Cerca nel blog

Loading

26 marzo 2012

Misurato livello e temperatura acqua nel reattore 2


Livello e temperatura

Terminata la prima parte della seconda ispezione all'interno del contenimento primario del reattore 2 attraverso l'ausilio di un endoscopio e di una termocoppia (PDF). Lo scopo di questa seconda missione era quello di verificare il livello dell'acqua all'interno del contenimento e anche della sua temperatura, parametri che non era stato possibile misurare nel corso della prima ispezione.

Durante la prima ispezione, TEPCO si aspettava di trovare acqua fino all'incirca a OP+9510 (Cos'è OP?), in corrispondenza di quella grata che abbiamo visto nelle immagini (foto e video), invece nell'ispezione completata nella giornata odierna, l'endoscopio è dovuto scendere alcuni metri più in basso, fino a OP+6080 per trovare il pelo dell'acqua. Sapendo che il piedistallo del contenimento si trova a OP+5480 è stata stimato un livello di acqua di 60 centimetri. Il valore potrebbe essere soggetta a qualche piccolo errore dovuto al metodo di misura, effettuata stimando la lunghezza di cavo penetrato all'interno.

Questo valore di 60 cm dal fondo è decisamente poco rispetto alle previsioni iniziali di TEPCO e per valutarne l'importanza è fondamentale conoscere quanto corio fuso è uscito dal vessel di pressione e si è depositato sul piedistallo. Sarebbe anche interessante valutare come cambia il livello in funzione della portata di acqua iniettata per identificare in modo approssimativo l'entità della perdita. Ricordiamo che il livello di nell'edificio del reattore e dell'adiacente locale turbine viene tenuto all'incirca a OP+3000 trasferendo l'acqua contaminata con l'ausilio di pompe verso i siti di stoccaggio e decontaminazione.

Altro parametro importante è la temperatura dell'acqua. Se, come si presume, il fondo del vessel di pressione è danneggiato, l'acqua che vi viene buttata dentro, lambisce il combustibile fuso nell'RPV e poi esce accumulandosi in questi 60 centimetri. La temperatura dell'acqua è stata misurata intorno ai 50 gradi, valore non particolarmente dissimile da quelli registrati dai sensori posizionati sulla parete esterna del vessel.

A livello generale, questa temperatura è una buona notizia, perché da un lato conferma che le misure delle termocoppie non sono completamente fuori di senno e che l'eventuale materiale fuso presente sul fondo del PCV e in contatto con il cemento è ben raffreddato.

La dose

Nella seconda parte dell'ispezione avvenuta il 27/3, al posto della termocoppia è stata inserita una camera ad ionizzazione tarata in dose per poter misurare il livello di radioattività all'interno del contenimento primario. Lo scopo di questa misura è avere una prima indicazione della situazione radiologica, per fare una sorta di punto zero e verificare l'evoluzione nel medio e lungo termine come ausilio nella programmazione degli interventi futuri.

Il piano non prevede per nessun motivo l'accesso di personale nel contenimento primario che deve essere totalmente riempito d'acqua prima di poter procedere con l'apertura del vessel di pressione e la rimozione del combustibile fuso e danneggiato. La funzione dell'acqua, in questo frangente è quella di offrire un valido schermo contro le radiazioni, trasparente e in cui è possibile movimentare strumenti remotizzati.

Sono state effettuate due serie di misure, sempre attraverso la medesima penetrazione (X-53), ma la prima a circa 1 metro dal bordo del PCV e la seconda più indietro (circa mezzo metro dal bordo). Lo schema a fianco vale oltre mille parole per spiegare la posizione delle misure. Nello schema potete anche notare il profilo che identifica il fondo del contenitore di pressione che si trova a OP+14320, mentre le misure sono state effettuate alle seguenti altezze approssimative OP+11500 (punto a), OP+10500 (punto b), OP+9700 (punto c) e OP+9650 (punto d).


I valori di dose misurati sono estremamente elevati per un essere umano, ma non eccessivi per l'ambiente interno ad un reattore. La tabella di sinistra identifica le misure effettuate più all'interno (vicino al vessel), la seconda quella più vicina alla parete del PCV. Le ultime due misure della seconda serie (2-c e 2-d) sono state effettuate dietro un quadro elettrico posizionato sulla griglia.

Il fatto che i valori di dose aumentino scendendo e allontanandosi dal fondo del vessel potrebbe fornire un'indicazione di quando corio fuso è uscito dal vessel per accumularsi sul piedistallo del contenimento primario. Bisogna anche tenere in considerazione che, nonostante le perdite dal vessel, il vessel potrebbe contenere una certa quantità di acqua che agisce da schermo.

I video

TEPCO ha reso disponibili i video girati dall'endoscopio e più di un'ora di girato è stata caricata su youtube in questa playlist dedicata.

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

112 commenti:

  1. Scusa toto,
    stiamo parlando del reattore n.2 e si ipotizza corio fuoriuscito dal RPV, ho capito bene? Sulla base di cosa? A me risulta che ci fossero già dubbi per il n.1 ma per il n.2 si pensava che il corio fosse tutto nel Vessel. E' una ipotesi che si avanza? (chiedo per sapere)
    Vedo con piacere che sono riusciti a misurare il livello dell'acqua e che la temperatura torna bene con le termocoppie.
    Grazie SM

    RispondiElimina
  2. La misura della temperatura dell'acqua mi rassicura parecchio e di fatto mette un freno a tutte le nostre (e non solo nostre) speculazioni. 

    Per quanto riguarda lo stato del corio, come puoi ben immaginare esistono solo simulazioni. Le più recenti di TEPCO, che quindi se vogliamo sono dalla parte dell'ottimismo, le avevamo commentate qui. In poche parole si dice che per il reattore 1, quasi il 100% del nocciolo è fuso e caduto sul piedistallo del PCV. Per il reattore 2 e 3 una buona parte del combustibile è fuso e parte è possibile che si sia accumulato sul fondo del PCV. 

