Cerca nel blog

Loading

23 giugno 2012

L'acqua di falda a Fukushima


E' un aggiornamento monografico quello di questa settimana dalla centrale di Fukushima ed è incentrato sull'avanzamento dei lavori per l'abbassamento dell'acqua della falda nei pressi dei reattori incidentati e la purificazione dei tombini. Siamo ormai più che consapevoli, che uno dei grossi problemi che affligge la centrale in questo momento è l'enorme quantità di acqua che riempie i locali interrati (edificio reattori e turbine); una parte di quest'acqua è quella che ha raffreddato i noccioli severamente danneggiati, mentre un'altra frazione arriva dall'acqua di falda che si è alzata a causa del terremoto e che di fatto mantiene il livello di acqua costante negli interrati.

Il livello della falda è attualmente il grosso limite - insieme all'inadeguata capacità di trattamento del sistema di decontaminazione - per l'abbassamento del livello di acqua negli edifici dei reattori che può essere considerato il primo passo verso la ricerca delle perdite.

TEPCO ha effettuato dei carotaggi e misurato l'altezza dell'acqua in vari punti all'interno del sito e una possibilità per aggirare questo problema è quella di rimuovere parte dell'acqua a monte dei reattori per farla defluire direttamente a mare senza passare attraverso i locali interrati dove oltre ad accumularsi si mischia con acqua altamente contaminata diventando un duplice problema.

Il piano ambizioso per la realizzazione di questa deviazione dell'acqua è schematizzato qui a lato. La zona delimitata in rosso è quella a monte degli edifici degli impianti danneggiati e la freccia blu all'interno identifica il percorso alternativo che si vuol far percorrere all'acqua attraverso un sistema di pompe (pallini gialli).

Per il momento questo è poco più di un progetto perché, oltre a studiarne la fattibilità, è stata soltanto verificata la qualità dell'acqua dal punto di vista della contaminazione radiologica per valutarne la possibilità di scarico. Qui sotto riportiamo il programma che si intende mettere in atto nei prossimi mesi.


I task evidenziati da una riga nera sono quelli già effettuati o in fase di attuazione, mentre per quelli in blu, TEPCO sta aspettando di ottenere l'autorizzazione degli enti preposti. Dalle analisi effettuate fino a qui sull'acqua, il livello di radiocesio contenuto è inferiore a 1 Bq/litro e del tutto compatibile con quello dell'acqua dei fiumi e torrenti che scaricano nei pressi della centrale. Il piano prevede una serie di tre cisterne per ogni pompa, da utilizzarsi a rotazione in modo da poter controllare sempre la qualità dell'acqua prima di procedere con lo scarico in mare.

Parallelamente, i lavoratori della centrale stanno portando a termine la pulizia dei tombini profondi localizzati nei pressi degli edifici. Lo scopo di questi scavi è proprio quello di poter verificare e controllare fino ad un certo punto il livello dell'acqua sub-superficiale e impedire infiltrazioni all'interno degli edifici. Questi tombini sono attualmente in fase di pulizia e decontaminazione in modo da poter essere usati nel prossimo futuro.

Concludiamo l'aggiornamento di oggi con la tabella delle quantità di acqua contaminata stoccata sul sito. Questi dati si riferiscono al bollettino del 19 giugno e purtroppo i valori potrebbero salire a causa delle piogge che hanno caratterizzato la seconda parte della settimana.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine79 90079 80079 50080 100
Acqua nello stoccaggio21 03019 44017 88017 610
Totale 100 93099 240 97 38097 710
Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

163 commenti:

  1. Consigliamo anche la lettura dell'ultimo aggiornamento sulla contaminazione alimentare qui

    RispondiElimina
  2. Peccato, veramente peccato che non ci sia ancora la nuova agenzia "watchdog" sotto l'egidia del ministero dell'ambiente perchè autorizzare questa operazione li avrebbe posti a cimento. Tra harakiri e seipoku (di cui adesso grazie a kumachan sappiamo la differenza) avrebbero dovuto dare l'ok per forza perchè non c'è altra strada. Dopo averne letto un po' di dettagli devo dire che mi hanno convinto, è il vero step ahead che potrebbe cominciare a dipanare i nodi e i problemi su questo sito.

    Avete notato nel cronoprogramma come si riferiscano all'anno fiscale (aprile-marzo)? Paese che vai, costumi che trovi

    Ciao ciao SM

    RispondiElimina
  3. aspetta perché ancora il piano deve essere approvato. e sai come sono queste cose: un fiume che porta acqua al mare con 1 Bq/L di cesio è diverso da questo scarico con la stessa quantità di contaminante. Ovviamente non in termini di rischio (trascurabile per entrambi) e di "inquinamento" che è identico. Il secondo però è un un rilascio volontario e quindi potrebbe introdurre ulteriori nodi da risolvere.


    sull'efficacia di questo bypass, io onestamente resto un po' scettico. mi sembra una cosa piuttosto difficile e spero proprio che abbiano fatto bene tutti i loro conti, perché è chiaramente un passaggio obbligato.


    ammettiamo pure che il piano venga approvato e che l'idea abbia successo, solo a partire dal prossimo dicembre si inizierà a diminuire il livello di acqua negli edifici interrati e fino ad allora si andrà esclusivamente ad accumulare. speriamo nel frattempo mettano in funzione anche il sistema per la rimozione multi-isotopo di cui hanno più volte parlato, ma di cui ancora non vediamo nulla.

    RispondiElimina
  4. Quale scarico? Non è uno scarico e nemmeno rilascio programmato. Si tratta di emungimento di falda con raccolta in cisterna, analisi radiometrica e rilascio in mare. Il vivello di falda secondo me dovrà essere contestuale ad un emungimento e raccolta delle acque negli scantinati per far scendere i due livelli contemporaneamente sino a che dagli scantinati non entra/esca più acqua. A quel punto le cose si mettono bene perchè riesci ad abbassare ulteriormente la falda prevenendo gli effetti delle piogge e contestualmente svuoti gli scantinati rendendoli (si spera) accessibili per individuare le perdite dei PCV che dovranno essere sigillate.

    Un emungimento simile lo sto seguendo in Italia da diversi anni (non ti dico dove). Il monitoraggio trimestrale è confortante e l'acqua si invia alla termodistruzione. Tutto lecito e trasparente. Qui andrebbe direttamente in mare, probabilmente perchè i volumi sono troppo grossi da gestire.

    Tieni presente che come attività da autorizzare rientrà negli interventi di mitigazione dell'incidente, non nel licenziamento di una nuova pratica.

    E poi 1Bq/litro è 1/10 dei limiti ridicolmente bassi per le acque potabili in Giappone, suvvia :))
    SM

    RispondiElimina
  5. non sono io quello da convincere! facciamo una scommessa? che nel momento in cui ci sarà da approvare o meno la procedura i vari giornali - che sono poi le cose che i cittadini leggono e su cui si formano le opinioni - parleranno di nuovi rilasci in mare?

    RispondiElimina
  6. Mai fare scommesse perse in partenza...

    RispondiElimina
  7. Per questo che ci voleva la nuova agenzia ad autorizzare questa cosa!!

    RispondiElimina
  8. Alessandro Clementi23 giugno 2012 15:26

    Grazie, Toto (o a chi ne è l'autore), come sempre, per la variegatezza dell'approccio, sempre e preziosamente "concreto". Qui la stampa (che gli attivisti accusano di non seguire le proteste di chi si oppone alle riaccensioni, ma son gli stessi attivisti che parlando di migliaia di manifestanti sotto la finestra del PM, vabbe'... ) in realtà è anche molto avara di dettagli su cosa in concreto si stia facendo. A me piace pensare che con un occhio fisicamente poggiato sulla centrale e i lavori in corso, diciamo un angolo "Unico-lab" almeno settimanale con visibilità nazionale, avremmo molti meno cedimenti emotivi, almeno tra coloro che non posseggono una granitica posizione ideologica.

    RispondiElimina
  9. Meglio una stampa avara che una stampa a diodo (le notizie passano solo in un verso). Io credo che per un simile ruolo (unicolab-versione-giap) Toto possa esaminare proposte ... Tepco avvertita se ci legge, perchè ci legge!!
    SM

    RispondiElimina
  10. grazie a te Alessandro per la costanza nel leggerci. sai cosa piacerebbe a me? piacerebbe avere la possibilità di chiedere a TEPCO lo stato di avanzamento degli altri lavori, come per esempio, la costruzione del muro a protezione del mare che è un progetto ambizioso e difficile.


    sappiamo cosa succederà per la piscina 4 (test rimozione elementi nei prossimi mesi), sappiamo che per la 3 sarà un enorme casino, per la 2 abbiamo appena scoperto che la dose oraria sul piano operativo esclude per il momento operazioni di quel tipo. Ma per la numero 1, che oltre ad avere l'edificio intorno ha persino la copertura?


    vorrei poter chiedere come mai il sistema Areva è spento o a che punto sono con il sistema di decontaminazione a multiisotopo. mi piacerebbe chiedere quali sono i prossimi passi per ciascun degli impianti... un po' come la lavagna in laboratorio con la programmazione bisettimanale.


    oltre a rispondere alle mie curiosità darebbe molto di più il senso di dinamicità, dei tanti lavori che si stanno facendo.


    ogni tanto penso che avremmo dovuto fare tutto questo lavoro in inglese, per rendere un po' più accessibile le informazioni a livello mondiale, ma poi penso e spero che qualcuno più bravo di me lo starà sicuramente già facendo!

    RispondiElimina
  11. Interessante lettura su Quirra e Uranio impoverito. I motori si scaldano, le aule di tribunale si affollano e tuttavia ...
    http://exxworks.wordpress.com/2012/06/21/quirra-due-spaghi-alla-fiordalisi-aglio-olio-e-uranio-impoverito/http://exxworks.wordpress.com/2012/06/21/quirra-due-spaghi-alla-fiordalisi-aglio-olio-e-uranio-impoverito/
    SM

    RispondiElimina
  12. clima rovente, vedo anche tra i commenti...

