Cerca nel blog

Loading

13 luglio 2013

Ancora sull'acqua di falda di Fukushima


C'è parecchia confusione circa quanto sta succedendo all'acqua di falda compresa tra i reattori e il mare nella centrale incidentata di Fukushima Daiichi. Qualche settimana fa, TEPCO aveva rilasciato dei documenti circa un repentino aumento dei beta emettitori (trizio e stronzio) nell'acqua di falda pescata a valle dei reattori e prima di andare al mare. Nel relativo aggiornamento settimanale avevamo spiegato l'ipotesi fornita da TEPCO, ovvero il fatto che acqua contaminata proveniente dalle grosse perdite iniziali fosse rimasta intrappolata e che adesso si stesse pian pianino muovendo verso il mare.

Al fine di monitorare più nel dettaglio la situazione, TEPCO aveva ordinato di scavare altri pozzetti di ispezione poco distanti da quello in cui era stato individuato l'aumento dei beta emettitori e di tenerne controllata l'acqua con frequenza regolare. Il risultato è stato che questa settimana la situazione ha rischiato di precipitare perché è comparsa anche una grande quantità di cesio in quell'acqua. Le ipotesi, più drastiche, tipo una nuova perdita di acqua contaminata dai locali turbine, sembrano essere scongiurate dalle misure successive che hanno individuato l'origine del cesio da una cross-contaminazione con la terra del pozzetto esplorativo. In parole povere, durante la fase di trivellazione e il successivo campionamento, parte della terra circostante, che sappiamo essere contaminata da cesio, è caduta in acqua trasferendone il radioisotopo. Non è la prima volta che TEPCO cade in questo errore, che se vogliamo è doppio, perché non solo è stata contaminata acqua di cui si voleva misurare la contaminazione, ma non ce ne si è nemmeno accorti prima di rilasciare le informazioni che hanno subito fatto pensare al peggio.

La situazione rimane pressoché stabile, con la chiazza di beta emettitori più o meno stazionaria ai pochi passi dal mare, condizione che ha spinto TEPCO ad iniziare subito i lavori di impermeabilizzazione del terreno. Il piano è quello di scavare due file di pozzetti profondi intercalate e di iniettarvi all'interno una miscela chimica in grado di solidificare e creare un muro impermeabile. TEPCO intende ultimare i lavori in un tempo record, con la prima fila di ultimata entro la metà di luglio, quindi l'inizio della prossima settimana, e la seconda al più tardi alla fine del mese.

Se la tecnica si rivelasse efficace, allora varrebbe la pena di estenderla anche al perimetro dei locali interrati delle turbine dove spesso abbiamo visto l'acqua di falda entrare e mischiarsi con l'acqua contaminata nell'attesa che inizi l'emungimento di falda già programmato.

La situazione dell'acqua

Concludiamo con i numeri dell'acqua contaminata fotografati nel bollettino emesso il 10 luglio.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine74 60073 90072 90075 400
Acqua nello stoccaggio17 58019 49018 65017 490
Totale 92 18093 39091 55092 890

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

56 commenti:

  1. OT per @Egiovanna:
    Oggi: κεφτεδάκια, φέτα e per finire Χαλβάς μακεδονικός με κακαο!
    Peccato che manca una buona dose di ουζο.
    :-)

    RispondiElimina
  2. Mi sembra un riassunto perfetto della situazione. Adesso TEPCO si becca una bella visita di una task-force della NRA col compito di fare chiarezza. Non sarebbe male farla diventare una task-force permanente.
    SM

    RispondiElimina
  3. vado matta per il Χαλβά! To μακεδονικό με κακαο è il mio preferito!
    Sai si consuma molto nei giorni di quaresima , è adatto al digiuno prepasquale, ovvero all'astensione da carne, uova, latte, burro e pesce ( i crostacei invece vanno bene, mia suocera, a suo tempo, faceva il suo digiuno quaresimale a base di gamberetti e di chalvà !)

    RispondiElimina
  4. Egio,
    se hai voglia, ci puoi dare un parere di chi vive in Grecia in merito a questo
    http://www.repubblica.it/economia/2013/07/13/news/il_pi_grande_parco_eolico_d_europa_divide_skyros_l_ultima_perla_dell_egeo_milano_-_sar_perch_tra_le_isole_greche_una_del-62911792/?ref=HREC2-12

    A che livello se ne parla? Chi sta investendo sul parco eolico? Chi intende utilizzare tale energia visto che l'apparato produttivo residuo della Grecia sta soffrendo già del suo?



    E poi cosa ne pensa lui?
    http://en.wikipedia.org/wiki/File:Eleonorenfalke1.jpg
    Grazie :)
    SM

    RispondiElimina
  5. Premetto che sono stufa di questi articoli nebulosi di Repubblica, un po' come gli articoli su Fukushima, non sanno cosa scrivere e vanno a pescare indiscriminatamente a destra e a manca qualche caso che indigni la coscienza ambientalistica delle masse, a quanto sembra, ormai hanno solo quella.

