) degli Stati Uniti. Il DOE, non si occupa solo di energia, ma di tutta la ricerca e sviluppo nell'ambito civile a differenza del DOD che si focalizza nell'ambito militare. L'intervento del DOE è, secondo noi, molto importante, non tanto perché gli USA con un colpo di bacchetta magica risolveranno tutti i problemi, ma perché finalmente avremo un terzo personaggio (TEPCO e il governo del Giappone attraverso gli enti di controllo sono gli altri due) presenti a lavorare sul sito. Ecco il commento del segretario all'Energia del DOE.

In particolare la collaborazione con i due laboratori americani (Savannah River National Laboratory e  Pacific Northwest National Laboratory) si focalizzerà su cinque aspetti di ricerca:

  1. Prevenzione della contaminazione dell'acqua di falda. Che è un problema che ha risvolti sia nell'immediato sia nel futuro quando verranno sigillate e svuotate le cantine degli edifici allagati.
  2. Sigillatura del perdite degli edifici dei reattori. Visto che fino ad oggi non sono state individuate le vie con cui l'acqua continua ad uscire dai reattori, è sicuramente un ambito in cui ci sarà molto da lavorare
  3. Trattamento dei rifiuti e disattivazione del sito. E' un problema a lungo termine, ma che bisogna affrontare oggi per non arrivare impreparati domani. I rifiuti sono tanti e di tante tipologie e livelli di attività. In gran parte è solo una questione logistica, di organizzazione e suddivisione, ma abbiamo già avuto le prove che TEPCO fatica a gestire situazioni così complesse.
  4. Rimozione del combustibile danneggiato dai reattori. E' sicuramente uno degli ambiti in cui la ricerca e il successivo sviluppo di nuove tecnologie farà la parte del leone. Non è solo questione di rimuovere il combustibile, ma anche di come isolarlo e conservarlo sicuro nel seguito. 
  5. Trattamento dell'acqua contaminata. Torniamo rapidamente nel presente. TEPCO ha già acquistato un sistema americano per la rimozione del radio cesio (KURION) e uno francese (AREVA) che però ha utilizzato pochissimo. Ciononostante sembra preferire la tecnologia giapponese implementata in SARRY e ALPS. Speriamo sia un'apertura vera ed efficace. 
Riparte ALPS

La seconda notizia riguarda il fatto questa settimana sono ripartiti i test a caldo di ALPS, il sistema per la decontaminazione multiisotopo. Il funzionamento del sistema A era stato interrotto a causa dei una perdita provocata dalla corrosione di un elemento, il che ha spinto i tecnici, giustamente, a rivalutare le condizioni dell'intero impianto e a studiare manovre correttive per evitare il ripetersi di simili problemi in futuro. Lo studio ha richiesto un tempo piuttosto lungo, ma sembrano aver individuato una serie di interventi efficaci, tra cui l'installazione di strati protettivi in materiale plastico e di elettrodi sacrificali.

Il test del sistema A è ripartito, e per alcuni giorni ha lavorato a pieno regime con il sistema C identico che invece è stato interrotto a fine mese per la sostituzione di un filtro e per verificare se le misure anticorrosione già apportate su questo sistema hanno avuto l'effetto desiderato.  A metà novembre rientrerà in funzione anche il sistema B, riportando nuovamente a due i sistemi in funzione parallelamente. Ricordiamo che nella programmazione iniziale, dovrebbero sempre esserci due sistemi in funzione e uno fermo per manutenzione a rotazione.

Restando sempre sul tema dell'acqua, ma spostandoci dal Giappone alla pianura padana ci fa piacere dare anche noi risalto ad una notizia che riguarda il Made in Italy. Potrebbe passare da Pavia la rivoluzione per il trattamento dell'acqua contaminata, anche quella di Fukushima, grazie ad un apparato rivoluzionario in grado rimuovere la radioattività dall'acqua generando una quantità di rifiuti secondari radioattivi infinitesima se comparata agli attuali sistemi in uso. Per chi volesse ulteriori informazioni, a questo indirizzo potete scaricare l'articolo de il Giorno, oppure lasciare un commento qui sotto. 

