Cerca nel blog

Loading

20 ottobre 2012

Lo stato delle piscine per il combustibile nucleare a Fukushima

Le notizie che arrivano questa settimana dalla centrale incidentata di Fukushima portano ancora l'eco delle indagini che si sono concluse all'interno del contenimento primario del reattore numero 1 di cui vi abbiamo ampiamente dato conto in uno speciale articolo di approfondimento. Ci sono altre notizie interessanti che ci permettono di avere una visione d'insieme dello stato delle quattro piscine per il combustibile esausto in corrispondenza dei quattro reattori.

Iniziamo questo sguardo d'insieme sulle piscine ricordando l'inventario degli elementi di combustibile attualmente stoccati nelle varie vasche. Lo vedete riassunto nella tabella qui a lato. Nella seconda colonna della tabella vedete la quantità totale di elementi di combustibile stoccati e tra parentesi il numero degli elementi non ancora utilizzati e che quindi sono solo debolmente radioattivi e non sviluppano calore. La terza colonna contiene la capacità della vasca in elementi mentre le ultime due colonne contengono la potenza termica residua al giorno dell'11 marzo 2011 e dopo tre mesi dall'incidente. L'ultima riga è riferita alla piscina comune, ubicata in un edificio separato rispetto alle unità di produzione di energia elettrica e che non ha subito grossi danni - escludendo alcuni elementi del carroponte - a seguito del terremoto e dello tsunami.

Ricordiamo che il piano di recupero della centrale ha come primo compito lo svuotamento delle piscine dal combustibile esausto a partire dalla numero 4, che oltre ad essere la più piena tra quelle delle singole unità, è anche quella con il maggior carico termico. La piscina numero 4 ha anche il vantaggio di non essere circondata da un ambiente fortemente radioattivo, comparato alle altre 3, e molte operazioni possono essere effettuate dagli operatori in locale. La seconda piscina ad essere svuotata sarà la numero 3, non tanto per il suo carico, ma per il fatto che gli elementi contenuti potrebbero aver subito gravi danni dall'esplosione d'idrogeno. Le ultime due saranno la 1 e la 2 sfruttando tutto quanto appreso dalle operazioni effettuate sulle altre.

La qualità dell'acqua

Lo scopo dell'acqua all'interno delle piscine per il combustibile esausto è duplice: il primo è quello di eliminare efficacemente il calore residuo generato dagli elementi di combustibile ed evitare che questo calore possa danneggiare le guaine esterne che fungono da barriera per la contaminazione. Il secondo scopo è quello di schermare le radiazioni emesse dagli elementi.

L'acqua deve essere il più possibile pura, priva di cloruri che potrebbero attaccare i metalli che compongono le strutture esterne e di contenimento del combustibile. I livelli massimi di cloro permessi nelle specifiche tecniche dell'impianto è di 100 ppm (parti per milione). Potete verificare i valori di cloro nelle varie vasche con questo valore limite osservando la tabella qui a lato (link) nella colonna 5. Il processo di rimozione del cloro avviene tramite meccanismi ad osmosi inversa o resine a scambio ionico. Questi processi sono già stati effettuati per tutte le piscine ed sono attualmente in corso per la numero 3.

L'altro parametro importante è quello della conducibilità elettrica: più l'acqua è pura più questo numero sarà basso come conseguenza di una minore quantità di sali minerali disciolti in acqua. In questo caso dovete riferirvi alla colonna 4 e, come al solito, TEPCO gioca un po' con le unità di misura, utilizzando questa volta mS/m (milliSiemens al metro) contrariamente ai più comuni microSiemens al centrimetro. Per passare dai primi ai secondi è necessario moltiplicare per un fattor 10, quindi i 17.2 della piscina 1 diventano 172 e così via. Tenete conto che i valori tipici dell'acqua che viene fatta circolare negli impianti nucleari ha conducibilità elettrica inferiore a 5 microS/cm.

Altro problema è quello della generazione di micro-organismi. Fintanto che il cloro resta alto, organismi unicellulari, batteri e alghe non riescono a sopravvivere, ma non appena termina il processo di rimozione del cloro, è necessario evitare che si formino colonie che possono influenzare negativamente il ricircolo dell'acqua. A questo scopo, TEPCO utilizza l'idrazina in concentrazioni mai superiori a 200 ppm per regolare la quantità di micro-organismi.

La piscina 4

Per i livelli di cloro, la piscina quattro rappresenta una situazione particolare in quanto dopo una prima rimozione si è misurato un aumento successivo come potete vedere dal grafico.  TEPCO ha spiegato questo innalzamento a causa dell'intrusione d'acqua dalla vasca del reattore adiacente. Le due vasche sono separate da una barriera mobile che viene tolta durante le operazioni di re-fueling. Come già ipotizzato (link), la tenuta di questa barriera potrebbe essersi danneggiata durante il terremoto e potrebbe aver contribuito ad alzare il livello dell'acqua durante le primissime fasi critiche dell'emergenza. Come contromisura, TEPCO ha iniziato a processare anche l'acqua della vasca del reattore oltre a quella del combustibile e come si vede nella parte destra del grafico i valori in blu e in viola sono scesi a livelli molto più bassi.

Nell'immagine qui a lato potete vedere la distribuzione degli elementi nella piscina colorati in base alla potenza termica emessa, utilizzando la convenzione che gli elementi in rosso sono più caldi di quelli in blu. Sovrapposti anche alcuni detriti identificati dalle indagini precedentemente effettuate. La regione circolare nell'angolo in alto a destra è quella dove viene posizionato il cask, ovvero il grosso contenitore schermato e riempito con acqua utilizzato per il trasporto degli elementi dalla piscina del reattore a quella comune.

La piscina 3

La vasca dell'unità numero 3 è tornata a far parlare di sé quando qualche settimana fa accidentalmente una trave è caduta all'interno durante le operazioni di pulizia e di rimozione dei detriti dal piano operativo (link e video). Proprio questa settimana sono state effettuate due ispezioni subacquee simili a quelle già fatte per la numero 4, nel tentativo di identificare le parti del carroponte e della struttura di movimentazione del combustibile (link) che sono precipitate dentro la piscina a causa della forte esplosione. Qui a lato potete vedere il video con le riprese sott'acqua.

Si vede una grande quantità di detriti di taglia medio-piccola che ricopre quasi interamente la superficie dei cestelli per contenere gli elementi di combustibile. Il fatto che se ne vedano alcuni vuoti non è poi così strano visto che la vasca è metà vuota e che in assenza dell'elemento i detriti possono essere caduti sul fondo mettendo in risalto il buco vuoto. Nell'immagine qui sotto vedete una ricostruzione di dove questi pezzi possono essere finiti.

Tutti questi grossi detriti dovranno essere accuratamente rimossi utilizzando le gru comandate a distanza e una serie di telecamere. Sarà un'operazione piuttosto complessa perché la visuale sarà ancora maggiormente ridotta rispetto alle manovre effettuate sul quinto piano. Potrebbe anche rendersi necessario l'utilizzo di arnesi da taglio subacquei per sezionare le parti più grosse.

Successivamente tutti i detriti di taglia medio piccola verranno raccolti con speciali aspiratori dotati di filtri e solo allora si potrà pensare di movimentare il combustibile contenuto nei cestelli.

La situazione dell'acqua

Chiudiamo questo aggiornamento monografico sulle piscine con il consueto aggiornamento della situazione dell'acqua contaminata come è stato fotografato dal più recente bollettino del 16 ottobre 2012.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine80 20082 10080 60080 900
Acqua nello stoccaggio20 77020 06019 71020 170
Totale 100 970102 160100 310101 070


Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

268 commenti:

  1. Dai, la situazione delle piscine non è poi così male, ci si lavora! Sono convinto che cominceremo a vedere passi da gigante a partire dall'anno prossimo.
    SM

    RispondiElimina
  2. mamoru_giappopazzie20 ottobre 2012 20:49

    io intanto lo metto qua, anche se non mi piace l'autocitazione.
    Pero' siccome @kumachantokyo chiede io rispondo


    mamoru_giappopazzie • 7 months ago • parent



    Facciamo a spanne visto che sono stime mie sulla base di frammenti di informazione trovati qua e la'

    R2, R3, R4 : 548 assembly
    4,47m di lunghezza
    sezione 13x13 cm (taglia "standard" 9x9 tipo A)
    massa totale ~164t (290-300kg cad.)


    http://giappopazzie.blogspot.it/2011/10/post-tecnico-no5-misteri-e-complotti.html


    Che dirti?
    boh...facciamo 50m3 di roba solo considerando gli assemblies?


    PS ma tanto lo sai bene che il corio e' uscito tutto dalla s/p e sta scavando verso il centro della terra

    RispondiElimina
  3. mamoru_giappopazzie20 ottobre 2012 21:07

    OT
    una foto di qualche giorno fa

    RispondiElimina
  4. Bravo capo! ci voleva un riassuntino sullo stato delle piscine

    Sindrome da parco eolico...NOhttp://www.newscientist.com/article/mg21628850.200-the-sickening-truth-about-wind-farm-syndrome.html
    Sindrome parco eolico ...SIhttp://www.alternative-energy-action-now.com/wind-turbine-syndrome.html
    però non mi si dica che non ci sono problemi di insonnia o di udito per chi ha la turbina vicino casa come nella foto
    Comunque, se dovesse passare Maximus, ecco pronta la relativa coccarda
    http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2012/09/07/article-2199284-14DECFFA000005DC-922_306x423.jpg
    http://www.petacciato.net/public/noeolicbusiness.jpg

    RispondiElimina
  5. Grazie @Egiovanna:disqus, entrambi gli articoli mi sembrano un po' esagerati. insomma...


    casa dei miei dove sono cresciuto è costruita di fianco ad una tessitura e specie d'estate con le finestre aperte, il rumore è fastidioso, però da lì a vederci delle malattie e dei morti mi sembra esagerato.


    comunque non ci posso credere che mettano pale così grandi e così vicine alle abitazioni, non tanto per il rumore, ma per la sicurezza.


    aspettiamo Maximus che passerà con la spada infuocata

    RispondiElimina
  6. Grazie piccino!
    Ma... no, non facciamo.
    Capisco che ci siamo fusi e portati a casa parte delle barre di controllo, ma anche ipotizzando che sia sceso tutto [nonostante che salento verso il RPV i valori aumentino] abbiamo i 41m3 che sono per la maggiorparte vuoti per far passare acqua e vapore.
    Diciamo che lo spazio pieno sia intorno al 40%?
    Siamo a 16.6m3.
    I due benedetti pit quanto saranno?
    [porca paletta da qualche parte lo avevamo trovato]
    Limitiamoci a 3m3 cadauno [1x1x3].
    Arriviamo a 10.6m3.
    Il raggio del piano e` sui 6.5m, TORTA per raggio al quadrato sono 132.7m2.

    Altezza finale col corio che ha lasciato intatto il cemento a 4000gradi senza penetrarlo:
    MENO di 8cm.

    Tra l`altro e` proprio bello il disegno dei tizi di SIMPLYSFIGATI.ORG
    http://www.simplyinfo.org/?p=7955
    Col corio che non finisce in nessun pit ed attratto da un ponte Einstein Rosen si dirige tutto da una sola parte.

    BTW anche senza calcolare i 2 pit sarebbero comunque 12.5cm di altezza.
    Poi si dira` "ma la distribuzione non e` detto che sia omogenea", vero, ma ha senso che il punto piu` alto sia quello piu` lontano dal punto di caduta?
    Colpa degli Spenti? colpa di HAAAAAAARP?

    RispondiElimina
  7. Il record mondiale di lancio della pala rotta ha superato i 2km.
    Ma le legislazioni non ne hanno tenuto poi tanto conto.