    Allora non è in Grecia notizia da prima pagina, vorrei vedere, anche perché non è cosa nuova. Partiamo dal 2001, quando il monastero di Grande Lavra ( Monte Athos) dopo cause e controcause con lo stato rivendica e ottiene come suoi ( appellandosi a una donazione risalente al decimo secolo da parte di un certo Nikiforos Fokas ) 3.700 ettari sull'isola di Skyros corrispondenti a un ottavo del isola e parte di esso è dichiarato «Natura». Dopodiché il monastero ha formato nel 2005 la società "Eolica di Skyros sud" con il 95% del monastero e il 5% della società" Endeca SA" con obiettivo la creazione nella suddetta estensione di un parco eolico. Sono previsti 9 parchi eolici con complessivamente 111 turbine e una produzione di 330 megawatt
    Gli isolani insorgono caratterizzando inconciliabile con le dimensioni, l'economia e il turismo dell'isola un investimento del genere, è una guerra che si combatte da anni, ed è arrivata anche al consiglio europeo. Una delle argomentazioni più forti è che in base al regolamento della pianificazione territoriale per lo sviluppo sostenibile, per quanto riguarda le fonti rinnovabili la capacità massima consentita alle centrali eoliche dovrebbe essere il doppio della domanda massima nelle ore di punta. Per Skyros,questo limite è di circa 10 megawatt.
    Inoltre 60 turbine verrebbero a trovarsi in zona "Natura"
    A me risulta che non siano riusciti a costruire ancora niente

    Invece è stato dato l'ok all'istallazione su 4 isolotti disabitati, sempre a Skyros, di 33 turbine da parte di un' altra società, Fotovoltaico Xeropotamo.

    Sotto, photoimaging elaborato dagli abitanti di Skyros
    http://s.enet.gr/resources/2013-05/16-2--4-thumb-medium.jp

    Cavallini di Skyros (Equus Cabalus Skyros Pony) pare una specie autoctona
    http://1.bp.blogspot.com/-sjJgzLxNKso/Uc_zH0jqPGI/AAAAAAAABu0/9drbXgqutc4/s640/%CE%A3%CE%9A%CE%A5%CE%A1%CE%99%CE%91%CE%9D%CE%9F+%CE%91%CE%9B%CE%9F%CE%93%CE%91%CE%9A%CE%99+%CF%80%CE%BF%CE%BB%CE%BB%CE%AC+%CF%83%CF%84%CE%B7+%CE%B8%CE%AC%CE%BB%CE%B1%CF%83%CF%83%CE%B1+%CF%84%CF%81%CE%AD%CF%87%CE%BF%CF%85%CE%BD.jpg

    RispondiElimina
  6. Non riesco a rispondere sotto da mobile. Bell'articolo sul macello che stanno facendo con le rinnovabili. Comunque su', verranno a trovarti frau M. e gli amici della Siemens. Voi col peccato originale e loro con le turbine.
    Bellissimi i cavalli nella foto.
    SM

    RispondiElimina
  7. Azione "spettacolare" degli eroi di greenpiss a tricastin, ovvero l'ennesima puntata de 'la madre Dell'imbecille e' sempre incinta.
    R.

    P.s: cosa stia aspettando la sicurezza di EDF per bloccarli appena entrano non si sa...

    RispondiElimina
  8. Veramente spettacolare. Prima o poi ci scappa il morto. Credo la sicurezza stia usando guanti di velluto. Sai com'e'. Questi minorati vanno tutelati

    RispondiElimina
  9. orca... non è sentito parlare. rischiavo di perdermela

    RispondiElimina
  10. Che aspettano a sparare palle di gomma o proiettili soporiferi?
    Così si salvano capra e cavoli, visto che inr ealtà credo abbiano il diritto di sparare con proiettili veri.

    RispondiElimina
  11. Ma dài!
    "sono stati fermati 21 attivisti prima che questi accedessero alle zone sensibili della centrale, ed in particolare alla sala comandi.."

    Cioè era probabile che potessero accedere alla sala comandi? Mah, sono veramente perplessa.
    I tipi si sono girati anche un video-souvenir

    http://energie-climat.greenpeace.fr/action-a-la-centrale-de-tricastin-liveblog?__utma=1.398779743.1373514891.1373560291.1373948659.4&__utmb=1.10.9.1373949030431&__utmc=1&__utmx=-&__utmz=1.1373948659.4.3.utmcsr=google|utmccn=(organic)|utmcmd=organic|utmctr=greenpeace.fr&__utmv=-&__utmk=258070410

    RispondiElimina
  12. Ho letto su Asahi Shimbun che la Tepco avrebbe abbandonato l'idea del famoso muro di contenimento Water Shielding Wall at the Seaside, nel timore che l'acqua con un percorso inverso vada ad accumularsi negli edifici turbine peggiorando la situazione. Ne sapete qualcosa?
    Intanto del muro si parla dal 2011, ad esempio qui
    Inizio lavori di installazione...
    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/11102608-e.html

    è seguito il comunicato dell'aprile 2012, inizio lavori di schermatura...
    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/2012/1202600_1870.html

    Stavolta pare che i lavori siano iniziati, abbiamo un nuovo comunicato del 2 aprile 2013, con tanto di foto e pdf
    http://photo.tepco.co.jp/en/date/2013/201304-e/130402-01e.html

