Cerca nel blog

Loading

3 novembre 2012

La safe conservation a Fukushima Daiichi


Le notizie dalla centrale di Fukushima di questa settimana ci raccontano quella che tecnicamente viene chiamata safe-conservation, ovvero tutte quelle pratiche che vengono attuate per mantenere un impianto non più utilizzato in condizioni di sicurezza. Questa non è fatta solo di ronde, controlli e piccole riparazioni, ma anche, da interventi preventivi mirati ad evitare che guasti simili possano accadere in futuro e avere conseguenze gravi.

Un esempio sono le pompe a vuoto per l'aspirazione dei fusti stagni del sistema per la rimozione del cesio. Due di queste pompe si sono guastate a distanza temporale ravvicinata, una a metà agosto e l'altra all'inizio d'ottobre; il fatto che una pompa si guasti fa parte della normalità, specie quando ce ne sono molte installate, due pompe che si guastano in modo simile è perlomeno sospetto e indice di una possibile causa comune. Avevamo espresso le nostre perplessità più volte circa l'uso di queste pompe piuttosto che di un sistema di depressione e aspirazione forzata e suggerito a TEPCO di approfondire questi incidenti per identificare la causa comune.


I nostri dubbi sono stati accolti e TEPCO ha preso le due pompe guaste, le ha smontate pezzo per pezzo e indagato le cause. La prima delle due pompe si trovava in condizioni decisamente peggiori della seconda, ma la colpa ad entrambi i guasti è stata fatta risalire alla presenza di sale e ruggine nelle parti interne del motore che hanno causato una perdita di isolamento. E' normale che sale e umidità arrivino in quella zona proprio perché la pompa sta aspirando da un contenitore che contiene filtri per acqua.

Essendo impossibile eliminare le cause, TEPCO ha deciso di implementare sostituzioni preventive e rimuovere dal servizio tutte le pompe dopo che queste hanno superato le 5000 mila ore cumulative di esercizio (per confronto, i due incidenti sono avvenuti intorno alle 10 mila ore di funzionamento).

Ricordiamo che queste pompe non svolgono un ruolo critico all'interno dell'impianto e che un loro guasto non  si traduce in un disastro diretto, ma conseguenze indirette, come un incendio possono essere ben più gravi. Ci auguriamo che TEPCO prenda sempre così seriamente l'applicazione di azioni correttive e preventive (CAPA = Corrective Actions, Preventive Actions) anche per altre tipologie di guasti ricorrenti che abbiamo notato sul sito di Fukushima, come le perdite d'acqua e i guasti ai sistemi di rimozione dei sali. Altro esempio potrebbe essere la coibentazione delle tubazioni: lo scorso inverno si sono registrate alcune perdite e guasti causati dal ghiaccio e dalle basse temperature, ci auguriamo che siano state implementate per tempo tutte le misure protettive.

Guasto linea elettrica e idrogeno da R1

A proposito di guasti, riportiamo brevemente un guasto ad una linea elettrica. Il sistema di protezione ha individuato una dispersione di corrente verso terra e ha isolato la linea di alimentazione. Successivamente, una squadra di operai ha identificato l'origine del corto circuito dalla presenza di fumo dovuto alla bruciatura del tubo corrugato che vedete nella fotografia. Non conosciamo la causa specifica del guasto, ma non ci stupirebbe se il corto fosse avvenuto in corrispondenza di una giunzione tra conduttori, pratica generalmente sconsigliata, ma inevitabile su tratte così lunghe.


Le conseguenze di questa perdita di corrente sono state minime e hanno riguardato principalmente il sistema per l'iniezione dell'azoto nel PCV e nella suppression chamber del reattore 1. Le operazioni sono subito state riprese utilizzando il sistema di backup e lo svuotamento dell'idrogeno dal toro sta continuando senza intoppi come indicato dal grafico qui a lato. Nell'aggiornamento della scorsa settimana avevamo visto la parte crescente di questa curva, mentre in questa settimana dovremmo osservare un trend continuo a scendere.



La situazione dell'acqua

Chiudiamo questo aggiornamento con il consueto aggiornamento della situazione dell'acqua contaminata come è stato fotografato dal più recente bollettino del 31 ottobre 2012. I livelli attuali sono scesi, sia rispetto alle previsioni sia ai valori della precedente rivelazione. Per la prossima settimana è previsto un aumento che speriamo non si verifichi.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine79 30079 50078 30079 800
Acqua nello stoccaggio21 08021 78021 92021 500
Totale 100 380101 280100 220101 300


Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

214 commenti:

  1. Praticamente ormai sappiamo tutto su queste piccole pompe, vorremmo la stessa ricchezza di dettagli da parte di Tepco su molte altre cose che ci stanno a cuore ...
    Lo fanno per aumentare l'audience e creare aspettativa??
    SM

    RispondiElimina
  2. forse perché non l'abbiamo chiesto con uguale insistenza... :)

    RispondiElimina
  3. Secondo me perche` vogliono tenerci qui attenti vino ai prati verdi con bambini che giocano tra 40 anni, quindi ci devono dare un pezzettino alla volta.
    Hanno imparato la lezione di LOST: mai chiudere i successivi dieci anni in una puntata di 2 ore!

    RispondiElimina
  4. Sergio [@SergioManera:disqus ] qui la NHK vuole un tuo commento sulla causa per 11mSv.

    Ex-nuclear plant worker accuses employer
    A former worker at the Fukushima Daiichi nuclear plant has filed a criminal complaint against a subcontractor. He says the company knowingly instructed him to work in a dangerously contaminated zone in the plant.
    The 46-year-old whistleblower worked at the crippled plant in March and April last year.
    At a news conference with his lawyer on Thursday, the man said he was instructed with 5 others to lay cable in the basement of the No. 3 reactor and turbine building on March 24th.
    The radiation at the basement was an extremely high 400 millisieverts an hour, and workers employed by Tokyo Electric Power Company evacuated.
    But he says subcontractor Kandenko told him to stay. He refused the order and moved to work on the first floor. He was exposed there to radiation of about 11 millisieverts over an hour.
    The former worker says Kandenko violated the Industrial Safety and Health Law, protecting workers.
    He is demanding that the labor authorities instruct the main contractor and plant operator TEPCO to take corrective measures. He says he decided to file the complaint so that workers at the plant can work safely.
    Kandenko claims it was unaware of the high radiation level until it was informed by TEPCO after the work was done.
    TEPCO has declined to comment on the case, saying it does not know the details of the complaint.
    The whistleblower was working for a subcontractor of Kandenko, which in turn subcontracts to TEPCO. Many nuclear workers in Japan are employed in such pyramid-like arrangements.
    Nov. 1, 2012 - Updated 12:33 UTC (21:33 JST)

    RispondiElimina
  5. aspettiamo il commento di Sergio, ma a me sa dell'incredibile.

    intendiamoci, 11 mSv in un' ora sono una bella dose, come lo sono i 400 ambientali. quello che manca è la giusta formazione dei lavoratori che devono conoscere i rischi del loro mestiere.

    sul fatto che i lavoratori siano inseriti in una struttura piramidale, mi piacerebbe vedere dove non lo sono.

    RispondiElimina
  6. Il bello e` che si lamenta che a fine lavoro la Tepco gli abbia immediatamente comunicato la dose accumulata!
    Mica che magari gli abbiamo nascosto per un anno che aveva preso 800mSv.

    RispondiElimina
  7. Mi sembra di capire che si tratta di esposizione pianificata senza adeguata formazione e informazione per mansione specifica ai lavoratori coinvolti. Bisogna vedere come funziona il meccanismo delle deleghe in cantieri complessi di quel tipo con la normativa nipponica. Per una cosa del genere in Italia ti massacrano a prescindere dai tuoi tentativi di spiegare le cose a posteriori. La formazione è preventiva all'esposizione. Nell'ordine ci sono:
    -valutazione del rischio specifico
    -eventuali idoneità sanitarie (magari specifiche per interventi e non per pratiche)
    -formazione e informazione (fatta, formalizzata, scritta e firmata con copia al lavoratore)
    -esposizione
    Se sbagli l'ordine sono sanzionati nell'ordine DL, DD, altri delegati, supervisore, EQ, Preposto ma non il lavoratore che magari dormiva al corso di formazione


    Che il lavoratore fosse del tutto ignaro del rischio RI lo escludo, avrà sentito per TV qualcosa di quel posto di lavoro no? Che la formazione e informazione non competa a TEPCO in luogo del contractor? Impossibile da dire da qui senza altre informazioni.
    Potrebbe anche essere una rivalsa per spillare quattrini a TEPCO.
    Per lo meno le dosi non sono particolarmente alte.
    Da monitorare nei prossimi giorni/settimanre.
    SM

    RispondiElimina
  8. che dietro ci sia un tentativo di spillare soldi, mi sembra lampante :)


    che tu sappia @SergioManera:disqus esiste l'obbligo di avere una squadra di pronto intervento in caso di emergenza formata e informata sui rischi, anche quelli derivanti da esposizioni elevate dovute ad interventi in deroga perché life-savings?

    RispondiElimina
  9. Tematica delicata. Posso dirti di cosa c'è in Italia.
    I Piani di intervento prevedono personale che possa intervenire. Per le emergenze è previsto che personale sia formato e addestrato per interventi di emergenza compresi superamenti dosi. Credo si possa arrivare a 100 mSv.
    Per andare oltre (life saving) ci vuole l'intervento volontario ma non ne ho esperienza di applicazione.
    Per come la vedo io se c'è una persona in pericolo di vita si va al meglio delle possibilità. I vigili del fuoco lo fanno. Nelle torri gemelle sono entrati nonostante il rischio crollo.
    I rischi RI, anche oltre la soglia 100 mSv, diciamo non superiore a 1 Sv sono principalmente rischio salute, non sicurezza.
    Ripeto, materia delicata.
    SM

    RispondiElimina
  10. Secondo il nostro ULTRAMAN [tralasciando le sue deduzioni] i fatti sarebbero riferiti alla famosa pozza dei primi giorni.
    Cioe` quando Tepco aveva mandato un team a calcolare le dosi ambientali ore prima del gruppo di lavoratori entrati nel locale turbine del 3 e trovando una pozza di una decina di centimetri sono entrati con i piedi in acqua.
    Ricordo che c`era chi aveva scarpe "antiradiazioni" ma basse con l`acqua che e` entrata dentro e chi aveva stivaletti in gomma alti ma non "antiradiazioni".
    Ai tempi sono stati immediatamente tenuti sotto controllo in un ospedale di Chiba [il famoso millefoglie] e non hanno nemmeno avuto arrossamenti superficiali.
    Sia chiaro che si prende una bella dose anche senza arrossamenti [il quanto lo lasciamo a Sergio] ed il giorno dopo Tepco ha cambiato subito i protocolli con team di prevenzione che oltre al controllo preventivo doveva essere presente anche durante le operazioni.

