Cerca nel blog

Loading

31 marzo 2012

Si prepara l'ispezione alla piscina 3 di Fukushima


Tiriamo le somme per il reattore 2

E' stata una settimana dominata dal reattore 2 con la doppia ispezione (post e video) all'interno del contenimento primario. La situazione è chiara: il livello dell'acqua sul fondo è di soli 60 cm; soli perché TEPCO si aspettava un livello di gran lunga più alto. Questi 60 cm sono compatibili con il fatto che i condotti che dalla parte asciutta del contenimento vanno alla piscina toroidale di soppressione siano aperti e l'acqua in eccesso vada a scaricarsi lì dentro. Di fatto questo sposta la ricerca delle perdite, almeno delle prime, nella sala che contiene il toro che potrebbe essere severamente danneggiato in alcuni punti.  Una prima ispezione a questa struttura, ma in punti molto isolati, era già stata fatta nella prima metà del mese e sembrava non aver evidenziato grossi danni.


L'altro importante risultato ottenuto è la conferma che sia l'aria sia l'acqua sul fondo si trovano ad una cinquantina di gradi, una temperatura analoga a quella misurata dalle sonde appese sulla parete esterna del vessel. I sessanta centimetri d'acqua sul fondo, trovandosi a 50 gradi garantiscono che eventuale combustibile uscito dal vessel sia raffreddato. E' possibile che tale combustibile non sia interamente coperto dall'acqua, e che la parte esposta sia ad una temperatura superiore, ma l'aspetto importante è che la parte a contatto con il cemento del piedistallo è ben raffreddata.

L'ultimo aspetto dell'ispezione ha riguardato una misura di rateo di dose ambientale all'interno del PCV in 8 posizioni differenti. La stampa ha mal interpretato questi numeri e questa misura pensando che TEPCO volesse inviare operatori all'interno del PCV. TEPCO, che conosce bene la struttura all'interno del reattore starà valutando questi numeri cercando di capire se e quanto le stime e simulazioni che hanno fatto circa lo stato del corio siano di fatto valide. Si tratta di una situazione estremamente complessa, con differenti contributi di dose che si sommano e dubitiamo che questi 8 punti misurati possano mettere in luce qualcosa di significativo. Per chi si stesse domandando quali sono i valori di dose tipici all'interno del PCV di un reattore integro, in arresto a freddo e con combustibile immerso in acqua contenuto nel vessel, consigliamo di guardare questo schema che riporta le misure effettuate nel reattore 1 di Daini, prima e dopo l'incidente.

Perdita d'acqua dal sistema evaporativo

Passata un po' in sordina a causa del rumore generato dal reattore 2, si è verificata una perdita di acqua contaminata presso il sistema di rimozione dei sali per osmosi inversa. La perdita si è verificata sulla linea che porta l'acqua con sali concentrati, quindi quella di scarto dal processo, verso le cisterne dove viene immagazzinata per essere successivamente trattata per evaporazione. La perdita è stata importante, si parla di un centinaio di tonnellate d'acqua e a peggiorare le cose, parte di quest'acqua ha raggiunto un canale e da qui il mare. TEPCO ha stimato che meno di 100 litri hanno raggiunto il mare, anche se non è chiaro come abbiano fatto questa misura. Da aggiungere che il canale scarica 300 metri a sud del porticciolo della centrale, quindi nessuna barriera ha contenuto lo sversamento.

L'acqua in questione non contiene quasi più cesio, perché già rimosso dai sistemi abbondantemente da SARRY e Kurion. Contiene però una frazione di altri isotopi, in particolare beta emettitori che non vengono rimossi e che il sistema ad osmosi di fatto va a concentrare. Nella tabella contenuta in questo PDF, trovate le più recenti misure di contaminazione dell'acqua. L'acqua della perdita è quella di scarto dal sistema ad osmosi e che in tabella viene identifica come quella in ingresso per il sistema evaporativo (colonna con il numero 8). Qui trovate le misure di contaminazione marina a seguito di questo sversamento

E' vero che l'oceano ha una grande capacità, ma questa, come tutte le altre emissioni di radioattività in ambiente vanno assolutamente evitate. . A tal proposito oltre ad essere stati sostituiti i giunti e i tubi incriminati, sono state istallate delle protezioni per evitare che anche qualora ci fosse una perdita, questa non raggiunga così facilmente il mare.

Nell'aggiornamento scorso, notavamo come ci fosse una grande quantità di acqua in attesa di essere evaporata, forse la contromisura più efficiente sarebbe quella di trattare il più velocemente queste 100 mila tonnellate. Nella tabella qui sotto, viene riportato lo stato attuale dell'acqua contaminata presente sul sito aggiornato al 27 marzo. Rispetto alla settimana precedente è da rimarcare una netta diminuzione persino più importante delle previsioni. Nello schema a lato, invece, la situazione dei vari sottosistemi. Da notare come le cisterne per l'acqua di scarto del sistema ad osmosi inversa siano state aumentate per una capacità di 4000 mila tonnellate (134mila in totale) visto che al momento ci sono 114 mila tonnellate di questa acqua che necessitano stoccaggio.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine80 20079 50079 70080 400
Acqua nello stoccaggio21 71019 46019 09016 780
Totale 101 91098 960 98 79097 180

Piscina 3 da ispezionarsi in aprile

La prossima grande ispezione prevista per gli impianti incidentati ha come protagonista la piscina del combustibile esausto dell'unità 3 (PDF). Questa vasca è stata di gran lunga danneggiata dall'esplosione che ha spazzato via la copertura esterna dell'edificio e le poche immagini che si hanno mostrano una situazione di difficile gestione.

TEPCO ha presentato un piano di ispezione per questa vasca da attuarsi nel mese di aprile e che prevede l'utilizzo di un sistema controllato a distanza dalla sala controllo e montato su una gru. Infatti a differenza del reattore 4, dove il livello di dose è ancora accettabile, per il reattore 3 è necessario ridurre al minimo la permanenza nelle vicinanze.

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

271 commenti:

  1. Ho difficoltà a leggere il documento contenente le misure de fatte in mare a valle dello scarico di queste acque. Non vedo (o magari non c'è) se riportano il Detection Limit e quale sia il suo valore (in Bq/cm^3 come al solito).

    Qualcuno lo vede? C'è nel report in giapponese?
    Grazie
    SM

    RispondiElimina
  2. SM ti riferisci a questo PDF? Il limite di rivelabilità è la seconda colonna. Tieni conto che varia di pagina in pagina, probabilmente cambia la geometria, il tempo, lo strumento o qualche altro fattore...  

    RispondiElimina
  3. mi rendo coso solo ora che magari non riesci a vedere i valori nella tabella. ti posto delle immagini qui sotto.

    RispondiElimina
  4. Grazie toto, molto meglio di una lunga fila di puntini :)
    Adesso ci ragiono sù
    SM

    RispondiElimina
  5. Ci sono altre 9 immagini / pagine con i campioni precedenti.

    RispondiElimina
  6. Interessante, vi rendo partecipi delle mie solite considerazioni di lana caprina (le pecore hanno la lana, ma le capre hanno il pelo o la lana??).

    I DL sono un po' altini (32 Bq/litro per Cs-137 è indice di misura rapida su poca matrice, potrebbe anche starci nelle loro condizioni posto che siano misure preliminari) per le prime 2 tabelle. La terza è molto meglio e si vede che saltano su i nostri amici Cs.

    Giusto che Cs-134 e Cs-137 abbiano DL leggermente diversi, dei due il Cs-134 è quello che si misura meglio, il DL dovrebbe essere un filo più basso per il Cs-134 e mi sembra sia così, bravi japans.

    Dalla tabella 1 vedo che misurano 27 Bq/l con DL di 26 Bq/l. per Cs-134. Ci aggiungessero l'incertezza saremmo a posto. Facendo finta che sia il 10% del valore misurato sarebbe

    27(3) Bq/l con DL 26 Bq/l

    (non metto il più e meno perchè disqus fa casini). In questa misura vorrebbe dire che hanno anche 36(3) Bq/l con DL32 Bq/l per il Cs-137 che hanno messo sotto "below DL". In genere in queste condizioni di misura occorrerebbe spingere un po' più in giù il DL come hanno fatto per l'altra tabella. Sono passati 4 giorni dal campionamento, aspettano che la stampa li sbrani?

    Voto ai Tepco boys: 7- (li interrogo ancora settimana prossima)
    SM

    RispondiElimina
  7. L'ultima tabella hanno DL di 300 Bq/litro per Cs-137. Sembrerebbe altissima ma va bene visto che hanno Sb-125 noto rompiballe gamma che gli sporca tutto il campione.

    Dimostrano una certa flessibilità nelle misure sulla base dei campioni che gli arrivano. Probabilmente le lezioni del corso sull'incertezza di misura erano programmate dopo l'11 marzo 2011.

    SM

    RispondiElimina
  8. Ho installato il font giapponese di Acrobat e adesso leggo le tabelle. Soprattutto il mio PC è ancora vivo!
    SM

    RispondiElimina
  9. Sto ripassando proprio adesso tutte queste cose, tipo ottimizzazione dei tempi di acquisizione, definizione di MDA e altri aspetti statistici delle misure "counting" in vista di esami futuri.

    RispondiElimina
  10. AnonimaFrancese31 marzo 2012 16:53

    risultati della piscina del 4 
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120210_03-e.pdf

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120322_02-e.pdf 

    RispondiElimina
  11. kumachanTokyo1 aprile 2012 03:58

    Sopravvivrai!

    RispondiElimina
  12. kumachanTokyo1 aprile 2012 11:47

    Visto che le pagine francesi le sbologno a gooooogle, mi aspettavo una traduzione decente da francese ad italiano, invece: "
     la situazione non sarebbe forse così finalmente "imparato" nel campo che le autorità giapponesi hanno avuto il piacere di tromba tre mesi fa. "
    Per carita` mai come una pagina web in giapponese sui prezzi dei DVD vergini che terminava con un "Uccidiamo il bambino".

    RispondiElimina
  13. AnonimaFrancese1 aprile 2012 13:18

    Si può sapere se un tumore è indotto da radioattività 
    http://www.larecherche.fr/content/recherche/article?id=18327

    nucleare e tumori. http://www.dissident-media.org/infonucleaire/SV_n939_decembre1995.pdf

    RispondiElimina
  14. mi restano parecchi dubbi...

    RispondiElimina
  15. E' una delle domande più difficili. A parte alcuni tipi specifici di tumore (come quello alla tiroide), in tutti gli altri casi stiamo parlando di aumenti in percentuali talmente basse da essere difficilmente distinguibili tra sorgenti naturali di radioattività e contaminazione da attività umana. A complicare tutto si aggiungono anche le fobie della gente e l'ignoranza e il sensazionalismo di alcuni giornalisti e attivisti, che se non scrivi che Chernobyl ha fatto una catastrofe immane con milioni e milioni di morti, ti bollano subito come criminale negazionista venduto alle multinazionali del nucleare per coprire dei crimini contro l'umanità. (famoso il rapporto Greenpeace che stimava 970 mila morti da Chernobyl... ovviamente tutti zombie che girano solo nelle loro teste. E io sono pure loro tesserato, sgrunt!!! Ma poi penso quello che fanno per salvare le balene, e alla fine tutti gli anni rinnovo la tessera).

