Cerca nel blog

Loading

3 giugno 2011

Aggiornamento emergenza nucleare a Fukushima (post chiuso)


La sezione con gli aggiornamenti in tempo reale è stata trasferita ad un nuovo indirizzo
 
 

Segui gli aggiornamenti in tempo reale attraverso la nostra pagina Facebook o il nostro account Twitter. Domande, perplessità, segnalazioni di altre news e fonti, e commenti possono essere lasciati da tutti i visitatori in fondo al post.

Live blogging 


La sezione live blogging con aggiornamenti continui e la discussione aperta nei commenti è stata trasferita ad un altro post perché raggiunto e abbondantemente superato il limite dei 3000 commenti anche in questo post.


Vai al live blogging

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

541 commenti:

  1. AnonimaFrancese3 giugno 2011 09:42

    prem's.......... e io rimetto qui il mio video propagandistico della general motors anni 80 sulla costruzione e sicurezza centrali in Giappone...http://www.youtube.com/watch?v=3pJzOmLCuoY&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  2. Il video fa riflettere. Ma mi spiego.
    Nell'800 la rivoluzione industriale diede un impulso enorme alla produzione di energia, tramite i combustibili fossili. Si riteneva che quelle centrali avrebbero risolto tutti i problemi, energia a volontà, la strada spianata al progresso. Non si vedeva alcun problema.
    Poi, ci ri rese conto che non era così, i combustibili fossili si esauriscono e inquinano troppo rispetto a un modello sostenibile. Le città industriale erano invase di smog (smoke+fog, parola coniata nel 1905, secondo Wiki).

    Verso gli anni 50 fu la volta del nucleare. Sulla scia dei soprendenti successi e scoperte della fisica di inizio secolo ad opera di persone come Einstein, Heisemberg, Bohr, Schrodinger, per citare solo i più noti, per arrivare a persone del calibro di Enrico Fermi, su questa scia, dicevo, si pensò che l'energia nucleare fosse la soluzione di tutti i problemi. Un fervore della scienza così spinto che a inizi secolo si era creduto per un certo tempo che le radiazioni facessero bene (il famoso Radithor :-) ).
    Energia pulita (eh, si... niente CO2, finalmente!), in grande quantità e relativamente economica. Si pensava di padroneggiare perfettamente l'atomo, si prendevano alcuni aspetti con leggerezza. Una nuova èra per il progresso era arrivata, non si vedeva alcun problema.
     
    Poi, in una quarantina di anni di esercizio, ci si è resi conto che la padronanza dell'atomo non è perfetta, che molti aspetti legati alla sicurezza sono tendenzialmente sottostimati, che esiste comunque un problema delle scorie. E per rendersi conto di questo ci sono voluti alcuni incidenti, molti piccoli e senza conseguenze, altri più gravi.

    Oggi si ha più chiaro il quadro sull'energia nucleare, e ci si rivolge verso altre fonti di energia. La strada per il progresso è spianata, energia facile da gestire, facile da padroneggiare e economica, e in caso di incidente non crea problemi. Non si vede alcun problema.
     

    Historia magistrae vitae. I lati positivi della tecnologia si vedono subito, e ci si affretta a sfruttarli. I lati negativi più subdoli emergono con il tempo e con l'esperienza sul campo, e derivano spesso da collegamenti nel mondo naturale insospettati all'inizio e messi in luce solo dagli incidenti di percorso.

    Oggi quel video come tanti altri di propaganda nucleare dell'epoca sembra ridicolo, e forse lo è. Ma deve metterci in guardia contro i facili entusiasmi.

    RispondiElimina
  3. mamoru_giappoppazzie3 giugno 2011 10:41

    GENERAL ELECTRIC non general motors...

    la stessa che produce le turbine per l'eolico e le altre green farloccate che vanno di moda adesso.
    O i radiofarmaci... ;-)

    RispondiElimina
  4. Dunque, dall'ultimo aggiornamento le notizie sembrano abbastanza buone. Bisogna ora sperare che il sistema di filtraggio funzioni a tempo e a dovere.

    RispondiElimina
  5. Adesso faccio una protesta a Disqus, voglio il bottone "Mi piace 100"!

    RispondiElimina
  6. AnonimaFrancese3 giugno 2011 10:49

    upsss hai ragione scusami..... correction....

    RispondiElimina
  7. AnonimaFrancese3 giugno 2011 10:51

    bella analisi.....abbiamo scienziati, poeti, scrittori e navigatori qui,:....:-)

    RispondiElimina
  8. @Guido:disqus :
    Cardone e Carpinteri, mi sembravano nomi conosciuti... in effetti sono anche quelli che hanno scoperto che in seguito ai terremoti ci sono emissioni di neutroni.
    Difficile giudicare per ora, soprattutto la spiegazione che ne danno. Se però le misure sono quelle, e soprattutto se la comunità scientifica non ha tacciato subito di errore i due ricercatori, vuol dire che qualcosa di concreto esiste.
    Passo a guardare il gas di Brown.

    RispondiElimina
  9. ahah, mi suonava strano il nome, ma non avevo realizzato :-)))
    "metti un reattore nel tuo motore" :-D

    RispondiElimina
  10. un blog tutto italiano :-)

    RispondiElimina
  11. GE produce praticamente qualunque cosa esiste, inclusi i motori! E alle volte nemmeno loro lo sanno...

    RispondiElimina
  12. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 11:27

    http://mavasteva.blogspot.com/2011/06/reattori-sabayon-risvolti-tecnologici.html#disqus_thread
    PENULTIMO POST FACETO

    RispondiElimina
  13. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 11:28

    http://mavasteva.blogspot.com/2011/06/forum-sul-nucleare.html
    ULTIMO POST FACETO...DA ORA TORNO SERIO...BHE' PIU' SERIO :-))

    RispondiElimina
  14. AnonimaFrancese3 giugno 2011 12:19

    40% dei soccorritori di Nagasaki  mandati a Fukushima sono stati esposti a radioattività (valori deboli) http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/french/top/news03.html

    RispondiElimina
  15. AnonimaFrancese3 giugno 2011 12:19

    no eh!!!!!!!!!!! tutto internazionale ecco perché caparbio, tenace, costruito e produttivo... (modestamente) ;.)

    RispondiElimina
  16. AnonimaFrancese3 giugno 2011 12:21

    ma a cosa ti riferisci Valeriano..immagino a post precedenti ,,,,che qui no si vedono!!! 

    RispondiElimina
  17. AnonimaFrancese3 giugno 2011 12:22

    il punto di vista e l'analisi  di Nikon..........in francese ma interessante http://dailymotion.virgilio.it/video/xj1n4h_nikon-fait-le-point-sur-les-consequences-des-evenements-survenus-au-japon_tech#from=embediframe

    RispondiElimina
  18. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 12:24

    PARE PURE A ME..

    RispondiElimina
  19. AnonimaFrancese3 giugno 2011 12:28

    analisi di un industriale : Masataka Kataoka, presidente di   Alps Electric C: il quale è riuscito a fare ripartire in 3 settimane 6 delle compagnie, (le quali hanno subito gravi danni,) su 7 . http://e.nikkei.com/e/fr/tnks/Nni20110603D03HH670.htm 

    RispondiElimina
  20. Decisamente c'è un incendio al 4

    RispondiElimina
  21. esatto, un link sulle reazioni piezonucleari di Guido. E' che qui non c'è più legame con i vecchi post..

    RispondiElimina
  22. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 12:49

    però non aumentano, potrebbero essere lampade supplementari

    RispondiElimina
  23. scusate, forse non è il post più adatto, ma avrei una curiosità e non so dove chiedere....

    ieri sera ho visto un servizio ad Annozero, e ad un certo punto si vedeva Formigli (il giornalista) in una foresta dove si misurava una radioattività molto elevata...più vi penetrava dentro e più aumentava, se non ho capito male l'ultimo valore misurato era di 40 microSv...a quel punto è corso indietro dicendo che la radioattività era troppo alta....

    quello che mi sono chiesto io è: davvero è così elevato questo valore??o perlomeno, rispetto al tempo di permanenza in quel luogo, ha senso correre via, o l'esposizione a quei valori per breve tempo non avrebbe portato alcun danno??

