Cerca nel blog

Loading

14 settembre 2013

Pronti per aprire e svuotare il reattore 6 di Fukushima


Sospendiamo la serie di aggiornamenti sulla critica situazione dell'acqua - non perché il problema sia risolto, ma per dare risalto anche ad altri aspetti - per parlare del piano di prossima realizzazione per lo svuotamento del combustibile nucleare dall'unità 6 di Fukushima Daiichi. Il reattore 6, come anche il numero 5, contiene all'interno del suo nocciolo, tutto il combustibile nucleare parzialmente utilizzato (764 elementi) e per questo fortemente radioattivo. Fu grazie al solo generatore diesel d'emergenza rimasto in funzione che i noccioli delle unità 5 e 6 non si sono danneggiati a seguito della perdita totale di energia elettrica avvenuta il fatidico 11 marzo 2011.


La rimozione del combustibile irraggiato da un reattore nucleare è una operazione di routine che viene effettuata con regolarità in tutti i reattori sparsi per il mondo, ma prima di poterla effettuare nella centrale di Fukushima si è voluto verificare a fondo che nessuna delle infrastrutture necessarie per l'operazione abbia riportato danni a causa del terremoto e del seguente tsunami.

Sono state controllati il carroponte e i macchinari utilizzati per l'apertura del reattore e quelli necessari per la movimentazione degli elementi di combustibile. E' stato anche inoltre controllato lo stato della piscina del combustibile e quella di servizio (sul lato opposto a quella del combustibile rispetto al nocciolo) utilizzata per lo stoccaggio delle parti fortemente attivate. Tutti questi controlli hanno dato esito negativo e quindi si è deciso di iniziare le operazioni di apertura del reattore a partire dalla prossima settimana. Ogni fase verrà accuratamente verificata e in circa un mese, se tutto andrà secondo i piani, dovrebbe arrivare a conclusione. Per chi volesse sapere come queste operazioni verranno effettuate, può visionare il video che TEPCO ha girato lo scorso anno relativi all'apertura e allo svuotamento del reattore numero 4 di Fukushima DAINI (non Daiichi!) e che per comodità vi riportiamo qui sotto.



Questo secondo video, invece, mostra le operazioni di movimentazione del combustibile, che come potete vedere sono sempre effettuate sotto un battente d'acqua per minimizzare l'esposizione degli operatori, evitare danni agli elementi di combustibile ed eventuali rilasci di radioattività in atmosfera da guaine fessurate.


Le operazioni di movimentazione per l'unità 6 di Daiichi hanno una durata prevista di circa un mese, quindi calcolando un mese per l'apertura e uno per lo svuotamento, possiamo aspettarci di avere il reattore 6 svuotato entro la fine del mese di novembre.

La situazione dell'acqua

Concludiamo con i numeri dell'acqua contaminata fotografati nel bollettino emesso il 11 settembre.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine75 50073 70074 30074 900
Acqua nello stoccaggio16 66018 29017 39016 970
Totale 92 10091 99091 69091 870

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

55 commenti:

  1. Robot crawler utilizzeranno ultrasuoni per tentare di controllare i livelli dell'acqua all'interno delle strutture toroidali dei reattori. Non ho capito bene, nonostante google trad. se hanno già fatto il test di verifica al 5 e al 2 .
    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130912_11-j.pdf

    http://fukushima-diary.com/wp-content/uploads/2012/09/%E3%82%B9%E3%82%AF%E3%83%AA%E3%83%BC%E3%83%B3%E3%82%B7%E3%83%A7%E3%83%83%E3%83%88%EF%BC%882012-09-26-22.57.42%EF%BC%89.png

    http://fukushima-diary.com/wp-content/uploads/2012/09/%E3%82%B9%E3%82%AF%E3%83%AA%E3%83%BC%E3%83%B3%E3%82%B7%E3%83%A7%E3%83%83%E3%83%88%EF%BC%882012-09-26-22.58.43%EF%BC%89.png