    Quanto a La Hague, il nucleare è a ciclo chiuso, nessuna parte del combustibile o degli scarti viene disperso nell'ambiente. Salvo incidenti, ovviamente, e a La Hague un paio ce ne sono stati, non gravissimi ma potrebbero avere avuto conseguenze. Però, guarda i numeri assoluti: 60 mila giovani, 25 leucemie su 15 anni. Tanto per farti un paragone, nello stesso periodo di quei 60 mila ragazzi, 59 sono morti per incidenti stradali. Il ricercatore ha sicuramente fatto un ottimo lavoro, ma sono numeri da studio di epidemiologia, non da cronaca nera

    RispondiElimina
  16. Tu sei cooooosa?
    vade retro satana infiltrato!
    :-)
    r.

    RispondiElimina
  17. Ciao Kumachan, ti rispondo nel nuovo post: le pensi, le dici e ci credi, fai tutto da solo! Non sono per niente incavolata (incazzata sì, con i politici che ci governano e con l'europa, con gli euroinetti) . E' vero che non ho particolarmente gradito l'equazione kouros= pupone con mazzaferrata, e ho dato una stoccatina al tuo Totoro. Ma Lei, signor Kumachan deve  sapere  che i kouroi stranamente non sono particolarmente dotati, come può constatare dall'immagine sotto,sempre che i pixel siano di suo gradimento, mentre i loro glutei effettivamente sono sempre molto sodi, sia perché nel fiore della giovinezza, sia perché di marmo.
    Quanto alle cime nella bolla bisognerebbe chiedere all'autore, a me piace pensare che si tratti di  un uovo geode o una conchiglia da cui nascono la terra e il mare.NotaNon so se il collage si possa definire opera d'arte, comunque l'autore era fondamentalmente un poeta cui piaceva a volta pasticciare col copia e incolla. Tra i suoi collage questo per me è il più suggestivo, perché oltre al mito, rende bene la luce dell'Egeo  Here the light penetrates directly to the soul, opens the door and windows of the heart, makes one naked, exposed, isolated in a metaphysical bliss which makes everything so clear without being known~Henry Miller, The Colossus of MaroussiP.S.Tranquillo tra breve mi vedrai in una nuova foto ( mi piace parlare essendo me stessa), e allora rimpiangerai il pupone;)))http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/e/ea/Kouros_anavissos.jpg/200px-Kouros_anavissos.jpg

    RispondiElimina
  18. Eccovi il pesce d'aprile
    http://www.zeroemission.eu/portal/news/topic/Fotovoltaico/id/16273/Fotovoltaico-galleggiante-italiano-verso-la-Corea-del-Sud 

    http://www.scintec.it/ricerca/energia/ftc.html 

    RispondiElimina
  19. Ecco le prime vittime della politica a dir poco miope  riguardo alle nuove dosi
    http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20120331p2a00m0na010000c.html 

    anche loro si interrogano
    E perché i pesci  catturati lo scorso anno erano considerati sicuri, ma ora non lo sono? 
    http://edition.cnn.com/2012/03/10/opinion/buesseler-fukushima-ocean/index.html 


    http://sugaphoto.com/images/okuaizu-ichi-e.jpg

    RispondiElimina
  20. OT della domenica
    Terzo classificato al campionato mondiale di pattinaggio di figura un ragazzino di 17 anni, di Sendai, Miyagi
    Un fenomeno!

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=18fLcfKlq4c

    RispondiElimina
  21. kumachanTokyo1 aprile 2012 16:05

    Scusate, fatemi capire, anche perche` non posso dare il pdf in pasto a gooogle, i giovani francesi che non lavorano a La Hague hanno piu` leucemie di chi ci lavora?
    Mi ricorda la storia dei bambini di una scuola 40km a nord di Fukushima1 che morivano dissanguati dal sangue da naso e che 5mila operai alla centrale non avevano.
    Beh, la lista e` lunga, ci possiamo aggiungere tutti gli Ucraini ed i cittadini di Hiroshima e Nagasaki sotto ad 1Sv.
    Comunque ringrazio la mappa che dice che a Flammeville i casi di leucemia sono nella norma.
    La domanda sorge spontanea. non e` che hanno fatto come col KIKK in cui non hanno controllato gli spostamenti dei bambini (cosa fatta in altri studi dagli esiti opposti)?
    P.S. c`e` un bel terremoto in questo istante

    RispondiElimina
  22. Le seconde vittime saremo noi con la nostra app che andrà nel pallone con tutti i vari limiti!

    RispondiElimina
  23. kumachanTokyo1 aprile 2012 16:32

    E 2 sono morti cadendo dal letto (su percentuali UK, non conosco le francesi).
    5 dai morsi di un cane.
    2 milioni leggendo grinpis o yablokow

    RispondiElimina
  24. kumachanTokyo1 aprile 2012 16:46

    Certo, al J-Village hanno ballato un po` di piu` con magnitudo 5.9 nella norma.

    http://www.jma.go.jp/en/quake/3/20120401231220391-012304.html 
    Tokyo-Katsushika/Chiba-Matsudo 2JMA, quindi qui sara` stato intorno a magnitudo Mw3,come detto, la norma :)

    E poi mi mancava, erano gia` passate 48ore dal precedente:
    http://www.jma.go.jp/en/quake/20120330134242391-301338.html 

    RispondiElimina
  25. kumachanTokyo1 aprile 2012 17:20

    Madamigella cara, con ossequioso rispetto, ti faccio notare che sei tu che te la sei detta e fatta e sei stata poco graziosa.
    La "mazza ferrata" non era nulla di sessuale! Non faccio battute altrimenti la ri-prendi male.
    Ora guardati il tuo avatar, non la foto grande, proprio gli 8x8 pixel dell`avatar.
    Non vedi che la linea della costa nera, sita ad altezza delle mani sembra un palo tenuto nelle due mani?
    Non vedi che il collage a destra sembra un battente agganciato alla fine del palo?
    Il tutto non sembra una mazza (da gong per evitare strani riferimenti) pronta ad essere usata sulla testa di montblanc?
    Pensavo che tu avessi capito che sono un simpatico orsetto.
    Avevi avuto una brutta giornata?

    RispondiElimina
  26. kumachanTokyo1 aprile 2012 17:24

    P.S. mi auguro che le "
    autorità giapponesi hanno avuto il piacere di tromba"  MENO DI  "tre mesi fa"

    RispondiElimina
  27. kumachanTokyo1 aprile 2012 17:33

    Perche`, come avevamo gia` discusso, i politici hanno fatto politica su di un numero "scientifico" senza basarsi su ragioni scientifiche.
    Basta pensare che ai Lapponi hanno dato un limite sulla carne di renna, di cui si cibano, di 6000Bq/kg ed hanno meno cause di morte del resto della Svezia.
    Non che maggior radioattivita` abbia giovato, erano migliori prima e sono rimasti uguali dopo 26 anni di cesio ingerito.

    RispondiElimina
  28. Io non mi ci abituirei mai!

    RispondiElimina
  29. Non ci sono dubbi che questa mossa sia deleteria per l'economia del Giappone ma secondo me anche per il morale. Io dubito che il Governo giapponese guadagni consenso e fiducia abbassando i limiti, comunque a ciascun paese il governo che si merita (il nostro è stato addirittura rimosso per incapacità).

    Aggiungo due righe di commento su questa frase del secondo articolo:
    "Marine sediments are also collecting radioactive contaminants, exposing
    bottom-dwelling fish, shellfish and other organisms on the sea floor to
    higher levels of contaminants than those in the waters above. Little is
    known, however, about the level of contamination in the groundwater and
    on the seafloor and whether these will be a source of contaminants long
    after levels in the ocean have become diluted to the point that only the
    most sensitive instruments can detect them."


    E' certamente vero che il pesce che razzola sul fondale sia maggiormente esposto al Cesio risospeso dal sedimento e quindi che il pesce di superficie lo sia di meno, tuttavia c'è un secondo fenomeno che si somma a questo. Il pesce tende ad assorbire il Cesio in modo non stabile per il solo fatto di stare in acqua contaminata, al limite tendendo ad assumere la stessa concentrazione massica (Bq/kg pesce) che si ritrova nell'acqua (Bq/kg acqua). E' la catena alimentare pesce-alga e pesce-pesce che causa i livelli maggiori di concentrazione di Cesio nel pesce perchè il cesio assunto come alimento tende a trasferirsi più stabilmente nel tessuto (passa stabilmente la membrana cellulare e segue nella cellula la strada del Potassio) e qui va accumulandosi, cosa che non fa per il semplice stare nell'acqua. Spero di farmi capire :)

    Il problema del pesce di fiume lago causa la ricircolazione del cesio che dalle vallate e monti ridiscende al mare perdurerà almeno sino alla fine dell'anno perchè il ciclo pesce-pesce continuerà ad accumulare rapidamente (almeno sino a maggio-giugno) e scaricherà con passo lungo (80-120gg). E' facile pensare che per FD si ripeta quello che fu per il Mar Baltico e per i fiumi che vi sfociano l'anno successivo a Chernobyl (1987).

    Se poi vi chiedete come mai tutto questo cesio nei fiumi e laghi è facile dare una risposta: pensate alla superficie boschiva, prati, valli dilavate dall'acqua primaverile e pensate quanta poca superficie occupano fiumi e laghi. C'è un fattore di concentrazione del cesio almeno dell'ordine 10-100, maggiore nel relativo sedimento. Il secondo anno sarà molto meglio :)

    SM

    RispondiElimina
  30. Concordo con Duccio che scrive sotto, è una domanda difficile da fare ad un medico. Il caso del mesotelioma-amianto è famoso per la correlazione specifica, anche su lunghissimi periodo. Ma è anche un caso molto fortunato e raro in cui si può dimostrarla. Per molte altre cause non è così univoca la risposta.

    Tra i motivi di questa difficoltà di attribuzione è che le radiazioni ionizzanti hanno meccanismi di danno molto simili ad altri agenti cancerogeni. Ad esempio per il mieloma multiplo si citano tra le cause le RI, alcuni composti del petrolio e altre sostanze chimiche. E poi quanto giocano le concause? Come trattare i casi di un lavoratore radioesposto con la sua storia dosimetrica quando non si sa niente della sua esposizione alle altre possibili cause? Spesso ci sono più domande che risposte.

