Cerca nel blog

Loading

2 dicembre 2013

Quella volta che mi inventai una bufala

Non sono io l'autore di questa zingherata, ma Luca Romano, presto fisico teorico all'università di Torino nonché collaboratore per il blog Tagli. Luca ha avuto una bella idea, in realtà nemmeno tanto originale, ma ha voluto dare a tutti una dimostrazione di quanto poco ci voglia per costruire una bufala e quanto lavoro ci voglia per smontarla, ovvero quella che in gergo prende il nome di Teoria della Montagna di Merda. Scusate il ricorso all'uso della volgarità, ma la teoria sopracitata è l'ostacolo insormontabile di chi si prefigge di diffondere la conoscenza: i ciarlatani e gli imbroglioni spargeranno sempre più letame di quanto tu ne riuscirai a spalare. E' una questione economica: la competenza costa di più dell'incompetenza e del letame.



Ma torniamo a Luca e alla sua trovata. Grazie ad un manipolo di complici ha messo insieme la ricetta perfetta, che ricopiando le sue parole possiamo riassumere così:


  1. si prenda un fenomeno scientifico la cui spiegazione non sia immediata;
  2. si proponga una spiegazione alternativa basata su intervento umano nocivo al prossimo: lo scopo è di ringalluzzire l’ego del lettore, che si sentirà un eroe solo per il fatto di condividere il link;
  3. si spieghi il fenomeno utilizzando termini tecnici il cui significato reale è totalmente ignoto alla gente, la meccanica quantistica è una manna in questo campo;
  4. si attribuisca la colpa ai militari americani (e non solo) che vogliono controllare il mondo, realizzare il nuovo ordine mondiale, e sono “i cattivi” per definizione;
  5. si aggiunga una spolverata di “queste cose non te le dirà nessuno, perché censurano tutto e tutti”;
  6. si inforni su Facebook e si attenda il primo migliaio di condivisioni.

La ricetta funziona perché fa leva su due fattori: la pigrizia, farà si che nessuno si prenderà la briga di controllare e verificare, o magari di leggere addirittura tutto l'articolo; e l'ignoranza sarà la base perché oggigiorno la docta ignoranza di Socrate è stata sovvertita e il nuovo dogma è chi sa di non sapere vuole credere di sapere.

Ma veniamo al dunque. Cosa ha fatto Luca? Si è inventato una storia seguendo i punti di cui sopra. Ha esordito dicendo di non essere sicuro, ma di avere basi solide; ha preso un tema popolare e mediatico come quello del MUOS e le antenne di Niscemi, e lo ha usato per spiegare i fatti di apparente autocombustione avvenuti nel 2004 a Canneto (breve descrizione da Wikipedia). Il risultato? Una vera bomba! I vari siti / pagine facebook / gruppi di controinformazione si sono lanciati in una diffusione di massa al grido di Aprite gli occhi, tutti devono sapere!!!1!! 

A dimostrazione dell'efficacia dell'espediente, un sito debunking si è messo a fare il suo lavoro e ha dimostrato che le argomentazioni di Luca fossero in realtà totalmente cannate e bollando l'articolo come una bufala. Il tutto fino ad oggi (ieri per chi legge) quando Luca, forse non trattenendosi più dalle risate ha spiegato tutto. Non voglio rubarvi altro tempo e vi rimando al suo articolo, ma mi raccomando nel limite del possibile non fatevi battere dal male del nostro tempo: dalla pigrizia e dall'ignoranza!

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

53 commenti:

  1. chi sa di non sapere vuole credere di sapere.

    Bella, da incorniciare.
    Lo studio costa fatica, e in una società dove ormai le persone non ricordano neanche quello che avrebbero dovuto studiare al liceo non mi sorprende. Come avevo linkato qualche giorno fa:
    la convinzione di essere i salvatori del mondo è appagante, soprattutto se si può diventare eroi restando comodamente seduti alla propria scrivania. Mentre rivedere le proprie convinzioni significa tornare alla dura realtà. Così molti preferiscono rimanere nel mondo delle cospirazioni globali

    Secondo quanto dice lui, una cosa del genere l'aveva fatta tempo fa anche l'autore della teoria della "montagna di merda" (tale Uriel Fanelli, che ti consiglio di leggere fra l'altro), con la storia dell'olio di colza nei motori Diesel.