La situazione dell'acqua

Concludiamo con i numeri dell'acqua contaminata e visto che abbiamo saltato la settimana precedente, ecco i due documenti di riferimento del 23 e del 30 ottobre. Da questi numeri è evidente come sia stato un periodo piovoso in Giappone e come la gestione dell'acqua sia strettamente legata alle precipitazione e al livello dell'acqua di falda.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine82 30078 50080 90077 800
Acqua nello stoccaggio18 84019 46019 12016 810
Totale 101 14097 960100 02094 610

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-11-02

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
18195 16776 (92.20%) 1368 (7.52%) 51 ( 0.28%) 1 ( 0.01%)

26 ottobre 2013

Viel Glück und viel Erfolg

Parte del kit di sopravvivenza. La storia di Fermi e del fiasco
di Chianti ve la racconto un'altra volta.
Comincia un week end strano, con i colleghi già stufi del brutto tempo lombardo che vogliono scappare in Liguria e mia moglie che insiste per andare fuori a cena di venerdì sera in un ristorante bavarese sperduto nel bosco con tanto di bruma per dare un tocco di magia. Entriamo nel ristorante e la cameriera in tenuta da Oktoberfest ci porta in una salettina dove come in un flash back mi sembra di ritrovarmi in mensa. Una quindicina di colleghi aspettava solo noi per alzare i boccali e cominciare la festa. Una festa a sorpresa e il festeggiato sorpreso ero proprio io!

La sorpresa è riuscita, così tranquillizziamo subito l'organizzatrice e la complice che a posteriori mi ha rivelato la fitta trama di messaggi segreti degni della cruna dell'ago, anche se l'evento in sé mi aveva dato qualche sospetto. Comunque molto bravi tutti a mantenere il segreto e far finta di nulla!

Gli ingredienti della festa perfetta c'erano tutti: il festeggiato, gli amici, i regali, il baccano, gli applausi, i discorsi, i ringraziamenti con gli occhi gonfi e l'occasione, ovviamente. Ecco forse è arrivato il momento di dirvi il perché di questa festa e di rivelarvi la novità, che fino ad ora avevo cercato di tenere un po' privata. Cambio lavoro, e questa per chi segue il blog da tempo, potrebbe non essere una novità (uno e due per esempio), ma questa volta cambio anche vita! Cambio lavoro e mi trasferisco in Germania, come tanti altri italiani hanno fatto ultimamente e come forse avrete, a questo punto, intuito dal titolo di questo post e dalla location della festa. Sarà come sempre una sfida nuova e avventurosa, questa volta resa un po' più complessa dalla logistica e dal fatto di ricominciare proprio tutto da capo. Le prospettive professionali sono molto interessanti, tornerò a fare lo scienziato, il che sicuramente non mi dispiace; mi dispiace invece lasciare i miei colleghi, il mitico LabEl e gli amici del ciclotrone che ieri sera mi hanno regalato il kit di sopravvivenza per l'italiano all'estero con tanto di caffè come si deve e un set di tazzine autografate e dedicate. Che belle quelle tazze, prometto che le utilizzerò tutte le mattine, insieme alle caffettiere e all'orologio per arrivare puntuale, perché si sa, in Germania non si può essere in ritardo.

Come al solito, vi lascio un po' sulle spine per i dettagli, per il momento vi dico che inizierò a lavorare solo a metà novembre, quindi c'è ancora un po' di tempo per salutarci e che sarò in uno dei più grandi centri di ricerca della Germania, se non dell'intera Europa, che si trova alla periferia della città di Karlsruhe.

E chiudo tornando al titolo. I tedeschi, che sono precisi, hanno due modi per augurare in bocca: viel Glück e viel Erfolg appunto. Il primo lo possiamo tradurre buona fortuna mentre il secondo come buon successo. La differenza sta nel contesto: si augura viel Glück quando uno compra un biglietto della lotteria, mentre il secondo è utilizzato per augurare la buona riuscita di un'impresa per la quale si è investito impegno e sacrificio. Ecco, mandatemi un bel viel Glück, che mi serve e io, cari amici e colleghi, vi rispondo con un viel Erfolg per continuare sulla strada percorsa insieme con l'impegno e la passione di sempre.

