Cerca nel blog

Loading

13 aprile 2012

La piscina del reattore 3 di Fukushima


Equipaggiamento per il carico e scarico del combustibile nucleare precipitato nella piscina 3
La piscina per il combustibile esausto del reattore 3 è stata ispezionata come da programma durante questa settimana utilizzando apparecchi fotografici sub-acquei montati su gru comandate a distanza. Questa procedura si è resa necessaria a causa dei ratei di dose elevati che impediscono di lavorare troppo a lungo e troppo vicino al reattore 3.  Il rapporto riassuntivo è disponibile in questo documento PDF. Nell'attesa di ulteriori immagini e possibilmente anche di qualche video, gli scatti resi pubblici mostrano una situazione piuttosto complessa. Appena sotto il pelo dell'acqua ci sono numerose lamiere accartocciate che non sembrano aver creato danni e che possono essere facilmente rimosse. Più attenzione e cura saranno necessarie per rimuovere parte del sistema di carico e scarico combustibile che è precipitato all'interno della vasca e che è visibile nella foto qui a lato.


I video

Con qualche giorno di ritardo, TEPCO ha reso disponibili 5 brevi video da cui sono state estratte le immagini pubblicate in precedenza.







La situazione dei reattori

Osservando i grafici dei reattori non si osservano grosse variazioni di rilievo, se non una generale tendenza all'aumento delle temperature un po' in tutti i reattori, come mostrato per esempio dalla curva blu per la parte alta del reattore 3 riportata qui a fianco. Questa tendenza a salire potrebbe essere spiegata con il cambio di stagione: infatti l'acqua non viene refrigerata prima dell'iniezione, e quindi si trova alla stessa temperatura ambiente. Anche lo scorso estate avevamo notato un aumento simile, ma nascosto dalle temperature generalmente più elevate. Sarà importante installare scambiatori di calore prima della prossima estate.

La situazione dell'acqua contaminata

Situazione acqua contaminata aggiornata 10/4/2012
Nello scorso aggiornamento avevamo accennato alla possibilità che le intense precipitazioni avrebbero fatto aumentare i livelli di acqua contaminata stoccata sul sito. Ci avevamo visto bene: oltre 3000 tonnellate sono andate ad aggiungersi alle precedenti portando il totale stimato nuovamente sopra i 100 mila metri cubi. E' interessante notare come, da quanto sono iniziate le operazioni di decontaminazione lo scorso giugno, i vari sistemi di rimozione del cesio abbiano trattato complessivamente 290 mila metri cubi di acqua, di cui circa la metà è già stata ributtata all'interno dei reattori come refrigerante, altre 120 mila tonnellate sono in attesa di essere trattate per evaporazione o dal sistema di rimozione multi-isotopo. Sono stati prodotti circa 600 metri cubi di fanghi industriali radioattivi durante l'utilizzo del sistema Areva e sono stati sostituiti quasi 400 cilindri utilizzati come filtri per il cesio da Kurion e Sarry.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine79 60077 70080 50080 000
Acqua nello stoccaggio18 08017 16020 30017 950
Totale 97 68094 860 100 80097 950

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

176 commenti:

  1. AnonimaFrancese14 aprile 2012 00:02

    pdf Tepco  follow up delle misure di febbraio  tradotto in inglese

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120413_04-e.pdf

    RispondiElimina
  2. AnonimaFrancese14 aprile 2012 00:08

    e infine il nostro Gen4 ..................MA SENZA TRADUZIONE NE DEL TESTO NE DEI COMMENTI ;.) PRRRRRRRRRRRRRRR ;.))) 
    http://www.gen4.fr/blog/2012/04/fukushima-le-chariot-de-la-machine-de-chargement-de-combustible-est-bien-tomb%C3%A9-dans-la-piscine-n-3.html

    RispondiElimina
  3. http://viaggi.libero.it/news/44151808/fukushima-fuori-controllo

    Interessante ed accurato articolo su Libero.it su FD. Da notare l'accuratezza grafica della foto della Centrale di Daiichi, foto così per FD non ne avevo mai viste :)
    SM

    RispondiElimina
  4. ma il carroponte non era evaporato con l'esplosione nucleare?

    RispondiElimina
  5. ieri sera stavo preparando l'aggiornamento e ho visto le misure di "livello" del reattore 4 ed ero indeciso se aggiungerle o meno. Poi mi sono detto, questo è un altro sassolino che TEPCO vuole levarsi, alla faccia di tutti quelli che dicono che l'edificio pende come la torre di Pisa e quindi l'ho scartato.

    Sempre restando sullo stesso tema, TEPCO ha pubblicato un altro articolo, a parer mio un po' troppo spavaldo, in cui afferma che gli edifici danneggiati dei reattori resterebbero in piedi anche se avvenisse un secondo megaquake come quello dello scorso anno. Trattandosi di stime, forse ci sarei andato un po' più cauto.

    se da un lato, mi piace che TEPCO risponda pan per focaccia a chi dice cose approssimative, dall'altro avrei preferito che anziché investire risorse nello scrivere quel documento (comunque importante) avessero continuato nelle opere preparatorie per la rimozione del combustibile dalla vasca.

    RispondiElimina
  6. mamoru_giappopazzie14 aprile 2012 09:14

    stai diventando un pelo sarcastico...

    impagabili i commenti: pane e complotto tutte le mattine e, a pranzo, arrosto di volpe ripiena.

    /facepalm/

    RispondiElimina
  7. mamoru_giappopazzie14 aprile 2012 09:15

     Si', ma poi e' desublimato una volta entrato in contatto con le scie chimiche....

    RispondiElimina
  8. E io che sono pure andato al volo a vedere le foto!

    RispondiElimina
  9. Anch'io -_- ho letto "libero" solo mentre facevo copia e incolla del link nel browser, e solo a quel punto mi è venuto il sospetto. Comunque se i reattori 1 e 3 sono in uno "stato inutile", allora siamo davvero fritti

    RispondiElimina
  10. grazie Anonima, molto istruttive le foto del 3

    RispondiElimina
  11.  Gurny dixit :)

    RispondiElimina
  12.  HAHAHAHAHA

    Tra l`altro non ho mai capito, ma quando sbuca il pazzo di turno con nick sempre diversi con le "scie chimiche", intende quelle dei turbofan degli aerei di linea? Missili nord coreani? Alieni che scaricano le loro feci ad alta quota?
    Una volta l`ho chiesto ad uno di questi tizi sul drogato quotidiano ma non ho avuto risposta.

    RispondiElimina
  13.  Oh nostra Venere, sei troppo birbante!

    RispondiElimina
  14. mamoru_giappopazzie14 aprile 2012 19:05

    Dicono che degli aerei "tanker" mascherati da aerei di linea rilasciano ad alta quota sostanze come alluminio, bario ed altra roba che trovi comunemente in giro mediante irroratori nascosti sotto alle ali.

    Ovviamente un sistema meno complicato era fuori discussione....adesso scusa ma devo andare ad insabbiare una cosuccia per il NWO che senno' stasera arrivo tardi al torneo di bridge del circolo massonico.
    Poi domani devo pure photoshoppare le foto di tepco altrimenti qualcuno si potrebbe accorgeere che le barre della piscina 3 sono saltate per aria con mezzo edificio per poi atterrare in korea del nord.

    RispondiElimina
  15. Comunque la parte migliore di questo demenziale sito gen4 e' la sezione commenti...
    R.

    RispondiElimina
  16. La sonda di temperatura del reattore 2 non mi piace proprio.
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r2&par=TempBottomDetail&vis=graph&startTime=2012-03-15&endTime=2012-04-25

    RispondiElimina
  17. C'è in generale un po' di apprensione per i livelli di temperatura nei reattori e nelle piscine.
    http://enenews.com/tepco-spent-fuel-pool-no-4-temperature-rising-noticeably

    Non sempre si riportano informazioni corrette (almeno stando ai grafici che possiamo vedere qui), nondimeno è sempre più chiaro che la gestione dell'acqua è l'argomento di cui dovremo occuparci per il 2012. Anche in considerazione dei numeri che esponi nel commento settimanale:
    - piove e va male
    - si ferma una pompa e va peggio
    - dove li mettiamo tutti i filtri di Kurion/Areva?
    - abbasso i livelli negli edifici ed entra acqua di falda
    - li lascio salire e scappa acqua attraverso la rete di cunicoli e pozzetti sul sito
    - i tubi continuano a perdere e parte dell'acqua va in mare

    Ho dimenticato qualcosa nella lista??

    Ci sono diversi circoli viziosi di problemi insoluti. La dose alta non consente di intervenire, l'acqua, i rottami nelle piscine, la gestione delle temperature dei noccioli danneggiati. Più ci penso e più mi convinco che quando la matassa è ingarbugliata si deve trovare l'inizio e dipanare. Per me l'inizio è la gestione dell'acqua di sito. A partire dagli interventi che andiamo caldeggiando da mesi.

    ;
    SM

    RispondiElimina
  18. E santo uomo!

    Pensa che trova pure tempo di rispondere agli orsetti!

    RispondiElimina
  19. Se fossero in "stato inutile" sarebbe meraviglioso!
    Potremmo lasciarlo li` ad arrugginire in santa pace :)

    RispondiElimina
  20. Posto qui la risposta a ValerianoBello sull`autoconsumo [un po` OT, un po` IT, un po` un giramento di scatole]

    Definizione di AUTOCONSUMO [no, non si fa mentre si sfoglia Playboy] dall`enciclopedia Quattrorsetti:
    Autoconsumo, termine inglese FEED-IN TARIFF, termine latino CLOACA MAXIMA, e` quella prodedura attraverso la quale il tuo vicino, con FV sul tetto, compra il biglietto andata-ritorno per Parigi con hotel 12 stelle e pranzo/cena da Maxim e la spesa viene addebitata sulla tua carta di credito.

