Cerca nel blog

Loading

3 gennaio 2012

Prime impressioni del Samsung Galaxy S SCL

E così dopo quasi due anni di servizio così così, mia moglie ha deciso che era ora di dare fine alla mia agonia con il BlackBerry Curve 8520 di cui vi avevo già parlato in precedenza. Lei ha letto nei miei pensieri e si è fatta convincere che uno smartphone della famiglia Galaxy, marca Samsung e soprattutto targato Android, poteva essere un gradito sostituto. I Galaxy sono tanti e hanno le più svariate forme, dimensioni e prezzi, quello che la Tata è riuscita ad accaparrarsi in offerta alla Mediaworld è il modello Galaxy S SCL, nome in codice GT-I9003.  Il prezzo in offerta era molto allettante, 199 euro da confrontare con i circa 400 del prezzo di listino che non avrei mai speso per un cellulare.

Ma a parte del prezzo, vorrei raccontarvi le mie prime impressioni dopo circa una settimana di utilizzo del mio nuovo giocattolo Hi-Tech.


La Google-rubrica

Alla prima accensione del dispositivo, dopo aver caricato per intero la batteria ed installata la SIM e perché no anche una bella microSD da 8 giga per aumentare i 4 di sistema, inizia una sorta di wizard di installazione dove vi verranno chieste semplici informazioni di configurazione. Per esempio vi verrà chiesto se attivare sin da ora la connessione alla rete dati mobili, oppure di utilizzare esclusivamente connessioni di tipo WiFi. La domanda che ho preferito è se volevo importare i miei contatti dal mio account Google e di farne un backup online in caso di problemi.

Dovete sapere che io sono un maniaco dei contatti e il fatto di avere un unico posto, possibilmente backuppato dove tutti i miei contatti sono salvati è una grande soddisfazione. L'idea di avere la propria rubrica telefonica, gli indirizzi email, le note e in alcuni casi persino gli indirizzi di casa, già automaticamente trasferiti sul cellulare nuovo di zecca mi ha subito reso parecchio felice. Bisogna essere onesti, con l'applicazione Google Sync ero riuscito a fare la stessa cosa anche con il BlackBerry, ma nel caso di Android si gioca in casa e il tutto si riduce a confermare la volontà di importare i propri contatti.

Confronto con gli altri

Mi viene quasi spontaneo confrontare le performance del Galaxy SCL con gli altri smartphone che abbiamo in casa, il mio vecchio BB Curve 8520 e l'iPhone 3GS di mia moglie. Nei confronti del BB la partita è vinta in partenza, il dispositivo è decisamente più scattante, la navigazione dei siti web è fluida, specie per quelli ottimizzati (lo sapevate che unico-lab esiste anche in versione mobile?), e il fatto di essere 3G non è certamente uno svantaggio. La fotocamera posteriore da 5 megapixel garantisce foto decenti, anche se resto del parere che per fare le foto serie serva una macchina fotografica e non l'aggeggio che tieni in tasca e di cui impolveri l'obiettivo in continuazione. Per non parlare poi del fatto che con il Galaxy uno può tranquillamente fare a meno della rete dati, mentre non è possibile con RIM. Due soli i punti a favore del BlackBerry: la sveglia che suonerà all'ora impostata anche a cellulare spento e la batteria che aveva una durata praticamente doppia (e un po' deludente devo ammettere) del Samsung.

Il confronto con l'iPhone 3GS è, ancora secondo il mio modesto parere, una pareggio dal punto di vista delle prestazioni, ma che si traduce in un vantaggio del Galaxy se tenuti in considerazione altri aspetti non trascurabili come il prezzo scontato dell'offerta. Non ho mai visto un prodotto Apple così scontato! Quello che secondo me è un vantaggio senza pari è il fatto che non ti serve iTunes e il computer per usare il cellulare. Io non sono uno di quelli che caricheranno musica e video sullo smartphone, ma vista l'orticaria che mi provoca iTunes sono veramente contento di non doverlo utilizzare. L'altro vantaggio è quello della micro SD: perché dovrei pagare a peso d'oro i giga di spazio sul cellulare, quando posso comprare un'altra SD a pochi euro per ottenere lo stesso risultato? Altra differenza è la tastiera Swype, impostabile per il Samsung anche se non è quella di default. In pratica ti permette di scrivere strisciando il dito sul display senza mai alzarlo, il risultato è un inserimento testi molto rapido. Veloce e comoda quasi sempre, perde un po' di praticità quando si devono inserire password o indirizzi internet, dove si deve ricorrere all'inserimento tradizionale pigiando un tasto alla volta. Ancora non mi sono addentrato nei comandi vocali e nel GPS, ma prometto di rifarmi nei prossimi giorni.