    Per farla breve, se c'è del corio fuso sul fondo del PCV 2 allora questo è o sommerso o almeno circondato da acqua a 50 gradi. Ancora di più l'interfaccia cemento/corio è mantenuta a 50 gradi. Sei d'accordo? 

    RispondiElimina
  3. Uno schemino tratto dal Mainichi . L'acqua è stata confermata a sette metri dall'apertura inserimento endoscopio. 
    http://mainichi.jp/select/jiken/news/images/20120327k0000m040091000p_size5.jpg

    RispondiElimina
  4. mamoru_giappopazzie26 marzo 2012 18:56

    Onestamente mi aspettavo una quantita' di acqua maggiore, resta il fatto di vedere a che altezza sono le penetrazioni del toro altrimenti vuol dire che l'acqua stramazza da PCV in S/P e da li' esce in qualche modo... oppure esce attraverso qualche altra linea (vapore, condensazione in S/P).

    Perche' se pompano 9m3/h e li sotto ci sono "a occhio" (vedi figura) 90m3 al massimo se e' confermata la stima di 60cm (per darvi l'idea ho ripescato un vecchio render a 1000mm dal fondo PCV): quindi o le perdite del RPV sono veramente poche oppure c'e' qualcosa che accumula acqua nel TB e negli scantinati (R1,R3 o altro?)

    RispondiElimina
  5. belli gli schemi aiutano sempre a dare l'idea. Posso aggiungerlo nel post? Visto che di acqua ne hanno in abbondanza, proverei a raddoppiare la portata del raffreddamento per un paio di giorni e poi ripetere la misura. Se il livello è sensibilmente aumentato allora bisogna cercare la via alternativa seguita dall'acqua.

    Se non è aumentato è perché a 60 cm dal fondo c'è un buco talmente grosso che funge da "troppo pieno"... mandiamo i nostri robot-sub negli interrati a cercare l'origine. Altrimenti sarà difficile allagare il PCV. 

    RispondiElimina
  6. Per me è tutto nel vessel, ma se devo azzardare quale dei tre reattori è messo peggio, per me non è il n.1 ma proprio il 2. Almeno a giudicare dai rilasci dal sito.
    Comunque il tuo argomentare è plausibilissimo. Lo sapremo un giorno o l'altro, da qui a 10 anni :)
    SM

    RispondiElimina
  7. mamoru_giappopazzie26 marzo 2012 20:09

     Ecco lo schemino postato da Egiovanna  dice un poco quello che penso io: cioe' che il troppo pieno di cui parli e' costituito dai tubi di ventilazione in suppression pool, quindi i 60cm sono solo la cresta e forse c'e' una fuga da sotto, nella parte inferiore della S/P, visto che la parte alta era pulita e accessibile.

    Nessun problema a inserire gli schemi nel post, tanto  erano quelli fatti per http://giappopazzie.blogspot.it/2011/04/post-tecnico-no2-quanta-acqua-ci-sta.html

    Vedi che son tornati utili a quasi un anno di distanza? =)

    RispondiElimina
  8. mamoru_giappopazzie26 marzo 2012 20:40

    Avevo anche la stima con il volume della SP piena.

    Oggi sono in vena di pubblicazioni inedite! =)

    RispondiElimina
  9. Questo mi fa pensare... In effetti potrebbe essere il motivo per cui hanno voluto fare una pre-ispezione dei locali del toro e misurare il livello dell'acqua all'interno dell'edificio. A noi sfugge il quadro generale, ma potrebbero avere un piano nel breve termine molto più organizzato di quanto crediamo.

    RispondiElimina
  10. me lo fai un regalo? nello schema con anche la S/P mi metti il livello a 60 cm dal fondo PCV, che lo pubblico? 

    aggiungi i credits :)

    RispondiElimina
  11. e questi sono i grafici della temperatura dell'acqua nella suppression pool
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r2&par=SCWaterTemp&vis=graph&startTime=2012-02-26&endTime=2012-03-26

    aumentando il volume di acqua diminuisce la temperatura. fa senso. 

    RispondiElimina
  12. Sono questi i tubi di ventilazione di cui parli?

    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/update/images/20120326_34_v_s2.jpg

    RispondiElimina
  13.  brutta immagine, ma si :-)

    RispondiElimina
  14.  Aggiungo questa

    RispondiElimina
  15. AnonimaFrancese27 marzo 2012 09:40

    buongiorno tutti : ecco il commento di Gen4 ;
    http://www.gen4.fr/blog/2012/03/alerte-fukushima-le-niveau-deau-dans-lunit%C3%A9-1f2-est-ridiculement-bas.html e quello di Fukushima overblog 
    http://fukushima.over-blog.fr/article-ou-est-le-corium-du-reacteur-n-2-de-fukushima-daiichi-102341464.html

    RispondiElimina
  16. AnonimaFrancese27 marzo 2012 09:45

    http://www.fmu.ac.jp/home/lib/radiation/  
    Radiation levels in the open air at Fukushima Medical University

    RispondiElimina
  17. AnonimaFrancese27 marzo 2012 09:46

    Gundersen a Tokyo 
    http://fairewinds.com/content/tokyo-soil-samples-would-be-considered-nuclear-waste-us

    RispondiElimina
  18. Dosi
    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/images/handouts_120327_02-j.pdf
    Video
    http://photo.tepco.co.jp/en/date/2012/201203-e/120326-03e.html 

    RispondiElimina
  19. Ottimo lavoro, brava Giovanna! Adesso sto trasferendo i video su Youtube. Sono oltre 1 ora di filmato.

    Per quanto riguarda le dosi, Duccio ha vinto la scommessa, TEPCO non ha ascoltato SM per le unita' di misura e i 6 Sv/h sono buoni per il superenalotto. 