    L'idea del muro di ghiaccio non piace ai tedeschi e in particolare a Dale Klein che poi sarebbe il capo della task force messa a punto da Tepco

    http://www.spiegel.de/international/world/inspector-says-japan-needs-international-help-for-nuclear-plant-a-921302.html

    http://www.nrmc.jp/en/about/index-e.html

    RispondiElimina
  2. in base alla schedula di pagina 7 proprio in queste ore sarebbero in corso gli esperimenti sulla suppression chamber del reattore 5. lunedì spostano l'apparecchio all'unità 2 e con la prossima settimana inizieranno le misure vere e proprie che però potrebbero non essere fatte tutte in fila a seconda del livello di radioattività.


    questo è quanto ho interpretato dalla lingua di mordor.


    ha visto a pagina 11 c'è anche uno strumento tipo idropulitrice che spara acqua a 80 atmosfere (non è moltissimo, quella di mio cognato che stiamo usando proprio in questo momento fa 150 atm) e che si muoverà da solo.

    RispondiElimina
  3. Molto interessante! Ma quali sono i danni subito da questo reattore? da quello che ho letto è praticamente intatto..

    Magari può invece interessare questo link sullo svuotamento del n° 4.. secondo gli autori TEPCO non ha valutato correttamente i rischi dell'operazione. Interessante l'osservazione secondo cui il personale più esperto non è più impiegabile perchè ha raggiunto la massima esposizione annuale..

    http://www.fukuleaks.org/web/?p=11357#comment-12297

    Offgrid

    RispondiElimina
  4. Per informazioni complete e dettagliate --- link sotto:

    riescono in poche righe a toccare così tanti argomenti, senza un minimo di informazione su ciascuno di essi, che è quasi da premio Nobel.
    SM



    http://www.corriere.it/ambiente/13_settembre_13/fukushima-vapore-reattore-atomico_fadb7f78-1c4e-11e3-8df2-24a872f62c06.shtml

    RispondiElimina
  5. Leucemia dei bimbi presso i reattori di potenza: uno studio appena uscito del British Journal of Cancer:
    http://www.nature.com/bjc/journal/vaop/ncurrent/full/bjc2013560a.html
    Riporto l'abstract:
    Methods:
    Cases of childhood leukaemia and non-Hodgkin lymphoma (LNHL) born and diagnosed in Great Britain between 1962 and 2007, with matched cancer-free controls, were analysed
    by logistic regression to estimate the risk of residential proximity at birth and diagnosis to the nearest NPP, adjusting for relevant variables.
    Conclusion:
    Our results show little evidence of an increase in risk of LNHL to children aged under 5 years from living in the vicinity of an NPP. Risk estimates are incompatible with comparable ones published in a recent German case–control study.


    Offgrid

    RispondiElimina
  6. hai ragione il 6, come anche il 5, è intatto, stando a quanto TEPCO ha sempre sostenuto. Ciononostante, l'attenzione è al massimo. Tutte le volte che si maneggia combustibile irraggiato bisogna stare attenti, ma qui l'attenzione deve essere più che massima. E' un po' come sbagliare un rigore... come puoi sostenere di essere in grado di gestire una crisi importante quando non riesci a buttare la palla nella porta vuota.


    la situazione del 4 è sicuramente un po' più complessa, ma faccio fatica a credere che abbiano sottovalutato questi rischi, specie in vista delle medesime operazioni da fare sull'unità 3, molto più complessa. però staremo a vedere presto, visto che nel giro di breve inizieranno i lavori.


    (finalmente vedo il tuo avatar!)

    RispondiElimina
  7. non è il primo studio che si discosta da quello tedesco. secondo me c'è una variabile nascosta che non stanno tenendo sotto controllo.

    RispondiElimina
  8. La variabile nascosta e` che vicino ai reattori tedeschi BWR c`erano chiese protestanti, vicino a quelli inglesi chiese anglicane e vicino ai PWR tedeschi chiese cattoliche.
    Infatti se vedete il KiKK ha in totale un lievissimo aumento, ma la cosa piu` divertente e` che intorno ai BWR e` qualcosa come un +30% ed intorno ai PWR un -30%, sto andando a memoria quindi rileggetevelo :)
    Pero` e` questo il comico, cio` che dice il KiKK non e` non usate reattori nucleari, ma dice COSTRUITE PWR e non BWR :)

    RispondiElimina
  9. KiKK è del 2008, no? allora ha portato una bella sfiga ai BWR...