La sveglia smart

Io tengo il cellulare sempre acceso anche la notte per motivi di lavoro e per fortuna dovrei aggiungere altrimenti addio sveglia. Infatti il telefono una volta spento non si riaccende alla sveglia programmata come fanno molti altri dispositivi simili e anche di categoria inferiore. E' un bel limite, specie se si voleva tentare di recuperare un po' di batteria in questo modo. Di fatto l'unico modo per salvare capre e cavoli è mettere il cellulare in modalità aereo in modo da non avere gente che ti sveglia nel cuore della notte, ridurre il consumo di energia e allo stesso tempo avere la sveglia.

Una cosa molto bella della sveglia del Galaxy S è la versione Smart, infatti oltre a poter impostare la suoneria è anche possibile farla precedere da un dolce risveglio. Qualche minuto prima (impostabile) dell'orario prefissato, il display si accenderà progressivamente illuminando la stanza e partirà una musica ambient di sottofondo, decisamente piacevole.

La fotocamera


I 5 megapixel della fotocamera frontale con lo zoom digitale fino a 4x sono un buon supporto fotografico. Ho come l'impressione che faccia un po' fatica a mettere a fuoco le immagini specie quando non si seleziona sullo schermo tattile il particolare che si vuole mettere a fuoco. L'applicazione di sistema per le fotografie permette di fare anche riprese ed è dotata di un buon numero di gingilli come per esempio la possibilità di eseguire ed elaborare scatti panoramici come quello che trovate all'inizio di questo paragrafo.

Per eseguire lo scatto panoramico, cliccate sul bottone e poi continuate semplicemente a muovere l'inquadratura sul piano orizzontale senza più spingere alcun bottone fin tanto che siete giunti alla fine del panorama. Delle guide vi aiuteranno a rimanere il più allineati possibili. Al termine del lungo scatto, il vostro smart phone elaborerà l'immagine producendo immediatamente il panorama.


E' disponibile anche la versione panorama con soggetto in movimento. Ovvero avete un panorama di sfondo fisso e un oggetto in primo piano che si muove velocemente. Una volta selezionata questa modalità di scatto, pigiate il bottone non appena l'oggetto in primo piano entra nel campo visivo e quindi cercate di seguirne il movimento possibilmente mantenendolo al centro dell'inquadratura. Ci vorrà un po' di allenamento, ma i risultati saranno divertenti come la sequenza di decollo che vi ho riportato qui sopra.

Le applicazioni

Dall'Android market ho scaricato giusto il minimo indispensabile. L'applicazione Facebook e Twitter, che sono identiche a quelle per iOS, sono gratuite e funzionano discretamente. Devo dire che quella per Facebook mi da un po' di rogne e ogni tanto si blocca, cosa che non ti aspetti, ma è purtroppo la realtà. Di quella per Twitter gradisco particolarmente la possibilità di passare velocemente da un account all'altro, così che posso sfogliare la mia cronologia (@abulgher) e subito dopo anche quella dell'@unico_lab. Il telefono arriva con una marea di altre applicazioni già installate, di molte delle quali non so nemmeno cosa facciano. Il browser di default è una versione apposita di Chrome, che manca però di un aspetto fondamentale: la sincronizzazione dei preferiti. Nonostante Chrome abbia un suo modo sistema per la sincronizzazione dei bookmarks, la versione mobile non è dotata di questa feature. E' un vero peccato. Esiste un'applicazione gratuita che scarica in locale i bookmark di Chrome (ChromeMarksLite), ma che non esegue una vera e propria sincronia e in più è un'applicazione a sé stante, ovvero per accedere ad una delle tue pagine preferite devi prima aprire l'applicazione, cercare la pagina desiderata e pigiarci sopra il dito; a quel punto si aprirà una finestra del browser. L'altra pecca del browser è che si possono aprire solo 4 finestre contemporaneamente e a volte, specie quando si stanno facendo ricerche un po' articolate, può risultare scomodo.