    RispondiElimina
  24. buongiorno a tutti, ringrazio Ste per l'invito . Ho studiato a lungo questo blog e devo riconoscere che è  strutturato in modo impeccabile e vi ringrazio tutti  per la vostra  professionalità.
     Avrei alcune domande da fare ma purtroppo devo prendere un volo a momenti- ma appena  arrivata a destinazione  mi faro viva. buona giornata a tutti : Shaain.

    RispondiElimina
  25. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 13:33

    io non sarei corso via ma certo non ci sarei rimasto anche perchè quella era la famosa foresta rossa di chernobyl...comunque è una dose circa 2000 volte quella del fondo naturale medio...bene non fà :-) 

    RispondiElimina
  26. Incollo due notizie che ho riportato stamattina e che mi hanno lasciato con il dubbio di averle interpretate male 

    Nuovo manometro per la pressione reattore 1 e fotocamera di monitoraggio al 3 (controllare prego, traduzione dal giapponese)
    http://www.yomiuri.co.jp/scien...
    Livello acqua negli scantinati superiore al livello acqua nell'edificio reattore 1 (???????)http://www.yomiuri.co.jp/dy/na...

    RispondiElimina
  27. Ciao Mario, il posto è quello giusto non ti preoccupare.

    Mi immagino stiamo parlando di 40 microSv all'ora. Come hai già fatto notare tu, un conto è la dose oraria e un conto è il tempo che ci resti. Ora, se casa tua si trova a 40 microSv/h, allora ti consiglierei di cambiare casa. Se per un documentario vuoi misurare la dose allora non c'è ragione di scappare, anche se sarebbe opportuno conoscere il tipo di radioattività. Se infatti fosse solo dovuta alla presenza di elementi volatili in aria e tu non hai la maschera allora dovresti correre non tanto per la dose oraria, ma per la possibilità concreta di contaminazione interna (inalazione).

    Se per lavoro, come nel caso dei tanti lavoratori esposti, devi stare per qualche tempo a 40 o anche a 100 microSv/h, allora non ci sono problemi, purché come al solito ci sia una giustificazione e tu stia praticando tutte le tecniche per diminuire la dose assorbita.

    ps. curiosità, di quale foresta stiamo parlando?

    RispondiElimina
  28. toto, grazie mille....

    non ho idea del valore, lui parla di microSv e non microSv/h, ma sai meglio di me le imprecisioni che di solito ci sono in molti servizi e programmi passati in tv..per cui ho riportato solo quello che ho sentito....

    sui lavoratori, il servizio parlava anche di questo, dicendo che essi lavoravano senza alcuna protezione nonostante la radioattività fosse molto alta (se non sbaglio il misuratore (il giornalista però era più lontano dagli operai) riportava in quel momento circa 15, ancora una volta non ho idea dell'unità di misura)...

    di quale foresta si stia parlando (e quindi dell'eventuale presenza di elementi volatici ecc.) non ne ho idea, lascio il link al video che si fa prima:

    http://www.youtube.com/watch?v=OOl2lfzvat8 

    RispondiElimina
  29. buongiorno a tutti,
    mi stavo domandando il perche' del vapore che fuoriesce dal R2. l'acqua della piscina oramai e' a 35º e all'esterno oscilla tra i 19º notturni ai 24º diurni (http://www.ilmeteo.it/meteo-asia/Fukuyama)

    RispondiElimina
  30. Giovanna oggi credo proprio che apparirai su Mavasteva blog !!!! .-)

    RispondiElimina
  31. Sapete che anche l'eolico ha degli effetti collaterali ?
    Qualsasi energia anche naturale "rubata" o meglio trasformata dall'ambiente qualcosa modifica.
    Pare sia successo in California dove un grande impianto eolico ha ridotto la portata dei venti su Los Angeles, aumentandone indirettamente l'inquinamento. Bisogna sempre stare attenti alle possibile conseguenze di qualsiasi cosa possa cambiare l'equilibrio naturale, a volte appunto anche le cose
    piu innocue non sono tali.

    RispondiElimina
  32. C'è da segnalare che le macchine fotografiche sono assemblate in ambienti assolutamente senza polvere e completamente controllati a livello di aria. Quindi, alcun problema per eventuali componenti radioattivi...

    RispondiElimina
  33. TEPCO assicura che l'acqua contaminata non desbordera' prima del 20 di Giugno:
     http://www3.nhk.or.jp/daily/english/03_31.html

    RispondiElimina
  34. @Egiovanna:disqus purtroppo i due link sono morti. Puoi provare a rimetterli?

    Ho preso alcuni scatti dell' "incendio", adesso li postiamo.

    RispondiElimina
  35. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 14:33

    a bhè allora c'è tempo...

    RispondiElimina
  36. la prefettura di Fukushima decide di controllare la contaminazione interna dei residenti:
    http://laaska.wordpress.com/2011/06/02/japanfukushima-to-check-internal-radiation-exposure/

    RispondiElimina
  37. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 14:36

    figuriamoci le centrali nucleari :-)

    RispondiElimina
  38. ho notato anch'io e spero che sia semplicemente l'accumulo di vapore che si sta sfogando dalla finestrella.

    l'altra possibilità di fuori-uscita di vapore sarebbe dalle varie sezioni del drywell che potrebbe aver perso la tenuta stagna a causa del surriscaldamento e del terremoto.

    la cosa importante è che scenda l'umidità nell'aria all'interno dell'edificio così che si possa continuare con i lavori in programma.

    RispondiElimina
  39. bisognerebbe sentire Mamoru cosa dice......

    RispondiElimina
  40. se adesso arriva AF ti aumenta di livello perché c'era già nell'aggiornamento di ieri! :)

    RispondiElimina
  41. questo e' uno(livello acqua): http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T110602005193.htm

    RispondiElimina
  42. http://www.yomiuri.co.jp/feature/20110316-866921/news/20110603-OYT1T00372.htm
    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T110602005193.htm

    RispondiElimina
  43. cavolo!!!!!  :-((((

    RispondiElimina
  44. AnonimaFrancese3 giugno 2011 14:45

    Shaain benvenuta....;.) vedrai che il nostro "pool di esperti" non tarderà a risponderti ma sono tutti molto impegnati con il proprio lavoro...spero che il tuo aereo arrivi presto!  vacanze ??:-) spero d si!!!  in più hai un bellissimo nome ..di che origine è???

    RispondiElimina
  45. questo dimostra che siamo bravissimi: http://rt.com/news/rabbit-born-fukushima-plant/
    la notizia con allegato il video l'avevamo postata gia da almeno da 10 gg...

    RispondiElimina
  46. AnonimaFrancese3 giugno 2011 14:48

    quel poveraccio ha fatto il giro della rete!!!! pensa un po!

    RispondiElimina
  47. AnonimaFrancese3 giugno 2011 14:49

    infatti! sto parlando con Mavasteva sia per lui che per @Egiovanna !!

    RispondiElimina
  48. AnonimaFrancese3 giugno 2011 14:51

    ragazzi più giù nei com c'e una domanda di Shaain....ma credo che nessuno le abbia risposto....