    Nel dettaglio, in Italia (Austria, Germania, Grecia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Slovenia e Spagna), se si pagano 55cent/kWh [conto energia 2] a chi mi vende energia da fotovoltaico, gli pago anche 45centesimi/kWh l`energia che si produce/consuma e che quindi NON MI VENDE.
    Ecco che se uno ha un autonsumo del 50%, l`energia che mi ha effettivamente venduto, gliela abbiamo pagata a (2750+2250)/50 1Euro/kWh. Se ha un autoconsumo del 99%, l`energia che mi ha effettivamente venduto, gliela abbiamo pagata a (55c+44.55Euro) 45.10Euro/kWh.

    Francia, Giappone, Svezia, Finlandia, Danimarca, Belgio, Irlanda, Lettonia e Lituania dicono: te la usi tu e NON te la pago.

    RispondiElimina
  21. grande Duccio,risposta perfetta a quanto scritto in un articolo demenziale

    RispondiElimina
  22. Ho quasi vomitato dal disgusto...
    R.

    RispondiElimina
  23. Chiaro.
    O meglio no, perché la regola è bella contorta ;-)

    RispondiElimina
  24.  Nel caso non ne abbia gia' parlato... nel 2011 solo il 12% dell'elettricita' prodotta dal fan-ta-sti-co FV italiano e' stata utilizzata come auto-consumo... tutto il resto delle belle centrali a terra o seconde case con pannelli che vendono il 100% di quanto producono... courtesy degli altri 22 milioni di abbonati elettrici italiani che NON hanno i pannelli.

       La solita (in)giustizia, italian fascion. :-)

       Roberto

    RispondiElimina
  25. E calcolando che gli impianti a terra sono dei fondi di investimento stranieri, abbiamo chiuso il cerchio. dopo aver comprato i pannelli cinesi.
    Un gran investimenti nell`industria e nella ricerca italiana.Mi/vi faccio una domanda ma e` autoconsumo cio` che produco a mezzogiorno ma mi consumo alla sera?Nel senso "faccio il totale mensile prodotto MENO il totale mensile consumato per ottenere il venduto" oppure "e` cio` che avanza dal mio prodotto e non ho consumato in tempo reale"?

    RispondiElimina
  26. Si` ed i paesi furbi non pagano l`autoconsumato.

    RispondiElimina
  27. Ciao ragazzi!La Tepco ha rilasciato ben 5 video dalla piscina 3.
    http://photo.tepco.co.jp/en/date/2012/201204-e/120416-02e.html 

    Secondo il Nikkei da domani si comincerà ad installare la copertura all'edificio 4. Lo scopo è quello di evitare che il vento e pioggia ostacolino le operazioni di recupero del combustibile  esaurito, da portare a termine entro il 2013
    http://www.nikkei.com/news/category/article/g=96958A9C93819695E3E4E2E6E08DE3E4E2E6E0E2E3E09180EAE2E2E2;at=DGXZZO0195165008122009000000 

    RispondiElimina
  28. sondaggio telefonico sul riavvio reattori dell'asahi shimbun
    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201204160059 
    e del Jiji press
    http://jen.jiji.com/jc/eng?g=eco&k=2012041500190 


    Come già osservato da Toto, un altro termometro potrebbe essere caput al 2
    http://mainichi.jp/english/english/newsselect/news/20120416p2g00m0dm046000c.html 

    RispondiElimina
  29.  OT andante ma non troppoBell'articolo sulla TAV che ne sottolinea il valore simbolico
    A $10.8 billion high-speed rail project in the Italian Alps has become a rallying cry for Italians who feel marginalized by the system.http://www.businessweek.com/articles/2012-04-12/italians-rail-against-a-high-speed-train-project#p1 Ancora una volta i sismologi rimangono "sconcertati"http://blogs.nature.com/news/2012/04/why-the-11-april-sumatran-earthquake-has-scientists-puzzled.html#wpn-more-17067 

    RispondiElimina
  30. Allora, se ho capito bene, almeno per gli impianti superiori ai 20 kW per essere definito "autoproduttore" (e avere diritto agli incentivi di questa tipologia) la percentuale di autoconsumo del 70% è calcolato su base annuale e non su base istantanea.

    RispondiElimina
  31.  quindi: dovrebbe essere mediato e non istantaneo.

    RispondiElimina
  32. Brava Giovanna! Ho messo i video in una playlist e la inserisco nel post. Grazie

    RispondiElimina
  33. Confermo che è stato pubblicato il piano per la copertura del reattore 4:
    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/betu12_e/images/120416e0201.pdf 
    Così a prima vista dovrebbe essere parecchio più grossa di quella del numero 1. 

    Confermo anche che hanno rimosso dalle comunicazioni ufficiali un altro termometro della parte bassa del reattore 2. Male, male. 
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120416_02-e.pdf

    RispondiElimina
  34. AnonimaFrancese17 aprile 2012 09:34

    un po di Gen4 per la colazione di mezza mattina? 
    http://www.gen4.fr/blog/2012/04/technique-un-nouveau-thermocouple-hs-sur-fukushima-daiichi-1f2.html

    E poi io sono spesso ucell di bosco ma ragazzi cercare casa è una cosa da incubo ;.( specie quando sai cosa cerchi piu o meno e il 95 % delle proposte è merda merda merda-----:-((((  topaie, carissime e orride, altro che termometri difettosi  .........;.( 

    RispondiElimina
  35. Ciao Daniele. Massì, i famosi An no? :))

    In passato su questo blog (la cui portata non finisce mai di stupirmi) avevo imparato che i Bar russi sono i più o meno i rem. Cito EGiovanna:
    Ho fatto una ricerchina

    Бэр (биологический эквивалент рентгена), англ. rem (roentgen equivalent man)
     Significa
    Biologico equivalente Roentgen = Ber/Bar



    Adesso potremmo scoprire che An mal tradotto dal giapponese possa essere la traduzione di Sv.

    La notizia tradotta correttamente citava 70 Sv/h all'interno del PCV sotto il Vessel e già su quei Sv/h si potrebbe discutere a lungo. Tuttavia, vista l'attendibilità dell'articolo potrebbe essere anche una semplice sciocchezza scritta da chi non sa nemmeno di cosa sta parlando.

    A presto
    SM

    RispondiElimina
  36.  Uhm... che Roberto voglia farci un salto?

    Per la case... beh, è Roma, lo so bene! Ma magari grazie a Monti fra un po' almeno i prezzi caleranno...

    RispondiElimina
  37. AnonimaFrancese17 aprile 2012 10:53

    mi spiace per chi vende ma mi piacerebbe ;.(( perche cosi ti sparano 400000 euro per catapecchie schifose dove non metterei manco il cane ancora un po ;.(((

    RispondiElimina
  38.  e che non lo so...
    Visto pero' che Monti ha deciso di adattare la IMU alla superficie e non al numero di vani e secondo il valore commerciale a mq, secondo me nel futuro si noterà come per caso un ribasso delle quotazioni di mercato.... ;-)

    RispondiElimina
  39.  AnonimaFrancese

      "E poi io sono spesso ucell di bosco ma ragazzi cercare casa è una cosa
    da incubo ;.( specie quando sai cosa cerchi piu o meno e il 95 % delle
    proposte è merda merda merda-----:-((((  topaie, carissime e orride,
    altro che termometri difettosi  .........;.("

      Ah!... ottimo!... vedo che ti trasferisci anche tu da queste parti!... magari ci incontreremo di persona, finalmente... :-)

      R.

    RispondiElimina
  40.  Sono un po' di giorni che, durante la pausa pranzo a casa, guardo il tiggi'... e non parlano altro che di sta IMU... e le rate, e quando... ma mai quanto!... il 4 per 1000 o 7 per 1000 ma di che?... in parole povere, un appartamento di 100 mq che valga 300 mila Euro, quanto pagherebbe di IMU?

      Qui in Francia, e tu lo saprai Valeriano dato che ci abiti... lo scrivo per gli altri,...  si pagano due imposte, l'Impot Fonciere (sui terreni) e la Taxe d'Habitation... la prima a carico del proprietario, la seconda a carico di chiunque abitasse (proprietario o affittuario, non cambia nulla) al 1 gennaio dell'anno d'imposizione... quando avevo casa, 145 mq con 1500 mq di terreno, paesino di 1600 abitanti in periferia di Grenoble, pagavo circa 2500 Euro/anno per le due imposte... e' qualcosa di comparabile con l'IMU o meno?

      Roberto

    RispondiElimina
  41.  Fantastico il "valore simbolico"... di 10.8 miliardi di dollari, cioe' poco piu' di 8 miliardi di Euro... e tutti a immolarsi sui pali dell'alta tensione e farsi manganellare dalla polizia, bloccare l'autostrada, incendiare camion, danneggiare infrastrutture pubbliche, etc... etc... ma del valore NON simbolico di piu' di 6 miliardi di Euro per produrre un inutile 3% scarso di corrente, esercizio da ripetere per 19 anni ancora... NON NE PARLANO PROPRIO?????

      R.

    RispondiElimina
  42.  Ci ho fatto il salto... e trovo che l'ipotesi...

      "Nous maintenons évidemment toujours notre hypothèse des fragments de
    corium qui "respirent" puis s'écoulent du fond de cuve RPV en provoquant
    des échauffements thermiques soudains aux points de résistances "

      ... secondo la quale (da quel che capisco dal loro delirio) che pezzi di corio si staccherebbero e finirebbero ESATTAMENTE nel punto dove la termocoppia imbizzarrita e' localizzata... me pare 'na strunzata colossale... tra l'altro quella termocoppia e' probabilmente installata sulla parete laterale, quindi come diavolo farebbe il corio a cadere per gravita'  (dopo piu' di un anno e' assolutamente solido e non si muove da dove si trovava dopo qualche settimana, quello e' certo...) sulla parete LATERALE?

      Magari Toto o altri esperti in materia potranno dirmi/confermare (o meno) il luogo in cui la termocoppia "vessel wall above bottom head (TE-2-3-69H2)" e' localizzata, grazie in anticipo.

       "Gen-4: se lo conosci lo eviti, se lo conosci non ti uccide"... si diceva di altro, ma questi qui sono ugualmente pericolosi per la salute mentale della gente... basta leggere i commenti allarmati e allarmisti che seguono i loro deliri!