    SM

    RispondiElimina
  31. Verissimo che il ciclo di La Hague è chiuso, ci mancherebbe. Aggiungo solamente per dovere di cronaca che dai sitoi dove si fa ciclo del combustibile esausto è immesso in ambiente il Kr-85 che sfugge a qualsiasi tipo di filtrazione (gas nobile). Trattasi di immissione pianificata in ambiente come un qualsiasi altro scarico industriale. Il monitoraggio è molto puntuale. Per altro si tratta di un radionuclide veramente innocuo sebbene misurabile.
    La Hague e Sellafield fanno impazzire le centraline tedesce che sono sempre li a tenerli sott'occhio :)
    SM

    RispondiElimina
  32. Hai idea di quanta gente muore in Italia per punture di insetto? Il calabrone fa delle vere stragi.
    SM

    RispondiElimina
  33. Fuori gli scheletri dall'armadio? Io sono iscritto alla LIPU che l'ha giurata a morte al Nucleare (ma non all'eolico).
    Come operatore del settore nucleare italiano sono anche io una specie in via di estinzione (tutelatemi!!)
    SM

    RispondiElimina
  34. Ahahahah ma in inghilterra hanno i letti alti due metri e mezzo, oppure affilano gli spigoli dei comodini prima di coricarsi?

    RispondiElimina
  35. Non ci avevo mai pensato a questa posizione della LIPU. Mi sembra coerentissima :-)

    RispondiElimina
  36. i comodini li affilano per i mignoli!

    noi abbiamo la battuta del letto (non so se si chiama così, intendo la parte opposta alla testata) che è esattamente all'altezza del mio quadricipite. così quando trasporto i bambini da un letto all'altro, al buio e in rigoroso silenzio, e immancabilmente vado a sbattere, mi vengono i lacrimoni e piango sottovoce...

    RispondiElimina
  37. ieri ero a Nizza a guardare la finale femminile,ereticamente ero a tifare la giapponese Mao Asada ma è stato poi bellissimo cantare l'inno nazionale e festeggiare la vittoria della Kostner :-)

    RispondiElimina
  38. kumachanTokyo2 aprile 2012 06:18

    E` da un po` che ha smesso di cadere :)
    Altrimenti se la giocano (quasi) sempre Mao e Kim.
    Come e` vederlo dal vivo? Da brivido (non di freddo!)?

    RispondiElimina
  39. kumachanTokyo2 aprile 2012 06:27

    In UK sono mediamente 106 morti all`anno cadendo dal letto, ho due teorie a riguardo:
    O hanno una versione speciale del Kamasutra.
    O si sono dimenticati di quante bottiglie di birra hanno lasciato ai piedi del letto la sera prima. 

    RispondiElimina
  40. kumachanTokyo2 aprile 2012 06:32

    Me la spiegheresti "
    La Hague e Sellafield fanno impazzire le centraline tedesce che sono sempre li a tenerli sott'occhio "? DANKE

    RispondiElimina
  41. Non mi ricordo se questo video lo avevamo già visto oppure no.
    http://www.youtube.com/watch?v=Wh5TRfW838w

    Apparentemente TEPCO ha capito che è molto più comodo usare Youtube piuttosto che il loro servizio di video.

    RispondiElimina
  42.  accidenti, ci sono "quasi" andato. Abbiamo desistito all'ultimo (dal prendere i biglietti).

    RispondiElimina
  43. AnonimaFrancese2 aprile 2012 09:47

    potrebbero utilizzare unico-lab no???? ;.-) 

    RispondiElimina
  44. Da vaghe esperienze personali nella terra di Albione, la seconda che hai detto, senz'altro.

    RispondiElimina
  45. Piccolo sfogo. Alcuni dicono che Ereditato ha sbagliato, comunque ha perso la fiducia del suo gruppo e quindi si è dimesso. “Viene da chiedersi quando gli eminenti dottori di Galileo 2001 cambieranno anch’essi opinione dinanzi alla realtà.” <- se Ereditato si è dimesso, a uno scienziato che dice una frase così cosa gli si dovrebbe chiedere, direttamente il suicidio per favorire l'evoluzione darwiniana della specie umana?

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/02/nucleare-cento-scienziati-dicono-ancora-campagna-antinucleare-fondata-pregiudizio/201521/

    (PS: non ce l'ho con le sue opinioni, ce l'ho con l'uso della parola "realtà". Uno scienziato per definizione non conosce la realtà, può solo misurarne certi aspetti e dedurne un modello nella speranza che sia accurato e fedele. Avesse detto "... cambieranno anch'essi opinione dinanzi ai dati" mi sarebbe stato decisamente più simpatico)

    RispondiElimina
  46.  Assolutamente d'accordo.
    Su Ereditato (uno dei miei relatori di tesi) la questione la vedo un po' diversa...

    RispondiElimina
  47. kumachanTokyo2 aprile 2012 12:42

    Ma le morti in vasca da bagno [ 1 su 10mila ] sono 7 volte quelle da puntura di insetto  [ 1 su 70mila ] !
    http://everything2.com/title/How+will+I+die%253F 
    Una statistica mi ha colpito tempo fa, negli USA 8mila morti/anno perche` in farmacia leggono male il nome del farmaco sulla ricetta [per via della grafia da medico].

    RispondiElimina
  48. Sono sicuro che ti interessa anche questo:
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120402_02-e.pdf

    RispondiElimina
  49. kumachanTokyo2 aprile 2012 13:28

    Qualcuno saprebbe dirmi di quali studi sconosciuti ad ICRP e WHO parla  "Massimo Zucchetti, docente di Protezione dalle radiazioni al Politecnico di Torino e collaboratore del Mit " dicendo "decessi non immediati, ma ritardati dovuti alla radioattività sono in corso e parlano di migliaia di persone” ?
    SM e compagni di commento, che ne pensate di una persona che ha un ruolo come il suo e fa queste affermazioni dopo aver visto il livello di contaminazione dei tecnici della centrale e della popolazione civile?Se alle prossime vacanze di natale passo dalla signora LENA, mi mettete in un whole-body-scan che tagliamo la testa al toro?

    RispondiElimina
  50.  Mah... il curriculum sembra anche buono (http://staff.polito.it/massimo.zucchetti/Curri_Zucchetti.pdf), ma ha pubblicato per questi signori: http://www.odradek.it/.... che a primo impatto sembrano la Manuzio del "pendolo di Foucault".

    RispondiElimina
  51.  kumachanTokyo  KumachanTokyo:

      Parla del solito, estrapolatissimo linear no-threshold theory, quella famosa teoria sbugiardata dalla pratica ogni volta che venga applicata con serieta', niente di piu'.

      Quanto al "collaboratore MIT"... no big deal... basta fare un lavoro "a quattro mani" con un qualsiasi professore/dottorando del MIT, no big deal... se fosse tutta 'sta roba io potrei firmarmi piu' o meno cosi' (e probabilmente dimentico qualcosa):

      Roberto, collaboratore MaxLab/Universita' di Lund, Brookhaven National Laboratory, Spallation Neutron Source, ITER, SSC, Cornell University/Laboratory for Particle Phiysics, Elettra Light Source, European Synchrotron Radiation Laboratory, Pohang Light Source, ALBA Light Source, Diamond Light Source, FRIB Facility for Rare Isotope Beams, CERN, SESAME Project.

      ... sarei piu' credibile? :-)

      Roberto

    RispondiElimina
  52.  'mazza Toto!... questa di AF si che e' un'idea! A quanto glie lo faresti il cambio yen/Euro? :-)

      Roberto

    RispondiElimina
  53. Le centraline tedesche misurano Kr-85 rilasciato dai due siti di riprocessamento e i tedeschi si incazzano perchè non vorrebbero misurarli causa opinione pubblica piuttosto ostile a queste cose
    SM

    RispondiElimina
  54. OT! OT! OT! Da prendersi con le pinze! OT!
     
    Il pattinaggio artistico sta allo sport come la masturbaz.... sta al sesso. :-)

      ... se non c'e' altro alla TV posso anche guardarlo, ma datemi anche un torneo femminile di curling e mi addormento piu' tardi. Motocross anytime, anche la categoria pulcini moto elettriche...

      'nuff said.

    Fine OT!

      R.

    RispondiElimina
  55.  "The readings exceed the new government-imposed provisional limit, which
    requires that cesium in regular food items not exceed 100 becquerels per
    kilogram."

      Fantastico... per comprare le banane ci vorra' un permesso speciale rilasciato dalla IAEA, per trasportarle dal negozio a casa nella cassetta di piombo.

      Si stanno sparando sulle palle da soli o che? Chi ha deciso dei limiti cosi' ridicolmente bassi?

      Roberto

    RispondiElimina
  56.  "P.S. c`e` un bel terremoto in questo istante [piu` lungo che grosso] ma tutto e` relativo, in Italia saremmo tutti per strada."

      Putroppo devo correggerti: "in Itaia saremmo molti per strada e qualcuno anche sotto la strada, sepolto vivo". :-(

      R.

    RispondiElimina
  57.  Puoi aggiungere al Kr-85 anche il Cs, che puo' essere rilasciato nell'acqua in quantita' che se fosse vero che sono cosi' pericolose meta' dell'Irlanda dovrebbe essere leucemica, C-14 e trizio, tanto trizio ("tanto" per gli standard pseudo-ambientalisti che recitano, sentito con le mie orecchie "ITER usera' 3 kg e 1/2 di trizio, ed un microgrammo di trizio uccide una persona, quindi...", in realta' e' poco e, dimostrabilmente, non e' pericoloso).

       Roberto

    RispondiElimina
  58. Toto, io la soluzione al tuo problema ce l'ho: se non ricordo male hai scritto, tempo fa, che sei alto 1m54cm (nel caso mi sbagliassi chiedo scusa anticipatamente), quindi basta che tu compri i mobili, la prossima volta, per il mercato del nord europa, dove sono tutti rigorosamente alti da 1m90cm in su, e la battuta del letto ti arrivera' a meta' coscia. :-)

      Take it easy, i bambini cresceranno... e non dovrai piu' trasportarli in braccio... sbatteranno comodamente la testa da soli sulla stessa battuta,... been there, done that. :-)

      Roberto

    RispondiElimina
  59.  OK... fuori gli scheletri dall'armadio... sto per liberarmi da un grosso peso sulla coscienza, vi sto per confessare una cosa che non ho mai confessato a nessuno, nemmeno a mia moglie, o a mia madre: nel 2000, quando ho costruito casa, ho pensato seriamente di installare... pannelli fotovoltaici sulla mia casa... alla fine non l'ho fatto solo perche' l'orientazione del tetto non era quella giusta.

      L'ho fatto... me ne sono liberato! Yuppiiiii!!!!

      Roberto

    RispondiElimina
  60.  Certo! Soprattutto se consideri che in UK, dove hanno piu' eolico da piu' tempo che da noi, i principali gruppi ambientalisti che bloccano o rallentano l'installazione di wind farms sono proprio quelli che si occupano di protezione degli uccelli, stanno perfino cercando di bloccare l'eolico off-shore, perche' ucciderebbe molti uccelli migratori.
      Ovviamente sono tutte stupidaggini, perche' il numero di uccelli uccisi da altre cause e' ordini di grandezza maggiore... per esempio le automobili.... una volta io ho ucciso un uccello con la bicicletta, lo confesso (un merlo).

       R.