    RispondiElimina
  49. Ecco la traduzione dal giapponese ed ecco il sitohttp://www.yomiuri.co.jp/feature/20110316-866921/news/20110603-OYT1T00372.htmUn nuovo misuratore di pressione n ° 1, finalmente una misurazione accurata TEPCO tre giorni, ha annunciato che un nuovo manometro installato presso l'unità 1 reattore di Fukushima Daiichi centrale nucleare. Fare durante l'installazione dello stesso giorno 04 persone da 12 addetti. Unità 1 contenitore in pressione del reattore che ha un duplice calibro, numero esatto non hanno colto la differenza tra la pressione e ottenere un altro 10. Infine prende circa tre mesi dall'infortunio, sarà in grado di misurare con precisione il reattore di pressione. Secondo TEPCO, i lavoratori avranno controllare l'installazione e la visualizzazione in mattinata nell'edificio reattore 3 Sun, collegare la fotocamera al monitoraggio remoto edificio isolamento Kaname Shigeru. LavoratoriEsposizioneNukedPer dose sarà di circa 2,5 millimetri sv. No. Ma pochi, ben arredate, non appena l'ambiente di lavoro, stabilire un nuovo misuratore di pressione. In Unità 1, dove il livello dell'acqua per correggere la precisione del recipiente a pressione dal 10 maggio circa il carburante dal livello superiore è di 1,6 m ha una posizione più bassa, meno di 5 metri, pieno di carburante dall'acqua di raffreddamento è emerso che era esposto.( 22:11 minuti, 2011 3 giugno   Yomiuri Shimbun)

    RispondiElimina
  50. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 14:56

    mavasteva riceve solo sul suo blog :-)) comunque vi sistemo tutte e due al prossimo aggiornamento :-))

    RispondiElimina
  51. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 14:57

    ciao bella come stai!!!!!!!! qui c'è il Valeriano che certamente saprà risponderti :-))

    RispondiElimina
  52. puntuale come un orologio....................francese!

    RispondiElimina
  53. grazie Vantaggista...siete molto carini...si capisce che collaborate assieme da molto tempo, 

    RispondiElimina
  54.  Ecco la traduzione dal giapponese ed ecco il sito
    http://www.yomiuri.co.jp/feature/20110316-866921/news/20110603-OYT1T00372.htm
    Un nuovo misuratore di pressione n ° 1, finalmente una misurazione accurata TEPCO tre giorni, ha annunciato che un nuovo manometro installato presso l'unità 1 reattore di Fukushima Daiichi centrale nucleare. Fare durante l'installazione dello stesso giorno 04 persone da 12 addetti. Unità 1 contenitore in pressione del reattore che ha un duplice calibro, numero esatto non hanno colto la differenza tra la pressione e ottenere un altro 10. Infine prende circa tre mesi dall'infortunio, sarà in grado di misurare con precisione il reattore di pressione. Secondo TEPCO, i lavoratori avranno controllare l'installazione e la visualizzazione in mattinata nell'edificio reattore 3 Sun, collegare la fotocamera al monitoraggio remoto edificio isolamento Kaname Shigeru. LavoratoriEsposizioneNukedPer dose sarà di circa 2,5 millimetri sv. No. Ma pochi, ben arredate, non appena l'ambiente di lavoro, stabilire un nuovo misuratore di pressione. In Unità 1, dove il livello dell'acqua per correggere la precisione del recipiente a pressione dal 10 maggio circa il carburante dal livello superiore è di 1,6 m ha una posizione più bassa, meno di 5 metri, pieno di carburante dall'acqua di raffreddamento è emerso che era esposto.( 22:11 minuti, 2011 3 giugno   Yomiuri Shimbun)

    RispondiElimina
  55. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 15:27

    ragazzi mi accorgo solo ora che sono il "most liked member"...posso pavoneggiarmi per un pò?

    RispondiElimina
  56. Mi sa' che deve arrivare Valeriano o Toto per rispondere ad una domanda cosi

    RispondiElimina
  57. AnonimaFrancese3 giugno 2011 15:40

    ma sapete che al di la delle cavolate il modo in cui sta girando il video di quel coniglio mi spaventa....sta diventando il simbolo di quel che sta capitando in Giappone e che non viene detto... 

    RispondiElimina
  58. AnonimaFrancese3 giugno 2011 15:45

    dalla settimana prossima il Giappone adoperrera   l'ora legale http://www.youtube.com/watch?v=lH5mc_qev60&feature=youtube_gdata

    RispondiElimina
  59. Ciao, benvenuta! Domanda d'obbligo: da dove scrivi? :-)
    Ora sono un po' di corsa, quindi per ora mi faccio vivo per mostrare che non ci dimentichiamo di nessuno :-)
    Intanto, posso dire però che per quanto ne so il progetto IFR non ha avuto seguito...

    RispondiElimina
  60. dai...ammettilo......hai un'altro account con cui entri e ti voti :=))))

    RispondiElimina
  61. AnonimaFrancese3 giugno 2011 15:56

    Valeriano guarda che credo abbia preso la strada del blog Mavasteva come aveva detto prima, per fare questo tipo di domande.....non so vai di la...(certo che moh pure 2 stanze:-)))))))))))  )

    RispondiElimina
  62. nebbia forte???????

    o vapore forte???

    RispondiElimina
  63. Egiovanna ho preso tre immagini e le ho pubblicate. secondo me è un riflesso e ci sono delle alogene montate su camion nei pressi dei reattori che li illuminano a giorno.

    Il fatto che le "macchie" si spostino così mi sembra un po' strano per un incendio.

    RispondiElimina
  64. mamoru_giappoppazzie3 giugno 2011 16:07

    Tenendo conto che il personaggio che originariamente ha uppato il video sul Tubo censura i commenti scomodi marcandoli sistematicamente come spam, anche se contengono solo contestazioni.
    Senza parlare di quelli che commentano con "che cariiiino!!!!"

    LOL

    RispondiElimina
  65. AnonimaFrancese3 giugno 2011 16:13

    oppure nebbia creata dal vapore? stanotte (Italiana e alba per loro, s notava che saliva abbastanza velocemente e in modo compato attorno alla centrale (da tbs si vedeva bene) calcolando anche l'umidità presente visto il periodo....

    RispondiElimina
  66. mamoru_giappoppazzie3 giugno 2011 16:17

    no e' un "orario lavorativo estivo" in cui si comincia prima e si finisce prima, applicato ai dipendenti pubblici esclusi trasporti, ospedali et sim.

    RispondiElimina
  67. AnonimaFrancese3 giugno 2011 16:18

    eccovi il "piccoletto" che ha fato esplodere la bombola l'latro giorno http://spectrum.ieee.org/automaton/robotics/industrial-robots/robotic-construction-machine-causes-explosion-at-fukushima

    RispondiElimina
  68. AnonimaFrancese3 giugno 2011 16:22

    qui parla della previsione della  diminuzione degli stipendi: e parla anche di Kan e del taglio del 30%...ma non aveva detto che rinunciava a tutto lo  stipendio da primo ministro fini a fine incidente centrale??  sara una svista di le Figaro..
    http://www.lefigaro.fr/flash-eco/2011/06/03/97002-20110603FILWWW00426-le-japon-va-reduire-les-salaires.php

    RispondiElimina
  69. AnonimaFrancese3 giugno 2011 16:28

    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/03_32.html  conferma per i 2 lavoratori che  hanno superato il livello di radiazioni alla centrale

    RispondiElimina
  70. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 16:31

    ideona!!!

    RispondiElimina
  71. AnonimaFrancese3 giugno 2011 16:37

    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/03_32.html  conferma per i 2 operai che hanno ricevuto livelli superiori a 250 millisievert. (uno  tra i  210 e 580 millisievert, mentre un altro uomo di 40 anni ha ricevuto tra i 200 e 570 millisievert.-----------ma scusate quando si calcola cosi a fondo c'e un divario di sto genere???  E come se dicessi che il signor X ha  i leucociti...tra i  4.000 ai 10.000 per mm3........!!!! cioè è ben diverso 4000 oppure 10 000 ..-.E questi sarebbero esami approfonditi... ditemi: si sono sbagliati i giornalisti oppure nei calcoli, il valore è cosi approssimativo..??

