Cerca nel blog

Loading

12 maggio 2012

TEPCO afferma che il condensatore di isolamento fu propriamente azionato


Due settimane senza aggiornamenti, in parte dovuto ad una serie di festività giapponesi, e continuano a non esserci grosse novità tecniche provenienti dalla centrale. Guardando i grafici dei parametri principali dei reattori si osserva una tendenza a salire generalizzata per tutte le temperature che sappiamo essere legata alla temperatura esterna visto che TEPCO non ha installato nessuno scambiatore di calore sulle linee di iniezione di acqua. L'installazione di scambiatori non richiede la sospensione dell'iniezione in quanto esistono 3 linee ridondanti per ogni reattore.



Di questi giorni la diffusione di un rapporto ufficiale in cui TEPCO afferma che il condensatore di isolamento dell'unità 1 fu utilizzato in base alla procedura nel periodo tra le forti scosse dell'11 marzo 2011 e l'arrivo dello tsunami.

Lo scopo di questi dispositivi (ce ne sono due repliche identiche nel reattore 1) è quello di alleviare la pressione dall'RPV e allo stesso tempo di rimuovere parte del calore di decadimento. Li possiamo immaginare come due serbatoi riempiti fino ai due terzi del volume circa con acqua e all'interno del quale vengono inviati tubazioni provenienti dall'RPV. Questi tubi sono interrotti da quattro valvole, dalla 1A alla 4A e dalla 1B alla 4B per il sistema gemello; in condizioni normali, solo la valvola 3 (nera nello schema è chiusa e viene aperta in modo automatico quando la pressione all'interno dell'RPV supera una certa soglia e si richiude in modo altrettanto automatico per evitare depressurizzazioni troppo veloci. Durante l'ora circa tra il terremoto e l'arrivo dello tsunami le temperature dell'acqua nei condensatori è andata aumentando in funzione segno che le valvole hanno funzionato, ma con l'arrivo dell'onda gli attuatori elettrici delle valvole si sono danneggiati lasciando il sistema A parzialmente in funzione e il B escluso. Resta ancora poco chiaro il motivo per cui il sistema A abbia lavorato con così bassa efficienza, TEPCO suggerisce che il livello di acqua di raffreddamento era già scesa sotto il 65%. Ricordiamo che il livello d'acqua nel condensatore viene controllato da altre valvole collegate ad un circuito esterna dell'acqua. Dubbiosa anche la situazione del sistema B che ha mostrato un comportamento strano anche durante l'ora di funzionamento.

Dopo l'arrivo dello tsunami è stata applicata la procedura di depressurizzazione alternativa al condensatore di isolamento che prevede di sfogare il vapore dall'RPV al PCV passando attraverso la wet-well.

La situazione dell'acqua

Abbiamo perso una settimana, quindi questa tabella non è quella esattamente successiva a quella riprodotta nell'articolo precedente. Ricordiamo che Kurion è ancora in arresto.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine78 10079 60080 00080 400
Acqua nello stoccaggio17 12015 02016 33016 190
Totale 95 22094 620 96 33096 590

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

122 commenti:

  1. E' complesso quello che è successo nell'unità 1. I seguenti documenti fanno un po' di chiarezza ma sono letture molto tecniche e complesse
    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/betu11_e/images/111202e16.pdf
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_111122_03-e.pdf
    http://www.ucsusa.org/assets/documents/nuclear_power/fukushima-daiichi-ucs-analysis-unit-1-first-30-minutes.pdf

    Per quello che ho potuto capire io ci sono ancora oggi alcuni punti aperti su cosa effettivamente abbia causato l'arrivo dello tsunami sull'IC e ci vorrà tempo per capirlo. A me sembra che le azioni fatte dagli operatori che gestivano l'emergenza siano state dettate da procedure chiare ed eseguite al meglio, visto il contesto. Il contesto assolutamente precario in cui hanno operato ha lasciato gli operatori stessi senza informazioni vitali sullo stato dell'impianto e questo può aver pesato moltissimo sulla scelta delle azioni stesse.

    In questa crisi secondo me non è da colpevolizzare l'operatività di emergenza di chi è rimasto là ad operare ma semmai l'età dell'impianto e l'assessment del livello tsunami, cosa però che TEPCO documenta essersi palleggiata per diversi anni con le autorità di controllo. Chi è senza peccato scagli la prima pietra.

    SM

    RispondiElimina
  2. mamoru_giappopazzie13 maggio 2012 06:51

    Da aggiungere alla collezione di roberto

    http://m.iopscience.iop.org/0952-4746/32/2/181/pdf/0952-4746_32_2_181.pdf




    On protecting the inexperienced reader from Chernobyl myths





    6. Summary and conclusions
    The Chernobyl accident was the largest nuclear disaster ever, which has led to numerous
    harmful effects on the environment, public health and social life. The professional scientific
    community is patiently and carefully examining the aftermath, and drawing lessons from
    what has happened. There are no reasonable grounds to suspect the modern community of
    experts of concealment of the facts. Conversely, professional epidemiologists are searching
    for positive scientific findings, and a proved radiation effect is the most desired scientific
    outcome for them.Intervention by inexperienced investigators (although having impressive academic
    titles) in this delicate process, and publication of their 'findings' in the popular
    scientific press, prevents informed public understanding and decision-making by
    those authorities responsible for protecting the population. In particular, critical
    analyses of the book by Yablokov et al (2009) by a number of
    experts (e.g. Jargin 2010, Jackson 2011) and in the
    present paper should help to assist in the neutralisation of its adverse effects
    on the Japanese public and authorities following the Fukushima Daiichi NPP
    accident.
     

    RispondiElimina
  3. Ottima lettura, da leggere e archiviare. In genere non mi piace lo stile botta e risposta, almeno in un articolo scientifico, ma qui è opportuno per smontare quella serie di miti senza fondamento e che fanno presa sull'emotività della gente.

    RispondiElimina
  4. Ottimi documenti!
    Lettura off-line con calma d'obbligo.

    RispondiElimina
  5. As opposed to the opinions of the authors,
    international experts have shown that the formation of americium-241 (from the decay of
    plutonium-241) in the environment does not amount to a serious radiological problem (IAEA
    2006, UNSCEAR 2008a).


    Ancora sta storia dell'Am-241, ma è una persecuzione. Me la sono ritrovata tra i piedi già 3 volte in 1 anno.

    Per il resto è un articolo di difficile lettura per il target che si propone. Una metà della platea credo non capisca la differenza dei metodi di questi autori rispetto a quelli racocmandati e l'altra metà manco sa che esistono. Anche dopo questo articolo direi che il lettore inesperto è in totale balia di chi scrive sciocchezze.

    L'articolo è bello nel complesso.
    SM

    RispondiElimina
  6.  E' oggettivamente difficile rispondere ad una domanda del tipo "Quali sono state le conseguenze di Chernoby?"... di recente ho letto un libro divulgativo su radiazioni e nucleare dove l'autore riportava, senza particolari commenti, una frase del tipo: esiste una stima internazionale (ECRR) che parla di un numero di morti per tumore in tutta europa da 900'000 a 1'800'000 (un millione ottocentomila), imputabili all'incidente.
    Che valore hanno queste stime?