    RispondiElimina
  61.  Dott. Ing. Grand Uff. Lup. Mann....
    i titoli contano, soprattutto se pubblichi sul corriere/repubblica/il fatto :-)))

    già la dizione "decessi ritardati" a ben riflettere è scorretta. Si dovrebbe parlare di "aumento di probabilità di contrarre una malattia radioindotta", e credo che SM sia senz'altro d'accordo.

    RispondiElimina
  62. Si è vero, ma non confondiamo le formule di scarico per aeriformi (Kr-85 che arriva in germania) con le formule di scarico per i liquidi (che vanno in acqua di fronte ai siti di rilascio). I tedeschi misurano gli aeriformi.

    RispondiElimina
  63. kumachanTokyo2 aprile 2012 14:47

    Ripeto la domanda, forse il sarcasmo che bolliva a 5000 gradi non era evidente.Come puo` un docente di radioprotezione non sapere cosa sia l` ICRP ed il suo modello e come applicarlo?
    Porca paletta, nessun civile si e` avvicinato o si avvicinera` mai ai 100mSv.
    Vi era un adulto vicino a 60mSV perche` per mesi si e` rifiutato di allontanarsi da casa sua a 15km dalla centrale!
    Volendo essere catastrofisti ed applicare l`LNT a chi lavora alla centrale, 9 persone aumentano il rischio di tumore del 2% ed altre 102 dell1%, meno di qualsiasi mangiatore di hamburger.
    Di cui sono 12 quelli che superano i 100mSv di contaminazione interna: 101, 117, 119, 120, 137, 166, 241, 259, 327, 433, 540 e 590mSv.
    ZERO degli attuali e futuri lavoratori. 

    E concludo con un ANUBI perche` sono troppo arrabbiato.
    Passi che abbiamo giornalisti contaballe, quasi passi che ci siano docenti contaballe, ma un docente di radioprotezione contaballe mi manda fuori di testa!

    "Migliaia di morti" dice la bestia.
    "ancora oggi una zona di 30 chilometri intorno agli impianti è off limits" ridice la bestia.
    MinamiSoma (20km) e` sotto 1mSv/anno [meno di qualsiasi citta` italiana] dall`estate scorsa.
    Proprio oggi Tamura e Kawauchi sono state "sbloccate"..."allowing residents to enter freely without taking measures against radiation exposure"
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120402a2.html 
    Ricordate: non avvicinatevi mai ad un orsetto arrabbiato!

    RispondiElimina
  64. Puoi continuare la sequenza per favore, o coincide con la prima?
    1-spararsi NEI coglioni=indica generalmente un senso di panico e abbacchiamento pesante simile a depressione di un soggetto.
    2-spararsi AI coglioni=questo, invece, dà l'immagine di un soggetto INCAZZATO COME UNA IENA UZBE3- spararsi SULLE palle ?

    RispondiElimina
  65. kumachanTokyo2 aprile 2012 14:59

    Tu si`, quantomeno perche` che qualcuno raccati un tonto ogni tanto puo` accadere, ma che tanti raccattino lo stesso tonto non direi :)

    RispondiElimina
  66. kumachanTokyo2 aprile 2012 15:01

    A quanto sembra una ministra idiota.
    Ed altri ancora piu` idioti glielo hanno lasciato fare!

    RispondiElimina
  67. Case per politici
    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201204020003 
    e
    che ne pensate di questi reattori modulari? (mi sembra si fosse toccato il tema ma lo ricordo vagamente)
    http://www.popularmechanics.com/science/energy/nuclear/next-up-in-nuclear-small-modular-reacto 

    RispondiElimina
  68. kumachanTokyo2 aprile 2012 15:04

    TU NON CAMBI I TUOI LIVELLI O TI LINCIO!
    Gia` a 500 sovrastimano i livelli ma sono comunque utili, se me li metti a 100 mi devo vietare carne, verdura e frutta solo per il livello di potassio40!

    Fai un favore agli italiani in Giappone e tieni i vecchi livelli.
    Devo inginocchiarmi?

    RispondiElimina
  69. ho paura che superino la metà coscia e non vorrei uno spigolo un po' più in su!!!

    RispondiElimina
  70. kumachanTokyo2 aprile 2012 15:07

    Credimi, ai terremoti ed alle microgonne 12 mesi all`anno ci si abitua in fretta.

    RispondiElimina
  71.  "Sorry
    we can not find the page you are looking for. " (popularmechanics)
    ???

    RispondiElimina
  72. kumachanTokyo2 aprile 2012 15:17

    Ed ecco cosa ha scritto il corriere proprio del terremoto del mio post "in diretta":
    http://www.corriere.it/esteri/12_aprile_01/fukushima-giappone_9f111ff4-7c09-11e1-95a2-17cafbbd8350.shtml 
    Cioe` riescono a dire nella stessa riga che non e` successo nulla a F1 ma evacuano per 20km, mentre in realta` hanno sbloccato altre 2 citta`:
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120402a2.html 

    Tornando a IL terremoto, molti sbraitano sul "non si possono fare centrali in Italia per i terremoti".
    Ma non gli e` ancora chiaro che se IL terremoto fosse stato a l`Aquila, tirava giu` Torino e Milano e le uniche cose a rimanere in piedi sarebbero le centrali.
    La Tokyo Skytree, 636metri, se ne e` altamente sbattuta del terremoto e non e` nemmeno a forma spaparanzata di Tokyo-Eiffel-Tower e` proprio una colonna stretta.

    RispondiElimina
  73. kumachanTokyo2 aprile 2012 15:24

    http://www.popularmechanics.com/science/energy/nuclear/next-up-in-nuclear-small-modular-reactors?click=main_sr

    RispondiElimina
  74. Interessante, fa riflettere...

      http://journals.lww.com/health-physics/Abstract/2012/04000/Perceived_Risk_of_Nuclear_Power_and_Other_Risks.3.aspx

      R.

    RispondiElimina
  75. No, scusa!... ma dicono veramente "decessi ritardati"? Ma sono ritardati o che?
      "Decessi ritardati" vorrebbe dire, letteralmente, a meno che la grammatica italiana non sia cambiata da ieri sera, che "muoiono piu' tardi"... e se questo fosse vero "dateme 100 Sv tutti pemme'!"... no?

      Proprio volendo, si deve parlare di "anni di vita perduta", years of life lost... chi usa altri termini e' un cazzaro, credo.

       Roberto

    RispondiElimina
  76. Ah!... e' docente universitario? In questo caso si applica la massima seguente:
     
      "Chi sa fa', chi non sa fare insegna."
     
      R.

    RispondiElimina
  77.  toto
    "ho paura che superino la metà coscia e non vorrei uno spigolo un po' più in su!!! "
     
      Beh... vedila in questo modo, nel caso dovesse succedere... come conseguenza forse smetteresti di doverti alzare di notte per accudire altri bambini, no? :-)

      R.

    RispondiElimina
  78.  "riduzione di aspettativa di vita" in effetti, per non parlare di aumenti di probabilità.

    RispondiElimina
  79.  Ah si, ne avevo parlato un po' di tempo fa... piccoli reattori per industrie, in pratica.
    Non mi fido, e non per i reattori in sé, ma per le possibilità di gestione alla cavolo che si aprono...

    RispondiElimina
  80. Alcuni sostenitori estremi del principio di ottimizzazione affermano che se non si svolgono affatto certi tipi di attività il rischio è finalmente minimizzato.
    SM

    RispondiElimina
  81. Credo molto semplicemente che l'aggettivo "ritardati" sia da attribuire a chi afferma queste cose.
    SM

    RispondiElimina
  82. Non era mia intenzione accostare Ereditato con Massimo Zucchetti, sono molto diversi come background e come risultati scientifici e professionali raggiunti. Era solo la similitudine "dici una (presunta) fesseria"-> "come ti dovresti comportare"Ereditato lo "difendo" (passatemi il termine) perché mio cugino è giornalista, su queste cose mi chiama sempre perché non è che ne mastichi tanto e vuole che gliele spieghi, e so che la notizia l'hanno avuta molto prima del comunicato ufficiale, e non è stato Ereditato ma un altro esponente di spicco del progetto a telefonare in redazione e parlare di "risultati sensazionali" e "scoperta epocale" mettendo tutti i quotidiani in agitazione. Non credo che uno come Ereditato abbia bisogno di "avvocatucci" come me a difenderlo, solo che non lo vedo come l'unico uomo nero in mezzo ad un gregge di anime bianche e pure.Dai, confessa, forse che non è stato generoso con la tua tesi? :-P

    RispondiElimina
  83. Tecniccamente no perchè le banane hanno K-40 che non è un nuclide oggetto dei nuovi limiti. Poco importa che sia radioattivo.
    SM

    RispondiElimina
  84. Finché non usano sodio o tonnellate di grafite...

    RispondiElimina
  85. Ah... ma adesso vedo  le cose come sono... e' BertRaglio che cita Zucchetti... spero solo che Zucchetti NON abbia detto una cosa del genere... che BertRaglio prenda fischi per petroliere e' cosa normale... :-)

      R.

    RispondiElimina
  86. kumachanTokyo2 aprile 2012 16:53

    Il che potrebbe anche piacermi se fossimo in una fase pre incidente.
    Ma siamo in fase post e si vuole calcolare morti data una contaminazione di 1Bq/l nelle urine, e per questa contaminazione non esiste una possibilita` al mondo che vi siano morti per i civili con nessun studio al mondo.
    E comunque le radiazioni ionizzanti sono l`unico caso in cui non vi sia un livello ZERO visto che male che vada siamo radioattivi noi, il nostro cibo, la nostra aria e tutto cio` che maneggiamo o che e` vicino a noi.
    Non riesco proprio a tirarti fuori due parole esplicite su di un "docente di radioprotezione"? :)

    RispondiElimina
  87.  Ah... quindi i nuovo il limiti "si applicano solo a radionuclidi che durante la loro catena di decadimento emettano raggi gamma con uno spettro di energia centrato attorno agli 1.6 MeV o 0.6 MeV, e ne sono ESENTATI quelli con energie centrate attorno ai 0.16 MeV"?

       Mah...

        Roberto

    RispondiElimina
  88.  Assolutamente.
    "The ranking of the risk of motor vehicles fell during the 25-y period", appunto. Chissà qual'è il numero di morti su strada e se è aumentato nei 25 anni, che se il Giappone è come Roma andiamo bene.

    RispondiElimina
  89. Guarda, fossimo ad un convegno e sentissi con le mie orecchie una roba del genere chiederei la parola. Ma dopo aver visto giornalisti sbagliare interviste fatte sotto dettatura, mi astengo dal giudicare le affermazioni di un collega, soprattutto su argomenti non semplici.