      Roberto

    RispondiElimina
  43. http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120417_33.html

      .... chiaramente "l'effetto Fukushima"... materiale per Gen-4, Fukushima-Diary, Bertaglio, il Drogato Quotidiano, la setta GreenPiss, e via delirando.

       R.

    RispondiElimina
  44.  "Fukushima autopsiée par les antinucléaires à Genève


    Des experts indépendants seront à Genève en mai pour évoquer le volet sanitaire de la catastrophe survenue au Japon"

      Giuro che se non ho impegni di lavoro prendo qualche ora di ferie a vado a vedere in faccia 'sta gente!... immagino che gli esperti "indipendenti" saranno Mycla Schneider, Arnie Gundersen, Busby (se c'e' e se riesco, compro una delle sue pozioni anti-radiazioni, che dite?), poi l'altro... quello della meta-teoria secondo la quale un microSv di I o Cs nella donna incinta provocherebbe delle sicure malformazioni al feto... Ian Fairlie, epidemiologo de noantri... chi ancora?... Zucchetti, il pasionario del Drogato Quotidiano?... il direttore di GreenPiss Itaglia, l'esperto di radioprotezione che applica la LNT a bassissime dosi G. Onufrio... chi dimentico ancora?

      Sara' meglio di un'esibizione del Cirque du Soleil, sono sicuro... l'eccitazione gia' sale...

      Roberto

    RispondiElimina
  45.  ... "Independent WHO "!!!!... non ci avevo fatto caso!... fantastica sigla!

      R.

    RispondiElimina
  46. Esatto, da notare che l'imposta foncière è proprio per il semplice terreno... quindi in un certo senso paghi il terreno e la casa, il terreno il proprietario e la casa chiunque ci abiti concretamente.
    Aggiungo che certi comuni, come quello dove abito io, hanno una politica molto semplice per eliminare gli affitti in nero (che è di fatto impossibile avere dove sono io): se una casa risulta non abitata, il proprietario ha la taxe d'habitation che schizza su su. In pratica, gli conviene affittare e pagare le tasse regolarmente, anche perché in quel caso è l'inquilino che si sobbarca la taxe d'habitation.

    Per dire che a volte le soluzioni sono semplici, ma spesso in Italia ci si lamenta sempre senza voler veramente fare qualcosa.

    E secondo me, alla fine è comparabile con l'IMU.

    RispondiElimina
  47.  pensavo più che altro per il "manuale di radioprotezione"

    RispondiElimina
  48. AnonimaFrancese17 aprile 2012 14:02

    No Roberto............rimango qui per ora ;.) e solo che poiché mi dovrei sposare a breve cerco casa piu grande ;.)))

    RispondiElimina
  49. Con quei talenti in campo, direi quasi imperdibile! Gli puoi chiedere da parte mia quali saranno le conseguenze per il genere umano ora che i reattori 1 e 3 sono in "stato inutile"? Secondo loro avremo un futuro, oppure siamo destinati all'estinzione? Perché io avrei prenotato le vacanze ad agosto, e mi scoccerebbe aver pagato tutti quei soldi, ed estinguermi prima di essermele godute...

    RispondiElimina
  50.  Il valore simbolico a cui mi riferivo è questo:“What was initially a local resistance has combined with the rise of an anti-Establishment, populist protest movement on the national level". 
    Non ci sarebbe insomma da  meravigliarsi se eventuali movimenti di protesta/ insofferenza verso Imu, esodati e quant'altro seguirà,  partisse proprio dal movimento no TAV, visto che è l'unico movimento che contesta qualcosa in Italia. 

    RispondiElimina
  51. Già immagino la scena... i due novelli sposi che escono di Chiesa e tra la folla urlante si alza lo striscione "LUIS SANTO SUBITO!"

    a parte gli scherzi, auguri!

    RispondiElimina
  52. Ma non ho capito se prima finiscono la rimozione dei detriti e poi installano la copertura, oppure se continuano la rimozione dei detriti anche da dentro la copertura. Parlano di mettere una ruspa al piano

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120416_03-e.pdf

    RispondiElimina
  53. Da quello che mi sembra di capire vogliono rimuovere completamente il tetto (o meglio sarebbe dire quello che ne rimane) e poi iniziare la costruzione della copertura. Guardando la schedula parte dei lavori procederà in parallelo.

    RispondiElimina
  54.  TI DEVI COOOOOOSA????? Senza presentarcelo e chiedere il permesso qui a noi? Il povero SM deve dirti in anticipo dove va in trasferta di lavoro e tu ti sposi cosi'?

      Santo subito!... no, non il Berlusca...

      :-)

      R.

    RispondiElimina
  55. Auguroni e buona fortuna Anonima!  (Non hai resistito eh!?)

    RispondiElimina
  56. AnonimaFrancese17 aprile 2012 14:50

    ;.))) spiritoso ;.))

    RispondiElimina
  57. AnonimaFrancese17 aprile 2012 14:52

    ve lo presenterò ;.) con tanto di fotine pre e fotina  post (ma in privata sede quindi se ho le vostre mails altirmenti nisba) ..........ma ancora non abbiamo nemmeno la data ;.) vale per ora il pensiero :.)
      E poi vi avrei OVVIAMENTE chiesto il permesso ;.)  si intende ;.))) come potrei fare altrimenti ! Quanto a SM ha ferie libere quando vuole.......li do la mia benedizione ;.)))) ahahaha 

    RispondiElimina
  58. avete capito? foto pre e post, il che significa che ha già in mente come deve cambiarlo!

    RispondiElimina
  59. AnonimaFrancese17 aprile 2012 16:30

    macché ;.) io mai sposata fno ad ora e mai ci avrei pensato essendo onesta ;.) ma per come lo ha chiesto era adire poco irresistibile ;.))))) ma conoscendo i ritmi e la ricerca casa e i doc penso che fooooooooooooooorse ce la faremo tra un anno ;.)))) e va bene anche cosi ;.) 

    RispondiElimina
  60. AnonimaFrancese17 aprile 2012 17:03

    totooooooooooooo nooooooooooooo me lo tengo cosi ;.) amo le persone indipendenti  :-) e lui lo è ! al 100% !!! e ha come me un carattere docile ;.) perche ridete??? non sono docile??;-))

    RispondiElimina
  61. Ehi!, alla fine l'hanno usato il Survey Runner della Topy, quello stretto settanta centimetri e che non scivola
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120417_03-e.pdf 

    RispondiElimina
  62. ma bene, anzi benissimo! speriamo non si inceppi nel toro!

    RispondiElimina
  63. mamoru_giappopazzie17 aprile 2012 19:26

    Per la gioia di @peakoil2010  oggi per radio parlavano di un comune sardo che non fara' pagare l'IMU perche' sul suo territorio ospita.... dei generatori eolici!
    Talmente redditizie le pale che nemmeno gl ie' venuto in mente che a pagare sono tutti gli italiani.... che tristezza!

    PS
    Posso avere asilo in Svizzera?
    Ormai non scherzo piu', sto pure studiando il tedesco... se qualcuno ha qualche link per mandare curriculum un per posizioni di mechanical field engineer o progettista mi faccia sapere.

    RispondiElimina
  64. mechanical field engineer, devi vedere che spettacolo di roba che ho fatto con il nostro meccanico la settimana scorsa: una pastiglia di carbonato di calcio avvolta in una pellicola di 13 micron di alluminio. oggi l'abbiamo irraggiata e ha persino tenuto!

    RispondiElimina
  65. mamoru_giappopazzie17 aprile 2012 19:29

    Poi il fatto che ci fosse un declino demografico in corso da prima del 2011 passerebbe in secondo piano.

    Nel 2050 quando la popolazione giapponese sara' dimezzata potranno parlare di 60.000.000 di morti per colpa di fukushima.....sempre che non moriamo prima di FV (cit.) :D

    RispondiElimina
  66. mamoru_giappopazzie17 aprile 2012 19:41

     certo che vi divertite per bene voialtri!

    RispondiElimina
  67. mamoru_giappopazzie17 aprile 2012 19:43

     Indipendent WHO DN (de noaltri)

    RispondiElimina
  68. Non farlo... in Svizzera hanno messo in funzione un impianto FV Sopra ad uno skilift e hanno fatto credere alla gente che l'elettricita' prodotta a fine dicembre sarebbe quella che fa funzionare lo skilift stesso... in compenso hanno detto no, tramite referendum, ad una settimana IN PIU' di ferie! Mitici svizzeri tedeschi che hanno deciso il voto... se proprio vuoi venire in CH che sia il cantone di Ginevra! :-)
    R.

    RispondiElimina
  69. dici bene! a proposito il quiz "lab trivia" della prossima settimana sarà particolarmente facile per un mechanical engineer!

    RispondiElimina
  70. Ciao, non ci crederete ma ho trovato un bell'articolo che parla di nucleare sul fattoquotidiano:
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/17/nucleare-cattivo-nessuno-occupa/205095/

    Drugo

    RispondiElimina
  71. grazie Drugo, sapevo che non dovevo leggere i commenti...

    RispondiElimina
  72. Si potessero fare due campane di vetro sigillate e belle larghe, e sotto una ci metti una centrale nucleare, e sotto l'altra una centrale a carbone. Poi lasci scegliere a ogni persona sotto quale campana vuole abitare. Questa sì che sarebbe libertà di scelta, ognuno si respira le scelte che fa. Voglio vedere quanti sceglierebbero veramente quella con la centrale a carbone...

    RispondiElimina
  73. Marco Casolino, fisico italiano che vive e lavora in Giappone (e legge unico-lab) saturo di alcuna stampa Giapponese, scrive al direttore. Bell'articolo.
    http://marco-casolino.blogspot.com/2012/04/survivalism-and-real-radiation.html

    RispondiElimina
  74. Esatto, non dovevo leggere i commenti, ma niente di nuovo. Solo il commento di democrito à leggibile.