    Il tizio che ha fatto la denuncia dopo 1.5 anni faceva parte di quel team ma non e` entrato in acqua.
    http://ex-skf.blogspot.jp/2012/11/worker-who-worked-in-reactor-3-turbine.html

    RispondiElimina
  11. Tokyo Electric to open Fukushima office
    Tokyo Electric Power Company plans to open a new office in Fukushima Prefecture. It will have more than 4,000 employees to deal more effectively with the aftermath of last year's nuclear accident.
    The company has decided to relocate the sections in charge of compensation for people affected by the accident and for removing radioactive materials from around the Fukushima Daiichi nuclear power plant.
    Tokyo Electric plans to transfer several hundred employees from Tokyo.
    The new office chief will be chosen from vice presidents or other senior executives at the company's headquarters.
    The utility's head office in Tokyo has been making key decisions on these matters and on scrapping the plant, which is estimated to take up to 40 years.
    But there is criticism that the utility is failing to fully take into consideration the opinions of local authorities and Fukushima residents.
    Tokyo Electric says it will discuss details with Fukushima Prefecture officials and include them in a new management plan to be announced as early as next week.
    Nov. 2, 2012 - Updated 21:00 UTC (06:00 JST)

    RispondiElimina
  12. OT

    Per chi vive in Giappone:
    Ma secondo voi quanto è seria questa cosa delle navi cinesi che entrano/escono dalle acque territoriali giapponesi? Propaganda nazionalistica cinese o ci sono minacce serie?
    Sapete com'è, qui in Italia arrivano notizie filtrate e anche a leggere la stampa giapponese in lingua inglese non si riesce a capire bene.
    Ad esempio penso che gli USA stiano monitorando con grandissima attenzione questi avvenimenti.
    Insomma, quanto è serio secondo voi?

    RispondiElimina
  13. http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201211030052

    Se i fatti sono riferiti alla famosa ispezione dell'edificio turbina direi che è una cosa diversa. Non è una questione di formazione ma del tipo di intervento fatto un po' in "leggerezza".

    Scarpe antiradiazioni ... attenzione all'uso delle parole. Forse un po' di radiazione beta effettivamente la schermano, ma le radiazioni di quell'acqua se ne fanno un baffo delle scarpe antiradiazioni ...
    SM

    RispondiElimina
  14. BTW, era solo un anno che volevo chiederti... :)
    Ma le tute usa e getta che hanno, a parte evitare inalamento e deposito sul corpo, cosa riescono ad abbassare dei gamma [se lo fanno]?
    Avevo visto il sito di tute americane che dicevano di abbattere qualcosa come il 40% dei gamma da cesio, ma avevano anche l`aria di avere tutta un`altra consistenza.

    RispondiElimina
  15. Il livello di serieta` e` direttamente proporzionale al livello di pazzia del popolo divino [i cinesi].
    Diciamo che i simpaticoni ogni 2 giorni entrano con navi militari entro le acque giapponesi, stanno un po` di ore ed escono.
    Tempo fa avevano dato 12mila euro a barca di pescatori per andare a pescare vicino agli isolotti per rompere le scatole.

    Nel contempo, nel paese in cui se protesti ti sparano un colpo in testa ed il proiettile lo paga la famiglia hanno gia` bruciato un paio di concessionarie di auto, parziali distruzioni di fabbriche giapponesi e 50 milioni di dollari di danni a catene di grande distribuzione, la dogana NON sta processando le merci deperibili giapponesi e non sta rilasciando i visti ai giapponesi che lavorano per compagnie giapponesi in Cina.
    Gli USA hanno chiarito che le isole ricadono sotto il trattato di reciproca difesa USA-Giappone e per la prima volta da decenni gli USA stanno schierando non 1 ma 2 portaerei in zona.
    Era qualche giorno che pensavo sarebbe ora di segnarsi le entrate/uscite di navi cinesi.



    Tra l`altro i voli di turisti sono diminuiti, meno auto vendute, bilancio Jap ancora piu` in rosso, parziale rallentamento in Cina che ha dovuto fare tagli a tasse, ed operai delle societa` giapponesi che rischieranno il posto se non vendono auto.

    RispondiElimina
  16. quelle che indossano sono in tyvec un materiale resistente, ma che ha la stessa consistenza della carta. lo scopo è quello di evitare la contaminazione del corpo. quando hai finito di lavorare segui una procedura apposita di svestizione per toglierla e la contaminazione resta nella tuta.

    RispondiElimina
  17. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:12

    Sono anni che continuano con i dispetti, stesso modus operandi dei cinesi per cercare di tirare la corda per periodi piu' o meno brevi ed ottenere concessioni (l'automotive giapponese in cina ha dovuto raddoppiare gli stipendi ai tempi dei gia' lontani moti di fabbrica negli stabilimenti) .

    Il Giappone ha d'altra parte troppo bisogno del manufacturing e dell'agricoltura cinese per tirare avanti... non li invidio giocano in netto svantaggio.

    RispondiElimina
  18. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:15

    praticamente sono le tute "da pittore" molto leggere e poco ingombranti che evitano di impiastrarti i vestiti...

    RispondiElimina
  19. E tra l`altro, [sentito da gaijin risiedenti in Cina, prendetelo quindi con beneficio di inventario, ma suona plausibile] il governo cinese ha tanto spinto sull`acceleratore nei media che fa molta fatica a smorzare i toni ora, aggiungiamo che sono sotto elezioni con la gente che vuole cacciare i giappo dalle LORO isole oggi stesso.

    RispondiElimina
  20. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:19

    se non fosse per il fatto che meta' team aveva le scarpe basse , mancavono solo quelli con gli infradito...l'impressione fu quella di un intervento non pianificato sul fronte sicurezza.


    Anche questo e' abbastanza tipico: se ci pensano tre mesi tirano fuori cose ottime, ma durante le emergenze fanno porcate allucinanti.
    Se pensiamo agli interventi a FD1 e' successo esattamente cosi': i giapponesi si devono organizzare da zero sempre, poi quando partono partono...ma nel frattempo e' una collezione di scene pietose.


    E questo non lo capiro' mai.

    RispondiElimina
  21. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:23

    IMHO il "loro" e' sempre un concetto molto vago (e vale per Taiwan, Russia JP, Korea & c.), alla fine quello che conta e' il colore dell'esercito che ci sta sopra/attorno oggi. Quindi tutti quanti dovrebbero mettersi il cuore in pace.


    i documenti storici sono (raffinata) carta igienca.

    RispondiElimina
  22. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:24

    Almeno i residenti possono andare a menarli senza spendere i soldi per lo shinkansen.


    Poveracci i rilocati, oltre l'infamia di lavorare per tepco si beccano pure il micro dormitorio aziendale in culo alle regioni piu' scalcagnate del giappone.

    RispondiElimina
  23. Parliamo del primissimo intervento: ha avuto un qualche senso il lancio di acqua da elicotteri con la parte alta di RPV e CV ben chiusa?

    RispondiElimina
  24. 4000 impiegati, decuplicano la popolazione locale!

    RispondiElimina
  25. Tra i documenti storici inutili ci metti anche l`ultimo trattato firmato?
    Intendo sino ad un secondo prima del futuro lancio del primo missile, sia chiaro.

    RispondiElimina
  26. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:29

    C'e' da vedere dove li metteranno, comunque stare nell'inaka 365/anno deve mettere un gran tristezza... posti che alle 7 di sera fanno sembrare Saitama il carnevale di Rio.

    RispondiElimina
  27. I suicidi grinpiss li mettera` a carico del nucleare.

    RispondiElimina
  28. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:31

    quello che conta e' chi ha le funzioni di polizia ORA, il resto e' carta da falo'.

    la storia e' sempre stata cosi', guarda in medioriente quanti accordi di pace hanno firmato...

    RispondiElimina
  29. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:31

    ovviamente, ma quello che non sai e' che gia' PRIMA di FD1 erano morti di radiazioni mica suicidi veri ...

    RispondiElimina
  30. Ma se non fosse che io debba uscire ora, non faremmo prima a farci una chiaccherata su skype? :)

    [e Totoro che pensa: si` dai, fora da i bal ]

    RispondiElimina
  31. mamoru_giappopazzie4 novembre 2012 11:36

    quando vuoi, la domenica uggiosa me lo consentirebbe anche... mica come voi col clima hawaiano che andate in bermuda a bere aperitivi con l'ombrellino. :)

    RispondiElimina
  32. Sergio [ @SergioManera:disqus ]

    Anche la NHK ci legge e ti aggiorna:
    Japan lodges protest with China on Senkakus
    A high-ranking Japanese foreign ministry official has lodged a protest with China after 4 Chinese government ships entered Japanese waters near the Senkaku Islands in the East China Sea.
    Vice Foreign Minister Chikao Kawai telephoned China's Ambassador to Japan, Cheng Yonghua, on Sunday.
    Kawai said it is totally unacceptable for Chinese government vessels to frequently cross the maritime border into Japanese waters. He said the ships should leave the area immediately.
    He also said such actions could damage efforts by the 2 countries to create an environment for smooth communications to calm the situation.
    Cheng reportedly repeated his government's claim that the islands belong to China.
    Nov. 4, 2012 - Updated 08:16 UTC (17:16 JST)

    RispondiElimina
  33. In realtà, era per la piscina.
    Ma vabbé, per il resto concordo con voi due.

    RispondiElimina
  34. Come dice Toto sono un DPI per la contaminazione della pelle, certamente non fermano nemmeno l'1/1000 dei gamma da Cesio.
    Lavorare con la tuta in tyvec è difficile. Io non sono mai riuscito ad andare oltre le due ore indoor, immagino che outdoor col sole estivo mi beccherei un colpo di calore in 30min. La maschera appesantisce la faccenda, specie per me che ho sempre riniti allergiche. Lo sapevate che la maschera facciale è incompatibile con la barba lunga? Vero che non mi sembra che i giapponesi abbiano molta barba.
    Quei poveretti stanno facendo il purgatorio in terra solo per essere pronti ad iniziare a lavorare ...
    Tra l'altro non è pensabile di abbassare la guardia (almeno per una tuta più leggera estiva e magari semi-traspirante perchè hanno addosso gli occhi del mondo, sai le denuncie a raffica?
    SM

    RispondiElimina
  35. Sulle piscine probabilmente sono stati efficcaci. Molto di più erano le autogrù dei VVF con i getti a 100m.
    Ricordo un Tg3 di quei giorni: "in questo filmato si vedono gli elicotteri fare un ultimo tentativo per raffreddare i reattori, dopodiché anche loro dovranno abbandonare la centrale e mettersi in salvo"
    Beh...

    RispondiElimina
  36. AnonimaFrancese4 novembre 2012 14:40

    ahahah stamane @SergioManera:disqus facendo pulizia del pc ho ritrovato una tua massima storica che ho incorniciato e conservato ;.) te la ripropongo ;.)