    RispondiElimina
  20. Trovate tutti i video in questa playlist:
    http://www.youtube.com/playlist?list=PL124498655D831DA1

    RispondiElimina
  21. Sto guardando i video, la prima cosa che colpisce è quanto piova lì dentro. Questa pioggia è il vapore che condensa sulle pareti del contenimento e il vapore o arriva dall'acqua sul fondo o scappa fuori da qualche perdita dall'alto del PCV. Un'altra spiegazione facile per la pioggia potrebbe essere una mandata dell'acqua che perde. 

    Il resto dei video mi sembra un po' come un'ecografia prenatale, cioè si intravede qualcosa, ma solo gli esperti ci capiscono qualcosa. 

    Non mi piacciono per nulla i valori di dose misurata. Non tanto nei valori assoluti, che come diceva bene SM hanno poca importanza visto che nessuno ci deve andare, ma l'andamento ad aumentare allontanandosi dal fondo del vessel e muovendosi verso il fondo del PCV mi fa pensare che una buona parte del corio sia lì sul fondo. L'aspetto positivo è che se anche così fosse, l'acqua è a 50 gradi. 

    RispondiElimina
  22. mamoru_giappopazzie tu che hai già tutti i numeri in mano, non è che ci faresti un piccolo calcolino? quale è il volume di combustibile nel numero 2? 

    RispondiElimina
  23. Non ho capito quella sostanza gialla-nera che si sfalda sotto la superficie dell'acqua, se è la parete del PCV, detriti oppure corio

    RispondiElimina
  24. secondo me è la vernice della parete interna. se però mi chiedi di giurartelo di risponderei che non lo so. :)

    RispondiElimina
  25. mamoru_giappopazzie27 marzo 2012 19:00

    Facciamo a spanne visto che sono stime mie sulla base di frammenti di informazione trovati qua e la'

    R2, R3, R4 : 548 assembly
    4,47m di lunghezza
    sezione 13x13 cm (taglia "standard" 9x9 tipo A)
    massa totale ~164t (290-300kg cad.)

    http://giappopazzie.blogspot.it/2011/10/post-tecnico-no5-misteri-e-complotti.html

    Che dirti?
    boh...facciamo 50m3 di roba solo considerando gli assemblies?

    PS ma tanto lo sai bene che il corio e' uscito tutto dalla s/p e sta scavando verso il centro della terra

    RispondiElimina
  26. ecco spiegato il perché l'acqua è così bassa, va a finire tutta nel pozzo!

    RispondiElimina
  27. toto Buondì! 
    Che  ne dici di questo, mi sembra arrivi alle tue stesse conclusioni.

    http://www.simplyinfo.org/?p=5566
    Cioè  la Tepco ha fatto un altro buco nell'acqua ( nel PCV in questo caso)!?

    e una   domanda
    Ammettiamo che il corium fosse rimasto tutto nel vessel bello coperto da 4 o 5 metri d'acqua: che dose di radiazioni si sarebbe misurata all'incirca?

    RispondiElimina
  28. la domanda la lasciamo per @SM che ha molta più esperienza a riguardo.

    Non direi che è un buco nell'acqua. Lo scopo è stato raggiunto, in particolare la misura del livello (anche loro di simplyinfo vedono la S/P come il troppo-pieno di cui accennavamo ieri) e della temperatura.

    Entrambe confermano che le info che abbiamo sono pressoché corrette.

    Dubito che il corio sia nella S/P, basta guardare la temperatura dell'acqua al suo interno http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r2&par=SCWaterTemp&vis=graph&startTime=2012-02-28&endTime=2012-03-31 che è più bassa di quella misurata sotto l'RPV.

    Per la posizione del corio, le misure di dose mi spingono a pensare che sia uscito almeno in parte, però sarei contentissimo di sbagliarmi.

    RispondiElimina
  29.  In effetti l'aumento di dose man mano che si scende indicherebbe proprio questo. Con quel rate si direbbe inoltre che il corium si sia riversato al di fuori dello spazio per l'alloggiamento delle barre di controllo, che sembrava il posto più plausibile per via della gravità.
    Potrebbero esserci due spiegazioni: o il combustibile in qualche modo non si è adagiato sul fondo, o ce n'è talmente di fuso che ha potuto "traboccare" da alcuni fori laterali del RPV. Questo mi fa pensare che il fondo del RPV sia intero, altrimenti la maggior parte sarebbe colata sotto, e ci sarebbe una parete del PCV fra il corium e il rivelatore.
    Onestamente non so se 73 Sv/h siano compatili con una barriera di cemento fra il combustibile e il rivelatore, ma a occhio direi di no.

    RispondiElimina
  30. kumachanTokyo28 marzo 2012 13:39

    Facciamo una scommessa?
    Secondo me il  nostro bubus bubus borealis ha girato la testa di 180gradi ed ha riso sotto i baffetti da sparviero quando ha letto che sul drogato quotidiano uno ha iniziato un post indirizzato a me con un "Lei non sa che in Giappone...".

    Madamigella Giovanna, ammetto di non avere la prosa degli scrittori di fantascienza che scrivono brevi racconti sui giornali, ed ammetto anche che, per rendere le cose piu` gradevoli, io finisca tra il barocco ed il rococo`, ma non buttarmi nel girone degli psicolabili :)

    RispondiElimina
  31. Lei non sa che in Giappone è surreale

    RispondiElimina
  32. kumachanTokyo28 marzo 2012 13:53

     Sappiamo quanta acqua c`e`, sappiamo quanta radioattivita` e sappiamo la temperatura vera.
    Non sono tutti numeri gradevoli MA SAPPIAMO.

    RispondiElimina
  33. kumachanTokyo28 marzo 2012 14:03

     Ma ci sono le buche nel cemento che magari hanno aiutato a "spalmare" il corium, e quindi ad avvicinarlo ai lati.
    Da cui la mia precedente domanda (ignorata perche` "ce l`hanno tutti con me perche` sono piccolo e nero") se qualcuno sapeva le dimensioni delle buche e quelle di una eventuale fusione totale del corio per capire se 60cm di acqua coprano tutto o no.
    Questa volta rispondetemi :)

    RispondiElimina
  34. kumachanTokyo28 marzo 2012 14:13

     Anche l`NHK ha detto che era vernice e ruggine. Dopo averti letto?