    Una nota va fatta pero': dai tempi della politica della risposta totale o proporzionata ne è passato di tempo.
    Gli armamenti nucleari sono oggi a scopo deterrente, non offensivo. Questa è una cosa che hanno capito bene alcuni stati come l'Iran e la Corea del Nord. E poi quando si pensa a armamenti nucleari si pensa in genere solo ai missili strategici con devastazioni di intere città e non alle testate tattiche, ma qui il discorso prende altre vie, molto OT.

    RispondiElimina
  75.  Articoli molto belli e ben scritti, complimenti a lui... vorrei solo far notare una cosa, Marco ha scritto

      "Gli
    astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale sono soggetti a
    grosso modo mille volte quello che c'è a terra, senza che in 50 anni di
    esplorazione spaziale ci siano stati effetti deleteri. "

      ... in realta' ci sono dati che mostrano che gli ex-astro- e cosmo-nauti sono affetti da tumori con un'incidenza maggiore della popolazione normale, anche se i "confounding factors" sono molti.
      Di sicuro hanno problemi maggiori di cataratta, l'opacizzazione del cristallino causata dalle radiazioni, un effetto notato anche su quelli che sono intervenuti per la bonifica iniziale di Chernobyl.

      Roberto

    RispondiElimina
  76.  Mah... bello???

      Mi pare che il fisico non piu' fisico etc... etc... dica che c'e' piu' pericolo di incidente nucleare dalle testate che dai reattori, e che lui intenda scoppio accidentale, non causato dal militare pazzo... o forse ho letto male, i primi commenti che ho visto mi hanno fatto talmente tanto ribrezzo che sono passato ad altro, alla biografia dell'autore... comunque, ci sono stati incidenti in cui le testate nucleari sono scoppiate, a causa di incendio, ma non c'e' stata esplosione nucleare, solo ("solo"??) pezzi di plutonio e trizio dispersi nell'ambiente... Spagna e Thule, in Groenlandia, in entrambi i casi B-52 USA ai tempi della Guerra Fredda.

      Roberto

    RispondiElimina
  77.  ... come deve cambiarlo per poi dirgli "non sei piu' quello di una volta"? :-)

      Un classico...

       Roberto

    RispondiElimina
  78. come vai a termoidraulica? Perché qui (Francia) potresti cercare come formatore nucleare presso EDF.

    RispondiElimina
  79. Gli astronauti hanno molti punti % di probabilità di morire nella missione, sai che gliene importa di sviluppare un tumore dopo 20 anni. L'unica cautela che prendono è spedire astronauti in orbita solo dopo il compimento di una certa età (minor sensibilità alle radiazioni e minore aspettativa di vita) anche se negli ultimi anni questa regola si è attenuata molto.
    SM

    RispondiElimina
  80. Ho letto articolo e commenti (quasi tutti). Non mi piace né l'uno né gli altri, onestamente.
    SM

    RispondiElimina
  81. Siete regolari tutti e due no? Siete cattolici tutti e due no (se no pensate di sposarvi solo in comune)?
    Allora nessun problema...
    Ho avuto più rogne io per via del permesso di soggiorno in scadenza e soprattutto per il misto ortodosso/cattolico, ma ce l'abbiamo fatta in poco alla fine per i documenti.
    Il tempo lo perderete per il nulla osta del comune di nascita, ma passando per le ambasciate dovrebbe andare senza problemi.

    RispondiElimina
  82. Eseguita ispezione alla sala toro del reattore 2.
    Le prime immagini http://photo.tepco.co.jp/en/date/2012/201204-e/120418-02e.html mostrano una situazione abbastanza normale.

    Speriamo arrivi presto il video completo.

    RispondiElimina
  83. Niente di che... ma la 2 è quella che si sospetta danneggiata, vedremo il video che ci dirà.

    RispondiElimina
  84. esatto, la 2 è quella che di fatto agisce come troppo pieno e impedisce di avere più di 60 cm di acqua sul fondo del PCV.

    Il robot dovrebbe aver esplorato circa metà della sala... vedremo.

    RispondiElimina
  85. Mi immagino già @roberto con tutti i capelli in piedi:
    Il settore fotovoltaico in rivolta. http://www.corriere.it/ambiente/12_aprile_18/fotovoltaico-rivolta-governo_8c333646-8934-11e1-a8e9-f84c50c7f614.shtml

    RispondiElimina
  86.  Mah, ripeto l'ovvio: un qualunque settore che ha bisogno di incentivi è morto in partenza.
    Questo vuol dire che i tempi del FV non sono maturi, la tecnologia non è ancora al punto da essere commercialmente conveniente e che si droga il mercato per spingerlo a forza (speculazioni in corso? Senz'altro!).
    E poi parlano del nucleare non conveniente.

    RispondiElimina
  87. 120 mSv e nessuna risposta su dove cavolo va l'acqua che viene versata nel reattore

    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120418_34.html

    RispondiElimina
  88. uff... in effetti trovare un bella perdita sarebbe stato meglio :) almeno era un passo in avanti!

    RispondiElimina
  89. Nuclear Energy Accidents May Become Thing of Past
    http://www.forbes.com/sites/kensilverstein/2012/04/18/nuclear-energy-accidents-may-become-thing-of-past/2/ 

    RispondiElimina
  90. Bell'editoriale del JT
    Fukushima: Probability theory is unsafehttp://www.japantimes.co.jp/text/eo20120418a4.html 

    RispondiElimina
  91. sempre sul fotovoltaico, vi piacerà
    La First solar taglia 2.000 posti di lavoro, l'eccesso di offerta è diventato un problema per il settore
    http://www.bloomberg.com/news/2012-04-17/first-solar-latest-casualty-in-renewable-energy-shakeout.html 

    RispondiElimina
  92. Eccoli i famosi funghi shiitake 

    RispondiElimina
  93. posso essere un po' cattivo? non ci voleva un PhD al MIT per capire che se avessero avuto una fonte di energia elettrica, i reattori si sarebbero salvati anche se lo tsunami fosse stato più alto.

    quanto dice ha perfettamente senso. bisogna arrivare al cold shutdown senza se e senza ma. Peccato che è una frase che va benissimo per i politici o i consulenti, mi piacerebbe che in qualità di ingegnere mi spiegasse come si può fare. Come fa ad ottenere il cold shutdown in assenza di corrente elettrica per un tempo indefinito? Raffreddamento a piombo liquido? ecco fosse stato così, mi sarebbe piaciuto molto di più!

    altra domanda. con il senno di poi tutti vedono quale sia stata la debolezza di Fukushima. immaginiamo che un domani Kenichi Omae, con la sua impresa di consulenze, esca fuori con un nuovo modello di reattore nucleare in grado di raggiungere il cold shutdown senza se e senza ma. E se un ipotetico incidente avvenisse prima che si possa raggiungere l'arresto a freddo? Tipo esplosione del nocciolo mentre questo è in funzione (vedi Chernobyl). Insomma quello che voglio dire è che è facile adesso dire che è tutta colpa dei diesel che si sono allagati o dei quadri elettrici a 600 V anziché 220. Probabilmente questi medesimi errori verranno eliminati in futuro, ma potrebbero essercene degli altri che al momento ci sembrano altamente improbabili come il fatto che tutte le fonti di energia elettrica falliscano simultaneamente.

    un commento finale. dice che il governo giapponese sta mentendo e nascondendo le cose. eppure lui ha avuto accesso a tutti i dati che ha richiesto. accusa il governo di "falsa propaganda" quando afferma che terremoto e tsunami hanno causato il disastro, mentre lui ci tiene a sottolineare come il disastro sia stato causato dalla perdita di "heat sink" e di corrente elettrica. le due non mi sembrano poi così differenti: la gente comune che legge il giornale non sa nemmeno cosa sia un heat sink (e a me non viene nemmeno la traduzione in italiano :), gli ingegneri e i tecnici sanno che la causa è stato lo station black out conseguenza di terremoto e tsunami. vogliamo dire che è meglio mettere più generatori, sparsi qua e là piuttosto che costruire una barriera più alta contro le onde anomale? io farei entrambi :)

    una domanda per lui. cosa sarebbe successo se anziché la coppia terremoto / tsunami ci fosse stato solo uno dei due eventi catastrofici? riportando le sue stesse informazioni si giunge a questa risposta. Il solo terremoto ha provocato la perdita della corrente esterna, ma i generatori diesel hanno funzionato e la centrale (ammaccata dalla forte scossa) sarebbe sopravvissuta e il disastro sarebbe stato di portata sicuramente inferiore. Il solo tsunami avrebbe affogato i diesel, ma la corrente dall'esterno sarebbe continuata ad arrivare con minime conseguenze.

    RispondiElimina
  94. Guardate qui, celle fotovoltaiche a base organica
    http://www.blitzquotidiano.it/come-sfruttare-fotovoltaico-milano-luca-beverina-1194775/ 


    http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=uyPyy05om6k

    RispondiElimina
  95. Allora, per prima cosa confermo che ultimamente in effetti hai una certa tendenza... all' acido :))
    Secondo, è vero che il tipo  non propone niente di concreto, però a questo punto per amore del vero dobbiamo ammettere che di proposte concrete non ne vediamo in giro, o sbaglio? Tu che ti muovi in ambienti "tecnici" magari  sarai al corrente di alternative agli interventi Tepco, anche perché non voglio credere che  facciano tutto da soli, avranno pure qualche consulente al di fuori del Giappone no? Che so, americani o francesi... 

    RispondiElimina
  96. E' una ottima lettura, con alti e bassi, ma pur sempre una ottima lettura. Toto sotto ha sottolineato alcuni aspetti forse contraddittori dell'articolo sui quali non ho da aggiungere o non voglio tornare.

    Mi preme solo affermare una cosa così semplice che ci sarà da chiedersi come mai un MiT people non ci sia arrivato da solo. Il problema del calore residuo di decadimento si deve risolvere in modo diverso da quanto dice. La frase in questione è questa:

    In order to make nuclear energy work we must build reactors that can
    reach cold shutdown with 100 percent certainty, no matter what happens.