    Del resto appare chiaro (già da molti mesi) che per FD non sarà possibile distinguere effetti sanitari né precoci né tardivi per cui si entra nella gray-zone delle speculazioni. E qui la mia pazienza di argomentare è finita anni fa.
    SM

    RispondiElimina
  90. http://www.popularmechanics.com/science/energy/nuclear/next-up-in-nuclear-small-modular-reactors

    RispondiElimina
  91. Pare sia la nuova moda, me li trovo sempre tra i piedi
    http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=small-reactors-bid-to-revive-nuclear-power 

    RispondiElimina
  92. come dice Valeriano sotto, uno dei vantaggi è che essendo una scatola chiusa non necessitano di un'isola nucleare per la gestione. Ma allo stesso tempo la cosa rischia di essere presa un po' sotto gamba, nel senso che si potrebbero sottovalutare i rischi. Sarebbe opportuno trovare un compromesso tra piccolo, ma comunque ben servito da una rete di specialisti.

    avevo anche letto di mini-reattori veloci che non necessitavano di refueling per 60 anni. in pratica ti compri il reattore, lo usi per 60 anni e poi lo restituisci alla casa produttrice. Il tutto già compreso nel prezzo. E' chiaro che sembra una proposta invitante, ma vedremo come le agenzie di controllo valuteranno le specifiche di sicurezza.

    RispondiElimina
  93. orsetto, non ti arrabbiare... temo che saremo costretti. continueremo a dire che 100 Bq/kg sono ingiustificati, ma se il ministero dice che sono oltre il limite, noi non potremo che fare altrimenti :)

    o no @Valeriano?

    RispondiElimina
  94. mi viene una curiosità. l'11 marzo 2011 una buona parte delle centrali della costa orientale sono andate in SCRAM automatico causa terremoto. Mi domando, ogni quanto succede una scossa in grado di mandare in arresto d'emergenza un reattore?

    RispondiElimina
  95. L'altro esponente di spicco veniva frequentemente inquadrato nella presentazione a Ginevra...

    RispondiElimina
  96. I nuovi limiti si applicano esclusivamente al radiocesio. Hanno rifatto i conti tenendo conto che se c'è x di cesio, allora ci potrebbe essere anche y di stronzio più difficile da misurare e così via.

    RispondiElimina
  97. Ci sarebbe un bel documento sui sensori di temperatura dei 3 reattori... peccato per la lingua!
    http://www.tepco.co.jp/cc/press/betu12_j/images/120402j0101.pdf

    Avevano sbagliato a misurare i gas nobili nei tre reattori, causa settaggio sbagliato del germanio. Io mi vergognerei parecchio.
    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/2012/1201625_1870.html

    Vi ricordate che Tepco aveva iniziato a togliersi i sassolini dalle scarpe rispondendo ai giornalisti? Ecco un altro caso proprio di oggi.
    http://www.tepco.co.jp/en/news/topics/1201624_2266.html

    RispondiElimina
  98. Dal documento in giapponese mi sembra di capire che si tratta di un errore attorno al 10% (pagine finali) ma potrei non aver capito bene. Se questa è l'entità ci può stare, non è una misura facile. In ogni caso l'affidabilità di Tepco scende di un altro punto.

    SM

    RispondiElimina
  99. veramente emozionante dal vivo,il pubblico è molto sportivo e adora letteralmente le belle azioni,per Carolina c'è stata una vera ovazione alla fine del suo programma e in quel momento hai la percezione di avere visto qualcuno vincere un campionato del mondo. io ero in mezzo ai nipponici ma li ho visti entusiasti ugualmente

    RispondiElimina
  100.  Esatto.
    Sai le infiltrazioni di contaminanti e fusioni di core che avrai senza controllo. Quello veramente è un rischio che non accetterei.

    RispondiElimina
  101. Dimenticando di dire che Cesio e Stronzio hanno chimiche totalmente diverse e se è vero che i due sono correlati sul termine sorgente e forse al primo stadio della dispersione poi ognuno se ne va per i fatti suoi ignaro di quello che fa l'altro.

    Mirano al Cs perchè è facilissimo da misurare e non hanno idea del resto. E' una mossa fatta su convenienze politico-sociali, non scientifiche.

    Io adesso mi auguro che a nessuno degli incapaci che governano nella comunità europea venga in mente di abbassare pure i nostri limiti perchè alcuni di essi lo farebbero molto volentieri.
    SM

    RispondiElimina
  102. Credo che nessuno al mondo abbia mai misurato prima d'ora la temperatura e i "fumi di scarico" di tre reattori nucleari fusi. In una situazione simile d'incertezza, mi tranquillizza di più sapere che gli errori sono apertamente cercati, divulgati e corretti ;)

    RispondiElimina
  103. kumachanTokyo3 aprile 2012 07:41

    LA domanda sorge spontanea, ma veramente per 60 anni tubazioni, evaporatori e turbine (le prime cose che mi vengono in mente) non avranno bisogno di manutenzione?
    Sul fatto che reattori veloci compatti siano costruibili non ho dubbi visto che li usavano sui sottomarini da attacco ALFA russi.
    Un bel gioiellino, reattore veloce e scafo in titanio!
    Piccola rottura, tenerlo caldo (liquido) esternamente mentre era fermo al porto.

    RispondiElimina
  104. kumachanTokyo3 aprile 2012 07:53

    Grazie della risposta, non mi attendevo niente di meno e l`ho piacevolmente letta.
    Mi sa che uno dei prossimi giorni gli scrivo e ti metto in Bcc assieme a Robert e Totoro.

    Riguardo alle "zone grigie" io sono uno che ritiene che se mi devo aspettare 1milione di morti (+ o - 1%) in 20 anni [senza radiazioni], e dopo venti anni ho 1milione di morti +0.6% con radiazioni, vuol dire che non vi sono stati effetti... in modo "bianco". :)

    RispondiElimina
  105. Bambini di Chernobyl ne abbiamo ospitati tanti negli anni passati. A qualcuno ho fatto anche rapidi check di contaminazione interna da Cesio e ne sono risultate incorporazioni croniche ma di livello assai basso. Sono stati visitati da un medico specializzato in radioprotezione con particolare attenzione alla tiroide.

    I loro problemi principali sono: cure dentistiche e fame. Adorano la pastasciutta.

    Il famoso mare di Trento ...

    RispondiElimina
  106. No, mi riferisco alle pagine 29-32 del link che riporti nel commento qui sotto (il secondo). Scendi la pagina e trovi il PDF da 1.5MB di 32 pagine di cui qualcosina si intuisce nelle tabelle finali
    SM

    RispondiElimina
  107. Guarda, non ce l'ho particolarmente con Ereditato e ci credo che non sia stato lui a sparare la notizia della "scoperta epocale". Mi piacerebbe sapere chi a questo punto, ma magari passiamo in via privata per non fare nomi qui. E sicuramente non è l'unico "uomo nero", se poi pure "nero" lo è, lui personalmente.

    Più che altro, la prima cosa che ho pensato è: questi passano 6 mesi a cercare una possibile spiegazione alla misura prima di renderla ufficiale e non vedono un problema di sincronizzazione e cavetti, che è un aspetto cruciale dell'esperimento?

    Per rispondere all'altra domanda, con la tesi in sé è stato "generoso" ;-) è il "dopo tesi" che non mi è andato troppo giù.

    RispondiElimina
  108. Daniele, via email, mi dice che è in arrivo una forte perturbazione sulla costa orientale Giapponese. Domanda ai lettori dall'estremo oriente: sta già piovendo?

    Temo per altre infiltrazioni di acqua piovana...

    adesso scappo che sono presissimo, a dopo!

    RispondiElimina
  109. kumachanTokyo3 aprile 2012 12:21

    Che dire, a Kobe 5cm in 1 ora.
    In previsione della pioggia e soprattutto del vento mi son preso un ombrello in un hyaku-en (100yen 90centesimi) shop che e` andato regolarmente distrutto.
    Presumo passi in un paio di ore sopra a Daniele ed in nottata/mattina per Fuku1.

    RispondiElimina
  110. kumachanTokyo3 aprile 2012 12:40

    Come predetto e pre-detto, grazie ai reattori spenti e nonostante l`aumento in bolletta ai contratti "industriali", le aziende elettriche nipponiche fanno una bella perdita di 18.3miliardi di dollari.
    http://www.asahi.com/english/TKY201203310300.html 

    RispondiElimina
  111.  Toto: a giudicare dalla foto sul sito di NHK, un camion/TIR rovesciato dal vento su un fianco... direi che "sta gia' piovendo?" e' una domanda, come dire?, diminutiva? :-(

       R.

    RispondiElimina
  112.  MIrava basso quello che faceva le riprese? :-)

       R.

    RispondiElimina
  113. kumachanTokyo3 aprile 2012 16:33

    Padre Totoro, perdonate perche` ho peccato, non dovevo aprire la pagina del drogato quotidiano.

    Ho letto tanti insulti a Veronesi, bambini giapponesi deformi, mangiatori di lattuga morenti, francesi ridotti alla fame dall`alto costo del nucleare ed ho mangiato il "frutto broibito" postando.Datemi l`assoluzione padre e divertitevi a vedere le reazioni dei "NON COLLUSI E NON  IGNORANTI".
    [si nota perche` e` un papiro da mezza pagina]

    Santa Pandina, piena di grazia, prega per noi orsetti peccatori...

    RispondiElimina
  114. kumachanTokyo3 aprile 2012 16:49

    Infatti avevano fermato (temporaneamente) anche degli Shinkansen ed avevano avvertito che anche la linea normale avrebbe potuto essere fermata.
    Una volta si e` capottato proprio uno shinkansen, per 360km/h di vento.
    Zero morti e zero feriti.
    E pensa che shin-kan-sen nuova-larghezza-linea(via)  e` la ferrovia con assale delle ruote piu` lungo per renderlo piu` stabile e sicuro.

    Quando hanno presentato lo shinkansen per l`appalto in Australia (voluto dai verdi) hanno fatto una presentazione di 10 secondi: "Shinkansen, in 46 anni (sto andando a memoria) zero feriti e zero morti".

    Poi i cinesi con l`alta velocita` 100% made in China, che tradotto vuol dire "locomotori giapponesi e gestione della rete tedesca riadattata", si sono schiantati quasi subito.

    RispondiElimina
  115. Penso Disqus oggi abbia cancellato due messaggi. Uno di toto che mi chiedeva se mi stavo riferendo ad un certo PDF e la mia risposta. Però nel mezzo ho anche perso la connessione continuamente in ufficio, per cui non saprei dire.

    E' una giornata storta già di per sé. Per chiuderla ancora peggio allego questa news
    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120403_31.html

    Intendiamoci, io non è che sia in fermento per la ripartenza dei reattori giapponesi (se non fosse per una certa scommessa) ma vedere come i politici entrano in decisioni critiche senza avere idea di quello che stanno dicendo mi disturba parecchio. Mi ricordano gli anni di attraversata del deserto quando un certo pecoraro pontificava in Italia.

    SM

     

    RispondiElimina
  116. In effetti se è vera quella del cavetto, sembra più un film di Stanlio e Ollio. Credo che la "verità" la sapremo solo dopo che LHC sarà di nuovo a regime.