    RispondiElimina
  35. Se c'è qualcuno che può recuperare le dimensioni delle buche, la loro eventuale presenza e il loro numero, quello è @mamoru_giappopazzie che ha già anche calcolato il volume dell'interno nocciolo in questo commento:
    http://disq.us/678hz5?imp=8aea173a-5ef3-4024-8eb4-9314a3bcca6b&thread=624613971

    RispondiElimina
  36. E' perché mica è facile rispondere.
    Delle buche si sapeva (o mi ricordo?) solo che quelle nel RPV erano presumibilmente di qualche centimetro. Il resto sono davvero supposizioni...

    RispondiElimina
  37. kumachanTokyo28 marzo 2012 14:20

     Gundy non mi ha avvertito accidentaccioaccio.
    Prendevamo assieme i campioni e li mandavo a Sua Maesta`

    RispondiElimina
  38. kumachanTokyo28 marzo 2012 14:26

     E` surreale dare del lei ad un orsetto? :)

    RispondiElimina
  39. kumachanTokyo28 marzo 2012 14:33

     Mi riferivo al PCV, di norma la NHK fa i modelli in scala (se poi la volta che ho visto io alla TV non lo abbiano fatto non lo so) ma erano sui 2 metri di profondita` ed un bel po` di m2 di area.
    Percui scoprire le misure reali non sarebbe indifferente.
    Il modellino lo avevano mostrato la volta dei calcoli di quanto in profondita` si fossero mescolati corium e cemento.

    RispondiElimina
  40. Davvero.
    ROTFL!

    RispondiElimina
  41. Ma usare un tracciante, tipo fluoresceina, per vedere dove cavolo va a finire l'acqua che manca ? Non so, ne usiamo un po' di grammi  e vediamo da dove esce l'acqua colorata?  e poi, visto che e' fluorescente, possiamo dosarla anche in tracce con una lampada UV. Quantomeno darebbe un'idea di dove sono le infiltrazioni. Inoltre potrebbe aiutarli in caso di ulteriori perdite accidentali ( crepe, sversamenti in mare ecc. )
     
    http://en.wikipedia.org/wiki/Fluorescein

    RispondiElimina
  42. Se ne era parlato parecchio tempo fa, e mi sembra ci avessero provato, era l'epoca della famosa perdita nel pozzetto. E il risultato  - toto viene in soccorso alla mia memoria spero :-) - era che si metteva il tracciante a monte ma non si riusciva a ritrovarlo a valle.
    Certo questo non vieta di riprovarci...

    RispondiElimina
  43. kumachanTokyo28 marzo 2012 16:58

     Il tizio ha avuto la sua rispostina ed ora sogni d`oro a tutti.
    Da domenica avete 7 ore di differenza col Giappone, non abbiamo l`ora illegale :(

    RispondiElimina
  44. La risposta è in uno degli oltre 3500 commenti a questo post http://unico-lab.blogspot.com/2011/04/aggiornamento-emergenza-nucleare_14.html !

    Credo che allora il problema fosse la tremenda velocità dell'acqua, era una crepa piccola da cui usciva un getto decisamente importante d'acqua.

    RispondiElimina
  45. Beh, è difficile pensare che l'acqua tutto sommato non mescolata abbia 70Sv/h, e un cambiamento di 40Sv su neanche mezzo metro di distanza fa pensare a radiazioni per irraggiamento diretto (<- non son sicuro come si dica in italiano). Se fosse stato verticalmente sotto la sonda, mezzo metro d'aria non avrebbe provocato quel cambiamento, quindi quella piccola distanza sembra avere messo e tolto un ostacolo importante quale un muro o parecchio metallo sulla linea tra il corio e la sonda. Non ci credo che Tepco non abbia già preso il modello del reattore e non abbia cercato di fare ipotesi sulla posizione del corio basandosi sul cambiamento di radiazione

    RispondiElimina
  46. non sono sicuro di aver seguito la vostra discussione con il dovuto dettaglio, quindi prendete il mio intervento con le molle e anche le pinze.

    se compariamo le misure 1-a e 1-b alle corrispondenti 2-a e 2-b, la differenza è di qualche Sv/h (circa 8). Di fatto l'unica differenza tra queste due serie è la posizione in orizzontale.

    per le altre due, la 1-c e 1-d non si possono direttamente comparare con la 2-c e la 2-d perché di mezzo c'è un quadro elettrico (quel rettangolo viola nello schema). Questo sicuramente agisce da schermo.

    questa sera nell'intervallo della partita faccio un conticino per verificare un'idea.

    RispondiElimina
  47. Onestamente credo che nessuno, tantomeno me, possa rispondere a questa domanda.

    La dose da corium libero in aria è una roba da neanche immaginarsi, direi tranquillamente nell'ordine delle centinaia-migliaia sdi Gy/h, diciamo nell'ordine dei kGy/h o kSv/h se vi è più facile da capire (ma è scorretto). Dopodichè occore capire come vanno le cose in una situazione a geometria complicata e imprevedibile. Bisogna vedere dove sono i punti caldi, là dovrebbe essere il corium ma potrebbero anche esserci dei punti caldi di accumulo di frammenti di fissione lontano dal corium. Sicuramnente ce ne saranno parecchi negli scantinati allagati.

    Se loro misurano 70 Sv/h sotto il Vessel con acqua che sgocciola da tutte le parti del Vessel all'PCV potrebbero anche essere compatibili con la sola acqua/parti attivate in loco senza scomodare il corium. Soprattutto se il vessel è totalmente vuoto d'acqua o pochi cm.

    Spiacente, non so dirvi di più.
    SM

    RispondiElimina
  48. Sintomaticamente dove si trova il corium adesso non è importante. Importante è che sia raffreddato dall'acqua. Questa ispezione ha fornito utili aspetti in questo senso, oltre a confermare i valori delle sonde esterne di temperatura. Direi che è un passo avanti.