    RispondiElimina
  10. UPDATE

    TEPCO lowers radioactive water leakage estimate
    The operator of the damaged Fukushima Daiichi nuclear power plant
    has lowered the estimate of the amount of radioactive water leaking into
    the ocean by 100 tons per day.
    Based on Tokyo Electric Power Company's survey, Japan's industry
    ministry had estimated that some 1,000 tons of groundwater flows from
    nearby mountains into the plant's compound every day. And 300 tons of
    that water is estimated to absorb radioactive substances before flowing
    into the ocean.
    But TEPCO's latest survey lowers the amount of groundwater flowing from
    the mountains to 800 tons per day and the water leakage to 200 tons
    every day.
    TEPCO says the survey relies on data from wells set up to monitor
    radioactive substances at the plant and advice from scientists.
    Sep. 14, 2013 - Updated 01:59 UTC

    RispondiElimina
  11. Toto,

    regalino per te e per unicolab. C'è posta per te!

    Di veramente nuovo non ho notato nulla ma alcune immagini e tabelle sono inedite.
    :)
    SM

    RispondiElimina
  12. Ho visto dici che possiamo pubblicarla?

    RispondiElimina
  13. Si`, senno` i curiosi come me si incavolano...

    RispondiElimina
  14. E' un documento pubblico. Eppoi il nostro orsetto si incavola.

    RispondiElimina
  15. Ecco il bel regalo della domenica da parte di SM

    http://unico-lab.blogspot.it/2013/09/mr-muto-tepco-parla-di-fukushima-al.html

    RispondiElimina
  16. Grazie, veramente interessante, anche se non facile da seguire per i non addetti ai lavori...
    In che ambito si è svolto il seminario? E' stato invitato dall'università?

    RispondiElimina
  17. TANTO PER NON FARSI MANCARE MAI NULLA!
    Ed in perfetto sincronismo con l`apertura:
    http://www.jma.go.jp/jp/typh/131824.html

    RispondiElimina
  18. Scusate, e` il tifone MAN-YI

    RispondiElimina
  19. Sergione @SM , Ohi4 e` al 6% [mie 23.11], presumo 0% in 10-20minuti.
    Al cambio dei 13mesi ci sara` un reshuffle oppure un reshuffle con cambio del 50% del carburante?
    http://www1.kepco.co.jp/gensi/monitor/live_unten/u_real.html


    Evviva il Giappone nuclear free e GAS FULL !!

    RispondiElimina
  20. E' stato ufficialmente un incontro ristretto però con orde di interessati alle porte. Troppi soldi in ballo. Comunque io non c'ero, c'erano alcuni miei colleghi mi hanno raccontato che c'era veramente poco margine per parlare con Muto.


    Non è in incontri come questo che si decide qualcosa. Qui credo l'unica cosa utile siano alcune news nella presentazione.
    SM

    RispondiElimina
  21. Ore 23.17 [4.17pm italiane] siamo a zero nuclear ed a tutto gas.

    RispondiElimina
  22. Scusate l'OT... ma sto ascoltando l'intervista al presidente Hollande, su TF1... ha appena detto che la Francia e' avanti nella realizzazione... tenetevi duri... DELL'AEREO ELETTRICOoooooooo!!!


    Siore e siori, siamo fatti... anche questo e' andato con la testa... ben messi siamo.


    R.

    RispondiElimina
  23. nel senso di un aereo a batterie?

    RispondiElimina
  24. Per quelli interessati all'impatto sull'oceano causato dalle emissioni di FD-1...

    http://www.biogeosciences.net/special_issue126.html


    R.

    RispondiElimina
  25. Voi due,
    ma vogliamo applicare le Leggi di Fick Santo Cielo, eh?
    :)
    Chevvelodicoaffare?
    SM

    RispondiElimina
  26. Radium-based
    estimates of cesium isotope transport and total direct ocean discharges
    from the Fukushima Nuclear Power Plant accident

    Mica hanno la stessa chimica ...

    RispondiElimina
  27. Che fai se in pieno oceano passi sotto ad una nuvola. Una nuotatina?