    Secondo me non c'è da porsi il problema di come mantenere attivi i sistemi che consentano di raggiungere il CS al 100% a fronte di qualsiasi evento ma si deve arrivare a design passivi di raffreddamento in cui lo stesso sia rimosso indefinitamente da solo basandosi unicamente su circolazioni naturali di acqua in contenimenti a pozzo. Quello sarà nucleare indiscutibile. Il nostro MIT ppl dimentica che l'AP-1000 ha fatto un balzo da gigante in questa direzione e che i futuribili prototipi e progetti di GenIV sposano questi principi al meglio. Per non parlare dei progetti di reattori al Torio che girano ...

    Il problema è cosa fare ora, in attesa che queste macchine di indiscutibile livello di sicurezza. Eh già, perchè corrente elettrica serve oggi e oggi ci sono queste macchine in giro. Le chiudiamo e le industrie giapponesi stanno al buio? Le sostituiamo con macchine più moderne? Accettiamo i maggiori morti/TWh o il maggior inquinamento serra di altre fonti come olio, gas e carbone? Benvengano anche le rinnovabili nel mix, purchè non facciano lo stesso gioco sporco che il petrolio ha fatto per 1 secolo.

    Io sono portato a pensare che l'uomo progredisce e sfrutta ciò che ha mano a mano che gli si rende disponibile.

    In conclusione l'avrete capito. Il Giappone fa bene a riflettere nel breve e nel lungo periodo. Mentre riflette però faccia ripartire le macchine che ha e semmai faccia programmi per sostituirle o upgradarle con macchine moderne, tanto presto quanto l'economia lo consentirà. Basta proroghe di licenze su vecchi GenII anni 70.

    Fermandosi all'Apollo 8 l'uomo non sarebbe mai andato sulla Luna.
    SM

    RispondiElimina
  97. Si sente la stessa solfa anche sull'edilizia, sulla cantieristica navale, sull'industria dell'automobile. Domanda-Offerta funzionano così

    RispondiElimina
  98. Beh, io in questo periodo sono un osservatore esterno del settore, ma pur con lentezza e poca voglia di mettere mano ai portafogli, cose concrete si stanno veramente facendo. Che poi non finisca sul giornale il fatto che dopo Fukushima la centrale X abbia installato dei differenziali con grado di protezione 8 (tanto per dire), non significa che non li abbia messi

    RispondiElimina
  99. Quiz: contenitore di piccole dimensioni, contenuto tendente all'acido: ma è uno Yogurt!
    :)))
    SM

    P.S. sai che vado pazzo per lo Yogurt greco? Nelle mie vacanze a Creta, Rodi, etc. mi pappavo marmitte intere con noci e miele dentro ...

    RispondiElimina
  100. Ho la soluzione: principio dei vasi comunicanti, ecco dove va. L'acqua va sempre verso il basso :)
    SM

    RispondiElimina
  101. Non tento di convincerti del contrario, ma concordi con me che se in Italia vogliamo risparmiare, possiamo iniziare a tagliare sugli incentivi agli inceneritori di rifiuti, o sugli incentivi alle automobili, due tecnologie che come dici tu sono veramenete morte decrepite, e che sopravvivono in stato drogato solo grazie agli incentivi? (o anche tagliare sulle centinaia di altre cazzate che quotidianamente finanziamo con soldi pubblici...)

    RispondiElimina
  102. Il suo è un discorso generale. Non credo che si riferisce ad alternative al piano di recupero di TEPCO. Parla di evitare nuovi incidenti ripensando al PRA (probabilistic risk assessment) o meglio evitandolo del tutto.

    Secondo me le alternative alla situazione attuale esistono, a partire dai sistemi passivi dei reattori di nuova generazione per arrivare ai reattori futuri, che però non hanno alle spalle la stessa esperienza operativa. Ma anche questi non garantiranno mai la sicurezza al 100%.

    Il PRA non serve a convincere che le centrali sono sicure, ma a definire un compromesso accettabile tra sicurezza e costi di realizzazione.

    Alternative a quello che sta facendo TEPCO? Io comincerei a buttare acqua direttamente dalle turbine e questo lo già detto più volte. Per il resto manderei i robot più di frequente a fare ispezioni e controlli nei vari compartimenti

    RispondiElimina
  103. mamoru_giappopazzie18 aprile 2012 21:48

    Oddio, di piping, sistemi di pompaggio e scambiatori di calore qualcosa ho fatto nel recente passato, bisogna vedere cosa si richiede esattamente, se il francese e' richiesto (e son fermo alla terza media + qualche termine tecnico) e se vogliono la laurea.

    Qualche dritta su dove mandare il CV?

    RispondiElimina
  104. qua stanno avanti:  http://phys.org/news/2012-04-australian-scientists-breakthrough-solar-cell.html

    RispondiElimina
  105. Certo, infatti ogni settore.
    La mia "lamentela" nasce dal fatto che si vuole passare il FV come la soluzione di tutti i problemi, mentre è un mercato che si tiene solo con gli incentivi (per ora almeno, l'avevo specificato in un altro post).
    Insomma, altro che soluzione, non è maturo. Il che non è negativo, occorre solo più tempo.

    RispondiElimina
  106.  ...bello risptto al livello medio degli articoli sul tema, intendevo...:-)
    Sarebbe stato interessante includere tutti gli impianti militari di produzione del plutonio e i relativi sistemi di riprocessamento...
    I commenti sono i soliti, vanno visti con serenità... per molte persone nuleare è sinonimo di orrore tout court e contro l'ideologia non c'è argomento che tenga.

    Drugo

    RispondiElimina
  107. Il francese è sicuramente richiesto e EDF mi pare sia anche uno di quelli "rognosi" da questo punto di vista.(*). Se vogliono la laurea è abbastanza probabile, ma se c'è esperienza nel campo la cosa potrebbe passare.
    Vedo se trovo l'offerta di lavoro che mi era arrivata (temo di averla cancellata però), in ogni caso è proprio EDF.

    (*) Non tutte le società prestano eccessiva attenzione alla qualità del francese, ma alcune sono notoriamente famose per quanto sono rognose. EDF mi sembra sia una di queste.

    RispondiElimina
  108. AnonimaFrancese18 aprile 2012 23:11

    mi era sfuggita l'analisi dell ' ANS : 
    http://japon.asn.fr/index.php/Japon/Communiques-de-presse/Point-de-situation-n-39-du-13-mars-2012

    RispondiElimina
  109. AnonimaFrancese18 aprile 2012 23:19

    credo che sia foto del 14 aprile del 4 : 
    http://twitter.com/#!/senngophoto/media/slideshow?url=pic.twitter.com%2FPj6Wjzxm

    RispondiElimina
  110. Entrambi bellissimi segnali su quello a cui tutti concordiamo: c'è bisogno di R&D, e poi ancora R&D, e poi ancora R&D. (certo, prima di esultare mi faccio un nodo al fazzoletto per ricordarmi che in questo settore più o meno ogni laboratorio in giro per il mondo dice di avere la soluzione per aumentare l'efficienza a mille miliardi% e abbattere i costi)

    Comunque trovo molto vere le parole di un commento: "But the real challenge in the industry is decreasing installation costs.
    They can account for 60-80% of the process. Much of that is poorly
    conceived interconnects and support systems." Da quello che ho visto in giro siamo più sull'80%, ed è inaccettabile.

    RispondiElimina
  111. Vabbè, è indiscutibile che i francesi dell'IRSN siano i primi della classe, vista la mole di lavori che propongono.

    Tra l'altro leggendo e traducendo con google ho scoperto 2 regolamenti europei (961 e 1371) che mi erano sfuggiti e che riguardano l'importazione di prodotti alimentari dal Giappone. Quindi grazie per la segnalazione!!

    Per i matti come me che se li vanno pure a leggere allego i link
    http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2011:252:0010:0015:IT:PDF
    http://www.ambientediritto.it/home/sites/default/files/reg_2011_1371_ue.pdf

    Il documento sulla Polinesia francese attesta i risultati sino al 2010 e il programma di monitoraggio specificamente adottato per Fukushima ma non c'è un dato riguardo a quest'ultimo. Adesso, va bene essere i primi della classe, ma 45 pagine per dire niente mi sembra eccessivo.

    Per carità le fotine sono carine, le mappe pure, gli strumenti che usano e i relativi uffici "puzzano" un po' di nessuno ci lavora li. Che poi abbiano l'occhio lungo per il Cs-137 giapponese ma non troppo corto per il Cs-137 di Mururoa/Fangatoufa ...

    Che poi i rapporti tra radioattività artificiale e naturale siano come da tabella nella foto sotto (ricordo che Be-7, K-40, Na-22 e Pb-210 sono naturali oppure bio-radionuclidi, glielo dice qualcuno a quelli di Grinpiss ?? ...
    Fotina n.1

    Che poi facciano tutte le curvettine del Cs-137 deposto dagli anni '70 (a mezzo captazione nel latte di vacca) dimostra perfettamente 2 cose:
    - questa gente le misure le sa fare e le fa da sempre (perchè non sono nato in Francia?)
    - non si nota che manca il picco di Chernobyl?? E' giusto così! nell'emisfero sud ha avuto impatto molto diluito e completamente nascosto dagli eventi "test nucleari alta atmosfera anni '60".
    Fotina n.2

    Per concludere, che proiettino dosi 2010 dell'ordine di 0.34 - 2.3 microSv/anno in un posto e 0.24 - 1.13 microSv/anno in un altro con fondo naturale di radiazione attorno ai 1000 microSv/anno dimostra la completa trivialità di tutte le 45 pagine, senza offesa per i cugini francesi che ci leggono.

    SM

    RispondiElimina
  112. La regolamentazione europea si dovrà aggiornare presto, altrimenti, se io fossi nei Giapponesi, tutto quanto è sopra i nuovi limiti e sotto i vecchi limiti, piuttosto che buttarlo lo venderei alla EU.

    ps. sul mio desktop ci sono le versioni precedenti della direttiva con un elenco differente di prefetture sottoposte a controllo. :)

    RispondiElimina
  113. E tu credi che i commercianti all'ingrosso in Giappone non lo stiano già facendo?!