    RispondiElimina
  37. AnonimaFrancese4 novembre 2012 15:27

    vecchie memorie di webcam http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Qy3-fN-VKzg

    RispondiElimina
  38. Ho parlato negativamente solo degli elicotteri che hanno sparato quasi tutto fuori [20 e lode per l`impegno ovviamente].
    Pero` bisogna dire che non era facile essere lucidi dopo le esplosioni di idrogeno.

    RispondiElimina
  39. Dai che adesso hanno da 4 a 18 gradi :)

    RispondiElimina
  40. Ci siamo cappottati quella volta :)

    RispondiElimina
  41. La LIPU ringrazia, ma grinpiss ti denuncera` perche` nascondi i veri danni di Fukushima!

    RispondiElimina
  42. Stai zitto che la settimana in cui puoi stare in polo e bermuda senza sudare e` finita e siamo alla camicia a maniche lunghe con aggiunta di giacchetta leggera in caso di venticello.
    Naturalmente ieri sera diverse nipponine avevano le gonne ascellari senza calze [osanna osanna] e giacca pesantina con sciarpa [l`orsetto era con pelo e camicia jeans].
    Diaciamo che saro` in felpa in altri 7 giorni?

    RispondiElimina
  43. Un approfondimento su Cina -Giappone

    http://temi.repubblica.it/limes/il-futuro-di-cina-e-giappone-passa-per-le-isole-contese/38064

    RispondiElimina
  44. Della serie
    Chi è scottato una volta, l'altra vi soffia su
    Once bitten, twice shy
    chi si è scottato con la polenta soffia anche sullo yogurt ( greco)



    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T121104002958.htm

    RispondiElimina
  45. Queste frasi:
    Ciò metteva Pechino in una posizione di debolezza agli occhi dell'opinione pubblica internazionale: era un problema tra una democrazia (il Giappone) e un regime autoritario (la Cina), quindi era praticamente scontato che il mondo e la regione avrebbero parteggiato per la prima
    Mi fanno salire il sangue alla testa questa affermazioni.
    Soprattutto perché quello che segue sembra solo un arrampicarsi sugli specchi per giustificarsi perché ora, come fa capire all'inizio dell'articolo, fa comodo tenersi buona la Cina invece del Giappone.

    Sarebbe molto difficile per la Germania o l'Italia, alleati del Giappone in quella guerra, discutere con i loro vicini di confini senza destare un muro di sospetti e risentimenti.
    Direi che non c'è neanche bisogno di nominare la parola "confini" per questo... il muro di sospetti e risentimenti si alza a prescindere per qualunque cosa riguardi la Germania.

    RispondiElimina
  46. Bello il proverbio, devo notarmelo! :-)
    (ma c'è la polenta in Grecia??)

    RispondiElimina
  47. è piaciuto tanto anche a me!

    RispondiElimina
  48. leggendo quello e altri articoli simili sul tema, mi stupisce il fatto che i giornalisti (e non solo) fossero convinti che i tecnici arrivavano sul posto, guardavano la faglia e davano il responso nel tempo di un caffè.


    non servono anni per rispondere, ma forse qualche ora in più non mi stupisce affatto, invece certi commentatori hanno subito detto che questo ritardo è legato al fatto che si stanno accordando su quanti soldi prendere per dare la risposta giusta.

    RispondiElimina
  49. Certo che c'è! E' un piatto tradizionale, figurati che nelle isole Ionie la chiamano poulenta, qui in Tracia katsamaki e si serve con feta sbriciolata sopra ( lega divinamente). certo non è un piatto quotidiano come nel Nord Italia (dove lo danno anche negli ospedali) e molti giovani praticamente non lo hanno mai assaggiato perché a molte famiglie ricorda i giorni della carestia. Prevedo un ritorno di moda alla grande..

    RispondiElimina
  50. se la cosa può consolarti, anche nell'Italia del nord la tradizione della polenta si sta affievolendo. Da piatto povero quotidiano, sta diventando un piatto ultra ricercato che si mangia solo al ristorante o comunque cucinato per un'occasione speciale.

    RispondiElimina
  51. Già, specialmente l'ultimo paragrafo dà da pensare, cosa intendono "vi lasciamo prendere le isole se fate da mediatori con la Corea del Nord? " Mah!

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=fqDuUSu7mCE

    (Ti dirò da un lato mi fanno tenerezza, dall'altro penso che hanno la loro bella sovranità nazionale)

    RispondiElimina
  52. Vero, e stranamente ha la stessa origine che in Grecia, perché era il piatto dei tempi di carestia.

    Forse in Italia per un certo periodo era diventato talmente raro (perché appunto ricordava la fame, "la pulenta la cuntenta", " Loda la polenta e mangia il pane" ;-) ) che è ritornato di moda come qualcosa di ricercato! E magari perché non è più segno di fame. Beh, non ancora, almeno.



    Buona pero', e devo dire che al di là dell'Italia Settentrionale è molto rara, purtroppo.


    Egiovanna : leggo che in Grecia si usava anticamente l'orzo (prima dell'importazione del mais), oggi è cosi' o è ormai tutto mais anche là?

    RispondiElimina
  53. (non posso vedere filmati da qui, quindi non so cosa c'è...)

    Pensi sempre all'Europa?
    Ma guarda, le Federazioni non sono un male, ma bisogna farle bene, e su questo siamo assolutamente d'accordo. Parecchi paesi son in realtà federazioni, ma funzionano talmente come un blocco unico che non ci si pensa neanche, per Esempio, gli USA (facilmente riconoscibili), la Svizzera (a volte ce se ne ricorda) e la Russia (che per la precisione è Rossijskaja Federacija).
    Il problema è forse anche che l'Europa è troppo "giovane" e le tensioni interne sono troppo forti per avere uno spirito "confederato", oltre al fatto che le "due velocità" sono innegabili.

    RispondiElimina
  54. A me risulta che viene usato nella produzione della birra...

    RispondiElimina
  55. Questi sono fuori come dei balconi.
    SM
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20121105a2.html

    RispondiElimina
  56. L'orzo? Sicuramente, ache se la birra si fa praticamente da quasi tutto quello che puo' fermentare ;-)

    RispondiElimina
  57. AnonimaFrancese5 novembre 2012 12:31

    pensavo la stessa cosa Vale ;.) riguardo alla polenta ;.)

    RispondiElimina
  58. Per riprendere @toto_unicolab:disqus sotto, hanno dato la risposta nel tempo di un caffé con pasticcini.

    Un café gourmand come lo chiamerebbe la nostra @AnonimaFrancese:disqus :-)

    RispondiElimina
  59. Furbi a importare ancora più gas e corrente dalla Cina, come penso che facciano, eh? E poi ci si sorprende che la Cina alza la testa.

    RispondiElimina
  60. Come le castagne. Una volta erano il pane dei poveri, oggi costano 6 euro al kg.
    A casa mia le untime 3 domeniche si è mangiato polenta e funghi :)
    SM

    RispondiElimina
  61. Ops, quando ho postato la stessa notizia non avevo visto la tua. Ma credo che la colpa sia di Disqus, bisogna sempre trovare qualcuno cui dare la colpa :)
    Comunque sia ... flic o floc?
    SM
    P.S. proverbio magnifico!

    RispondiElimina
  62. Inizia a mettere gli europei daccordo su una prima lingua comune... e poi forse facciamo un`Europa vera :)

    RispondiElimina
  63. Basta che non sia l'inglese, mi va bene anche il magiaro!
    Un vecchio tentativo era stato fatto con l'Esperanto che, naturalmente, non ha preso piede.
    Io proporrei il francese ;-)

    RispondiElimina
  64. @kumachanTokyo:disqus : ah, e neanche necessariamente vero... in Svizzera ogni parte parla la sua lingua... a Ginevra non parlano tedesco e a Zurigo non credo francese. E a Lugano probabilmente nessuna delle due ;-)

    RispondiElimina
  65. Stanno pianificando un gasdotto dalla Russia

    http://ajw.asahi.com/article/economy/business/AJ201211050009

    RispondiElimina
  66. Ma cosa si sono fumati prima di scrivere questo racconto di fantascienza????
    Nel 1874 i Giappo si sono presi Okinawa dalla Cina, perche` non restituirgliela?
    Quando ci riprendiamo l`Europa sino al vallo di Adriano?
    "Poco dopo", nel 1891, i cinesi si prendono un`altra randellata con la guerra Sino-Giapponese e firmano il trattato di Shimonoseki con cui le Senkaku diventano giapponesi.
    L`unico momento in cui non sono state sotto il controllo giapponese e` stato durante la seconda guerra mondiale in cui sono state sotto il controllo degli USA che poi ne hanno restituito la proprieta` al Giappone.
    Verso gli anni `70 si e` detto che forse c`era petrolio e la Cina improvvisamente ha detto "sono le mie isole" PUNTO.

    Tornando al racconto di fantascienza:
    "è strano che Tokyo, sconfitta nella Seconda Guerra Mondiale (un
    conflitto avviato a causa di ambizioni territoriali) abbia ancora dei
    contenziosi con i suoi vicini."
    NO, non e` strano, con la Cina il problema e` nato nel 1969 perche` sono cinesi e vogliono petrolio.
    Con la Russia il trattato firmato prevedeva la restituzione di almeno 2 isole su 4 e l`ultima offerta di Putin sono state le 2 isole piu` piccole pari a meno del 30% del territorio ex giapponese.
    La storia delle isole in discussione con la Korea sarebbero una comica piu` ridicola di questo articolo se non fosse seria!
    Le isole erano Giapponesi gia` prima della seconda guerra mondiale, alla fine di questa vi erano i territori sotto il controllo americano.
    Queste isole, data la vicinanza alla Korea erano sotto il controllo militare di McArthur in Korea.
    A fine periodo post bellico gli USA hanno restituito la potesta` al Giappone, ma la Korea ha detto "No, noi siamo ancora in semiguerra con la Korea del nord quindi riteniamo ancora valido il controllo e non accettiamo la restituzione al Giappone".
    Avro` semplificato per farla breve ma il succo dovrebbe essere rimasto.

    Da sganasciarsi poi con:
    ma perchè la Cina non presta più aiuto sul delicato tema della Corea del
    Nord? Ciò potrebbe creare maggiore fiducia tra Pechino e Washington, e
    potrebbe anche contribuire a smussare le questioni marittime.
    Vorrebbe dire che secondo chi scrive gli USA lascerebbero le Senkaku alla Cina?
    Ma questi qui si leggono le dichiarazioni del governo USA che ha detto che le Senkaku ricadono sotto il trattato di reciproca difesa USA-Giappone?
    Ribadita anche dal Professor Aaron Friedberg consulente di Romney, quindi chiunque vinca la linea e` fissata.
    Nonche` basta guardare i fatti, per la prima volta dopo la seconda guerra mondiale gli USA mandano DUE portaerei in zona e, altro fatto, e` iniziata l`esercitazione USA-Giappone con scenario di "riconquista di una isola giapponese catturata da forze nemiche".
    All`esercitazione partecipano 45,000 uomini, cacciatorpediniere ed incrociatori AEGIS delle forze giapponesi e 10,000marines, navi ed una portaerei USA.
    Date le parole veramente dette ed i fatti in essere, questo articolo secondo voi e` fantascienza o no?

