Cerca nel blog

Loading

13 marzo 2012

Ispezioni nei piani interrati dei reattori 2 e 3




La settimana che segna l'anniversario del grande terremoto che ha sconvolto la costa orientale del Giappone si sta rivelando ricca di aggiornamenti importanti dalla centrale di Fukushima Daiichi, ognuno dei quali merita un piccolo approfondimento a parte.

Domani (14 marzo) 4 dipendenti TEPCO, per la prima volta dall'incidente entreranno negli edifici dei reattori 2 e 3 con lo scopo di fare un rapido sopralluogo nei piani interrati (PDF). Il motivo di questa si chiarisce guardando la ricostruzione 3D del nostro mamoru (link) dove si vede chiaramente che il toro, ovvero il grande anello blu che contiene acqua utilizzata per il raffreddamento d'emergenza, è alloggiato al piano interrato.


Come avevamo già detto in un post precedente, prima di poter procedere con l'allagamento del PCV è necessario individuare e chiudere la perdita che porta acqua dall'interno del reattore all'esterno nel locale turbine. Durante l'ispezione all'interno del contenimento del reattore 2, ci si aspettava di trovare acqua ad un'altezza di OP+9500 (Che cos'è OP?), ma così non è stato. Il livello dell'acqua all'esterno è mantenuto a  circa OP+3400 per i reattori 2 e 3 attraverso pompe che trasferiscono l'acqua contaminata verso i siti di stoccaggio e trattamento. Per il reattore 1, il livello è intorno a OP+4600.

Una possibile via di perdita è attraverso il toro e il locale che lo contiene e per questo gli operatori hanno deciso di effettuare una preliminare ispezione per verificare le condizioni del mezzanino da cui si accede al locale del toro, che non ci siano ingombri e che non vi sia acqua.

Ecco la planimetria del primo piano del reattore 2 dove sono evidenziati i punti di accesso ai piani inferiori.

Non aspettiamoci di vedere lo stato del toro, cosa che probabilmente avverrà solo nel futuro, ma è sicuramente un altro passo in avanti rispetto alla riduzione dell'acqua contaminata presente sul sito. Appena disponibili pubblicheremo eventuali fotografie e tutta la documentazione.

Aggiornamento 14/3

L'ispezione all'interno (resoconto) dei piani semi-interrati dei due edifici è avvenuta secondo programma e senza nessun intoppo se si esclude il fatto che la porta di accesso al locale del toro del reattore 3 è danneggiata e non è stato possibile aprirla.

Procediamo con ordine analizzando l'operazione che ha coinvolto 6 dipendenti TEPCO, invece dei 4 di cui avevamo avuto notizia, e che è durata 20 minuti per l'unità 2 e 28 per la numero 3. Come previsto sono state ispezionate 2 vie d'accesso per il reattore 2 mentre 1 sola per il 3. Al momento non è conosciuto il motivo per cui la permanenza nel 3 è stata maggiore. La dose prevista per ciascun membro della squadra era 10 milliSv, mentre la dose massima per irraggiamento esterno effettivamente ricevuta è stata inferiore a 3 milliSv e quella minima di poco superiore al mezzo milliSv. Gli operatori erano dotati di tute e maschere, quindi siamo convinti che la contaminazione interna sarà trascurabile rispetto all'irraggiamento esterno.

Dalle fotografie che sono state rese disponibili e che trovate raccolte in questo album i corridoi sembrano sgombri, il livello dell'acqua è come previsto inferiore al pavimento del mezzanino, ma ben visibile scendendo di un'altra rampa di scale. Per quanto riguarda il toro vero e proprio del reattore 2, non sembrano esserci danni strutturali, almeno nelle porzioni (piccole rispetto al totale) visibili dalla porta. Come già accennato, non è stato possibile visionare il toro del reattore 3 perché la porta è visibilmente danneggiata (vedi fotografia), tuttavia, la porta non sembra particolarmente rinforzata e quindi potrebbe venire rimossa, se necessario, senza troppi problemi.

Nelle immagini qui sotto il riassunto dell'ispezione in grafica, cliccate per ingrandire.


Per il momento TEPCO ha fornito la mappa di rateo di dose ambientale, non sappiamo se hanno eseguito anche dei campionamenti di aria per misurarne la contaminazione e dei test sulle superfici per verificare la presenza - quasi certa - e l'entità di contaminazione asportabile. Qui sotto la tabella con le dosi orarie espresse in milliSv/h.

Tra i parametri di impianto monitorati e resi pubblici quotidianamente, c'è anche il valore di 2 sensori di radioattività posti all'interno del toro stesso. Nel caso del reattore 2, questa mattina segnava 50 milliSv/h, mentre erano 230 per il reattore 3.

I video

TEPCO ha reso disponibili due video girati durante l'ispezione alle due unità. Li trovate disponibili sul nostro canale Youtube e direttamente a questi link: reattore 2 e reattore 3. Per facilitare la discussione i video sono anche incorporati qui sotto.








Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

156 commenti:

  1. Se facciamo fatica noi a seguirli nei lavori, figurati loro a farli!

    Comunque questa cosa del cloro nelle piscine mi lascia abbastanza di stucco, possibile i Giapponesi non abbiamo mai avuto problemi simili ed esperienza a riguardo?