    Drugo

    RispondiElimina
  7.  Caro Mamoru:

      grazie per il link, molto interessante, pur se "ovvio"... purtroppo impegni famigliari mi hanno impedito di andare a sentire "l'altra campana" dell'Independent WHO, sabato scorso, qui a Ginevra... ci tenevo a vedere tutti quegli "esperti" assieme, e sentire la loro voce... quello che hanno scritto lo conosco abbastanza bene. Ho letto un articolo sulla Tribune de Geneve,ma non diceva niente di particolare, riportava solo l'avvenuta conferenza... spero in qualche riassunto durante la settimana, terro' un'occhio aperto e nel caso postero' dei links.

      Ciao, e grazie ancora.

         Roberto

    RispondiElimina
  8. credo @Drugo parli di questo: ECCR.
    Parli di questo anche tu?

    RispondiElimina
  9. Yak!... "Edited by Chris Busby with Rosalie Bertell, Inge Schmitz-Feuerhake, Molly Scott Cato and Alexey Yablokov"

      Busby e Yablokov assieme? Illeggible.

     R.

    RispondiElimina
  10. Figurati se ho tempo di leggermi 258 pagine. No, semplicemente commentavo la frase e i numeri che ci sono nel commento di Drugo qui sopra. E' un non-senso fare stime in questo modo utilizzando all'indietro fattori utilizzati nelle stime preventive. I coefficienti di rischio si usano in modo diverso.

    Citando la ICRP 103
    La dose efficace è da intendersi come grandezza radioprotezionistica. I principali usi della
    dose efficace sono la valutazione di dose in prospettiva, al fine della pianificazione,
    dell'ottimizzazione della protezione radiologica, e della dimostrazione del rispetto dei limiti di
    dose a fini normativi. La dose efficace non è raccomandata per le valutazioni epidemiologiche né
    dovrebbe essere utilizzata per indagini retrospettive specifiche e dettagliate sull’ esposizione e il
    rischio di singoli individui.


    SM

    RispondiElimina
  11.  Pensavo fossi già a conoscenza del contenuto del malloppo.

    Citando la ICRP 103
    Più chiaro di cosi'...

    RispondiElimina
  12.  Robert, per favore potresti darmi il link dei 4979mln di euro buttati nel fottovoltaico nel 2011?
    Grassie

    RispondiElimina
  13. Che cosa si intende per "town assembly"? Un'assemblea di sindaci della prefettura di Fukui?
    Grazie SM

    RispondiElimina
  14.  NOOOOOO BUSBY NOOOOOOO!

    A me era bastato il suo video in cui aveva parlato delle patologie cardiache dei bambini di Fukushima perche` avevano 1Bq/litro nelle urine.

    Comunque chiarisce tutto su QUESTA gente la loro tabella 7.4 (pag. 68, pag.77PDF) e che alla pagina successiva loro ritengono che una esposizione di 0.8mSv (ICRP) siano equivalenti a 200mSv e che portano ad un 20% di peggioramento di qualita` della vita.
    Cioe` gli Svizzeri al compimento del loro primo anno hanno una perdita di qualita` della vita del 200%, a 60anni una perdita del 16000%.

    Domanda:
    Ma quando ad 1 anno perdono il 200% sono vivi o no? al 16000%?

    Busby, Busby... Busby.

    Nota: non ho letto tutto, mi sono accontentato di correre al cuore: "7.5 Estimating the risk to health"

    RispondiElimina
  15.  Come sarebbe 3 volte in un anno!?
    Arny Gurny lo dice 10 volte per video messaggio!
    Ormai siamo a  15mila volte solo da lui
    :)

    RispondiElimina
  16. Mi sembra un passo in avanti anche se non capisco cosa serva adesso. C'è una qualche idea di piano di riattivazione?

    RispondiElimina
  17.  ...scusate avevo sbagliato la sigla: riporto testualmente: " Per un rapporto completo e aggiornato dei devastanti danni alla salute nei 20 anni da Chernobyl si rimanda di nuovo al rapporto ECRR (Chernobyl 20 year on...): la stima dei morti per tumore effettuata in quella sede va da 900.000 1 800 000 persone in tutta Europa".

    ECRR sembra sia stato formato dal Parlamento Europeo (http://www.euradcom.org/background.htm)... ne devo dedurre che queste valutazioni sono fondate??

    Se qualcuno potesse chiarirmi le cose, gli sarei grato!!

    Il libro da cui ho riportato la citazione è:
    "Come sopravvivere alla radioattività" - M. Casolino - Cooper Editore, che ho molto apprezzato per il livello divulgativo (a parte questa citazione priva di commenti).

    Grazie

    Drugo

    RispondiElimina
  18. in risposta a questo commento di @Drugo  

    se vuoi possiamo chiedere direttamente a Marco Casolino, visto che è un nostro lettore ! 

    RispondiElimina
  19.  Qui qualche dettaglio:

    http://www.reuters.com/article/2012/05/14/japan-nuclear-idUSL4E8GE73E20120514

    http://www.nucnet.org/all-the-news/2012/05/14/local-authority-gives-go-ahead-for-ohi-3-and-4-restart


    Drugo

    RispondiElimina
  20.  sarebbe il massimo.... cercando in rete notizie degli autori di quel report mi sono fatto un'idea di quanto sia (poco) credibile... ma io non sono un'esperto, Casolino sì, qundi sono veramente perplesso...:-(

    Drugo

    RispondiElimina
  21. " Per un rapporto completo e aggiornato dei devastanti danni [...] la stima dei morti per tumore effettuata in quella sede va da 900.000 1 800 000 persone in tutta Europa". 

    Su questo ti posso rispondere io, perché appena l'ho letto ho stracciato la mia tessera GreenPeace (ma poi ho pensato alle balene, povere, e l'ho riattaccata con lo scotch, sorry @peakoil2010  :-)

    I numeri subiscono una moltiplicazione naturale, tu li metti in un cassetto e il giorno dopo ti sono raddoppiati per magia! Comunque il primo numero ( 900'000 ) è di un report ufficioso fatto da un militante GreenPeace/presunto scienziato, che ha sistematicamente escluso tutte le pubblicazioni ufficiali e serie, e ha fatto una raccolta dei sentito dire, dei ritagli dei quotidiani, dei post di blog di gente che manco sapeva dov'era Chernobyl, e sommando quelli moltiplicandoli per una cifra X presa a caso ma grande abbastanza da soddisfarlo, era arrivato alla cifra di (vado a memoria) 200 mila. Per una strana moltiplicazione, quella cifra è diventata nel corso del tempo (e di pubblicazioni e documentari sensazionalistici) di 900 mila, e ora in quello che hai letto tu, addirittura 1'800'000.  Quando a forza di raddoppiare raggiungono i sette miliardi di persone morte a causa di Chernobyl, datemi un colpo di telefono così so che sono definitivamente estinto e non mi sto più a preoccupare delle radiazioni.