    RispondiElimina
  72. vedo che non leggi i miei aggiornamenti... :)

    fare una stima di dose interna è molto complesso specie se non sai quando hai accumulato lo iodio. Diciamo che oggi ti misurano 1 kBq di iodio nella tiroide. Se lo hai inalato ieri sarà stato poco più di 1kBq perché nel frattempo non è quasi nulla decaduto o espulso. Se lo hai inalato un anno fa allora doveva essere un PBq perché gran parte è decaduto e gran parte è stato espulso.

    Quando hanno assunto questo iodio? Non si sa. Il risultato della stima è questo: il valore basso è calcolato come se fosse inalato il giorno prima dell'esame, il valore più alto il giorno dell'incidente. La verità sta sicuramente lì nel mezzo.

    RispondiElimina
  73. Hola!
    Mi rifaccio viva, anche se leggevo in silenzio: riguardo la luce vicino al reattore 4, a colpo d'occhio direi che è una sorgente di luce, non un incendio.  Foschia o vapore a parte.

    RispondiElimina
  74. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 17:03

    ciao Bea!!

    RispondiElimina
  75. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 17:07

    ti rispondo qui perchè oggi il pc del lavoro fa le bizze MAVASTEVA è un acronimo MAgo g , VAleriano , STE , VAntaggista

    RispondiElimina
  76. Ciao! :-))

    Ho dato un'occhiata al blog Mavasteva. Carina come idea! :-D

    RispondiElimina
  77. stavo leggendo che la norvegia sta pensando al torio......
    http://www.thorenergy.no/
    http://www.studiemotet.no/Images/Assets/2007%20bilder/07f2f1.pdf

    RispondiElimina
  78. mamoru_giappoppazzie3 giugno 2011 17:20

    Guarda che "Fukuyama" e' un pelo piu' a ovest (1000 km)

    XD

    RispondiElimina
  79. Alessandro Clementi3 giugno 2011 18:42

    Scrivo qui

    RispondiElimina
  80. Ricordo che un argomento simile era uscito in una conversazione con animi, ma non ricordo di preciso il contesto. Mi era sembrata una cosa buttata lì, perché non credo che le pale riescano a rubare così tanta energia al vento.

    Quello che non sopporto sono i commenti relativi all'impatto sul territorio delle pale, che sono brutte e disturbano il paesaggio. Questo mi sembra un po' troppo, non si può pretendere di avere energia, averla senza inquinare, praticamente in quantità in-esauribile e che si intoni pure con il paesaggio e la mia cravatta. E poi io le trovo bellissime!

    RispondiElimina
  81. Alessandro Clementi , qui va benissimo... dicci tutto!

    RispondiElimina
  82. Kan nega di aver promesso di dimettersi...............
    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/03_34.html

    RispondiElimina
  83. Bè per quanto riguarda i pannelli solari il problema si vede già da adesso, proprio ieri leggevo un articolo riguardo al problema dello smaltimento dei pannelli fotovoltaici, mediamente i pannelli durano 20 anni, tutti quelli che oggi hanno messo i pannelli nel proprio terreno, tra 20 anni cosa faranno dei pannelli?  pagheranno lo smaltimento oppure preferiranno abbandonare il terreno come si trova?

    RispondiElimina
  84. Vero, un campo eolico ben fatto, simmetrico e ordinato è uno spettacolo.
    Oppure vedere lunghe file di pale sulle creste dei monti...

    RispondiElimina
  85. Stavo pensando qualcosa del genere, però in genere probabilmente è esagerato, in alcuni contesti particolari potrebbe esserci un effetto.
    Il punto è che i lati negativi, quali che siano, si vedranno col tempo e l'esperienza, abbiamo visto che la fantasia dei tecnici non è sufficiente ;-)

    RispondiElimina
  86. @facebook-1405530909:disqus, l'articolo che hai letto diceva anche un prezzo approssimativo del costo per lo smaltimento? Perché in realtà il riciclo dovrebbe essere piuttosto vantaggioso.

    RispondiElimina
  87. AnonimaFrancese3 giugno 2011 20:31

    Bea forse non hai visto che sei tra gli "indagati" sul blog Mavasteva..assieme ad alcuni di noi...

    RispondiElimina
  88. AnonimaFrancese3 giugno 2011 20:41

    hai aiha haia...ero impreparata toto...scusami! hai ragione , ma passare da una laurea in Heilpraktiker in un  mondo di fusione e sievert non è proprio facile sai...e riconosco che per quanto ci proviamo alcuni elementi  basici ci sfuggono....

    RispondiElimina
  89. AnonimaFrancese3 giugno 2011 20:44

    grazie mamoru.......lo vedi ...la potenza della stampa.. perché questo era sulla testata che presentava il video.....!!! testuale in francese: "Tokyo per economia elettrica ...passa all'ora legale!"

    RispondiElimina
  90. Ho rivisto l' articolo, sembrerebbe che il problema sia smaltire il telloruro di cadmio, mentre per il silicio ed il resto non ci sono problemi, comunque c'è anche confusione riguardo alla durata dei pannelli in quanto la durata di 20 anni è teorica in quanto è desunta dal fatto che per poter accedere ai contributi in conto energia i pannelli devono essere garantiti dal costruttore per almeno 20 anni, magari i pannelli avranno una durato molto superiore, c'è chi parla anche di 80 anni! il problema è che, come giustamente afferma ValerianoB, scopriremo questa cosa soltanto tra molto tempo.

    RispondiElimina
  91. E' proprio il CdTe che avevo in mento. Infatti, è piuttosto raro e conviene riciclarlo piuttosto che semplicemente buttarlo.

    Sarebbe bello sapere quanto è il costo dello smaltimento dei pannelli e se si possono avere delle sorti di incentivi, ovvero sconti se compri dei pannelli nuovi.

    RispondiElimina
  92. AnonimaFrancese3 giugno 2011 20:55

    Ritiro fuori dal cappello un articolo che misi stamattina per quanto riguarda un video della nikon e le sue apparecchiature. e il fatto che alcuno stabilimenti siano danneggiati ma loro convincimento di farcela , di presentare per tempo il nuovo modelle eccetera eccetera..ecco il video: http://dailymotion.virgilio.it/video/xj1n4h_nikon-fait-le-point-sur-les-consequences-des-evenements-survenus-au-japon_tech#from=embediframe
    al chè Valeriano mi rispose e copio incollo il suo testo: "C'è da segnalare che le macchine fotografiche sono
    assemblate in ambienti assolutamente senza polvere e completamente controllati
    a livello di aria. Quindi, alcun problema per eventuali componenti
    radioattivi..."--
    Allora Luis lavora in TV e ovviamente usano ottiche (è cameraman) raffinatissime e costosissime : gli è stato detto che per 6 mesi non arriveranno i componenti dal Giappone e i furbastri soliti alla toto  (parlo di toto attore ovvio) hanno in una botta sola aproffitato dell'offerta golosa per raddoppiare letteralmente i prezzi tipo da 8000 a 16 000  euro in un giorno......tanto non cè scelta!!! che schifo!!!!

    RispondiElimina
  93. AnonimaFrancese3 giugno 2011 21:22

    Alessandro.............noi ci siamo:-) ma mi sa che tu ti sei decisamente perso:-)

    RispondiElimina
  94. Ovviamente.
    I pezzi non saranno radioattivi, ma non ci si potrà avvicinare comunque.

    RispondiElimina
  95. AnonimaFrancese3 giugno 2011 21:25

    ahia..........scossa magnitudo 5.6  a Iwaki  http://www.youtube.com/watch?v=zmOfpRp0dZ0&feature=youtube_gdata 

    RispondiElimina
  96. Continuo a non capire come mai insistano nell'utilizzare zeolite per acchiappare lo iodio; il carbone attivo dovrebbe essere molto piu' efficiente. Toto o valeriano, il carbone in queste condizioni ,si puo' attivare dal punto di vista "radio"?