    Speriamo almeno trovino questa perdita e riescano a chiuderla.
    SM

    RispondiElimina
  2. e ma loro sono un migliaio, noi un paio meno! 

    ti ho appena risposto sul cloro sull'altro post, e il tono era più o meno lo stesso...

    RispondiElimina
  3. AnonimaFrancese13 marzo 2012 22:32

    toto ti mancava allegato 8.8 (4) per caso ? 

    RispondiElimina
  4. non ricordo il numero, così su due piedi. postalo che vediamo

    RispondiElimina
  5. Sarei interessato al numero 8-5, averli tutti aiuterebbe!

    RispondiElimina
  6. Ben svegliati! 

    Se qualcuno guardando il grafico della piscina 2 dovesse prendere un colpo 
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?startTime=2012-02-14&endTime=2012-03-21&vis=graph&par=SFP&react=r2 a causa dell'improvvisa diminuzione del livello nella surge tank, è opportuno ricordare che nella giornata di ieri la pompa del circuito primario che prende acqua dalla surge e la ributta in piscina dopo essere passata nello scambiatore è stata arrestata perché aveva perso portata. 
    Puliranno i filtri a mano e rifaranno partire il tutto entro il 16 marzo quando stimano la temperatura sarà salita a 21 gradi. 

    La diminuzione di livello nella surge tank è connessa con queste operazioni e non è che la vasca si è svuotata! 

    RispondiElimina
  7. AnonimaFrancese14 marzo 2012 08:48

    un anno dopo su France24 
    http://webdoc.france24.com/fukushima/index.html

    la dispersione atmosferica di Fukushima secondo il laboratorio CEREA, laboratorio congiunto di École des Ponts ParisTech e EdF R & D   http://cerea.enpc.fr/fr/fukushima.html

    La commissione Giapponese di sicurezza nucleare  ha concluso la sua inchiesta sui test di resistenza dei 2 reattori delle centrale di Ohi http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/french/top/news01.html


     

    RispondiElimina
  8. AnonimaFrancese14 marzo 2012 14:00

    Scossa terremo al nord del Giappone di 6.1 avvertita anche a Tokyo ;.( altre scosse  avvertite nel nord est del Giappone....;.( 

    RispondiElimina
  9. AnonimaFrancese14 marzo 2012 14:07

    7 del 7 terremoti (26 in totale):
    5.7M, profondità: 17 km 14/3/2012 21:055.4M, profondità: 22 km 14/3/2012 20:405.7M, profondità: 22 km 14/3/2012 19:576.1m, Profondità: 10km 14/3/2012 19:496,9 m, profondità: 27 km 14/3/2012 18:084.8M, profondità: 40 km 14/3/2012 13:434,4 m, profondità: 18 km 14/3/2012 03:39

    RispondiElimina
  10. E' avvenuta l'ispezione preliminare del Torus room 
    foto e dettagli
    http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/index-e.html 

    http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/images/120314_01t.jpg

    RispondiElimina
  11. AnonimaFrancese14 marzo 2012 14:39

    E infatti aggiungo solo questo al posto di Egiovanna  
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120313_03-e.pdf

    RispondiElimina
  12. brava Giovanna aggiungo subito le news al post!

    RispondiElimina
  13. Secondo il Mainichi non ci sarebbero incrinazioni o deformazioni nella camera di soppressione
    In trad. excite, qualcosa si ricava ( Tepco viene tradotto Toden aha ahah )
    http://www.excite-webtl.jp/world/english/web/?wb_url=http%3A%2F%2Fmainichi.jp%2Fselect%2Fjiken%2Fnews%2F20120315k0000m040069000c.html&wb_lp=JAEN&wb 

    RispondiElimina
  14. quello si vede anche ad occhio dalle fotografie. Però così ad occhio non mi sembra una porta rinforzata, con un accetta da pompiere la si tira giù facile. 

    Dove hai trovato i 60 cm di acqua? 

    RispondiElimina
  15. Dal Mainichi no? Ecco la traduzione Google
     i dipendenti entrare nel piano interrato del palazzo Unit 2 del reattore, è stato confermato che la porta della camera toro è aperto. Dose di spazio interno è stata di 160 mSv per ora al massimo. Ci sono circa 60 cm a acqua contaminata nel seminterrato sotto il pavimento era uguale al valore massimo della dose superficiale.
    dell'edificio reattore dell'unità 3, non aprire la porta della camera viene deformata toro. Visti dagli effetti di esplosione e scoppio di idrogeno. Così come l'unità 2, viene contaminata acqua a circa 60 cm sotto il pavimento del piano seminterrato in, dose superficiale di 140 millisievert per ora.

    RispondiElimina
  16. 6.1 19:49 è la più forte. Direi che si balla da quelle parti

    RispondiElimina
  17. Non si lavora bene con quelle dosi, a parte brevi scappatelle la sotto la vedo dura. Speriamo trovino subito quello che cercano
    SM

    RispondiElimina
  18. Diciamo che non ci si lavora per nulla... sempre più vicino il momento di schierare un'intera batteria di robot, adesso che sanno che almeno per il numero 2 la porta si apre bisogna schierare i sub-robot, basta chiederli a Dr Nefario di Cattivissimo Me! :) 

    RispondiElimina
  19. Un articolo che non mancherà di far discutere, specie perché a pubblicarlo è il New York Times e non un giornale scandalistico. 