    RispondiElimina
  22. Comunque è vero che ci fu un aumento statisticamente significativo di ipotiroidismo e di tumori alla tiroide, fortemente correlato con la direzione della nube e la distanza dalla centrale, e in alcune zone registrarono modesti picchi di sindrome di down nei bambini nati nel gennaio 87 (e quindi concepiti nel periodo dell'esplosione della centrale). Ma per picchi parliamo di 1 bambino ogni 1000 nati, e solo in quei mesi.

    Quindi si, ci sono stati sicuramente effetti sulla salute umana nelle zone vicino alla centrale, ma chi parla di "devastanti danni" si vede che non ha mai guardato le statistiche degli inceneritore di rifiuti nostrani...

    RispondiElimina
  23. AnonimaFrancese15 maggio 2012 10:14

    come disse sotto Roberto due giorni dopo i link di NHK vengono rimossi ma quelle riguardava alcuni topi prelevati nelle foreste vicine a Fukushima: e dice : "D'importants niveaux de césium radioactif ont été détectés dans des rats attrapés dans les forêts aux abords de la centrale nucléaire endommagée Fukushima Dai-ichi.
    Des chercheurs de l'Institut de recherche de foresterie et de produits forestiers ont analysé des échantillons de rats provenant de zones isolées des préfectures de Fukushima et d'Ibaraki entre octobre et décembre de l'an dernier.
    Selon l'institut, des niveaux de 3100 becquerels de césium par kilo ont été détectés chez des rats capturés près du village de Kawauchi, situé à trente kilomètres de la centrale. Des niveaux d'environ 790 becquerels par kilo ont été observés chez des rats de la ville de Kita-Ibaraki qui se trouve à 70 kilomètres de la centrale.
    Un chercheur de l'Institut national des sciences radiologiques, Yoshihisa Kubota, affirme que les rats sont aussi sensibles que les humains aux radiations.
    M. Kubota trouve important de poursuivre les recherches sur les effets de la radioactivité auprès d'organismes vivant en milieu naturel.
     
    ndrl : Il doit etre difficile de recenser les rats morts .

    RispondiElimina
  24. AnonimaFrancese15 maggio 2012 10:15

    chiaro oscuro su Fukushima (foto) 
    http://www.trois8.fr/index.php/clair-obscur-fukushima/

    RispondiElimina
  25. Puoi anche ritirare l'epidemia  di sindrome di Down, sbugiardata da ricerche serie... ci deve essere un articolo a proposito nella lista che ho zippato qualche tempo fa'... se ho tempo lo cerco.

        Roberto

    RispondiElimina
  26. "town assembly": consiglio comunale, da quel che ho capito.

       Roberto

    RispondiElimina
  27. @CasolinoMarco avremmo bisogno di un tuo chiarimento circa il tuo libro. quando passi di qui?

    RispondiElimina
  28.  Ciao: quel file particolare dal quale avevo preso il dato non lo trovo... mannaggia... comunque qui

      http://www.gse.it/it/comunicazione/Sala%20stampa/Pages/default.aspx

      puoi trovare questo (di ieri)

       http://www.gse.it/_layouts/GSE_Portal2011.Structures/GSEPortal2011_FileDownload.aspx?FileUrl=http://www.gse.it/GSE_SalaStampa%2fComunicato+Stampa_statistiche_FOTOVOLTAICO+2011.pdf&SiteUrl=http://www.gse.it

      che dice piu' o meno la stessa cosa:

      "Roma, 14 maggio 2012 – Il Gestore dei Servizi Energetici ha pubblicato sul
    proprio sito internet (www.gse.it) il Rapporto Statistico sul solare fotovoltaico del 2011
    dove emerge che in Italia sono in esercizio circa 330.200 impianti per 12.780 MW
    installati ed 11 TWh prodotti.
    L’anno si è infatti arricchito di 174.220 nuove unità per una potenza aggiuntiva di
    9.300 MW, quasi tre volte la potenza esistente al 31 dicembre 2010; nel 95% dei
    comuni italiani è presente un impianto fotovoltaico.
    Il meccanismo di incentivazione del Conto Energia, erogato dal GSE, è stato il
    principale artefice di questa crescita. Alla fine del 2011, gli impianti che già vi hanno
    aderito hanno raggiunto una potenza complessiva pari a 11.500 MW e contribuito al
    91% della produzione del 2011 ricevendo circa 4 miliardi di euro.
    L’Italia si colloca nel 2011 al secondo posto nel mondo per capacità fotovoltaica
    totale in esercizio alle spalle della Germania e al primo posto, davanti alla stessa
    Germania, per nuova capacità produttiva entrata in esercizio nell’anno."

       Roberto

    RispondiElimina
  29. Questo...

      http://www.gse.it/_layouts/GSE_Portal2011.Structures/GSEPortal2011_FileDownload.aspx?FileUrl=http://www.gse.it/GSE_SalaStampa%2fMontanino_Conto_Energia_10-05-12+new1.pdf&SiteUrl=http://www.gse.it

      R.

    RispondiElimina
  30. c'era da aspettarselo come tutta la fauna selvatica vedi i cinghiali per esempio.

    RispondiElimina
  31. @Drugo

      "ECRR sembra sia stato formato dal Parlamento Europeo (http://www.euradcom.org/backgr...... ne devo dedurre che queste valutazioni sono fondate??"

     No, neanche per idea... e' il gruppo dei verdi al parlamento europeo che l'ha messo in piedi...

    "The European Committee on
    Radiation Risk was formed in 1997 following a resolution made at a
    conference in Strasbourg arranged by the Green Group in the European
    Parliament. "

      Roberto

    RispondiElimina
  32. AnonimaFrancese15 maggio 2012 13:47

    OT : candid camera Giapponese :))))) 
    http://www.fuoriditesta.it/umorismo/video-candid-giapponese-vp152.html

    RispondiElimina
  33. Si l'ho letto in inglese. La cosa buffa è che fantomatici ricercatori di un non ben noto "istituto" cercavano la correlazione tra bq/kg nei ratti e dose misurata in aria. Non mi sembra proprio un ragionamento lineare comunque ci può anche stare. A è legato a B che è legato a C che è legato a D per cui A e D sono legati.
    Di solito in ambienti scientifici si cerca di evidenziare correlazioni le più dirette possibili.

    Comunque i ratti razzolano di brutto, per cui c'è da aspettarsi gli stessi risultati dei cinghiali.
    SM

    RispondiElimina
  34.  Assemblea degli eletti al governo cittadino, quindi direi che Robert ha detto benissimo.
    Scusate il ritardo ma siccome sulle notizie dal Giappone vengo ripreso se sbaglio dello 0.1% ho chiesto prima conferme.
    E parlandone e` ri-saltato fuori che le citta` vicine vogliono avere diritto di voto in materia anche se di altri comuni o addirittura di altre prefetture. Vi chiederete: "Per la sicurezza?".
    No, come al solito per i soldi, il 50-60% del bilancio comunale di Fukui dipende dai soldi che arrivano dai reattori ed anche altri vogliono la torta.