    RispondiElimina
  67. Mi sembra un'ottima e sensata idea. La russia avrà probabilmente un occhio di riguardo per i Giapponesi, anche se generalmente non sono in disaccordo con i cinesi. D'altra parte, sono praticamente giapponesi a Sakhalin (anche se di etnia russa, c'hanno pure gli occhi a mandorla i locali :-) )

    from Vladivostok, a Russian city on the Sea of Japan
    Piuttosto riduttivo, sembra un paesello a sentire loro :-)
    E' il più grando porto del pacifico, termine della transiberiana, sede della flotta del pacifica (una delle due russe più potenti) e, tocco turistico, sede del ponte sospeso più lungo del mondo, più di un chilometro. Linea telegrafica diretta con Shangai e Nagasaki.
    In epoca sovietica era una cosiddetta "città chiusa".
    Curiosità: mentre in russo il nome significa più o meno "dominatore dell'Est", in cinese è chiamata Haishenwai, "città dei cetrioli" :-)

    RispondiElimina
  68. Troppo gaio :)

    RispondiElimina
  69. Ben detto, mi erano sfuggite le tue osservazioni.

    Verso gli anni `70 si e` detto che forse c`era petrolio e la Cina improvvisamente ha detto "sono le mie isole" PUNTO.
    Motivo comunque più serio della contesa delle Falkland con l'Argentina...

    RispondiElimina
  70. Scommetto che @AnonimaFrancese:disqus è d'accordo! :-P

    RispondiElimina
  71. Infatti si e` trovata un indio dallo spagnolo MUY MACHO!

    RispondiElimina
  72. quello che tu non sai è che ora parla francese meglio di Victor Hugo! :-))

    RispondiElimina
  73. Questo e` quello che facciamo normalmente noi maschi per la gnocca!
    Ci impariamo persino giapponese e russo!
    Figurati imparare il francese partendo dall`italiano o dallo spagnolo.

    RispondiElimina
  74. comunque prima che @AnonimaFrancese:disqus mi mandi a farmi visitare dai Greci (lei capisce :-) ), era una battuta :-))

    RispondiElimina
  75. E` tutta una serie di battute semiserie, dura fare la graduatoria della meno seria :)
    Anzi, la piu` seria e` "per la gnocca questo ed altro!".

    RispondiElimina
  76. Appunto. ho scoperto oggi la birra di castagne...

    RispondiElimina
  77. mamoru_giappopazzie5 novembre 2012 21:46

    se c'e' una cosa che l'uomo sa fare bene e' cavare alcol da qualunque cosa :)

    RispondiElimina
  78. mamoru_giappopazzie5 novembre 2012 21:52

    http://www.asahi.com/national/update2/1105/TKY201211050474.html

    福島県は5日、希望する母親の母乳を検査した結果、378人全員分で「放射性物質が検出されなかった」と発表した。

    東京電力福島第一原発の事故を受け、県は今年6月から、乳幼児の健康に対する不安解消のため母親からの電話相談を受け付けている。10月末までに相談があった703人のうち378人について…


    i nostri amici di asahi riportano che nel latte materno di 378 aspiranti mamme della prefettura di Fukushima nessuno ha tracce di sostanze radioattive.

    RispondiElimina
  79. o perbacco... per fortuna sono solo 378 e le altre migliaia no! (ovviamente sono ironico!)

    era difficile pensare il contrario, visto i livelli nei cibi, però se le neo-mamme (le aspiranti mamme non dovrebbero avere ancora il latte, giusto?) si sentono più tranquille è assolutamente da fare. mi spiego, la serenità è un ingrediente chiave e non trascurabile nelle prime fasi della maternità.

    RispondiElimina
  80. mamoru_giappopazzie5 novembre 2012 22:04

    Ancora oggi continuo a pensare che al tempo sono stati troppo buoni: fossi stato nello zio sam, il giappone me lo sarei preso tutto mica solo Okinawa* fino al 72, bonta loro che gli hanno lasciato un paese in cui vivere.

    * che probabilmente fara' la fine della maddalena, una volta smammati gli americani tutti a piangere miseria...

    RispondiElimina
  81. mamoru_giappopazzie6 novembre 2012 07:35

    In attesa di @lisandro altro giro altro sondaggio di mamma NHK

    http://www3.nhk.or.jp/news/html/20121106/t10013282741000.html

    a Okuma machi (paese del grande orso) in 3424 persone hanno risposto come segue.
    Divisi per fascia di eta'

    Non torneranno (a casa)

    10-30 55%
    40-50 49%
    60- 39%

    tra i motivi l'81% dice per la preoccupazione delle radiazioni e il 70% per la sicurezza nucleare (a questo punto gli conviene cambiare paese pero' ).


    IMHO, avendo visto l'andazzo di quelle zone (e piu' ci si sposta a nord piu' mi pare peggio), anche in condizioni normali, l'attrattiva per i piu' giovani non mi pare molto bassa. Quindi se dovessi immedesimarmi in un trentenne del posto, approfitterei dell'occasione per tirare in tasca qualche soldino e cambiare vita in un posto quel pelo piu' vivace... Alla tv giapponese mi ricordo uno special di qualche settimana fa, dove si mostravano delle scuole ancora inagibili, coi bambini che dovevano usare dei prefabbricati scarni per fare lezione, ecco ad avere dei figli magari uno pensa che cambiare zona non sia poi cosi' male, a prescindere dalle radiazioni.

    RispondiElimina
  82. 'Giorno!
    Ecco il numero preciso dei lavoratori a Fukushima

    Tokyo Electric Power Company has over-reported the number of workers who are signed up to decommission the Fukushima Daiichi Nuclear Power plant.
    NHK found through an interview with TEPCO officials that only 8,000 workers are registered for the job, as of last month.
    Earlier, the utility said there would be no manpower shortage as it had secured about 24,000 workers.
    But this figure represents the total number of people who have worked at the crippled plant since the accident on March 11 last year.
    16,000 workers have already quit the job. Many of them left due to severe working conditions.
    TEPCO has estimated 11,700 workers are necessary for decommissioning work this year.
    TEPCO officials say that some workers will register again and therefore there will be no employee shortage in the short term.
    But they also admit they cannot predict how many workers they can secure, and also said they must train their workforce.

    3,000 people a day are working on the unprecedented project. Their responsibilities include taking out nuclear fuel rods from 3 reactors which have melted down.

    Nov. 5, 2012 - Updated 20:24 UTC (05:24 JST)

    RispondiElimina
  83. Molto interessante quest'isola di Sakhalin, ricchissima di petrolio, gas, carbone, foreste ... Ci sono progetti di costruzione di un tunnel Sakhalin per un collegamento fisso tra Sakhalin e la Russia continentale. Ma anche i Giappo hanno pensato a un Sakhalin-Hokkaidō Tunnel, idea per il momento raffreddata.
    Però, visto i precedenti, non si sa mai..
    After the Russo-Japanese War, Russia and Japan signed the Treaty of Portsmouth of 1905, which saw the southern part of the island below 50th parallel north reverting to Japan; Russia retained the other three-fifths of the area.
    Dei 448.000 residenti giapponesi del Sud Sakhalin che vivevano lì nel 1944, molti sono stati evacuati in Giappone durante gli ultimi giorni della guerra, ma il restante 300.000 o giù di lì rimase per molti anni ancora. La stragrande maggioranza dei giapponese Sakhalin sono stati evacuati in Giappone nel 1946-1950, ma decine di migliaia di coreani Sakhalin (e un certo numero di loro coniugi giapponesi) sono rimasti in Unione Sovietica
    ......
    No final peace treaty has been signed and the status of four neighboring islands remains disputed. Japan renounced its claims of sovereignty over southern Sakhalin and the Kuril Islands in the Treaty of San Francisco (1951), but claims that four islands currently administered by Russia were not subject to this renunciation.

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/6/6e/Karafuto_map.png/170px-Karafuto_map.png

    RispondiElimina
  84. Non sono contraria neanch'io per principio a una federazione, tenendo presente che non è necessaria, come sostiene la Germania, una unione fiscale ( vedi appunto Stati Uniti). Però pensavo alla Grecia, questo piccolo paese divenuto lo zimbello e la zavorra mondiale, che ormai è interamente nelle mani dei creditori, gli introiti fiscali andranno in un conto speciale a cui lo stato greco potrà attingere solo se rimane qualcosa dopo il pagamento di titoli e interessi vari, e in più ci prepariamo a mangiare cibo scaduto

    http://www.keeptalkinggreece.com/2012/10/12/its-official-expired-food-will-be-sold-in-greek-supermarkets/

    RispondiElimina
  85. Orsetto non sono ferrata in materia, ma mi fa piacere che l'articolo non sia piaciuto a nessuno così abbiamo sentito un'altra campana...

    RispondiElimina
  86. Sputiamoci sopra, ce lo possiamo permettere

    http://www.lindipendenza.com/oro-ambientalisti-contro-apertura-di-4-miniere/

    RispondiElimina
  87. Un po' come il petrolio della Basilicata.
    Bah, che dire.

    RispondiElimina
  88. Allora buone notizie per i termometri del numero 2. Se non ho capito male, le autorità hanno accettato quello nuovo installato e quindi lo troveremo nei grafici. Dico troveremo, perché chiaramente hanno colto l'occasione per cambiare formato dei dati e devo sistemare tutto!

    RispondiElimina
  89. "Japan renounced its claims of sovereignty over southern Sakhalin and the Kuril Islands"

    E ci credo. Non ci vanno con i guanti di velluto, loro :-)

    RispondiElimina
  90. E meno male :)
    Seriamente, qualunque che contiene zuccheri va bene. Una volta capito, il limite è la fantasia :)

    RispondiElimina
  91. Parli di unione fiscale a livello legislativo, immagino. No, probaiblmente non è necessario, ma molto comodo. Negli USA (il meno federato di quelli citati da me) infatti è tutto più complesso, leggi e organismi nazionali + leggi e organismi federali. Inutile, secondo me.


    Per i cibi scaduti... occhio comunque che buona parte delle cose "legalmente scadute" sono ancora buone in realtà, almeno per un po' di tempo. A volte dipende dalla conservazione. In diversi casi la data di scadenza è abusata. Quindi è una cosa da valutare con molta attenzione.