    Segue quello del 1 giugno 2013
    http://photo.tepco.co.jp/en/date/2013/201306-e/130626-01e.htm

    La parte finita sarebbe quella segnata in verde nello schema

    http://2.bp.blogspot.com/-_aWble5INYA/UeJNSKGSTWI/AAAAAAAAF5M/Eu-Vg_Aty3Y/s400/FukushimaImpermeableWall-3.JPG

    Naturalmente non ho fatto tutto da sola, ha aiutato molto ex.-skf che si chiede se le trivellazioni per l'installazione delle palancole in un terreno costiero già provato da terremoto e tsunami non abbiano accelerato la perdita di acqua contaminata.

    http://ex-skf.blogspot.gr/2013/07/fukushima-i-nuke-plant-contaminated.html

    RispondiElimina
  13. OT che di più non si può

    (se non avete mai visto un mammuth congelato)

    http://www.diregiovani.it/rubriche/fotogallery/23901-mammut-ritrovato-siberia-dna-mostra-tokyo.dg

    RispondiElimina
  14. Morale della favola, se l'operazione dovesse andare in porto, qualcuno lavorerebbe per un certo periodo all'installazione, qualcun altro rimarrebbe per la manutenzione e alla fine chi ne trarrà utili e vantaggi sarà fondamentalmente il monastero

    RispondiElimina
  15. Gli attivisti si fermano facilmente.. e le loro intenzioni non sono di fare danni.... gente armata e addestrata ... diventa tutto diverso... Io mica mi sento tanto sicuro...

    RispondiElimina
  16. Io sono convinto che la sequenza "Alto-là, Chi-va-là, fermo-o-sparo" vada sempre rispettata. Gli attivisti facciano il loro mestiere nelle pubbliche piazze. Se violano perimetri di sicurezza diventa azione criminosa.
    SM

    RispondiElimina
  17. OT, ma interessante e si riallaccia a un vecchio discorso.

    http://www.focus.de/politik/deutschland/spartipps-aus-dem-jobcenter-arbeitslosengeld-ii-empfaenger-sollen-ihre-moebel-verkaufen_aid_1046825.html

    Germania: Una brochure per i destinatari dell'HARZ IV, dove sono invitati gentilmente a risparmiare:
    - non mangiando più carne
    - abbassando i riscaldamenti (20° di giorno e 15° di notte)
    - vendendo i mobili di casa
    - coltivando da sé gli ortaggi.

    e - ironia - :
    „Gehen Sie nie hungrig einkaufen“

    RispondiElimina
  18. Ancora "vapore" dal reattore 3. http://photo.tepco.co.jp/date/2013/201307-j/130718-01j.html

    RispondiElimina
  19. AnonimaFrancese18 luglio 2013 13:58

    ciao a tutti ...........guaredatevi questo interessante video dell 11 marzo ma sotto il punto di vista strutturale degli edifici e del loro movimento ripreso dal basso .......impressionante opere di ingegneria ! http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=lFV6NBbjxME

    RispondiElimina
  20. mini-job = reddito di cittadinanza

    RispondiElimina
  21. AnonimaFrancese18 luglio 2013 14:08

    sembra abbastanza aggiornato https://twitter.com/kinoryuichi

    RispondiElimina
  22. http://www.youtube.com/watch?v=KxxlmUewz3Q

    RispondiElimina
  23. Il reddito di cittadinanza spetta a tutti per il solo fatto di avere una nazionalità (e quindi sarebbe percepito anche dai politici, per esempio), e non è una sorta di sussidio di disoccupazione.



    L'HARZ IV sembra bello sulla carta, ma in pratica ti relega in un ghetto, perché è visto come "socialmente deplorevole" (leggi: "non sei capace o non vuoi lavorare") averlo per più di pochissimi mesi.


    Il mini-job è un'altra cosa, anche se legata. Si tratta di lavori che non sono sottomessi a minimi salariali associabili allo HARZ IV e di fatto sono ufficiosamente pensati per buttare via l'immigrazione di scarsa qualità.

    RispondiElimina
  24. Esatto. Al limite con i soporiferi, come dicevo sotto.

    RispondiElimina
  25. Pensavo avessimo definitivamente lasciato alle spalle la fase dei rilasci di vapore. Che mi combinano? Dai grafici del n.3 non si vede niente di strano.
    SM

    RispondiElimina
  26. AnonimaFrancese18 luglio 2013 15:33

    e diminuita la quantità ma c'e ancora http://www.tepco.co.jp/cc/press/2013/1229056_5117.html

    RispondiElimina
  27. Avendo partecipato (su posizioni completamente critiche) al dibattito interno del 5* ti confermo che Beppe (e/o lo staff) pensa di subordinare l'erogazione del reddito di cittadinanza allo svolgimento di un lavoro.
    In piu' comizi (io l'ho sentito personalmente dire queste cose a S. Giovanni a Roma) ha confermato che il reddito di cittadinanza spettera' solo a chi non ha un lavoro e che occorrera' creare un meccanismo legislativo per cui chi rifiuta piu' di due volte una offerta di lavoro (non e' chiaro se pensi all'offerta di un privato e/o di un organismo pubblico) perde automaticamente il diritto al reddito di cittadinanza.
    Da qui l'equivalenza mini-job = reddito di cittadinanza.
    D'altronde Beppe loda il modello tedesco, demonizza la spesa pubblica, non comprende il nesso causale tra la nostra crisi e l'eccesso di indebitamento privato (vs. estero), chiede la rinegoziazione del debito pubblico (cioe' la svendita dei pochi gioielli di famiglia rimasti), decanta la decrescita felice, perche' non dovrebbe volere anche i mini-job (alias reddito di cittadinanza)?
    Beppe e Casaleggio sono neo-liberisti, cultori (neanche troppo nascosti) del mercantilismo tedesco (vedi intervista al Bild).