    RispondiElimina
  8. sempre sul vento, per scaldare l'animo del Maximus, http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=us-wind-industry-adding-record-number


    da leggere anche i commenti :)

    RispondiElimina
  9. Mi ricorda qualcosa...
    E per i non Tokiesi sullo sfondo avete il Rainbow Bridge ed alle vostre spalle un hotel, un centro commerciale e finalmente il Gundam in scala 1:1
    La Tokyo tower un pelo piu` a sinistra.

    Spiacenti, sul microschermo vi siete beccati l`immancabile Giorgio Clooney.

    RispondiElimina
  10. adesso mi tornano i conti. il panorama non era certo newyorchese e mi stupiva un viaggio in tre continenti così breve

    RispondiElimina
  11. questa foto raggiunge un compromesso: si distinguono sulla destra la Tokyo Tower e il Rainbow Bridge ( viene sacrificata la statua della libertà )
    sinceramente non capisco questo scopiazzamento di edifici e monumenti altrui

    http://www.cuso4.org/photos/20090628-tyo/20090628-tyo-gdm-odb-03m.jpg

    RispondiElimina
  12. Vi ricordate la richiesta giapponese di creare un ufficio AIEA di monitoraggio a Fukushima? Bene , pare che qualcosa si muova
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20121021x2.html

    RispondiElimina
  13. Perche` qui e` stato qualche anno fa, che lo avevano montato in un altro punto [ e me l`ero perso].
    Per intendersi il Rainbow Bridge e Tokyo Tower sono coperti dal centro commerciale dietro alla mia foto del gundam.

    Qui foto che ho fatto qualche 3 anna fa dal penultimo piano dell`Hotel 200m piu` a sinistra di dove ha fatto la foto Mamorino.

    RispondiElimina
  14. credo che il punto sia in un commento di un lettore al primo articolo: " it sounds as though the symptoms are caused somehow by the thoughts and
    attitudes in the minds of the people. As the author says, those who get
    money don't seem to have health problems."
    Che non nega i sintomi, ma nega l'associazione diretta con le turbine eoliche.

    RispondiElimina
  15. Buongiorno!

    Verrà ripetuta l'ispezione palloncino + macchina fotografica al 5 piano dell'edificio 1, il sistema ALPS pronto per trattare acqua contaminata
    http://www.excite-webtl.jp/world/english/web/?wb_url=http%3A%2F%2Fwww.47news.jp%2F47topics%2Fe%2F235523.php&wb_lp=JAEN


    L'ispezione non riuscita di agosto
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120808_02-e.pdf

    RispondiElimina
  16. C'è un bel lavoro pubblicato ieri da TEPCO e che credo non verrà mai tradotto in inglese.
    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/roadmap/images/t121022_01-j.pdf



    Nella sezione 6 si parla di decontaminazione remota e anche di tecniche per l'identificazione delle perdite proprio a partire dal toro. Italo-nipponici, mi confermate la mia traduzione google-aided?

    RispondiElimina
  17. Benissimo, mi riferivo alla notizia di ALPS, il palloncino mi sembra una boiata. Perché non hanno messo faretti e telecamere all'interno della copertura?

    RispondiElimina
  18. Stato di avanzamento della road map, dopo la riunione del consiglio direttivo del 22 ottobre
    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/roadmap/images/t121022_01-j.pdf

    RispondiElimina
  19. Semplice, perché tu ti sei dimenticato di suggerirglielo :)

    RispondiElimina
  20. Ehi, telepatia?

    RispondiElimina
  21. qualcuno mi pare fosse interessato alle modalità di installazione del termometro a R2, qui i video
    http://photo.tepco.co.jp/date/2012/201210-j/121022-01j.html

    RispondiElimina
  22. si vede che ad agosto il tizio di TEPCO incaricato di leggere unico-lab era in ferie e non ha letto il nostro commento alla boiata.

    RispondiElimina
  23. Forse dovevi scriverlo in grassetto!

    RispondiElimina
  24. Direi che non e` un OT.

    L`ho commentato: INIZIA LO SPUTTANAMENTO INTERNAZIONALE.

    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/quake_tsunami/AJ201210230015

    e su NHK:
    Italy's quake ruling raises concern among experts
    The Italian court ruling against 7 earthquake experts has raised concerns among scientists around the world.
    They say freedom of speech will be challenged if they are charged in criminal court for their scientific views.
    The head of Nagoya University's Earthquake and Volcano Research Center, Koshun Yamaoka, said accurate measurement of seismic activity is difficult for today's seismologists. But he added it is not good if scientists cannot speak their minds for fear of blame.
    He noted experts need to give thorough explanations using objective data, such as the likelihood of earthquakes.
    Yamaoka was one of the participants in an international panel comprised of experts from 9 countries. The panel was set up by the Italian government after the L'Aquila earthquake.
    During the panel discussions the experts decided that they should disclose mid- and long-term "projections" of earthquakes in terms of their possible sites and magnitude levels. They admitted that precise prediction is not possible.
    The American Association for the Advancement of Science, which publishes the magazine "Science", told NHK it is worried that the ruling may influence the whole of the science. It said the mechanism which causes earthquakes is very complicated and it is reasonable that each scientist has a different view.
    The group also warns that criminal charges against experts could hinder society as a whole if scientists feel nervous about disclosing the results of their research.
    Oct. 22, 2012 - Updated 21:41 UTC (06:41 JST)

    RispondiElimina
  25. Si, questa cosa del palloncino non convince neanche me. Con telecamere fisse applicate sui pannelli di copertura del n.1 avrebbero avuto informazioni stabili e complete. Mah!
    SM

    RispondiElimina
  26. Tu sai che Tepco ha una e-mail di PR cui indirizzare messaggi? Non so che tipo di filtri applichino, ma ritengo i messaggi intelligenti li facciano passare.
    In passato gli ho scritto 2 volte (ovviamente senza sapere l'esito perchè non rispondono).
    Fossi in te gli manderei il link con check-list quotidiana di leggerci obligatoriamente, anche durante le ferie :)
    SM

    RispondiElimina
  27. Ciao SM, ti davo per affogato nel miele!

    RispondiElimina
  28. La sentenza di ieri è una tragedia, incommentabile. I commenti alla sentenza in alcuni casi sftiorano il delirio. Ci vorranno anni per riparare i danni.
    SM

    RispondiElimina
  29. D'accordo per la sentenza. Però.
    "Oggi l'attuale commissione Grandi Rischi, presieduta da Luciano Maiani, incontrerà il prefetto Franco Gabrielli, capo della Protezione civile. Sul tavolo sarà portata la proposta delle dimissioni in blocco della commissione. E tutto il sistema, comunque, è entrato in fibrillazione: terrorizzato e quasi paralizzato.
    Ieri Maiani ha detto: «Non è possibile fornire allo Stato una consulenza in termini sereni, professionali e disinteressati sotto questa folle pressione giudiziaria e mediatica. Questo non accade in nessun altro Paese al mondo». Secondo Maiani nella pronuncia «c'è un profondo errore» perchè i condannati, a suo avviso, sono «professionisti che hanno parlato in buona fede e non spinti da interessi personali. Sono persone - aggiunge - che hanno sempre detto che i terremoti non sono prevedibili»

    Se è così questi signori evitino le interviste sputasentenze a destra e a manca ( pressione mediatica), non ce li costringe mica nessuno. Tutti ricordiamo l'accanimento contro Giuliani, lo hanno sbranato, era poco "scientifico" come se loro avessero avuto da proporre qualcosa di meglio.
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-10-23/laquila-tecnici-condannati-anni-064008.shtml?uuid=Ab8SbpvG

    RispondiElimina
  30. Giuliani andrebbe messo in galera, ha fatto più terrorismo lui dei 6 condannati con questa sentenza. Giuliani non è poco scientifico, è un cialtrone, è diverso.
    Metti che con la riunione del 31 marzo avessero detto a tutti di scappare che stava arrivando il terremoto "grosso". Dopo l'evacuazione sarebbero tornati tutti a casa e ci sarebbero stati gli stessi morti il 6 aprile.
    Non funziona così, i terremoti si combattono con la prevenzione il resto sono chiacchere. Per la prevenzione ci vogliono i soldini e se i soldini non arrivano, quelle saranno nuove colpe per i posteri.
    Comunque sì, questi signori avrebbero fatto meglio a prendere decisioni e lasciar perdere di farsi intervistare. E' un brutto malcostume.
    SM

    RispondiElimina
  31. Me lo vedo Yamaoka che viene RIchiamato a commentare uno sciame sismico dal governo italiano e gli fa il ditino.
    In realta` come nippo si limitera` ad inclinare il capo a destra o sinistra, fare il viso contrito e dire: "CHOTOOO.....".

    RispondiElimina
  32. il mio invece è molto OT, ma magari può
    interessare a qualcuno.


    Cercando di rispondere
    alla domanda cosa spinge cinesi e giapponesi in primis (a parte Las Vegas) a copiare opere architettoniche e in genere
    opere d’arte occidentali mi sono imbattuta nell’Otsuka Museum of Art a Naruto , prefettura di Tokushima , che ospita oltre un
    migliaio di riproduzioni in ceramica a grandezza naturale di importanti opere
    d'arte tra cui la Cappella Sistina , Cappella degli Scrovegni , triclinio della Villa dei Misteri , Guernica, Gioconda ecc. ecc.


    La
    tecnica viene illustrata nel sito, in pratica si tratta di fotografie
    stampate su ceramica poi cotta e ritoccata ( dare un'occhiata alla floor guide)


    http://www.o-museum.or.jp/english/character/ceramic.html


    Alla mia domanda ha risposto solo in parte questo
    articolo


    L' arte di
    clonare monumenti e dipinti





    http://archiviostorico.corriere.it/2009/agosto/30/arte_clonare_monumenti_dipinti_co_8_090830033.shtml


    Insomma si farebbe
    per fini divulgativi
    (estetici o turistici) e poi “ si
    sa che per la cultura taoista la copia non genera lo sgomento che proviamo in
    Occidente: anche i «veri» templi taoisti vengono periodicamente ridipinti o
    ricostruiti” . Il santuario shintoista di Ise infatti viene ricostruito periodicamente ( ogni 20 anni) , 80.000 sono i templi shintoisti presenti in Giappone, quelli in
    stile “puro” sono costruzioni in legno facilmente deperibili, a parte i due
    leoni e le lanterne di pietra all’ingresso
    non possono durare molto a lungo.


    http://www.cultorweb.com/Arch_JPN/AJC2.html


    Quelli buddisti invece (il buddismo giapponese conta 13 scuole e 23
    templi ) sono più solidi e alcuni, anche
    se di legno, risalgono addirittura al
    settimo secolo


    http://en.wikipedia.org/wiki/Buddhist_Monuments_in_the_H%C5%8Dry%C5%AB-ji_Area


    Per
    concludere, vero è che a nessun italiano verrebbe in mente di copiare il duomo
    di Milano. Però, ripensandoci, una copia
    della Gioconda a Firenze farebbe furore
    (solo che i cuginetti francesi non ci darebbero il permesso di farlo).










    http://www.o-museum.or.jp/english/floor/shared/images/floormap_largeimg_060.jpg

    RispondiElimina
  33. sto pensando di scrivere un pezzo... ma non so bene come fare, perché è chiaro che si sta cercando una strega da bruciare e adesso che il giudice ha puntato il dito, nessuno vuole sentire ragioni per spegnere il fuoco. Anche le più ovvie, incluso il fatto che forse valeva la pena costruire in modo più assennato.

    RispondiElimina
  34. I terremoti si combattono prima di tutto facendo case antisismiche. Ovviamente, costano di più e spesso la gente va al risparmio quando deve acquistare, credendosi furbi salvo poi lamentarsi quando crollano in una zona come l'Aquila.
    Sai quello che compri e sai a cosa puoi andare incontro.
    Secondo voi, che dice il signore proprietario di questa casa a Onna?
    E lo stesso discorso vale ovviamente a maggior ragione per le strutture pubbliche critiche come caserme e ospedali.