    RispondiElimina
  2. Pero`non e` arrivata al livello delle balene di Fukushima.
    http://nationalreport.net/breaking-fukushima-disaster-leaves-hundreds-whales-beached/

    Naturalmente nessuno dei terrorizzati aveva controllato che il sito in questione fosse satirico.
    Ma tranquilli, pure FOX NEWS...
    http://mediamatters.org/video/2013/10/08/jay-leno-chides-fox-for-running-with-totally-ma/196338

    RispondiElimina
  3. Voglio riportare le mie impressioni personali su questo argomento, che spero porteranno a un dibattito interessante.

    Diciamo spesso che coloro che abboccano a queste bufale sono persone ignoranti (nel senso, naturalmente, che non hanno competenze specifiche nel campo) e si sentono più importanti facendo i "rivoluzionari da poltrona". Queste persone sono al limite comprensibili perché si puo' invocare l'abuso di credulità.
    Nella mia piccola esperienza personale pero' le cose non stanno sempre in questi termini. Noto con crescente dispiacere che anche diverse persone con una ottima cultura scientifica di base tendono a cadere nella trappola.
    Si tratta di persone che hanno tutte le competenze e l'intelligenza per smascherare certe bufale, eppure ho l'impressione che preferiscano credere alle boiate che circolano in maniera acritica. E' come se pur avendo le competenze o la base per espandere le proprie conoscenze, preferissero rinunciare per pura pigrizia.

    E non parliamo neanche necessariamente di persone che hanno una vita grigia e noiosa che per scappare alla monotonia preferiscono aderire alla "società degli scopritori di grandi complotti contro l'umanità", abbiamo anche persone che hanno una vita scientificamente appagante.

    Esiste quindi anche una categoria di persone (in espansione?) che non dovrebbero cadere nel tranello:
    - persone che hanno un solido background culturale, per esempio in fisica
    - persone che hanno dunque i mezzi di ricercare, documentarsi, capire e quindi hanno la possibilità di debunkare una bufala
    - ma che inspiegabilmente, tendono in certi casi ad adagiarsi sulla versione complottista in maniera totalmente acritica e intellettualmente pigra. Arrivando a ripetere sempre le stesse argomentazioni e ignorando completamente argomentazioni contro. Anche se ben concrete, sono semplicemente ignorate.
    - ma che comunque non abboccano a tutte le bufale indistintamente: nelle mie esperienze non siamo a livelli di scie chimiche, piuttosto sul genere attentati a torri gemelle.

    Io sono molto perplesso, voi che ne pensate?

    RispondiElimina
  4. Una cosa è sicura, se li attendi da 2 anni non ho la minima speranza di riceverli per una misuretta veloce veloce :)
    In compenso ho di recente analizzato in modo molto profondo il cinghiale italiano (con polenta, funghi e un ottimo Barbaresco 2001)
    SM

    RispondiElimina
  5. Provvederò a misurarli da solo anche se non so ancora bene con che "apparato", se un bianco del Jura o un classico chardonnay di Bourgogne :-)

    Più seriamente, posso mandarteli, ma sono cinesi non giapponesi. Ma se trovo qualcosa del Giappone provvederò. Il mio piccolo contributo alla scienza ;-)

    RispondiElimina
  6. Non so, ti dirò!

    RispondiElimina
  7. il titolo è sbagliato. il verbo da usare non è "may" ma "will".

    RispondiElimina
  8. Grosso modo, se capisco bene il senso (non è garantito, ormai bisogna chiedere a @toto !)