    RispondiElimina
  28. Grossa delusione, ragazzi (e ragazze, ovviamente)... leggendo la notizia della partecipazione del ministro della ricerca scientifica e tecnologica, spazio, informatica e altro, Ichita Yamamoto, alla riunione della IAEA a Vienna, ho fatto una ricerca con google...ed ho trovato questo

    http://www.kantei.go.jp/foreign/96_abe/meibo/daijin/i_yamamoto_e.html

    Dopo la "maestrina" Gelmini in Italia, la diplomata al liceo artistico Delphine Batho in Francia, la commissario all'energia e ambiente della EU Connie Hedeegard (laureata in sociologia o qualcosa del genere)... si scopre che anche nell'ipertecnologico Giappone il ministro di tutto quello che si chiama 'progresso scientifico' e' un avvocato.

    E' deprimente.... ma veramente deprimente.

    R.

    RispondiElimina
  29. "Unlike thorium, radium is soluble in seawater, making leakage from continental margin sediments a continuous source of radium isotopes to the ocean. Hence, with four naturally occurring isotopes with wide ranging half-lives (224Ra=3.66 d, 223Ra=11.4 d, 228Ra=5.75 yr, 226Ra=1600 yr), Ra isotopes have been applied to the study of ocean mixing processes "


    Pare che usino il radio naturale come calibrazione per calcolare il miscelamento delle acque, verticale vs orizzontale... la chimica non c'entra, almeno per quel poco che ne capisco io.


    R.

    RispondiElimina
  30. Capisco, ma ci sono studi molto approfonditi sul comportamento del Cesio negli oceani e nei mari interni. Ne conosco un paio molto validi per il Mare del Nord (causa Sellafield) e per il Mar Baltico.
    Certo, l'Oceano Pacifico non è una tinozza, ma partirei da li per uno studio specifico.
    SM

    RispondiElimina
  31. Curiosità matematica: le leggi di Fick si usano anche per descrivere il flusso di neutroni in un reattore.

    RispondiElimina
  32. ... descrivono anche la conduzione del calore, in analogia alle leggi di Fourier...

    http://www.egr.msu.edu/~raguin/ME812/FinalProjects/Frisbie_FinalProject.htm

    ... piu' varie applicazioni in altri campi... insomma, se SM ci desse qualche ulteriore indicazione sapremmo dove andare a parare, ma e' parco, troppo parco... non si sbilancia mai, potrebbe camminare su un filo senza problemi! :-)

    R.

    RispondiElimina
  33. Spiegazione al Sergione: prima di fare l`incolla sul paint di Finestrerotte95, sempre sul paint fai il RIDIMENSIONA all` 1% cosi` poi incolli quello che vuoi tu su di una finestra bianca piu` piccola.
    Tranquillo paint non tagliera` la tua immagine ma aumentera` la sua fino a contenere la tua.

    RispondiElimina
  34. Ma ha la stessa funzione del sistema AREVA o Kurion, oppure [ come ALPS, visto che si parla di acqua potabile? Rimuove anche il trizio?

    RispondiElimina
  35. No filter, no mash separator, no sostanze chimiche, no quello e no quell'altro, capito?
    Tutto avviene per virtù dello spirito santo . Abbi fede.
    :))

    RispondiElimina
  36. Dopo la pioggia, una scossetta ci sta bene, bella forte direi

    http://www.japantoday.com/category/national/view/m5-3-earthquake-rocks-fukushima-tokyo-feels-shake

    RispondiElimina
  37. Non rimuove il trizio. Impossibile.
    La differenza con AREVA o Kurion o Sarry è che non ci sono filtri che si riempono e che devono essere stoccati. La radioattività finisce in un superconcentrato liquido-fangoso mentre il depurato mantiene l'abbattimento di alcune migliaia (nelle nostre prove siamo stati stabilmente sopra 7500) in singolo stadio.
    Il superconcentrato viene scaricato e stoccato in sicurezza ogni tanto per mantenere in equilibrio il sistema.
    Il sistema più stadi è ancora più complesso e, come evidenziato dalle slides, lo testeremo appena possibile su 40m^3 di acqua+fango.


    Non aspettatevi applicazioni commerciali immediata, ma per FD1 c'è tempo. Nelle slides c'è il calcolo presunto per trattare 100000m^3 della loro acqua e viene fuori 21m^3 di rifiuto, il resto scaricabile a mare (< 300Bq/litro).
    Areva-Kurion se li sognano questi risultati ...

    RispondiElimina
  38. Stessa intensità del sisma dell'Emilia o mi sbaglio? Quanti capannoni sono crollati sulla testa della gente che ci lavorava?