L'hardware

Dal punto di vista hardware ho poco da aggiungere. Una nota positiva è che utilizza lo standard micro USB per il caricatore, così ho di fatto riciclato anche il carica batteria del vecchio cellulare e i cavi per collegarlo al pc. Non ho ancora provato il GPS, funzionalità che in accoppiata con Google Maps spero mi verrà utile la prima volta che mi perderò in auto. Non mi convince molto la ricezione del segnale WiFi, ho come l'impressione che prenda poco anche quando c'è una buona disponibilità di segnale. Grazie alla connessione 3G, il download di dati è veloce anche on-the-go specialmente per chi si era abituato al gprs. Il display enorme è spettacolare e il touch screen è tutta un'altra cosa rispetto alla tastiera qwerty. Della batteria ho già detto vero? Resta un punto negativo, ma da qualche parte bisognerà pur pagare e il display con una diagonale da 4 pollici vuole la sua buona dose di energia.

Conclusione

Per il momento sono veramente soddisfatto di questo regalo di Natale. Il prezzo scontato dell'offerta ha reso possibile il realizzarsi del mio sogno per un dispositivo Android che altrimenti non mi sarei potuto permettere. Il giocattolo è come deve essere, non troppo pesante, con un display grande e luminoso, il processore è veloce e il sistema operativo è davvero insuperabile per chi come me è google-dipendente (mi piacerebbe anche essere dipendente di google, ma per ora mi devo accontentare del contrario!). Fino a questo momento, il miglior smartphone di cui sia mai entrato in possesso!

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

9 commenti:

  1. Per la navigazione GPS c'e' waze, gratuito. Necessita pero' di essere in connessione continua con il server in quanto scarica mappe e aggiornamenti traffico in realtime.

    RispondiElimina
  2. Grazie Ezio per la segnalazione, come dicevo ancora non ho provato il GPS, ma almeno adesso so da dove iniziare. Per quanto riguarda la connessione dati ho un contratto Mobile internet con Vodafone che include 250 Mega alla settimana. Ho come l'impressione che possano essere un poco pochini in  caso di uso intenso come GPS.

    RispondiElimina
  3. Ciao Toto, come ti dicevo in Twitter, hai fatto un bel acquisto... I miglioramenti sono evidenti, goditelo. :)

    Buona giornata.

    P.S.: aggiorna l'iPhone di tua moglie all'iOS 5 e vedrai che non avrai più bisogno di iTunes e configura iCloud a dovere. :)

    RispondiElimina
  4. interessante questa nuova feature di iOS 5, vedo di studiarmela in dettaglio perché per me sarebbe una rivoluzione copernicana.


    ps e OT: visto il successo dell'integrazione disqus + blogger mobile sto preparando un post in inglese da mandare a disqus direttamente, così magari applicano loro direttamente la modifica e fanno anche tutti gli aggiustamenti del caso.

    RispondiElimina
  5. GIUSEPPE DESIDERATO3 gennaio 2012 18:57

    benvenuto nel mondo android.. nonostante l'i9003 è ancora in fase di sviluppo(codici sorgenti samsung non ancora rilasciati) ,ti assicuro che è un buon dispositivo,dato il prezzo.Su xda si sta lavorando allo sviluppo di cyanogenmod e miui rom per slcd..

    RispondiElimina
  6. E un benvenuto a te su unico-lab!

    Ho visto che esiste una comunità di androidi-italiana molto attiva. Hai qualche sito di riferimento da suggerirmi?

    Non escludo che in un futuro potrò anche essere interessato a scrivere qualche semplice app.

    RispondiElimina
  7. Francesca Nichele3 gennaio 2012 20:44

    Versione 5!!! Quando me la metti Toto? Bravo LeNny!!!

    RispondiElimina
  8. Toto, ora sei fregato. :P

    Studia: http://www.apple.com/it/ios/

    :D

    RispondiElimina
  9. Ma tu pensa i pregiudizi, avrei giurato che la nuvola fosse a pagamento invece mi sembra di capire che i primi 5 giga sono gratis. È assolutamente da provare, potrebbe essere l'ultima volta che uso itunes in tutta la mia vita!

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...