    RispondiElimina
  92. Non scherzare che bertRaglio ti prende seriamente e ci fa un articolo!

    RispondiElimina
  93. mamoru_giappopazzie8 novembre 2012 23:45

    giornata fiacca o si e' scassato disqus?

    RispondiElimina
  94. siano uno che l'altro.... disqus si scassa con regolarità, ma in genere impiegano poco ad aggiustarlo!

    RispondiElimina
  95. un video molto interessante da Daini specie per chi non ha mai visto la movimentazione del combustibile dal reattore alla piscina. qualcuno si ricorderà con quale fatica abbiamo cercato di spiegare nei primi giorni il funzionamento di queste operazioni.

    ora abbiamo un video di 10 minuti scarsi che spiega tutto.

    http://youtu.be/nZIJCTc0RYo

    RispondiElimina
  96. Fiacca? Alla faccia, non mi sono seduto un attimo in ufficio fino alle 11.30, apro la posta 32 messaggi ... grrr!
    Io dovrei lavorare nel fuori orario di lavoro, si starebbe più tranquilli
    SM

    RispondiElimina
  97. Buon giorno!

    Questa storia delle simulazioni sbagliate e corrette per tre volte sa un po' di farsa. Questo è equivalente a farsi ridere dietro.
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20121107b6.html

    RispondiElimina
  98. No radioactivity found in
    Fukushima
    mothers' breast (Asahi)

    No radioactive cesium was
    detected in tests on the breast milk of mothers in Fukushima Prefecture, authorities said Nov. 5,
    adding that fewer women than expected offered samples. Since June, the Fukushima prefectural
    government has provided telephone counseling for anxious mothers with infants
    following last year's nuclear disaster. The prefecture tested breast milk from
    378 mothers among the 703 who received counseling by the end of October. It said
    all samples indicated levels lower than the detection limit of radioactive
    cesium, 2 becquerels per kilogram. The prefecture earmarked 100 million yen
    ($1.25 million) for breast milk tests covering around 10,000 mothers, after
    estimating 18,000 births a year. A prefectural official said the results brought
    a sense of relief, but called on more mothers to take the test, as the number of
    the applicants was significantly lower than predicted. The test is free. People
    registered as having their domicile in Fukushima Prefecture but living outside the area can
    also take it.

    RispondiElimina
  99. Scusate, non riesco ad essere presente come vorrei. Se avete bisogno di qualcosa, di tradurre o anche di un check, il tempo lo trovo, veramente non preoccupatevi. Però magari non mi accorgo della richiesta. Mi potreste (per questo periodo) mandare una voce per mail?

    RispondiElimina
  100. va bene caro, ti teniamo informato!

    RispondiElimina
  101. Assolutamente vero. I dati sul vento sbagliati? Non riesco a capire come possano succedere queste cose. La NRA (americana) si accorge che i dati sul vento giapponese forniti dai giapponesi sono errati? Un altro punto nella scala del ridicolo per kumachanTokyo da notare.

    Non capisco poi troppo la questione di "mettere in conto le formazioni geologiche nelle simulazioni". Le simulazioni non mettono in conto terremori, tornadi, inondazioni, tsunaml perché non si basano sugli eventi che accadono "sulla" centrale, ma sulle tipologie di problemi che possono presentarsi.

    Insomma, puoi simulare un LOCA con tranciatura netta, ma ti frega poco sapere se è a causa di unp tsunami o un terremoto. Per simulare la dispersione usi modelli di diffusione atmosferica o marina, ti frega poco della geologia.

    Probabilmente sarebbe più corretto dire "prendere in conto condizioni di emergenza non previste prima".

    Mah.

    RispondiElimina
  102. occhio che la NRA è la nuova NISA, gli americani sono la NRC. Comunque nulla toglie al ridicolo di aver sbagliato le direzioni dei venti :(


    Sulle formazioni geologiche anch'io inizialmente pensavo ai terremoti, poi però ho pensato più semplicemente alle montagne, le valli, il mare... queste formazioni devono entrare nella simulazione, come anche devono essere aggiornate le mappe catastali con la densità di popolazione.

    RispondiElimina
  103. Vero, ma se non sbaglio queste informazioni sono prese in conto dagli anni '80! Almeno in Italia...

    Credo (e spero :-) ) che SM confermi. Ricordo di aver avuto per il passato in mano gli studi sull'inquinamento delle centrali italiane e queste cose mi parevano già prese in conto.

    E poi scusa, stai ipotizzando che nelle simulazioni sulla dispersione atmosferica non tengono conto se c'è una montagna davanti o no???

    RispondiElimina
  104. E poi scusa, stai ipotizzando che nelle simulazioni sulla dispersione atmosferica non tengono conto se c'è una montagna davanti o no???


    questo è quello che dicono!

    RispondiElimina
  105. A proposito, o forse anche no. Ieri ascoltavo un podcast in cui parlavano di un grosso progetto europeo per lo studio delle conseguenze all'esposizione alle radiazioni non ionizzanti in alta frequenza (leggi onde radio dei cellulari, wifi e simili). Lo studio non trovava alcun effetto negativo sulla salute.

    L'intervento si concludeva con un'intervista ad una radiobiologa dell'ENEA che citava un altro studio attualmente in corso sempre sui campi elettromagnetici, ma in bassa frequenza (50 Hz), leggi elettrodotti, in cui era stata messa in evidenza una tenue (da verificare) correlazione con alcuni casi di leucemia infantile.



    E questa frase mi ha acceso una lampadina. Vi ricordate i vari studi KiKK e gli equivalenti negli altri stati europei mirati ad individuare correlazioni tra leucemie infantili e centrali nucleari? Anche il recente studio francese mostrava un aumento dei casi di leucemia, ma scorrelato dalle dose, ovvero le aree con più dose non era quelle con più casi.


    La spiegazione potrebbe essere proprio negli elettrodotti. Dove ci sono centrali (nucleari o no) ci sono elettrodotti e questa purtroppo è una conseguenza inevitabile, sia che sia un parco eolico o una centrale a carbone.

    RispondiElimina
  106. Hai un riferimento a qualche studio? Mi interesserebbe leggere il meccanismo ipotizzato per la correlazione. Ma sono sicuro che ci pensa @SergioManera:disqus a inondarmi di link ;-)

    Ma giova ripeterlo: una legge causa-effetto implica una correlazione, ma il viceversa non è vero!

    RispondiElimina
  107. Ah, dicono proprio cosi'? E' vero tutto sommato che "geological formations" deve probabilmente essere inteso come dici tu.Ma in questo caso, la scala del ridicolo di @kumachanTokyo:disqus deve essere ridimensionata... verso l'alto!


    Ma come biiip le fanno le simulazioni questi? Venti sbagliati, niente orografia...

    RispondiElimina
  108. è la stampa a dire queste cose riprendendo affermazioni della NRA, quindi dobbiamo soppesarle bene, però è chiaro che prendevano la preparazione all'emergenza un po' troppo alla leggera.

    RispondiElimina
  109. Avete notato la risalita nella concentrazione di idrogeno ne reattore 1? E' il grafico nel post. Adesso devo capire il perché

    RispondiElimina
  110. OT per Egiovanna :

    Mi puoi levare una curiosità? Ma quando i greci scrivono in corsivo a mano, immagino che attacchino le lettere le une alle altre come tutti? Perché a me hanno sempre insegnato a scrivere staccando le lettere (tipo stampatello per intenderci) e ho sempre visto scritto cosi'.
    Quando scrivono a mano, alcune lettere sono molto diverse da come si trovano stampate?
    E magari nella tua infinita gentilezza, puoi farmi vedere com'è un campione scritto a mano?

    (ma Disqus si perde i link agli utenti???)

    RispondiElimina
  111. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:15

    e pensa se gli si parasse davanti @kumachanTokyo:disqus ... gli sballerebbe tutta la simulazione!



    :)

    RispondiElimina
  112. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:15

    hai presente quello che si succhia il dito e lo mette per aria per sondare il vento?

    RispondiElimina
  113. Per le radiazioni ionizzanti la correlazione la devi fare con la dose, non ci sono santi. Per me lo studio francese è il più indicativo.
    SM

    RispondiElimina
  114. Ho visto mappe in cui si faceva confusione tra provenienza e direzione del vento, mappe su cui i settori avanzavano in senso orario e altre antiorario.
    Ho visto anche mappe su cui non era indicata la scala ...
    SM

    RispondiElimina
  115. Riguardo Ohi e la commissione NRA: copio e incollo da qui
    http://fukushima-is-still-news.over-blog.com/article-oi-fault-active-or-not-112043671.html

    mi domando, tutto questo lavoro perchè c'è una presa d'acqua che passa attraverso questa presunta spaccatura? Ma se è così, nel dubbio, fai un'altra presa d'acqua dall'altro lato della montagna e caso risolto, no?

    La fretta di questo Mitsuhisa Watanabe lascia pensare che sia lui a non essere imparziale e del resto ha partecipato ad almeno 1 conferenza stampa quando dovrebbe lavorare silente nella commissione.
    Puzza di bruciato sta vicenda. Il Giappone gioca con un rasoio affilatissimo attorno ai suoi attributi, io non lo farei ...
    SM


    "The shattered zone in question will not trigger an earthquake, but it is
    feared it could move together with active faults near the plants'
    premises and damage a water channel that would
    be used to take in seawater to cool reactors in the event of an
    emergency."

    RispondiElimina
  116. Campi elettromagnetici a bassa frequenza li consideri comunque radiazione ionizzante?
    in ogni caso, mi riferivo al meccanismo biofisico che ipotizzavano per spiegare la correlazione.

    RispondiElimina
  117. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:16

    ecco hai riassunto perfettamente l'idea che mi ero fatto.

    RispondiElimina
  118. Assolutamente no. Non so nulla di radiazioni non ionizzanti, sono un totale novellino anche della relativa normativa.
    Io sono molto più interessato ai processi che spaccano la materia :)
    Dose significa solo dose da RI, non conosco altre dosi.
    Ciao SM

    RispondiElimina
  119. Come ti dicevo mi sono iscritto ad un corso di lingua russa e più o meno (come fisico) le lettere le conoscevo. Viceversa la scrittura in corsivo russo (tutte le lettere attaccate) mi ha scioccato per le prime lezioni.
    A partire da sì ... ga :)))
    SM

    RispondiElimina
  120. здравствуй! - здравствуй!

    (nota come là la д sembra una derivata parziale. Cosa che è ;-) )
    Parlavo del greco! :-)
    Il russo invece lo conosco bene. Oddio, ormai un po' meno bene.
    Quello che vedi è la differenza fra le lettere scritte e quelle stampate. L'italiano non fa eccezione, prova a ricordartri l'alfabeto scritto che imparavamo alle elementari e confrontalo con le lettere stampate. Anche là ci sono delle differenze.