    In queste condizioni non si può fare comunque molto. Sino a che non si risolve il problema del trattamento d'acqua e dell'arresto dell'ingresso di acqua di falda negli scantinati sono in un vicolo cieco, molto cieco.

    SM

    RispondiElimina
  49. AnonimaFrancese28 marzo 2012 22:54

    posto qui ma non capisco piu un tubo con due posts i contemporanea: : 
    http://www.gen4.fr/blog/2012/03/alerte-fukushima-tepco-estime-que-la-chambre-de-suppression-de-lunit%C3%A9-n-2-pourrait-avoir-%C3%A9t%C3%A9-d%C3%A9truite.html

    http://www.ustream.tv/recorded/21418184 conferenza di oggi...si parla di  controlli per  istallazione termometri alternativi per 28 e 29 marzo -alcune ispezioni sono state effettuate ma i risultati non ancora disponibili.-

    RispondiElimina
  50. L'aumento di dose scendendo di quota può anche voler dire che la sonda si avvicina alla pozza di acqua+melmetta stagnante in fondo al PCV che Corium o non Corium potrebbe concentrare attività importanti. L'ideale sarebbe associare a misure di dose misure puntuali di temperatura a contatto di oggetti in modo da farsi un'idea più precisa.
    SM

    RispondiElimina
  51. Non scordarti la retta che unisce buco nel piedistallo con la sonda. Questo è decisamente interessante, a pg. 6 la posizione del buco rispetto allo slit sotto il reattore:

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120121_03-e.pdf

    Posto che parliamo di distanze in cui l'aria/azoto/idrogeno sono assolutamente irrilevanti (è troppo ottimistica come ipotesi?). Da questo schema manca il quadro elettrico come dici tu, che (supponendolo almeno di 1-2cm di metallo tra case circuiti supporti etc.) spiegherebbe il dimezzamento della dose, però anche se non mostrato c'è (mi ricordo di averlo visto in atlri grafici). Dato che il piedistallo è a forma di cilindro cavo, e lo slit è una finestra che va dal pavimento fino a x metri (circa 2 se non ricordo male), il materiale dal basso dovrebbe rimanere sempre visibile (per irraggiamento), mentre quello dall'altro dovrebbe essere visibile solo avvicinandosi alla finestra dello slit. disegnando la retta di uscita, più ci si avvicina al piedistallo più il fondo del RPV irraggia all'altezza dello slit.

    Mi viene da pensare che ci sia una vera e propria colata solidificata.

    Odio tepco quando invece di disegni tecnici seri con tanto di misure, pubblica i disegnini dei bambini delle elementari

    RispondiElimina
  52. Questa notte riflettevo anche su quello che tu dicevi circa l'attivazione delle strutture. Quello che farei è una misura di dose eseguita nello stesso modo nel reattore 5 come avevano già fatto. Giusto per avere un termine di paragone.

    RispondiElimina
  53. Mi sa che la situazione all'interno è troppo complessa, da poterla ricostruire con la misura di dose in 8 punti.

    Concordo sui disegnini delle elementari. Ma poi NHK & Co farebbero fatica a rifarli! :)

    RispondiElimina
  54. kumachanTokyo29 marzo 2012 15:04

    ValerianoBerlusconi e Roberto, volete rispondere voi, sul drogatoquotidiano kazako, all`italo francese che dice che  francia esce dal nucleare dopo aver dato le estensioni di licenza di altri 10 anni ai vecchietti?

    Mamorino, siamo in trepida attesa del mikumiku-kinetic e... se riesci a trovare in qualche angolo dimenticato le dimensioni delle buche nel cemento del PCV, le avevo viste nelle animazioni della NHK quando hanno spiegato quanto il corium si fosse mescolto al cemento e fin dove fosse arrivato. Se poi in realta` non esistono, non ne ho idea.

    Alle due madamigelle un inchino.

    RispondiElimina
  55. Io nel dubbio posto le lettere dispari di qui e quelle pari di la. Vediamo se si capisce ...
    SM

    RispondiElimina
  56. A che devo l'onore (?!?!!??) di ValerianoBerlusconi? No la B non sta per il magnate di Arcore, altrimenti non sarei qui dove sono ;-)
    Onestamente, di rispondere a quel genere di interlocutori non è che mi va più di tanto. Probabilmente è il classico tipo che qualunque cosa dici, per quanto ragionevole, rimane della sua idea.
    Di sicuro, la Francia non esce dal nucleare. E come potrebbe, con il 75% circa di energia elettrica che viene da là e con la "sorellastra" che ci ha chiuso le sue centrali sul confine? Certo, c'è qualche dibattito, il solito: c'è chi vuole uscire dal nucleare, ma questo è dappertutto. E non direi che sia presa in maniera molto seria la cosa, anzi Sarkoszy è di parere opposto. Non ho capito bene il nuovo presidente (tanto si è capito chi sarà!) cosa ne pensa. Ci sono questioni diverse sotto elezioni. Insomma, non c'è aria di uscita, al contrario sembra che Areva e l'IRSN vogliano farsi una solida esperienza per poi metterla a frutto sulle proprie centrali.

    Per inciso, prima di uscire mi stampo l'handout con le misure e vedo di capirci qualche cosa stasera....

    RispondiElimina
  57. mamoru_giappopazzie29 marzo 2012 18:34

    Per il kinect ti tocchera' aspettare =)

    Quanto alle penetrazioni dell S/P le ho stimate (come tutto il resto d'altronde) da planimetrie che non considero essere costruttive, ma piuttosto dei layout descrittivi e come tali vanno presi con le pinze...

    In ogni caso non credo di sballare piu' di tanto se affermo che i no.8 passaggi hanno un diametro dell'ordine di 2950mm con una altezza minima rispetto al pavimento di 720 mm se questi si fermassero a filo del PCV (senza debordo al suo interno non so se mi spiego).

