Cerca nel blog

Loading

16 novembre 2013

Trovate le prime perdite nel reattore 1


L'aggiornamento di questa settimana è totalmente incentrato sul reattore 1 della centrale di Fukushima e sui risultati ottenuti attraverso il robot galleggiante durante le due ispezioni dei locali interrati. Chi ci si segue su Facebook o nei commenti, ha già letto le grosse novità, infatti sono state individuate due perdite che portano acqua dall'interno del reattore verso il locale che contiene la vasca di soppressione, ovvero quel grosso contenitore toroidale (a forma di ciambella) che abbiamo spesso visto nelle rappresentazioni.

E' la prima volta che vengono individuate queste perdite e l'enfasi di questo risultato è importante perché trovare le perdite è il primo passo per poterle chiudere e passare alle fasi successive della rimozione del combustibile. Una simile analisi era stata effettuata anche per il reattore 2 all'inizio del 2013. In quel caso, il livello dell'acqua nel locale del toro era tale da consentire l'ingresso di un robot tradizionale su cingoli, ma nei punti critici non erano state individuate perdite di alcune genere.


Per il reattore 1, invece, sono state trovate due perdite importanti come mostrano la fotografia di apertura e anche il video qui sotto, e il danneggiamento della struttura idraulica di drenaggio (documento). La causa di questi danni sono verosimilmente imputabili alla scossa sismica del marzo 2011 più che per il susseguente tsunami. Sarà interessante valutare a tempo debito se anche altre strutture idrauliche, più importanti, si fossero già danneggiate per il terremoto.



Aver trovato la perdita è il primo passo, adesso bisogna pensare a cosa fare per chiuderla e questo è  più difficile. E' da escludere la possibilità di un intervento umano, in primo luogo per la difficoltà di accesso all'area e la presenza di acqua fortemente contaminata, in secondo luogo i livelli di dose misurati dal robot galleggiante sono molto elevati, come era ragionevole aspettarsi. Quindi questa sarà certamente una sfida per i maestri dei robot che dovranno scegliere se costruire un robot altamente specializzato per affrontare questo problema specifico, o puntare sulla realizzazione di uno più generico, ma che si sappia adattare agli imprevisti e a condizioni mutevoli. A complicare la situazione è che il raffreddamento dei reattori, ovvero la sorgente dell'acqua in perdita non può venire arrestato. Insomma è certamente un passo in avanti che apre a nuove sfide.

Ancora sulla piscina del reattore 4

Torniamo rapidamente a parlare dello svuotamento della piscina numero 4, in quanto TEPCO ha pubblicato il programma revisionato dei lavori che trovate in questo documento. L'idea espressa più volte è quella di procedere con calma dando massima priorità alla sicurezza piuttosto che al rispetto del programma. Ci mancherebbe altro, infatti questa attività è pensata per mettere in sicurezza il combustibile e non per creare ulteriori rilasci. Se l'esito di tutte le verifiche, incluse quelle della NRA e dell'IEG (international expert group per il decommissiong di Fukushima) avranno esito positivo, allora si potrà iniziare il lavoro di rimozione concentrandosi durante il giorno sugli elementi di combustibile e nella notte sulla pulizia e la rimozione dei detriti rimasti tra i cestelli.

La situazione dell'acqua

Concludiamo con i numeri dell'acqua altamente contaminata presente negli interrati dei reattori e nei sistemi di stoccaggio. I dati si riferiscono all'ultima fotografia scattata il 13 novembre.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine78 30076 20076 30076 300
Acqua nello stoccaggio17 20017 44018 05018 150
Totale 95 50093 64094 35094 450

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

16 commenti:

  1. AnonimaFrancese19 novembre 2013 21:38

    nammo bene :-(

    RispondiElimina
  2. AnonimaFrancese19 novembre 2013 21:41

    mi piace quest ' espressione ..........ha una sonorità personale :-) grazie Giò :-) riferirò alla vispa teresa :-)

    RispondiElimina
  3. AnonimaFrancese19 novembre 2013 21:47

    EX ha cambiato logo .........http://ex-skf.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. AnonimaFrancese19 novembre 2013 21:50

    la dove il Jerusalem post si occupa di Fukushima http://www.jpost.com/Business/Commentary/Global-Agenda-Fukushima-returns-322534

    RispondiElimina
  5. Quello che mi fa morire invece è:
    Sorpresa (it.)
    Sopresa (it.)
    Surprise (fr.)
    Surprise (en.)
    Überraschung!!! (de.)