    Nuclear Disaster in Japan Was Avoidable, Critics Contend
    http://www.nytimes.com/2012/03/10/world/asia/critics-say-japan-ignored-warnings-of-nuclear-disaster.html?pagewanted=1&_r=1&smid=fb-share 

    Onestamente fa un po' riflettere il fatto che 4 giorni prima del grande terremoto, TEPCO avesse presentato a NISA uno studio sulla possibilità di onde di tsunami di 15 metri proprio per Daiichi, ma in realtà il report era già noto da quasi un anno. 

    Nel resto dell'articolo si calca la mano sui burocrati, i controllori corrotti e gli impresari ossessionati dal guadagno facile. Cosa purtroppo vero, ma sarà diventerà presto il grido di battaglia di chi associa per partito preso il nucleare al peggior marcio che esista. Lungi da me difendere i corrotti, ma mi piacerebbe vedere quali settori sono sani. 

    Buona lettura

    RispondiElimina
  20. AnonimaFrancese14 marzo 2012 22:59

    meno male che l'avevopostato giorni fa ..va beh,.....;.(

    RispondiElimina
  21. AnonimaFrancese14 marzo 2012 23:10

    ;.(( mhhhhhhhhh ;.( e poi ancora  5.2 alle 06,38 del 15marzo ;.( 

    RispondiElimina
  22. Vedi questa è la punizione di essere indulgenti...

    RispondiElimina
  23. AnonimaFrancese14 marzo 2012 23:23

    http://www.toshiba.co.jp/nuclearenergy/english/maintenance/replace/shroud03.htm

    RispondiElimina
  24. Buongiorno!
    Sono disponibili 2 video dall'ispezione seminterrati 2 e 3
    http://www.tepco.co.jp/en/news/110311/index-e.html 

    Non è che abbiano fatto sforzi particolari per aprire la porta camera toro 3!
    Si vede dell'acqua marrone scuro in fondo alla scale che portano ad altro interrato ( ma quanti piani ci sono sotto terra?) non vedo come ne abbiano potuto calcolare la profondità
    Da NHK online   has been confirmed Unit 2, in both No. 3, and it has accumulated contaminated water to a height of about six meters in the basement of the reactor building,
     47 news  Both No. 2 and 3, a high concentration of polluted water had accumulated until the middle of the stairs leading to the basement from a semi-underground floor
    TV Asahi  in the middle of the stairs leading to first floor underground, surface radiation dose of a high concentration of about 150 mSv  has been confirmed
    Mainichi There are about 60 cm to contaminated water in the basement under the floor of was the same as the maximum value of surface dose.
    Domanda da un milione di euro:
    Quanta acqua c'è in fondo a quelle scale? 

    RispondiElimina
  25. Infatti Matsumoto  ha dichiarato che non saranno pi\ mandati uomini , solo robot. 
    Come vi spiegate queste dosi così elevate al 2? 

    RispondiElimina
  26. Ecco da IF i lavoratori sono scesi a MB, si vede da un cartello nel video, e da lì hanno mostrato altre scale con l'acqua in fondo , sbaglio?

    http://img.over-blog.com/580x399/4/37/62/00/1Locali_RB3_trasparenza2a.png

    RispondiElimina
  27. Grazie Giovanna, sto caricando i video sul nostro Tubo, così restano catalogati.

    R2: http://www.youtube.com/watch?v=0GFsN7NH0Rg
    R3: http://youtu.be/pzEDcSjbFok

    Per calcolare l'altezza dell'acqua è piuttosto facile. Il pavimento su cui stanno camminando è OP+4000, nel video del 2 si vede anche un cartello che riporta la stessa cifra. Non è il primo impianto in cui i piani sono identificati dall'altezza. Guardando sulla rampa di scale che scende hanno visto qualche gradino scoperto e hanno stimato 60 cm sotto il loro piano che è una cosa plausibile. In questo modo hanno confermato che il livello dell'acqua è effettivamente a OP+3400 circa (il numero dopo OP è in mm) come misurato in altro punto. 

    Da questa immagine http://img12.imageshack.us/img12/6334/fukushimar3drywell.png vedi i vari livelli dei piani. Come vedi si arriva fino alcuni metri sotto OP, ma questi non sono tutti vuoti, quindi il livello ti dice il volume solo se conosci gli ingombri o se lo chiedi a mamoru_giappopazzie ! Credo che dalle planimetrie possa fare una stima di quanta acqua ci sia. 

    Nel video del 2 si vedono due volte immagini simili perché hanno ispezionato due punti di accesso. Piuttosto avete notato che intorno al minuto 6 trovano un sacchetto di plastica e lo portano via? 

    RispondiElimina
  28. Qualcuno ci aveva lasciato la merenda!

    RispondiElimina
  29. vedo che anche loro si sono rivolti a mamoru_giappopazzie , leggi la mia risposta sotto http://unico-lab.blogspot.com/2012/03/ispezioni-nei-piani-interrati-dei.html#comment-465773876

    RispondiElimina
  30. Secondo me non tanto questione di danneggiamento. E' l'operazione in sé di ventilazione che se hanno fatto come crediamo, ovvero il passaggio della fase gassosa dal RPV al S/C (quindi il toro) e poi nella D/W del PCV (guarda questa immagine se le sigle ti danno la nausea http://2.bp.blogspot.com/-wnDEHxDRQY8/T1d1C1CeY8I/AAAAAAAAGjQ/6rE8D_1Q3TA/s320/venting.png), allora nell'acqua del toro e nel toro stesso c'è una enorme quantità di contaminanti. 