    Per il dopo-tesi ti capisco, il mio correlatore non si è mai degnato di ricevermi dopo la tesi, mi ha dato appuntamento sapendo che venivo da fuori Milano apposta per lui perché volevo ringraziarlo e portargli un pacco di cioccolatini, e non si è neanche presentato all'appuntamento. Alla fine è stata un'esperienza, non mi ero mai concesso il lusso di comprarmi i Godiva per me, e devo dire che sono cioccolatini davvero buoni ;-)

    (per il privato se hai FB o LinkedIn aggiungimi pure)

    RispondiElimina
  117. AnonimaFrancese3 aprile 2012 21:01

    si aspettano forti venti e il lavoro con le gru è sospeso. si operano rinforzi su coperture dei reattori . 
    http://www3.nhk.or.jp/news/html/20120403/k10014177241000.html

    RispondiElimina
  118. AnonimaFrancese3 aprile 2012 21:10

    si sente il vento---
    http://pon.bex.jp/all3.html

    RispondiElimina
  119. Cappottino e cappellino!

    RispondiElimina
  120. l'ho notato perché era seduto in prima fila di fianco al mio amico di Padova...

    RispondiElimina
  121. è tutto il giorno che recito litanie... quindi sei ovviamente perdonato!

    RispondiElimina
  122. ho visto la tua risposta, ma dal cellulare perché oggi è stata una giornatina da mani nei capilli.

    Non posso che provare la tua stessa sensazione di disorientamento: ci sono fior fior di tecnici e specialisti che hanno dedicato una vita di studio ad un certo argomento. Nonostante ci sia un organo competente decidono di affidare la stesura delle norme di sicurezza ad un politico.

    RispondiElimina
  123. boh, mi sembra il posto giusto per postare questo link:
    http://transatomicpower.com/company.php
    Guardate questo video. Non è uno scherzo. Magari questa tecnologia non decollerà mai... ma questi ragazzi hanno il fegato di proporla.
    Ah siamo negli USA, certo... immaginatevi questa scena in Italia...

    Un saluto

    Drugo

    RispondiElimina
  124. Troppo bello per essere vero! (comunque c'è il sale fuso -il sodio che voleva Duccio Gasparri, no?)
    Alti belli biondi giovani bravi e fra poco ricchi. Il loro modello di business è  to license the design of reactors rather than build plants. 

    RispondiElimina
  125. La tempesta sembra essere passata, a Onogawa c'è stato un abbassamento di tensione che ha arrestato il raffreddamento di una piscina per il combustibile. 20 minuti e poi tornato tutto come a posto.
    http://www.japantoday.com/category/national/view/storn-briefly-halts-cooling-system-for-fuel-pool-at-onagawa-nuclear-power-plant
    Se leggete i commenti all'articolo, prendetevi un calmante, potreste rompere monitor del PC.

    Mi preoccupa di più la situazione a FD, dove l'acqua piovana potrebbe essere tornata a riempire gli scantinati e tutte le gallerie. Non ho trovato nulla di ufficiale a riguardo, di solito lo stato dell'accumulo dell'acqua viene presentato il mercoledì con i dati rilevati il giorno precedente. Quindi temo dovremo aspettare un'altra intera settimana.

    RispondiElimina
  126. Nitrogen injection stop at Fukushima No. 1 nuclear power plant 1-32012.4.4 12:43 According to the Nuclear and Industrial Safety Agency Ministry of Economy, Trade and Industry, that around 55 minutes at 10 am on May 4, nitrogen has not been injected into the No. 1 through 3 of the primary first Fukushima Tokyo Electric Power Company has been confirmed, and proceed recovery TEPCO that. That no major changes in the hydrogen concentration in the reactor. According to the NISA, about 55 minutes at 10, important in the seismic isolation building workers, it was confirmed that the value of the total nitrogen flow rate of 1 to 3 Unit is set to zero. We investigated the nitrogen supply device, the compressor was stopped. Are currently preparing to launch the device for backup. The reactor of Unit 1 to 3, 19 to 42 cubic meters of nitrogen per hour has been injected in order to prevent a hydrogen explosion. Good hydrogen concentration is no major change in 0.2%, to reach more than 4% caused a potentially explosive atmosphere, that there is a margin of about 30 hours.Trd.Google

    RispondiElimina
  127.  La mia vittoria e' sempre piu' vicina! A fine 2012 in Giappone non ci sara' un solo reattore in funzione.

      Pecoraro Scanio? No grazie, abbiamo gia' dato... :-(

      R.

    RispondiElimina
  128.  "giornata da mani nei capelli"?
      Ma cos'ha sto benedetto ciclotrone che non va, di continuo? Farsi un bel linac superconduttore mai, eh? :-)

      R.

    RispondiElimina
  129.  Eh no!... Cappellino con tempesta mai!... cosi' come mai ombrello con tempesta... e te lo dice uno che si e' fatto 5 anni di universita' a Trieste, l'Istituto di Fisica era piazzato in mezzo al Corridoio della Bora, refoli a 150 e anche 200 km/h e piu'... che quando i Marsigliesi mi dicono "che il mistral ce l'hanno solo loro" mi scompiscio dalle risat, in confronto e' un "borino"... si riconoscevano gli studenti fuori sede, da fuori Trieste, perche' avevano tutti le ombrelle rotte nei giorni di pioggia con bora, "i furlani de udine".
      Ah... bei tempi! :-) ... oggi sono un po' nostalgico, scusate l'OT.

      Roberto

    RispondiElimina
  130.  "Quando hanno presentato lo shinkansen per l`appalto in Australia (voluto dai verdi) "

      I famosi "verdi" australiani, quelli che sono pronti ad immorlarsi contro il nucleare ma vogliono i treni elettrici per i quali l'elettricita' e' prodotta da centrali a carbone, che l'Australia esporta in tutto il mondo, principalmente in Cina e Giappone?
      Di quei "verdi" li stai parlando?

      Roberto

    RispondiElimina
  131. kumachanTokyo4 aprile 2012 09:01

     A quel che ho visto dai radar meteorologici le precipitazioni sono state maggiormente all`interno del paese.
    Ma aggiornaci appena tepco sforna i dati ufficiali :)

    RispondiElimina
  132. Anche chi "evangelizza" il LFTR (Liquid Fluoride Thorium Reactor) parla della possibilità di "bruciare" le attuali scorie.
    Questo mi pare un reattore basato su principi simili (entrambi a sali fusi), ma specializzato solo in quello.

    Ottimo comunque, penso che questo tipo di tecnologia in futuro soppianterà quella classica a combustibile solido.

    RispondiElimina
  133. Notizia fresca fresca: Japan to lift entry ban on some Fukushima cities

    In breve permetteranno l'ingresso libero diurno nelle zone sotto i 20mSv/y, mentre fra 20 e 50mSv/y l'ingresso sarà permesso solo se necessario per un breve periodo.
    Oltre sarà possibile entrare solo con protezioni e dosimetri solo per interesse pubblico.

    RispondiElimina
  134. In realtà questo design è in giro da tipo 50-60 anni, ma aveva un problema sostanziale per l'epoca: non produceva plutonio per le bombe atomiche, e quindi non riduceva il sussidi del governo. Oggi fortunatamente la situazione è cambiata, e spero che veramente si sperimenti con questo reattore perché a me sembra uno dei più promettenti (ed è vero che può bruciare rifiuti, così come può bruciare Torio). Il vero ostacolo è che il sale fuso arriva a 1000-1500 gradi, e solo ora si stanno scoprendo leghe metalliche capaci di contenere queste temperature per lungo tempo (per darti un'idea, gli alti-forni per le fonderie erano fatti principalmente di mattoni pieni, e tipo ogni mese si spegneva tutto e si mandava una squadra di muratori a rimuovere il primo strato di mattoni e rimetterne uno nuovo, ma per un reattore nucleare non è proponibile).

    Comunque il sale che mettono in questo reattore non è il sodio ;-) Ci sono pazzi furiosi che vogliono costruire reattori pieni di tonnellate di sodio fuso, e se le cose vanno storte come a Fukushima o Chernobyl e tocca gettargli sopra acqua per raffreddarli, ecco cosa succede quando il sodio entra in contatto con l'acqua:

    http://www.youtube.com/watch?v=MTcgo46nxNE&feature=fvwrel

    In quel caso io veramente scappo in un altro continente

    RispondiElimina
  135. Ecco hai fatto la frittata. Guardare questo video mi ha fatto deprimere, io emigro negli States ...

    In Italia babbioni come Veronesi (circa 85 anni) supportano il nucleare. Vedere due ragazzi (freschi di MIT) parlarne apre il cuore. Notate la frase dello speaker quando dice "giovani che leggono e capiscono le carte", cosa che ci riporta al mio commento di ieri sera sui politici.

    Sali fusi non è tutto nuovo, se ne parla da anni anche con applicazioni power-generating. In Russia ci sono anche dei prototipi sperimentali già in esercizio. Si va verso la filosofia di sicurezze passive GenIV dove se si spegne tutto non succede un bel niente. E' tutto attuale. E' il futuro e lo dice un 42enne che sarebbe già "vecchio" per questa nuova generazione di persone di domani.

    Impianti come questi presuppongono però società in cui il cervello della gente è utilizzato per gli scopi originari datici da madre natura (pensare). Non tutte le società del pianeta sono allineate a queste idee.
    SM

    RispondiElimina
  136. Beh io ho pensato sale= sodio, scusa l'ignoranza!

    RispondiElimina
  137. Nell'articolo non dicono se i generatori di emergenza siano entrati in funzione oppure no. Dicono solo che in 20min hanno ripristinato il sistema base.
    SM

    RispondiElimina
  138. Dai, non fare l'husky triste, ci spezzi il cuore...
    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/30/Husky_boenisch_2005.jpg

    RispondiElimina
  139. standing ovation!

    RispondiElimina
  140. Appunto, anche noi qui abbiamo la bora e a volte dondola la casa... voglio dire non ne facciamo una tragedia di questa tempesta, non possiamo accendere la candelina ogni volta che tira vento e pregare che non cada la copertura del reattore 1 o non si allaghino i sotterranei quando piove... E' tutto nel conto, comprese le frequenti scossette  da 6 Richter... Quarant'anni poi sono molti, a volte ho l'impressione che stiamo assistendo a un disastro al rallentatore.

    RispondiElimina
  141. Riparte Rokkasho
    http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/national/archive/news/2012/04/04/20120404p2g00m0dm042000c.html 

    La Tepco rifiuta per la quarta volta i trucioli di legno proveniente dalla prefettura di Fukushima
    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T120403005212.htm 

    RispondiElimina
  142.  E' in casi come questi (mi riferisco i commenti dei lettori) che mi convinco che la gente comune non deve sapere tutto. Non ha i mezzi necessari, c'è gente che ha studiato e pagata per fare quello che deve fare.
    La popolazione dovrebbe sapere giusto l'essenziale e solo se ci sono conseguenze sulla gente comune.

    RispondiElimina
  143. Ringraziando il cielo i commenti sotto i post su giornali decisamente di parte non sono un campione rappresentativi de "la gente"! ;)

    RispondiElimina
  144. La pioggia diretta non riuscirebbe mai a riempirli, il più è sapere se ci sono canali di scolo sufficienti, tra quelli intasati dai detriti, quelli che hanno chiuso loro per limitare la contaminazione del mare... immagino che Tepco non abbia mai pubblicato nulla sulla situazione dei canali di scolo, vero?