    Di economisti della statura e della scuola di Federico Caffe' in Italia ne sono rimasti forse un solo paio, i vari Bocconiani (vedi Alesina & Giavazzi), con le loro fregnacce sulla austerita' espansiva ed il culto del cambio fisso dominano purtroppo tutti i mezzi di comunicazione.

    RispondiElimina
  28. Bravi greci,
    fate il compitino a casa e non preoccupatevi delle note scritte a penna rossa. Papino S. (teutonico ed innominabile ministro) viene a trovarvi e voi bravini non vorrete mica scendere per strada a manifestare il dissenso, no?
    Bravi italiani,
    c'è chi ne combina peggio di Bertoldo ma anche qui non si può mica dissentire. C'è il rischio che il governo cada, vorrai mettere!


    Credo ormai ci resti solo di dissentire con la Tepco quando ne spara delle sue :/
    Forse questo ancora lo possiamo fare.
    Meh!
    SM

    RispondiElimina
  29. Io sono molto contento per le accelerazioni dei tempi della politica.



    Dei leghisti ci siamo liberati in 20 anni circa. Si spera che dei grillini ci libereremo in un tempo molto più breve.


    L'unico Ius degno di essere nominato oggi è quello di chi nasce e cresce tra noi in Italia e non può essere italiano.

    RispondiElimina
  30. Allora torniamo al vapore del tre. Hanno fatto le misure di particolato radioattivo sul tetto del reattore 3. I valore trovati (qui) confermano che il vapore non è particolarmente radioattivo e la contaminazione in aria è comparabile con quella degli ultimi sei mesi. Se fosse vapore dal dentro del contenimento primario allora sarebbe ben più radioattivo.

    Tepco ha dato la seguente spiegazione, che so già che genererà parecchia ironia. L'acqua piovana (ha piovuto nei giorni scorsi? bisognerebbe guardare la webcam) potrebbe essersi accumulata sul "tappone" del contenimento primario (l'aria al suo interno è di una quarantina di gradi - grafico) e quindi evaporata.

    RispondiElimina
  31. Il movimento 5* l'hanno creato Beppe e Casaleggio (piaccia o non piaccia), si e' purtroppo adeguato nella sua azione politica concreta al principio 'uno SOLO vale uno', nel suo blog ufficiale utilizza pesantemente le tecniche di propaganda di Goebbels, ma, ciononostante, e' vivo ed in molti al suo interno condividono l'analisi precedente (cioe' che il capo e' diventato di ostacolo alla azione politica del movimento).
    Il meet-up che frequento ha portato in Senato una senatrice single, di circa 30 anni, con un figlio a carico e con un precedente modestissimo impiego. Lei ha vinto una lotteria che mai si sarebbe sognata di vincere, ma e' totalmente incompetente e non e' in grado di elaborare una qualsiasi forma di pensiero critico.
    Sono convinto anch'io che per via di questi difetti 'letali' il movimento nella sua forma attuale durera' poco.
    Tutti siamo in cerca di un autobus che ci porti da qualche parte, fuori dalla recessione (io per esempio sto cercando un autobus che sia diretto fuori dall'Eurozona e sogno di un (forse impossibile) ritorno della Banca d'Italia alle dipendenze del Tesoro, al ritorno dei cambi flessibili ed alle politiche Keynesiane in voga fino alla fine degli anni '70, con annessi controlli ai movimenti di capitale e dei 'fattori di produzione'.

    RispondiElimina
  32. no, non andiamo in politica, per favore.

    Comunque, si dimostra che quello che il Beppe nazionale chiama "reddito di cittadinanza" non è per niente un reddito di cittadinanza, ma al massimo un "reddito minimo garantito". In pratica, il sussidio di disoccupazione che già esiste.



    Dovrebbero copiare si il sistema tedesco..
    Il mini-job alla tedesca non ha un minimo sindacale ed è esentasse.
    A un tedesco un mini-job può fare comodo da affiancare all'HARTZ o anche alla pensione.
    Ma per l'immigrazione poco qualificata è devastante, perché ci sono file di tedeschi davanti che possono permettersi un mini-job pagato niente, cosa che un immigrato (cameriere, per esempio) non può permettersi.
    Per questo la Germania ha accolto ultimamente si 2 milioni di immigrati, ma altamente specializzati, mentre 800 000 se ne sono andati. L'immigrato senza specializzazione è in concorrenza con circa 5 milioni di tedeschi che possono accontentarsi di parecchio meno (perché già hanno un sussidio o pensione).