    In tal caso i ~60cm sono compatibili col livello (di troppo pieno) trovato.

    RispondiElimina
  58. Perfetto, allora mandiamo i robot nella sala toro. In fondo è sin dai primi giorni che si parla di un danno alla SP.

    RispondiElimina
  59. AnonimaFrancese29 marzo 2012 21:09

    ma unificare no eh???

    RispondiElimina
  60. AnonimaFrancese29 marzo 2012 21:32

    rispondo al saluto KT ma di grazie non chiamare Valeriano cosi ;-((( 

    RispondiElimina
  61. AnonimaFrancese29 marzo 2012 21:58

    http://www.meti.go.jp/earthquake/nuclear/pdf/120328_02w.pdf La prossima indagine avrà luogo  nella piscina del combustibile esaurito per la rimozione dei detriti del 3 ma per arrivare a questo  stadio sarà necessario rimuovere i detriti dalla parte superiore dell'edificio del reattore e dall'interno della piscina .... 
    La prima indagine è prevista a metà aprile. Successivamente , le indagini saranno effettuate in modo intermittente.  La seconda tappa  si svolgerà a  metà aprile con l' utilizzo di  una gru cingolata, una macchina fotografica subacquea  è telecomandato dalla sala di controllo - il lavoro durerà tre giorni.....

    RispondiElimina
  62. molto interessante. ci sarà davvero di che divertirsi in quel casino mostruoso che è la piscina 3. Chissà se trovano il carroponte che abbiamo cercato per ore!

    RispondiElimina
  63. kumachanTokyo30 marzo 2012 04:22

    Ma Gurny non aveva detto che era evaporato in una esplosione termo-freddo-nucleare che portava all`evacuazione di Tokyo ed allo sterminio dei pinguini?

    RispondiElimina
  64. kumachanTokyo30 marzo 2012 05:59

    L`inizio della fine del Giappone: IVA al 10% da ottobre 2015.
    Siamo al 5%
    Non che mi faccia paura un aumento dell`IVA, mi fa paura quando si passa dal "Spendiamo al meglio cio` che abbiamo" al "Per spendere di piu` aumento le tasse".
    E` un circolo vizioso da cui e` difficile uscire e con risultati disastrosi.
    Forse che io abbia l`Italia in mente?

    La prima volta che se ne e` parlato (prima del Terremoto) si diceva "a condizione che la crescita del Giappone fosse superiore al 10% annuo", la seconda "a condizione di una forte crescita", ma ora non mi sembra ci sia "a condizione che...".

    RispondiElimina
  65. kumachanTokyo30 marzo 2012 06:00

    Signorsi`ssignore!

    RispondiElimina
  66. Ciao, penso che Orsetto si riferisse a questi disegnini

    http://ex-skf.blogspot.com/2011/05/multiple-10-centimeter-holes-in-reactor.html
    ( cliccate sul link rosso a NHK )

    inoltre
    nel rapporto che TEPCO del 24 maggio per quanto riguarda la fusione del nocciolo nei reattori 2 e 3, la possibilità di fori nelle vasche di contenimento dei reattori 1 e 2 è menzionato per la prima volta. Il vaso di contenimento del reattore 1 può avere un foro 7-centimetro di diametro, e il recipiente di contenimento del reattore 2 può avere una pluralità di fori di 10 centimetri di diametro. 


    http://2.bp.blogspot.com/-
    http://www9.nhk.or.jp/kabun-blog/image/vlcsnap-2011-12-01-05h25m44s156s.jpg

    RispondiElimina
  67. Prima o poi tutte le balle, chiunque le dice, vengono al pettine. :)

    RispondiElimina
  68. Super wide angle camera
    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/2012/12032905-e.html 
    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120329_25.html 


    Date un'occhiata anche qui

    http://www9.nhk.or.jp/kabun-blog/600/114583.html 

    http://www9.nhk.or.jp/kabun-blog/image/vlcsnap-2012-03-27-21h15m22s12s.jpg

    RispondiElimina
  69. Bella la compton camera. Ne serviranno parecchie e potrebbero venire utili nelle aree dove è sufficiente una decontaminazione mirata o come mezzo di verifica. Credo che abbia anche una bella efficienza nel tranquillizzare la popolazione che vede le invisibili radiazioni.

    ------

    La posizione dei condotti della suppression pool è proprio come ci diceva mamoru, ovvero praticamente al pelo dell'acqua e la perdita non è tanto dalla parte secca del PCV, ma dalla wetwell. Meglio o peggio non lo so, però adesso manderei i robot dentro la sala toro a farsi un bel giretto.

    RispondiElimina
  70. Adesso le prendi sul serio, qui abbiamo l'IVA al 23% dall'anno scorso e si parla di ridurre ulteriormente  ancora gli stipendi minimi di un operaio non specializzato da 567 euro lordi  a 253 lordi, cioè alla stregua della Bulgaria . Non toccare questo capitolo che divento una belva.

    RispondiElimina
  71. Il nuovo avatar è un collage di Odisseas Elytis, Kouros, 1978. 
    Si tratta di un kouros che guarda l'Egeo, il mito. A voi interpretare i simboli.

    http://kars1918.files.wordpress.com/2011/12/kouros-1978.jpg

    RispondiElimina
  72. AnonimaFrancese30 marzo 2012 09:20

    animo kumachanTokyo   non mi sembra neppure avvicinabile il paragone....ha ragione Egiovanna !!! sti buono li va....

    RispondiElimina
  73. AnonimaFrancese30 marzo 2012 09:21

    ahahahaha ;.)))