    RispondiElimina
  13. Quattro imprese elettriche decidono di fare blackout a rotazione. Onestamente spero che non ce ne sarà bisogno, perché non è per nulla divertente non avere la corrente, ma è sicuramente meglio che avere un blackout incontrollato.
    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T120623003156.htm



    La protesta per la riaccensione dei reattori di Oi espatria e dal Giappone arriva in USA e persino al G20 di Rio. Nessuno che protesta per l'aumento del 30% del consumo di combustibile fossile e di emissioni di gas serra in Giappone.
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120624a4.html#.T-bI7bWdArU


    Sempre a Rio si parla di energia, cosa ne pensate?
    http://www.sustainableenergyforall.org/actions-commitments/high-impact-opportunities/item/109-rio-plus-20


    Non riporto il link, perché me ne vergogno troppo, (si trova facile facile su youtube), ma la campagna della commissione europea Science is a girl thing sul sostegno delle donne nella ricerca scientifica inizia nel peggiore dei modi. Il video di presentazione, considerato da molti - io compreso - un insulto è stato rimosso, ma ormai il danno è fatto.

    RispondiElimina
  14. Sul clima ti sei risposto da solo, dei cambiamenti climatici non gliene frega niente a nessuno.
    Un vertice quello di Rio caratterizzato ''da una mancanza assoluta di leadership politica, che ha prodotto un documento debolissimo, che non contiene nessun tipo d'impegno concreto, in particolare per quanto riguarda l'aiuto finanziario ai paesi poveri per sostenere la loro transizione verso un'economia verde equa e solidale''. E' il bilancio di Legambiente su Rio+20, la Conferenza Onu sul clima organizzata a Rio de Janeiro, a vent'anni dal primo summit sulla sostenibilita' ambientale. Non si può che essere d'accordo, senza vergognarsene.

    http://www.angelobonelli.it/rio20-un-vertice-contro-il-clima/

    RispondiElimina
  15. Ben detto capo, non sappiamo assolutamente nulla del numero1... Però però... E' l'unico per il quale hanno parlato di sicura fusione del nocciolo fori del vessel fuoriuscita ed erosione della base di cemento, se ricordo bene avevano misurato dentro 1.120 mSv
    che lo diano per spacciato e mettiamoci una pietra sopra?

    RispondiElimina
  16. Un po' quello che accade ad ogni convegno sul clima... Un documento fumoso che resta là e nazioni "ricche" che comprano quote CO2 da paesi poveri.

    RispondiElimina
  17. Ciao Actarus, anche la Francia ha kaputtato, coraggio, forse vedremo Italia Germania... ( non se ne può più della Spagna, con tutti quelle ridicole triangolazioni mi fa venire i nervi)

    RispondiElimina
  18. Ebbene ti meriti due mi piace, ho imparato la bellissima espressione "emungimento di falda"!

    RispondiElimina
  19. quello che dici sul nocciolo dell'1 è perfettamente vero, però nulla vieta di mandare un robot a fare le stesse misure che sono state fatte per il numero 2, con una bella mappa di dose del quinto piano.


    c'è anche la possibilità che per il reattore 1, il carroponte e tutta la macchineria pesante per la movimentazione del combustibile possa essere ancora funzionante.


    forse mettono insieme la tua ipotesi di "tanto è spacciato", con la mia "al momento non ci preoccupa più del necessario" per lasciarlo in standby e affrontare altri problemi prima.


    però sarebbe bello poter fare queste domande a TEPCO, senza polemica, o senza voler creare interferenze. semplicemente sapere.

    RispondiElimina
  20. Già, vorresti eseguire un emungimento degli archivi Tepco...

    RispondiElimina
  21. diciamo che la Francia ha fatto ben poco per non soccombere.


    Germania vs Italia? E' una speranza o un pronostico? Visto che i pronostici li indovini sempre, spero nella seconda!

    RispondiElimina
  22. OTRipeto, in questo paese non ci annoia mai
    Il neo premier greco Antonis Samaras, operato ieri per un distacco della retina, non potrà partecipare al Vertice Ue di Bruxelles il 28 e 29 giugno ( è vietato l'aereo e le altitudini, vedi Alpi, perché aveva pensato di andare in macchina) .

    Inoltre il neo ministro, Vassilis Rapanos, che non ha ancora giurato, ha avuto un malore venerdì scorso, febbre e mal di pancia ed è tuttora ricoverato.
    Insomma al famoso vertice andranno il ministro degli esteri Dimitris Avramopoulos e il ministro uscente dell'economia George Zanias
    Mi aspetto un ricovero di massa quando aprirà il nuovo parlamento


    Non OT
    Ma che rimosso, il video sulle sexy scienziate si può trovare qui
    http://blogs.nature.com/news/2012/06/hey-girl-science-wants-you-but-dont-forget-the-lipstick.html

    RispondiElimina
  23. il video è stato rimosso dal sito dell'EC. Almeno quello.


    Miss Atomo, o Miss Centrale, sono esattamente quello che sono, nessuno ci può vedere un insulto... ma come puoi considerare quel video come l'invito a diventare scienziate?


    Nel nostro lab ci sono tante donne quanti uomini!

    RispondiElimina
  24. Ehi aspetta un momento! Non ho detto che assolvo lo
    spot, anzi [ vero il contrario, è il solito spot di mercato di stampo sessista ma non
    vorrai mica che mi metta a disquisire sul
    tema “uso della donna e del corpo femminile nella pubblicità” , vero? Semplicemente
    volevo sottolineare come non sembri offensivo che l’immagine femminile venga
    usata da decenni per pubblicizzare e incrementare le vendite di automobili e
    lassativi ecc. ecc., mentre lo è se pubblicizza la scienza.


    Ripeto l’intenzione era
    buona , bisognava fare una campagna per attrarre le ragazze nel mondo della
    scienza ( evidentemente non sono così tante come pensi) rivolgersi a un
    pubblico femminile dai 15 ai 17 anni e
    presentare il mondo scientifico attraente e invitante anche come posto di lavoro, solo
    che lo hanno fatto con tutti gli stereotipi
    che ci vengono offerti giornalmente in ogni tipo di pubblicità.


    Comunque nel sito hanno
    cambiato il teaser , ora la protagonista è una giovane ricercatrice virologa (truccata
    e con il rossetto), il lipstick come la i di scienza è rimasto , e in genere c’è troppo rosa perché le
    ragazzine, si sa , crescono a forza di Barbie anche se la pagina devo dire comunica
    molta freschezza.
    Detto ciò, potremmo anche considerare l’effetto boomerang, cioè se domani qualche
    ragazzina vedendo l’incriminato spot decidesse di iscriversi a ingegneria areonautica o nucleare proprio per
    dimostrare che oltre ai cosmetici e alla moda le donne sanno occuparsi di ben altro allora vorrà dire che è stato un grande spot.
    Ciao

    RispondiElimina
  25. scusa, c'è stato un fraintendimento, quel come puoi considerare quel video come l'invito a diventare scienziate? non era riferito a te, ma alla EC.


    Se la Saratoga sigilla una ragazza sexy e seminuda in una doccia, capisco che lo fa per soldi. Se lo fa l'EC, lo trovo per lo meno sgradevole.


    Per quanto riguarda le quote rosa nella scienza: è evidente che ad ingegneria le ragazze sia una minoranza, ma hai provato a biologia? Ricordo miei colleghi ingegneri che hanno avuto un attacco di cuore entrando nella biblioteca di biologia, forse che la concentrazione di estrogeni nell'aria ha di questi effetti.

    RispondiElimina
  26. Ed e` 1/12 del nuovo limite di BALNEAZIONE !!!!

    RispondiElimina
  27. Ti piace vincere facile?

    RispondiElimina
  28. Sergio scusami, vi saranno una marea di studi a riguardo, cosa si ricava?
    Dati i tempi di dimezzamento dei materiali citati certamente la causa non e` la radioattivita`, potrebbe essere una causa "chimica"?
    O va cercata altrove?

    RispondiElimina
  29. Giovanna, hai indovinato un altro pronostico... dovevi partecipare al concorso del polipone così davi del filo da torcere a @sfrenzychannel

    RispondiElimina
  30. Buongiorno, buon lunedì e buona settimana a tutti! Sono ancora elettrico dalla partita di ieri sera!


    Non sono solo le lampadine bruciate a preoccupare a Oi, ma anche i falsi allarmi.
    http://t.co/UG1sxX0v



    Vi do un'anteprima... tra qualche minuto uscirà la prima puntata di una serie di articoli di ValerianoB sui paradossi della relatività ristretta. Da non perdere... Lo troverete a questo indirizzo.
    http://unico-short.tk/paradossi1

    RispondiElimina
  31. Era un pronostico!!! :-)

    RispondiElimina
  32. Beh, la Spagna appena ha fatto il gol, ha praticamente chiuso i giochi, facendo solo passaggiin del cavolo. Ottima squadra, non c'è che dire, cosi' sono buoni tutti.
    Pero' è sicuro che la Francia era inesistente in campo. Tutt'altra cosa ITA-ENG, dove l'Inghilterra è stata costretta in difesa e si è ridotta al catenaccio.

    RispondiElimina
  33. Ricordo miei colleghi ingegneri che hanno avuto un attacco di cuore entrando nella biblioteca di biologia

    A Napoli, primo biennio, avevamo l'istituto Orientale (dove si studiano lingue) dall'altro lato della strada... e ho detto tutto :-)
    Ma curiosamente è vero, biologia e economia e commercio avevano, come dire... maggiore attrattiva ;-)

    RispondiElimina
  34. Buongiorno! toto


    dovevi partecipare al concorso del polipone così davi del filo da torcere a ...
    Scusa ma faccio le corna, tiè, il polipo indovino Paul è morto stecchito, ecco gli indegni sostituti
    http://www.cdt.ch/la-fattoria-degli-animali/news/65206/quel-portento-del-furetto-fred.html
    Comunque davvero grande ammirevole virtuosissimo PIRLO!