    Insieme ad altre politiche locali, l'Italia è lontana anni luce da questo. E neanche hanno intenzione di farlo, perché - a pensarci bene - qua parliamo di selezione cosciente, e bella pesante.

    RispondiElimina
  33. Iodine 134: below the detection limit
    Vorrei vedere ...


    Refusi a parte, la spiegazione di Tepco non mi convince. Mi piacerebbe sapere se si è trattato di un processo di emissione di vapor d'acqua più o meno costante come si vede dal video postato da Luca più sotto oppure se c'è un istante iniziale in cui il vapore è rilasciato in modo impulsivo e poi va via via esaurendosi. La cosa cambierebbe drasticamente.
    Non ho trovato video di quando il vapore d'acqua ha cominciato ad uscire. Se lo trovate potreste linkarlo?
    :)
    SM

    RispondiElimina
  34. Sognatore!
    Vedremo molto prima il default.

    RispondiElimina
  35. AnonimaFrancese18 luglio 2013 23:52

    http://ex-skf.blogspot.it/ nn credo che ci sia anche il video che cerchi ma anche lui fa " mhhh"

    RispondiElimina
  36. Ma speriamo di no.

    Sul sito di J. Sapir c'e' uno studio di fine 2012 di un team tedesco di economisti governativi in cui si ipotizzano gli scenari di possibile rottura dell'Eurozona.
    Il peggiore di tutti e' quello 'Yugoslavo'.
    Non credo che l'Italia arrivera' mai al default, semplicemente perche' non posso credere che quella minoranza di Italiani che possiede ricchezze stimate in 4000 miliardi di Euro possa mai accettare di esserne espropriata.
    Ma ci aspetta ancora una lunga caduta, questo si.

    RispondiElimina
  37. Tra un argomento scientifico e l'altro penso non guasti un po' di politica ed economia.
    Dici che dovremmo copiare il sistema tedesco, ma spero tu intenda solo il sussidio di disoccupazione....
    Il sistema tedesco e' di tipo 'beg thy neighbor', cioe' mercantilista, in quanto la Germania punta a rimanere un esportatore netto (di beni, servizi e capitali) in danno dei vicini.
    Cioe' persegue quella cosa che non solo e' in spregio dei trattati Europei, ma che fu esplicitamente censurata come altamente censurabile e contraria allo sviluppo del commercio internazionale fin dalla conferenza di Bretton Woods del 1944 e dall'istituzione del FMI.
    Per chi non ha mai praticato la partita doppia e la macroeconomia (disciplina totalmente difforme dalla economia aziendale!) consiglio questo testo del Prof. Bagnai con l'illustrazione guidata di tutti i principali modelli macroeconomici utilizzati 'a nostra insaputa'.
    Molti esempi li fa con lo scambio delle noci di cocco, per cui niente scuse....



    http://w3.uniroma1.it/econometria/mqs/

    RispondiElimina
  38. Dici che dovremmo copiare il sistema tedesco, ma spero tu intenda solo il sussidio di disoccupazione....
    Tanto, già quello non sarà mai copiato. In Italia nessuno proporrà mai una selezione cosi' forte.

    mercantilista, in quanto la Germania punta a rimanere un esportatore netto (di beni, servizi e capitali) in danno dei vicini
    Mo' non venirmi a dire che la Germania è l'unica a lavorare a danno dei vicini, a cominciare proprio dagli USA o UK. Seriamente, qual'è il vero problema di PRISM? E' che gli USA sorvegliano anche (se non soprattutto) il traffico commerciale, permettendo alle aziende americane di essere in anticipo sulle altre e guadagnando quasi sistematicamente le aste a scapito di quelle europee. E' per questo che ha sollevato una grossa polemica. Senza parlare delle guerre fomentate per tirare l'economia (esportando poi per la ricostruzione, guarda un po'). Se non è lavorare a danno dei vicini questo. La Germania è più onesta.
    Onestamente, a me interessa più un sistema che funzioni e basta, indipendentemente dal resto. La Germania lavora a scapito degli altri(*). Bene, invece di lamentarsi meglio non far parte degli "altri".

    Bretton Woods del 1944 e dall'istituzione del FMI.
    Bretton Woods ha fatto un danno colossale: ha stabilito che la moneta di scambio internazionale fosse la stessa di una moneta nazionale, ovvero il dollaro, creando uno sbilanciamento netto in favore degli USA. Mica fessi, i "generosi salvatori".

    (*) Non vero. La Germania fa quello che deve fare per tenere in piedi il suo paese, non gli frega niente di far fallire la Grecia o l'Italia. Il paese sta in piedi, è un partner commerciale. Il paese crolla, è un concorrente in meno. C'est tout. Se nel contesto europeo questo ha delle conseguenze su paesi più deboli, la colpa è dei governi nazionali dei più deboli. Bisogna adattarsi ai paesi forti e non viceversa.

    RispondiElimina
  39. Non è vero che alla Germania frega niente dell'Italia o della Grecia. Li annetterebbero entrambi molto volentieri e sono convinto che prima o dopo si faranno gli Stati Uniti di Germania
    :/
    SM

    RispondiElimina
  40. Fukushima-Nucleare-Energia è politica. Ci cadono i governi, falliscono i paesi, altri risultano competitivi anche grazie alla bolletta energetica per l'industria.
    Non è mai OT allargare il discorso.