19 ottobre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-10-19

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
3256 2986 (91.71%) 233 (7.16%) 37 ( 1.14%) 2 ( 0.06%)

Scaricare il reattore 6 di Fukushima


Quello di questa settimana è un non aggiornamento. Non sperate di leggere novità tra queste righe infatti a parte le decine di misure effettuate quotidianamente sul sito per monitorare l'impatto delle recenti perdite d'acqua sull'ambiente, non ci sono altre novità. Forse l'unico aspetto a cui dare un minimo di risalto è l'inizio dello svuotamento del combustibile irraggiato dall'interno del reattore 6, come era già stato anticipato a metà settembre, perfettamente in schedula con la pianificazione prevista.

Durante le fasi di aperture del contenimento e del vessel sono state ispezionate tutte le strutture e sono stati individuati alcuni punti definiti di contatto, dove alcuni segni sulle superfici mostrano un contatto anomalo sugli elementi che compongono il pavimento mobile del piano operativo. Niente di preoccupante, ma segno che, diversamente da altri ambiti, con la gestione dei reattori e del combustibile, stanno facendo un lavoro molto attento e accurato.

La situazione dell'acqua

Concludiamo con i numeri dell'acqua contaminata fotografati nel bollettino emesso il 16 ottobre.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine75 50075 10075 00074 400
Acqua nello stoccaggio17 32017 68018 14018 510
Totale 92 82092 72093 14092 910

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

12 ottobre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-10-12

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
12083 11524 (95.37%) 501 (4.15%) 58 ( 0.48%) 0 ( 0.00%)

Altri due errori gravi a Fukushima


Non è certamente un buon periodo quello che stanno vivendo i lavoratori della centrale di Fukushima. Con gli occhi di tutto il mondo puntati contro e il carico di responsabilità che portano sulle spalle, stanno collezionando errori su errori che certo non possono far bene al morale e alla credibilità dell'azienda e del piano di recupero. Anche la timida apertura del governo giapponese verso suggerimenti e interventi internazionali è stata vista dai più come l'ultima spiaggia.

5 ottobre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-10-05

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
6239 5920 (94.89%) 310 (4.97%) 9 ( 0.14%) 0 ( 0.00%)

Troppi sbagli nella gestione dell'acqua


Chi ci segue da parecchio lo sa che non risparmiamo critiche al gestore della centrale incidentata di Fukushima quando prende decisione avventate e si ritrova a sbagliare anche le cose più facili. Il post di questa settimana potrebbe apparire come una collezione di errori di TEPCO registrati negli ultimi due anni, invece sono tutti accaduti durante questa settimana e si riferiscono tutti alla gestione dell'acqua contaminata. Ci teniamo a precisare che questi errori non saranno certo causa di apocalittici distruzioni dell'ecosistema, ma sono l'evidenza - non è la prima - che TEPCO non è sufficientemente preparata nella gestione dell'acqua. Il fatto che gli errori siano così frequenti potrebbe essere anche dovuto al fatto che viene assunta manodopera non specializzata o con troppa poca formazione, da qui il richiamo della NRA a spostare a Fukushima personale esperto, magari levandolo dalle altre centrali TEPCO al momento ferme.

30 settembre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-09-30

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
5463 5236 (95.84%) 218 (3.99%) 9 ( 0.16%) 0 ( 0.00%)

28 settembre 2013

Rifatto il piano di lavoro del reattore 4 di Fukushima


Dopo una serie di aggiornamenti in cui non abbiamo potuto fare a meno di far notare le carenze di TEPCO nella gestione, non facile, dell'acqua contaminata, questo post invece vuole mostrare il grosso progresso (pdf) che è stato compiuto sull'unità 4 e sulla bonifica del piano operativo di questo edificio in modo da procedere, nel giro di breve, alla rimozione del combustibile dalla piscina. L'immagine d'apertura che vedete qui a lato sembra quella di un reattore "normale", invece è proprio l'unità 4, la stessa che dopo la violenta esplosione di idrogeno del marzo 2011 era rimasta scoperchiata e coperta da un ammasso di rottami, calcinacci e detriti.