    RispondiElimina
  35. Una nota di speranza
    http://www.japantoday.com/category/national/view/seafood-caught-off-fukushima-goes-on-sale-for-first-time-since-disaster

    Furbi i giappo, funzionerà?
    http://news.xinhuanet.com/english/travel/2012-06/25/c_131674280.htm

    Comunque gli elefanti laotiani, volenti o nolenti, si faranno 3 anni di vacanze nel Safari park di Fukushima
    http://www.thejakartapost.com/news/2012/06/25/laotian-elephants-spend-3-yr-sojourn-tohoku.html

    RispondiElimina
  36. Già, l'interrogativo che si pone la gente comune è lapalissiano: funzioneranno questi allarmi al momento giusto?

    RispondiElimina
  37. AnonimaFrancese25 giugno 2012 13:31

    ahahahaah Egiovanna anche passionaria del calcio ;.))))

    RispondiElimina
  38. AnonimaFrancese25 giugno 2012 13:33

    tu non infierire che ti gonfio.........conosci lo sciovinismo Gallico no ;.))))) ????

    RispondiElimina
  39. si ma parliamone... i gallici non sono nemmeno usciti dal pollaio...

    RispondiElimina
  40. E te ieri come l'hai presa? Non troppo delusa (dal fatto che l'Italia passa e la Francia no)? :-P

    RispondiElimina
  41. Da fonti riservate (le analisi sportive del dopo partita :-)) pare che ci siano seri problemi interni alla squadra. Ma magari facciamo un altro post, che qui è un po' OT?

    RispondiElimina
  42. hai ragione sull'OT. per fortuna c'è chi ci tiene all'ordine, faccio subito un posticino dove poter commentare in libertà!

    RispondiElimina
  43. Per tutti i calciofili, ValerianoB ci ha fatto notare che stiamo inquinando il thread con troppi OT calcistici, cosa dite se spostiamo la discussione su Euro2012 a questo indirizzo?
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/06/semifinali-e-adesso-germania.html



    (notare l'immagine...)

    RispondiElimina
  44. Salve a todos:
    stamattina su NHK World c'era la notizia che hanno venduto il primo pescato dall'oceano di fronte alla centrale, senza troppi problemi.... ora la notizia non c'e' piu', comunque mi sembra positiva.
    La cosa bizzarra era che dicevano che hanno controllato tutto due volte, una le autorita'ed una i pescatori, ma che comunque... avevano bollito il tutto prima di venderlo... per togliere qualsiasi traccia di radioattivita' residua????... Boh... a me sembra una strunz...

    R.

    P.S.: dando per scontato che i crucchi li battiamo giovedi', pensate sia meglio trovare i portogallesi o gli ispanici in finale?

    RispondiElimina
  45. Hai ragione... quello della Spagna non e' calcio, e' una combinazione di calcetto e i flipper dei bei tempi andati, quando la pallina rimbalzava fra i "funghi" e in una frazione di secondo si spostava senza possibilita' di predire la direzione futura... e lo fanno mentre si spostano in avanti, inarrestabili, mi viene da grattarmi dal fastidio.

    R.

    RispondiElimina
  46. AnonimaFrancese25 giugno 2012 16:04

    no no non sono una fanatica di questo sport ma quando uno gioca con i piedi come hanno fatto questi che sono pagati milioni per poca roba ho la pretesa almeno di rimanere stupita e non di vedere dei coglioni (scusate) che girano a vuoto !!!

    RispondiElimina
  47. neanche io sono fanatico, figurati, ma l'équipe ha seri problemi interni... passiamo dall'altro lato?

    RispondiElimina
  48. la bollitura è in effetti una strunz... l'effetto è quello di uccidere batteri e microorganismi, non certo quello di eliminare contaminanti come il cesio. altrimenti sarebbe stato troppo facile :)


    anche oggi ho caricato oltre 1300 alimenti controllati e il grosso sono prodotti ittici con provenienza Fukushima. Non capisco bene come le due cose si concilino. Non ho guardato se sono pesci di mare o d'acqua dolce, questo potrebbe fare molto la differenza.


    per il calcio, se no ValerianoB mi bacchetta!
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/06/semifinali-e-adesso-germania.html

    RispondiElimina
  49. l'altro lato è qui:
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/06/semifinali-e-adesso-germania.html

    RispondiElimina
  50. Egiovanna oggi pomeriggio si era sparsa la voce che il neo ministro delle finanze greco si fosse dimesso. Poi è scomparsa la notizia da tutti i giornali, ne resta solo l'eco su Twitter.

    https://twitter.com/Reuters/status/217285980154105857

    E' vero?


    ps... forse dovremmo fare un post a parte per la situazione Euro/Grecia, non tanto per gli OT, ma renderebbe più facile la ricerca, cosa dite?

    RispondiElimina
  51. Come non detto. Il corriere ha incluso la notizia nel fondo sulla crisi e dice che si tratta di problemi di salute. In effetti non avendo ancora giurato, più che di dimissioni si tratterebbe di una rinuncia.
    http://www.corriere.it/economia/12_giugno_25/borsa-cede-attesa-eurosummit_8cc14220-bea3-11e1-8494-460da67b523f.shtml

    RispondiElimina
  52. FukushimaNews:


    Il governatore della prefettura di Shizuoka dice che il riavvio dei reattori di Hamaoka è lontano perché ancora non sono stati raggiunti gli obiettivi di sicurezza. La centrale della Chubu Electric Co produceva il 12% dell'energia della compagnia e serviva un'area altamente industrializzata del Giappone.
    http://www.japantoday.com/category/national/view/no-restart-of-hamaoka-nuclear-plant-likely-for-long-time-says-shizuoka-governor



    Le ragioni della protesta per la ripartenza dei reattori dei Oi.
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120626f1.html#.T-lGwLQtiPg

    Potrebbe esserci una faglia addormentata nei pressi di questi reattori e NISA deve fare chiarezza al più presto.
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120626a7.html#.T-lHYrQtiPg



    Ancora sulla vendita di alcune specie di frutti di mare con provenienza da Fukushima. E' un primo passo in avanti, speriamo seguito da altre buone notizie simili.
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120626a2.html#.T-lH47QtiPg

    RispondiElimina
  53. Vi ricordate di quell'infiltrazione d'acqua dall'edificio del reattore 2 all'adiacente deposito sotterraneo per le resine e i fanghi radioattivi utilizzati nella decontaminazione dell'acqua nel normale funzionamento? Ne avevamo parlato qui:
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/06/livello-acqua-nella-sala-toro-e-altre.html


    Adesso ne hanno trovato uno pressoché identico anche per il reattore 3. Oggi iniziano i lavori per sigillare la perdita. Potrebbe essere una buona occasione per provare la tecnica di iniezione del sigillante da utilizzare anche in altre occasioni.
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120625_03-e.pdf

    RispondiElimina
  54. Ed io che ero rimasto all'emungimento di mucca...

    R.

    RispondiElimina
  55. La notizia c`e` e sono due, la vendita col 30% di sconto che ha fatto contenti tutti, ed una bella tavolata pubblica a Soma per sbafarsi pesce di Fukushima.
    I commensali erano felicissimi perche` essendo [come dicono quelli della decrescita comica] a km zero, era piu` fresco.
    La notizia piu` bella era che erano molluschi e polipi con poca/nulla radioattivita`, ed e` pesce da sottocosta, quindi piu` soggetto alla radioattivita`.
    Ma si sa, saremo contamnati per milioni di anni.
    Al porto di Soma hanno anche installato un laboratorio per controllare tutto il pescato.

    RispondiElimina
  56. Ma su Hamaoka se ne puo` parlare per mesi!!!

    La divnita` Kan aveva chiesto lo spegnimento eterno per una faglia praticamente sotto alla centrale.
    La Chubu ha detto obbedisco, spegnendo il 3, 4 e 5 [questo e` un gioiellino di ABWR], poi dopo pochi mesi alla Chubu hanno visto che perdevano 3 miliardi di dollari all`anno [dismissione esclusa] ed hanno detto al governo: "scusate, ci siamo fatti 2 conti, mettere i soliti camion con gruppi elettrogeni-pompe-tubazioni, piu` alzare il contrafforte a 12 metri, mettere sopra ai 12metri un muro di 15metri, mettere un sistema diesel di raffreddamento ad aria sui tetti delle centrali, aggiungere delle tubazioni sotterranee per raffreddare in remoto dalla collina vicina i reattori ci costa 1.3miliardi di dollari una tantum, ce lo lasciane fare?".
    La risposta non e` mai arrivata, le uniche parole del governo sono state, mes dopo, "lo spegnimento dei reattori non ha eliminato il pericolo, quindi metteteci subito un muro di 25 metri".
    La richiesta di spegnimento e` stata motivata dalla probabilita` dell`80% di un grosso terremoto entro il 2100.

    Fossi la Chubu direi: ma ora che abbiamo messo il muro ci fate ripartire o buttiamo alle ortiche un bellissimo ABWR?

    BTW Hamaoka 1 e 2 sono gia` in decomissioning.

    RispondiElimina
  57. Stanno rimuovendo la parte superiore del 4

    http://www.youtube.com/watch?v=nQLtkl5gDGA&feature=player_detailpage

    RispondiElimina
  58. Confermo, aggiungendo che al vertice dovrà andare formalmente il presidente della Repubblica, perché il protocollo stabilisce che il vertice accolga solo capi di stato e presidenti del consiglio.(e non potevano fare un'eccezione)

    RispondiElimina
  59. Residents around a nuclear power plant on the Sea of Japan coast are seeking a court order to prevent the operator from restarting the Number 1 and 2 reactors at the plant.

    The 120 residents want Hokuriku Electric Power Company to keep its Shika Town plant in Ishikawa Prefecture offline. The plaintiffs are from Ishikawa and Toyama prefectures.