    La cosa piu` assurda e` che tra chi si lamenta c`e` Osaka, che pur facendo gli stessi tagli dell`estate scorsa sarebbe ancora sotto del 17% se non ripartissero almeno questi due reattori.

    P.S. Fukui (citta`) e` anche la capitale della prefettura di Fukui.

    RispondiElimina
  35.  Scusami, in che senso a cosa serva adesso?
    Intanto ringrazio che ci abbiano messo solo 5 mesi a capirla :)
    E poi mi sa che bisogna convincerli uno per uno e prima inizi e meglio e`.

    RispondiElimina
  36.  Grazie tante.

    RispondiElimina
  37. sorry, intendevo dire cosa manca adesso per farli veramente ripartire. prima erano gli stress test, poi la nisa, poi il governo, poi i locali, chi manca? 

    mi hai già risposto, altri locali. Poi forse gli extraterrestri...

    RispondiElimina
  38. Giapponesi, come faremmo senza di loro? :-)

    RispondiElimina
  39. Come hai letto manca la firma del sindaco che vuole sentire la sua commissione personale.

    Deve far finta di di dare il permesso a malincuore, a volte i politici sono polici da tutte le parti.

    Come la deputata che ha fatto i limiti da 10Bq/l sulle bibite.

    RispondiElimina
  40. comunque anche negli articoli originali erano ben lontani da una "epidemia", parlavano semplicemente di un aumento statistico significativo.

    Comunque l'ipotiroidismo è vero, ho tanti amici giovani che vengono dal sud della Polonia e molti di loro prendono gli ormoni per compensare. Che poi, è sempre la solita questione, io ho 33 anni e non ho mai fatto un esame del sangue in vita mia, a loro appena vanno dal medico di base e gli dicono l'età e dove sono nati, quello li manda direttamente a fare i controlli senza neanche passare dal via. Quindi trovano di più perché là ce n'è di più, o semplicemente perché là cercano e qua no?

    RispondiElimina
  41. Dai, non dire così, è uno dei testi più venduti della sezione "fantascienza e fantasy"... :-D

    RispondiElimina
  42. hai rifrasato un detto del mio capo: "non esistono i sani, solo malati non sufficientemente analizzati"

    RispondiElimina
  43.  Vergogna, vergogna, vergogna!

    Mi chiami Roberto (che piu` che una offesa e` un complimento), non traduci dal francese all`inglese ed addirittura traduci dall`inglese al francese, ed infine decidi di sposarti senza chiedermi il permesso!!!!!!

    Infinite felicitazioni madamigella Innominata!
    Ti auguro ogni bene!
    Ipotizzata una data?

    Comunque, per i francofonicamente illeterati come me:
    High cesium levels detected in rats near Fukushima
    High levels of radioactive cesium have been detected in rats caught in forests near the damaged Fukushima Daiichi nuclear plant.
    Researchers from the Forestry and Forest Products Research Institute analyzed the rat samples collected from remote areas of Fukushima and Ibaraki prefectures in October and December last year.
    The institute says about 3,100 becquerels of cesium per kilogram was detected in rats captured near Kawauchi village, which is 30 kilometers from the plant. About 790 becquerels per kilo was found in rats from around Kita-Ibaraki city, 70 kilometers away.
    Aerial radiation levels were 3.11 microsieverts per hour in Kawauchi and 0.2 microsieverts in Kita-Ibaraki.
    The institute says the cesium levels in rats apparently rise in proportion to the concentration of atmospheric radiation where they live.
    A senior researcher at the National Institute of Radiological Sciences, Yoshihisa Kubota, says rats are as sensitive to radiation as humans.
    Kubota stressed the importance of maintaining ongoing studies into the effects of radioactive substances on wild organisms.
    Monday, May 14, 2012 11:04 +0900 (JST)

    RispondiElimina
  44. Ma prima di ronfare vi farei notare le percentuali dei neolaureati che hanno ricevuto una offerta di lavoro al primo di aprile (nota: l`anno scolastico finisce a marzo, beh, sono Giapponesi).
    Ed il sospetto e` che il 90% non studi scienze politiche o dell`informazione.


    College graduate job market improving

    The job market is improving for Japan's college graduates as more are able to find employment this year than last year.
    The labor ministry surveyed 4,770 people who graduated this past March.
    Results show that, as of April 1st, 93.6 percent had landed jobs. The
    ratio is up 2.6 percentage points from last year, when the figure marked
    a record low.
    The ministry says despite the improvement, some 25,000 students are
    estimated to have graduated from college without job offers this year.
    The job situation is also improving for new senior high-school graduates for the second year in row.
    The employment rate among them came to 94.8 percent, up 1.6 percentage points from last year.
    The education ministry says the job situation for high-school graduates
    has now recovered to its pre-financial-crisis level of 2008.

    May 15, 2012 - Updated 06:52 UTC (15:52 JST)

    [altra nota: era il 97% nel 2007]

    RispondiElimina
  45. cassarola... che numeri. 

    RispondiElimina
  46. marco casolino16 maggio 2012 04:11

    eccomi... testè ritornato in Giappone.... più rincretinito del solito.... Qual'è la domanda? Spero non aver scritto troppe scempiaggini sulla radioattività.... o forse intendevi Grikon?

    RispondiElimina
  47. Ciao marco casolino  ben rientrato! Innanzitutto grazie per essere passato. La domanda era di  @Drugo   che entrerà nei dettagli e si riferiva allo studio ECRR su Chernobyl citato nel tuo libro che riporta numeri estremamente più grandi rispetto ad altri. 

    Poi rimanendo sul tema, consiglio a tutti la lettura di questo replica pubblica sul JT in cui Marco ed altri rispondo con numeri e fatti alla contaminazione degli alimenti in Giappone
    http://www.japantimes.co.jp/text/fl20120515hs.html

    RispondiElimina
  48. AnonimaFrancese16 maggio 2012 09:31

    opssssssssssssss ;.(( scusa kumachan ;.)))) ero certa che fosse Roberto ! nn ho cheisto il permesso vero? ahhhhhhhhh allora ok......non mi sposo piu! non potrei senza il vostro acordo a tutti ;-) pS non nessuna data...ci sto pensando ;.)  che dici ho i ripensamenti dell'ultima ora? forse ;.) 

    RispondiElimina
  49.  Enjoy the reading... :-)

      "Un atteggiamento criminale”, accusa il filmaker marchigiano: “Il
    governo si basa sul fatto che il contatore geiger misura valori molto
    più bassi, non considerando che le particelle radioattive (che hanno un
    peso) sono diminuite nell’aria solo perché si sono sedimentate nel
    terreno, rendendo impossibile ogni tipo di coltura."

      http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/16/giapponesi-traditi-abbandonati-viaggio-nelle-zone-fantasma-della-zone/231015/

      R.

    RispondiElimina
  50.  Ma che ripensamenti, ricorda che devi invitarci tutti a Acapulco per le nozze :-))

    RispondiElimina
  51. Si avevo notato questa e altre perle di saggezza. Mi sono permesso di lasciargli la mia opinione complessiva :)
    SM

    RispondiElimina
  52. Hai scoperto che lascia la tavoletta alzata?
    SM

    RispondiElimina
  53. Letto... e sei stato chiaro come sempre, bravo!