    RispondiElimina
  97. Probabilmente una durata onesta per i pannelli attuali è circa 30 anni.
    A onor del vero, credo che la ricerca nel fotoelettrico riserverà sorprese in futuro, se trovo qualche riferimento serio lo posto.

    RispondiElimina
  98. se esposto a neutroni può diventare C-14, ma ti servono i neutroni e apparentemente di quelli non ce ne sono. E poi il C-14 sarebbe l'ultimo dei problemi vista la schifezza in cui già si trovano.

    RispondiElimina
  99. Ragazzi io vado a fare un bel sonno, voi non cercate di restare tutta la notte davanti alla webcam

    ps. ma lo vedere anche voi il bottone +1 qui sopra che google sta piazzando praticamente ovunque?

    RispondiElimina
  100. Valeriano, questo magari puo' interessarti, a mio avviso e' veramente ganzo! Idea geniale, usiamo un'antenna.

    http://nextbigfuture.com/2011/05/photodetection-with-active-optical.html

    Al lavoro ho anche l'articolo.Se ti interessa.

    RispondiElimina
  101. AnonimaFrancese3 giugno 2011 22:12

    si che cos'e?

    RispondiElimina
  102. Valeriano, questo magari puo' interessarti, a mio avviso e' veramente ganzo! Idea geniale, usiamo un'antenna.

    http://nextbigfuture.com/2011/05/photodetection-with-active-optical.html

    Al lavoro ho anche l'articolo.Se ti interessa.

    Disqus si e' mangiato il mio commento

    RispondiElimina
  103. che forte .......te lo dici da sola! :=)

    RispondiElimina
  104. AnonimaFrancese3 giugno 2011 22:40

    http://www.greenpeace.org/international/en/news/Blogs/nuclear-reaction/no-confidence-in-the-international-atomic-ene/blog/35120

    RispondiElimina
  105. Ciao a tutti! Sono sommerso dal lavoro e non riesco a leggere tutto....
    Ma c'e' un blog MAVASTEVA ?!?!
    Dove come quando?
    Me lo linkate?
    Grazieeeeeeeeee

    RispondiElimina
  106. sempre co' 'sti filmati radioattivi...
    ma fatevi due risate va!

    http://www.youtube.com/watch?v=nfEFR6vIHn8

    fresco fresco appena uploadato (faccio l'entertainer per unico-labs perchè non capiso na cippa di fisica nucleare) :P

    RispondiElimina
  107. AnonimaFrancese3 giugno 2011 22:47

    http://mavasteva.blogspot.com/

    RispondiElimina
  108. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 22:48

    http://mavasteva.blogspot.com/
    ciao fede!!! lascia qualche commento

    RispondiElimina
  109. (VANTAGGISTA) roberto putano3 giugno 2011 22:48

    ragazzi io vado a dormire... a domani

    RispondiElimina
  110. AnonimaFrancese3 giugno 2011 23:05

    http://www.examiner.com/animal-welfare-in-national/urgent-need-to-rescue-pets-still-alive-fukushima-exclusion-zone gli animali di Fukushima.........

    RispondiElimina
  111. Un pezzo cult!!!
    Ma cosi è molto meglio....

    http://www.youtube.com/watch?v=5s2HAksk3w4

    RispondiElimina
  112. Focus giugno 2011 pag. 52:
    ..."secondo un recente studio, le grandi "wind farm" hanno un impatto sul clima locale: la velocità del vento nei loro paraggi diminuirebbe di 2-3 m/s"
    Purtroppo non approfondisce e non dice di che studio si tratti, come già detto mi ricordavo anche del caso californiano ma proprio non mi viene in mente dove lo avevo trovato.
    Tra l'altro su questo numero di Focus c'è un dossier interessante "si può fare a meno del nucleare?" devo spulciarlo ancora per benino, mi sembra dia abbastanza spazio alle fonti "non convenzionali" come metano e petrolio da rocce scistose profonde, petrolio da sabbie bituminose che potrebbero esistere in quantità ingenti e molto diffusi. Si cita anche Lng, la trasformazione del carbone in gas liquefatto.
    Tra gli effetti collaterali "strani" oltre a quello che potremmo approfondire dell'eolico, ci sarebbe anche quello del vapor acqueo prodotto dal nucleare....... il vapor acqueo è uno dei gas serra più efficaci anche se è vero che il ciclo vitale è di soli 8gg, pare però che i volumi dato che sono enormi possano cambiare il microclima di aree abbastanza estese, mi sembra si fosse studiato qualcosa in Francia.
    Sull'eolico concordo che l'aspetto estetico è il minore dei mali un campo eolico ben fatto è una vera opera d'arte, sicuramente meglio di presunte opere d'arte che deturpano inutilmente il paesaggio senza la minima utilità. Mi sembra però che sopratutto i primi impianti fossero piuttosto rumorosi.

    RispondiElimina
  113. AnonimaFrancese3 giugno 2011 23:37

    ritorna l'animale attorno alla centrale....ma sembra più ad  un tanuki questa volta, no????
    http://www.youtube.com/watch?v=T4uiCi10zlA&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  114. AnonimaFrancese3 giugno 2011 23:46

    eccolo qui in diretta andate...............

    RispondiElimina
  115. io c'ero ma la webcam tepco non la vedo...
    Me tapino!!!

    RispondiElimina
  116. Gravi rivelazioni sulla tecnologia Sabayon.

    Sul blog MAVASTEVA...

    Buonanotte!!!

    RispondiElimina
  117. KALIMERA  Minima rassegna stampa


    Operai entrano nel reattore 2, l'umidità sembra diminuita
    http://www.yomiuri.co.jp/science/news/20110604-OYT1T00366.htm

    Robot nel reattore 1, aumenta  il vapore a 50 gradi, 4000 msievert h 
    http://www.asahi.com/national/update/0604/TKY201106040177.html    (video TEPCO)
    anche in 
    http://www.yomiuri.co.jp/science/news/20110604-OYT1T00372.htm

    Perdita radioattiva a Tsuruga dovuta a buchi nelle tubature ( sorpresa! le norme di sicurezza non prevedevano le ispezioni dei tubi)
    http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20110604p2g00m0dm006000c.html


    L'inquinamento dell'acqua acquista grandi proporzioni
    http://blogeko.iljournal.it/2011/la-chernobyl-liquida-fukushima-aggiornati-al-rialzo-i-dati-sulle-emissioni-radioattive/61165

    Team internazionale di ricercatori campionerà il Pacifico attraversando  la corrente Kuroshio
    http://news.sciencemag.org/scienceinsider/2011/06/marine-scientists-begin-cruise.html?ref=ra


    Considerazioni sull'incidente Fukushima alla luce della misteriosa mentalità giapponese
    http://search.japantimes.co.jp/cgi-bin/eo20110603gc.html


    Nella foto gli indicatori di pressione installati  ieri nel reattore1
    http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/images/110604_10.jpg
    http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/images/110604_11.jpg

    BUON FINE SETTIMANA!

    RispondiElimina
  118. AnonimaFrancese4 giugno 2011 09:00

    ma dove sei FFF? per non vederla dico? me ne sono dimenticata...

    RispondiElimina
  119. AnonimaFrancese4 giugno 2011 09:01

    ciao Giovanna ormai sei diventata una giornalista di punta!!!;.) vado a vedere i tuoi links con un buon café ...ciaoooo

    RispondiElimina
  120. AnonimaFrancese4 giugno 2011 09:21

    impressionante il video postato da Egiovanna sul vapore del reattore 1!!!

    RispondiElimina
  121. davvero interessante. Mandami l'articolo.
    A proposito, sai niente tu di elettroraffinazione (electrorefining), in particolare per riprocessare il combustibile esausto (basato U o Pu)?

    RispondiElimina
  122. davlak, avevi fatto una domanda sul post precedente, ma non ricordo più cosa... ti dispiace rifarla? se ancora ti interessa... 