    Non sto scherzando, il futuro di queste operazioni è in mani robotiche.

    RispondiElimina
  31. Adesso gliela riportano, ma ne vogliono assaggiare almeno un morso! :)

    RispondiElimina
  32. Intendevo che non si lavora nemmeno fuori da quelle porte, già prima di pensare di entrare in quelle camere. I robots sono l'ideale per le ispezioni ma non so fino a che punto se la cavino in caso di lavori di carpenteria o piccole manutenzioni.
    SM

    RispondiElimina
  33. Spesso mi avete visto storcere il naso per come vengono fatte misure di dose. Mi sono guardato per benino il video nel n.3 e devo dire che questo tizio ha due palle quadre. Riesce a sfruttare al meglio la potenzialità della sonda telescopica (4m di sonda) anche in ambiente angusto, cavedi e cunicoli. Ci mitte solo un po' troppo tempo a sistemare la luce nei vari punti e si poteva fare le prove di dose e apertura sulla porta in metà tempo, comunque nessuno è perfetto.
    Credo stia utilizzando questo strumento che è una ottima scelta per rapidità di lettura e semplicità di utilizzo. Non avrei saputo fare di meglio :)

    Voto complessivo: 10 e lode!

    SM

    http://www.laurussystems.com/products/products_pdf/LS_am_Tele6112M.pdf

    RispondiElimina
  34. AnonimaFrancese15 marzo 2012 10:03

    non ricordavo questo specifico video della centrale l'allora 11 marzo- se non l'aveste visto vale la pena . 
    http://www.youtube.com/watch?v=_jlONo6kj10&feature=youtu.be

    RispondiElimina
  35. Sicuramente la ventilazione l'hanno fatta passanto per la SP, è la strada normale già pronta e non credo l'abbiamo cambiata apposta durante la prima fase dell'emergenza.
    La domanda che mi pongo invece: ma la SP non doveva essere (quasi sicuramente) danneggiata? E' vero comunque che tutta quell'acqua non esclude la possibilità.

    RispondiElimina
  36.  Mah, Toto, che dire? Qui si spara sempre su TEPCO e la sua "provata" ritrosia a spendere soldi per la sicurezza... ma ieri ho visto un seminario di due giapponesi di J-PARC, un centro dove hanno acceleratori per la produzione e studio di neutrini e fisica nucleare, a Tokai Mura (1/2 km da dove avvenne il famoso incidente di criticalita' che ammazzo' 3 persone), il laboratorio e' in riva al mare, hanno un muro anti-tsunami di 5 metri, li' l'onda e' arrivata a 4, ma fosse stata di 10 avrebbe distrutto tutto.
      J-PARC e' di JAERI, cioe' l'equivalente dell'INFN italiano (a spanne), denaro pubblico (a pacchi, non gli manca di sicuro) perche' non hanno fatto un muro piu' alto?...
      Adesso stanno alzando i muri anti-tsunami di fronte ad alcune centrali, una, non ricordo quale, lo faranno di 18 metri (o24?)... proprio l'altro ieri, e proprio sul NYT se non ricordo male, c'era un articolo che parlava di misure satellitari dalle quali hanno visto che l'onda di tsunami e' stata divisa in due dalla presenza di isole e innalzamenti del fondo oceanico (Haway), e in seguito le due onde si sono sovrapposte, a tratti, creando onde di altezza doppia... quindi la soluzione quale sarebbe... fare muri di contenimento di 48 metri? Ovviamente se lo chiedi a GreenPiss ti dicono di si, pero' in quel caso devono anche spostare tutte le comunita' abitate al di sopra della quota +48 metri, no? C'e' qualcuno sano di mente che pensa di farlo, o si arriva alla conclusione che tale situazione e' talmente remota come possibilita' che accada, che le "spese" (finanziarie e umane) sono troppo grandi da autorizzarle? E allora, se e' cosi', non si ricade sempre nel concetto di rischio?... cioe' quello che l'industria nucleare ha applicato per decenni?

      Roberto

    RispondiElimina
  37. Esatto, come avevo detto nell'altro commento, è un articolo che ha un po' il sapore del "senno di poi".
    Ed è bene ricordare agli "esperti" che il concetto di rischio (probabilistic risk assessment senno' toto  mi bacchetta :-) ) si applica in molte attività umane, non solo nella costruzione delle centrali.

    RispondiElimina
  38. Convertire il vento in idrogeno
    http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/12_marzo_15/idrogeno-vento-germania-virtuani_d36d1c6c-6e7b-11e1-850b-8beb09a51954.shtml 

    RispondiElimina
  39. AnonimaFrancese15 marzo 2012 19:49

    "Fukushima un anno dopo": expertise dell'IRSN 
    http://www.irsn.fr/FR/expertise/rapports_expertise/surete/Documents/IRSN_Rapport_Fukushima-1-an-apres_032012.pdf

    RispondiElimina
  40. mamoru mi segnala che non riesce a commentare, se il problema è comune invio una richiesta a disqus. Se non funziona inviate un tweet a @unico_lab o una mail al gluista? 

    RispondiElimina
  41. AnonimaFrancese15 marzo 2012 21:11

    mah io ho appena commentato...con il dossier IRSN...senza problemi di qui...