    RispondiElimina
  74. AnonimaFrancese30 marzo 2012 09:30

    ecco perché ti aunenta  forse 
     l'iva ;.))) 
    http://www.lesechos.fr/entreprises-secteurs/energie-environnement/actu/0201979662696-nucelaire-l-electricien-japonais-tepco-demande-l-aide-de-l-etat-307235.php?xtor=AL-4003-%5BChoix_de_la_redaction%5D-%5BNuc%C3%A9laire%C2%A0%3A+l%27%C3%A9lectricien+japonais+Tepco+demande+l%27aide+de+l%27Etat%5D

    RispondiElimina
  75. Davvero bella la camera Compton e ottima idea!

    RispondiElimina
  76.  Questa la rubo! :-)

    RispondiElimina
  77.  Da ex-skf, un lettore (anonimo, of course):
    We have detected radiation as far away as New Zealand in the Southern Hemisphere.
    People coming from Japan - and their products (not all) show signs of radioactive contamination.
    Curious,
    NZs once critical and loud anti-nuclear lobby has been stangely silent.
    Deadly Silent. They have been muzzled, and now promote nuclear power
    technologies to offset the imaginery evils of 'CO2' ... which is based
    on a con job and flawed science.
    In the mean time ... the
    Japanese cores are still going critical, with ongoing chain reactions,
    and the Japanese are too paralsed and stupid to do the right think.
    Namely, evacuate large parts of Japan, and terminate the reactor chain reaction and bulding complexes forwith.


    Tenete Roberto e SM lontano da questi siti, senno' la "ongoing chain reaction" la avremo sul blog... :-)
    Per il resto... non comment.

    RispondiElimina
  78. kumachanTokyo30 marzo 2012 14:15

    Io invece ci manderei il magico duo, sono gli unici ad avere una criticita` superiore alla mia quando leggono certe neutronate.

    RispondiElimina
  79. kumachanTokyo30 marzo 2012 14:22

    Si tratta "der pupone" con le chiappe di Jessica Alba, che con la mazza ferrata di Mazinga (beh, posto dalla nippolandia) aspetta il passaggio di monti per battezzarlo. Ch`hovvinto?

    RispondiElimina
  80. kumachanTokyo30 marzo 2012 14:23

    Mandiamo Gurny a saldare le condotte verso il toro, tanto con la faccia di bronzo che ha non si fa niente.

    RispondiElimina
  81. kumachanTokyo30 marzo 2012 14:27

    Facciamola piu` specifica:
    Prima o poi tutte le balle tornano a galla nella piscina.

    RispondiElimina
  82. Scusate, avevo postato il link sbagliato riguardo ai buchi nel calcestruzzo. 
    http://ex-skf.blogspot.com/2011/11/fukushima-i-nuke-plant-reactor-1-tepco.html 
    (Per chi non sa il giapponese caro ValerianoB )
     

    e questo per chi lo sa
    http://www9.nhk.or.jp/kabun-blog/600/102712.html#more 
    Si parla dell' unità 1, ma   anche per l' Unità 2 e Unità 3 , si stima un consumo di carburante del 63% e il 57%, rispettivamente, in parte caduto nel contenimento

    RispondiElimina
  83. Ho modificato il primo link

    RispondiElimina
  84. Assolutamente no, ed neanche lontanamente paragonabile al tuo orsetto sfigato

    RispondiElimina
  85. Scusa Vale, ma invece di farmi notare che il link non corrisponde a quanto annunciato, ti metti a leggere gli stronzi commenti dei blogghisti e mi fai indirettamente la predica.  Qualcuno cercava le buche mostrate da NHK e ve le ho trovate. Punto.

    RispondiElimina
  86.  pesce d'acqua dolce
    http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20120330p2a00m0na008000c.html 

    RispondiElimina
  87. Però è propositivo, suggerisce di evacuare praticamente tutto il Giappone e di fermare le reazioni a catena!!! La prima è praticamente impossibile, visto che lui si lamenta della radioattività in NZ, non credo ci sia spazio sufficiente su questo mondo per evacuarci tutti. La seconda, visto che solo lui ne è a conoscenza, credo proprio che dovrà andare lui a risolvere il problema. Noi facciamo il tifo.

    :)

    ps. sono ancora più acido di ieri, perché mi si è pure rotto un dente!

    RispondiElimina
  88. Come anticipavo qualche mese fa, è iniziato il disgelo :)
    SM

    RispondiElimina
  89. kumachanTokyo30 marzo 2012 16:32

    Per le leggiadre fanciulle...
    Partiamo dal MALE: ma mi avete letto? Ho solo detto che se continuano cosi` finiamo come l`Italia.
    Che sia 20 volte meglio dell`Italia, nonostante mezzo paese spazzato via, 20mila morti, parte del paese spostato di 6 metri e 3 reattori fusi non ci sono dubbi.
    Anche perche` il Giappone tornera` piu` forte del 2010.
    La bilancia commerciale e` in rosso solo per via del petrolio e gas aumentato per via dei reattori spenti, altrimenti sarebbe gia` in attivo da mesi.

    Riguardo all`aumento di iva, non e` dovuto ai 10 miliardi chiesti da Tepco, ma ai 250miliardi annui per la "sicurezza sociale", dicono che sia per migliorarla ma direi che e` solo per coprirla.

    10 miliardi di Euro si coprono in un anno con un aumento della bolletta di 1yen(0.9centesimi)/kWh.
    8 miliardi/anno sono cio` che pagano gli italiani il fotovoltaico.
    40 miliardi di Euro/anno e` cio` che spende in piu` il Giappone a tenere fermi i reattori.

    E mentre sto per dire a Giovanna che ` da sposare per aver trovato il fotogramma del video di cui avevo parlato, ecco che si incavola col mio Totoro (l`avatar, non The Boss di Unico) perche` ho fatto una battuta su di una foto di 8x8 pixel.
    Giovanna, calmati, sorridi e se vuoi che apprezziamo il collage sarebbe bene che tu postassi almeno un 1024x768 pixel.