    RispondiElimina
  121. In effetti, nella scrittura le lettere si modificano proprio per rendere più fluida la scrittura e permettere il passaggio da una lettera e l'altra.

    Pero' non ho mai visto niente del genere in greco, e mi ponevo la domanda

    RispondiElimina
  122. "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi..."

    RispondiElimina
  123. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:19

    \(,,゚Д゚)/

    RispondiElimina
  124. conosco un minimo di NIR (non-ionizing radiation), ma uno dei ragazzi che lavora con me ha esperienza e non solo legislativa.


    nel caso delle NIR si parla di esposizione, ma misurarla non è per nulla facile e a parer mio è più la spesa che l'impresa. però safety first, specie sui luoghi di lavoro.

    RispondiElimina
  125. Non serve essere "marziani", basta entrare in una Prefettura ...
    SM

    RispondiElimina
  126. Si aprano le danze!

    FUKUSHIMA, Japan, Nov. 8, Kyodo

    The Nuclear Emergency Response Headquarters at the Prime Minister's Office announced Wednesday a 150 million yen plan to retool devices to monitor radiation levels in the air at 675 locations in Fukushima and surrounding prefectures, saying they were underreporting levels by around 10 percent.

    Radiation was blocked by metal boxes containing batteries next to the detection units at the monitoring posts, an official said. Residents and local governments have complained of discrepancies in data compared with readings from other sources.

    The science ministry has been posting data on its website since April after installing monitoring posts at public buildings and tourist spots in the wake of the March 2011 accident at the Fukushima Daiichi Nuclear Power Station.

    Retooling work is scheduled to start shortly with completion eyed for February in Fukushima, Miyagi, Yamagata, Ibaraki, Tochigi, Gunma and Niigata prefectures.

    RispondiElimina
  127. Scusate, mi intrometto. Un amico giapponese, che tra l'altro lavora per un ente governativo mi faceva l'altro giorno una domanda semplice semplice:
    "Perché l'Italia si è ostinata a portare avanti un referendum su una questione così vitale per un paese come quello sulle future politiche energetiche (cioè sul nucleare) in un momento emotivamente distorto come l'immediato post fukushima? Non poteva annullarlo con la motivazione che in quella determinata congiuntura un giudizio lucido e sereno non sarebbe stato possibile?". In Giappone sarebbe stata questa la logica seguita, e in realtà nemmeno l'opinion pubblica più agguerrita avrebbe in fondo trovato da ridire.
    Alché io gli ho risposto: "Beh, ma sai, è che..." e non sono riuscito ad andare avanti, con mia stessa sorpresa. Chiedo aiuto a voi

    RispondiElimina
  128. tutto per un 10%? ma questa gente non sa proprio come vengono fatte le stime di dose. ci sono fattori di sicurezza che questo 10% se lo mangiano letteralmente... ma...

    RispondiElimina
  129. vuoi la risposta pragmatica o la risposta diplomatica? Mi sa che ti devi accontentare di quella pragmatica, perché l'altra non la trovo.

    Gli italiani si sono lasciati manipolare come spesso succede. In Italia, il nucleare è una cosa politica, in particolare è una cosa di destra e di Berlusconi. Vi ricordate quante volte si diceva: fermiamo gli EPR che Berlusconi ha comprato dai suoi amici francesi? (sia chiaro non sono qui a difendere Mr. B.).

    In quel momento serviva dare una botta a Berlusconi e così si è proceduto proprio sull'onda emotiva per non rischiare passi falsi.

    A tal proposito, solo marginalmente in topic, trovo questo stralcio preso da qui molto ben descrittivo della situazione. Nel caso specifico della tua domanda, non serve necessariamente riferirsi al M5S.

    Il punto è che la strategia comunicativa di Casaleggio è stata per anni quella di dare forconi e fiaccole ai cittadini del villaggio, caricandoli poi a molla perché si sentissero di dover considerare forconi e fiaccole come il loro strumento più prezioso. L’industria automobilistica li inganna con auto a idrogeno nascoste, quella farmaceutica diffonde vaccini che provocano l’autismo, l’AIDS non esiste ma fa lavorare i biologi e i farmacisti, gli esami per molti tumori servono solo ai rimborsi sanitari, i detersivi sono inutili e i terremoti si potrebbero scoprire in anticipo, se solo si volesse. La tecnica del blog di Grillo gestito da Casaleggio è molto precisa: togliere autorevolezza a tutto ciò che ne ha, costruire un’immagine di mondo governato da poteri forti che hanno dalla loro solo la dote della malafede, e allenare i lettori a brandire con orgoglio i forconi, a urlare quello che sentono nella pancia, a essere indignati, tutti insieme, in gruppo, andiamo a prendere il bastardo, cacciamolo a calci nel culo. Nessuno degli altri ha competenze. Sono tutti degli incapaci, dei cani, degli approfittatori, e lavorano sulla base della disonestà. Perché tutto è facile. Non serve ragionarci sopra. Le cose o fanno schifo o sono giuste. E quando sono giuste in genere sono nostre, oppure sono molto lontane nello spazio e nel tempo.

    RispondiElimina
  130. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:27

    "In Giappone sarebbe stata questa la logica seguita, e in realtà nemmeno
    l'opinion pubblica più agguerrita avrebbe in fondo trovato da ridire."



    ... e infatti i 50 e rotti reattori giapponesi sono tutti li' che vanno a pieno regime, che mica si sono fatti influenzare emotivamente da FD1...
    La domanda e' pure sensata, ma la capacita' di elaborazione e' proprio su standard giapponesi, ne.

    RispondiElimina
  131. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:28

    si ma TUTTI i rilevatori misuravano sotto di ~10% nemmeno uno sopra?
    a me viene il dubbio che volendo fare i malfidenti una fonte che emette di piu' la si trova sempre, a costo di andare a misurare nel guano di una canale di scolo...

    RispondiElimina
  132. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:28

    "scherzi" a parte, giuridicamente non e' che si puo' annullare un referendum invocando la circonvenzione d'incapace

    RispondiElimina
  133. Ragazzi, tenete uno sguardo su questi grafici di portata di raffreddamento. Ho l'impressione che a presto ne risentiremo parlare per operazioni di pulizia perché il flusso ha ripreso a fare il ballerino.

    RispondiElimina
  134. L'Italia non si è ostinata a portare avanti un referendum a 3mesi da FD. Il referendum era stato preparato in precedenza. In particolare 2010 raccolta firme, gennaio 2011 la corte ha dato il via libera al quesito e fissato da data a giugno del primo anno disponibile (quello senza elezioni se non erro). Mr. B ha provato a rinviarlo ma si sono scatenati tutti, belli e brutti e a quel punto ha fatto trascinamento insieme ad acqua e legittimo impedimento per dare una scossa politica contro B stesso.


    Io credo che l'istituto del referendum sia da rivedere, solo alcuni grandi temi etici dovrebbero poter essere ammessi, divorzio e aborto sono tra quelli. Ultimamente abbiamo votato sugli orari dei negozi ...


    Uno stato che sia stato e pensa sul lungo periodo non sottopone le scelte energetiche a referendum. Una cosa del genere in USA o UK non la si vedrà mai, ma nemmeno in Francia. L'Italia non è uno stato così. D'altra parte non puoi fare il nucleare contro il favore delle popolazione se non sommergendo di quattrini i comuni oggetto di insediamenti. Proprio questa legge sui compensi fu infatti abrogata nel 1987. Ma ormai in Italia il Nimby riguarda anche linee ferroviarie, impianti a biomassa, termovalorizzatori e persino le tanto amate energie integrative-rinnovabili.


    L'Italia tira in là, che dopo Natale c'è Pasqua e poi le vacanze estive ...
    SM

    RispondiElimina
  135. Il nucleare però è un argomento "ni" nel senso che per legge non si può sottoporre a referendum oggetti legati a trattati comunitari cui l'Italia ha aderito. L'Italia è nell'Euratom quindi non si può fare un referendum pro o contro nucleare, ma si può fare un referendum per abrogare la legge che lo regola. Così è stato. Tecnicamente dopo il referendum si sarebbe potuta scrivere una legge completamente diversa e andare avanti. Va detto tra l'altro che la legge scritta dal governo B, modificata n volte in 3 anni, faceva veramente schifo.


    A quel punto però la palla è alla politica e nessuno si sogna di scrivere una nuova legge.
    SM

    RispondiElimina
  136. Si toto, mi trovi d'accordo al 100%.

    Quelle parole sulla strategia di Casaleggio mi ricordano molto la nascita del Fascismo in Italia, con la inevitabile marcia su Roma per raddrizzare la schiena ai nuovi nemici. Di tutt'erba un fascio. Tutti uguali.
    Quello che mi preoccupa maggiormente è che i danni fatti in questo modo sono di lungo periodo. Soprattutto in ambito scientifico dove per ripristinare il giusto livello di conoscenze contro i "miti" è necessario il lavoro di anni e tanti denari di investimento.
    Un esempio su tutti il rischio salute per fermare la TAV, come se bucare le Alpi e fare un traforo non sia mai stato fatto. Ecco, se mi dici se sono favorevole o meno alla TAV mi lasci tiepidino, ma se si comincia a parlare di rischio amianto e uranio per scavare una galleria allora mi sale il sangue alla testa e carico a testa bassa :)

    Il dramma è che poi la domenica vado a casa dei miei a pranzo e anche loro mi ripetono che sotto le montagne c'è l'uranio ...

    SM

    RispondiElimina
  137. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:28

    Nel merito mi trovi d'accordo, rispondevo all'ingenua affermazione di bloccare un referendum (che e' regolato in tempi e modi) con una motivazione come quella.

    Sensato per carita', ma un obbrobbrio dal punto di vista del diritto.
    E torniamo al chi decide cosa in una democrazia e da qui non ne usciamo piu'. Perche' e' un problema di eccessiva politicizzazione di qualunque discussione.

    RispondiElimina
  138. Quando si fanno le misure col c..o può succedere anche questo. 10% più o meno cambia nulla.
    SM

    RispondiElimina
  139. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:31

    22万 cad. = 2000 e rotti euro nono paiono neanche sta grande cifra

    RispondiElimina
  140. Io ho l'impressione che a breve siamo sotto i 40°C con tutti e tre gli impianti, benvenuto inverno!

    RispondiElimina
  141. Sì, SM, lo so che era preparato. Ma non importa, lo si bloccava, con la stessa urgenza che si mette in campo di fronte a un emergenza. E tu, capo di gabinetto, ma anche Capo dello Stato, facevi muro di fronte a chi avrebbe usato questa ritrattazione per demolirti politicamente, perché le ragioni per posporlo a chissà quando ce ne erano in abbondanza. Anzi, ce ne era una, una sola, ma grande come una casa.
    Del resto, portarlo a fondo e affondare assieme al NO, come era prevedibilissimo sarebbe avvenuto, non vedo proprio come abbia potuto costituire un'alternativa anche solo pallidamente valida, per gli strateghi di B.