    RispondiElimina
  123. AnonimaFrancese4 giugno 2011 09:52

    intervista a Gindersen: http://carolynbaker.net/2011/06/03/exclusive-chris-martenson-interviews-arnie-gundersen-the-dangers-of-fukushima-are-worse-and-longer-lived-than-we-think/

    la società Kurion fornisce equipaggiamento e "ion specific media" per decontaminare l'acqua della centrale
    http://bourse.lci.fr/bourse-en-ligne.hts?urlAction=bourse-en-ligne.hts&idnews=BNW110603_00005559&numligne=0&date=110603

    RispondiElimina
  124. AnonimaFrancese4 giugno 2011 10:05

    toto qui sembra spesso 10 passi avanti e 100 indietro ....

    RispondiElimina
  125. Avevo letto sul National Geographic dell'estrazione di petrolio dalle sabbie ed era un disastro in termini di resa e di inquinamento. La conclusione dell'autore, che certamente aveva un certo bias, era che se ci dobbiamo spingere a spremere la terra (in senso vero e non figurato) è veramente grave.

    RispondiElimina
  126. FFFederico credo sia proprio un problema dei Mac, perché anche su FB ci hanno segnalato lo stesso problema. Dovresti provare a vedere direttamente dal sito di TEPCO, ma a pelle direi che non risolvi.

    RispondiElimina
  127. Grazie @Egiovanna:disqus, mi sono piaciuti in particolare l'articolo del JapanTimes sulla mentalità Giapponese, ma gradirei un commento a riguardo da chi di questa cultura veramente ne sa qualcosa tipo i nostri amici che ci leggono dal Sol Levante. Vediamo se riusciamo a coinvolgerli nella discussione.

    Bello anche l'articolo su Science. 

    RispondiElimina
  128. AnonimaFrancese4 giugno 2011 10:25

    Guardando le foto dei lavoratori stamattina riflettevo anche alla "impeccabile" gestione Tepco (in questo caso) con le persone che lavorano la dentro e di cui, se ci fate caso, non si sa veramente nulla, tranne i primi giorni la lettera della mamma di uno di loro e una vaga intervista...si lo so che la mentalità a è diversa....e tutto quello che volete...ma la comunità di questi  uomini viene "gestita" da Tepco da tre mesi e in realtà non abbiamo visto nemmeno un volto scoperto...(per ovvie ragioni) non sappiamo se le loro condizioni di vita siano state migliorate (tranne un breve articolo che illustrava il loro stato di stress e ipertensione) e nemmeno sappiamo più nulla delle condizioni dei lavoratori irradiati in precedenza - e spesso mi chiedo loro che cosa pensano , questi ragazzi , uomini, andando a dormire su brande di piombo...a combattere questa battaglia assurda da cosi tante settimane, e penso anche al peso di responsabilità che devono sentirsi addosso ..
    e tutto questo senza che noi , "spettatori" inerti,  sappiamo nemmeno in quanto siano realmente...ogni tanto spunta una donna, non sappiamo quante donne ci sono oltretutto....si parlava tanto di quei famosi 200 ingegneri che volevano sostituire i piu giovani e Tepco "esitava sul da farsi" a quanto ho capito...insomma tutta questa vicenda continua sulla pelle di centinaia? un migliaio? di persone invisibili quasi e con un nome , una connotazione agghiacciante di solitudine se ci pensate : i liquidatori! 

    RispondiElimina
  129. purtroppo, ho avuto anche io lo stesso pensiero questa mattina

    RispondiElimina
  130. E' la scoumoune. Quando pare che le cose vadano per il meglio, salta fuori sempre qualcos'altro che rimette tutto in questione.

    RispondiElimina
  131. AnonimaFrancese4 giugno 2011 10:51

    t'e piaciuto il termine eh???

    RispondiElimina
  132. infatti è così...   :(

    RispondiElimina
  133. Sono a Roma, ma che c'entra? ...  :)

    RispondiElimina
  134. A me sembra più un minollo....

    RispondiElimina
  135. AnonimaFrancese4 giugno 2011 11:11

    beh c'entra...ad esempio Luis che sta a Campagnano per vedere un video o altro, deve aspettare i flingstones perché non è coperta la zona e qualsiasi immagine viene caricata a passo di tartaruga...morale dal lavoro vede tutto (sta in rete Tv news) ma a casa ha la pedaliera manuale...e quindi non lo usa mai... mi chiedevo se dalla zona Cassia fossi fuori tipo come lui o no.......-) detto cio come mai non vedi il video tu allora??

    RispondiElimina
  136. AnonimaFrancese4 giugno 2011 11:12

    il bello è che sono andata persino su wikipedia per cercarlo e gia pensavo che eri che ne so,. veterinario pure tu!!!!!!!!!!!! ah matttooo.!!..........il minollo................hhahahah

    RispondiElimina
  137. meglio del più comune avoir la poisse :-)

    RispondiElimina
  138. Ho trovato questo filmato in cui si vede il momento della scomparsa delle luci ed effettivamente effettuano delle traiettorie un po' strane per essere delle fiamme.

    http://www.youtube.com/watch?v=LyBaMr0QksY

    RispondiElimina
  139. (VANTAGGISTA) roberto putano4 giugno 2011 11:41

    in particolare un minollus radiensis

    RispondiElimina
  140. Avete visto l'ottimo articolo sui generatori di emergenza su giappopazzie?

    RispondiElimina
  141. brava GIovanna!

    RispondiElimina
  142. potrebbe essere la stessa cosa che succede nell' R2?
    ovviamente nell'R2 la perdita e' situata in un  piano superiore,il 5º se non sbaglio.

    RispondiElimina
  143. mamoru_giappoppazzie4 giugno 2011 12:58

    Il problema  e' che il vapor d'acqua visto in questi termini ti ammazza TUTTA la generazione termoelettrica, in primis IL SOLARE TERMODINAMICO (tipo i vari progetti alla Desertec & c.): sapevatelo!

    RispondiElimina
  144. mamoru_giappoppazzie4 giugno 2011 13:07

    Quello che scrive il prof. Clarke e' sempre molto stereotipato e polarizzato, in fondo ci ha costruito una carriera sul dire ai giapponese quanto fossero unici, bravi e buoni... arrivando a definire la discriminazione razziale un diritto del popolo giapponese, ah la senilita'!

    Ci sono dei frammenti condivisibili, ma ricordiamoci di aziende come Toyota che hanno fatto scuola, o di gruppi come Nissan e Sony che sono guidati da non giapponesi. Sul problema del rapporto pubblico privato non e' che lo ha inventato TEPCO, l'amakudari ("scendere dal cielo" la pratica di assumere burocrati in pensione) e' una piaga secolare del Giappone e non una invenzione recente. Questo non significa che le cose funzionino meglio o peggio rispetto ad altri paesei, in fondo il mondo reale e' una cosa e quello ideale e'solo sulla carta.

    RispondiElimina
  145. Credo che la situazione nell'1 sia un po' più complessa. Sto cercando di farmi delle idee, per il momento quello che si può dire è che qualunque cosa sia è avvenuta nell'ultimo paio di giorni e che dato il livello di radiazioni, il core è sicuramente implicato.

    RispondiElimina
  146. questo non farà bene al tuo livello, lo sai vero? :-))

    RispondiElimina
  147. visto e linkato. Adesso ho un lavoretto da fare in casa e poi lo leggo nel dettaglio.

    io ho aggiunto un sommario del report che TEPCO ha sottomesso a NISA con la situazione dell'acqua. Speriamo in una bell'estate secca!

    RispondiElimina
  148. secondo me, per R2 è più facile che ci sia una perdita in una delle penetrazioni o in una "guarnizione" tra pezzi di cemento. Però l'effetto finale potrebbe essere molto simile. Sarebbe interessante misurare la concentrazione di radionuclidi anche sopra R2.