    Comunque ti ricordo che la Codex prevede un 10% di peso sul cibo da importazione estera nella dieta interna (europea/italiana) quindi nell'intervallo 100-500 Bq/kg per Cs-tot si avrebbe ulteriore diluizione di un fattore 10 e andremmo a 10-50 Bq/kg :) Europei non preoccupatevi.

    SM

    RispondiElimina
  114. AnonimaFrancese19 aprile 2012 10:39

    si vede che non sei Francese...............hihihi!!!!!!! tutto qui ;-)
     Non vi è nulla di strano nell'analizzare anche su 45 pagine questo tipo di dati..........sembri scordati che Calédonie et Polynésie sono dei DOM e dei TOM di cruciale interesse  politico e geo politico (assieme a Réunion) ,ora e allora per vari tests tanto contestati peraltro..........il fatto di sviscerare la "bestia" da analizzare ha il suo perché----------sine certo !!!! 

    RispondiElimina
  115.  Ma dai! Ma chi avrebbe mai potuto immaginare che una cosa simile potesse accadere? Io, per esempio? :-)

      It's payback time, baby!!! Sono anni che dico e scrivo che senza "incentivi" (a delinquere) o con "incentivi" ridotti al punto da non invogliare gli investitori (perche' il FV nel mondo e' prima di tutto un business molto lucrativo, rende attorno al 10% in Italia... la produzione di elettricita' e' una cosa a parte) il mercato si sarebbe bloccato.
     
      Ad ogni modo... ho guardato velocemente l'articolo di Bloomberg... e la frase "They don’t have a good product for the rooftop market,
    and Europe doesn’t have the big open spaces where their panels
    make sense,” said Wunderlich’s O’Neill. " non e' corretta... in Italia la stragrande maggioranza della potenza installata e' sotto forma di grandi centrali, non impianti casalinghi sul tetto.... sui 13000 MWp di potenza installata adesso ben 10779 sono impianti al di sopra dei 50 kWp... e in Puglia, la regione con la potenza installata piu' alta, ben 2.2 GWp, il 93.5% e' sopra ai 50 kWp. In Germania hanno piu' potenza sui tetti delle case, quello e' vero, pero'.

      Il FV sta mostrando tutti i limiti di una tecnologia che e' intrinsecamente incapabile di fornire elettricita' baseload al posto delle centrali termoelettriche e/o nucleari.... e mi chiedo quante decine di miliardi dovremo buttare via prima che anche i pasdaran "ambientalisti" accettino questa conclusione EVIDENTE.

      Roberto

    RispondiElimina
  116.  Scusatemi... oggi veramente ho poco tempo, sto per partire in vacanza (opppss... "chiedo formalmente qui a AF di poter partire in vacanza: Firmato Roberto") e non ho tempo adesso di leggere i molti commenti qui sotto... ma ho dato un'occhiata all'articolo di Japan Times e non mi pare che la frase seguente

      "The molten fuel penetrated not only through the bottom of the thick
    pressure vessel, but also poked holes at the bottom of the containment
    vessel, thus releasing fission materials into the environment. "
     
      sia corretta!... proprio per niente! Sto tizio PhD dice che il PCV e' bucato... non il cemento sul fondo "mangiato" dal corio fuso, come hanno detto tutti per settimane ed e' mostrato in tutti gli schemini recenti,... dice che si e' mangiato il cemento E ANCHE il liner di acciaio esterno, e dalla parte "thus releasing fission materials into the environment" direi anche gli ulteriori metri di cemento che sono sotto al PCV?... ho capito/interpreto male io o sta dicendo questo?

      Mah....

        Roberto

    RispondiElimina
  117.  "Fermandosi all'Apollo 8 l'uomo non sarebbe mai andato sulla Luna."

       ... ma e' anche vero che non fermandosi dopo il programma Apollo, mettendo in servizio quella ciofeca colossale che e' sempre stato lo Shuttle, la NASA non e' andata tanto lontano... per mettere in orbita i pezzi della stazione spaziale ISS i vettori stile Apollo o Soyuz sono infinitamente piu' economici e affidabili, certo il rientro in atmosfera fotogenico con la planata in caduta libera non c'e', ma quello e' solo public relations con le TV, chissenefrega?
      Intendo dire: non e' necessariamente il "progresso" che serve, a volte concetti sorpassati sono migliori di concetti nuovi iper-sofisticati... si e' scritto peste e corna a proposito della tecnologia nucleare obsoleta dei reattori Mark-X... ma in fin dei conti i reattori stessi NON e' che abbiano fallito cosi' tanto, sono dei componenti NON nucleari messi nel posto sbagliato sulla base di dati NON nucleari dati da geologi/geofisici 50 anni fa (la probabilita' di tsunami e la loro ampiezza), il tutto condito da managers TEPCO e politici ad essi ammanigliati a combinare il casino che e' successo... quindi sara' solo correggendo questi ultimi fattori che eventuali incidenti gravi come questo NON accadranno piu'... AP1000, EPR, VVER, etc... saranno "resistenti" ad incidenti se e solo se mille altri fattori NON nucleari verranno considerati e risolti nella maniera giusta.

       Roberto

    RispondiElimina
  118.  Mah...  io oltre alla PSA  (o PRA come la chiami tu) alternative NON ne vedo. In ambito aerospaziale, dove si vuole garantire il massimo di sicurezza, la si applica pure, e non vedo articoli di ingegneri aeronautici del MIT che dicono che non si dovrebbe applicarla piu' dopo ogni incidente aereo...

      Voto (all'articolo): 4- ... nettamente anti-nucleare e di parte, fino all'osso, me lo vedo bene, il tizio, come "esperto indipendente" per qualche analisi di GreenPiss...

      Roberto

    RispondiElimina
  119. Secondo me c'è un po' di confusione. Quello che lui dice è che l'RPV si è danneggiato e anche il PCV, ne è prova il fatto che c´è stata dispersione di elementi di fissione cosa che non sarebbe dovuta succedere se il PCV, costruito proprio per contenere eventuali contaminazioni, fosse stato integro. Questo passaggio gli serve per motivare come Chernobyl e Fukushima siano incidenti differenti e ciò nonostante abbiano portato alla diffusione di prodotti di fissione.

    Nel suo discorso manca un personaggio che si è dimenticato di citare: ovvero le operazioni di ventilazione che hanno provocato un rilascio in ambiente prima e le esplosioni (con ulteriori rilasci) poi. E' vero che se il PCV avesse fatto assolutamente il suo dovere e ci fosse stata la corrente e il raffreddamento d'emergenza avesse funzionato, allora non ci sarebbe stato bisogno di ventilare e via di conseguenza.

    RispondiElimina
  120.  TI informo che per immaginarti il sottoscritto con TUTTI i capelli in piedi dovresti fare un salto indietro nel tempo di 25 anni... adesso puoi immaginarmi con QUALCHE capello in piedi, al massimo. :-(

      Il settore FV sta in questo momento applicando la fase 1 del metodo "chiagni&fotti", sono in fase "chiagni" per il taglio degli "incentivi"... che sarebbero comunque ben piu' alti di quelli di qualsiasi altro paese, anche avente insolazioni minori del nostro...

      Alla fase "chiagni" di poche centinaia di migliaia di cittadini (molti non italiani, vedi fondi di investimento stranieri) seguira la fase "fotti" con i 22 milioni di abbonati elettrici italiani "on the receiving end"... :-(

      Auguri a tutti voi che vivete li, non posso dire altro.

      R.

    RispondiElimina
  121.  Scusa Duccio, ma NON concordo con questo tuo intervento... questo e' uno dei refrain del movimento pro-FV... e non porta da nessuna parte. Quello che fa' e' di giustificare un impegno di spesa di 120 miliardi di Euro per i prossimi 20 anni (se ci fermiamo qui, in realta' questa cifra aumentera') sulla base di ALTRI sprechi. Io non ci sto, mi dispiace, non e' razionale.
      Gli "ambientalisti" ed il movimento anti-nucleare in generale, in periodo pre-referendario e pre-Fukushima, imputava al nucleare prima di tutto gli alti costi capitale, e la mancanza di investitori, diceva che "senza sussidi o investimenti statali diretti il nucleare non lo fa nessuno"... si parlava di 4 EPR da fare nel giro di 10 anni... qui stiamo "investendo" (buttando letteralmente nel cesso, secondo me) 6 miliardi all'anno (senza parlare delle decine di miliardi di capitale che hanno solo fatto contente le poooooovere banche che tanto soffrono della crisi... che esse stesse hanno generato... e mi fermo qui senno' scrivo cose NON pubblicabili senza denuncia...)... 6 miliardi l'anno, cioe', alla grande, il costo di UN EPR ALL'ANNO senza colpo ferire, come se fosse una cosa naturale... "equivale a 2 caffe' alla settimana per ogni italiano".... leggi vaccate come questa su certi siti "ambientalisti".... adesso ci troviamo con 13 GWp che nel mese di gennaio, quando la corrente elettrica e' indispensabile con giornate cortissime, buie e fredde... che ha prodotto 805 GWh su 27900 consumati dal paese durante il mese... cioe' un FANTASTICO 2,9% della domanda!... l'eolico ha fatto marginalmente meglio, con 1250 GWh, cioe' il 4,5%... le due FANTASTICHE tecnologie "verdi" (che verdi proprio non sono, se si guarda bene) hanno coperto durante un mese intero il 7,4% del consumo italiano... ed immagino che a dicembre le cose siano andate anche peggio... devo solo trovare i dati.
      Quello che voglio dire e' che A PARTE GLI INCENTIVI ASTRONOMICI concessi all'inutile FV, queste due tecnologie non potranno mai, nel futuro prossimo, coprire la domanda baseload di elettricita' del paese, e' fisicamente, tecnologicamente e, soprattutto, economicamente impossibile.
     Il problema e' che in politica, specialmente quando e' sospinta da "movimenti" ideologizzati a livello di credo settario (perche' questo e' l'"ambientalismo" de noantri) la parola "impossibile" non si applica... e si continuano a finanziare a fondo perduto dei programmi che a nulla servono... anzi, fanno danni.
      Fanno danni di tipo diverso: economico (120 miliardi per i prossimi 20 anni... and going), societale (rincoglioniscono la popolazione facendogli credere panzane tipo "3 kWp sul tetto di casa ed il problema energetico e' risolto"), ambientale (le emissioni delle centrali che bilanciano l'aleatorieta' di FV e eolico sono molto piu' alte delle emissioni delle stesse centrali quando funzionano come dovrebbero, cioe' con un numero limitato di cicli termici), di lavoro (si sono creati decine di migliaia di posti di lavoro... che esisteranno solo finche' esisteranno gli "incentivi"... finiti, o ridotti, quelli finiranno anche la stragrande maggioranza dei posti di lavoro... un po' di manutenzione, l'offerta fra qualche anno di cambiare ondulatore con un altro tipo e finita li...