21 settembre 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-09-21

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
3018 2904 (96.22%) 112 (3.71%) 2 ( 0.07%) 0 ( 0.00%)

Un tifone e un altro terremoto a Fukushima


Madre Natura non è stata certamente benevola con la costa orientale del Giappone questa settimana con un tifone che ha creato morti e dispersi tra la popolazione e che ha aggiunto altre tonnellate di acqua alla già difficile situazione della centrale di Fukushima. Nelle ultime ore si è registrato anche un sisma di intensità 5.8 che ha fatto tremare la regione già colpita dal grande terremoto, ma senza riportare ulteriori danni o generare onde di tsunami.

Dicevamo della pioggia. Da quando, qualche settimana fa si è scoperta una perdita di acqua contaminata da una grossa cisterna a pannelli d'acciaio imbullonati, è stata cambiata la modalità di funzionamento delle dighe costruite intorno ai serbatoi. Normalmente negli impianti nucleari, lo stoccaggio di liquidi contaminati avviene in cisterne a loro volta contenute in vasche di sicurezza, in modo da avere un'ulteriore barriera in caso di perdita. Nel caso di stoccaggio all'aperto, si devono considerare anche le precipitazioni che riempiono queste dighe esterne e generalmente viene montato un rubinetto alla base in modo da svuotarle. Prima della perdita tutti questi rubinetti erano normalmente aperti (rendendo di fatto inutile la diga come elemento di contenimento in caso di perdite), poi sono stati tutti chiusi, ma le intense piogge hanno generato il problema contrario che vedete nella fotografia d'apertura.

17 settembre 2013

Prezzo Benzina: a Como come in Svizzera

Il tanto acclamato sconto variabile, ovvero quella postilla del regolamento della Carta Sconto Carburanti della regione Lombardia che permette di adeguare il costo della verde Italiana a quello della vicina Svizzera, sembra essere finalmente entrato in funzione. A partire dalla mezzanotte di oggi, fare benzina nel Comasco costa esattamente come farla in Svizzera. Bene, era ora!

Altri link utili:

15 settembre 2013

Mr Muto (TEPCO) parla di Fukushima al Politecnico di Milano


La scorsa settimana, presso il Politecnico di Milano, il signor Sakae Muto, già vicepresidente di TEPCO, ha tenuto un seminario su Fukushima, quello che è successo, quello che è e quello che si intende fare. Per chi ci segue dal 2011, non ci sono molte novità, ma è un ottimo punto di partenza per chi vuole farsi un'idea della situazione attuale e del piano tecnologico per la disattivazione dell'impianto incidentato.

Ecco la presentazione, per dubbi, domande e perplessità, potete usare lo spazio commenti qui sotto.

14 settembre 2013

Pronti per aprire e svuotare il reattore 6 di Fukushima


Sospendiamo la serie di aggiornamenti sulla critica situazione dell'acqua - non perché il problema sia risolto, ma per dare risalto anche ad altri aspetti - per parlare del piano di prossima realizzazione per lo svuotamento del combustibile nucleare dall'unità 6 di Fukushima Daiichi. Il reattore 6, come anche il numero 5, contiene all'interno del suo nocciolo, tutto il combustibile nucleare parzialmente utilizzato (764 elementi) e per questo fortemente radioattivo. Fu grazie al solo generatore diesel d'emergenza rimasto in funzione che i noccioli delle unità 5 e 6 non si sono danneggiati a seguito della perdita totale di energia elettrica avvenuta il fatidico 11 marzo 2011.