    RispondiElimina
  42. I giapponesi ragionano al contrario.

    Se anche fosse vero che il Cs-137 migrasse in profondità al posto di starsene in superficie, come 25 anni di Chernobyl hanno insegnato a tutto il mondo (tranne al Giappone pare), loro si preoccupano che devono rimuovere più terreno (30cm) dimenticandosi che sotto 30cm di terreno non ci sarebbe affatto da fare decontaminazione e ci si potrebbe dimenticare del problema.

    In realtà il buon Cesio se ne starà in superficie buonino buonino.
    SM

    RispondiElimina
  43. mamoru_giappopazzie16 marzo 2012 07:04

    prova!

    RispondiElimina
  44. mamoru_giappopazzie16 marzo 2012 07:32

    ieri volevo segnalarti i risultati di una analisi sullo sr in mare pubblicata dal MEXT

    http://radioactivity.mext.go.jp/ja/monitoring_around_FukushimaNPP_sea_sea_area/2012/03/1330_031518.pdf

    RispondiElimina
  45. ho visto la tua segnalazione. apparentemente è legato a Firefox. Vediamo come lo risolvono.

    RispondiElimina
  46. Ci sono nuove immagini dell'ispezione, ma non sono accompagnate dal un documento descrittivo quindi è piuttosto difficile interpretarle. Le trovate insieme alle altre qui: http://imageshack.us/g/259/r3ne3.jpg/

    Quelle che posso dirvi di cosa si tratta sono queste. 

    Il sacchetto della merenda: 
    http://img441.imageshack.us/img441/8240/r3ne9.jpg
    Verosimilmente è lo strumento con aspiratore e filtro per la misura della contaminazione dell'aria.

    Il misuratore di pressione di R3
    http://img844.imageshack.us/img844/128/r3ne11.jpg
    Notate la webcam che lo riprende costantemente e il neon che lo illumina.

    RispondiElimina
  47. Se leggo bene per Sr-90 su una trentina di punti di campionamento misurano da 1.5 a 2.3 volte il fondo ambientale di Sr-90? Outer layer, strato superficiale del mare suppongo. Sr è meglio solubile del Cs in acqua di mare.

    Mi sembrano valori molto confortanti, anche per il Cs-137. Vuol dire che quella è la concentrazione che ti devi aspettare nel pesce non-predatore per scambio acqua-pesce adesso (al netto di quanto accumulato dal pesce).

    Sarebbe utile integrare le misure con misure profonde, sino al sedimento marino del fondale che è il punto dove si sono depositati Cs e Sr.
    Ciao SM

    RispondiElimina
  48. Ci sono alcune cose che mi fanno pensare, perché cavolo mi devono cambiare il formato dei parametri dei reattori con una regolarità imbarazzante e così che devo sempre cambiare i nostri grafici? 

    RispondiElimina
  49. Che formato è e come cambia generalmente?

    RispondiElimina
  50. kumachanTokyo16 marzo 2012 11:15

     E se mettessimo il prezzo della benzina anche in Giappone (che si ride)? al cambio di 109.3yen/1Euro.

    ESSO   per litro
     1.464Euro 160yen benzina HIGH (Vpower/blu)
     1.363E 150yen normale (ex super italiana)
     1.153E 126yen diesel

    SERUFU (SELF) 24h
     1.436 157yen HIGH
     1.336 146yen normale
     1.089 119yen diesel

    RispondiElimina
  51. kumachanTokyo16 marzo 2012 11:26

     Clicca in alto sul tasto HELP di FIREFOX, e poi su "ABOUT FIREFOX", ti dira` la versione che probabilmente e` la 10 come la mia.

    Totoro facci un fischio quando risolvono, che fino ad allora non faro` l`update :)

    RispondiElimina
  52. Io sto ancora disperandomi per far funzionare il decoder digitale ...
    SM

    RispondiElimina
  53. un po' più bassa che in Svizzera e parecchio più che in Francia e soprattutto in Italia. A conferma che non è giustificato dal prezzo del petrolio (in questo momento a 105$), ma da speculazioni interne.

    RispondiElimina
  54. ...e fra l'altro c'è un errore, il più basso E10 è a Cannes, 1,568€/l.

    RispondiElimina
  55. magari nel weekend vengo a fare il pieno! 

    RispondiElimina
  56. non sei il solo. l'unico vero vantaggio che stiamo traendo dal digitale terrestre è avere Rai Yoyo che è praticamente l'unico canale che vediamo e per i piccoli è davvero molto bello. Per il resto é una piaga continua.

    RispondiElimina
  57. L'idea di usare l'idrogeno in questo modo non è malvagia.
    Pero' mi chiedo sempre al primo tamponamento a catena sull'autostrada con le auto a idrogeno che succede.
    Ricordiamoci, appunto, dei tre edifici dei reattori.

    RispondiElimina
  58. fino alla scorsa settimana mettevo giornalmente i dati presi alla 5 e alle 11 come erano mostrati sui bollettini quotidiani. nel weekend importavo da un csv tutti gli altri dati presi alle 17 e alle 23.

    adesso hanno cambiato quali dati sono presenti nel bollettino quotidiano, togliendo per esempio la parte alta del vessel e aggiungendo altri punti di misura nella parte bassa. 

    adesso devo capire cosa mi conviene rappresentare sui grafici. 