    RispondiElimina
  35. forse valeva la pena costruire in modo più assennato
    toh, fai il paio con il mio commento di sotto!

    RispondiElimina
  36. Lo hai visto l'auditorium smontabile di Renzo Piano all'Aquila? C'è stata l'inaugurazione il 7 ottobre
    http://www.archiportale.com/news/2012/10/architettura/quasi-pronto-l-auditorium-di-renzo-piano-a-l-aquila_29617_3.html


    Scheda progetto
    http://www.archilovers.com/p32256/Auditorium-temporaneo-a-LAquila

    RispondiElimina
  37. Il problema è che questo paese ha fame di mostri da condannare e bruciare sulla pubblica piazza. I veri responsabili stanno nell'ombra e ridono oggi come ridevano la notte del 6 aprile.
    Concordo, costruire in modo assennato con le migliori tecnologie antisismiche (eventualmente rinunciando a costruire in certe zone) per me vuol dire fare prevenzione. Prevenzione di lungo termine.
    Il problema è che c'è il 75% dell'Italia da rifare
    SM

    RispondiElimina
  38. L'ho visto ora dai tuoi link, e mi sorprende che lo abbiano fatto lavorare in Italia!
    Premesso che di architettura non capisco un tubo, ho sempre apprezzato Piano.

    RispondiElimina
  39. come darti torto!

    RispondiElimina
  40. Eventualmente rinuncianto a costruire in certe zone?

    Vesuvio pronto ad esplodere escluso [ormai totalmente ricoperto], quale zona italiana potrebbe avere terremoti piu` grossi di quelli giappo?
    :)

    Obbligatorie tutte le costruzioni cosi` e basta:
    http://unico-lab.blogspot.jp/2012/10/aggiornamento-dalla-centrale-di.html#comment-687670396

    Aggiungiamo un servizio mamorinico:
    http://giappopazzie.blogspot.it/2009/04/sistemi-anti-sismici-giapponesi-parte.html

    RispondiElimina
  41. ci stavo pensando per rispondere ai drogati quotidiani, ma ormai si sono fumati tanta di quella roba che si bevono pure giuliani.

    Per quelli del "ma erano mesi che c`era uno sciame sismico" sto pensando di fargli vedere UN ANNO di sciame sismico e di dirmi dove sara` il prossimo terremoto maggiore uguale 7Mw.
    Quelli maggiori di 5 no dai, che a marzo 2011 ne abbiamo avuti 130 in un solo giorno.
    [vedetevelo in risoluzione massima, audio altino e fullscreen che merita, ma attenti al botto di marzo]
    http://www.youtube.com/watch?v=NSBjEvPH2j4&feature=player_embedded

    Per quelli del "Giuliani ha predetto tutto":
    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=c7-9lNkA-y4#!

    RispondiElimina
  42. Lo dico solo come battuta: ma noi (in Italia) abbiamo "L`Italia in miniatura".

    RispondiElimina
  43. Non dovresti costruire quasi niente in Italia...e neanche in Giappone.
    No, è che le strutture antisismiche si sanno fare, ma costano.

    RispondiElimina
  44. Ci sono alcuni posti (mi sembra di ricordare nel carso e in campania) dove il suolo piano piano cede e sprofonda perchè sotto ci sono dei vuoti. Li ci metterei la villa di "er batman" :)
    SM

    RispondiElimina
  45. Nel carso sicuro. Da non geologo, mi sembra che in Campania esistano si dei vuoti, ma che siano più stabili perché sostanzialmente fatti di tufo. Le famose galleria di "Napoli Sotterranea" ne sono un esempio.
    Sarei comunque felice di sentire @Egiovanna:disqus sulla questione.

    RispondiElimina
  46. Non esageriamo veh! Avrei 4 paginette sintetiche che spiegano il fenomeno, con una piccola mappa delle zone carsiche in Italia che rende però bene l'estensione del fenomeno. Per quanto riguarda le doline ( sinckole) , attenti alle voragini!
    http://www.itczanon.it/public/Area%20Scientifico-matematica/SCIENZE%20DELLA%20TERRA/IL%20CARSISMO.pdf

    http://www.swfwmd.state.fl.us/hydrology/sinkholes/SinkholePoster.gif
    http://www.nachi.org/images10/Guatemala-Sinkhole.jpg

    RispondiElimina
  47. Mi riferivo più che altro alla Campania, le zone carsiche sono note per essere instabili...

    RispondiElimina
  48. Mah, io ci metterei busby e Robert One ci metterebbe Gundy :)

    RispondiElimina
  49. In realta` no, se ti accontenti dei bei travoni di acciaio e lasci perdere gli inutili ed appesantenti [si puo` dire?] mattoni pieni, e` un 10% di costo in piu` che tu pagheresti volentieri per essere sicurio di salvarti da un nono grado, uno tsunami sopra la testa ed... una nave sopra la testa.
    E questa non era una casa da miliardari.
    Beh, in realta` se ti arriva uno tsunami di 20metri la casa rimane, ma tu vieni portato via.

    RispondiElimina
  50. Giuliani e` quello da sbattere in galera!
    Perche` non gli chiedi come mai lui e la sua famiglia stavano dormendo nel proprio letto di casa?
    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=c7-9lNkA-y4#!
    Non e` solo un cialtrone, e` uno sciacallo su oltre 300 morti!
    UNO SCIACALLO!

    Loro avevano qualcosa di meglio, l`unica certezza e` che i terremoti diminuiscono l`energia accumulata rendendo meno probabili grossi terremoti a breve termine e che non si possono prevedere i terremoti futuri, e questo e` stato detto.

    RispondiElimina
  51. e` un 10% di costo in piu` che tu pagheresti volentieri
    Sospetto che parli da giapponese là. Perché io ho l'impressione che l'italiano (medio?) vada a caccia del risparmio senza pensare alle conseguenze, salvo poi lamentarsi quando gli arrivano addosso.
    Molto cicala e poco formica, cosi' li vedo.

    RispondiElimina
  52. Un italiano vede quello che gli metti davanti, se il venditore propone solo metriquadri e prezzo uno valuta solo EURO/AREA.
    Se un venditore e` obbligato a presentare al cliente una certificazione [seria] con tanto di descrizione delle strutture portanti che l`acquirente puo` portarsi a casa, le cose cambiano.

    Ma la prima cosa e` tirare una linea, si deve dire: dal primo gennaio 2013 una casa si fa cosi` su tutto il territorio nazionale con campione di tutti i materiali usati.
    Lo si fa gia` per i grandi lavori, facciamoli per le case private.
    E direi: o case di legno fino a 2 piani [ in realta` ne hanno testate di piu` grandi] o obbligo di bei travoni in acciaio [magari non al cobalto cinese].

    RispondiElimina
  53. E là non sono d'accordo. Il venditore fa il suo lavoro, ma se io vivo in zona sismica e compro casa per i miei cari, io voglio sapere cosa compro, obbligo o non obbligo di certificazione (che poi aprirebbe tutto un altro discorso...)
    Il punto è che spesso l'italiano tira al ribasso sui prezzi delle case e pur di non pagare un 10% in più (che poi "c'ha la rata che non puo' permettersi") si accontenta di quello che costa meno.
    Dai su, non mi dire che non è cosi.

    RispondiElimina
  54. Dai scazzottiamoci!
    Secondo me "la gente", questa brutta roba nel suo insieme, non ci pensa proprio alla possibilita` di un terremoto ogni 40 anni.
    E` come fargli fare un referendum sul nucleare senza prima insegnargli a fare almeno una moltiplicazione :)

    Per questo dico che deve essere imposto per via legislativa l`obbligo dei criteri di costruzione.
    Ed un criterio unico! Anche se effettivamente le zone sono differenti.
    In realta`, qui quando affitti non ti metti a guardare certificazioni, lo fai indirettamente guardando quando e` stato costruito lo stabile e che legislazione c`era allora.

    A quanto ho capito, di una casa italiana non puoi dire a cosa sia in grado di resistere in base all`anno di costruzione e relative norme, nemmeno tra quelle costruite dopo il terremoto del Friuli... o de L`Aquila.

    RispondiElimina
  55. Guarda, per quello che si può fare sono d'accordo, ma spesso non si riesce. Quando ho comperato la mia casa l'impianto elettrico era appena stato rifatto ma senza certificazione. Idem per il rifacimento di un tavolato interno con mappa catastale non aggiornata. Entrambe le ho pretese dal venditore, dall'agenzia e dal notaio, ho fatto mettere una clausola nell'atto di compravendita con spese a carico di chi vendeva.
    Ad oggi non ho ancora le certificazioni. Se faccio fare i rilievi li pago io :/

    Il segreto è saper dire ... "vabbé, grazie tanto non compro, arrivederci ..." ma io come tanti avevo fretta di comperare ...
    SM

    RispondiElimina
  56. In Italia l'obbligo si traduce in nuovi costi, benzina sul fuoco ...
    SM

    RispondiElimina
  57. Si` e no.. :)
    Qui quello che importa sono le strutture portanti, e se sono in acciaio quelle rimangono costanti fino a quando butti giu` la casa :)
    A momenti basta che il certificatore faccia un paio di foto e controlli il fornitore delle travi.

    RispondiElimina
  58. Secondo me "la gente", questa brutta roba nel suo insieme, non ci pensa proprio alla possibilita` di un terremoto ogni 40 anni.
    Vero, qua siamo d'accordo. Solo che io ne deduco "allora cavoli tuoi e poi non rompere".
    Ma vedi, il punto è anche che in Italia non c'è una cosa sola che non funziona che puoi aggiustare, ma parecchie cose legate fra loro, e non puoi agire solo su un punto, per esempio solo con le certificazioni. Di mercati ambigui legati alle certificazioni ne abbiamo diversi esempi, e qua entra in gioco più la mentalità delle persone che la legge.
    Il "segreto" come dice @SergioManera:disqus è saper - o essere in grado di - rinunciare, a qualunque cosa non sia corretta. A volte non è obiettivamente possibile, ma spesso in realtà sul momento fa comodo a tutti.

    RispondiElimina
  59. L'ironia della sorte vuole che questo problema non si ripresenterà a breve. E' praticamente impossibile comprare/vendere casa oggi in Italia senza lasciarci le mutande.
    Da "giovane" pensavo che per cominciare ad aggiustare l'Italia si dovesse cominciare con la Politica. Con qualche anno sulle spalle posso dire che aggiustare le cose è incompatibile con gli italiani ...
    SM

    RispondiElimina
  60. Valeriano e Sergio [@SergioManera:disqus ],
    possiamo dire che siamo partiti da tre angolazioni differenti del problema ma concordiamo sul finale e possiamo andarci a mangiare una pizzona assieme?
    :)

    RispondiElimina
  61. ed è per questo che alcuni lasciano perdere... e vanno ad apportare il loro contributo in altri paesi ;-)
    Per inciso, per aggiustare l'Italia bisogna aggiustare gli italiani. E' un problema vecchio che già d'Azeglio aveva capito:
    "Gl'Italiani hanno voluto far un'Italia nuova, e loro rimanere gl'Italiani vecchi di prima, colle dappocaggini e le miserie morali che furono la loro rovina; pensano a riformare l'Italia, e per riuscirci bisogna, prima, che si riformino loro."

    RispondiElimina
  62. Ci incontriamo nella media geometrica dei tre?