      Roberto

    RispondiElimina
  54. E' una causa persa. Alcuni commentatori usano la tastiera come la clava. Però mi diverto :)
    SM

    RispondiElimina
  55. mamoru_giappopazzie16 maggio 2012 18:56

    Il gse e' il luogo migliore per trovare dati, ma avevo  questo articolo del sole che mi pare dia altre cifre ben piu' inquietanti e non ho capito a cosa si riferiscano.

    RispondiElimina
  56. mamoru_giappopazzie16 maggio 2012 18:57

     o ma ne avete di stomaco per commentare... =)

    Comunque si riconferma che pane e complotto sulle tavole italiane non mancano...

    RispondiElimina
  57. come si può commentare una notizia del genere?

    http://www.corriere.it/esteri/12_maggio_16/sotterraneo-kodak-trovato-reattore-nucleare-new-york_fa9af856-9f43-11e1-b258-f2fcbb76be58.shtml

    RispondiElimina
  58. Non è un reattore, è un complesso moltiplicante sottocritico con cui Kodak faceva ricerca e sviluppo. Da sempre è leader nelle emulsioni nucleari per dosimetria.
    http://www.inquisitr.com/236166/weapons-grade-uranium-discovered-in-nuclear-reactor-housed-inside-kodak-corporate-building/
    http://gizmodo.com/5909961/kodak-had-a-secret-weapons%20grade-nuclear-reactor-hidden-in-a-basement

    Non hai idea di quante grandi sorgenti diventino "orfane" e se ne perda traccia col tempo, specie per i costi di allontanamento. Basta un regime di segretezza e 2-3 pensionamenti. Certo una struttura come questa è la madre di tutte le dimenticanze.
    Con 2 click il giornalista del corriere poteva informarsi un attimo prima di scrivere.
    SM

    RispondiElimina
  59. mamoru_giappopazzie16 maggio 2012 19:28

    “Loro dicono ‘shogenai’ io sapevo si dicesse "shikatanai" oppure "shouganai" piu' colloquiale...'naaaamo bbbeneeee

    RispondiElimina
  60. mamoru_giappopazzie16 maggio 2012 19:36

     ...e il commentatore della domenica preferisce buttarsi in spericolati testacoda complottisti piuttosto che cercare una spiegazione razionale....avanti tutta verso lo sfascio. =(

    RispondiElimina
  61. mamoru_giappopazzie16 maggio 2012 19:49

    Guardando l'allegato qui sotto direi che trattavasi proprio di un reattorone..

    e aggiungerei che siamo alle solite e quando si parla di sorgenti radioattive scatta il panico, poi magari uno ha sotto casa una galvanica che maneggia sostanze pericolese a tonnellate e manco ci fa caso.

    PS io ho cominciato a lavorare facendo RX industriali su fusioni in acciaio, ma mica me le avevano spiegate le cose sulle radiazioni etc. devo preoccuparmi? ;-)
    Avevo un affare a batteria (che non ha mai bippato) da mettermi addosso e il tubo emettitore era  chiuso in un loculo di cemento.

    RispondiElimina
  62. AnonimaFrancese16 maggio 2012 20:43

    ahahahaah SM sie una macchietta ;.))) 

    RispondiElimina
  63. AnonimaFrancese16 maggio 2012 20:44

    Invito????????????????' Acapulco?????????????? ;.) aiuto ;))))) scappo ;.))) 

    RispondiElimina
  64. Non è un reattore. E' un complesso sottocritico. I reattori vanno critici, i sottocritici no come dice la parola.

    Quest'affare funziona così. I neutroni iniziali provengono dal Cf-252 che emette neutroni per fissione spontanea con lo spettro tipico di fissione e in geometria 4pi. Quando la sorgente è nel reticolo di uranio succede che i neutroni del Cf-252 inducono fissione nell'U-235 e "moltiplicano" il flusso. Il risultato è che a partire da una sorgente puntuale di neutroni ottieni una sorgente solida di volume pari a quello del reticolo in cui il flusso di neutroni è circa omogeneo. Utilizzi le cavità nel reticolo per metterci materiali da irraggiare con neutroni e fare una attivazione neutronica o NAA (Nuclear Activation Analysis). Moderatore e parziale riflettore il polietilene che per altro non è l'ideale perchè si deteriora nel tempo. Era meglio usare la grafite.

    La sorgente di Cf-252 dimezza ogni 2.6 anni quindi dal 1974 è morta e sepolta. Ci sono solo i neutroni di fissione spontanea del U-235 che sono troppo pochi. Nel locale andreei a guardare eventuali attivazioni residue su componenti metalliche in fase di bonifica.

    Esplode? Diverge? No perchè se vedi la scheda tecnica il k-efficace (moltiplicazione tra due generazioni successive di neutroni) è < 1, quindi sottoctitico. Vuol dire che non sali di potenza. Non hai effetti termici (3.8W), parti in movimento salvo le barre di controllo per spegnere il tutto, etc. Il flusso di 10^8 n/cm^2sec è di tutto rispetto per fare analisi.
    E' proliferante? No perchè è già fissile il 235. Butti in un pentolone e separi dalla matrice metallica, quindi è veramente uranio weapon grade (>90%). Assolutamente da non dimenticare in giro. Ci vogliono 25kg di questo materiale per fare massa critica.
    E' irraggiato? certamente si, si tratta di combustibile irraggiato che però difficilmente verà avviato a riprocessamento. Lo metteranno nel deposito USA e dormirà sonni tranquilli.
    SM

    RispondiElimina
  65. mamoru_giappopazzie16 maggio 2012 20:53

    vedo ora il link: bello!
    non per il contenuto che mi ha fatto rabbrividire...

    la torta di pagina 18 e' riferita al FV oppure a tutte le fonti rinnovabili?

    In ogni caso e' una F-O-L-L-I-A:

    - 6*10^9 euro/anno
    - per 13 GW PICCO
    - che si traducono in 10/11 TWh

    Con gli stessi soldi ti compri un AP1000 l'anno e alla fine dei 20 anni quanta energia hai prodotto?
    Diciamo almeno 14 volte tanto?

    RispondiElimina
  66. mamoru_giappopazzie16 maggio 2012 20:54

    " Reattorone" era ironico ;-)

    torto mio che non lo ho virgolettato, ma non me ne pento vista la spiegazione che hai postato.  =)

    RispondiElimina
  67. AnonimaFrancese16 maggio 2012 20:57

    http://www.tepco.co.jp/cc/press/betu12_j/images/120512j0101.pdf  si tratta di una  piano di attuazione per le misure di miglioramento ll'interno di  Fukushima Daiichi (275 pagine, giapponese)  assaggio a  pagina 89 / 275 pagina 90/275 mentre qui si parla dei lavori di consolidamento attorno al reattore 4  
    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/images/handouts_120516_07-j.pdf

    RispondiElimina
  68. mi sa che il traduttore della TEPCO è stato definitivamente licenziato! 