    "i modelli potrebbero aver sovrastimato le emissioni o aver messo in conto gas addizionale proveniente dal blocco 5 che anche lui è andato in SCRAM dopo il terremoto".
    La traduzione mordor è davvero contorta in quel passo!

    RispondiElimina
  9. Magari come al solito si potrebbe vedere cosa realmente dice. I giornali spesso travisano come sappiamo.

    RispondiElimina
  10. Secondo loro andare in SCRAM vuol dire fondere il nocciolo?

    RispondiElimina
  11. Comunque, secondo me, dalla prima citazione di MORDOR fatta da COSCIALUNGA si riferiva al fatto che il giapponese tradotto dal transgender suonasse come la lingua di MORDOR, non tanto che fosse tradotta da Mordor.
    Quindi per il krukken di guughel dobbiamo trovare un altro nomignolo.

    Ed ora buonanotte a tutti dal Giappone in cui tutti i miliardari sono scappati in Australia perche` tutto e` supercontaminato.

    SMACK

    RispondiElimina
  12. Già, la scoperta dell'acqua calda...:)
    Piuttosto come la mettiamo con Arafat, hanno ragione i francesi?

    http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/arafat_morte_medici_francesi_svizzeri/notizie/384230.shtml

    RispondiElimina
  13. Non li cambio con i piopparelli e i lactarius deliciosus che ho raccolto domenica... Poi alla fine si scopre che sono tedeschi, perché no, già esportano prosciutti e mozzarelle spacciandoli per italiani

    http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2013/12/04/news/prosciutti-tedeschi-destinati-a-modena-1.8236100

    RispondiElimina
  14. Gli strumenti non mentono. Non si potrà mai dimostrare la causa di morte dopo così tanto tempo, ma qualcuno dovrà spiegare cosa ci faceva li il Po-210. Perchè non è stata fatta l'autopsia a seguito di una diagnosi quantomeno bizzarra: "infezione diffusa, emorragie a molti organi"?



    In attesa di risposte certe, posso dirti che forse la tua domanda non è quella giusta. Quella giusta è da porre adesso: "cui prodest?", a chi giova oggi tutto ciò? E io non so risponderti. Forse la cosa più sensata da fare è applicare Occam, come al solito.
    SM

    RispondiElimina
  15. SM forse lo avevi già scritto, ma non ricordo. E' stata fatta una stima dell'attività di Po-210 alla data della morte?

    Wikipedia, per quel niente che vale, dice:

    Un istituto di indagini sulla radioattività di Losanna in Svizzera, ha trovato tracce di un elemento radioattivo, il polonio, sugli effetti personali del leader palestinese, abiti e spazzolino da denti, fanno sospettare il decesso da avvelenamento con sostanza radioattiva come per l'agente russo Alexander Litvinenko[14]. Il sospetto è stato rafforzato da una ricerca redatta da specialisti dell’università di Losanna che hanno riferito che si riscontra un «innaturale alto livello di polonio radioattivo nelle costole e nel bacino» di Arafat e che c’è «un 83% di probabilità che sia stato avvelenato»

    RispondiElimina
  16. Che io sappia ufficialmente no, a suo tempo io avevo calcolato alcuni GBq. Però ti dico una cosa, basta un parametro per capire quanto è aleatorio tutto il disorso.
    La barriera intestinale blocca naturalmente il 90% del Po-210, che cerca di passare al sistema sangue. Per Litvinenko c'era stata una ingestione di circa 10 GBq con fattore di attenuazione 0.1. Però ad una persona ricoverata sarebbe teoricamente possibile aggiungere il Po-210 tramite flebo aggirando quella barriera.



    La dose letale è molto inferiore a questi valori percui la possibilità di causa di morte c'è. Ma poichè sono ignote le condizioni di somministrazione non si riesce ad avere termini definitivi della faccenda.


