Cerca nel blog

Loading

8 aprile 2013

Tre ri-incontri ravvicinati

Non si tratta della seconda puntata dell'intramontabile capolavoro della fantascienza da cui la foto, ma della strana esperienza che ho avuto modo di vivere negli ultimi due giorni.

Domenica sera ero in attesa in un locale del mio paese dove preparano panini al kebab. A parte quattro o cinque persone sedute ad un tavolino, ero l'unico cliente e quindi mi è sembrato spontaneo voltarmi verso la porta quando l'ho sentita aprirsi. Entrava una ragazza, non una ragazzina, ma con uno sguardo giovane e fresco. Le lancio uno sguardo e poi torno a fissare la carne che ruota sullo spiedo verticale. Ci sono voluti un paio di secondi durante i quali il mio cervello ha ri-elaborato l'immagine della nuova entrata e l'ha riconosciuta. Incredibile: era una mia carissima amica e compagna delle scuole medie e saranno stati vent'anni che il destino non ci faceva incontrare. E fu sera e fu mattina, primo incontro.

Questa mattina, davanti alla macchinetta del caffè con i colleghi ci raccontavamo del week-end quando entra una collega nella sala con un visitatore al seguito. Comincia a presentarci e quando arriva a me, il visitatore la interrompe e mi dice: "Ciao Toto!" Altro secondo di elaborazione dell'immagine ed era lui, un collega di università, con cui ho condiviso l'open space durante il periodo del dottorato fatto di lunghe serate passate in laboratorio fino a tardi. Da alcuni anni, lui si è trasferito sulla costa occidentale degli Stati Uniti e il nostro unico contatto era rimasto Facebook. E... secondo incontro.

Non è passato molto tempo per il terzo incontro. Meno a sorpresa e di certo non così di vecchia data, oggi è tornato a trovarci per due settimane il nostro Jan con cui ho condiviso ufficio e laboratorio per tre anni e che adesso è tornato a Praga sua terra d'origine.

Le conclusioni sono due: 1) ho tanti amici che è sempre un piacere incontrare e 2) sto diventando vecchio perché al mio cervello serve troppo tempo per riconoscere le loro facce!

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

5 commenti:

  1. kumachanTokyo9 aprile 2013 17:41

    Non preoccuparti, non e` la vecchiaia!
    E` che dopo aver raccontato il primo incontro a Tata ti sei preso uno shinkansen sul muso che ti ha fatto perdere perfino il ricordo di averlo preso.
    Ma stai tranquillo, in due mesi la memoria torna a posto se non farai altri incontri galanti nel frattempo :)

    RispondiElimina
  2. esagerato... incontro galante... ho rivisto una compagna di classe delle medie, per un totale di due minuti in cui ci siamo detti quanti figli abbiamo!


    in compenso in questo momento ho un mal di testa come se avessi preso un tir in corsa e non un shinkansen (che non so cosa significhi)

    RispondiElimina
  3. http://3.bp.blogspot.com/-lI_y7x5PkRU/T-XqxhbnDFI/AAAAAAAAALo/sTHz2DhCsp0/s1600/Shinkansen_train_at_Tokyo_Station.jpg

    @kumachanTokyo:disqus : io da bravo ex-karateka avrei detto un mawashi-geri..

    RispondiElimina
  4. AnonimaFrancese9 aprile 2013 22:40

    ahahahahaha ancora rido per l'idea del shinkansen sul muso .......ma scusa @kuki-chan- come glielo da sul muso? via rotaie? :-)

    RispondiElimina
  5. mamoru_giappopazzie10 aprile 2013 20:20

    kuuuuuuuuumaaaaaaa

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...