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-09-14

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
6639 6289 (94.73%) 322 (4.85%) 28 ( 0.42%) 3 ( 0.05%)

7 settembre 2013

Il piano d'emergenza e a lungo termine per l'acqua di Fukushima


Settimana scorsa eravamo nel pieno della bufera mediatica con i giornali e le televisioni che si sono accorte che a Fukushima il problema non sono più i reattori, ma l'immensa mole di acqua contaminata da trattare e da gestire possibilmente evitando che questa se ne vada a spasso e finisca nell'oceano. La bufera si è un po' calmata, ma non troppo, e la situazione tecnica all'interno della centrale non è molto cambiata rispetto a 7 giorni. Forse l'unica vera novità è che TEPCO, anche pubblicamente, sta ammettendo quanto critica sia la situazione dei liquidi contaminati e che sono necessarie misure straordinarie e importanti per gestirla. Il governo Giapponese, stando a quanto pubblicato sulla stampa, sembra condividere la preoccupazione e voglia agire, ma sappiamo come la politica possa essere lenta nel passare dalle buone intenzioni ai fatti.

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-09-07

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
9838 9531 (96.88%) 294 (2.99%) 13 ( 0.13%) 0 ( 0.00%)

1 settembre 2013

La difficile gestione dell'acqua di Fukushima


Fukushima torna sulla pagine dei giornali e nei titoli di testa dei TG. A fare notizia è l'incidente nell'incidente, ovvero la perdita d'acqua contaminata di cui stiamo parlando da settimane. Le autorità giapponesi hanno deciso di classificare l'evento come incidente di livello 3 sulla scala INES scorporandolo dal livello 7 complessivo che è il triplo meltdown di Fukushima Daiichi. La scelta, approvata anche dall'IAEA, ha forse lo scopo di spronare TEPCO ad affrontare più vigorosamente la gestione dell'acqua che sta sempre più degenerando. Forse può anche essere utilizzato come presupposto per imporre a TEPCO di accettare aiuti esterni, magari anche internazionali.

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-09-01

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
10141 9228 (91.00%) 877 (8.65%) 36 ( 0.35%) 3 ( 0.03%)

17 agosto 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-08-17

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
7735 7498 (96.94%) 223 (2.88%) 14 ( 0.18%) 0 ( 0.00%)

16 agosto 2013

Riflessione sulla gestione dell'acqua contaminata


Impianto per il pompaggio dell'acqua a valle dei reattori
L'aggiornamento di oggi, l'ultimo prima della mia partenza per le vacanze e quindi una breve pausa in questi articoli periodici, vuole essere una sorta di riflessione sulla delicata questione della gestione dell'acqua. Sia chiaro, la tanta acqua accumulata nella centrale di Fukushima è si un problema, ma più che altro gestionale non tecnicamente difficile. Voglio dire che la movimentazione e lo stoccaggio di acqua sono opere civili che si fanno da centinaia di anni. La decontaminazione, intesa come la rimozione della radioattività, è assolutamente fattibile, più o meno come si rende potabile l'acqua che arriva ai nostri rubinetti. La gestione dei rifiuti secondari radioattivi prodotti durante la decontaminazione sono un affare di cui l'industria nucleare si occupa sin dalla sua nascita. La grande quantità rende più complessa la gestione, ma come dicevamo è solo un problema di gestione; un conto è gestire mille litri un conto è gestire 300 mila tonnellate. La scusante della fretta causa emergenza, mi dispiace per TEPCO, ma non esiste più, non ce n'è più motivo.

10 agosto 2013

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 2013-08-10

Questi rapporti rappresentano un riassunto delle misure pubblicate nel periodo trascorso fra un rapporto e l'altro. L'idea è quella di dare un quadro veloce della situazione nelle varie prefetture in particolare per quello che riguarda i prodotti che contengono cesio, per questo non riteniamo utile riportare misure che si riferiscono a "prefetture sconosciute" o a "aree non comunicate", né presentare una lunga lista di aree e misure che non presentano alcuna contaminazione. Gli interessati possono naturalmente sempre trovare tutti i particolari delle misure complete consultando la WebApp a questo link.

Ecco le statistiche generali dei controlli pubblicati nel periodo di riferimento di questo rapporto:

Misure totaliContam. assenteContam. lieveContam. sopra i limitiContam. sopra i valori raccomandati dal Codex Alimentarius
3177 3035 (95.53%) 139 (4.38%) 3 ( 0.09%) 0 ( 0.00%)