    RispondiElimina
  41. "La Germania fa quello che deve fare per tenere in piedi il suo paese, non gli frega niente di far fallire la Grecia o l'Italia. Il paese sta in piedi, è un partner commerciale."

    Penso amaramente, con somma tristezza, che un Italiano che loda il modello tedesco (come Beppe peraltro!) e' nei fatti, anche se non se ne rende conto, un traditore degli interessi nazionali e dell'ideale Europeo.

    Perche'?

    Perche' su questo pianeta Terra (prima ancora che nella presunta 'comunita' Europea', che e' solo un'area di libero scambio...), se tutti tentassero di diventare stabilmente esportatori netti (di beni, servizi e capitali) ci servirebbe allora di creare dei mercati di sbocco su altri pianeti o altri sistemi solari.
    Quindi e' di tutta evidenza che la Germania persegue una politica fondamentalmente insensata.

    In piu', la corsa al ribasso innescata dalle politiche mercantiliste 'frega il tuo vicino', porta alla svalutazione senza fine dei salari (mica e' casuale la riforma Hartz!), alla perdita del welfare, della previdenza ed all'aumento della diseguaglianza nella distribuzione della ricchezza prodotta (Stiglitz docet, il quale ha dimostrato pure perche' la'decrescita felice', oltre che un ossimoro, porta ineluttabilmente alla concentrazione della ricchezza nelle mani di pochi ed a crisi catastrofiche ricorrenti).

    Per quello che riguarda Bretton Woods, prima di parlarne male bisognerebbe prima sciacquarsi la bocca diverse volte, e comunque non farlo, visto che per ben 40 anni (prima dell'avvento del liberismo di Reagan e della Tatcher), grazie all'assetto fissato in quella conferenza, l'Europa e' cresciuta stabilmente a tassi medi annuali superiori al 3 % (nonostante la fine di Bretton Woods e ben due shock petroliferi), aumentando di anno in anno la sua quota di commercio mondiale (purtroppo in continuo declino dai tempi dello SME e/o Euro, alias cambio fisso).

    L'unico difetto di Bretton Woods fu, come osservi giustamente tu, di aver imposto il $ come moneta per il commercio internazionale. Come predetto da J.M. Keynes, che a Bretton Woods voleva che fosse invece istituito il Bancor (moneta senza riserva di valore), l'asimmetria (cosi' creata) del sistema monetario internazionale ha prodotto nel lungo termine problemi agli USA (cosi' come al Regno Unito prima degli USA).

    Da allora infatti gli USA hanno dovuto stampare moneta in eccesso rispetto alle loro esigenze nazionali per poter sostenere lo sviluppo del commercio internazionale.

    Oggi gli USA sono diventati un importatore netto in misura speculare alla Cina (che e' lun esportatore netto con quasi il 100% del suo export che va verso gli USA).

    Il sistema basato sul $ e' alla fine del suo ciclo di vita ma pare che la Cina voglia ripetere gli stessi errori del passato, spingendo per imporre il remnibi al posto del $....


    Mi scuso per aver rotto con questo 'pippardone' ma ho scoperto che l'economia viene molto prima della politica, essendo la scienza grazie alla quale i gruppi dominanti esercitano il proprio dominio sull'Umanita'.

    RispondiElimina
  42. se ti senti sicuro te.. io se penso che questi sono entrati armati di proiettore e striscioni... pensa se fossero armati di lanciarazzi e mortai.... buttano giù le torri gemelle ... si mettono paura del fantaccino francese che grida fermo o sparo?.... il fatto è che una centrale nucleare o la difendi come una portaerei oppure è attaccabile da chiunque abbia soldi per comprare le armi e volontà...Al mondo... anche se ti senti grande e grosso rischi sempre che incontri qualcuno più grande e più grosso ... o almeno più incazzato e pericoloso di te

    RispondiElimina
  43. porta alla svalutazione senza fine dei salari (mica e' casuale la riforma Hartz!),
    Averceli i salari tedeschi! Svalutazione senza fine dei salari in Germania!
    No, la HARTZ e la politica sociale della Germania tende solo a levarsi di torno i rifiuti sociali.

    Da allora infatti gli USA hanno dovuto stampare moneta in eccesso rispetto alle loro esigenze nazionali per poter sostenere lo sviluppo del commercio internazionale

    Ma per favore... stampare dollari risolleva l'economia USA e abbatte le riserve degli altri paesi (che sono prevalentemente in dollari), perché di fatto svaluta le riserve monetarie degli altri paesi. Che sono costretti a comprare più dagli USA per ricostituirle. Non c'è bisogno di grandi teorie economiche per capirlo.

    RispondiElimina
  44. E' un'idea come un'altra, ma non vedo niente che mi faccia pensare questo.
    La II GM è ancora troppo vicina per vedere la Germania in maniera imparziale.

    RispondiElimina
  45. Non capisco perche' l'aver stampato moneta in eccesso per sostenere il commercio internazionale sia in antitesi col fatto che l'hanno fatto per interesse nazionale.


    Comunque, favore per favore.......