    RispondiElimina
  69. Del funzionamento della sorgente ti ha già detto tutto SM  aggiungendo anche quali potrebbero essere stati gli utilizzi. 

    Quello che mi lascia perplesso è la contraddizione tra i termini "nascosta" e "governo federale". In passato i regolamenti non erano poi così rigidi e non sempre rispettati, da qui tantissime sorgenti orfane "storiche". Ora, se il governo federale ha imposto il silenzio - come citato nell'articolo - è perché era dichiarata, quindi di fatto non era "nascosta", ma semplicemente messa in sicurezza (questa è una mia speranzosa supposizione), in un posto comunque schermato, lontano da occhi indiscreti che è la forma più economica di vigilanza. L'articolo del Corriere, come quello di ieri apparso su Repubblica, puntano sul fatto che qualcosa di nucleare era presente nell'edificio senza che i dipendenti tutti ne fossero informati.  Quindi la mia domanda: è giusto o sbagliato questo atteggiamento di silenzio? Secondo me è corretto per la sicurezza di tutti, ma evidentemente non tutti la pensano come me.

    RispondiElimina
  70.  Un tempo c'era una fabbrica di combustibile nucleare (Bosco Marengo?)... avevano una sorgente di Cf-252 per testare le pastiglie di combustibile:-)

    L'avranno lasciata in cantina..

    Drugo

    RispondiElimina
  71. Ciao Marco,

    grazie x la disponibilità e complimenti per il tuo libro (Come sopravvivere
    alla radioattività).

    Sono rimasto perplesso per il cap. 3 (introduzione di tal Chris Busby, Segretario Scientifico ECRR: ne riporto due righe alquanto strazianti: " ... i bambini [di Chernobyl] continuano a morire di cancro vicino a siti inquinati che continuano a rilasciare radioisotopi prodotti dalla fissione sotto permessi  basati sul modello dell'ICRP. Cause in tribunale sono ancora perse da genitori disperati e infuriati perchè i giudici ritengono che le dosi cui sono stati esposti i bambini fossero troppo basse....[per causare i tumori]").

    Pag. 42: riporto testualmente: " Per un
    rapporto completo e aggiornato dei devastanti danni alla salute nei 20
    anni da Chernobyl si rimanda di nuovo al rapporto ECRR (Chernobyl 20
    year on...): la stima dei morti per tumore effettuata in quella sede va
    da 900.000 1 800 000 persone in tutta Europa".

    2 domande: ma questa ECRR è un organismo della Comunità Europea e che credibilità possiede?

    E soprattutto: come mai gli altri studi sulle conseguenze di Chernobyl sono così differenti da questo?

    Grazie



    Drugo

    RispondiElimina
  72. A proposito di effetti delle radiazioni ionizzanti a basse dosi:
    http://web.mit.edu/newsoffice/2012/prolonged-radiation-exposure-0515.html

    Se fosse confermato sarebbe clamoroso...

    Drugo

    RispondiElimina
  73.  Eh no eh, dopo che lo hai ammaliato, drogato, circuito e convertito non puoi distruggerlo ripensandoci, povero indio non indo.
    Hai voluto un super Zorro romantico e caliente?
    E mo` te lo sposi!
    :)

    Almeno il posto in cui vi sposerete ce lo comunicate?

    RispondiElimina
  74.  Perche` secondo te e` lui che porta i pantaloni in casa? mmmmmmm

    RispondiElimina
  75. Niente di nuovo, si dibatte su questi argomenti da decenni
    SM

    RispondiElimina
  76. Egiovanna eri tu che avevi chiesto sullo stato della copertura del fondale marino? Ieri hanno finito con il canale di fronte ai reattori dall1 al 4. E oggi dovrebbero iniziare con lo specchio di mare di fronte al 5 e il 6.
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120516_03-e.pdf

    RispondiElimina
  77. AnonimaFrancese17 maggio 2012 10:02

    il posto ? banalmente a Roma ;.))) va beh Kumi va bene ...!  ma non lo "ammaliato ne circuito ne convertito" ...quell'anno ero gia in frontiera pronta a tornare nel mio peaesino bellino bellino che ho conosciuto costui ;.))) altrimenti avevo la casetta in Provenza e 17 donne come ministre ;- )))

    RispondiElimina
  78. Chiedo venia, ma dopo che mi avete tirato fuori il drogatoquotidiano, mi e` saltata la mosca al muso ed ho dovuto rispondere ai: giapponesi pavidi e sempliciotti che scappano da tutto e si bevono tutto.
    Secondo me una risatina ve la fate.
    E pensare che escluso il tipo che [onore al merito] vuole salvare i nipponini piccini, non ho nemmeno parlato di radioattivita`.

    Ed a proposito di bimbi, volete sapere di una bella immagine nei giorni di pioggia?
    Uscire di mattina e vedere questi grandi ombrelli rasoterra che sembrano funghetti che si agitano, beh dipende anche da che altezza li guardate :)
    Le elementari iniziano a 5 anni.

    RispondiElimina
  79.  Allora ti disturbo...
    Ci sono stati "revise" su questo studio?
    Se fosse falso presumo che sarebbe stato facile sbugiardalo visto che si poteva fare le misurazioni ed "andare indietro nel tempo".
    Come e` valutato oggi?
    OK, concedimene un`altra: si parla del limite che sotto i 100mSv non si sono visti effetti statistici.. ma si deve comunque intendere che se raggiungo i 100mSv in diciamo 6 mesi, per quanto devo restare "lontano" da fonti oltre la radiazione di fondo prima di (eventualmente) ripartire con lavori in ambienti "piu` radioattivi"?
    GRASSSSSIE

    http://www.jpands.org/vol9no1/chen.pdf

    RispondiElimina
  80. uno di quei funghetti potrei essere io visto i due 2 metri! 

    RispondiElimina
  81. Rispondo per quello che posso:
    - non ho idea se ci siano stati "revise" su questo studio, l'ho letto solo ieri
    - non è che sotto i 100mSv non si siano visti effetti stocastici, è che non sono distinguibili dalle altre cause ma se ne assume comunque una dipendenza diretta e lineare (senza soglia).
    - 100mSv/6mesi non è possibile per pratica routinaria, ci dovrebbe essere veramente qualcosa che non funziona per arriavre a quelle dosi. Altra cosa sono le esposizioni di emergenza. In ogni caso decide il medico con visita di emergenza, propabile inidoneità temporanea del lavoratore e situazione da rivedere dopo 6 mesi o prima.

    Per tua informazione il LNT è comodo e ci si lavora bene. La ICRP continua a raccomandarlo indipendentemente dai tanti studi sull'ormesi. Ci sarà un motivo, no? Proprio la ICRP focalizza il lavoro in prospettiva, non in retrospettiva e fa del principio di ottimizzazione il principio più importante della radioprotezione. Spesso la gente si ferma ai limiti di dose, ma quelli ci sono perchè servono al legislatore, non al radioprotezionista. Ottimizzazione vuole dire miglioramento continuo tenute conto le ragioni sociali ed economiche. Per questo in un lavoro "routinario" non potrai mai assorbire 100mSv in 6 mesi.