      Voto: 3- (a FV), 4- (eolico)

      Roberto

    RispondiElimina
  122.  incapabile
    calma, che poi ti scappano i francesismi... ;-)

    RispondiElimina
  123.  Ottimi risultati, ma se le conclusioni sono queste...

      "A peak efficiency enhancement of (1.0 ± 0.2)% at 720 nm is measured under irradiation equivalent to (48 ± 3) suns (AM1.5)."

      ... l'1% di miglioramento dell'efficienza di celle FV in tecnologia film sottile, che ha notoriamente un'efficienza inferiore a quella NON in film sottile,... ho paura che servira' solo a far aumentare il peso del film sottile sul mercato, ma non e' che cambi molto le cose in termini di elettricita' prodotta.

      Comunque, ben venga la R&D, non saro' mai contrario a spendere per la ricerca, qualsiasi essa sia.

       Roberto

    RispondiElimina
  124.  Il challenge e' per l'industria, perche' l'industria pensa solo a vendere il suo prodotto... mentre il challenge vero dovrebbe essere quello di migliorare il fattore di capacita', l'efficienza di conversione luce-corrente, perche' e' quello che determina il costo livellizzato dell'energia, molto di piu' del costo capitale.
      Avere un basso costo capitale serve solo a rendere piu' succulenti bassi livelli di "incentivazione", ma la quantita' di energia elettrica e' quello che serve al paese, non quanti soldi mettono in tasca gli investitori!

      Roberto

    RispondiElimina
  125. Sono disponibili i video in camera torus unità 2.
    http://photo.tepco.co.jp/en/date/2012/201204-e/120419-01e.html 

    Direi che il robot ha ispezionato il 90% della stanza 
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120419_01-e.pdf 

    RispondiElimina
  126. L'osservazione è corretta, ma a rigore stante le informazioni vere che abbiamo oggi (non le simulazioni, per quanto affidabili esse possano essere) corio fuori dai rispettivi RPV ancora non è stato visto o confermato.
    SM

    RispondiElimina
  127. Comunque sia non vorrei essere nei  panni di  questo Kenichi Ohmae ...Passaggio notevole il tuo, prima delle vacanze hai fatto una capatina e una carneficina a colpi di spada bipenne e mazzafrusto! Ti tocca meritevolmente  un relax. Mi raccomando, Maximus Petrus, non scatenare l'inferno anche in villeggiatura:)))

    RispondiElimina
  128. Shimokobe Kazuhiko sarà il nuovo presidente Tepco,
    prenderà il posto dell'attuale presidente Tsunehisa Katsumata, (per un periodo temporaneo di un anno)http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120419_11.html 

    http://www.reuters.com/article/2012/04/18/tepco-chairman-idUSL3E8FI5IF20120418 

    CURIOSITA
    http://www.japantoday.com/category/crime/view/policeman-arrested-for-licking-womans-hair 

    RispondiElimina
  129. Ma i punti dove ci sono danni più evidenti da calore/scoppio per pressione sono anche i punti dove c'è la minor radioattività! Il mistero s'infittisce....

    RispondiElimina
  130. Ma qua http://photo.tepco.co.jp/library/120419_1/120419_06.JPG non sembra ci sia dell'acqua che cola giù? (sicuramente non 6 tonnellate/ora, ma vabbè)

    RispondiElimina
  131. Posso permettermi di dire la mia? Solare ed eolico, come li conosciamo oggi, non sono in grado di fornire il grosso del baseload, ma se prese singolarmente sono sicuramente più verdi di gas (per non parlare di carbone - il nucleare è fuori dai giochi causa referendum).

    Fatta questa premessa, se da un lato è evidente che questi super sussidi siano una spreco, credo comunque che queste fonti alternative ai fossili devono essere sostenute dalla ricerca (che vuol dire soldi). Non tanto per fare energia in quantità dal solare oggi, ma per farla domani. Allo stesso tempo, visto che di notte il sole non c'è e anche il vento fa le bizze, dobbiamo ripensare a come garantire il baseload nel modo più verde possibile. Mi spiego, visto che accendere e spegnere non fa bene alle attuali centrali, bisogna ripensare ad un modo per evitare queste emissioni.

    La conclusione del messaggio è che secondo me un sano investimento in solare ed eolico è sacrosanto, ma la cosa non deve scappare di mano.

    RispondiElimina
  132. Chiedo venia a tutti per la domanda peregrina: esistono indicatori del livello dell'acqua nel toro? 

    RispondiElimina
  133.  intendi funzionanti o in genere?

    RispondiElimina
  134. Beh io avrei una mezza idea che in genere debbano esistere, nel qual caso la domanda riguarderebbe quelli funzionanti al toro 2...

    RispondiElimina
  135. Ho aggiunto una playlist: http://www.youtube.com/playlist?list=PLE0493BB78AEF7FD1

    RispondiElimina
  136. abbiamo sensori che misurano la temperatura dell'acqua nel toro.
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=all&par=SCWaterTemp&vis=graph

    RispondiElimina
  137. Quindi  è sicuro che l'acqua c'è...

    RispondiElimina
  138. hai ragione. bisognerebbe guardare anche il sotto.

    RispondiElimina
  139.  esatto (ormai sei un'esperta), visto che l'acqua del "toro" viene usata per esempio per l'alimentazione dei sistemi di raffreddamento di emergenza o come serbatoio di scarico per le valvole di sicurezza del vapore

    RispondiElimina
  140. per il toro del reattore 2 abbiamo le seguenti informazioni:
    temperatura acqua, temperatura aria, rateo di dose (per ogni misura abbiamo due sonde) e pressione (una sonda)

    come distinguono la temperatura dell'acqua da quella dell'aria? secondo me semplicemente in base alla posizione della sonda. per il reattore 2, l'aria è circa 1 grado più fredda dell'acqua.

    quindi direi che sono abbastanza convinti di avere acqua lì dentro, non ci dicono se hanno un misuratore di livello o una sonda di pressione differenziale.

    le misure di dose dei due strumenti sono completamente differenti, una riporta oltre 10 Sv/h, l'altra 0.04 Sv/h

    il sensore della pressione segna DS, ovvero non è disponibile.

    RispondiElimina
  141. non ho ben capito se lì ci deve essere oppure no, comunque nel primo video
    http://youtu.be/piHJXL6Tz-0?t=2m15s
    si vede acqua

    RispondiElimina
  142. Quando la inquadrano l'acqua sembra molto calma, non agitata né con sporco mantenuto in sospensione. Probabile che la perdita sia sotto...

    Idea che mi è venuta sotto la doccia: ma 8 tonnellate di acqua/ora che fluiscono, non dovrebbero fare un certo rumore? E cercarle attraverso il suono invece che attraverso il video?

    RispondiElimina
  143. Già, che scema!

    RispondiElimina
  144. aspetta perché, come fa notare Duccio, quell'acqua è persino troppo ferma per essere quella della perdita.

    RispondiElimina
  145.  No, no, no... Toto! Dissento anche da te!... :-)

      Lui dice, rileggi il passo che ho riportato, che il corio ha bucato RPV E ANCHE il PCV... E QUINDI le emissioni, non parla di venting o quel che lo si vuol chiamare.

      Insomma, e' un cazzaro, educato al MIT, ma pur sempre cazzaro. Daltronde, anche Gundy e' PhD, no?...

      Roberto

    RispondiElimina
  146. mamoru_giappopazzie19 aprile 2012 21:07

    Scusate ma sto guardando velocemente l'ispezione al toro, mi pare di capire che hanno girato sulla pedana che gira sopra il toro stesso, pertanto il soffitto dubito abbia fonti di perdite in quanto dovrebbe portare tubazioni che partono dal toro e vanno a vari sottosistemi.

    I due manholes (passi d'uomo in IT) permettono l'accesso alla camera vera e propria li sotto mediante delle scale, a sua volta li dentro dovrebbe c'e' una pedana interna di ispezione sopra al pelo dell'acqua: in ragione di questa considerazione, l'acqua del primo fimato che si vede sotto la griglia, non ci dovrebbe essere in condizioni normali.

    Il danno potrebbe essere ovunque, magari parte tutto dalle tubazioni di drenaggio della s/c che sono colegate a dei pozzetti e delle pompe di rilancio, quindi magari la camera ha retto bene e le tubazioni ausiliaria hanno ceduto...

    Giusto per curiosita' a 2.34 si vente un tubo sul soffitto 188-AC che dice スタックへ  "allo stack", se trovate altre sigle me lo fate notare che io sto guardando a skip veloci che non ho molto tempo.

    http://www.youtube.com/watch?list=PLE0493BB78AEF7FD1&feature=player_detailpage&v=p_REcoMlAIw#t=153s

    RispondiElimina
  147. hai ragionissima sulla vera struttura del toro a cui si accede attraverso i due tombini sigillati.

    l'acqua lì non ci dovrebbe essere in condizioni normali, ma era normale attendersela visto che al di fuori, nei locali turbine si trova a quel livello. quindi concordi con me, che si dovrebbe procedere nell'ispezione sotto, o ancor meglio dentro, ma non la vedo una cosa facile. bisogna insegnare al robot ad aprire il tombino e poi farlo tuffare dentro :)

    interessante l'osservazione dello stack, da lì passa la sovrappressione quando viene ventilata.