    RispondiElimina
  149. Da profano.... il core o parte è fuoriuscito ed è per quello che il vapore arriva dai piani inferiori.....come supposto da toto nell'aggiornamento

    RispondiElimina
  150. Il problema è che sono persone della zona senza altro lavoro, che hanno bisogno di soldi per se e per la propria famiglia. Non sono purtroppo, singoli eroi che partecipano al bene della Società Giapponese. Una volta li si chiamava "Proletari" ... "carne da cannone". Ma tanto tempo fa.

    RispondiElimina
  151. Grazie @mamoru_giappoppazzie:disqus!

    RispondiElimina
  152. mamoru_giappoppazzie4 giugno 2011 13:49

    L'affermazione del Mainichi fa sembrare che le ispezioni non vengano fatte e contrasta palesemente con un articolo dell'asahi shinbun datato 22/05 dove si diceva che l'ispezione (visiva) era stata fatta l'anno prima senza che vi fossero riscontri di anomalie.

    Su rotture come queste bisogna analizzare i fatti dal punto di vista tecnico, perche' solitamente si considerano dei tempi standard di assottiliamento dei tubi, ma simili valutazioni possono sbagliare di settimane il momento di rottura, motivo per il quale solitamente si tende a giocare d'anticipo. Nel caso specifico occorre vedere se c'erano difettosita' o altro per stabilire con precisione il perche' sia avvenuta una rottura del genere (che, oggettivamente, non ha comportato nessun pericolo per l'esterno).

    Ci sono aziende italiane che si sono trovate i tubi del vapore corrosi e si sono trovati in caldaia acido a 100°C: se ne sono accordi a caldaia sfaciata. Esempio di manutenzione mal programmata.

    PS
    Comunque le ispezioni sull'assottiliamento dei tubi (mediante apposite apparecchiature) le fanno normalmente e sul database jnes ne risultano a migliaia fatte a Tsuruga.

    RispondiElimina
  153. http://atmc.jp/plant/rad/

    sempre piu' in alto!!!

    RispondiElimina
  154. le filtrazioni dal pavimeto, guardando la planimetria, "dovrebbero" provenire dal corridoio del Torus.
    quello che mi ha colpito e' che la fuoriuscita e' sotto forma di  vapore e con un poco di pressione....
    in quella zona,il calore non ho idea di come si possa dissipare........

    RispondiElimina
  155. (VANTAGGISTA) roberto putano4 giugno 2011 14:43

    è uno stress test...vogliono vedere quando scoppia !!

    RispondiElimina
  156. sempre + convinto (al contrario di Mamoru) che sarebbe stato meglio lasciare il corio al suo destino, ovvero che si autoincorporasse nel cemento che sta sotto: meno tempo sprecato a far nulla di utile, niente zilioni di acqua contaminata da gestire, niente vapore, niente uomini a rischiare la vita per decenni

    no, seriamente: se si smettesse di colare acqua da domani cosa succederebbe (di peggio di ora)?

    RispondiElimina
  157. si otterrebbe molto più vapore, molto più radioattivo, molta maggiore dispersione di contaminanti. forse non servirebbe aspettare decenni per vedere le prime vite finire...

    RispondiElimina
  158. il modo + semplice è usare videolan
    l'hai installato?
    dopo di che basta sgnaccare il tasto con il pallino rosso record et voilà
    lo stesso per avere gli screen-shot (a destra del tasto rosso)

    RispondiElimina
  159. è un sarchiapone, daiiii, come hai fatto a non capirlo???

    RispondiElimina
  160. ah no niente, era per una aiuto a tradurre il video ma con la mia otite ho risolto, grazie ;)

    http://www.youtube.com/watch?v=XYFW3IoUl3A

    RispondiElimina
  161. ahahahah..... tutto il mondo e' paese!
    Kan sapendo che doveva passare la mozione di censura, ha promesso le dimissioni, poi, ha sopravvisuto alla mozione e in perfetto stile politichese ha ritrattato.
    a me tutti gli inchini e le scuse dei politici Giapponesi non mi incantano.
    a che serve chiedere scusa se poi non si si fa' niente al rispetto??? tutta apparenza, chiaramente da noi nenache quella.... :=(

    RispondiElimina
  162. scusa ma perché?
    il vapore non proviene dall'acqua riscaldata dal contatto con il corio medesimo?
    se venisse aspirata tutta l'acqua e non ne entrasse altra, da dove uscirebbe sto vapore?
    e poi, quanto impiegherebbe il corio a fondere del tutto e incorporarsi nella soletta di cemento?
    chi dice che la sindrome cinese è impossibile, dice che lo è in primis perché il corio diluendosi nel cemento della soletta, poi nella terra sottostante, finirebbe per autoraffreddarsi

    RispondiElimina
  163. fra l'altro, nel sottosuolo la T è molto più costante (e bassa) che in superficie d'estate, quindi meno evaporazione che ai "piani alti"

    RispondiElimina
  164. fabrizio castellana4 giugno 2011 15:29

    Mi pare che il paziente sia in prognosi riservata.

    E' sotto i ferri da parecchio ma ancora non si sa come andrà a finire.
    Dalla sala operatoria escono poche notizie, e frammentate.

    Ai parenti si deve sempre dire che è tutto sotto contollo e che ci sono buone speranze, ma come andrà a finire veramente lo sapremo solo a operazione conclusa.

    Perchè tutto si risolva nel modo più indolore possibile comunque c'è bisogno mi pare di tante risorse, tanto aiuto, tanta pazienza, tanta competenza, tanta volontà, ma soprattutto di un bel po' di fortuna, perchè le variabili indipendenti sono molte e incidono parecchio...

    RispondiElimina
  165. (VANTAGGISTA) roberto putano4 giugno 2011 15:33

    Pu 200+ è successo un 48 = Pu 248

    RispondiElimina
  166. (VANTAGGISTA) roberto putano4 giugno 2011 15:36

    Toshiro chiudi quella cazzo di doccia che qui stanno impazzando per sapere da dove viene tutto sto vapore !!!

    RispondiElimina
  167. consiglio di leggere la storia della "zampa di elefante" di Chernobyl... (qui ho trovato un buon link, fra l'altro: http://www.fisicamente.net/DIDATTICA/index-500.htm)
    Il combustibile fuso è molto caldo, se cola e si riconforma si possono innescare reazioni a catena (magari non esplosive, ma certo non salutari....), con emissione di contaminanti e calore ancora maggiore. Se raggiunge il terreno, certo tende a raffreddarsi (molto lentamente) ma i contaminanti si disperderebbero nel terreno o potrebbero raggiungere falde. A Chernobyl hanno visto che la sabbia del reattore si era completamente fusa con il combustibile dando origine ad un miscuglio di cristalli estremamente radioattivo che ha contribuito al raffreddamento (http://en.wikipedia.org/wiki/Chernobylite), a Fukushima non c'è sabbia, è una cosa degli RBMK. La lastra di cemento si era crepata, probabilmente per il calore e le radiazioni.

    Naaaaaa, senti a me, meglio "perdere tempo" a raffreddare e cercare di tenere tutto il possibile nel vessel, anche se in caso di fuoriuscita consistente il core fuso (che toccherebbe vedere in che stato è realmente) si dovebbe fermare nella centrale. Le notizie tuttavia peggiorano, 4 Sv/h è enorme, vuoi veramente rischiare solo per tappare e non pensarci più?

    RispondiElimina
  168. unica soluzione: prozac!