    Non so se ti ho risposto
    SM

    RispondiElimina
  82. e chissà se si raggiungerà mai una qualche conclusione, visto che allo stato attuale il mondo è diviso in due fazioni - chiamiamole i Busby e gli anti-Busby - e qualunque cosa studi, dici o pubblichi, l'altra fazione ti dà addosso per principio. E non solo in Italia :-(

    RispondiElimina
  83. Con quello che costa, dimmi dov'è che vado io a recuperarlo, poi smezziamo il ricavato ;-)

    RispondiElimina
  84.  Si e no :)
    E` ovvio che non auguro a nessuno di prendersi 100mSv in breve tempo.
    Ma mi chiedevo cosa succedesse ai dipendenti tepco che raggiungono i 100mSv. Ad esempio se basta tenerli fermi un anno o che mantenendo una media di 20mSv/anno, stiano fermi 5 anni o cosa.

    Passando invece al pubblico, farli entrare in zona a 20mSv/anno vuol dire circa 15mSv/anno al secondo anno, 12 al terzo e "Svizzera" al quarto.
    Possiamo dire che sia sicuro per i "civili" che non sono "lavoratori esposti" ne` tutti adulti?
    Concordo che il principio di radioprotezione debba essere conservativo altrimenti si potrebbe arrivare al punto opposto, cioe` che con la scusa dell`ormesi si sia autorizzati a spandere radioattivita` ovunque.
    Ma una volta entrati in emergenza la domanda si sposta dal "come mi mantengo sotto 1mSv/anno" a "posso prendermi 60mSv in 4 anni senza problemi?".
    AND THE ANSWER IS...

    Grazie per la pazienza.

    RispondiElimina
  85.  http://www.archivionucleare.com/index.php/2008/11/28/fabbricazioni-nucleari-decreto-smantellamento/

    beh un giretto si può fare:-)

    Drugo

    RispondiElimina
  86.  Direi che e` il costo dell`HW aggiuntivo, quindi installano 11 miliardi, che verra` restituito con diciamo 25 miliardi in 20 anni, quindi 1.25miliardi/anno sopra ai 5.7miliardi ormai raggiunti.
    Ci viene un EPR con carburante e personale e rotti al prezzo di Olkiluoto/anno.
    Con un reattore che copre la produzione da FV.
    Anzi la supera, perche` i dati GSE comprendono l`autoprodotto, ma guardando i dati terna trovi quelli EFFETTIVAMENTE venduti alla rete e vengono oltre 40cent/kWh oltre che ben meno di un EPR.

    E cio` che mi fa arrabbiare ancora di piu` e` che il "lavoro generato" termina con l`installazione, quindi oltre ai soldi buttati, continui a buttarli per 20 anni dopo aver perso tutti i posti di lavoro.

    Ciliegina sulla torta: il FV si porta via la fascia ad alto prezzo della giornata, quindi gli altri produttori per rifarsi hanno aumentato la serale: quanto costera` l`aggiunta al prezzo serale dovuto al FV? [non lo so :( ]

    RispondiElimina
  87.  Visto che mi hai fatto sorridere vedo di sdebitarmi.

    Hai presente quando avevo detto che nella metro di Seoul avevo visto il primo touch screen per informazioni da 60  pollici?

    Ora qui abbiamo le vending-machine col touch-screen a 50 pollici!
    Ma una cosa dubito molto, e cioe` che come scrivono risparmiano il 20% di energia rispetto a quelli precedenti.
    Se e` vero e` solo perche` prima il compressore consumava il triplo!
    Dubito che 12 leddini consumino piu` di un 50 pollici.

    Ed ora con questi affari devo pure fare attenzione perche` il sensore elettromagnetico per pagare con la SUICA [carta prepagata che usi per i trasporti ma anche per fare acquisti] puo` leggerla mentre e` nel portamonete nella tasca dei pantaloni e ci passo di fianco, accidenti alle gambe lunghe.

    RispondiElimina
  88. Che fregatura, tu passi vicino alla macchinetta e qualcuno seleziona lo snack e tu lo paghi :p

    RispondiElimina
  89. Dopo dosi di emergenza per il personale TEPCO deciderà il medico cosa fare. Cambio mansioni, cambio centrale, prepensionamento con buonuscita, dedizione fantozziana alla causa della ditta. E' presto per dirlo e TEPCO di dirà qualcosa in proposito prima o dopo. Secondo me già da gennaio non avrebbe più potuto usare i 100mSv di emergenza o forse dopo marzo 2012, dipende da come consideri il 1° anno di emergenza.

    Per le popolazioni ti ricordo che i valori di cui parli non sono limiti di dose ambientale ma livelli di riferimento per l'l'attuazione o la rimozione di provvedimenti di intervento da emergenza nucleare, in particolare quelli per l'evacuazione, rilocamento, controllo accessi, blocco del cosumo di alimenti, etc. In sé non si tratta di essere in una condizione di pericolo o non-pericolo secondo che si sia sopra o sotto questi livelli, perchè non si tratta di livelli di sicurezza.

    Secondo me rientrare in una cittadina abbandonata da 1 anno pone problemi ben più urgenti che non la dose alla popolazione. Ad esempio mi preoccuperei per le condizioni igienico-sanitarie, la potabilità delle acque, l'assenza di energia, la mancanza di edifici di pubblica utilità quali scuole, ospedali, pronto-soccorso, la pericolosità negli spostamenti e al limite anche la sicurezza contro malintenzionati.

    SM

    RispondiElimina
  90. Casolino Marco17 maggio 2012 20:07

    Ciao Drugo,

    scusa se rispondo solo ora, ma con il fuso orario ed altro...
    Risposte brevi: 1. No, non è un organismo della comunità europea (anche se si presenta con un titolo e un indirizzo che farebbe crederlo)
    2. Gli studi citati sono molto diversi perchè si basano sull'ipotesi che non ci sia una soglia di radiazioni sotto la quale non ci siano effetti negativi. L'ECRR assume che ogni rilascio di radiazione implichi un aumento di tumori.  Il modello dell'ICRP (quello che usano tutti) assume che solo sopra 250mSv  (ma cito a memoria il numero) ci sia un aumento misurabile di tumori. 

    Nell'ECRR ci sono capitoli validi, quello sul direttore russo che si è suicidato per lo stress e quelli sui "liquidatori" che sono stati mandati a spegnere la centale. Anche se la cifra ufficiale di morti a causa di Chernobyl è circa 40 ho l'impressione che questo valore sia molto sottostimato, soprattutto tra i liquidatori. Tuttavia - onestamente -  non avrei dovuto dare così tanto spazio all'ECRR, in seguito ho letto parecchie interviste a Busby ed il tizio è estremamente inattendibile, cercando posizioni estreme apposta per notorietà. Questo inficia molti dei capitoli del rapporto, ma non tutti (appunto i liquidatori,  il direttore della centrale e qualcun altro che a mente non ricordo). Se mai dovessi fare una seconda edizione probabilmente dovrei descrivere meglio i modelli degli effetti biologici della radiazione e ridurre la parte dell'ECRR...

    ciao e scusa ancora per il ritardo nella risposta.