    Their lawsuit at the Kanazawa District Court cites multiple active faults around the plant.

    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/society.html




    http://www.world-nuclear.org/uploadedImages/org/info/Japan%20reactor.jpg

    RispondiElimina
  60. quando ieri ho letto la notizia sono rimasto un po' colpito perché proprio ieri ho aggiunto 1300 risultati di test su alimenti (qui) e dei 40 sopra i limiti di legge, 30 erano pesci o prodotti ittici da Fukushima.


    Nell'articolo che ho letto questa mattina si diceva che queste tipologie di mulluschi e frutti di mare non ha mai accumulato cesio, probabilmente legato al metabolismo, quindi ben venga la vendita. Richiamerei però all'attenzione per non farsi prendere troppo la mano e non ritrovarci con un problema simile a quello della carne tra qualche settimana. Per carità non è stato un problema dal punto di vista radiologico, ma l'impatto mediatico è stato fortissimo con le conseguenze che conosciamo.

    RispondiElimina
  61. ma allora la domanda è: questa faglia sotto la centrale esiste o è solo presunta? se la risposta è affermativa, allora è altrettanto lecito domandarsi come sia stato possibile autorizzare la costruzione dell'impianto in passato.


    ma il problema non finisce qui, perché se la faglia c'è e un mega quake ha una probabilità dell'80% entro il 2100 allora bisogna mettere in sicurezza anche tutto il resto. Fukushima ci ha insegnato che una centrale nucleare soffre in caso di terremoto e tsunami, ma la lezione più grande deve arrivarci dai 16mila morti circa spazzati via dall'onda e che nemmeno hanno fatto in tempo a sentire l'allarme dell'emergenza nucleare.


    a chi ti impone di far chiudere una centrale perché ci sono dei rischi e vuole tutelare giustamente la popolazione, bisognerebbe rispondere con i numeri e non con le paure.


    parlo di lezioni imparate, ma a sproposito, perché gli italiani ne avrebbero di compiti a casa da ripassare, ma se ne guardano bene dal farlo.

    RispondiElimina
  62. bene bene, mi piace! si avvicina sempre di più l'inizio della costruzione della struttura protettiva e quindi anche della rimozione del combustibile.

    RispondiElimina
  63. Ovvio, meglio i português! Ma non ci credo troppo.

    RispondiElimina
  64. l'effetto è quello di uccidere batteri e microorganismi,
    e neanche tutti, come sai bene... la bollitura sa di mediatico di bassa lega.

    RispondiElimina
  65. Anche se battiamo i crucchi, siamo fottuti. Tutto lascia presagire che si avvicina l'ora dell'Italia, i bilanci dei paesi in difficoltà potrebbero essere scritti dalla UE (Berlino) e questo di sicuro passerà all'Eurovertice. Ormai mi sono convinta che il piano è di ricattare i paesi con un debito alto, costringerli a prendere misure di austerità recessive, una volta in recessione avranno sempre più difficoltà a pagare i debiti (complice la manovra degli spread) e qui si ventila il crollo dell' euro e l'idea dell'unione politica per scongiurarlo. ONE NATION ( under Germany) . Schauble è un pezzo che lo dice, aggiungendo che i commissari europei devono provenire solo dai paesi forti.
    Lo studio di Niall Ferguson è qui
    http://www.thesundaytimes.co.uk/sto/public/sitesearch.do?querystring=Niall+Ferguson&sectionId=743&p=sto&bl=on&pf=all#/sto/public/sitesearch.do?querystring=Niall+Fergus
    ma bisogna essere utenti per visionarlo , perciò
    http://www.marketoracle.co.uk/Article34798.html

    http://www.marketoracle.co.uk/images/2012/May/052112-01.jpg

    RispondiElimina
  66. Alessandro Clementi26 giugno 2012 14:36

    Illuminante. Devo dire che sono un paio di settimane che per la prima volta, anch'io, quasi in un delirio da cassandra ubriaca (ma penso anche influenzato dalla mole di articoli catastrofistici del FT) inizio a presagire una reale possibilità di messa in cantina dell'euro. Quello che dice Egiovanna è un bel po' più articolato ma dà numerosi elementi su cui pensare.

    RispondiElimina
  67. Mi sto facendo un'idea diversa con il tempo. In due parole (siamo ancora OT qui :-)) ) ci sono una serie di leggi europee che stanno passando molto in sordina mirate a rendere solido il mercato europeo rispetto a quello anglosassone. Si tratta ad esempio di leggi sulla copertura delle banche e per tagliare fuori gli indici di rating anglosassoni che sono arma politicha nelle mani dei mercati UK-USA. In questo contesto si colloca il rifiuto di emettere gli eurobond ora. Ma per fare questo, la Merkel vuole nazioni solide, e quello che fa è chiedere regole strette sui bilanci nazionali non sulle popolazioni.
    Discorso lungo, toto vogliamo fare un altro post?

    RispondiElimina
  68. io lo faccio anche volentieri un open thread per la discussione, ma devo prima chiedere un piacere a Egiovanna ... a cui sto per scrivere una mail...

    RispondiElimina
  69. Il punto è che la messa in cantina dell'euro, come l'euro stesso, avvantaggia maggiormente i paesi più forti. Chi ci guadagnerebbe di più fra il marco e la dracma?

    RispondiElimina
  70. Alessandro Clementi26 giugno 2012 16:16

    Non richiesto, pensavo di tradurvi/riassumervi un paio di articoli usciti sul Nikkei in questi giorni. Uno di oggi sul business dei pannelli solari e il ruolo delle società di telecomunicazione. Poi mi direte se son cose utili o meno. A seguire.

    La Softbank (una dei tre monopolisti della telefonia, quella che gestisce in assoluta maggioranza gli iphone, per intenderci) ha in progetto di ultimare per il 2013 centrali a pannelli solari di grandi dimensioni (le centrali, non i pannelli) in 7 province nipponiche, diventando in pratica il maggior esercente di energia solare con un output di 250 mila kW (qualcuno mi faccia i calcoli di paragone con un reattore... 0,25 GW=c.a. 1/4 di reattore?), in teoria sufficiente a coprire i bisogni di 85 mila nuclei familiari. Li chiamano i Mega-Solar, questi impianti, ed è un affarone in cui sta per entrare anche la NTT, come ben anticipava Kumachan. La ragione sta nella gestione delle smart-grid, che fanno uso abbondante di IT. Per questo le società di telefonia puntano a raggiungere un doppio guadagno: producendo energia solare e distribuendola attraverso reti gestite dalla loro tecnologia (correggetemi se sbaglio).
    Tornando alla Softbank, per il primo di luglio, quando cioè partirà il sistema di acquisto obbligatorio delle rinnovabili da parte delle grandi aziende, darà il via ai megaimpianti di Kyoto (provincia) e Gunma. Sono attualmente in costruzione gli impianti di Tokushima (Shikoku) e Tochigi (a nord di Tokyo), con l'idea di avviarli entro la fine dell'anno. i 4 impianti dovrebbero fornire (immagino al massimo della loro potenzialità) 14.200 kW.
    L'accordo con le amministrazioni locali delle province di Tottori e Nagasaki dovrebbe essere vicino, come anche la definizione delel condizioni di acquisto con le compagnie elettriche.
    In Hokkaido, intanto, nella città di Komakomai, sempre la Soft intende iniziare entro la fine dell'anno la costruzione del suo più grande impianto, con un output di 200 mila kW. A gestire (e a costruire) le varie centrali sarà una branca della Softbank, la SB Energy.


    La NTT, a sua volta, entro l'anno prossimo, conta di avviare a regime 20 Mega-solar, con un investimento id 15 miliardi di yen e un output di 60 mila kW.


    Le smartgrid dovrebbero essere in grado - attraverso gli smartcontatori (fa molto bat-mobile) - di avere un quadro preciso dei consumi in tempo reale, allacciandosi al network, e pertanto di ottimizzare la distribuzione. Per i gestori delle varie reti è un'occasione d'oro per vendere linee attraverso cui far viaggiare i dati. O ancora di vendere sistemi di supporto al risparmio energetico forniti di funzione di trasmissione dati (lo so, non si capisce molto, ma nemmeno l'articolo approfondisce). Ad ogni modo il discorso è che entrambe le compagnie di telefonia puntano a un accumulo di tecnologia (vendibile) in funzione dei nuovi network energetici.


    Per inciso, i costi per la Softbank si calcolano nell'ordine dei 100 miliardi di yen, (come al solito, per portare in euro levate 2 zeri), che equivale a 1/9 del capitale complessivo dell'azienda. Di suo però non intende versare che l'1%, cioè 10 miliardi di yen, integrando la somma restante con Project Finance (non mi chiedete cosa siano).

    RispondiElimina
  71. Io lo trovo interessante per sapere cosa bolle in pentola. Due cose:
    250 mila kW in teoria sufficiente a coprire i
    bisogni di 85 mila nuclei familiari

    Ancora non ci credo. Fanno 2.9 kW a famiglia, non si va da nessuna parte...

    0,25 GW=c.a. 1/4 di reattore?
    Direi qualcosa in meno, circa 1/5-1/6. EPR è stimato a 1.6 TWe e l'AP1000 a circa 1.2 TWe. Per quelli attuali, mettersi effettivamente intorno ai 1000 GWe in media (prima che qualcuno mi bacchetti: in alcuni casi anche un pochino meno), ma attenzione: per reattore non per centrale .