    RispondiElimina
  63. Oh, guardate cosa ho scoperto su Enzo Boschi (condannato a 6 anni per non aver allertato a l'Aquila
    Interessante
    SM

    http://it.wikipedia.org/wiki/Enzo_Boschi


    Nel gennaio 1985 fu promotore, insieme a Franco Barberi,
    di una segnalazione di "allarme terremoto", per la prima e per ora
    unica volta in Italia. In base ad analisi storico-statistiche, fece una
    previsione di un'imminente sisma nell'area della Garfagnana. L'allora ministro della Protezione Civile Giuseppe Zamberletti proclamò lo stato di allerta per dieci comuni, evacuando circa centomila sfollati.

    Non si verificò nessun sisma e Zamberletti finì sotto inchiesta per procurato allarme[3].

    Ad aprile 2009, invece, Enzo Boschi è stato un aspro oppositore di Giampaolo Giuliani sul tema dei precursori sismici, affermando l'impossibilità di prevedere i terremoti.

    RispondiElimina
  64. Cosa viene fuori?
    Iran o Irak? hahahaha

    RispondiElimina
  65. Meravigliosa!

    RispondiElimina
  66. Non so, ma con la media pesata mi sa che ci vedevamo dalle parti di Kyushu :-))

    RispondiElimina
  67. Certamente, come sempre paga Toto :)

    RispondiElimina
  68. Disgraziato, mi hai rubato la battuta!!!!

    RispondiElimina
  69. mi sembra giusto :-)

    RispondiElimina
  70. Di nuovo?
    Poverino :(

    RispondiElimina
  71. E' pure vero che una cosa è vedere la Venere del Botticelli dal vivo a 10 cm, o gli affreschi della cupoola di Santa Maria del Fiore altra cosa è guardare una copia. Soprattutto con i dipinti, ci sono cose che si possono vedere solo su un originale.
    Senno' tanto vale vedere una foto, almeno per i quadri/dipinti.

    RispondiElimina
  72. AnonimaFrancese23 ottobre 2012 16:58

    ;.)
    il nostro Gundy^ ,.) ??

    RispondiElimina
  73. AnonimaFrancese23 ottobre 2012 16:59

    http://www.scienze-naturali.it/ambiente-natura/greenpeace-inaffidabile-il-monitoraggio-delle-radiazioni-a-fukushima té beccatevi questo per merenda ,.))

    RispondiElimina
  74. Vecchia roba, mi ero offerto di farci un giretto e prima o poi lo faccio!

    RispondiElimina
  75. AnonimaFrancese23 ottobre 2012 17:18

    http://gen4.fr/2012/10/fukushima-chemin-corium-1f1.html da GEN4

    RispondiElimina
  76. AnonimaFrancese23 ottobre 2012 17:35

    Riunione del 22 ottobre http://www.meti.go.jp/earthquake/nuclear/20121022_01.html

    RispondiElimina
  77. Silvia ha parole decisamente migliori delle mie.
    http://silviabencivelli.it/2012/processo-dell%E2%80%99aquila-perche-credo-che-non-ci-sia-niente-da-festeggiare/



    se volete leggere per continuare l'OT terremoti e processi.

    RispondiElimina
  78. Patetico, adesso le indicazioni di evacuazione le dà Grinpiss. Gli deve proprio bruciare tantissimo che le cose piano piano stiano tornando alla normalità.

    Tanto per rinfrescare la situazione in questi giorni stiamo scendendo sotto il 60% Cs134/Cs137 e sotto il 68% dose totale ... e questo senza contare il dilavamento naturale della contaminazione sul Giappone (arriverà in pochi anni a portar via sino al 70-80% della radioattività totale depositata sul Giappone verso il mare) e gli effetti di minore impatto della decontaminazione fatta dai giapponesi.

    Grinpiss avrà passato giornate intere alla caccia di qualche accumulo di radioattività nei tombini o nei sottotetti. Dopodiché ci sdraiano sopra tutti i bambini giapponesi e proiettano dosi vulcaniche nelle varie testate giornalistiche. A che pro? A loro pro. Non possono mollare, con FD si giocano tutta la partita.
    SM

    RispondiElimina
  79. Monica Bellucci da 20cm per me è un'opera d'arte non riproducibile ... :)

    RispondiElimina
  80. Da quel che ricordo dei miei studi non è sempre vero che scosse piccole diminuiscano l'energia accumulata, possono anche concorrere ad aggiungere maggior sforzo localmente altrove sulla faglia. In ogni caso una frase del genere non andava pronunciata in conferenza stampa per tranquillizzare la gente.
    Ma questo non è successo durante la riunione della commissione il 31/3, è successo dopo.

    Oggi mi sono arrabbiato e intristito troppo leggendo ovunque di queti fatti. Mi fermo qui :)
    SM

    RispondiElimina
  81. Anche colpa mia, si è divagato un bel po' su notizie fresche su altri fronti. Il problema è che come dice Lisandro mica si trovano facilmente in giro gruppi di persone intelligenti con cui scambiarsi opinioni.
    Girano di queli vaffa ovunque ....
    :)
    SM

    RispondiElimina
  82. mamoru_giappopazzie23 ottobre 2012 20:39

    Beh, in realta` se ti arriva uno tsunami di 20metri la casa rimane, ma tu vieni portato via.

    Quell'edificio e' forse l'1% salvo di quello che gli sta attorno, le casette a schiera sono prevalentemente a struttura in legno con il
    sistema pantografo/smorzatori sulle fondamente, elastiche si
    indistruttibili no.

    Il problema e' che molte casette antisismiche lo tsunami se le e' portate via con le persone dentro pero', le fondamenta sono rimaste li...e ti assicuro che non e' uno spettacolo simpatico quello che ho visto a miyako e dintorni.

    PS
    Poi ti ripeto non e' che i giapponesi sono tecnicamente avanti o hanno la scienza infusa, e' semplicemente una questione di selezione naturale, quella selezione che e' mancata all'Italia e che ha favorito l'idea malsana di preservare cose che sarebbero state da spianare e asfaltare (a essere buoni)

    RispondiElimina
  83. felice colpa! ho letto con interesse tutti i vostri commenti, non ho risposto solo perché questa cosa mi disgusta davvero. sia chiaro non intendo i vostri commenti, ma come dice Silvia, questo paese mi fa sempre più paura.

    RispondiElimina
  84. eh, una volta, purtroppo! Anche se... :-)

    RispondiElimina
  85. Concordo perfettamente.
    Ma visto che avevamo il poliziotto di quartiere davanti agli occhi e lo abbiamo scopiazzato dai nippo, forse scopiazzare due travi di acciaio per le case nuove puo` essere un piccolo passo per le case ma un passo da giganti per gli italiani che danno la caccia alle streghe.
    E sostanzialmente in Italia non ci interessa proteggerci da tsunami di 20 metri a meno che non siano causati dalle nostre dighe ecologiche.

    RispondiElimina
  86. Test di radioattività su sacchi di riso
    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201210230063

    Si dovrebbe trattare dei famosi sacchi di riso da 30kg. Nella foto si vede che sono trasportati con un piccolo braccio meccanico e testati a mano con strumentazione portatile. Vedete anche voi la stessa cosa oppure cogliete qualche altro piccolo particolare che mi sfugge?
    (praticamente è un test da settimana enigmistica)
    Se queste fossero le misure ...
    SM

    RispondiElimina
  87. mamoru_giappopazzie24 ottobre 2012 07:38

    Vorrei vedere se hanno trovato anche zone con dose inferiore a quella segnalata dai monitoring post, ma questo sospetto che non lo sapremo mai...

    RispondiElimina
  88. Dovrebbe essere quella macchina sul nastro trasportatorehttp://japandailypress.com/fukushimas-rice-gets-tested-for-radiation-098695

    http://mainichi.jp/graph/2012/08/08/20120808p2a00m0na017000c/image/001.jpg

    RispondiElimina
  89. Se queste fossero le misure...
    Vuol dire che in realta` i numeri sono un centesimo [millesimo? agli EQ i calcoli delle distanze!] di quello che misurano visto che camere di ionizzazione [o quello che sia il nome corretto] essendo larghe 1.5m circa non possono avere schermature di 1 +1 metri di acciaio (a proposito 1 metro di acciaio quanta radiazione da cesio abbatte? CIRCA!!!) e quindi misurano piu` la radiazione dei pacchi posti fuori che di quello che fanno slittare dentro la camera.

    RispondiElimina
  90. Attenta che ti sei persa la babbuta sadica di Sergio :)
    Oppure io ho appena fatto la figura del pollo.

    RispondiElimina
  91. mamoru_giappopazzie24 ottobre 2012 07:57

    le stime di massima preferisco tenerle nel worst case scenario, ossia buttiamoci dentro tutto in fondo stare conservativi non serve a nulla visto che parliamo di ordini di grandezza e non di stime piu' o meno esatte.

    Sotto al RPV c'e' il sostegno cilindrico di cemento armato che e' aperto, ma di 5 e rotti metri di diametro, quindi se fondesse TUTTO (barre di controllo, assembly e fondello RPV ) in un'area di 5^2*pi()/4 = 19 m2 avremmo quei 50m3 max di cui sopra, di fuel diluito con altri metalli ed amenicoli che andrebbero a depositarsi a 2.54 m medi in quella zona.

    Se anche uscisse qualcosa dal ciambellone si farebbe comunque fatica ad arrivare al toro con quantita' notevoli e servirebbe un bello sforzo di fantasia.
    Anche perche' il contenimento e' fatto per contenere...

    RispondiElimina
  92. E fatemi fare i complimenti ai sacchetti che non si distruggono appena sollevati con la pompa a vuoto.
    BTW da quando in Italia hanno vietato i sacchetti non super riciclabili, sostituendoli con quelli che si aprono appena metti dentro 2kg, ad ogni viaggio in Italia porto ad amici e parenti sacchetti giappo comprati nei 100(105)yen shop.

    RispondiElimina
  93. Beh, se cambiano idea e ti assumono a quell`hotel [era Bruxelles?] ed i Mamorini [che tanto hanno un giapponese migliore del mio] vengono a progettare RPV qui, potremo fare il sito degli UNICamente Residenti all`Estero :)

    RispondiElimina
  94. nota: dovresti separare "trasportatore" da "http" o il link non funziona
    :)

    RispondiElimina
  95. E' ben scritto, rinnova la pagina

    RispondiElimina
  96. Beh, hai notato che TUTTI gli ecologisti mondiali tifavano per il sarcofago e per tutti e 4 i reattori?

    Volevano il loro monumento per la posterita` anziche` riportare ai prati verdi FD1!

    RispondiElimina
  97. Ma lo sai che i plantigradi rinnovano lentamente se non cerchi di rubargli il cibo, nel qual caso ti corrono dietro col mattarello! :)
    Anzi, in realta` dischetto dovrebbe aggiornare la pagina da solo dopo un edit.

    RispondiElimina
  98. e invece non lo fa, ti assicuro, è già successo!

    RispondiElimina
  99. Almeno oggi mi manda le notifiche subito anziche` dopo ore :)

    RispondiElimina
  100. beato te che le ricevi! Ma forse le ricevi solo se non sei collegato a Disqus?

    RispondiElimina
  101. secondo me quello potrebbe essere un sistema a raggi x per il controllo dei corpi estranei, tipo lo scanner degli aeroporti. però anche no!

    RispondiElimina
  102. sei sicuro che non siano nello spam? a me capita, quando non le ricevo, di trovarle lì!

    RispondiElimina
  103. Oppure la macchina etichettatrice...
    Comunque l'articolo dice In the experiment, rice produced in 2011 was placed on a conveyor belt, and radiation levels were tested using newly developed equipment.

    RispondiElimina
  104. io posto da pc e le notifiche arrivano sul cell.
    Ma non usate dischetto per mandarmi sms! :)

    RispondiElimina
  105. Se hanno bisogno di controllare la presenza di pezzi di metallo alla fine della macchina che separa il riso dalla pianta sono presi proprio male!