    RispondiElimina
  39. Scossa? quale scossa? :)
    allora: M5.8 alle 2.25am, M3.9 alle 2.30, M3.4 alle 2.33, M3.2 alle 2.38, M3.2 alle 2.49 e M3.2 alle 5.23.

    RispondiElimina
  40. L’articolo inizia con un coltissimo excursus storico-giuridico di cui con il mio
    inglese elementare sono riuscita a estrapolare pochi concetti, il concetto di
    diritto e di responsabilità non hanno radici profonde nella società giapponese. Preambolo alla seconda parte che riguarda la Tepco e il governo giapponese, dove è spiegato
    come, appunto per questo gioco di scaricare le responsabilità, dobbiamo
    aspettarci che la Tepco continuerà a rimanere il capro
    espiatorio principale per quello che
    accade a Fukushima. Un massiccio intervento governativo significherebbe
    riconoscere Fukushima come una minaccia grande
    e comporterebbe l'ammissione di responsabilità per le politiche nucleari
    fallite del passato, e molto più difficile portare altri impianti di nuovo online, per non parlare del danno che
    ne subirebbe la candidatura olimpica di Tokyo


    P.S.
    Evitare e offuscare la responsabilità sembra essere
    diventata una caratteristica di base del governo giapponese
    .

    Questo Colin PA Jones ,professore presso la Doshisha Law School di Kyoto, evidentemente non ha esperienza di governi italiani o greci

    RispondiElimina
  41. Questo Colin PA Jones ,professore presso la Doshisha Law School di
    Kyoto, evidentemente non ha esperienza di governi italiani o greci

    Stavo per dirlo io.
    Mi spingerei addiruttura a dire:
    "Questo Colin PA Jones ,professore presso la Doshisha Law School di
    Kyoto, evidentemente non ha esperienza di governi"

    RispondiElimina
  42. E' una semplice distillazione in pressione di cui si controlla il trascinamento. Secondo me ci si potrebbe anche fare un ottimo scotch!

    RispondiElimina
  43. In compenso fa centro quando osserva che Chernobyl was contained by a Soviet leadership that drafted vast numbers of people — pilots, soldiers, engineers, miners — as part of a concentrated national response. Is it realistic to expect Tepco to fix Fukushima armed only with employment contracts and a powerful incentive to sacrifice compliance with those agreements and worker safety?
    Inoltre , e in fin dei conti , il governo giapponese darà solo i soldi per la barriera di ghiaccio, mentre il supporto governativo al Nuclear Damage Liability Facilitation Fund serve solo a pagare le vittime dell'incidente nucleare. "Se ci sono soldi per treni ad alta velocità e piscine olimpioniche valeva investirli nello stabilizzare FD come opera di urgenza nazionale."

    RispondiElimina
  44. Un po' di roba per chi volesse spupazzarsi e buon fine settimana!

    Come volevasi dimostrare, nel serbatoio H4 zona 5, quello dal quale sono fuoriuscite ad
    agosto 300 tonn. di acqua contaminata, sono stati individuati bulloni slentati, deterioramento del materiale sigillante e ruggine.Di serbatoi simili ce ne sono circa 300.
    Foto
    http://fukushima-diary.com/2013/09/300m3-leakage-tank-had-5-loosened-bolts-sealing-parts-widely-detached/

    Quanto allo smantellamento del 5 e 6, il ministro Motegi ha detto: Motegi said decommissioning the 2 would create space to build more tanks to store contaminated wastewater. He added that during the scrapping process, the operator could use the 2 reactors' facilities to train its engineers. He said such training is impossible at the damaged No. 1 to 4 reactors due to high radiation. NHK
    Osservazioni da Simlymfo:
    Motegi’s claim that they could somehow be demolished to make room for tanks shows his utter ignorance of the situation. By the time the reactors were decommissioned they would no longer need new spaces for tanks. He also seems to be oblivious to the manpower required to do such a job. Daiichi already suffers from manpower shortages that are expected to get worse if Japan begins to restart reactors. Motegi’s claim that they could use the two reactors to train engineers is no new idea. TEPCO has been using unit 5 as a test bed for work at units 1-4
    since early in the disaster. Everything from the first robot entry to the attempts to insert scopes below the reactors has been test run at unit 5.
    Decommissioning units 5 and 6 rather than spending resources to attempt to get them ready to operate doesn’t save any resources in the short term, it just shifts them from repair efforts to permanent shut down efforts.
    http://www.fukuleaks.org/web/?p=11457

    Per rimanere nei costi, Tepco ha rilasciato questo comunicato
    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/2013/1230730_5130.html
    il trilione di yen=1 000 000 000 000
    allora parliamo di euro 7 442 544 186,7281, sette miliardi e mezzo di euro.