    RispondiElimina
  148. mamoru_giappopazzie19 aprile 2012 21:20

    sottoscrivo, pero' potrebbero usare camere subacquee a partire dai drainage sumps del toro per tornare a ritroso verso la camera vera e propria.

    A me viene da pensare che non sia tanto il toro come struttura ad aver ceduto ,ma una sua  penetrazione

    Se vedi altri id sul piping nei filmati fammi sapere.

    RispondiElimina
  149. Ho visto i primi 2 video e mi è venuta voglia di andare a rivedere il fim "Alien"
    'notte SM

    RispondiElimina
  150. OT:

    La Bridgestone richiama in fabbrica circa 10 mila biciclette a causa del cestino radioattivo (fino a 10 microSv/h). Ma non è cesio, è cobalto e non arriva da Fukushima, ma dalla Cina!
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120420a6.html

    RispondiElimina
  151.  Oh!... il cestino quello dietro la sella che ti spara i fotoni gamma giusto nei marr...? :-)

       R.

    RispondiElimina
  152. No, penso quello davanti che ti spara i fotoni gamma giusto nei marr....
    In ogni caso, sei fregato :-)

    RispondiElimina
  153. Concordo, infatti generalmente i punti più deboli sono proprio quelli soprattutto in caso di forti pressioni dall'interno verso l'esterno.

    RispondiElimina
  154. eh sì, è proprio quello davanti


    http://www.bscycle.co.jp/company/images/120418basket/img_products.jpg

    RispondiElimina
  155. Boh, non so se è importante, però i Tepchisti non ci hanno detto niente del robot,  giocano sporco e studiano di notte ...
    :))

    http://www.simplyinfo.org/?p=5839

    RispondiElimina
  156. Non ci crederete, ma solo ieri i 4 reattori di Fukushima sono stato dichiarati fuori servizio
    http://blogs.wsj.com/japanrealtime/2012/04/20/news-flash-crippled-fukushima-reactors-officially-closed/ 

    Meno uccelli femmine dopo Cherobyl
    http://worldnews.msnbc.msn.com/_news/2012/04/19/11289469-fewer-female-birds-after-chernobyl-study-finds-same-true-at-fukushima 

    Au revoir

    RispondiElimina
  157. ci hanno detto ieri http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120419_03-e.pdf ma noi eravamo troppo presi dal toro del 2. La cosa che mi ha impressionato sono stati gli 8 mSv ai due operatori per essere stati 4 minuti all'interno.

    RispondiElimina
  158. Ma voi non avete idea di quanto acciaio contaminato giri per l'europa, fosse solo la Cina. Tempo fa ho seguito un cliente con bobine di acciaio laminato con 50000 Bq/kg (50 Bq/g) in una nave container a Genova. Il provino di misura era tipo 200g. Gli ho chiesto se ne avevano tanto di questo acciaio in giro e mi ha detto: no, solo 6-7 bobine da 2 tonnellate l'una.
    Ah bhé ...
    SM

    RispondiElimina
  159. Sai che è proprio bella questa bicicletta? Mi viene voglia di farci un giro (se solo smettesse di piovere nei WE). Potrei dire di aver guidato una bicicletta ATOMICA!!
    SM

    RispondiElimina
  160. Mi sembra che la notizia sia che non hanno detto niente per le unità 5-6 di Daiichi e per quelle di Daini.

    Qualcuno ha pensato agli effetti negativi del sale (portato dalle onde di tsunami) su flora e fauna costiera? Potrebbe avere un ruolo negativo anche sull'avifauna

    SM

    RispondiElimina
  161. io la guiderei solo se fosse a propulsione atomica, tipo che salgo e non pedalo!

    RispondiElimina
  162. occhio lungo! ma secondo me il loro destino è segnato: disattivazione permanente

    RispondiElimina
  163. a proposito di acqua, pescatori e agricoltori.
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120420f3.html

    RispondiElimina
  164. Allora, siccome non mi ricordavo bene  la faccenda, le cose stanno così
    Il robot che si vede nella foto è il PackBot inviato al 3 il 20 novembre scorso , che trovò 1,6 Sv ora e fanghiglia sulle rotaie,  asciugata poi con un panno
    http://unico-lab.blogspot.com/2011/11/gestione-dellidrogeno-nei-reattori.html 

    Ieri hanno mandato nello stesso posto SOLO 2 operai che hanno inserito un image scope
    http://ex-skf.blogspot.com/2012/04/mind-gap-in-fukushima-reactor-3.html 


    http://www.simplyinfo.org/wp-content/uploads/2012/04/containmentplug.jpg

    RispondiElimina
  165. Parli sul serio o fai dell'ironia? ( con te non si è mai sicuri...  Rob avrebbe detto "chissenefrega")
    Io comunque lo dichiaro, uno studio del genere lo trovo perfettamente  inutile

    RispondiElimina
  166. "Meno ... femmine dopo Cherobyl"

    Finalmente una buona notizia!

    ;-)

    RispondiElimina
  167. Meno femmine... in Ucraina.
    Ok, questa era cattiva :-)

    RispondiElimina
  168. Non vorrai mica scherzare vero?
    Non lo sai che gli uccelli arancioni di Chernobyl sono i maggiormente colpiti dalle radiazioni?
    http://animals.about.com/b/2011/05/04/the-decline-of-chernobyls-bird-populations.htm
    Oppure che ci sono strane mutazioni in corso ancora da studiare bene?
    http://www.english-online.at/environment/chernobyl/chernobyl-still-endangers-animals.htm
    Oppure che forse le zone di esclusione fanno bene agli animali?
    http://www.scienceomega.com/article/283/chernobyl-wildlife-is-thriving
    Oppure forse sono gli uccelli scuri ad adattarsi meglio?
    http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=darker-birds-better-adapted-higher-radiation-chernobyl
    Pensi veramente che la scienza a diversi livelli sia stata con le mani in mano?
    http://www.arpa.fvg.it/fileadmin/Temi/Radiazioni/Radiazioni_ionizzanti/Chernobyl_25/presentazioni_convegno/SMITH.pdf
    Oppure forse è meglio farci un giro di persona per avere una propria opinione?
    http://www.pbs.org/newshour/bb/science/jan-june11/chernobyl_03-29.html
    Un occhio di dettaglio sulla famosa "foresta rossa", punto 8
    http://listverse.com/2012/02/28/top-10-strange-and-unique-forests/
    Ma in definitiva è peggio l'uomo o le radiazioni?
    http://uppermoreland.patch.com/articles/chernobyl-aftermath-life-always-finds-a-way
    E lasciando stare le radiazioni ma passando al sale?
    http://www.desline.com/articoli/8214.pdf
    http://voices.yahoo.com/nuclear-crisis-japan-just-huge-8183491.html
    http://www.globalanimal.org/2011/03/23/radiation-and-wildlife-the-impact-on-animals/33227/

    Alla fine di questo mio percorso ironico e senza nulla togliere alle interessanti ma contraddittorie letture che ti suggerisco ti posso dire che crollo della popolazione di specie viventi causa radiazioni ionizzanti ci sarebbe stato unicamente in presenza dei valori così alti di dose che si ritrovano solamente a ridosso degli edifici di FD (o dentro essi). A distanza da tali edifici ci sono solamente effetti stocastici (anche nei famosi hot-spot) mescolati ad altri mille effetti causati dalla tragedia dello tsunami.
    SM

    RispondiElimina
  169. Sai com'è, sapendoti della Lipu pensavo di  toccare un tasto sensibile... Però accidenti,
     li hai tirati fuori dal cilindro questi links? Ormai vedo geroglifici per la troppa lettura!  
    Tutto molto interessante, ( adorabile il boschetto di pini storti!) direi che possiamo tenere per buoni 2 punti

    1. La flora e la fauna delle zone interessate da una radiazione anche di grande intensità, dopo un breve periodo in cui si possono subire perdite e mutazioni , ben presto rifioriscono, non solo   ma molte specie che prima dell'incidente erano sparite ricompaiono miracolosamente sul luogo 
    2. soprattutto perché queste zone sono state evacuate e non c'è l'uomo a turbare l'ecosistema

    Quanto all'effetto sale dello tsunami mi sembra privo di fondamento, l'India in particolare ha grossi problemi di salinizzazione del suolo che sono legati più che altro nelle zone costiere all'abbassamento delle falde acquifere dovuto allo sfruttamento e all'intrusione salina, e nelle zone aride all' accumulo dei sali durante l'irrigazione.
    ecco una presentazione essenziale
    http://geografia.fcsh.unl.pt/lucinda/booklets/B3_Booklet_Final_IT.pdf 
    e uno studio più corposo
    http://www.inea.it/public/pdf_articoli/1653.pdf 
    ed ecco un tipo che ha trovato una bella soluzione
    http://www.wired.co.uk/news/archive/2009-05/01/irrigation-system-can-grow-crops-with-salt-water

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/d/d9/Nowe_czarnowo-krzywy_las.jpeg/250px-Nowe_czarnowo-krzywy_las.jpeg

    RispondiElimina
  170. Ho aggiunto l'aggiornamento settimanale. Nulla di cui non abbiamo già discusso, ma vale la pena un trasferimento!
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/04/lispezione-al-locale-toro-del-reattore.html

    RispondiElimina
  171. Certo che sono sensibile al problema!! Siamo lontani dal radioattivissimo Giappone ma qui in Italia guarda su cosa stiamo lavorando. I passeri!
    http://www.lipu.it/news/no.asp?484

    Condivido i primi due punti per come li hai elaborati ma occorre aggiungerne un terzo:

    3. lasciamo perfavore le mutazioni genetiche ai film horror o fantascientifici. Chernobyl sembra aver dimostrato abbastanza bene che quando si devia dalla stabilità biologica si muore in fretta e quello che sopravvive è compatibilissimo con quello che già c'è. Le mutazioni sono assai più lunghe a manifestarsi, Darwin insegna. Quanto a FD non dimostrerà un bel niente.

    Circa il sale non sono esperto, quindi mi tocca leggere e imparare :)

    ;)
    SM

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...