    RispondiElimina
  145. Non ci metterei la mano sul fuoco...
    Ma io sono un pessimista.

    RispondiElimina
  146. E già sei stato largo di manica :)
    SM

    RispondiElimina
  147. La ripartenza di Rokkasho plant è una di quelle notizie che pesano parecchio. Anticipa i tempi e non aggiungo altro ...
    SM

    RispondiElimina
  148. Già che è venuta fuori la cosa dei reattori a combustibile liquido, mi viene un dubbio: avranno fatto delle simulazioni sulla fluidodinamica per essere sicuri che il combustibile non diventi critico o supercritico come nell'incidente di Los Alamos? ( http://en.wikipedia.org/wiki/Cecil_Kelley_criticality_accident )

    RispondiElimina
  149. Si, Monju va a sodio, e ha funzionato talmente bene che pensano di costruirne addirittura delle altre. I due tetrafloruri sono stati proposti come possibili combustibili (questo design sembra un po' la macchina di Ritorno al Futuro 2 0 3, in cui apri il carburatore, metti dentro una lattina e una buccia di banana prese dal primo cassonetto dei rifiuti, e quella ti fa la reazione nucleare)

    RispondiElimina
  150.  chapeau!
    Non riesco a vedere il filmato da qui, pero' mi sembra che non ci siano molti dati tecnici in giro.
    Non ho trovato che sali intendono utilizzare.

    RispondiElimina
  151. Direi proprio di si :)
    SM

    RispondiElimina
  152. Ottimo punto, visto che in genere i MSR in giro (compreso il MONJU) sono Molten Salt Cooled e non Molten Salt Fueled.
    Spero di no ;-)

    RispondiElimina
  153. Prova a chiedere ai tuoi colleghi macchinisti come vedono una sostituzione di septum, e poi vedi se non si mettono le mani nei capelli!

    RispondiElimina
  154. Stavo guardando il video questa mattina, poi a casa mia c'è stato un blackout e mi sono perso il finale...

    BTW, ho un collega americano il cui padre ha lavorato al progetto dell'aereo a propulsione nucleare, che è poi fallito prima di avere in effetti qualcosa di funzionale. Con il prezzo della benzina, mi sa che ci farei un pensierino alla Ford Nucleon!

    RispondiElimina
  155. In realtà hanno appena finito l'indagine di tutte le gallerie tecniche. Alcune contenevano pozze di acqua leggermente contaminata la cui origine potrebbe essere meteorica e la contaminazione provenire da fallout e dilavamento. Partendo dalla più contaminata, stanno svuotando tutti gli accumuli.

    RispondiElimina
  156. e poi, intendiamoci, 20 minuti, per una piscina, non sono una grossa mancanza. Vorrei sapere cosa prevedono le specifiche di impianto.

    RispondiElimina
  157. io sono stato dalla seconda notizia, che catalogherei tra quelle a doppio taglio. Cioè se TEPCO avesse accettato di bruciare il legno di Fukushima giustificandosi dicendo che tanto il cesio è sotto i limiti di legge, allora si sarebbe detto che stanno aggiungendo contaminazione alla contaminazione. Non hanno accettato, ma comunque bisogna criticarli.

    Il mio parere personale è che avrebbero comunque dovuto bruciarli e, le ceneri che sicuramente concentrano il cesio, andrebbero trattate come rifiuto e isolate.

    RispondiElimina
  158. non conoscevo quel particolare incidente. Molto interessante la tua riflessione.

    RispondiElimina
  159. Ok ma il spero di no (o di si, a seconda) significa: "considerando il combustibile, se anche si concentrasse tutto in un punto non ci sarebbero problemi", oppure "la struttura interna del reattore non dovrebbe permettere geometrie "non volute""? Sono due cose parecchio diverse ;-)

    In attività penso ci sarà sufficiente movimento da tenere il tutto agitato, magari qualche corrente potrà creare punti più attivi ma penso che nel totale del reattore non si noterà più di tanto. Più che altro mi preoccupa la fase di shut down in cui il sale + combustibile va in uno o più recipienti a raffreddarsi: come essere sicuri che la concentrazione tra recipienti sia uguale e non si concentri tutto in uno o pochi? Il sale raffreddandosi dovrebbe solidificarsi, ma cosa viene prima, la solidificazione del sale, o la sedimentazione del combustibile? E la pompa che "ripompa" il combustibile nel reattore?

    Scusate, piccole paranoie da giornata uggiosa :-)

    RispondiElimina
  160. Non l'ho trovato neanch'io... ma immagino sarà qualche composto a base di Fluoro (o almeno, spero)

    RispondiElimina
  161. mamoru_giappopazzie4 aprile 2012 20:35

    A proposito di Monju, simpaticamente dalle mie parti si direbbe "va che brucia..."

    Scusate, ma non ho resistito visti i casini immani che sono riusciti a combinare a suo tempo e pure almomento del riavvio dopo 15 anni di fermo... =)

    RispondiElimina
  162. mamoru_giappopazzie4 aprile 2012 20:40

    Se ancora non esiste qualcuno dovrebbe creare un plugin per NASCONDERE i commenti i ncalce agli articoli di giornale.

    Se ben ricordi un recente post del certo blog di cui siamo entrambi lettori, casi simili rientrano appieno ne "i microfoni di radio subnormale"...

    RispondiElimina
  163. Fresca fresca eh Rob?
    http://english.kyodonews.jp/news/2012/04/150768.html

    ;
    SM

    RispondiElimina
  164. ;-)  si all'inizio anche a me ha fatto l'identico effetto... che abbiamo fatto di male in italia....ma sapere che accadono queste cose alla fine mi solleva il morale... la Gen IV sarà un bel regalo per i nostri figli.

    A proposito di LFTR:
    http://flibe-energy.com/

    RispondiElimina
  165.  ...provo a chiederlo a loro:-) ........

    Drugo

    RispondiElimina
  166. AnonimaFrancese4 aprile 2012 23:55

    qui ci leggono sicuro .))) assieme a Tepco 
    http://www.simplyinfo.org/?p=5619

    RispondiElimina
  167. kumachanTokyo5 aprile 2012 02:56

     Ma noi (perdonate il noi) non siamo nella categoria CONTABALLE!!!!

    RispondiElimina
  168. kumachanTokyo5 aprile 2012 03:02

     Qualcuno aveva dubbi?
    Il Giappone non funziona in estate con le vendite delle auto a +70% (un indice a caso con numeri non a caso) senza reattori.
    Oltre a rimetterci un fracco di soldi a tenerli spenti.
    Solo il defunto Kan tenta di farsi un gruppo/fondazione pro FV in un paese MONSONICO.

    RispondiElimina
  169.  Perdite  osmosi inversa/ ferma Sally

    http://ex-skf.blogspot.com/2012/04/water-leak-again-at-fukushima-i-nuke.html Tepco:1.6E+6 Bq/m3 of Tritium was measured from a deep well (è poco o molto?)http://fukushima-diary.com/2012/04/tritium-spreads-underground-of-fukushima-plant/ ( patti chiari amicizia lunga, se vi fa schifo la fonte semplicemente non leggete)

    RispondiElimina
  170. Io non canterei vittoria, ancora non è sicuro niente

    RispondiElimina
  171. è la conferma della nostra teoria... Bene vuol dire che i messaggi importanti per TEPCO dobbiamo scriverli più in grande e in grassetto!

    RispondiElimina
  172. Non capisco se la perdita al sistema ad osmosi inversa è nuova o vecchia. Nel titolo "dice update" e la descrizione è identica a quella del precedente incidente. Ripeto quanto detto precedentemente: devono stare più attenti e fare meglio questi lavori. Non solo perdono di credibilità, ma adesso è anche una questione di saper fare il loro lavoro o meno. Insomma errare è umano, ma perseverare è diabolico. 

    Per la seconda notizia, mi stupiva che TEPCO avesse espresso la concentrazione in Bq/m3, di solito lo fa in Bq/cm3, e infatti il numero è stato prontamente convertito perché così "appare" più grande, anche se in realtà è esattamente lo stesso. In cm3 è 1.6Bq/cm3

    Dice che la volta precedente era ND, ma manca un parametro importante: la quantità minima rivelabile in quel campione, perché visti i numeri in ballo, potrebbe essere non molto lontana. E poi come sempre le incertezze che specie nella misura del trizio potrebbero non essere banali. 

    Tanto o poco? Ti consiglio questo documento delle autorità canadesi http://nuclearsafety.gc.ca/pubs_catalogue/uploads/info_0766_e.pdf
    Il limite fissato dal WHO per l'acqua potabile (nota il potabile) è 10mila Bq/l. 1 litro è 1 dm3 = 1000 cm3. Quindi la quantità trovata è 1600 Bq/l (vi prego controllate l'equivalenza che sono ancora addormentato). Risultato sarebbe potabile per WHO.

    Ma il limite cambia anche di molto da Paese a Paese? Leggi la nota per l'EU dove il limite di potabilità è 100 Bq/l

    The 100 Bq/L parameter is effectively a screening value, providing an indication of the possible presence of other, potentially more harmful, artificial radionuclides discharged into the environment. Both the tritium concentration and the total indicative dose have a similar status, indicating a potential radiological problem when exceeded, and should not be regarded as limit values [ISTISAN, 2000].
    For example, in the implementation of these principles in the United Kingdom, if the level of tritium is above 100 Bq/L, further investigation is triggered and action may be required [DWI, 2005]. The relevant guidance states:
    “Tritium can also be an indication of contamination from artificial sources and water companies should take actions to investigate the source of any exceedence of the indicator value. If the indicator value is exceeded additional analysis should be undertaken to establish which isotopes are present and the total indicative dose calculated from the individual isotope concentrations. If the total indicative dose exceeds the indicator value of 0.10 mSv/year, appropriate medical advice should be sought. The specification for total indicative dose is expressed in terms of the dose over a year. In interpreting the results of radioactivity monitoring it is necessary to take account of the variability in activity levels over time. Some water sources are likely to show seasonal variation due to natural processes. In addition, any short term increase in radionuclides that may result from radiological incidents should be assessed against guidance for food and liquids, within guidance published by the former Department of the Environment (Civil Emergencies involving radioactive substances).” 
     

    RispondiElimina
  173. Purtroppo è una perdita nuova, la riporta molta stampa giapponese, ecco NHK news web 
     12 tonnellate in più contaminata deflusso dell'acqua verso il mare5 aprile 9:13 minutihttp://www3.nhk.or.jp/news/html/20120405/k10014233041000.html 

    Ecco la foto Asahi
    http://nt0.ggpht.com/news/tbn/oDwB0rmwHoIGXM/0.jpg

    RispondiElimina
  174. Troppe perdite, veramente no buono!