    Salari tedeschi (mito e realta'):
    http://vocidallagermania.blogspot.it/2013/03/ricchezza-e-poverta-in-germania.html

    Rivalutazione Remnibi:
    http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/globi/La-rivalutazione-del-renminbi-fra-mito-e-realta-4744

    Asimmetrie sistema monetario internazionale:
    http://www.sinistrainrete.info/teoria-economica/1845-alberto-bagnai-crisi-finanziaria-e-governo-delleconomia.html

    RispondiElimina
  46. "Salari tedeschi (mito e realta'):
    http://vocidallagermania.blogs..."


    Interessante, e grazie del link... comunque per restare in tema con il nucleare e l'energia, direi che la bolletta elettrica tedesca a 28 cEuro/kWh per finanziare i deliri anti-nucleari "ambientalisti" della ossimoronica intellighentsia verde non aiuti proprio i meno abbienti... In effetti lo Spiegel stesso spiegava in un altra serie di articoli (che non riesco a trovare in questo momento, sono su un altro computer0 come la "poverta' energetica" sia un problema crescente, che colpisce milioni di famiglie tedesche, in crescita.


    D"altronde, pensare di produrre energia elettrica per un paese industrializzato con l'insolazione della Germania mi e' sempre sembrato "leggermente" idiota...


    R.

    RispondiElimina
  47. Mi piacerebbe tanto ritornare a discutere di pro e contro la produzione elettrica da fonte nucleare (come si faceva ai tempi del compianto Prof. Felice Ippolito).
    Vorrebbe dire aver ripreso a crescere ed a ri-pianificare il nostro futuro, compreso quello energetico.
    Purtroppo l'Italia e' oggi in caduta libera, con i barbari alle porte, ansiosi di espropriare/saccheggiare i ns. residui patrimoni privati.
    Lo stesso per altri versi e' vero anche in Germania, perche' non c'e' in realta' un Sig. Germania che abita all'estero.
    Ci sono in Germania diversi gruppi economici di interesse (J. Sapir in uno studio recente ne ha identificati ben sette), con interessi economici parzialmente sovrapposti, in qualche caso neutri, e/o contrastanti.
    Il fatto incontrovertibile e' che prima dell'avvento dello SME/Euro la crescita media Europea e' stata MOLTO piu' alta che dopo, sia in Germania, che in Francia, che in Italia.
    Anche un vecchio democristiano ci e' arrivato... tardi ma ci e' arrivato.
    http://www.dc-democraziacristiana.it/alltesti/34/euro20anniprofguarino.pdf

    Lo stesso Napolitano, quando era capogruppo al Senato del PCI tenne un celebre discorso (nel 1978) in cui diceva queste stesse cose.

    Cosa e' successo dopo?

    E perche' anche Draghi, brillantissimo allievo di Federico Caffe', dopo essersi laureato con una tesi sui guasti della moneta unica (i.e. contro il cambio fisso in Europa) e' diventato quello che e' oggi, il campione del 'vale la pena di morire per l'Euro'?

    RispondiElimina
  48. ripeto quanto detto da AnonimaFrancese, un operaio durante un sopralluogo di routine ha visto il "fumo" e ne ha dato notizia, quindi non si hanno immagini dell'inizio del fenomeno.

    Oggi non c'è più stato nessun vapore osservabile.

    RispondiElimina
  49. Salve a tutti; siori e siore:


    ho appena letto su noto blog anti-nucleare di una conferenza stampa o documento di TEPCO di oggi 19 luglio 2013, che parlerebbe di dosi alla tiroide ricevute dai lavoratori sul sito... si tratterebbe di 1973 casi al di sopra dei 100 mSv... con un picco di 11800 mSv...

    Mi interessa in particolare il picco... solo l'Asahi Shimbun cita tale valore, tutti gli altri siti/agenzie stampa parlano solo dei 1973 sopra ai 100 mSv, e del relativo aumento di casi attesi di tumore alla tiroide.


    Qualcuno ha sentito parlare e mi puo' indicare il documento di TEPCO in questione?


    Grazie in anticipo, e buon fine settimana a todos.


    R.

    RispondiElimina
  50. Lo vedrei al contrario: l'hanno fatto per interesse nazionale, e non vedo come proprio il dollaro (invece di una qualunqua altra cosa) possa sostenere il commercio internazionale.

    Sul primo link: certo che la Germania diventa classista rispetto al censo. E' quello che dico anche io. Si mette in atto una separazione fisica fra ricchi e poveri. E allora?
    Non si impedisce al povero di diventare ricco, si impedisce ai poveri di stare nello stesso ambiente dei ricchi, fisicamente. E' una cosa diversa. E deve essere lo stimolo per le persone a fare qualcosa di redditizio.
    E poi parla si di salari bassi e precari, ma si guarda bene dal dire quali sono. Lavori ad alto contenuto tecnico sono pagati, eccome. Un analista programmatore alla Thyssen-Krupp si tira su tranquillamente 3-4000€. Un buon architetto di sistema forse anche più. Si può dire altrettanto in Italia o altrove? Il mini-job lo prende il cameriere stagionale, non il profilo di sopra.
    La frase Non
    è accettabile che in Germania le possibilità di iscriversi ad un liceo
    siano per un giovane della borghesia da 6 a 10 volte piu' alte rispetto a
    quelle di un giovane proveniente da un famiglia di lavoratori
    è tendenziosa. Le tasse di iscrizione sono alte (come volutamente gli affitti in determinati quartieri, e tanto altro) proprio per tagliare fuori chi non se lo può permettere. Ma chi dice che solo la "borghesia" se lo può permettere? L'architetto di sopra se lo può permettere eccome, eppure è un "lavoratore".