    Io penso che la cosa si può chiuder lì con il rinvenimento del Po-210. A prescindere che sia stata la causa di morte non toglie il reato di omicidio/tentativo di omicidio con premeditazione.
    SM

    RispondiElimina
  17. chi è che voleva sapere di IAEA e delle misure in mare? qui c'è l'ultimo aggiornamento. http://www.iaea.org/newscenter/news/2013/f1issues041213.pdf

    di fatto appena fuori dal porto della centrale si arriva ben sotto ai 10 Bq/L

    c'è un'altra brutta notizia. in messico hanno rubato una sorgente di cobalto per radioterapia (quella che in ambiente medico viene soprannominata bomba al cobalto). stava venendo trasportata in un centro per lo stoccaggio dei rifiuti radioattivi quando il camion è stato rubato. in mano ad un mal intenzionato, può fare molto male.

    http://www.iaea.org/newscenter/news/2013/mexicoradsource.html

    RispondiElimina
  18. Vale per tutti i prodotti stranieri in tutti i paesi. La feta greca, per esempio, è uno scandalo da questo punto di vista.
    Le quote, le quote sono il vero problema. IMHO.

    RispondiElimina
  19. Ecco i famosi shiitake.
    Mi ricordano uno dei funghi più comuni che mangiamo (i chiodini? non sono esperto, quelli piccoli e marrone scuro) con un retrogusto più delicato e leggermente acidulo.

    RispondiElimina
  20. non saprei risponderti. Il significato tecnico di quella frase non mi è chiaro. Ma Schnellabschaltung è certamente quello che indichiamo con SCRAM.

    RispondiElimina
  21. Considerato il risultato del tutto peculiare, abbiamo bisogno di coniare un termine apposito.
    Propongo klingokrukkoniano.

    RispondiElimina
  22. Teniamoci sui nomi brevi: Klingon?

    RispondiElimina
  23. L`orsetto voleva, grazie tantissime.

    RispondiElimina
  24. Aspetto di leggere anche la risposta di IAEA, visto che l'articolo del corriere mi sembra un po' confuso. Ma la conclusione è che hanno ritrovato il carico radioattivo messicano e non si esclude che i ladri, che hanno tolto la sorgente dallo schermo, si siano presi una bella scottata.

    http://www.corriere.it/esteri/13_dicembre_05/messico-recuperato-carico-cobalto-rubato-6acf06b4-5d46-11e3-a319-5493e7b80f59.shtml

    RispondiElimina
  25. "possano essere stati contaminati con effetti devastanti"
    Ma una volta il Corriere della Sera non era un giornale moderato? Anche qui hanno sdoganato l'ignoranza?
    Probabilmente i ladri han capito che avavano in mano qualcosa di non gestibile e non utile e l'hanno abbandonata, come si fa con i portafogli vuoti dopo averne preso i soldi.
    SM

    RispondiElimina
  26. dubito anch'io che si siano contaminati, a meno che non abbiano provato a segare la sorgente con un seghetto, cosa che non sarebbe la prima volta che succede.


    però se hanno tolto la sorgente dalla schermatura e se la sono portata via a mano per poi abbandonarla, allora non mi stupirebbe se si sono presi una bella dose.


    a me che faceva più paura era il fatto che questi potevano decidere di buttare la sorgente da qualche parte, veniva rinvenuta da qualche sprovveduto che la portava a casa e irraggiava tutta la famiglia.


    tu che sei fresco di numeri, una sorgente per cobalto terapia che rateo di dose può dare ad un metro e senza schermo? secondo me potremmo non essere lontani dal Sv/h

    RispondiElimina
  27. Corriere moderato?
    Te ne dico una sola, da buon giornale che vuole informare con notizie di prima mano subito sopo il 12 marzo hanno mandato in prima classe un loro inviato che da Osaka ha fatto un bell`articolo descrivendo, in prima persona, la marea di gente che scappava dalla stazione di Tokyo [inteso che una delle tantissime stazioni di Tokyo e` la "stazione di Tokyo"].
    Te lo immagini un giornalista che da Napoli descrive la fuga dalla stazione di Trento?