    RispondiElimina
  169. si, dalla planimetria sembra che la questione si giochi al livello B1F in corrispondenza del toro.
    Il punto di riflessione è che il toro della suppression pool non è in contatto diretto con il core, sono fisicamente separati. 
    Se non ricordo male, il DW dovrebbe essere mezzo pieno di acqua, che dovrebbe costituire una certa barriera di separazione fra il core e il resto.
    Se, e sottolineo se il core è fuoriuscito consistentemente dal vessel, mi aspetto che sia principalmente nel vano dei servomeccanismi delle barre di controllo, quello dove si trovano i numeri 31, 19 e 13 in figura : http://en.wikipedia.org/wiki/File:Reaktor.svg

    RispondiElimina
  170. Concordo, un conto è una parte del nocciolo in fusione, un conto è averlo tutto fuso.
    L'ipotesi peggiore è che il corio fuso buchi la soletta e raggiunga una falda acquifera innescando una possibile esplosione (anche solo di vapore). Se si riesce a tenere in questo stato anche per anni immagino sia il male minore. Si sa qualcosa di come è messo il corio ? E' stabile ? Aumenta ?

    RispondiElimina
  171. " ... anche in tale remotissima ipotesi, l’impianto prevede un sistema di raccolta (core catcher) del combustibile nucleare fuso (corium) per il suo confinamento e raffreddamento, realizzato in metallo e ricoperto da calcestruzzo ‘sacrificale’ (la Figura 3 mostra il deposito di acqua e area di ritenzione del corium all’interno del contenimento). L’obiettivo della vasta area di spargimento (170 m2) è quello di promuovere il raffreddamento del corium. Il trasferimento di quest’ultimo dal reattore all’area di spargimento avrebbe inizio con un dispositivo passivo: la fusione di un ‘tappo’ di acciaio. Dopo lo spargimento si avrebbe l’affogamento con acqua con dispositivi passivi (per gravità): tale sistema porterebbe alla stabilizzazione del corium entro poche ore ed alla sua completa solidificazione entro pochi giorni.

    http://www.ingegnerianucleare.net/Tematiche/4SN/4SNsicurezzaD/4SNsicurezzaD_epr/4SNsicurezzaD_epr.htm

    http://www.ingegnerianucleare.net/Tematiche/4SN/4SNsicurezzaD/4SNsicurezzaD_epr/4SNsicurezzaD_epr_file/image010.gif

    RispondiElimina
  172. AnonimaFrancese4 giugno 2011 16:16

    ahhahahahahal link not found..............che gustoooooooooo!!!!!!!!! :-)

    RispondiElimina
  173. Claudio mi sembra proprio improponibile, senza considerare il fatto che fin tanto che il corio è immerso nell'acqua la possibilità che si sviluppi un incendio è minima. Prova ad immaginarti un fiume di lava che è lì in bell'ambiente secco... prima o poi qualcosa da bruciare lo trova e il fumo e le fiamme aiutano a disperdere.

    Fu proprio il fuoco la causa della vasta dispersione a Chernobyl. E' vero che a Fukushima, non vogliono farsi mancare proprio nulla, ma se almeno riusciamo ad evitare il fuoco è meglio.

    RispondiElimina
  174. mi piace l'idea!
    vedo pero' un problema.......... quanto costa costruire un reattore cosi'?
    l'infinita' di sistemi che rendono sicura una centrale vanno a cozzare con la realta' del mercato.
    si possono installare i sistemi di sicurezza che ci si puo' permettere di pagare, e che permettono alla societa' che costruisce e gestisce una centrale di avere dei guadagni proporzionali all'investimento da dividere tra gli azionisti.

    RispondiElimina
  175. Hai letto di che reattore si parla? EPR che non è precisamente un BWR come quelli di Fukushima.

    Vaglielo tu a spiegarlo a chi guida un'auto d'epoca che tanto se fa un incidente c'è l'airbag!

    RispondiElimina
  176. Esatto, vedi Toto. A Fukushima, nessun core-catcher.

    RispondiElimina
  177. AnonimaFrancese4 giugno 2011 16:32

    il governo si scusa (!) e dice che non ha dato i valori relativi alla radioattività  dopo l'incidente http://www3.nhk.or.jp/daily/english/04_20.html

    RispondiElimina
  178. Hai ragione, questo si vede sui costi.
    Però siccome non sono tutti pirla 'sti ingegneri nucleari :-), dall'altro lato tendono a semplificare, proprio a livello strutturale, i sistemi, con diversi vantaggi:
    - si sa che una cosa meno è complessa e più è difficlie che si rompa (maggiore complessità, maggiore probabilità di problemi)
    - minore complessità, maggiore semplicità di intervento e/o riparazione.
    - riduzione dei costi: meno parti in gioco e meno complessità generale, grazie anche ad una standardizzazione di alcune parti Il che implica anche tempi di costruzione più rapidi.

    RispondiElimina
  179. sì ma leggete il post sopra, quello di ingegneria nucleare, please ...
    LOL

    RispondiElimina
  180. ora funziona, disqus metteva la parentesi di chiusura nel nome del link.
    :-P

    RispondiElimina
  181. fabrizio castellana4 giugno 2011 16:39

    mi pare di capire che il problema sarebbe che il corio scendendo nel suolo può incontrare una falda e inquinarla per sempre, e magari esplodere, immagino per la pressione del vapore.

    Se la centrale fosse costruita in un luogo che non ha falde acquifere sotto si potrebbe lasciar sprofondare?

    RispondiElimina
  182. :-) (ahahahah sti ingenieri!)
    infatti l' AP1000 ha ridotto moltissimo cablaggi, tubazioni ecc. ottenendo un risparmio considerevole.
    quello che volevo dire per rispondere a Claudio e' che ogni sistema nuovo deve purtroppo essere giudicato anche dal lato economico.

    RispondiElimina
  183. AnonimaFrancese4 giugno 2011 16:47

    ma una cosa non ho capito bene,,,,,,,,,,,",e te pareva ...arriva nuovamente quell'altra a scocciare"... va beh io domando: .quel punto di vapore  dal suolo, e di rilevazioni cosi preoccupanti...è stato scoperto ora ed  è di recente attivazione? oppure forse esisteva dal principio???ossia da dopo l'incidente e se ne accorgono solo ora???

    RispondiElimina
  184. e tuttavia c'è un aspetto che non mi torna
    tutti i ragionamenti sul controllo del melt-down si basano sul fatto che la supposta e l'orangina siano integre, peccato che non lo siano

    ergo una stabilizzazione non ci sarà mai prima della stabilizzazione naturale del nocciolo fuso stesso (decenni?), quindi non vi sembra che il fattore tempo giochi a sfavore dei sistemi standard, ovvero innaffia, sversa, innaffia (domani magari innaffia, filtra, innaffia, se ci riescono)?

    anche vista la nota capacità dell'acqua di formare/allargare buchi ...

    RispondiElimina
  185. non è facile però fare incidenti a 40 km/ora max ...
    ;-)))

    RispondiElimina
  186. 4 Sv/h è enorme ...
    ragione di più:
    meglio 4 Sv/h per un settimana o 4 Sv/h per 10 annni?
    oppure nel secondo caso il valore aumenterebbe molto, tanto da giustificare la scelta dell'ammunina perenne?

    RispondiElimina
  187. ma visto che il core catcher non c'è e che supposta e orangina sono fessurate, se c'è una falda sotto, l'ha già sicuramente raggiunta o la raggiungerà a breve ...

    RispondiElimina
  188. ti rispondo qui' perche piu' giu' non mi lascia.
    quindi e' ragionevole pensare che il Torus abbia filtrazioni che si riversano nel vano di contenimento.
    pero' la domanda e':perche' e' tanto radioattiva il vapore, per il contatto con i pellets fusi? non dovrebbe, gia' che il sistema di raffreddamento che adesso utilizzano invia l'acqua direttamente allo scambiatore di calore esterno.....a meno che non filtri fino li'.

    RispondiElimina
  189. una presentazione dello stato della situazione in 80 slide del professor Sekimura ...

    veramente questo l'avevo linkato io il 30 maggio, ma come al solito i miei link non se li fila nessuno ...
    LMAO

    RispondiElimina
  190. vabbe' allora sono ..............

    RispondiElimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...