    Confrontate stipendi tedeschi e italiani a parità di impiego (e avrete le prime sorprese), poi confrontate anche i prezzi per valutare il costo della vita (e avrete le seconde sorprese).

    Poi, certo, ognuno la pensa diversamente...

    RispondiElimina
  51. perché usare ora proiettili veri quando già usarono le bombe?
    http://www.greenpeace.it/rainbow/
    ottimi commenti. fernando pereira da lassù ringrazia.
    ma vergognatevi un po'...

    RispondiElimina
  52. Credo l'ambito in cui si stia sviluppando questo discorso sia le forme di rimborso che Tepco deve elargire ai suoi lavoratori per non aver ottemperato a questo e quello. Aspetto di leggerne anche io i dettagli. Purtroppo, nonostante i numeri sembrino notevoli, si dovrà procedere caso per caso con screening sanitatio e non con stime di eccessi come fosse una popolazione. Voglio dire che conta più la statistica stretta 3-15 anni da fare adesso che le ricostruzioni esatte (e impossibili da fare) delle dosi di 2 anni fa.

    Appare ovvio che se sono rimasti sul sito a lavorare e non gli hanno dato lo ioduro di potassio ad intervalli regolari di 48 ore quei numeri ci sono, eccome. E Tepco deve solo aprire la borsa. Su un sito nucleeare le pastigliette devono esserci e deve essere chiara la procedura su come e quando usarle. Direi che gli eventi del 3-2011 rientrano nel campo di applicazione di questa procedura.



    E' corretto stimare l'intake di Iodio non disponibile sulla base dell'intake di Cesio e usare i rapporti Iodio-Cesio che orami sono ben delineati. Occorre però anche precisare che le frazioni gas-vapore giocano un ruolo essenziale nelle dosimetrie e queste stime rischiano di centrare solo l'ordine di grandezza. Intervalli del tipo 10-100 oppure 20-200 o 100-1000.
    Le dosi valutate ai singoli diventano invece un numeretto secco da motivare per bene. Un lavoraccio per i radioprotezionisti.



    Mi sembra tardino luglio 2013 per avere questi numeri, io avrei detto "entro marzo 2012".
    SM

    RispondiElimina
  53. http://cianciullo.blogautore.repubblica.it/2013/07/19/bugie-dalle-gambe-corte-2/comment-page-1/#comment-10732

    Rob,penso di aver trovato il filo della discussione che stai seguendo. Ci ho messo un commentino perchè mi sembra si piglino fischi per fiaschi, senza offesa per nessuno.
    Ciao SM

    RispondiElimina
  54. Letto, caro Sergio, e grazie del contributo... e' o non e' desolante? Cianciullo e' uno che va in TV molto spesso, l'ho visto almeno 4 volte negli ultimi mesi su RAI3 (rubrica "Dopo il TG" che va in onda alle 12:30 dopo il TG3... a quell'ora sono spesso a pranzo a casa...)... laureato in lettere, "ambientalista" d'assalto, frequentatore dell'intllighentsia verde del paese... sono sicuro che il suo "consigliere" su questo delirante, fazioso, demente, falso, stupido, fuorviante... articolo di pseudo-giornalismo gli e' arrivato direttamente da Onufrio, direttore generale di GreenPee Itaglia...

    Mitica, nella sua stupidita', la frase, ribadita piu' volte, copio e incollo...

    "Mi scuso per il refuso, intendevo confermare quanto già scritto nel post
    : i dati sulla mortalità da esposizione a 10 mila millisievert (NON
    sievert) di dose efficace mi risultano esatti."


    ... cioe' 50% di MORTI... quando una semplice ricerca bibliografica fatta in 5 minuti mostra come siano dell'ordine dell'1%... anche applicando la LNT farlocca.
    La cosa piu' tragica e' che questo qui e' uno dei migliori, ho l'impressione che sia in buona fede, onestamente creda in quel che scrive.

    R.

    RispondiElimina
  55. No, non credo nemmeno alla buona fede.

    RispondiElimina
  56. "non vedo come proprio il dollaro (invece di una qualunqua altra cosa) possa sostenere il commercio internazionale"
    La moneta (qualunque moneta) serve simultaneamente come unita' di misura, mezzo di pagamento e riserva di valore.
    Fu infatti l'invenzione della moneta che permise di superare i limiti del baratto.

    Comunque, una volta imposto il dollaro come mezzo di pagamento (e di riserva di valore) negli scambi internazionali, gli USA ne hanno anche garantito una disponibilita' adeguata alle esigenze del commercio internazionale. E' un fatto innegabile.

    Certamente la loro economia (da sola) non avrebbe giustificato l'emissione di tutta quella enorme massa di dollari che oggi circola sul pianeta.

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...