    RispondiElimina
  28. Istambul docet! E' uno degli esempi che faccio sempre a lezione per mostrare la pericolosità delle RI
    SM
    http://www-pub.iaea.org/MTCD/publications/PDF/Pub1102_web.pdf

    RispondiElimina
  29. Ma Watson, è elementary a chi giova! ( e qui sono in netto dissenso con Toto “si attribuisca la colpa ai militari americani (e non solo) che vogliono controllare il mondo, realizzare il nuovo ordine mondiale, e sono “i cattivi” per definizione” purtroppo spesso è così, e la politica estera UE è solo di appoggio a quella americana
    Ormai si organizzano spudoratamente proteste sponsorizzate USA-UE secondo il solito protocollo, cavalcando presunte primavere arabe e fasulle rivoluzioni arancione. Poco prima dei disordini in Ucraina l’ambasciatore americano AVVERTIVA
    http://www.kyivpost.com/content/kyiv/ambassador-us-warns-ukrainian-leadership-against-dispersing-rally-in-kyiv-332672.html
    tra le fila dei manifestanti non mancavano numerosi provocatori equipaggiati come black bloc ed altri a volto coperto che esibivano simboli fascisti e neo-nazisti - See more at: http://www.greenreport.it/news/geopolitica/ucraina-nel-caos-lo-strano-caso-dei-black-bloc-e-dei-neofascisti-che-vogliono-ladesione-allue/#sthash.NWD8kOOd.dpuf
    Lo ha riferito anche l'inviata Annamaria Esposito su rai news 24
    Le Monde :"La Russia ha vinto questa partita. E’ inutile nascondersi dietro a un dito La rottura delle trattative con l'Ucraina è una battuta d'arresto pesante per l'Europa".
    Spiegel :Questo è un fallimento diplomatico dell'UE, che mette in pericolo non solo la sua influenza sul confine orientale, ma tocca le fondamenta i della politica estera europea
    "Frankfurter Allgemeine: La UE era impreparata al cambio di rotta dell’ Ucraina. Fonti europee hanno parlato di 'bomba' e una situazione molto grave In nessun caso può essere sostenuto che la battaglia per l'Ucraina sia conclusa in modo permanente. Continuerà.
    Questa politica dell'UE mira all’Ucraina (45 milioni di abitanti), Bielorussia (9,5milioni), Moldova (3,5 milioni) e le tre ex repubbliche sovietiche del Caucaso: Azerbaijan (9, 5 milioni), Georgia (4,5 milioni) e Armenia (3 milioni). Tra l’altro Ucraina e Georgia sono in fase di
    preadesione NATO.

    Comunque tutta gente da controllare , a cui fare prestiti e applicare l’austerità, mentre nel cuore dell’Europa, in Grecia , ( oppure no, siamo anche qui al confine orientale) 350.000 famiglie sono senza corrente elettrica., perché non possono pagare la bolletta. L’altro giorno è morta per le esalazioni una ragazzina di 13 anni, la mamma si è salvata, si scaldavano col braciere ( in Italia noto solo per il barbecue). Ieri è andata a fuoco una casa illuminata con le candele.
    PS
    Lo so, sono noiosa.

    http://www.zarpa.gr/wp-content/uploads/2013/12/magkali.jpg

    RispondiElimina
  30. Per rimanere sulla IAEA, rapporto preliminare della 3 missione a FD

    http://www.iaea.org/newscenter/focus/fukushima/missionreport041213.pdf

    RispondiElimina
  31. Sui tratta del Lentinula edodes, habitat legno di Castanopsis_cuspidata. E' il fungo coltivato più commercializzato al mondo, dopo lo champignon.

    http://fr.wikipedia.org/wiki/Lentinula_edodes

    RispondiElimina
  32. Si, mi sembrano quelli.
    In genere (ma non tutte le volte) ci sono quelli selvatici, coltivati all'aperto e quelli in serra. Ovviamente, la contaminazione media decresce con l'aumento del controllo.