    @toto, oggi sono stato a kashiwa no ha a NW di tokyo ed ho preso altri campioni di terreno... appena sono abbastanza li spedisco

    RispondiElimina
  91. Buona giornata a voi!

    3 unità di supporto   REMAT ( Radiation Emergency Medical Assistance Team ), dotati di sistema Raj sonda che permette di misurare  la dose di radiazioni e visualizzarla al terminale dell' Istituto Nazionale di Scienze Radiologiche e telefono satellitare per la localizzazione automatica dei veicoli

    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201205180020
    http://www.nirs.go.jp/information/press/2012/05_17/0517_fig_01.jpg

    RispondiElimina
  92. Rumors

    Stando a messaggi via Twitter di un lavoratore della centrale sarebbe in programma per il 26 maggio una visita guidata della stampa all'edificio 4 con la partecipazione straordinaria di Hosono

    http://ex-skf.blogspot.com/2012/05/fukushima-i-nuke-plant-third-tour-for.html 


    Sempre al 4  da ieri  la Tepco ha iniziato  un' ispezione  mirata alla misurazione del livello dell'acqua  piscina e alla valutazione della tenuta dei muri esterni . Risultati il 25 maggio
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120516_05-e.pdf 
     

    RispondiElimina
  93. Bene, qualcosa di concreto ( anche se rimango del parere che è fatica sprecata). Volevo chiederti, è impossibile un'ispezione della parte inferiore del torus al 2?, Voglio dire c'è un camminamento sotto il ciambellone dove potrebbe muoversi il robot?

    RispondiElimina
  94. secondo me non è impossibile. è parecchio difficile però. prima bisogna aprire il toro in uno di quei tombini che ci avevano mostrato e la vedo dura per il piccolo Quince. Poi deve togliere il tappo che potrebbe non essere proprio leggero. E poi ci si dovrebbe buttare dentro. 

    Secondo me stanno facendo le prove nei vari istituti circa quali robot possono meglio affrontare il problema.

    RispondiElimina
  95. Volete sapere cosa è successo? Oggi AnonimaFrancese compie gli anni e non ha chiesto il permesso per farlo. Ma vi rendete conto? 

    Auguri carissima!

    RispondiElimina
  96. AnonimaFrancese18 maggio 2012 09:41

     ahahaha !!!! grazie toto ;-))) 

    RispondiElimina
  97. I robot nuotano? Se non erro siamo sott'acqua laggiù.
    SM

    RispondiElimina
  98. Auguri per i tuoi 25 anni :)))
    SM

    RispondiElimina
  99. AnonimaFrancese18 maggio 2012 11:40

    spiritosone va ;.))))

    RispondiElimina
  100. Un joyeux anniversaire à la notre schtroumfette!  http://immagini.disegnidacolorareonline.com/cache/data/disegni-colorati/serie-tv/disegno-di-puffetta-puffa-puffi-colorato-300x300.jpg

    RispondiElimina
  101. Ciao Bubo Bubo, siamo aggressivi oggi eh! Logicamente laggiù c'è acqua ma nessuno   l'ha vista nè  l'ha sentita scorrere... Che ne so , pensavo candidamente a quei robot subacquei usati nella piscina 4  su ruote però :))) Pardon

    RispondiElimina
  102. AnonimaFrancese18 maggio 2012 12:16

    grazie infinite Egiovanna  lo hai persino declinato in francese ;.) la schtroumpfette ;.) ahahahah merciiiiiiiiii

    RispondiElimina
  103. Ho visto il documento della piscina, mi sa che farà parte dell'aggiornamento che sto per preparare.

    Onestamente questa cosa di invitare giornalisti, autorità e vip ogni trimestre mi sembra un po' da parco dei divertimenti. Non credo che sia questa la via per ricostruire quella fiducia che è andata persa, però la centrale è in mano loro...

    RispondiElimina
  104. Aggressivo? Sai che non lascio scampo alle mie prede!
    Foto1 e Foto2 (sotto)

    Scherzi a parte la mia domanda era per chiedere visto che mi sembra ci sia pieno d'acqua la sotto. Sicuramente un cavedio tecnico di ispezione sotto il toro c'è, mamoru potrebbe aiutare con la grafina. Ispezionabile anche con un robot subacqueo dubito, chissà il casino che c'è dopo tutti questi mesi.
    SM

    RispondiElimina
  105. Meglio vedere da vicino che scrivere da lontano. Coinvolgere le autorità è un messaggio di fiducia con un precedente illustrissimo nel 1979:

    http://www.washingtonpost.com/wp-srv/national/longterm/tmi/stories/ch10.htm

    La differenza di oggi rispetto alla situazione americana è evidente sia per il comportamento di Tepco, sia per quello di Kan. Noda è ancora in tempo a fare meglio del suo predecessore.
    SM

    RispondiElimina
  106. mamoru_giappopazzie18 maggio 2012 15:10

    Sul discorso toro nei pddf linkati da anonima c'e' una pagina,86 mi pare, in cui compare una prova di iniezione di un agente vetrificante in una picina con due tubi che dovrebbe imulare il t/b e il r/b.
    subito sotto la misura del tempo di arresto della perdita.

    Mi sa che sara' l'unica via percorribile.

    RispondiElimina
  107. auguri alla retraitee!

    yours faithfully

    Roberto

    RispondiElimina
  108. Nel 79, inoltre c'era Carter che era ingegnere nucleare... mica laureato in filosofia come i politici de noantri...
    R.

    RispondiElimina
  109. Ma se abbiamo anche chi si laurea all'estero ... tipo Albania ...
    ;)
    SM

    RispondiElimina
  110. davvero? cavoli lo avevo sempre considerato solo un produttore di noccioline

    RispondiElimina
  111. AnonimaFrancese18 maggio 2012 19:16

    ma ci sarai tu retraitéé ...............io no davvero !!!! ;.) sempre na parola buona te eh;.))) 

    RispondiElimina
  112. AnonimaFrancese18 maggio 2012 19:17

    Grazie majin mixxi ;.)))

    RispondiElimina
  113. che già non sarebbe male! 

    RispondiElimina
  114. Ci trasferiamo? 
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/05/stabilita-del-reattore-4-di-fukushima.html

    RispondiElimina
  115. Eh... ma quello e' un rocket scientist... la fisica nucleare se la mangia a merendina...

    RispondiElimina
  116.  Auguroni ed augurissimi Anonimona!
    137 di questi giorni!
    Che torta ti sei mangiata?

    E non dire "sono a dieta perenne" perche` nessuno ti crede, specialmente il giorno del compleanno!
    Ed il "moroso" che regali ti ha fatto?

    Le domande sono per l`articolo su PLANTIGRADO2000 :)

    RispondiElimina
  117.  Ci ha battuti tutti perche` si e` laureato in Albania senza nemmeno andarci!

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...