    Nello specifico il trizio non è tanto e comunque non conta molto, è uno dei radionuclidi meno dannoso che ci sia. Normalmente i reattori di potenza ne rilasciano parecchio in mare/fiumi, secondo formule di scarico pianificate. Dalla stessa tabella mi focalizzerei sugli altri che sono sempre più rilevanti. Come al solito le misure mancano dell'incertezza che secondo me è confrontabile con il valore della misura.
    La notizia rilevante sarebbe però la propagazione di acque "contaminate" sino a 500m dagli impianti. Bisogna vedere quanti metri di distanza dai tubi/contenitori dell'impianto di trattamento acqua, perchè è probabile che arrivi da li. La ragnatela di dotti, pozzi, scoli, etc. si sta rivelando un puzzle!

    SM

    Domanda: Sally è un altro sistema che mi sono perso oppure è sempre Sarry?

    P.S. mah, io le fonti le leggo comunque. Se leggo Gen4 e il fattoquotidiano non mi dispiace nemmeno leggere fukushima-diary. In fin dei conti a suo modo è sempre attento a darci ogni tipo di news.

    RispondiElimina
  175. Caro toto. 27 paesi della comunità europea ciascuno con i suoi limiti nonostante le direttive europee siano uniche.
    L'europa è uno strazio, ogni decisione è lasciata alla sovranità degli stati membri. Noi italiani che siamo i "migliori" in questo campo abbiamo i limiti (per radioattività) più bassi. Alcuni materiali di scarto (anche naturali) di uso comune che qui da noi sono radioattivi vanno in Germania e li vengono semplicemente buttati perchè non radioattivi.

    Esiste uno Spread anche sui limiti per definire cosa è radioattivo e cosa non lo è.

    ;
    SM

    RispondiElimina
  176. AnonimaFrancese5 aprile 2012 09:36

    ahahaahahah brava Gio ;.)))))))))

    RispondiElimina
  177. Poco o molto?

      http://www.irsn.fr/EN/Research/publications-documentation/radionuclides-sheets/Documents/Tritium_H3_v1.pdf
     
      A meno di errori 1.6E+6/m3 fanno 4.4 nanogrammi di Trizio per metro cubo... fanno 1600 Bq/litro... certo che bersi un litro di quest'acqua, se ha veramente quelle concentrazioni, potrebbe non far tanto bene alla salute, e' anche vero che ci sono terme per curarsi dove la gente beve acque con 1000 e piu' Bq/l di radon... ma quella e' altra cosa, immagino...
      Ad ogni modo, la diluizione fara' il resto, penso... secondo il documento che ho linkato sopra dal centro di riprocessamento di La Hague hanno emesso nel solo 1999 dell'ordine di 1.0E16 Bq di acqua triziata, che farebbero 10 milioni di metri cubi di acqua di Fukushima...

      La dose efficace assorbita ad una persona che si immergesse in quest'acqua e' data in

      http://www.anccli.fr/content/download/2027/32662/file/Fiche%20tritium%20IRSN%20INRS.pdf

      ma il calcolo e' ben piu' difficile (per me, magari SM o altri riescono a farlo in due minuti)...

       Roberto

    RispondiElimina
  178.  Eh, SM!... cosa vuoi che sia? Noda chiede, i sindaci locali diranno "niet!"... vinco io, a mani basse, come dicono negli iuessei! :-)
      Nessun reattore in funzione a partire da maggio prossimo.

      Roberto

    RispondiElimina
  179.  Bisognerebbe vedere il brevetto per rispondere a queste domande,e per ora lo tengono sufficientemente segreto mi sembra.

    Il mio "spero di no" era pero' molto più terra-terra: se non le hanno fatte, significa che c'è ancora parecchio lavoro da fare davanti, e non mi dispiacerebbe riuscire a entrarci :-)

    RispondiElimina
  180.  Enno', cicciobellorsettodimammeta!... nessun reattore in funzione a partire da maggio... ga-ran-ti-to!
      Quanto al FV, anche se volessero rimpiazzare il 50% solo dell'elettricita' prodotta dai 55 reattori in 10 anni, dovrebbero installare 11 GWp/anno, ogni anno, e comunque tenere riserve "calde" di centrali termiche per le notti ed i periodi in cui il FV non genera, come per esempio i periodi monsonici, che non durano qualche ora, ma settimane, no?

      Ah... ovviamente senza "incentivi" succulenti come da noi, nessuno sano di mente installera' neanche un pannello, figurarsi...

      R.

    RispondiElimina
  181. Mi sembrava una faccia conosciuta, quell'incidente... Senz'altro interessante e istruttivo.

    RispondiElimina
  182.  "( patti chiari amicizia lunga, se vi fa schifo la fonte semplicemente non leggete)"

      Enno', cicciabella, tu TI ASSUMI TUTTE LE RESPONSABILITA' DEL CASO... non puoi tirare il sasso e nascondere il braccio! :-)

      R.

    RispondiElimina
  183.  Infatti, un combustibile liquido e' probabilmente l'ultima cosa che uno vuole avere se reazioni come quelle sono possibili... il solo incidente recente che abbia ucciso persone in ambito nucleare e' quello di Tokai-mura, del 1999 se non ricordo male, che avvenne proprio mentre dei tecnici poco esperti miscelavano dei liquidi.

      Roberto

    RispondiElimina
  184.  Ehi, ho appena bevuto un caffe' al settimo piano... c'era una copia di Physics Today di marzo che parlava proprio di Rokkasho, un articolo di Franck von Hippel un noto fisico USA che si occupa di nucleare, non proliferazione, etc... nel quale lui prende la posizione CONTRO la messa in funzione di Rokkasho (l'articolo deve essere stato scritto almeno 2 mesi fa', a occhio e croce)... tra l'altro cita dei costi per riprocessare le 32 mila tonnellate di combustibile esausto di 102 miliardi di dollari... e questo proprio non lo capisco... perche' dovrebbe costare tanto?... ad ogni modo NON include il "guadagno" in termine di uranio e plutonio estratto che possono essere ri-fissionati, producendo migliaia di miliardi di kWh... mi sa che questo von Hippel in fondo e' uno anti-nucleare.
      Voto: 6+

       R.

    RispondiElimina
  185. Proviamoci subito: "TEPCO, ASSUMI QUALCUNO CHE SAPPIA SALDARE I TUBI DECENTEMENTE!!!!"

    RispondiElimina
  186. Anch'io mi sto guardando in giro per vedere se ci sono posizioni aperte e interessanti sui modelli che mi ispirano di reattori di IV generazione, ma non essendo un fisico o un ingegnere, ho paura che persone con le mie competenze saranno richieste solo tra una decina d'anni

    RispondiElimina
  187. parli di questo, senz'altro:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Tokaimura_nuclear_accident

    RispondiElimina
  188. a "fisici" aggiungi pure con lunga e solida esperienza nel campo senza problemi.

    RispondiElimina
  189. A onor del vero e senza voler difendere nessuno vale il proverbio: "Ambasciator non porta pena".
    SM

    RispondiElimina
  190. Quando provarono il prototipo di MSR ad Oak Ridge funziono per parecchio tempo senza problemi. E se non erro lo spegnevano la notte per riaccenderlo il giorno dopo.

    RispondiElimina
  191. Vero, ed è questo che mi preoccupa, perché il fuel sarebbe diverso, le dimensioni sarebbero diverse, e... il periodo storico e le capacità computazionali sono diversi! Non vorrei che si adagiassero su quell'esperimento invece di fare un serio studio in merito. All'epoca erano i primi giorni del nucleare, l'attitudine era "boh, buttiamo tutto dentro, frulliamo e vediamo cosa succede". E se qualcosa andava storto, pazienza, i militari gli coprivano le spalle e ripulivano tutto. Al giorno d'oggi un singolo incidente non grave è sufficiente ad affossare un'intera tecnologia.

    Comunque la domanda era più specifica, ossia se qualcuno era a conoscenza di questi studi, oppure se è un filone ricercato con pubblicazioni disponibili, perché io sinceramente son riuscito a trovare molto molto poco ma essendo così di settore magari sbaglio le chiavi di ricerca o cerco nei posti sbagliati

    RispondiElimina
  192. No certo, intendevo solo dire che comunque con questa tecnologia non si va proprio alla cieca, cioè per fortuna non è solo teoria, ma qualcuno ha già realizzato un prototipo funzionante.
    Quindi perlomeno si può dire che si può fare.

    Poi i problemi sono tanti, per esempio bisogna evitare la formazione di HF e tutti i materiali che saranno a diretto contatto con i sali fusi dovranno essere "speciali" per poter resistere alla corrosione.
    Poi se non erro c'era un problema legato al degrado strutturale del moderatore, cioè la grafite.
    Insomma, è molto difficile che possano adagiarsi su quanto fatto in passato quando i problemi ingegneristici da risolvere sono tanti.

    Comunque su questo sito dovresti trovare molto materiale anche tecnico su questa tecnologia: http://energyfromthorium.com/ 

    RispondiElimina
  193. kumachanTokyo5 aprile 2012 14:20

     Se Giovannona ha usato un traduttore automatico si e` ritrovata con un saLLy.
    Vi ricordo che per i giappo R ed L sono uguali come lo sono B e V.
    Voi penserete "vabbeh, usano un solo carattere per tutti e due ma la sentono ad orecchio la differenza".
    PROPRIO NO.
    Se voi dite LARRY e poi RALLY e chiedete se vi era una differenza, o parlano altre lingue MOLTO bene, oppure vi diranno che non c`era differenza.
    E questo succede anche se usate la "pesante" R italiana.
    Una settimana fa ci ho messo un po` a capire che BIBARIIHIRUZU (BAAGA)  fosse il nuovo Beverly Hills Burger di macdonald :)
    [altra pillola di nipponese]

    RispondiElimina
  194. kumachanTokyo5 aprile 2012 14:23

     Ti risponderanno "Ma erano da saldare? pensavamo fossero ad incastro".

    RispondiElimina
  195. kumachanTokyo5 aprile 2012 14:30

    Un 25-30% sono gia` sul si`, anche perche` diversi sanno che senza i soldi dei reattori devono tagliare un bel po` di servizi.
    Il problema e` che si sta scommettendo molto su Ohi anche perche` sono i reattori con maggior resistenza alle accelerazioni e maggior margine tra limite per tsunami richiesto e quello effettivo, senza contare che hanno dimostrato di poter raffreddare il reattore con acqua di mare con tutta la centrale fuori uso.
    Azzo vogliono di piu`?
    Senza contare che la loro energia andra` diretta a Tokyo e ci serve.
    Non ci frega niente di tutti i reattori, solo di quelli che producono alla nostra FREQUENZA!!!!

    RispondiElimina
  196. La spiegazione precisa, se non mi sbaglio di grosso, è che il suono 'r' manca nella lingua. Quindi quando devono pronunciare altre parole che contengono questo suono, sono costetti ad utilizzare il suono nativo che più si avvicina e questo è la 'l'.
    In questo modo, di fatto non c'è differenza fra 'r' e 'l'.
    Almeno per il coreano è cosi', ma credo si possa generalizzare senza problemi.

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...