    RispondiElimina
  33. ecco il comunicato del ritrovamento da parte di IAEA:

    http://www.iaea.org/newscenter/news/2013/mexicoradsource2.html



    la sorgente da 111 TBq era stata rimossa dallo schermo e abbandonata poco distante da furgone. in base alle prime indagini la sorgente sembra essere intatta e non ci sono segni di contaminazione ambientale, che in altre parole significa che non hanno provato a segarla o simili.


    il mio calcolatore da banco (che potrebbe essere anche bacato) per una sorgente di Co-60 di quella attività mi calcola 34 Sv/h ad 1 m di distanza. Hanno fatto bene ad allertare gli ospedali perché qualcuno si presenterà :(

    RispondiElimina
  34. In generale sono d'accordo su tutto (accade spesso in fin dei conti :-)), ma non vedo di buon occhio l'ingresso dell'Ucraina in UE, non sole per ragioni filo-russe :-)

    - Sobbarcarsi ancora un altro paese che naviga in molto cattive acque significa mettere ancora più in difficoltà l'unione. Un altro paese che viene a mungere finanziamenti, che alla fine sono sempre gli stessi che pagano (le dilazioni sappiamo benissimo che non saranno mai pagate fino in fondo, è una questione di facciata).
    - Ucraina e Russia sono in attrito dalla dissoluzione dell'Unione Sovietica(*). Cercare trattati commerciali con la Russia, uno dei più grossi mercati per l'Europa, da un lato e avere l'Ucraina nell'unione dall'altro porterebbe a parecchi attriti. Immagino già la Russia fare all'Europa i prezzi ucraini sul gas. Auguri per scaldarsi e cucinare. Meglio avere rapporti con la Russia o foraggiare a fondo perso l'Ucraina? Stesso problema della Turchia, in fondo.
    Mosca avrà pure spinto per non accettare l'Ucraina, ma l'interesse è anche europeo. A meno che non siano più ingenui di un bambino di 3 anni.
    - E' stato già un grave errore fare entrare altri paesi le cui economie non apportano niente, ma solo attingono. Vedi alla voce Romania, Serbia, Croazia, Slovenia, Slovacchia, Lituania, Lettonia, Estonia. E meno male che ci siamo scampati la Bielorussia.
    - Per essere una costruzione forte, l'UE dovrebbe contenere solo paesi dalle economie solide e ben funzionanti. E all'epoca, significava prendere in conto probabilmente non più 7 paesi al massimo. Nemmeno l'Italia sarebbe dovuta entrare (ricordiamo che Monsieur Mortadella impose la Eurotax con il solo scopo dichiarato di rientrare nei parametri di Maatricht per l'ammissione)

    Continuando a introdurre paesi ridotti alle strette, abbiamo ottenuto un'Europa a due velocità, e il passo verso un'Europa con "due euro" è sempre più vicino. Solo che uno dei due "euro", quello forte, sarà agganciato al "nuovo marco" (anche se si continuerà sicuramente a chiamarlo euro). E nell'euro forte mancheranno tutti i paesi di sopra più Grecia, Italia, Spagna, Portogallo e altri ancora. In pratica, il blocco destinato a affondare.
    Separarsi dall'UE era una buoan idea qualche anno fa, ora a guadagnarci sarebbero solo i paesi forti.


    (*) Del motivo di partenza di questo attrito magari ne parlero' su richiesta esplicita.

    RispondiElimina
  35. Va bene l'economia, ma pensa alle ucraine ...

    RispondiElimina
  36. No, non si presenteranno in ospedale. Si dovranno cercare i corpi.

    RispondiElimina
  37. sarà una punizione fin troppo esemplare. purtroppo per loro.

    RispondiElimina
  38. Mi chiedo se l'han fatto per dispetto o per portarsi via lo schermo che potrebbe essere in tungsteno o DU.

    RispondiElimina
  39. non avevo proprio pensato allo schermo come vero bersaglio del furto. ma senza l'attrezzatura adatta è un po' come fare il dentista agli squali.