    RispondiElimina
  72. Valeriano, mi sa che ti è scappata una T al posto di una G. L'AP1000 è 1000 MW, quindi un 1 GW :)

    RispondiElimina
  73. non richiesto, ma molto interessante... tu metti tutto quello che ti sembra interessante!


    come fanno spesso notare kumachanTokyo e @robertok06, un conto è la potenza di picco di una centrale solare (kWp) e un conto è il vero e proprio output energetico che è la potenza media moltiplicata per il tempo. Ora per una centrale nucleare, la potenza media e quella di picco sono praticamente lo stesso numero, anzi spesso viene criticato il fatto che sia difficile modulare la potenza di esercizio dei reattori, mentre per una centrale solare la potenza di picco e quella media sono molto differenti, basti pensare che nelle ore notturne è uguale a 0. E' vero che di notte tendiamo a consumare meno energia, ma non poi così tanto meno, e le industrie consumano 24h al giorno anche se non sempre lavorano su 3 turni.


    tornando al tema generale, se un'impresa privata decide di investire un capitale grande nell'energia solare e nello sviluppo di una rete elettrica intelligente, non ci vedo nulla di male. resto del parere che le fonti di energia rinnovabili debbano far parte del mix energetico di un paese sviluppato e inoltre il Giappone potrebbe anche utilizzare tecnologia sviluppata in casa e beneficiare in ricerca e sviluppo. le energie rinnovabili devono nel tempo andare a sostituire le sorgenti fossili, adesso il sogno ambientalista che sembrava essersi realizzato in Giappone con lo spegnimento di tutti i reattori era quello di togliere il nucleare per aumentare gas e petrolio.


    allo stesso tempo bisogna essere disincantati e non credere alle semplificazioni. il solare di adesso, specie se da solo, non è la soluzione, ha bisogno di crescere in rendimento e riduzione dei costi e delle superfici, specie per un paese monsonico dove anche quando piove serve la corrente.


    messaggio conclusivo. bene gli investimenti, bene che si faccia ricerca, ma occhio a non farsi fregare! non è tutto oro quello che luccica!

    RispondiElimina
  74. AnonimaFrancese27 giugno 2012 00:22

    oh ma allora faccio bene a non venire piu........questa ve l'ho messa gironi fa scusandomi perche non venivo piu e che vi postavo un video rimozione 4 e ora eccoci .............me misera me tapina ;.(((( che mi tocca sentire...va beh va me ne rivò----------ciaooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  75. onestamente non mi sembrava lo stesso... cmq: Luis penaci tu!!! :)

    RispondiElimina
  76. Riassunto fotografico dello stato di Fukushima Daiichi:
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120626_02-e.pdf



    Se non ci sono intoppi tecnici, i reattori di Oi riprenderanno a produrre energia a partire dal prossimo 8 luglio.
    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201206260050

    RispondiElimina
  77. Oops, vero, sono tutt GWe non TWe! Ho toppato su tutte le unità :-)
    Dividere tutto per mille e il discorso tiene ancora.

    RispondiElimina
  78. bello il riassunto fotografico!

    RispondiElimina
  79. Una volta sono scivolato anche io, ma Totoro non aveva notato che a casa sua aveva un forno elettrico da 1MW.

    RispondiElimina
  80. AnonimaFrancese27 giugno 2012 10:16

    Ahahahhaah

    RispondiElimina
  81. guarda visto il modo e la velocità con cui il nostro forno di casa carbonizza qualunque cosa cerchiamo di cucinare, non escludo che sia da 1 MW :)

    RispondiElimina
  82. Egiovanna è stata gentilissima, si è offerta (quasi) volontariamente di prepararci uno spunto di riflessione sulla crisi dell'euro e della Grecia. Abbiamo pubblicato la sua opinione a questo link http://unico-lab.blogspot.com/2012/06/parliamo-di-crisi-grecia-e-euro.html in modo che possiamo continuare a commentare di là senza finire mai off-topic.



    Invito tutti ad iscriversi per mail ai commenti, così da partecipare attivamente alla discussione!

    RispondiElimina
  83. Iori ci informa che è stata eseguito un esame endoscopico all'1, camera di soppressione danneggiata
    Siamo in attesa di foto
    http://fukushima-diary.com/2012/06/endoscope-operation-at-reactor1-suppression-chamber-is-broken-flooded-water-is-hotter-than-pcv/

    RispondiElimina
  84. Alessandro Clementi27 giugno 2012 13:44

    Annoto e ci penso, Toto. Devo capire come e se è effettivamente possibile come semplice e comune osservatore. Devono essere corde di violino alla Tepco. Figurarsi se a fare domande è uno straniero... bisognerebbe beccare la persona giusta. Alla Tepco, va detto, hanno un talento per mandare in prima linea, davanti alle telecamere, i peggiori elementi. Certo, quelli migliori stanno tutti dietro a farsi il mazzo.

    RispondiElimina
  85. Documento con risultati e immagini dell'ispezione con endoscopio al toro del reattore 1.
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120627_02-e.pdf Approfondimenti nell'aggiornamento di venerdì.

    RispondiElimina
  86. tranquillo Alessandro, se da un lato vorrei sapere e capire, dall*altro mi rendo perfettamente conto che non è una cosa banale :)


    devo imparare ad essere più paziente!

    RispondiElimina
  87. Alessandro Clementi27 giugno 2012 14:43

    E invece no, sai? Bisogna essere ben più che ambiziosi: avidi, bramosi, smaniosi, ingordi, smodati, rapaci e concupiscienti, perché s'è capito che se non si è così, nemmeno mezza ciambella la mattina, riusciremmo ad ottenere. Per quanto mi riguarda, anche la più indecente delle proposte, troverà un orecchio attento :)

    RispondiElimina
  88. Alessandro Clementi27 giugno 2012 15:04

    Il discorso del limitato (temporalmente) picco di potenza di una centrale a pannelli è un discorso che sentito fino allo sfinimento, ma mai l'ho assaporato così bene con la live-page della Kepco sulla Mega-solar di Sakai (Sharp), la più grande al mondo. 74.000 pannelli per 20 ettari. 5 stadi da baseball. Vabbè, magari lì non ci avrebbero costruito nulla ugualmente, ma una volta sentivo parlare di ricoprire la costa del Sanriku (la zona colpita dallo tsunami) di pannelli solari... Per chi non l'avesse ancora mai vista, ecco qua: http://www1.kepco.co.jp/energy/newenergy/monitor.html
    Gli agognati 10.000 kW li hai, se li hai, tra le 10:30 e le 12:30. Poi una montagna russa a precipizio, come resa. Dopo le 18 tutti a nanna. Oggi che era nuvoloso, il picco di 5.000 lo hanno avuto per un paio d'ore ugualmente. Era pure uscito il sole... verso sera... appunto.
    (Se volete ve la traduco tutta. E' molto istruttiva)

    RispondiElimina
  89. Video dell'ispezione della sala toro del reattore 1 http://youtu.be/VR0Ue9dwIrw

    RispondiElimina
  90. più che istruttivo... direi un paradigma!

    RispondiElimina
  91. Alessandro Clementi27 giugno 2012 16:05

    Dove lo metto? Lo metto qui?
    E' il secondo articolo che vi volevo tradurre/riassumere, anche se di qualche giorno fa, del 21. Dedicato a Sergio, in quanto tratta della nuova agenzia, che chissà se si chiamerà anche lei Nuclear Regulatory Commission (dubito). Fonte Nikkei, sia perché è l'unico quotidiano che ho sempre tra le mani, sia perché è a pagamento e magari per voi difficile da raggiungere, anche nella sua versione in inglese.
    A seguire.


    Approvata il 20 dalla Camera Alta la legge per la creazione della nuova struttura, adesso hanno 3 mesi per organizzarla, trovarle la sede fisica, farla partire. Avrà potere gestionale assoluto in caso di incidente a centrale nucleare, anche nell'eventualità di attentati terroristici. E questo lo sapevamo: lo scopo è diminuire l'ingerenza di politici pasticcioni, anche se magari in buona fede, come la buonanima Kan. Il PM avrà potere decisionale solo nel caso la Commissione non dovesse reagire con la dovuta prontezza. Anche la mobilitazione delle forze di autodifesa, pur restando nelle mani del PM, deve avvenire solo sulla base di un giudizio positivo della Commissione.


    Il busillo maggiore rimasto in sospeso, però, è quello che riguarda il potere decisionale nei riguardi della riattivazione di centrali nucleari spente, adesso nelle mani del PM previa consultazione con gli organi di gabinetto coinvolti. L'argomento è delicato, e l'opinione pubblica nervosa, per cui se lo lasciano per ultimi. Di certo, al momento, la Commissione avrà il dovere di spiegare perché una determinata centrale è considerata sicura, ma non si sa ancora se avrà l'ultima parola nel decidere se riaccenderla o meno. Vedremo con l'avvicinarsi dell'inverno...


    La Commissione in se stessa sarà composta da 5 persone, scelte dal governo tra esperti di reattori e di terremoti (sic), e che dovranno passare anche il vaglio del parlamento. Stando al ministro Hosoda, si cercherà di avere una commissione equilibrata. Leggi: 2 falchi, 2 colombe e un direttore il più possibile neutrale. La struttura, invece, assorbirà dentro di sé NISA, JNES e tutto quello che dipendeva dal METI, e dovrebbe contare su un organico di circa 500 elementi.


    Il primo compito che l'aspetta, entro 10 mesi dal lancio (quindi anche qua se ne parla per la prossima estate) da è quello della stesura dei nuovi standard di sicurezza su cui basare il giudizio sulla riattivazione delle centrali dopo Oi (anche se qui non è ben chiaro. Non penso che fino all'estate prossima non riattivino nulla).

    RispondiElimina
  92. e quando hai un contatore che mostra l'energia prodotta in tempo reale a fianco a una stesa di pannelli di 5000 mq, ti assicuro che non hai più alcun dubbio...

    RispondiElimina
  93. Alessandro Clementi27 giugno 2012 16:12

    Io non vorrei dire, ma non penso vi sia nessuno al mondo, men che mai in Giappone, che garantisca un lavoro e un servizio come quello che avete messo in piedi voi, e sin dal primo momento. Io lo pagherei addirittura, un traduttore, ne avessi le risorse. Anche perché, in questo modo sarebbe accessibile anche ai giapponesi, almeno ai tecnici, che così potrebbero dare ascolto ad alcune delle richieste di cui sopra.