    RispondiElimina
  59. se non mi sbaglio, AnonimaFrancese usa chrome e i commenti vanno bene. usare IE con il nostro blog è una piaga d'egitto e ValerianoB ne sa qualcosa. 

    RispondiElimina
  60. kumachanTokyo16 marzo 2012 13:17

     Ogni tanto salta fuori il super ecologico idrogeno.
    E` bello?
    Si` e` bellissimo e dopo aver prodotto energia con una pila a combustibile, o in un motore a pistoni o a turbina abbiamo solo acqua.
    Problema, non abbiamo ancora trovato miniere di idrogeno puro quindi possiamo solo crearlo.
    Come lo creiamo? [trasuro la produzione non rinnovabile da gas]
    Mettendo energia elettrica nell`acqua (H2O) dividiamo idrogeno ed ossigeno, super ecologico (veramente).
    Poi diamo da mangiare idrogeno ed ossigeno ad una pila a combustibile, magari di una super auto ecologica, tipo quella della Honda (con appundo cella a combustibile) che gira per Los Angeles (la FCX Clarity guidata dai simpaticoi di TopGear) e siamo tutti felici.
    Poi arriva il solito idiota che vuole lo sterminio della razza umana che chiede: "Ma se io ho usato 100 per produrre l`idrogeno, quanta energia mi esce dalla pila a combustibile?".
    Allora grinpiss risponde: "Cattivo pagato dalle lobbies della carne in scatola, dovresti sapere che ottieni tra  19 e 23 (con quelle che la NASA usa(va) sullo Space Shuttle)".

    L`articolo dice "Al momento l'idrogeno non è competitivo con il gas importato dalla Russia: il costo è da due a quattro volte maggiore".
    Cioe` l`idrogeno e` da 2 a 4 volte piu` costoso del mezzo piu` costoso di produrre energia (fotovoltaico e ventole escluse) nonostante gli incentivi per le pale che in Germania sono pagati dalle centrali nucleari.

    Veramente i conti sono peggiori di 4 volte perdendo l`80% nel ciclo energia->idrogeno->energia.
    E soprattutto l`idrogeno non sara` mai competitivo con nulla se tiro fuori un quinto di quello che ci metto dentro.
    Nucleare escluso, visto che se moltiplico per 5 il nucleare viene comunque la meta` del FV italiano.


    Studio MIT
    Rendimenti energia -> idrogeno 56-73%
    Rendimenti idrogeno -> energia... BOH  NON C`E`!!! [ o non l`ho facilmente trovato]
    Evitano decisamente questa parte, si limitano a dire che il rendimento energetico idrogeno->energia auto puo` raggiungere il 38%
    quindi
    38%x56%=21%, 38%x73%=41%

    Chi ha bisogno del ciclo idrogeno?
    Solo specchietti e ventole che possono non produrre quando serve o produrre quando non serve.
    Chi e` in grado di variare la potenza generata non ha bisogno di perdere 80% dell`energia prodotta.
    http://web.mit.edu/miwolf/Public/Hydrogen/Renewable_Hydrogen-Staats_Wolf.pdf

    RispondiElimina
  61. kumachanTokyo16 marzo 2012 13:30

    E` pure piu` semplice di quello che la gente pensa.
    Prendi il tunnel CERN-Gransasso, a meta` strada, dalle parti di Modena giri a sinistra sul Modena-Pechino e poi finalmente sul Pechino-Tokyo.

    BTW adesso che ripartono, che speranze ha il bosone?
    Ripetono lo stesso esperimento per piu` tempo o cambiano qualcosa?

    RispondiElimina
  62. avranno maggiore energia nel centro di massa e anche una maggiore luminosità che vuol dire più dati nello stesso tempo. 

    Silvia, la nostra inviata dal Cern, sta preparando un articoletto...

    RispondiElimina
  63. kumachanTokyo16 marzo 2012 13:50

    Ed e` anche un fatto di tasse.
    Non vi e` il COSTUME di aumentare per caso i prezzi durante gli esodi estivi ed invernali.
    Anzi, se non erro in alcuni periodi di vacanza le autostrade sono gratis.
    L`IVA e` al 5%, anche se c`e` il progetto di portarla al 10% verso il 2016 per aumentare i servizi sociali, ma dopo le spese per la ricostruzione e lo yen forte che ha inchiodato l`economia piu` di 20mila morti da tsunami e 3 reattori fusi, direi che l`aumento al 10% non lo vedremo nemmeno nel 2016.

    E non esistono i centri sociali :P

    A proposito del "non se ne approfittano", latte, pane, cibi vari sono rimasti a prezzi costanti durante tutta la crisi.
    Ed il cibo non e` mai stato un problema perche` era sparito solo cio` che dura fuori dal frigo, quindi il classico ramen liofilizzato che io odio.
    La mia pasta italiana era sempre li` assieme a pesce, carne, verdura e frutta fresca.
    Questo nonostante strade e ferrovie divelte e navi affondate.
    Ad esempio il mio latte dal Hokkaido me lo sono sognato per quasi un mese, ma il prezzo era bloccato e potevi comprare solo un litro per persona.
    Poi se necessario andavo in un secondo negozio a comprare un secondo litro, ma solo se ne avevano molti invenduti al momento della chiusura. Sono un orsetto buono.