    RispondiElimina
  106. Basta, bando alle chiacchiere e tagliamo la testa al toro


    http://allpopasia.com/2012/10/fuji-electrics-high-speed-food-radiation-testing-system-for-fukushima/

    http://allpopasia.com/wp-content/uploads/2012/10/fuji-electric-food-radiation-testing-system.jpg

    RispondiElimina
  107. Non voglio infierire...

    RispondiElimina
  108. No, do sempre un'occhiata allo spam, proprio perché non si sa mai.

    RispondiElimina
  109. Stamattina ho imparato un sacco di cose!
    1- per spostare i sacchi da 30kg usano un sistema con pompa a vuoto. Nei nostri magazzini generali siamo fermi a "er bicipide der maschio"
    2- la tizia della foto nel mio link probabilmente stava facendo un gross-screening preventivo alle misure
    2bis - nel video, la tizia in minigonna che fa finta di aggiustare il sacco per la misura è li solo per il video ... anche i giapponesi ci tengono all'immagine
    3- il sistema di misura è effettivamente quello indicato dalla nostra implacabile Egiovanna. Certo che 10 soli miseri secondi di integrazione possono tranquillamente avere un'incertessa associata del 100%. E' evidente che non gli interessa la misura masemplicemente il check sopra-sotto (non fraintendetemi!)
    4- mi chiedo quanto possa costare quella apparecchiatura e quanti sacchi di riso devono vendere per ammortizzarla
    5- il mio primo post mattutino ha raccolto 17 risposte in meno di 1h. Diciamo che è un record. Le cose sono due: ho scritto una cosa molto interessante, oppure come me perdete un sacco di tempo di prima mattina su questo blog :-))

    Grazie SM

    RispondiElimina
  110. nel video, la tizia in minigonna che fa finta di aggiustare il sacco per la misura è li solo per il video ... anche i giapponesi ci tengono all'immagine
    Mi piacerebbe tantissimo fare questo lavoro, come lanciare i tappi aspettando che invecchi il Black Daniel's

    La macchina etichettatrice c'era, subito dopo il controllo
    Mi prendo la bambolina meritatamente vinta, anche se coreana


    http://static.blogo.it/toysblog/ddung0.jpg

    RispondiElimina
  111. ... ma non ho detto corbellerie.
    Che raccontino di avere una schermatura migliore e senza chiudere e` vero solo se inteso come "una mezza schifezza e` meglio di una schifezza".
    Probabilmente il trucco SFTWARE che fanno e` di misurare il rumore di fondo nella fascia energetica intorno ai 2 "cesi" prima della misurazione.
    Il secondo trucco e` non dare gli intervalli di precisione.
    Quando ho fatto il WBC sono stato 20 minuti in uno stanzino con mura piu` spesse di quel bel giocattolo, e quando ho visto il grafico aveva un bel rumore di fondo su tutta la banda.
    Mi e` piaciuta la "montagnola" del K-40 :)

    RispondiElimina
  112. Non ho mai visto quella macchina né ho mai potuto provarla, ma per certo ti posso dire che misurano solamente Cs-137 per differenza con il fondo giornaliero (io ripeterei il fondo ogni ora per sicurezza) e utilizzano la data impostata per estrapolare il Cs-tot (avendo prima calcolato il Cs-134). Non può essere altrimenti con 10s di misura e tutto sommato "ha senso" per un sistema simil-portale tipo quello.
    Ripeto, è un check, non una misura.

    In genere le mura di un WBC serio sono 10cm Pb o Pb-equivalente. E' normale che tu generi un fondo di K-40 perchè è dentro di te. Se poi mangi tanto formaggio come me allora il picchetto è molto elegante :)

    Un mio collega, appassionato di ostriche della normandia, ha sempre una traccia di Cs-137 nei conteggi WBC. Anche questo è normale.

    SM

    RispondiElimina
  113. Dunque, è vero che in Giappone, tradizionalmente, alla "copia" non viene attriibuito il senso dispregiativo che si ha da noi. Il principio è complesso e sicuramente ha varie ragioni che io sono ben lontano dall'aver approfondito, ma una di certo ha a che fare con il tradizionale processo di apprendimento tra maestro e allievo, che si basa sulla ripetizione a oltranza della stessa "operazione". Pensate ad esempio alle pose yoga (non sono giapponesi, ci siamo, intendo solo il principio. Vabbè, la cerimonia del tè): è la ripetizione a oltranza degli stessi movimenti ma sempre più perfezionati, fino a raggiungere una sorta di autonomia: il movimento sarà sempre lo stesso, ma talmente compiuto da costituire perfezione a sé. In realtà pensiamoci: non sono poche le forme d'arte che non si risolvono nella creazione originale strictu sensu. La musica e il balletto classico, la "maniera" nelle arti figurative, vogliamo parlare del teatro? Insomma, come al solito con copia e originale (senza disturbare la vecchia Kristeva) siamo di fronte a concetti molto fluidi.


    Detto questo il buon Panza dell'articolo (che nel suo libro "Orientalismi" non so quanto si sia spinto a Levante) dovrebbe spiegare che cosa mai possano essere i "templi taoisti" ("veri", poi, un chicca!, mica...) in Giappone... anche perché li mischia maldestramente con i santuari Shinto (a meno che non li intenda come la stessa cosa, e allora sarebbe grave). I santuari vengono sì ricostruti, ma quello di Ise è un'eccezione in assoluto, sia perché è forse il santuario principale della credenza Shinto in Giappone (in quanto legato a doppio filo con la famiglia imperiale), sia perché non è verniciato e quindi molto più esposto all'effetto delle intemperie.

    Mai visti leoni all'entrata di un santuario Shinto, e le lanterne in pietra (che comunque sono una struttra accessoria e non fondante) per definizione sono quelle che invece durano di più. Insomma, questo scrive senza nemmeno rileggere, come ormai ci siamo resi conto da tempo (basta vedere l'abbrivo dell'articolo del corriere sul blocco delle pensioni " I ballerini dovranno restare sulle punte un anno in più." " i minatori, che smetteranno di infilarsi il caschetto e scendere sotto terra non più a 55 ma a 56 anni"... ma scrivete come magnate! Tutti artisti in Italia, ecco come nascono i Visetti, dalla frustrazione!).


    23 templi mi sembrano un po' pochini... Mi preoccupa piuttosto quel "sono più solidi", come se quelli shinto li facessero fragili apposta. Son tutti di legno uguale, eh, non si scappa. Sì, quei pochi in muratura lo sono per vezzo, e esistono solo da recent times.

    RispondiElimina
  114. Ovvio che intendevo il K-40 come "naturale", solo che si notava bene rispetto al lento scemare del fondo con l`aumento del livello energetico.

    Ci diresti allora la differenza tra check e misura, visto che il display dava i suoi 20Bq/kg?

    Visto che avevi detto che il cesio si iniziava a vedere nel WBC sopra i 20Bq/kg, il tuo collega quanti ne avra` avuti, ed a spanne quanti erano nei molluschi? :)

    RispondiElimina
  115. Bravo, so che sei orgoglioso dei tuoi circa 4000 Bq di K-40 :)

    Una misura ha sempre una incertezza associata e prevede un cervello oltre agli strumenti. Un check è quando lo fai fare agli altri dopo 2 ore di spiegazione su cosa devono fare e speri che non combinino guai :)

    Per un WBC 20Bq/persona sono una ottima performance. Se avevo critto 20Bq/kg sei autorizzato a tirarmi un calcio negli stinchi :)
    Molluschi freschi dalla Normandia non ne ho mai misurati, ma credo si tratti di valori 1-20 Bq/kg in funzione degli anni dal 1986 in avanti.
    Trovi parole utili di finnica provenienza qui
    http://meeting.helcom.fi/c/document_library/get_file?p_l_id=16324&folderId=1760045&name=DLFE-49881.pdf
    SM

    RispondiElimina
  116. Arrivo in ritardo, e da lontano non riesco nemmeno a pensare di potermi documentare come fate voi. Però da una lettura veloce - soprattutto delle agenzie di stampa sull'indignazione del mondo scientifico - c'era un particolare che non mi quadrava. Il processo è stato intentato non sulla prevedibilità o meno dei sismi (risate da fondo sala), ma semplicemente sulla base di un incontro con la cittadinanza una settimana prima del sisma, in cui la stessa veniva rassicurata da dichiarazione di esponenti del mondo scientifico. Questo è il punto, no?
    Che, come dice la Bencivelli, i presenti all'incontro fossero ignari dell'intervista del vice di Bertolaso mi sembra più che possibile, ma spero che il processo si sia fondato su quanto detto effettivamente in quella riunione. E se sono state dette cose non sensate, guidate, pazienza la pressione pazienza l'errare umanum est, ma per chi era presente c'è una responsabilità evidente, è, ripeto "e'" un errore, e se gli si punta il dito contro (per quanto si parli di agnelli sacrificali), non si sta commettendo un illecito, trovo.

    RispondiElimina
  117. OT
    A proposito di citazioni, oggi ho scoperto che Leonardo parlava già di tette nel suo Omo Vitruviano: "Dalle tette al di sop(r)a del chapo fia
    la quarta parte dell'omo."

    RispondiElimina
  118. Salve, popolo di santi e di navigatori!
    Intanto mentre voi stupite le folle con miracoli da quattro soldi e scoprite isole sconosciute ricche di vene acquifere, il FT si interroga sulle reali intenzioni del Giappone di uscire dal nucleare.
    http://j.mp/S43dvH

    RispondiElimina
  119. Difficile fare previsioni long term per qualsiasi cosa in un mondo che cambia così rapidamente. A partire dalla Germania sulla cui cocciutaggine però c'è da scommetterci.

    Io penso che nei prossimi 2 decenni dovranno esserci risposte chiare e definitive su:
    -chiusura completa del ciclo del combustibile, compresi i siti di stoccaggio temporaneo
    -destino delle scorie compreso le trasmutazioni
    inoltre non dovranno esserci nuove Fukushima, per capirci e l'antiproliferazione dovrà aver ottenuto successi oggi poco immaginabili.
    Solo allora si potrà ragionare, soprattutto in funzione di quanti $$ costerà un barile di petrolio.
    Nel frattempo io sarò prossimo alla pensione :))
    SM

    RispondiElimina
  120. L'unica cosa certa del tuo discorso è che il barile di petrolio costerà una cifra improponibile fra 20 anni e sarà accentrato in ancora meno mani di oggi e quindi gioco forza sposati su altre tecnologie.
    Sempre se non saremo in uno scenario da Interceptor, il guerriero della strada.

    RispondiElimina
  121. Beh, anche QUI in fondo dopo il terremoto del Tohoku e la paura di un secondo si sono messi a dire "Dovremmo avere qualche 7imo grado ma nulla come il "grande"... e quindi tornate alla vostra vita".
    E certe parole gli esperti italiani sono stati costretti a dirle sia per la semplificazione del linguaggio sia perche` un tecnico di laboratorio con diploma si e` fatto la sua teoria ed ha terrorizzato la regione intera.
    Vi ricordo che il terrorizzatore ha dormito a casa sua nel suo letto con tutta la famiglia e non in macchina all`aperto come avrebbe dovuto fare se veramente avesse visto l`arrivo del terremoto.

    A fronte di un sisma non avvenuto Zamberletti era finito sotto processo per procurato allarme.

    In Yappone nessun Kazuo Nogosukimakinoti si e` messo ad urlare "arriva un terremoto che ci uccide tutti".

    Ora faccio una domanda, se ad un "esperto", dopo che ti ha fatto la tiritera della non previdibilita` gli chiedi: "Ma in soldoni, questa sera e per i prossimi 12 mesi DEVO dormire in machina e non andare al lavoro il giorno dopo [e denunciarti per procurato allarme se non accade niente] o posso tornare a casa?", cosa dovrebbe rispondere?