    RispondiElimina
  94. Alessandro Clementi27 giugno 2012 16:33

    La questione della faglia "presunta" mi è scappata. La mia vicina di scrivania, oggi, mi diceva che l'hanno individuata solo una decina di anni fa grazie "alle nuove tecnologie"... mah.. un po' naive come teoria. Ad ogni modo, l'idea era che all'epoca della costruzione di Hamaoka, non lo sapevano proprio, della faglia. Questo per dire che a livello "popolare", nessuno dubita che ci sia. Cercherò di informarmi meglio.

    RispondiElimina
  95. Credo valga la pena di menzionare il fatto che il Giappone ha respinto alle frontiere concentrati di mirtillo prodotti in Europa perchè contenenti radioattività (origine chernobyl) in concentrazioni superiori al loro inteligentissimo nuovo sistema di limiti in alimenti. Credo la notizia si commenti da sola :)
    Quando rientro vi do' qualche dettaglio in più :)
    Saluti SM

    RispondiElimina
  96. molto interessante, almeno io non sapevo fossero così vicino allo smantellamento del vecchio per il nuovo, Domanda: che tu abbia capito esisterà una fase di transizione almeno per la gestione dell'incidente di Fukushima? credo che almeno dal punto di vista gestionale sarebbe più facile per la situazione in corso se non ci fossero bruschi cambiamenti in regolamenti e simili.

    RispondiElimina
  97. grazie per l'interessamento!

    RispondiElimina
  98. lo sapevo che un giorno o l'altro sarebbe dovuto succedere... pazzesco!

    RispondiElimina
  99. AnonimaFrancese27 giugno 2012 21:20

    DAI VOGLIO LO SCATENAMENTO GENERALE ;.)
    http://www.youtube.com/watch?v=Fk9ZF8Kv6gs&feature=player_embedded#!

    RispondiElimina
  100. io mi astengo, oggi l'ho già sopportato una volta... magari ci riprovo domani.

    RispondiElimina
  101. radiation dose measured in the Torus Room was 19.5 - 10,300mSv/h.


    Sbaglio io la virgola, o ha detto che ci sono spot con 10 Sv? o.O


    Non ho capito neanche cosa intendono dopo quando dicono "However, the
    dosimeter seems to have failed as it indicated order values of 10^8
    - 10^9 mSv/h during the measurement and the values did not change until the dosimeter was brought back up."


    Al di là del malfunzionamento, hanno veramente un dosimetro che ha un range di un milione di Sv???

    RispondiElimina
  102. Ok magari sono io, ma alla TEPCO non credono che il rischio di avere tonnellate d'acqua a 10Sv/h possa valere un secondo controllo con un dosimetro più affidabile? E magari prendere anche un campione d'acqua per capire se le sostanze sono disciolte nell'acqua, oppure se il corio è tutto sul fondo della stanza del toro? Bah...

    RispondiElimina
  103. non sbagli la virgola...sono 10 Sv/h. (aggiungerei sticazzi). Credo che la sonda sia andata a fondo scala e abbia iniziato a dare i numeri del lotto. Conoscendo le volpi bisognerebbe accertarsi che hanno usato una sonda water-proof.


    noi abbiamo delle sonde che vanno da 0 a 10 milliSv/h e quando cerchi di misurare qualcosa di più alto, allora per un secondo visualizzano un numero più alto di 10, tipo 18 o 20, e subito dopo segnano 0.1. In genere quella è la prova che la sonda è fuori scala e passiamo all'altra sonda che va (se non sbaglio) fino a 10 Sv/h. Questo per dire che quando la sonda va fuori scala, quello che leggi sul display potrebbe essere poco significativo.


    1 milione di Sv/h mi sembra esagerato, non solo come lettura, ma anche come range per lo strumento.


    nella tabella la dose in funzione dell'altezza
    http://img846.imageshack.us/img846/1528/dose.png
    se ci dimentichiamo dei punti fuori scala, allora la dose sembra diminuire scendendo di livello come se l'acqua stesse schermando. se questa fosse la situazione, allora potrebbe essere che il grosso arriva da dentro il toro piuttosto che da fuori (è una speculazione tutta mia).


    se ci mettiamo i punti fuori scala, allora proprio non so cosa dire perché l'andamento che prima scende e poi sale non lo capisco.


    mi sono domandato anch'io perché non hanno preso un campione di acqua, ma poi ho visto le dimensioni del buco (5 cm diametro) attraverso cui si sono infilati e il fatto che dovessero evitare la passerella mi ha fatto rivalutare la difficoltà dell'operazione che però continuo a ritenere fondamentale.


    sarebbe interessante misurare la concentrazione dei contaminanti a vari livelli di profondità - se possibile - e magari pescare qualcosa dal fondo per capire di che cosa si tratta.

    RispondiElimina
  104. Alessandro Clementi28 giugno 2012 05:40

    Mica solo i mirtilli polacchi (e lavorati in Olanda), sono a rischio. Per il Ministero della salute giapponese gli altri prodotti più a rischio sono la carne di renna e i nostri porcini. Staremo a vedere, anche se, per i nostri porcini va detto che è stato introdotto un sistema di calcolo che tiene conto del fattore di "diluizione" del valore radioattivo per il prodotto reidratato, per cui alla fin della fiera, con i nuovi limiti il tetto per i porcini è stato paradossalmente alzato (!). Non vi annoio con il dettaglio.

    RispondiElimina
  105. TEPCO official Junichi Matsumoto said he suspects that a higher radiation level in the No. 1 reactor is caused by more fuel rods melting down than in other reactors.

    He said robots will be used for damage assessment because it is unsafe for humans to work on site.
    Sinceramente mi sto convincendo che la Tepco segue Unicolab: non appena ti sei lamentato dell'inattività all'edificio reattore 1, ecco che si sono affrettati a sondare e ci manderanno presto i robot.
    Morale: dovresti lamentarti più spesso e , come dice Alessandro Clementi
    cerca di essere più avido, bramoso, smanioso, ingordo, smodato, rapace e concupisciente :)

    RispondiElimina
  106. Almeno su un punto mi trova d'accordo, bisogna davvero pensare a un deposito nazionale per questo tipo do rifiuti

    RispondiElimina
  107. (mi piace) e va bene... allora Tepco, non è che potresti dirci quando entrerà in funzione il sistema di decontaminazione a multi-isotopo? Come intendi risolvere il "problema" del trizio?


    e sul raffreddamento, perché non accorciare il circuito come già più volte menzionato?

    tornando al numero 1, mi sembrava fossero già concordi i signori TEPCO (link) che il combustibile fosse praticamente al 100% sul fondo
    ps. tanti aggettivi in un solo colpo non me li aveva mai dedicati nessuno :)

    RispondiElimina
  108. I sismologi avvertono dei pericoli con la riattivazione dei reattori nuclearihttp://www.japantoday.com/category/national/view/seismologists-warn-govt-against-restarting-nuclear-reactors
    Però attenzione, diciamolo una volta per tutte e chiudiamo il capitolo sismologi:
    economisti e sismologi sono la stessa cosa, sono altrettanto inutili nella predizione del fenomeno al centro della loro disciplina. I sismologi non possono dirci dove, quando e con quanta forza il prossimo terremoto colpirà. Gli economisti sono molto, molto peggio dei sismologi.

    RispondiElimina
  109. Erano concordi i signori Tepco? E con ciò? Adesso invece sospettano.

    RispondiElimina
  110. "noccioli severamente danneggiati". Sarebbe piu' preciso scrivere noccioli fusi.

    RispondiElimina
  111. e tecnicamente quale sarebbe la differenza?

    RispondiElimina
  112. Sa, la precisione aiuta a valutare meglio la fattibilita' tecnica di una eventuale bonifica.
    Per quello che se ne sa, un nocciolo fuso potra' presumibilmente solo essere chiuso in un sarcofago.
    E questo (se mi permette) fa una bella differenza per i discendenti degli abitanti di Fukushima.

    RispondiElimina
  113. Se continua questa pazzia fra un po' fermeranno anche i turisti alle frontiere...

    "Lei emette 4000 Bq e pesa 70 kg... 57 Bq/kg, oltre la soglia dei 50, torni a casa sua"... :-)

    R.

    RispondiElimina
  114. Alessandro Clementi28 giugno 2012 14:22

    E' un panorama talmente in movimento... appena leggo qualcosa ti faccio sapere. Le previsioni, in questo momento, lasciano un po' il tempo che trovano.

    RispondiElimina
  115. la bonifica non è eventuale, la bonifica ci sarà e la stanno facendo. Quello del sarcofago è un mito da sfatare, è servito a Chernobyl dove il nocciolo era sparpagliato ovunque, qui la situazione è decisamente diversa.

    RispondiElimina
  116. Il tempo e' galantuomo.
    Gli sviluppi positivi (in termini di bonifica auspicabile) li vedremo insieme, se risulteranno possibili, nel corso della nostra (spero lunghissima) vita.
    Personalmente mi accontenterei anche solo di un bel sarcofago di cemento.
    "Ad impossibilia nemo tenetur"

    RispondiElimina
  117. A proposito di "ad impossibilia nemo tenetur".
    10S/h e' tanto....
    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120628_01.html

    RispondiElimina
  118. mamoru_giappopazzie29 giugno 2012 01:02

    Se mi autorizzi volevo usare le tue traduzioni per la seconda parte del post sulla generazione di energia su giappopazzie, ovviamente credits e ti faccio leggere la bozza prima. Avevo altro materiale un po' datato che volevo integrare e mi itroverei con del lavoro gia' fatto =)

    RispondiElimina
  119. Alessandro Clementi29 giugno 2012 05:57

    Ça va sans dire! :)
    Come disse una volta Battiato (anche se a lui costava di più, ne sono sicuro), una volta che la canzone è scritta e l'abbiamo salutata mentre salpava dal porto, non è più tua, è di tutti.
    Felice di poter dare un contributo.
    Anzi, se ti interessano un po' di cifre, c'è un altro articolo integrativo, di ieri, in cui parla anche di eolico. Non volevo appesantire la bacheca con lo stesso argomento, ma se interessa, quando torno a casa provo a dargli una smazzata e a pubblicarla qua, se non ti serve proprio entro stasera.