    RispondiElimina
  64. kumachanTokyo16 marzo 2012 14:00

    Come capisco quale sia benzina/diesel?

    RispondiElimina
  65. kumachanTokyo16 marzo 2012 14:06

     Ed ora vi vaccio capottare.
    In Italia, spero sia migliorato, facevo fatica a prendere bene i canali del digitale terrestre con l`antennona sul tetto in pianura, qui lo vedi sui cellulari con antennina ed in macchina mentre stai viaggiando!
    E questo con la vecchia Tokyo Tower, ormai stanno finendo la Tokyo SkyTree (633metri che non hanno avuto alcun problema col terremoto) che migliorera` il segnale perfetto.

    RispondiElimina
  66. uhm... fai quasi venire vogia di venire là. Ma no, tutto sommato sto bene qua :-)Per la benzina in particolare devo dire che in generale qui è abbastanza più bassa che in Italia, e i prezzi fluttuano parecchio, nel senso letterale: è vero che possono salire, ma niente impedisce dopo due giorni perdono 20 c (mentre in Italia sale solo...). La differenza fra la più cara e la ppù economica è sempre abbastanza grosso.Negli utimi tempi, diciamo 1-2 mesi pare che stiano rincorrendo i prezzi italiani...
    Ed il cibo non e` mai stato un problema perche` era sparito solo cio` che dura fuori dal frigo, quindi il classico ramen liofilizzato che io odio.La mia pasta italiana era sempre li` assieme a pesce, carne, verdura e frutta fresca.Seee, fatti raccontare a Roma per un po' di neve che è successo...

    RispondiElimina
  67. Hai ragione, forse non evidente :-) e scusa il ritardo, ma su Explorer8 funziona malissimo e mi perdo delle cose per strada.
    SP95 è la benzina diciamo classica. La V-PLus o come la chiamate (che qui è la SP98) è più cara di almeno 10c, ma non la uso perché....
    la E10 è la mista etanolo, normalmente parechio più economica, ma sta rimontando.
    Gazole è il diesel.

    RispondiElimina
  68. kumachanTokyo Veramente i conti sono peggiori di 4 volte perdendo l`80% nel ciclo energia->idrogeno->energia.
    E soprattutto l`idrogeno non sara` mai competitivo con nulla se tiro fuori un quinto di quello che ci metto dentro.
    Nucleare escluso, visto che se moltiplico per 5 il nucleare viene comunque la meta` del FV italiano.
    (AGI/REUTERS) - Vienna, 16 mar. - Nonostante l'incidente di Fukushima, nei prossimi 20 anni crescera' l'utilizzo del nucleare come fonte energetica. Lo sottolinea un rapporto dell'Aiea (Agenzia internazionale energia atomica) spiegando che la crescita sara' sostenuta soprattutto dallo sviluppo dei paesi asiatici. Il rapporto evidenzia che "sebbene si registri al 2030 un calo del 7-8% rispetto alle previsioni fatte nel 2010, si registrera' comunque un aumento tra il 35% e il 100%".  (AGI) .
     
    According to a new report from King, if all the nuclear power stations that are planned around the globe are built, then the world will start to run out of uranium by 2023. 
    http://www.guardian.co.uk/environment/2012/mar/15/plutonium-stockpile-carbon-targets-david-king?newsfeed=true 
    Voglio dire io non sarei così assolutista, vedi cosa succede con la benzina, o cos'è successo quest'inverno col gas, qui si dimostra che non ci si può basare sul gas, sul petrolio e sull'uranio all'infinito, sono sperimentazioni che vanno fatte e figurati se i tedeschi buttano soldi al vento.

    RispondiElimina
  69. kumachanTokyo16 marzo 2012 16:11

     Ne ho imparata una nuova, dischetto non lascia aggiungere foto in fase di "modifica".

    RispondiElimina
  70. Potrebbe essere utile la molecola di uranio  a forma di farfalla 


    http://www.terradaily.com/reports/Butterfly_molecule_may_aid_quest_for_nuclear_clean_up_technology_999.html

    RispondiElimina
  71. Tu parli del digitale terrestre via etere, vedo. Qui siamo evoluti :-))  non c'è il coassiale come la famosa "cable TV" USA, ma viene comunque sulla rete. In una offerta che somiglia (molto vagamente) alla Alice italiana che fanno ormai tutti gli operatori, ci sono un centinaio di canali liberi (senno arriviamo a circa 400 credo), sempre più in Full HD con ricezione perfetta, cosa che via etere non è scontato.
    Certo, c'è ancora la TNT via etere che richiede il decoder, ma secondo me ha i giorni contati ormai.