    Tornando ai buchi nel cemento, ipotizzando (ed e` una grossa ipotesi) che il grafico sia reale e proporzionato, potremmo avere o 2(buche)x4.4x1.75x1.2m = 18mc
    o 4(buche)x1.75x1.75x1.2m = 15mc
    Mamoru ci aveva calcolato i 50mc di combustibile + cestelli, ma visto come erano variate le temperature in alto con la variazione del CCS presumo non sia uscito tutto.
    Infine se 35mc sono fuori dai buchi e si fosse (non lo e` ma facciamo finta) spalmato uniformemente, sarebbe gia` alto 35mc/113mq= 31cm.
    Spalmandolo su di un raggio di 3 metri sarebbe alto 35/28 124cm.
    Quindi tutto dipende da quanto ne e` uscito, ma probabilmente supera i 60cm.
    Domanda da bestemmie, si riduce di un qualche % il cemento cucinato a 2500 gradi?
    Presumo poco visto che lo si prepara a 1500 gradi.

    RispondiElimina
  90. kumachanTokyo30 marzo 2012 16:38

    Ma un pelino pelino pelino di umorismo?
    Hai fatto scappare Totoro!

    RispondiElimina
  91. Il cemento si consuma, o meglio il corio penetra nel cemento anche abbastanza velocemente, ma solo fin tanto che è ad una temperatura intorno ai 2000 gradi. Dopo di che si stabilizza. La fortuna è che durante il processo aumenta la massa totale e favorisce il raffreddamento.

    La verità sullo stato del corio, dentro e fuori, la sapremo forse fra 20 anni. Per il momento possiamo solo speculare...

    RispondiElimina
  92. Voglio portare all'attenzione della cortese direzione ufficio stampa :-)) due cose:
    - Il salmone è uno dei pesci più impattati dalla contaminazione
    - come tutti i salmoni, sono anadromi (ha abitudini miste mare/fiume), anche se questo è più particolare (http://www.japan-fishing.com/honbun/yamame.html). Sarebbe interessante sapere se erano maschi o femmine.

    RispondiElimina
  93. kumachanTokyo30 marzo 2012 16:57

    Infatti ti ho detto che sei da sposare :)
    Ma non mordere per favore.

    RispondiElimina
  94. kumachanTokyo30 marzo 2012 17:05

    Perche` visto che abbiamo gia` avuto una estate, quindi il cesio nella neve si era gia` sciolto?
    Presumo ci sia un altro meccanismo a cui non ho pensato :)

    RispondiElimina
  95. ma che predica... :-)
    su, fate i buoni :-)

    RispondiElimina
  96. kumachanTokyo30 marzo 2012 17:11

    Infatti ho speculato ed ipotizzato alla grande (su numeri veri), ma molto meno di Gurny :)

    intendevo: volume finale misto / (volume iniziale corium + volume iniziale cemento)

    RispondiElimina
  97. kumachanTokyo30 marzo 2012 17:15

    Ed e` stato confrontato col "
    sand eel" che come dice il nome vive nello strato superficiale della sabbia ed e` stato vietato in secondi zero.

    RispondiElimina
  98. Credo non ci siano dubbi sul sesso di quel pesce. E' uno dei pesci più contaminati rinvenuti nel 2012, forse il più contaminato, quindi trattasi di soggetto che primeggia e si vuole mettere in luce: è senz'altro femmina :)
    SM

    RispondiElimina
  99. E' più complesso, ogni disgelo dilava ma dilava meglio il primo disgelo dopo che il cesio si è accumulato nello strato di vegetazione caduca al suolo e nello strato superficiale di suolo.
    Punti caldi: letti dei torrenti, laghi e laghetti, fiumi (acque e sedimenti), grandi laghi e bacini e foci dei fiumi.
    SM

    RispondiElimina
  100. Non so se questo lo avete considerato

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_111130_08-e.pdf

    RispondiElimina
  101. ma basta farmi ridere... che con il dente rotto mi fa malissimo!!!

    :)

    RispondiElimina
  102. come già rispondevo sul post della contaminazione alimentare, nell'ultima settimana sono stati moltissimi i pesci di fiume (4000) controllati, ma a parte 1 tutti gli altri sono già fuori dal commercio.

    Comunque questa volta sembra che abbiano fatto i compiti a casa e abbiano seguito i consigli di @SM nella scelta delle matrici giusti in corrispondenza del cambio di stagione.

    RispondiElimina
  103. Fatevi due risate, va'.
    http://www.washingtonpost.com/world/asia_pacific/new-probe-at-japans-crippled-nuke-plant-finds-fatally-high-radiation-little-water-in-reactor/2012/03/27/gIQA83d0dS_story.html

    Lettura particolarmente sconsigliata a SM e @Roberto ;-)

    RispondiElimina
  104. ma di questa macchinetta che mi dite? http://dai.ly/H2dHII   http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20120329p2a00m0na006000c.html

    RispondiElimina
  105. Ciao Tarkus! La compton camera è una cosa seria e si vede. Secondo me può trovare applicazione nella ricerca di punti contaminati nelle zone dubbie. Dove la contaminazione è certa conviene pulire piuttosto che cercare cosa pulire.

    Come dicevo alla Gio, ha anche l'effetto positivo di rendere visibili le invisibili radiazioni così che effettivamente la gente può rendersi conto.

    RispondiElimina
  106. Gli americani usano gli psicologi per spiegare i disastri nucleari alla popolazione, di solito su tre step:

    1- horrible disaster (adesso siamo in questa fase)
    2- not as bad as we feared (tra qualche mese-anno)
    3 - financial implications

    non sto scherzando ;)
    SM

    RispondiElimina
  107. avevate detto che avreste messo post solo in caso di eventi clamorosi invece vedo che sproloquiate da mane a sera
    ma lavorate ogni tanto?
    LMAO

    RispondiElimina
  108. kumachanTokyo2 aprile 2012 05:56

    Potresti chiedere a bertaglio e Gurny che lavoro fanno? :)
    E poi su Unico c`e` il miglior cappuccino con croissant del mondo!
    I KitKat al cioccolato fondente, al the verde, alla crema, al pesce, al wasabi li porto io.

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...