    E, rispondendo a Toto: ottimo il pezzo di Freddy e so bene che tipo di manipolazione abbia subito questo referendum, ma il mio problema è a monte.
    Perché, ripeto, chi governava, con il potere che gli era conferito, non ha a forza impedito che il referendum si tenesse? Come dicevo sopra, le ragioni da portare c'erano eccome. Si sarebbero trovati di fronte una campagna denigratoria, ca va sans dire, ma sulla debole base del "ecco, non volete fare il referendum perché avete paura di perdere. puzzoni!". Alché la risposta (ma non voglio ripetermi) sarebbe stata: "ovvio che sì, ma come non posso giuridicamente anche solo pensare di imbastire un tribunale contro un sospetto assassino con a capo della giuria il padre del bambino ammazzato, così non è pensabile tenere un referendum sul nucleare a due mesi da uno degli incidenti più gravi della storia delle centrali". Nessuno ha avuto la tempra, la lucidità, la forza di resistere alle ovvie spinte populiste in virtù di un interesse più alto: quello di decidere in situazione di equilibrio una cosa così importante come quella che era in gioco. Vabbè, non eravamo governati da schiere di De Gasperi, ho capito. Allora mettiamola sull'interesse spiccio. Sulle possibilità di mantenere la poltrona. Cedere a chi il referendum lo voleva a tutti i costi, significava ovviamente dargli un potere assoluto, farlo dilagare. Insomma, un suicidio politico. Come è stato. Cinque mesi dopo Monti era al Quirinale a giurare.

    RispondiElimina
  142. Leggo solo adesso, scusa. Sì, immagino possa apparire una deriva ingenua, ma le condizioni erano estreme. E, mi concederai, dal punto di vista di obbrobri del diritto, ne abbiamo visti da oscar, negli anni di B. Il punto è che, certo con alcune precondizioni politiche, certe cose "si fanno" e basta, che siano concepibili o meno. Una volta fatte, esistono e hanno un peso. E (mi aggancio sempre agli esempi che abbiano avuto nel ventennio) la gente finisce per trovare ragionevoli cose che prima non stavano né in cielo né in terra. Perché sono state fatte, e non solo elucubrate.
    (nella frase sopra, mi riferivo esclusivamente a come avrebbe probabilmente reagito l'opinione pubblica giapponese se gli si fosse stato detto "rinviamo il referendum", sulla premessa che FD1 fosse stata in Tasmania, ovviamente, e non in tinello. Ho visto fare a Koizumi cose che voi umani... politica e diritto non sono proprio la stessa cosa)

    RispondiElimina
  143. Le Kurili direi proprio di no. Le prime 4 sono i cosiddetti Territori del nord, bollenti come se non più delle contese isolette cinesi e coreane.

    RispondiElimina
  144. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:34

    Sono aperte le scommesse fino a fine mese.


    Indicate la settimana in cui si verifichera' il primo scoppio di tubazioni per congelamento.


    :)

    RispondiElimina
  145. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:34

    Non sono d'accordo: il problema e' prevalente a valle.

    E li non ci sono scorciatoie a meno di nuclearizzarci tutti.

    RispondiElimina
  146. Si attaccano pochissimo, diciamo che al 90% si scrivono staccate. Le lettere di solito sono facilmente riconoscibili

    Ecco un manoscritto di Elitis e uno di Kavafis

    http://s.enet.gr/resources/2009-11/22-43g-thumb-large.jpg

    http://3.bp.blogspot.com/_C88CRIHyPv8/TL_6ju7f3lI/AAAAAAAAASk/SLsretYxeY8/s1600/thermopiles.jpg

    Ho fotografato la scrittura di Nico, ma dischetto non me la prende...

    RispondiElimina
  147. ecco la scrittura di mio marito ( ho rimpicciolito la foto)

    RispondiElimina
  148. Vabbè, non eravamo governati da schiere di De Gasperi, ho capito. Allora mettiamola sull'interesse spiccio. Sulle possibilità di mantenere la poltrona. Cedere a chi il referendum lo voleva a tutti i costi, significava ovviamente dargli un potere assoluto, farlo dilagare. Insomma, un suicidio politico. Come è stato. Cinque mesi dopo Monti era al Quirinale a giurare.



    Il grassetto è mio e rappresenta, a parer mio, la gran parte del problema. Chi aveva scelto per un ritorno al nucleare, forse non aveva in mente un vero e proprio piano energetico per il nostro paese, ma altri interessi, altrimenti sarebbe intervenuto con più forza per sospendere o posticipare il referendum.

    RispondiElimina
  149. non capisco il problema e' prevalente a valle. Cosa intendi?

    RispondiElimina
  150. Ciao Toto! Sarkò aveva uranio in eccedenza e B. aveva promesso di comprarglielo insieme al know how

    RispondiElimina
  151. lo sai che adesso compare @AnonimaFrancese e fa una perizia calligrafica :)

    RispondiElimina
  152. Intende che la botte dove vive, da buon cinico quale ama definirsi, rotola troppo a valle :)))
    P.S
    http://it.wikipedia.org/wiki/Diogene_di_Sinope

    RispondiElimina
  153. allora diciamo che provo a spegnere e riaccendere il cervello perché non sono ancora riuscito a capire :)))

    RispondiElimina
  154. Beata la mia ignoranza!
    Ho appena appeso sopra la mia scrivania la stampa della "scuola di Atene" che ho comperato il dicembre scorso ai Musei Vaticani e non avrei mai detto che il tizio seduto ai piedi di Aristotele fosse proprio Diogene come vedo dal tuo link :)
    SM

    RispondiElimina
  155. Ci sono dei momenti della vita in cui non serve capire ma si deve dire comunque di sì ...

    RispondiElimina
  156. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 00:37

    @lisandro diceva che il problema stava a monte (chi governa), in realta' se andiamo a valle (termine che uso per mantenere la dicotomia monte/valle) e guardiamo al corpo elettorale ci accorgiamo che il problema nasce da li'.

    Per buttarla sul qualunquismo ognuno ha cio' che merita.

    RispondiElimina
  157. Comunque ogni guerra ha le sue trincee e l'Italia non è mai stata nemmeno vicino al fronte. Adesso le trincee ci sono veramente e sono ad Ohi e contano più delle scelte di Italia e Germania.
    I prossimi giorni/settimane sono decisivi
    SM

    RispondiElimina
  158. adesso ho capito. perdonatemi sono un po' lento.


    e anche tu non hai torto. ci vuole rinnovamento non c'è dubbio, ma fin tanto che questo sarà guidato dai personaggi che menzionavo questa mattina, non so quanto essere speranzoso.


    lo so che la situazione sembra quella di un vicolo cieco, ma purtroppo non ho altre soluzioni da proporre :)

    RispondiElimina
  159. Potrebbero raddoppiare i costi di indennizzi e decontaminazione

    http://ajw.asahi.com/article/economy/business/AJ201211070086

    oppure

    http://www.yomiuri.co.jp/dy/business/T121108004043.htm

    ( con piano di gestione)

    Accordo fra Sogin e Infn per il monitoraggio delle scorie

    http://www.nuclearnews.it/news-3021/accordo-fra-sogin-e-infn-per-il-monitoraggio-delle-scorie/

    Corea del sud documenti di sicurezza falsificati per migliaia di pezzi di reattori nucleari

    http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=south-korea-widens-nuclear-lapses-p

    Studio US-Ucraina sui bonificatori/addetti al clean up di Chernobyl

    esclusi fattori genetici e di altri che potrebbero causare la leucemia, lo studio ha stimato che circa il 16 per cento di tutti i casi di leucemia confermati nel corso di 20 anni di studio del follow erano attribuibili all'esposizione alle radiazioni del disastro di Chernobyl.

    ( a me sembra una buona notizia, mi aspettavo di peggio)
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20121109a5.html

    Lo studio con abstract e pdf disponibile

    http://ehp.niehs.nih.gov/2012/11/1204996/

    Distribuito un opuscolo di 14 pagine a 46.000 famiglie di Ibaraki con informazioni di base sulle radiazioni e le misure di decontaminazione

    http://www.excite-webtl.jp/world/english/web/?wb_url=http%3A%2F%2Fmainichi.jp%2Farea%2Fibaraki%2Fnews%2F20121109ddlk08040182000c.html&wb_lp=JAEN



    ( sono sveglia dalle 5, mi dispiace che dobbiate pagarla voi...)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  160. tranquilla noi ne prendiamo solo gli aspetti positivi! dopo un faccio un giro di letture.

    RispondiElimina
  161. Iettatore! ( come ti sopporta Mamorina? Santa subito!)

    RispondiElimina
  162. E intanto TEPCO ha deciso che dovevano cambiare l'organizzazione del sito web... da quando c'è stato l'incidente, ho perso il conto dei cambiamenti stilistici del loro sito.

    RispondiElimina
  163. Ecco che cosa non andava, hanno rovinato il sito web...

    RispondiElimina
  164. OT @Egiovanna:disqus

    Grazie per la risposta! Una tecnica "anomala", a parte i Kanji dei nostri amici, che per forza di cose non possono essere attaccati.

    Dunque è corretto non aver mai visto né sentito di scritture "attaccate".

    RispondiElimina
  165. Ma mi spiegate com'è che le discussioni più interessanti passano sempre quando non ci sono?? :-))

    RispondiElimina
  166. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 09:17

    il corsivo giapponese e' allucinante


    persino i nativi vanno a intuizione o si aiutano con quanto di riconoscibile sta attorno...

    RispondiElimina
  167. Perché, è molto diverso da quello "stampato"?

    RispondiElimina
  168. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 09:54

    elidono/fondono i tratti...

    sotto trovi una tabella e una scansione

    la tabella e' fatta coi font, pertanto il corsivo (da scrittura a mano 手書き) e' pensato con ancora una parvenza di leggibilita' in mente.

    La scansione e' una vecchia ricevuta del corriere compilata non da me (la mia grafia e' proprio rigida-rigida a confronto e non la posto che ho vergogna), considera che pur sapendo a cosa si riferisce riesco a leggere circa 3 caratteri...

    RispondiElimina
  169. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 10:14

    per la cronaca dall'alto a sx appena sotto ai numeri dovrebbe esserci scritto

    三重県 伊勢市

    poi quello che non sopporto e' che se gli scrivi il 4 "aperto" alcuni te lo "correggono" pure, per il 7 se lo fai con la stanghetta orizzontale qualcuno lo confonde con l'1, mentre altri no perche' quasi sempre lo scivono come un tratto inclinato tipo / .

    Cioe' ti fanno menate se usi un diverso ordine dei tratti nello scrivere roba tipo 警察 o 露天風呂 che ne contengono decine, mentre vanno in palla se gli scrivi il 4 con la gamba verticale corta...welcome to the japanese mind.