    RispondiElimina
  120. Beh, in una trentina d`anni dovremmo avere il nostro 8 grado a Tokyo con 5000 morti.
    Vi faccio un fischio quando capitera`.
    5000 morti con 8 grado e con certamente molte costruzioni fatte prima del terremoto, ed i nuovi regolamenti, di Kobe non sembrano male su di una 15ina di milioni [0.03%].
    Metteremo alla prova anche questo numero.

    RispondiElimina
  121. Hanno sospeso l'iniezione di azoto nel RPV del reattore 3 come potete anche vedere da questo grafico (linea blu).
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r3&par=NitrogenSupply&vis=graph&startTime=2012-06-12&endTime=2012-07-12

    lo scopo è quello di bilanciare la quantità di gas immessa con quella estratta dal sistema di gestione/controllo/decontaminazione dei gas.
    Continua invece l'iniezione nel PCV, linea rossa.

    RispondiElimina
  122. qualora la bacheca dovesse essere troppo pesante... ne facciamo un'altra. vai tranquillo!

    RispondiElimina
  123. AnonimaFrancese29 giugno 2012 14:12

    non fa una piega !

    RispondiElimina
  124. AnonimaFrancese29 giugno 2012 14:12

    alcune news degli amidi ci Greenpace
    http://energie-climat.greenpeace.fr/graves-anomalies-detectees-sur-les-piscines-de-combustibles-de-8-reacteurs-francais

    RispondiElimina
  125. AnonimaFrancese29 giugno 2012 14:19

    video di Chris Busby
    http://www.dailymotion.com/video/xlem2w_le-pr-chris-busby-a-propos-de-la-situation-a-fukushima-vostfr_news

    RispondiElimina
  126. AnonimaFrancese29 giugno 2012 14:22

    Fukushima informations
    http://fukushima-informations.fr/?p=674

    RispondiElimina
  127. AnonimaFrancese29 giugno 2012 14:24

    Ma da che passo meno ad Unico-lab leggete ancora Gen4 ;.)))) ?????
    http://www.gen4.fr/blog/2012/06/analyse-et-commentaires-sur-linvestigation-mene-par-tepco-le-26-juin-au-niveau-de-la-chambre-de-suppression-1f1.html#comment-6a015433c24917970c017742d17aea970d

    RispondiElimina
  128. AnonimaFrancese29 giugno 2012 14:47

    OT : analisi dell'IRSN del terremoto in Emilia
    http://www.irsn.fr/FR/base_de_connaissances/Installations_nucleaires/La_surete_Nucleaire/risque_sismique_installations_nucleaires/Documents/IRSN_seisme_Italie-20052012.pdf

    RispondiElimina
  129. AnonimaFrancese29 giugno 2012 14:49

    http://www.irsn.fr/FR/Actualites_presse/Actualites/Documents/IRSN_Note-lecure-etude-britannique-scanner-enfant_062012.pdf reattori di quarta generazione

    RispondiElimina
  130. Capisco l'ansia e ma ti assicuro che i giapponesi sono motivati e in grado di anticipare i tempi. Non dovremo aspettare 40 anni per avere un bel prato verde in quei luoghi.
    Non ci saranno affatto sarcofagi, si smonta tutto.
    SM

    RispondiElimina
  131. Interessante, ma i reattori di IV dove sono???

    RispondiElimina
  132. AnonimaFrancese29 giugno 2012 15:20

    corretto Vale

    RispondiElimina
  133. mumble, mumble...
    "Le séisme du 20 mai 2012 est intervenu dans une région classée parmi les zones à sismicité dite « faible » d’Italie."
    Cioé, esattamente sopra la faglia.
    Mah, misteri... (anzi, no)

    RispondiElimina
  134. AnonimaFrancese29 giugno 2012 15:24

    Risultati di tumori ed esposizione a raggi ionizzanti risultanti da esami diagnostici tramite scannografia durante l'infanzia
    http://www.irsn.fr/FR/Actualites_presse/Actualites/Pages/20120627-Risque-cancer-exposition-rayonnements-ionisants-scanographie-enfance.aspx

    RispondiElimina
  135. Ho letto le primissime pagine, ma promette di essere una lettura molto interessante. Come tutto quello dell'IRSN d'altronde.
    Raccomandato!

    RispondiElimina
  136. MAncano 36 ore... alla prima criticita` di Ohi [il primo dei due reattor a ripartire].
    Massima potenza la settimana dopo.

    Come aveva notato Sergio, in Giappone l`anno fiscale, nonche` accademico, va da aprile a marzo.
    Le spese per la ricostruzione [non nucleare] aprile 2011-marzo2012 sono state di circa 16 mliardi di dollari, aprile 2012-marzo 2013 saranno di 50 miliardi di dollari.
    Queste spese dovrebbero andare avanti fino al 2015 generando 500mila posti di lavoro ed un aumento dell`1% del PIL.

    Non so se hanno gia` iniziato questo anno, ma le universita`, per facilitare gli scambi con le universita` straniere si sincronizzeranno col resto del mondo e da aprile a settembre del primo anno gli studenti saranno liberi di gironzolare il mondo..

    RispondiElimina
  137. Allora traducicelo, la bella puffetta non lo fa mai :)

    RispondiElimina
  138. Tranquilla, come ho detto ad amici e parenti: fino a magnitudo 10 state tranquilli che gli orsetti simpatici campano a lungo [fuori dalla baviera].

    RispondiElimina
  139. E poi il limite per la renna nella penisola scandinava e` di 3000Bq/kg...

    RispondiElimina
  140. Alessandro Clementi29 giugno 2012 18:23

    Eccomi! Scusa l'ora tarda. L'articolo è del 28, edizione mattutina, prima pagina. A seguire


    Stimolati dall'introduzione del sistema di acquisto obbligatorio delle energie rinnovabili a partire dal primo luglio, si è fatto un calcolo di quanta potenza massima in uscita complessiva si avrà con tutte le Mega-solar e gli impianti eolici di nuova progettazione: più di 2GW. Secondo il giornale, quindi, pari a due reattori, andando così a coprire il 6% della produzione complessiva nazionale. Ripeto, si parla di centrali solari e eoliche di fresca progettazione, non di quello che c'è già.
    Per il solare, gli impianti da più di 1.000 kW che si attiveranno dopo il primo di luglio sono ben 110, per un totale di 1,3 GW. Quelli eolici circa 75, per un totale di c.a. 750.000 kW. Escluso il costo del terreno, le spese complessive di costruzione superano i 600 miliardi di yen (ricordate il trucchetto del cambio? - 2 zeri).
    La maggior parte dei Mega Solar dovrebbe essere attivata entro il 2014, mentre per avere attiva la gran massa dell'eolico, due anni dopo, nel 2016.


    Il sistema di acquisto obbligatorio riguarda solare, eolico, geotermale, idrico e biomasse, ma per il geotermale, per i tempi di sviluppo, siamo ancora molto indietro, per cui solare e eolico spadroneggeranno nel nuovo sistema.


    Veniamo ai dindi: 1 kW di solare (non di produzione domestica, cioè non da case private) costerà 42 yen; 1 di eolico (prodotto da impianti che abbiano un output di almeno 20 kW) 23,1 yen. L'ovvio guadagno sta spingendo tutti a investire nelle Mega-solar. Della NTT e dei suoi 60.000 kW avevamo già parlato. Ma anche la Kyocera, a Kagoshima, sta progettando il suo impianto (i suoi impianti?) da 70.000 kW. La Eurus-Energy Holdings, leader incontrastato nell'eolico, sta progettando impanti pe run totale di 300 mila kW nella provincia di Wakayama e in altri posti, con l'idea di avviarli entro il 2016.


    Sempre l'eolico grande protagonista in Hokkaido e nel Tohoku (conun totale di 470 mila kW, il 60% del totale). Nel Kyushu, molto soleggiato, invece pannelli a gogo, per circa 200 mila kW.


    Secondo il METI, attualmente (2011) il solare (Mega Solar incluse, e escluse le abitazioni private), produceva 800 mila kW, contro i 2,5 milioni dell'eolico (uno zero in più? dice proprio così, però, dev'essere un refuso). L'incremento per i Mega Solar è di 2,6 volte tanto.


    Tenendo conto che attualmente la tariffa unica d'acquisto per 1kW è di 0,27 yen, con le nuove pesanti tariffe, si avrebbe un riscontro in bolletta (per un consumo medio, fissato in 7.000 yen al mese... lo so, è poco) di +
    87 yen al mese. Mettendo insieme le 10 aziende elettriche, i consumatori e le aziende, il costo complessivo dell'operazione si aggirerebbe sui 200 miliardi di yen, o poco meno. Salvo nuove accelerazioni degli incentivi, che al momento nessuno esclude.


    Si temono però i forti costi, e per questo il governo ha in mente di affrontare (dicono prima dell'estate) l'argomento della ripartizione delle spese del progetto base per le nuove energie.

    RispondiElimina
  141. Alessandro Clementi29 giugno 2012 19:12

    A parte sui costi: stesso giorno, pagina 企業2


    Secondo la Agency for Natural Resources & Energy (資源エネルギー庁), del METI, la reale percentuale di utilizzo degli impianti a pieno regime sarebbe del 12% per il solare, e del 20% per l'eolico. Tornando alle cifre dell'articolo sotto, cioè di 1,3 GW di output delle Mega-sola e 750 mila kW degli impianti eolici, avremmo per ognuno tra i 1,3 - 1,4 miliardi di kW/h. Trasportato al paragone dei reattori, otteniamo che invece che coprire la produzione di 2 reattori, nei fatti si arriverebbe a malapena a coprirne 1/2 (tenendo conto che per un reattore si considerano una percentuale di utilizzo del 70%).
    Sempre il METI prevede che in questo anno fiscale (dal 1 aprile al 30 marzo, ricordo) verranno acquistati c.a. 500 milioni di kW/h dai Mega-solar (escluse le abitazioni) e 700 dall'eolico. Tenendo conto delle cifre di acquisto che dicevamo (42 per il solare, dai 23,1 ai 57,75 per l'eolico) si ottiene una cifra approssimativa di 30 miliardi di yen. Già dal prossimo anno fiscale si supereranno i 40 miliardi di yen, che verranno riversati sulle bollette, dove come dicevamo adesso 1 kW costa 0,22 yen.