    This doesn't include costs associated with handling contaminated water at the site. E in più
    non c'è alcuna stima sul costo totale di disattivazione della centrale colpita.
    http://e.nikkei.com/e/fr/tnks/Nni20130920D20JF275.htm


    Il 17 /9 dovrebbe essere stata interrotta la ventilazione all’edificio 1, in vista dello smantellamento della copertura prevista per la fine dell’anno.
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130912_07-e.pdf

    E per finire con le buone notizie
    The utility plans to install 2 more water treatment devices in addition to one now in place. But its trial run is currently on hold because of damage caused by corrosion.One of the two additional devices is a high performance model. TEPCO hopes the three devices will enable it to treat 1,500 tons of water a day. That's 3 times the present rate. NHK



    ( inutile dirvi che mi sono svegliata all'alba)

    RispondiElimina
  45. anch'io sono in piedi dall'alba, ma è stata la tosse e il mal di testa non il paesaggio la causa.


    Per quanto riguardo il 5 e il 6, sono d'accordo con le considerazioni che hai pubblicato. Non credo proprio che libererà spazio, almeno nell'immediato, creerà un'altra attività in corso sul sito da gestire contemporaneamente con le altre, creando possibili interferenze da gestire. Ok per svuotarli dal combustibile in modo da eliminare ogni possibile fonte di pericolo, ma poi stanno benissimo come e dove sono.

    RispondiElimina
  46. Influenzina? Speriamo di no!
    Quanto a me, ma che paesaggio, l'insonnia ricorrente!

    RispondiElimina
  47. e... mi sa di sì. Al lavoro è una strage!

    RispondiElimina
  48. Situazione complicata sulla linea di comando. Quando nei battibecchi finiscono il primo ministro, il ministro del ministero competente e l'operatore della centrale vuol dire che le posizioni sono molto distanti e non se lo mandano a dire. In genere questa situazione tende ad aggiungere problemi ai problemi, non ad accelerare le soluzioni agli stessi.
    Nel complesso direi che questo "Motegi" ha detto stupidaggini abbastanza grossolane



    Viceversa, ottime notizie in vista dell'aumento di capacità di trattamento acqua. Però se non risolvono nel medio-lungo termine il broblema dello stoccaggio a valle del trattamento sono guai.
    SM

    RispondiElimina
  49. Perchè non le mettono in "naftalina" come si fa per altri tipi di impianti?
    tolto il combustibile, svuotati i circuiti idraulici e spenti gli impainti elettrici non di sorveglianza probabilmente potrebbero essere tenuti "dormienti" per un decennio senza grossi problemi... non capisco la logica.

    Offgrid

    RispondiElimina
  50. Se fosse stato omosessuale, nessuno avrebbe osato toccarlo
    Vero. Si chiama ipocrisia del politically correct, in cui gli italiani eccellono.
    Di certo Putin non le manda a dire :-)

    RispondiElimina
  51. AH, VERISSIMO! Ipocrisia su tutti i fronti, perciò sono con loro, con i ricercatori scesi in piazza per protestare contro la legge restrittiva sulla sperimentazione animale.
    http://www.healthdesk.it/ricerca/articolo/non_si_puo_fare_a_meno_della_sperimentazione_animale/7825/1379596238
    «Non si tratta di essere crudeli. Ma semplicemente meno ipocriti. Quello che sta accadendo per i test assomiglia a quanto avvenuto per le cellule staminali: non potremo allevare sul territorio cani e gatti ma potremo comprarli dall'Australia, con l'unico risultato di aumentare i costi per i laboratori».
    P.S.
    Di Putin si sottolinea l'autoritarismo e il machismo, ma io ci metterei la firma, magari avercelo noi un uomo di stato del suo calibro!

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...