    RispondiElimina
  40. Per il nostro orsetto che deve essere ancora Ohiiato con me:
    Altra moria di balene costa est USA. Prego verificare gli altissimi livelli di femtoBq da Fukushima!!

    RispondiElimina
  41. Bah. E' solo una hp. Occam farebbe dire che sono solo deficienti

    RispondiElimina
  42. Con 34 Sv/h si che trovavi i corpi. A 1 metro dalla sorgente e liquefatti.

    RispondiElimina
  43. Quelle vengono comunque. Non c'è bisogno di sobbarcarsi la nazione intera ;-)

    RispondiElimina
  44. Era sfuggita o me lo sono perso io?

    http://real-agenda.com/2013/09/24/fukushima-air-quality-study-confirms-high-levels-of-radiation/#sthash.TWfUOlqx.dpbs

    RispondiElimina
  45. JAEA finally tracks contamination in immediate vicinity of Fukushima plant.

    The Japan Atomic Energy Agency used an unmanned helicopter to crack a missing piece of the puzzle regarding radiation contamination close to the wrecked Fukushima No. 1 nuclear power plant.
    It has finally come up with the first detailed study of radiation levels within a 3-kilometer radius of the center of the plant. The zone has been inaccessible to scientists because of the three reactor meltdowns triggered by the 2011 earthquake and tsunami disaster.
    The JAEA measured radiation levels within 3 km of the stricken plant between August and October last year, and detected readings of more than 19 microsieverts per hour south and west of the nuclear plant.
    The government-affiliated research body said radiation levels remained relatively high northwest of the facility as well.
    It also investigated radiation levels above ground within an 80-km radius of the plant, and found that the extent of contamination has fallen 36 percent from a previous survey.
    The agency regularly complied contamination maps inside an 80-km radius of the plant based on cumulative doses at 10,000 locations.
    As of last December, cumulative doses in the area had declined by 36 percent from June 2011. This was largely due to a sharp decrease in levels of cesium-134, which has a half-life of two years, according to the JAEA.
    The research institute said 29 percentage points of the observed 36-percent fall in cumulative doses was due to the decrease in cesium-134 levels, while cumulative doses declined a further 8 points because rain washed away radioactive substances on the ground and helped them seep into the soil.
    However, annual radiation levels of 1 millisievert or more were detected in 60 percent of the area.
    Cumulative doses on streets among houses and other buildings decreased to 35 percent of the previous measurement, although cumulative doses on roads in forest areas fell to 44 percent of the previous survey. That is apparently because decontamination work has been more intensively carried out in residential areas than in woodland regions.

    RispondiElimina
  46. Costa EST USA? E S T? ORIENTALE? EAST?
    Dove e` sta roba?
    Cosa centra Ohi?

    RispondiElimina
  47. Sono deficienti, e se lo avessero fatto perche` sapevano di cosa fosse fatta la schermatura a quel punto avrebbero anche saputo cosa schermava e ne sarebbero stati lontani.
    Quindi puo` solo essere un "rubiamo il primo camion grosso che passa".
    BAIBAI ladri.

    RispondiElimina
  48. AnonimaFrancese6 dicembre 2013 20:35

    http://www.chateau-dautrey.fr/n%C3%A9o-editions/culture-scientifique-et-technique/ per gli amatori ...........ciao a tutti voi ........lentamente la situazione a casa di mia madre sta migliorando , lei compresa. :-) e quindi spero ritrovare piu tempo per leggere tutte le vostre fantastiche notizie ma sopratutto succulenti commenti :-) mi mancate ohyboh :-)

    RispondiElimina
  49. SPUPAZZA I PUPI !
    anzi scusa, ci vogliono i punti esclamativi complottardi: !!!!!11!!!1!!11!1!!!!!11!!!!!!1111!!!
    ma che "!" e "1" siano un codice binario Arturiano? Serpentoide? Vegano? Fruttariano?

    RispondiElimina
  50. Pensavo fosse una mostra e poi arrivo alla fine della pagina....

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...