    Parlando della rete di distribuzione, attualmente le aziende sono attrezzate per accogliere un massimo di 10 GW dal solare. Nel 2011 sono transitati per i loro canali (incluso il solare delle case) 5 GW. Con l'introduzione del nuovo sistema di acquisto, si prevede che il tetto di 10 GW verrà facilmente superato, cosa che costringerà le aziende a mettere in cantiere spese ulteriori, come l'acquisto di accumulatori per immagazzinare l'energia in eccesso.


    Per l'eolico, invece, c'è un problema "ad hoc": le zone migliori, più ventose, dello Hokkaido e la costa del Tohoku, hanno in realtà una poverissima rete di distribuzione elettrica, che andrebbe completamente ricreata, se si vuole riempire quelle zone di mulini a vento.


    Il geotermico potrebbe invece godere della stesse percentuale di sfruttamento di potenzialità di impianto di un reattore nucleare (70%), e non soffre delle instabilità di resa delle altre sorelle, è al centro di uno studio di fattibilità portato avanti da 9 aziende nella provincia di Fukushima, da dove ci si aspetta di ottenere un massimo di 270 mila kW. Più in generale, uno studio dell'AIST, ente di ricerca governativo, stima in 20 GW il potenziale geotermico del paese. uno dei maggiori al mondo.


    Finito. Scusate l'alluvione di numeri.

    RispondiElimina
  142. ma che alluvione di numeri! queste sono le cifre che danno il polso della situazione. Grazie.


    Quando si dice che il nucleare è costosissimo bisognerebbe presentare questi costi (ai quali toglierei il restauro della rete che comunque andrebbe fatto) per avere l'equivalente di 1/2 reattore.


    E a chi dice che questi impianti sono per sempre va ricordato che nulla è eterno e la vita dei pannelli attuali è data per 20 anni.

    RispondiElimina
  143. Busbone dice che sono pesantemente contaminato a 200km da Fukushma.
    Fate una colletta? Il trasporto in Italia di una lunga e pesante carcassa di orsetto per via aerea deve costare una SOAPLAND!

    RispondiElimina
  144. Io, Sua Maesta` e Robert abbiamo gia` dato sul drogatoquotdiano quando hanno presentato questo video un secondo dopo essere stato girato.

    RispondiElimina
  145. Potrebbe essere una bella pubblicita`: "Ci rompete le scatole col cibo radioattivo giapponese? Non siamo noi a mangiare questa roba radioattiva!".

    RispondiElimina
  146. Mi piace [arridace i "mi pace" coi faccioni!]

    RispondiElimina
  147. Secondo voi, ci sono o ci fanno?
    Gli esperti del governo dicono che nei 3 futuri piu` o meno nucleari vi sara` una diminuzione di CO2 del 23% con ZERO nucleare ed una diminuzionedel 25% col 25% nucleare !!!! presumo una diminuzione del 31% col 100% nucleare allora.
    Ripeto la domanda, ci sono o ci fanno?

    3 New Energy Policy Options
    The Japanese government has presented three options of future energy policy for public debate, hoping to finalize by August the extent of Japan's reliance on nuclear power.
    The government has been reviewing its energy policy in the wake of the Fukushima nuclear accident last year. On Friday, ministers in charge of energy came up with options for the year 2030, together with projections of greenhouse gas emissions and ways to deal with spent nuclear fuel.
    The first plan would eliminate nuclear power altogether. Greenhouse gas emissions would be reduced by 23 percent from the figure in 1990. Spent nuclear fuel would not be reprocessed, but be disposed of directly.
    Under the second proposal, nuclear power would generate 15 percent of all electricity, and greenhouse gas emissions would be reduced by 23 percent.
    The third proposal calls for nuclear power allocation of 20 to 25 percent. Earth-warming gas emissions would be reduced by 25 percent.
    Under the second and third proposals, spent nuclear fuel would be both reprocessed and directly disposed of.
    The ministers also showed projections of greenhouse gas emissions in the year 2020. The highest reduction rate is 11 percent -- much lower than Japan's international pledge to slash heat-trapping gas emissions by 25 percent.
    The government will decide upon a final energy policy by August based upon the results of public hearings in 11 locations nationwide.
    Jun. 29, 2012 - Updated 16:37 UTC (01:37 JST)

    RispondiElimina
  148. in effetti puzza un po'. ci deve essere qualche refuso o qualche cosa di dato per sottinteso, ma non troppo chiaro.

    RispondiElimina
  149. Abbiamo due nuovi aggiornamenti!
    Uno tecnico: http://unico-lab.blogspot.com/2012/06/alla-ricerca-delle-perdite-nella.html
    Uno alimentare by ValerianoB (con una nuovissima veste grafica): http://unico-lab.blogspot.com/2012/06/fukushima-rapporto-sulla-contaminazione_30.html

    RispondiElimina
  150. Alessandro Clementi30 giugno 2012 09:06

    No, ce l'ho avuta sotto gli occhi anch'io la proiezione. E' un grafico semplicissimo in due suddivisioni temporali: 2020 e 2030. Per ognuna la riduzione con la rinuncia totale, parziale o non rinuncia al nucleare. Appena ho un attimo libero ve la cerco. I numeri sono gli stessi ma non in libertà come nell'articolo di Kuma. (A proposito, questo dove l'hai preso?)
    Mi ricordo però che il dato di riduzione di CO2 con il nucleare per il 2020 era praticamente uguale a quello senza nucleare per il 2030 e mi aveva lasciato perplesso. Come a dire: vabbè, chiaro, senza nucleare ci scordiamo le promesse di Kyoto, ma se pazientiamo 10 anni, otterremo lo stesso risultato anche senza nucleare. Possibile? Vabbè, senza il materiale stiamo parlando sul niente. A dopo.

    RispondiElimina
  151. NHK,
    e sono numeri assurdi, in qualsiasi modo vogliamo vederli, anche perche` semmai sono un aumento del 23% di CO2 con zero nucleare.
    Un anno fa avevo scopiazzato [sempreda NHK] cosa comportava chiudere il nucleare e quei numeri sembravano "coerenti".
    Ma conti spannometrici si possono fare in fretta, poiche` il nucleare giapponese produce gli stessi TWh/anno di tutta la produzione termica italiana e le centrali usate per sostituire il nucleare sono in maggioranza a gas.
    Basta vedere quanto sia la CO2 italiana e vedere se e` veramente il 2% della CO2 giapponese.
    Le bugie non passano il filtro dei numeri :)

    Sia chiaro che questi numeri hanno comunque piu` senso dell`usare il fotovoltaico in un paese monsonico.

    ricordo che il link sparisce in un paio di giorni, per questo di solito copio solo il testo [se da NHK]:
    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120630_01.html

    Hai la mia supplica di postare queste tavole :)

    RispondiElimina
  152. BINGO !

    Halting reactors would increase CO2 emissions.
    The Japanese government says annual carbon dioxide emissions would increase by 210 million tons if the country were to shift from nuclear power to fossil fuels.
    The Environment Ministry estimates that if Japan halted all 54 domestic nuclear reactors in favor of thermal power generation using coal and natural gas, carbon dioxide emissions would increase by up to 16 percent compared to 1990 levels.
    Under the Kyoto Protocol on global warming, Japan is obliged to cut average emissions by 6 percent from its 1990 output over a 5-year period through 2012.
    Operating more thermal power plants might make it necessary to boost purchases of emission rights from overseas to offset the increase in CO2 output.
    Japan could also have trouble achieving the government-set target of reducing greenhouse gas emissions by 25 percent by 2020.
    The ministry plans to promote use of renewable energy, as it remains unclear when nuclear plants across Japan will be restarted.
    Thursday, July 14, 2011 09:57 +0900 (JST)

    A meno che non pensino di usare il FV il quale, a fronte di 50GWe nucleari e tenendo conto di estate/inverno, avrebbe bisogno di 1500GWp [usando rapporto Wp/We=10 ed estate/inverno=3] che farebbero scoppiare il Giappone.

    Altro conto i 280TWh nucleari del 2007, al prezzo degli incenti FV di 42yen, detti anche 42Eurocent/kWh, fanno 118miliardiEuro/anno di incentivi fotovoltaici.

    RispondiElimina
  153. 91 pagine !??!?!!!?!!

    RispondiElimina
  154. 2 righe di conclusioni :)

    RispondiElimina
  155. Alessandro Clementi30 giugno 2012 14:39

    anche il Mainichi pubblica senza battere ciglio le stesse cifre... http://j.mp/NOJmKU
    Mi sa che la tabella di cui parlavo ce l'ho al lavoro, in tal caso ci tocca aspettare fino a lunedì.

    RispondiElimina
  156. tu non hai mica un'idea di come questo +16% si sposi con il -23% dell'altro articolo dello stesso giornale? :)

    RispondiElimina
  157. Grazie ad Alessandro, ora lo so!
    Con la "decrescita alla vaselina".

    Sara` per questo che Toyota ha deciso di raddoppiare il suo impianto in Francia qualche giorno fa?
    Ma butto giu` due mini conti e posto sulla nuova pagina "con riporto".

    RispondiElimina
  158. Totoro, non posso piu` rieditare i miei errori!
    Che figuraccia plantigrada

    RispondiElimina
  159. uhm... devono avere qualche problema i signori di disqus

    RispondiElimina
  160. è ricomparso il bottone "edit"... :)

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...