    RispondiElimina
  122. Ma bisogna essere abbonati?

    RispondiElimina
  123. "dormi a casa e spera".
    D'altra parte, o è prevedibile e quindi diamo delle previsioni o, e siamo d'accordo tutti, non è prevedibile con la precisione necessaria (sottolineo questo passo) e allora la domanda "allora che devo fare?" non ha senso. Ognuno deve giudicare per se.

    Volendo è sempre il solito discorso del rischio che si è disposti ad accettare.

    RispondiElimina
  124. E come mi faccio le vacanze in Italia io? :(
    Niente niente con una orsetta e due pandini a carico.

    RispondiElimina
  125. e tu aspetti 20 anni per farti le vacanze? Approfitta ora! :-)
    O magari verrai con la nuova macchina a energia eolica :-P

    RispondiElimina
  126. Ma allora uno scienziato non puo` piu` fare lo scienziato, deve prendersi una laurea in legge per sapere la parola esatta al millesimo in base a cio` che un giudice nella sua libera interpretazione della legge puo` combinargli.
    Fossimo stati noi UNICISTI a rispondere, avremmo fatto gli azzeccagarbugli o avremmo detto "data l`imponderabilita` dell`evento dormiamo a casa"?

    Uno dei condannati era praticamente l`addetto alla presentazione della "storiografia" dei terremoti, non discuteva nemmeno del futuro.

    Tra l`altro in tutto questo ragionamento vi e` un enorme BIAS: sappiamo che poi il terremoto c`e` stato!

    RispondiElimina
  127. Ma porcapaletta, dopo oltre un anno che ci prendiamo per i relativi fondelli non hai ancora imparato che io non sono orgoglioso dei miei 4000Bq di k-40, bensi` dei miei 100,000Bq???
    Chiedi conferma a Toto, Tata, Valeriani, ai nippo ed ai nippopazzi :)

    Dovro` andare a leggere la frase incriminata ma presumo che dato il rapporto di 2 ordini di grandezza sia piu` probabile che io sia dislessico.

    E quindi nonostante io mi fossi rimpinzato di HON (NI-HON, NIPPON) MAGURO, cioe` tonno giapponese per settimane per aumentare il mio cesio prima di tornare in Italia, non ce ne e` proprio nel mio corpo.
    Ma bevo pure latte di Chiba!
    Perdindirindina, sono deluso, volevo dire al mondo che Noda mi stava uccidendo col suo cesio.

    RispondiElimina
  128. Mi fai venire in mente quei geni che vogliono mettere sulla macchina un ventilatore per recuperare energia mentre si muovono!
    Dio che dementi!

    RispondiElimina
  129. Nota tecnica per @toto_unicolab:disqus , questa volta la notifica ci ha impiegato 26 minuti.
    Che il tempo di notifica sia una variabile aleatoria uniforme distribuita su 3 ore?

    RispondiElimina
  130. Ormai siamo un popolo di santi, aviatori e borbottatori.
    E con questo auguro la piu` sentita buonanotte a tutti gli UNICI ed ai loro famigliari.

    Vi auguro inoltre di non avere piu` un`altra giornata strapiena di miei commenti :)
    Anche perche` dove c`e` la quantita` spesso scade la qualita`!
    Escluso quando andate a Forno di Zoldo a mangiare Pastin, Musetto [alias Cotechino, o i mamorini mi linciano], bollito, frico [formaggio fuso], polenta ed altro fino a scoppiare e grappe fatte in casa fino al coma etilico ed e` tutto strabuono.

    RispondiElimina
  131. Iscriviti sul gratis dicendo che sei il CEO addetto ai Money Investment del reparto IT :)

    RispondiElimina
  132. hahah! sì, infatti, ridicoli...

    RispondiElimina
  133. Toto, mi spieghi l'unità di misura del calore di decadimento? (in rete trovo: 10 MW l’equivalente di un fuoco che brucia 1000 litri di benzina ogni ora)

    RispondiElimina
  134. Non la sapevo questa, ma si inquadra benissimo in quello che non conoscono il secondo principio della termodinamica!

    RispondiElimina
  135. Dimenticavo: oggi la NRA d'intesa con il vecchio JNES ha pubblicato la (primissima, da parte di un ente pubblico) mappatura delle zone interessate dalla dispersione di radiazioni in caso di incidente in ognuna delle 16 centrali del Giappone (http://www.nsr.go.jp/committee/kisei/data/0007_05.pdf sono velocissimi, in virtù del nuovo principio di trasparenza assoluto - anche un po' nevrotico, se vogliamo. Conferenze stampa in streaming live e resoconto delle riunioni+materiale disponibile in rete al massimo il giorno dopo, quando per le riunioni di governo ci vogliono settimane).


    Hanno seguito due ipotesi: 1) l'incidente rilascia una quantità di materiale radioattivo pari a quella di FD1; 2) l'incidente (severe) rilascia una quantità di materiale radioattivo proporzionale alla potenza della centrale. In pratica le mappe indicano zone con contaminazione pari a 100 mSV a distanza di una settimana dall'incidente, con 10 ore di rilascio continuato di materiale radioattivo. 100mSV sono il livello per il quale si rende necessaria l'evacuazione immediata della popolazione.


    4 centrali hanno un raggio che supera addirittura i paventati 30 km di raggio: l'enorme Kashiwazaki Kariwa e FD2 (Tepco), Hamaoka (Chubu), Oi (Kanden), tutte più grandi di FD1. Per Kashiwazaki si arriva addirittura a 40,2 km. Certo, si tratta comunque di indicazioni che verranno fornite alle autorità locali, le quali saranno autonome nel definire la reale area di evacuazione (più grande?), le esercitazioni e tutto l'apparato - complicatissimo - che ne conseguirà.
    Sulla base dell'ipotesi 1), invece, tutte entro i 30 km. Tra parentesi, secondo i calcoli della JNES, l'area di FD1 con contaminazione a 100mSV nella prima settimana dall'incidente arrivava a 18,7 km dall'epicentro.


    Altra parentesi, se veramente estenderanno le zone di evacuazione a 30 km, il provvedimento interesserà nientepopòdimeno che 4,8 milioni di persone.
    Sempre a proposito dell'allargamento dei perimetri di sicurezza, leggevo poi da qualche altra parte un'osservazione che mi sembrava sensata: se si piazza il centro di gestione crisi a più di 50km dalla centrale, è verosimile che a tale distanza non verrà mai coinvolto nella normale gestione, e quindi tenuto in naftalina. Qual è la reale efficacia operativa di un centro normalmente mai utilizzato, con la gente che non sa nemmeno dove sia il bagno rispetto alla stanza dei bottoni?

    RispondiElimina
  136. In pessima vece di Toto :)
    I MW sono la potenza prodotta dai decadimenti radioattivi, cioè l'energia della radiazione di diseccitazione diviso l'unità di tempo.
    Siccome però le unità tipiche delle energie di decadimento sono i keV e i MeV il conto risulta un po' complicato. Gli ingegneri allora hanno pensato bene di legare il tutto macroscopicamente al riscaldamento dell'acqua in cui è immerso il combustibile e quindi diventa una misura molto semplice.
    A volte ti può capitare di trovare i MW/tonn cioè riferiti alla tonnellata di combustibile.
    Tieni presente l'intera piscina del n.4 all'epoca del disastro era assai meno di 10MW, se vedi la tabellina sopra era 2.26 MW e dopo 3 mesi 1.58 MW. Adesso sarà 0.7-0.8 MW ...
    SM

    RispondiElimina
  137. Nemmeno Fukushima ha rilasciato per 10 ore consecutive ...

    RispondiElimina
  138. Se mi e` permesso un calcolo banale e data che sia vera la relazione 10MW(per 1 ora) (presumo Wt, cioe` termici) = 1000 litri benzina/ora.
    Vuol dire che 1TWh annuale e` equivalente a bruciare 100milioni di litri di benzina/anno.
    Data la produzione termica nucleare giapponese (2010) di 288.3TW(e)h x 3= 865TW(t)h
    otteniamo l`equivalente di (non) bruciare 86.5MILIARDI di litri di benzina.

    Qualcuno vuole divertirsi a calcolare CO2 ed NOx dei 288TWh prodotti a gas come stiamo facendo ora?

    RispondiElimina
  139. Ma se non si tafazzano non sono nipponici!
    Ma il vero problema e` che con l`area estesa a 30km saranno i comuni nei 30km a voler soldi e voto sul nucleare, e cio` potrebbe creare piu` rallentamenti del "forse usciremo entro la fine del 31 dicembre 2039".

    RispondiElimina
  140. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 06:37

    ma sei matto?
    FD1 sta emettendo ancora oggi a 1.5 anni dall'incidente...e il corio che ha bucato il pianeta da parte a parte dove lo mettiamo?

    Io una proposta ce l'avrei, riempiamo Okinawa con tutte le centrali giapponesi...

    RispondiElimina
  141. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 06:43

    hon maguro pescato nel mediterraneo, a proposito di roba che gira il pianeta due volte prima di arrivare a destino

    RispondiElimina
  142. mi era proprio scappato il tuo commento. E' il rischio di leggerne un po' sul cellulare e un po' dal pc, ma vedo che ti hanno già ben risposto.


    In effetti, il calore, quindi l'energia andrebbero misurati in Joule, che è l'unità di misura del sistema internazionale per questa grandezza fisica. Si usa il Watt e i suoi multipli quando il rilascio dell'energia è continuato nel tempo e si parla quindi di energia rilasciata per unità di tempo, Joule / secondo = Watt.


    Piuttosto che la benzina che brucia, che faccio fatica ad immaginarla, per avere un po' il polso della situazione, tieni conto che la mia caldaia a gas per il riscaldamento domestico ha una potenza termica di 25 kW (un po' meno, ma così vengono facili i conti). Per avere un 1 MW ti servono 1000 / 25 = 40 stufette o se vuoi vederlo in un altro modo, con quell'acqua calda potresti riscaldare 40 appartamenti.

    RispondiElimina
  143. I palloncini Tepco a forma di lampadina a bulbo lungo hanno portato felicemente a termine la loro missione
    Qui foto e risultati
    http://photo.tepco.co.jp/en/date/2012/201210-e/121024-02e.html


    Ricordo l'indagine a pianterreno del PackBot, con uscita di vapore e 4.000 mSv/ora, del 4/6/2011
    http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=0cA8Kz_bPmM

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_110604_01-e.pdf
    Da segnalare una fuoriuscita di acido cloridrico, circa 75 litri, dall'impianto desalinizzazione 3http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_121024_03-e.pdf

    RispondiElimina
  144. Non ho capito la tua risposta.

    E' vero che dal sito ci sono rilasci continui causa edifici demoliti, vapori radioattivi, etc ... ma quando si guardano ai rilasci veri, questi sono impulsivi, brevi in durata, estremamente alti in intensità. Sono le ventilazioni del RPV o del PCV, dipende da quale linea di venting usano. Anche le esplosioni di Idrogeno sono rilasci di tipo impulsivo.

    L'ipotesi di rilasci continui di radioattività da un impianto incidentato non sta in piedi. Neppure Chernobyl aveva rilasci continui ma saliscendi dovuti a fenomeni termici.

    In sostanza, se si guardano le percentuali di radioattività rilasciata, si vedono impulsi brevi ma intensi mentre i deboli rilasci continui di cui parli sono sul fondo della scala ...
    SM

    RispondiElimina
  145. credo fosse ironico...