    RispondiElimina
  170. mi sa che non trovo la tabella...

    RispondiElimina
  171. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 10:18

    la risposta sotto seconda immagine

    RispondiElimina
  172. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 10:22

    e ho dimenticato poi il corsivo vero, quello piu' calligrafico dove non stacchi la punta e viene fuori una pastrocchiata, delle volte i caratteri sono uniti da una leggera continuita' di tracciatura.

    RispondiElimina
  173. Ah si, questi si vedono spesso nei wu-xia-pian, dove la calligrafia è considerata una vera e propria arte.
    Affascinante questo mondo di lingue e scritture.

    RispondiElimina
  174. Ragazzi, ma voi come gestite la vostra presenza su Disqus da smartphone e palmari vari? Dal mio Iphone è uno strazio. Ho visto che c'è un'applicazione (250 yen) ma magari meglio fare appoggio prima sulla vostra esperienza. Altrimenti solo la sera davanti al computer stanco come una libellula a novembre, o facendo finta di lavorare, ma pare brutto :)

    RispondiElimina
  175. Benvengano gli accordi INFN-Sogin, per carità, ma mi sembra che ci sia ben poco da monitorare se le "scorie" dei laboratori del sud sono quelle note a tutti. Due vasche, una pentola e un po di metallo ... Inoltre non conosco rivelatori di radiazioni che non siano ad alta tecnologia, che poi alto o basso rispetto a cosa? Alla torre eifel oppure al tamagoci?

    Leucemia: facciamo due conti.
    http://www.dica33.it/argomenti/oncologia/leucemia/leucemia2.asp
    In tutto il mondo l'incidenza della leucemia nelle sue varie espressioni
    cliniche è in continuo aumento. L'Italia, tra l'altro, nell'ambito dei
    paesi occidentali, vanta il poco invidiabile primo posto nell'incidenza
    della malattia con 10-12 nuovi casi all'anno ogni 100.000 abitanti. Ecco
    nel dettaglio i numeri della leucemia e i principali fattori di
    rischio.

    Questa fonte dice 10-12 nuovi casi/anno x 20 anni fanno 200 nuovi casi su 100,000 persone.



    Il ministero dice circa 13nuovi casi/anno su 100,000 più o meno ci siamo.
    http://www.salute.gov.it/tumori/paginaInternaMenuTumori.jsp?id=1687&lingua=italiano&menu=tumori

    Lo studio dice 137 casi in 20 anni su 110,645 liquidatori di Chernobyl, gente il cui monitoraggio della dose spesso è associato ad una grossa incertezza e che nel lavoro si dice essere per il 13% (cioè oltre 14,000 persone) superiore a 200mSv??
    Vista così è andata veramente di lusso ma temo si debba andare a trovare il lavoro nel suo intero originale per capirci qualcosa di più. Vorrei leggere i dati nel dettaglio.

    Inoltre vorrei sottolineare che le dosi collettive non vanno bene per questo tipo di stime, l'incertezza associata e la difformità delle esposizioni è così grande da rendere le cosidette medie "inutilizzabili". Clinicamente bisogna prendere i casi 1 per 1, con dosi, situazione clinica, altre patologie associate, etc. ...

    SM

    RispondiElimina
  176. Dal mio nokia 3310 (non l'ho ancora cambiato) si gestisce benissimo ...
    SM

    RispondiElimina
  177. Lo facciamo apposta per farti tornare :)

    RispondiElimina
  178. Vogliono tenere alta l'audience

    RispondiElimina
  179. Hai ragione, non avevo chiesto il permesso per un giorno di ferie alla Feld-maréchalla :-))

    RispondiElimina
  180. mmmh... corsivo giapponese...? I nativi vanno a intuizione esattamente come andiamo noi italiani o come ahimè andreste voi con la mia pessima calligrafia. Il principio è lo stesso: tratti più veloci e conseguente semplificazione delle parti più complicate. Ma i kanji, i sinogrammi cioè, tra le infinite particolarità hanno quella di rendere possibile il "colpo d'occhio". Non hai bisogno di scansirlo per verificare che ci siano tutti i tratti e tutti al posto giusto. Ti aiuti anche con il senso di quello che c'è prima e di quello che c'è dopo (ma non perché sia giapponese, lo facciamo anche noi). Che sia stampato o corsivo, l'occhio scorre sul sinogramma, pensa "più o meno dovrebbe essere questo" esattamente come scorre sulle nostre lettere, riconoscendo la parola a intuito. O per meglio dire: integrando l'informazione mancante con quando di conosciuto abbiamo al di fuori del riconoscimento delle singole lettere (contesto, appunto, logica del discorso, consuetudini grammaticali ecc.). Lo facciamo anche con la lingua parlata, in cui cui, se non lo sapevate, quando ascoltiamo qualcuno, non "sentiamo" (riconoscendolo) mai più del 70% di quello che viene pronunciato dall'altro. Il 100% lo otteniamo integrando quel 70% dal... chiamamolo "paratesto". Non è un problema di difficoltà. Funziona così dappertutto e il giapp. non fa differenza.

    Sull'unire i caratteri, come dice Mamoru, oggi come oggi si limita a un particolare stile di calligrafia, 行書 gyou-sho, dove appunto i caratteri vengono semplificati al massimo e il pennello disegna praticamente serpentine e non si stacca mai dal foglio (l'esempio sotto di mamoru). Però se ci fate caso, anche lì i sinogrammi in genere sono ben staccati l'uno dall'altro per la maggior parte. Attaccarli insomma può venire naturali in alcuni casi (codificatissimi), ma nascono per essere seperati.

    (mamoru, famme capi', ti sei fatto mandare dei vestiti alla locanda Hoshidekan a Ise?? Lavoravi là? :)

    RispondiElimina
  181. 4 e 7 lo scrivono diverso da noi, che ci vuoi fa'? volendo pure il 2... il 5 anche, l'ordine di scrittura è opposto al mio, per dire.

    RispondiElimina
  182. Bene che ci fai il riassunto :)

    RispondiElimina
  183. Ma sì, ma infatti io capisco che a due settimane da Fukushima nessuno, dico nessuno nella nostra compagine politica, nemmeno chi aveva già avuto l'anticipo di uranio da sarkò, riteneva più possibile andare avanti con l'idea del nucleare. Nel mio mondo di utopia, però, non dico che ci dovrebbero essere i governanti in grado di reagire emotivamente in maniera più ponderata del popolino, ma almeno presupporre l'esistenza di un nutrito gruppo di addetti ai lavori capaci di mettere un freno (anche con le eminenze grigie, perché no) alle galline impazzite. E invece tutto - come sempre del resto - è molto più semplice e banale di quanto si immagini...

    RispondiElimina
  184. Tutto vero, e vale per tutte le lingue (e molto più per le "lingue madri"). Infatti:
    - Allo scritto: è difficile riconoscere gli errori di battitura per chi conosce il testo. Si legge addirittura per blocchi e non si leggono certo le singole lettere. Si analizza per pattern.

    - All'orale: è quello che salva gli stranieri, che possono cosi' "glissare" :-) sulle desinenze delle declinazioni senza che il senso ne sia troppo inficiato. In pratica, la tecnica di "mangiarsi le finali" :-)

    RispondiElimina
  185. Ma anche perché si muore di freddo, a Sakhalin. Non sono zone adatte ai giapponesi, non adesso che in televisione possono vedere come si vive in Kyushu. Sono molto ma molto legati alle loro 4 isole e al panorama abbastanza simile delle stesse. Sakhalin poteva essere rimpolpata di gente mandata forzosamente in epoca Meiji, ma basta leggere qualunque romanzo dell'epoca per rendersi conto che, fino a metà del secolo, essere spedito anche solo in Hokkaido equivaleva a una sorta di morte civile.

    RispondiElimina
  186. Davvero, mi dici? Certo, la polenta necessita del suo tempo, ma non pensavo. Il mezzo vicentino che è in me soffre a sentire la notizia.

    RispondiElimina
  187. in Giappone non si capacitano proprio di come possa essere consumato un piatto talmente privo di sapore (sic). L'ho sperimentato varie volte, quando cercavo di rivitalizzare il Natale qui, in famiglia.

    RispondiElimina
  188. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 15:24

    via android, bhe .... ci ho rinunciato troppo lento!
    Leggo solo via rss

    RispondiElimina
  189. Ho provato una sola volta, da una Wifi pubblica via android. Era un po' lento ma poteva andare, non posso dire se la lentezza era dovuta alla Wifi o ad altro.

    RispondiElimina
  190. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 15:26

    no e' che viaggio sempre con la valigia piccola, i bauli li faccio sfacchinare agli schiavi locali :)

    RispondiElimina
  191. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 15:37

    Sempre avuto la netta impressione che nell'ascolto il giapponese dovesse bufferizzare di piu', vuoi un po' per gli omofoni vuoi perche' fino alla fine della frase puoi sempre negare tutto quanto detto prima :)


    Sui kanji gli darei fuoco, con tutto il rispetto ovviamente.

    Si vabbe e' compatto, ma e' un metodo a scarsa ridondanza e con una logica devastata dalle modifiche arbitrarie occorse nel tempo.

    Sfascia solo il cervello ai giovani che sono parzialmente analfabetizzati fino a quanto 16 anni?

    che tengano i sillabari ed imparino a staccare le parole per evitare eventuali confusioni! Lo hanno fatto anche altri, se si impegnano un pelo ci riescono pure loro, tanto con la diffusione degli IME nei dispositivi mobili vedrai tra 10 anni l'analfabetismo di ritorno che si ritrovano (e che gia' ora e' ben presente).

    RispondiElimina
  192. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 15:40

    Qualcuno lo capisce senza problemi pero!

    Anche io scrivo i numeri sempre allo stesso modo, ma se me ne mostrano una variante mica mi impallo, mi ci adeguo.

    RispondiElimina
  193. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 15:40

    il problema e' di pesantezza , e' proprio lento e la cpu spinge. Vai a capire perche'.

    RispondiElimina
  194. "Sempre avuto la netta impressione che nell'ascolto il giapponese dovesse bufferizzare di piu',"
    Lascia perdere, come il tedesco, dove praticamente scrivi da sinistra verso destra e leggi da destra verso sinistra? :-)
    Quando parli, pensi cosa dire, poi comincia a costruirla al contrario da dx verso sx, e poi puoi dirla andando da sx verso dx. Un tale disse "è un miracolo che imparinoa parlare prima dei 40 anni" :-)

    Un incubo, ma a cui ci si fa la mano pero' :-)

    RispondiElimina
  195. mamoru_giappopazzie9 novembre 2012 15:45

    come possa essere consumato un piatto talmente privo di sapore


    che e'? si parlava di tofu?

    ;-)

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...