    RispondiElimina
  6. Letteralmente: toglimi la colpa, da non confondere con il bitte che va bene sempre

    L'ho imparato sul campo fermando la gente per strada per chiedere indicazioni stradali. Non capivano qualce colpa gli chiedevo di togliermi ...
    Ho imparato un'altra cosa nel chiedere informazioni: sempre accerchiare il nemico, mai farsi accerchiare: MAI chiedere informazioni stradali a 2 tedeschi simultaneamente perchè cominceranno a parlare tra loro e tu ciao ...
    Piuttosto essere in 2-3 a chiedere informazioni per fare la media a posteriori di quello che si è capito ...
    ;)
    SM

    RispondiElimina
  7. очень интересно
    CM

    RispondiElimina
  8. A me succedeva una cosa simile in Russia, quando mi chiedevano informazioni (!) e usavo "исвините..." : non c'era niente da scusarsi :-)

    RispondiElimina
  9. Voi scherzate...ma io tanti anni fa ho visto uno morire soffocato perche' ha scommesso con un paio di amici che "quei krapfen cosi' piccoli riesco a trangugiarli interi".
    Si era sbagliato. :-)



    R.

    RispondiElimina
  10. OT per @AnonimaFrancese : una volta avevi chiesto qualcosa sulle scie chimiche. Sono caduto su questo articolo veramente ben fatto:
    http://lastampa.it/2013/09/16/scienza/ambiente/inchiesta/le-scie-chimiche-la-leggenda-di-una-bufala-gO2V1NvGC3pVLliU3b4NBM/pagina.html
    E magari conosci pure chi l'ha scritto!

    RispondiElimina
  11. Buongiorno a tutti! Ragazzi non so se tra oggi, domani e dopo riuscirò a fare l'aggiornamento... Oggi compie 5 anni il piccolo non più piccolo Jack e ovviamente scappo a casa per la sua festa. Ciao ciao!

    RispondiElimina
  12. Auguri a Giacomo!


    R.

    RispondiElimina
  13. Foto OK, ma stendiamo un velo pietoso sui commenti tipo...

    ""Thanks" TEPCO and nuclear energy org., you guys just killed this Planet
    and for real this time (time left: 20 years or less). The Ocean is
    already dying... next: radioactivity rain for everybody anywhere in the
    planet 100% free and forever !"

    R.

    RispondiElimina
  14. Alles Gute zum Geburtstag!

    RispondiElimina
  15. Augurissimi a Giacomino bellissimo!
    La sorellina lo pilota gia` in tedesco?

    RispondiElimina
  16. Scusate l`off off off topic, ma fa parte della contaminazione di Tokyo da parte di strani elementi chimici sconosciuti ai miei studi.

    Domanda ai franzosi ed ai collaborazionisti dei franzosi: chi cavolo e` l`idiota col mocio vileda in testa e la bella topina [con nasino alla francese e chiappe a mandolino] che lo accompagna?
    La leggenda vuole che siano conosciuti in Franza.
    Scusate se un pochino mossa ma era ormai sera ed oltre un certo zoom i tempi della foto si allungano con relativo effetto mosso.
    Lei l`hanno smaltata prima su di un muro e dopo e` carambolata su bici di cui e` suonato l`allarme, purtroppo non ho il video.
    Si`, ad Akihabara le bici possono pure avere l`allarme [solo perche` e` figo, non perche` necessario] :)

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...