    RispondiElimina
  146. Infatti Panza parla di templi taoisti, però pare che il tao abbia influenzato non poco lo shinto e così ho cercato qualche informazione sui santuari shinto, cioè l'aggiunta sui temli shintoisti è mia.Le informazioni le ho ricavate dall'articolo su linkato
    http://www.cultorweb.com/Arch_JPN/AJC2.html

    e da
    http://en.wikipedia.org/wiki/Shinto_shrine

    Quanto ai templi buddisti, hai perfettamente ragione,ho dimenticato di scrivere "principali" li vedi qui
    http://it.wikipedia.org/wiki/Buddhismo_giapponese

    alla voce da espandere I principali templi buddhisti giapponesi suddivisi per scuole e denominazioni , secondo la tabellina piccola dell'articolo invece superiamo i 70.000 e mi era sembrata una cifra esagerata


    Grazie delle osservazioni

    RispondiElimina
  147. Di solito quando e` INDO maguro o OSUTORARIA maguro lo trovo scritto, perche` l`ITARIA maguro dovrebbe essere l`HON?

    E dove lo trovo allora l`HON maguro visto che lo pescano?

    Comunque visto che sei li` e che ti sei mangiato una tonnellata di funghi del nord, fai di nascosto [che tanto @toto_unicolab:disqus non ci legge] un giro al suo WBC.
    Tra l`altro quando sono andato io la gnoccona Ceca addetta al WBC era in ferie, tu invece la trovi!
    E fammi la foto a 24MPixel !
    Che voglio vederlo questo spettacolo della natura!!

    RispondiElimina
  148. Come osi?
    Era SARCASTICO!

    RispondiElimina
  149. @SergioManera:disqus @kumachanTokyo:disqus @disqus_Ah1dbfX4AC:disqus

    La scheda tecnica in giapponese di
    Komebukuro
    Fuji Electric’s High-Speed Food Radiation Testing System


    Pare sia in grado di rilevare Cs134, Cs137 e I 131
    Prezzo 10.000.000 yen , Iva esclusa
    Secondo questo sito ne sono stati consegnati 50 pezzi a Fukushima
    http://www.crazyengineers.com/food-radiation-testing-system-developed-by-fuji-electric-5040/

    RispondiElimina
  150. Nota tecnica, l`avviso di questo messaggio e` arrivato dopo 4 ore.

    RispondiElimina
  151. Arkoudaki, era una battuta la mia, che ne so io di schermature e rumori di fondo, quanto al WBC conosco solo quello che mi fanno alla ASL

    RispondiElimina
  152. Te la fanno alla ASL?
    Aspita, e sei risultata almeno tu contaminata di cesio e moribonda?
    Io qui ci provo mangiando di tutto ma non mi trovano cesio!

    RispondiElimina
  153. Scusate l'OT.
    Valeriano, è vera 'sta cosa dei poliziotti che hanno marciato con i manifestanti per la marcia di Occupy, e se sì in virtù di cosa? http://humansarefree.com/2012/05/german-police-removed-helmets-and.html
    Vabbè che è la FOX, ma altri dicevano che li avevano corcati... http://www.foxnews.com/world/2012/05/19/20000-march-at-occupy-rally-in-germany-police-say/

    RispondiElimina
  154. Non saprei di persona (perché proprio a me? Non abito a Francoforte;-) ), so quello che ho letto in giro...
    Posso cercare di sapere, senza garanzia di risultato pero' ;-)

    RispondiElimina
  155. Beh, per essere franco sei franco...

    RispondiElimina
  156. Ops, mai scrivere prima del 3° caffé del mattino :)

    RispondiElimina
  157. doppio gioco di parole, bravo! :-)

    RispondiElimina
  158. Allora, dal poco che riesco a capire dai giornali, dicono che è stata una manifestazione molto pacifica (soprattutto rispetto ad altre precedenti di estremisti), e nonostante i timori e le chiusure di zone attuate, in realtà tutto è andato bene. In nessuno degli articoli che ho visto si dice che la polizia ha sfilato insieme ai manifestanti, ma si dice che l'atmosfera era relativamente distesa.

    Quindi, opinione strettamente personale, da quello che ho capito e guardando la foto, ho l'impressione che quella è la polizia di scorta al corteo che semplicemente si rilassa perché tutto è tranquillo.

    RispondiElimina
  159. No, è che sta girando parecchio per FB, e a me 'ste cose populiste mi danno ai nervi. Non è importante. Grazie. http://www.facebook.com/photo.php?fbid=4707083085711&set=a.1972855611733.120371.1553322346&type=1&ref=nf

    RispondiElimina
  160. Si, è passata anche da me su FB... la differenza, che l'italiano non capisce, è che in Germania la gente non da addosso alla polizia che fa il proprio dovere, anzi la aiuta. E là hanno pure la mano pesante, i poliziotti. Quindi il rapporto cittadino-polizia è per forza di cose diverso.
    E qua chiudo l'OT semi-politico.

    RispondiElimina
  161. Scusate se torno a L`Aquila, ma QUI e` l`unico posto in lingua italiana dove si possa avere opinioni differenti senza che partano insulti, forse per selezione naturale, ma nel dubbio ringrazio Toto per tenere in ordine la casa :)

    Talvolta capire i falsi sillogismi e` difficile, ho quindi cercato di buttarla giu` in questo modo e poi, dopo che avete letto magari la sviluppiamo un pochino :)

    E` in risposta all`articolo: L’Aquila, perché Galileo non c’entra niente.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/10/24/laquila-perche-galileo-non-centra-niente/392542/

    L’Aquila, perché Galileo c’entra eccome.
    Semplicemente perche` in entrambe i casi i giudici non avevano la piu` pallida idea di cio` che stavano giudicando.
    Il caso di Galileo ve lo potete leggere ed il caso di L`Aquila e` banale, seppur tragica, statistica.
    Permettemi di usare l`esempio del Superenalotto e dire che, stante come si costruiscono le case in Italia, morire per un terremoto che in Giappone non rallenta nemmeno la vita [solo gli shinkansen per un`ora] e` come vincere 5 milioni al superenalotto.
    Diciamo che un giudice chiede alla Commissione Grandi Numeri del Superenalotto: "Io voglio giocare queste sestine, con le statistiche che avete, mi conviene dormire tre mesi all`anno in macchina con tutta la famiglia ed usare quei soldi per il superenalotto nella speranza di vincere, oppure non giocare ed avere una vita normale?".
    La commissione risponde: "Premesso che non possiamo predire se e quando usciranno quelle sestine, data la scarsa probabilita` consigliamo una vita normale e di dormire a casa".
    Qualche estrazione dopo esce la sestina ed il giudice sentenzia che la commissione grandi numeri gli paghi il montepremi perche` gli ha fatto perdere il montepremi.
    Questo e` giudicare un evento statistico DOPO che l`evento e` avvenuto.
    E` come volere andare in ricevitoria e giocare SAPENDO GIA` cosa esce!
    Per questo e` corretto dire che la colpa e` quella di non aver previsto il terremoto.
    Tanto per chiarire: e` piu` probabile un terremoto in Basilicata che in Francia? SI`.
    Piuttosto che in Giappone? NO.
    I Giapponesi non predicono meglio di chi finisce in galera in Italia, ma costruiscono meglio!
    Il terremoto e lo tsunami del Tohoku hanno fatto buttare via una marea di statistiche ed ucciso 20mila persone, pensate che qualcuno sia stato denunciato?
    Vi ricordo che Zamberletti e` stato denunciato per procurato allarme per il NON terremoto della Garfagnana.

    Vi prego non tirate fuori il diplomato Giuliani che la notte del terremoto ha dormito a casa propria oltre ad aver detto che [1`32"]" stare tranquilli, per la fine di marzo lo sciame dovrebbe sparire":
    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=c7-9lNkA-y4#!

    E se lo sciame sismico e` per voi certezza di megaterremoto, guardatevi questo video dei terremoti dell`ultimo anno e datemi un intervallo di 3 mesi [nemmeno 2 giorni] in cui io debba abbandonare Tokyo perche` mi arriva un terremoto maggiore di Mw8.5:
    http://www.youtube.com/watch?v=NSBjEvPH2j4&feature=player_embedded
    Nota: da ascoltare con volume medio alto, da vedere tutto, ed in Giappone il 12 aprile si scrive 4/12.
    A proposito, gli scienziati giapponesi hanno detto che e` probabile che avverra` nei prossimi 60 anni, che faccio?
    Ultimo terremoto percepibile ieri (mio) pomeriggio.

    Grazie della pazienza.
    Arkoudaki

    RispondiElimina
  162. SMACK!
    E Coscialunga come viene in greco?

    RispondiElimina
  163. http://www.ansa.it/documents/1350924628767_grandi_rischi_del_31_marzo_2009.pdf

    RispondiElimina
  164. Il paragone con il superenalotto mi piace. E' crudo, ma efficace.
    In ogni caso, io aspetterei anche di vedere le reali motivazioni della sentenza, perché quelle sono importanti.
    In ogni caso, un parere scientifico, se dato correttamente, non puo' essere soggetto alla legge, e mi pare di capire che proprio sul "dato corretamente" si basa la questione.

    RispondiElimina
  165. Ho letto velocissimamente, ma mi pare che sia corretto il modo in cui pongono la questione. @Egiovanna:disqus ?

    RispondiElimina
  166. Tanto l`IVA e` al 5% :)

    RispondiElimina
  167. http://www.cittadinanzattiva.it/comunicati/istituzionale/altro/4126-terremoto-aquila-sentenza-su-grandi-rischi.html

    RispondiElimina
  168. Mi sento di condividere al 100%.

    RispondiElimina
  169. Chiedi il mio
    parere? Il nodo è proprio quello da te individuato, il parere non è stato dato correttamente. Ho già detto che è una brutta storia e la sentenza ha sollevato un
    vespaio , la ritirerannno di sicuro in appello. C’è una bella dose di verità
    nell’articolo del Fatto quotidiano, soprattutto pensando a Boschi che è
    un’istituzione, è alla commissione grandi rischi da tempo immemore, dal 1983 ed
    essendosi bruciato una volta con l’evacuazione della Garfagnana c’era da
    aspettarselo che si comportasse nel modo esattamente opposto, cioè
    rassicurando.


    La commissione ha
    sostenuto Non c’è nessun motivo per cui si possa dire che una
    sequenza di scosse di bassa magnitudo possa essere considerata precursore di un
    grande evento
    , per correttezza doveva concludere MA SUCCEDE ANCHE IL CONTRARIO, cioè una sequenza di scosse di bassa magnitudo puo' essere precursore di un sisma più grande .


    Spero solo che
    questa sentenza sia un’occasione per tutti i sismologi di riflettere sul loro
    lavoro e di ridimensionarlo riportandolo per terra , nel vero campo della ricerca, che è quella di seguire un
    sismografo e registrarne i dati, attraverso le onde sismiche studiare la
    struttura della terra, dare indicazioni,
    comparando ricorrenze e dati storici, sulle zone a rischio per sostenere una
    vera prevenzione antisismica. Le faglie le individuano tramite strumentazioni
    ma pochi hanno visto una faglia vera . Per questo mio marito mi ha
    sempre detto che i colleghi sismologi gli fanno pena, in maggioranza sono fisici mentre dovrebbero essere geologi specializzati in geofisica.


    Avete notato che
    quando avviene un sisma tutti i telegiornali dicono che gli scienziati seguono
    il fenomeno? appunto, possono solo seguirlo.

    RispondiElimina
  170. Malissimo, makrì bouti ( μακρύ μπούτι), scordatelo!

    RispondiElimina
  171. Grande Sergio, tutto quello che volevo.

    RispondiElimina
  172. 10 milioni... a momenti 1/3 del costo di casa mia... esagerati. Il fatto di essere stato messo in CC prevede un qualche intervento da parte mia, Gio'?

    RispondiElimina
  173. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 19:30

    scusa @SergioManera:disqus e' che delle volte mi lascio trasportare dalla mia indole sarcastica, cinica e negativista...

    RispondiElimina
  174. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 19:31

    io estenderei l'area di sicurezza a 1000km di raggio cosi' siamo piu' tranquilli....

    RispondiElimina
  175. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 19:33

    dimentichi che fra 20 anni non ci sara' nessuna italia in cui fare le ferie...

    RispondiElimina
  176. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 20:48

    (super) OT
    Festeggiamo con @kumachanTokyo:disqus l'uscita di Windows 8 in JP!
    Dai Kuma fai outing e ammetti che eri ad akihabara anche tu! :D

    Quella che ne esce dalle foto qui sotto e' proprio l'immagine di un paese provato da la piu grande crisi nucleare del secolo™...

    PS evito di dire in che condizioni versa (l'ex) linux cafe di Akihabara...

    RispondiElimina
  177. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 21:13

    @disqus_Ah1dbfX4AC:disqus ci sono rumors sulla stabilita' dell'esecutivo, giusto dopo gli ultimi casini, l'ennesimo rimpasto e il consenso in caduta libera?

    Per me ci vorrebbe una faccia nuova alla guida del paese, facciamo che diamo l'incarico a Ichiro Ozawa :D :D :D :D

    RispondiElimina
  178. mamoru_giappopazzie25 ottobre 2012 21:23

    Bhe, se ti avanzano 500000¥ me li puoi anche versare sul conto, non mi offendo mica sai. :)

    Hai visto anche tu cosa ci compri con quei soldi ad Akiba vero?

    :D

    RispondiElimina
  179. in maggioranza sono fisici
    Dico per orgoglio della categoria :-) che in teoria esiste (alla mia epoca esisteva!) un indirizzo specifico per geofisica, dove facevi studi specializzati e uscivi sapendo praticamente niente di realtività e particelle, ma tutto di geofisica.

    RispondiElimina
  180. come dice @ValerianoB:disqus l'essere fisici in realtà non dovrebbe essere necessariamente un guaio. geofisica, come la fisica medica ed altre, sono materie di confine dove gli approcci da entrambi i lati sono utili e indispensabili.

    RispondiElimina
  181. Nella commissione Selvaggi evidenzia come ci siano stati anche alcuni terremoti recenti preceduti da scosse più piccole alcuni giorni o settimane prima, ma è anche vero che molte sequenze in tempi recenti non si sono poi risolte in forti terremoti
    A ben leggere, dice chiaramente che anche se hai le sequenze non possono dire se ci sarà o meno un forte terremoto. Chiaro e corretto, no?
    Barberi stesso più avanti dice che non ci sono strumenti per fare previsioni e qualunque previsione non ha fondamento scientifico.
    Quindi dicono chiramente che non sono mai in grado di prevedere se ci sarà una grossa scossa, a prescindere dai precursori. Il punto cruciale è se e quando decidere un'evacuazione, e il caso Boschi che citi è esemplare.
    Personalmente preferirei evacuare per niente, ma là interviene poi la politica a decidere e punire a posteriori, come vediamo.

    Allora, è vero che non hanno per niente preso in considerazione concretamente la questione degli allarmi, ma ho anche l'impressione che si voglia mettere loro in bocca cose che non hanno detto.

    RispondiElimina
  182. La commissione ha sostenuto Non c’è nessun motivo per cui si possa
    dire che una sequenza di scosse di bassa magnitudo possa essere
    considerata precursore di un grande evento , per correttezza doveva concludere MA SUCCEDE ANCHE IL CONTRARIO, cioè una sequenza di scosse di bassa magnitudo puo' essere precursore di un sisma più grande


    Come fisico e come membro di diverse commissioni di rischio (e non come esperto di sismi di cui ho conoscenza solo scolastica) posso dare un giudizio sulla frase del verbale. Io credo che la frase in questione prima della tua aggiunta stia in piedi da sola. Risponde al primo quesito riportato nel verbale: fare una valutazione oggettiva dei fenomeni in atto (scossette di bassa intensità in sequenza) in relazione a quanto si possa prevedere? E ovviamente la risposta che dà Barbieri è condivisibile, NO. Che poi possa succedere anche il contrario è un fatto ma di questo nel verbale si parla prima, forse in modo un po' sfumato (in riferimento alla Garfagnana e con casistica limitata).
    Cioè penso che il senso di quanto dici ci sia nel verbale. Forse non sottolineato in modo abbastanza coinciso

    Però mi chiedo, al di là delle virgole nei verbali, l'uso di quelle parole un po' incaute è responsabilità dei membri di quella commissione oppure di altri che sono andati a fare le conferenze stampa spinti da Bertolaso o altri politici (considero Bertolaso un politico)? Se ci sono le intercettazioni di Bertolaso, perchè non hanno condannato Bertolaso?

    Parliamo di omicidio colposo, 6 anni di galera.

    Verbale arrivato tardi, forse corretto dopo il sisma? In genere una riunione di commissione al mese è un buon passo per portare avanti i lavori. Non ho mai visto un verbale di riunione arrivare prima di 1-2 settimane (prima in bozza e poi in versione definitiva da approvare alla riunione seguente).

    I conti non tornano in questa vicenda
    SM

    RispondiElimina
  183. Se non vado errato per TMI si fece una evacuazione in cui morirono 2 persone a fronte di dosi trascurabili. L'evacuazione è un provvedimento da non prendere con leggerezza, specie in una realtà complessa come l'Aquila. Inoltre i precursori "scossette" avevano interessato una zona molto vasta, come si fa ad individuare un possibile epicentro da evacuare?? E se invece di evacuarla la gente ce la porti (centro del sisma)? Guarda a FD, hanno evacuato gente a SW verso NW dove si sono beccati dosi maggiori.
    SM

    RispondiElimina
  184. Beh, sai, con un ministro della giustizia tolto di mezzo a due settimane dal rimpasto per connubi mafiosi (vabbè, pure lì ci sarebbe da parlare), e rimpiazzato con quello prima (allora che l'hai fatto a fa', il rimpasto?), l'opposizione ha gioco per fare la voce grossa. Il fatto è che Noda gli ha promesso che avrebbe sciolto le camere al più presto, e adesso fa orecchie da mercante.

    Io sono decisamente controcorrente in questo, ma Noda, che tutti (soprattutto gli stranieri) danno per spacciato da due mesi dopo la sua nomina, io lo vedo un leader molto solido e pianificatore (oltre ad essere più che presentabile... ti ricordi Aso? O lo stesso Abe con il volto cadaverico e (si mormora) il pannolone per la tensione che non gli dava tregua?). Forse perché non ha niente da perdere. Sta riuscendo a governare senza nemmeno una reale maggioranza, dando un po' qua e un po' là, però intanto l'agenzia del nucleare l'ha fatta senza cedere all'impasse parlamentare, è l'unico che sia riuscito a mettere mano all'imposta sui consumi, "governa", insomma.
    Al di là degli scandali e della politica, comunque, la cartina di tornasole sono sempre i soldi. Ti faccio un esempio. Nei giorni passati si è paventato che al parlamento non si sarebbe raggiunto l'intesa per dare il via libera all'emissione eccezionale di titoli di stato. Mica quisquilie, eh! Su 90 mila miliardi di bilancio, 38 mila, il 40% deve venire da questi titoli. Ebbene, poteva veramente fare un casino, l'opposizione, dico, che ha pure appena rinnovato il suo leader, e invece, oggi, il leader (l'Abe di cui sopra) "mai pensato di votare contro"... questi sono i fattori veri, quelli che tastano il polso alla situazione, altro che i ministri di giustizia. Detto questo, come un terremoto, questo non vuol dire che Noda non possa cadere dopodomani :) Non azzardo previsioni hahaha

    RispondiElimina
  185. Comunque il verbale (che appunto è un verbale, e non la trascrizione fedele di quanto detto) mi restituisce un panorama di dichiarazioni molto più moderate di quanto non immaginassi. Messa in questi termini, a parte due frasi, non mi sembra ci sia stato un clima di rassicurazione eccessiva.

    RispondiElimina
  186. Grazie, molto chiaro, e scusa se commento solo ora ma sono presente sono a singhiozzi.

    RispondiElimina
  187. Merci Merci. Mi hai integrato il commento di SM con l'approccio empirico che mi mancava per far quadrare tutto. Sono felicissimo. Grazie a tutti e due!
    Ultima domamda, M sta per? Mega?

    RispondiElimina
  188. Lo vedo solo ora. Mica male le bimbe, eh!

    RispondiElimina
  189. Shinto e Tao... non oso nemmeno addentrarmici. Sicuramente nel quinto, sesto, settimo secolo, quando ci fu l'ubriacatura di tutto quanto era cinese, assieme a tutte le varie dottrine è entrato anche il tao, che per nel suo rapportare l'uomo alla natura poteva ben integrarsi con il già (ab aeternum, quasi si potrebbe dire) preesistente Shinto. Del resto lo Shinto l'hanno integrato a lungo anche con il Buddismo. Checché se ne dica, il giapponese non è affatto un popolo granché spirituale (almeno nel senso che gli diamo no), e non si fanno problemi se i conti non tornano proprio perfettamente. Di certo Tao e templi taoisti in Giappone non ce n'è quasi traccia da almeno prima dell'anno 1.000. Al Panza poi ricordiamo che la Torre di Tokyo è più alta di 3m rispetto alla Effeil (puzzoni come sempre), non il contrario.

    RispondiElimina
  190. Me ne accorgo solo ora! Serve ancora?

    RispondiElimina
  191. se hai un minuto giusto per confermare la sezione 6 che mi sembra particolarmente importante e non vorrei dire stupidaggini :)

    RispondiElimina
  192. E intanto nella notte c'è stata una scossa del 5 grado tra Potenza e Cosenza, ma mi sembra di capire che ci sia stata una vittima e danni limitati.

    RispondiElimina
  193. cioè vorresti dire che hanno messo sottosopra il linux cafe per festeggiare windows 8?

    RispondiElimina
  194. Avete visto questo articolo?


    Fishing for answers off Fukushima http://www.sciencemag.org/content/338/6106/480.summary e le decine di articoli di commento a riguardo tipo http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=fukushima-fish-remain-radioactive-suggesting-ongoing-radionuclide-release


    Mi sembra che la conclusione, ovvero che ci siano ancora perdite continue di acqua contaminata, sia un po' azzardata, specie per i pesci che vivono nei fondali che continuano a mangiarsi il cesio sul fondo.

    RispondiElimina
  195. mamoru_giappopazzie26 ottobre 2012 07:24

    no, nel senso che sata li in un angolino derellitto, sprangato mentre cade a pezzi...

    RispondiElimina
  196. mamoru_giappopazzie26 ottobre 2012 07:25

    mentre tutto il dilavamento superficiale che si scarica a mare dove lo mettono?

    RispondiElimina
  197. No, non c`ero, ma per errore ero alla presentazione del 7 al piano terra del FUDOsan Building [lo ricordo perche` sono scoppiato a ridere quando ho letto il nome visto che all`universita` mi avevano appioppato il nick di FUDO, da "Hokuto no Ken"].

    Il Fudosan BIRUDING e` quello dietro ai due camion illuminati, a sinistra, quindi non quello con la scritta SOFMAP.
    Al contrario subito dopo il palazzo Sofmap c`e` il sushibar che frequento quando passo per Akiba.

    Fudo:

    RispondiElimina
  198. mamoru_giappopazzie26 ottobre 2012 07:42

    Pero' dai, tutta la sceneggiata dell'ospedale era un po' che non la si vedeva...

    comunque anche kan e' riuscito a trascinarsi per un bel po', secondo me con la paura di prendere una stangata alle elezioni (Hashimoto chissa' quanti voti gli frega..) e farsi ancora 60 anni di opposizione a costo di rimpastare ancora e mettere su per davvero il governo "Ozawa 1".


    Comunque un revival di Aso darebbe senzaltro un tocco di macabra allegria :D

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...