    RispondiElimina
  72. kumachanTokyo16 marzo 2012 16:43

     Madamigella, prendi l`uranio che c`e` e dividilo per tutte le centrali future e fatti da sola i conti.
    Poi rifai i conti coi reattori veloci usando l`uranio 238 buttato via.
    Poi aggiungi i reattori veloci al torio e vediamo tra quante decine... di migliaia di anni finiamo il combustibile.
    Non hai ancora imparato a selezionare gli articoli?
    Pensa al financial times, da te linkato pochi giorni fa, che aveva calcolato la fine del nucleare senza citare un solo numero.
    Non sono affatto assolutista, faccio i conti.
    Il primo conto da fare per sbugiardare le frottole e` il 90% delle volte costo costruzione/dismissione diviso kWh prodotti.
    Se i francesi vendono il nucleare a 5/6centesimi/kWh e noi paghiamo il fotovoltaico sui tetti italiani a 50centesimi/kWh per 20 anni pari a 160miliardi di Euro smettendo di installarne di nuovi (ma non smetteremo perche` siamo piu` furbi dei francesi) e dico che siamo idioti, non lo dico perche` assolutista, ma perche` lo dicono i numeri.
    Se per ogni 100 euro che metto nell`idrogeno ne tiro fuori 20 o 30 e dico che e` da dementi, non sono assolutista, semmai mi puoi accusare di dire una cosa ovvia (a chi fa 2 conti).
    Se la Francia vende all`industria francese l`energia la meta` di quello che paga l`industria italiana facendo profitti... guarda non dico nulla, lascio a te la banale conclusione di chi guarda i numeri.
    Lasciami essere ancora piu` banale, tu li depositi i soldi in una banca in cui ti restituiscono il 70% del denaro che gli dai?
    Ed ora scusami tantissimo ma e` mezzanotte e 42.
    Un abbraccione dall`orsetto :)
    [scusa , nonostante la lunghezza ho concentrato troppe cose, diluiro` e semplifichero` nei prossimi giorni]
    P.S. altro che se i tedeschi buttano soldi! E poi pensa a quanto sarebbe stato piu` economico il nucleare tedesco se non li avessero ricattati a pagare il rinnovabile tedesco.
    Ed e` ovvio che il gas ci crea problemi, ne siamo schiavi ed abbiamo riserve strateggiche che durano 30 secondi.
    Il nucleare e` comprato con opzioni di anni, ed e` in mano a paesi fondamentalisti come Canada ed Australia.
    P.P.S. se il tono e` sbagliato e` per stanchezza :)

    RispondiElimina
  73. kumachanTokyo16 marzo 2012 16:46

     p.p.p.p.p.s. mentre dormo puoi trovarmi i numeri del redbook (non quello di Mao) che i conti li facciamo assieme? :)

    RispondiElimina
  74. Le risorse che vengono dalla terra (tranne il geotermico) sono limitate, e se il consumo cresce finiranno prima o poi.
    Le risorse chiamiamole "inesauribili", come il solare e l'eolico da sole non si avvicinano neanche al fabbisogno attuale.
    Il geotermico e idroelettrico dubito che da sole possano soddisfare il fabbisogno mondiale.
    Il resto sono simpatici esperimenti.
    La coibentazione fa bene per risparmiare sulla bolletta di casa, ma non è tutto, anzi.

    La soluzione mi pare chiara, ma non si puo' dire.

    RispondiElimina
  75. Ok, furbacchione, ma le auto? E il riscaldamento delle case?  Qui ad esempio si usa ancora in larga misura il gasolio  il cui prezzo il prossimo inverno sarà equiparato a quello della benzina. Emigro alle Canarie, dove c'è l'eterna primavera...

    RispondiElimina
  76. quando siamo andati in luna di miele in Guatemala, ci avevano assicurato che era il paese dell'eterna primavera! Dove eravamo noi c'era un clima modello Saigon! Quindi attenta a non farti fregare dalle promesse!

    RispondiElimina
  77. Precisazione: era l'Economist, vero  che non faceva i conti, sosteneva che il nucleare è una faccenda politica/ statale, saranno sempre meno i privati che corrono il rischio di investire nel nucleare, a causa dei costi di partenza e del ritardo della realizzazione degli impianti, non parlava affatto della fine del nucleare, anzi con i costi della benzina si creerà più interesse, è finito solo il sogno di creare un mondo totalmente dominato da questa tecnologa.

    RispondiElimina
  78.  Lo so bene... ma auto o non auto con questo rate di crescita le risorse finiscono...

    RispondiElimina
  79. Ha detto Canarie, non Guatemala... :-)

    RispondiElimina
  80. Che l'uranio finisce fra 20 anni è come la risposta che SM deve scrivere ogni mese...
    sempre a dire le stesse cose.

    senza polemica ;-)

    RispondiElimina
  81. Colpa della gente che vuole le fragole a Natale. Dobbiamo tornare a mangiare le arance solo la domenica.
    SM

    RispondiElimina
  82. AnonimaFrancese16 marzo 2012 20:40

    non ci voglio credere.............vi ho messo pagine di relazione dell'IRSN e nemmeno mi avete ca....a ...........!!! dico io che sono trasparente? che mio padre era vetraio??? 
    http://www.irsn.fr/FR/expertise/rapports_expertise/surete/Documents/IRSN_Rapport_Fukushima-1-an-apres_032012.pdf

    RispondiElimina
  83. 2023 appena? Ma se già erano spudorati a dire 2050, adesso è diventato 2023? Mi sembra che stiano esagerando.
    Con i cicli avanzati dell'Uranio-Torio facciamo a tempo ad andare su Sirio e tornare prima che finiscano
    SM

    RispondiElimina
  84. L'ho stampato in francese e in tedesco, adesso metto i ceci per terra, mi inginocchio e lo leggo :)
    SM

    RispondiElimina
  85. hai ragione, dovrebbe essere la prima cosa da leggere, ma oggi è stata una giornatina di quello che non raccomando a nessuno.

    RispondiElimina
  86. era per dire che le Canarie non sono l'unico paese dell'eterna primavera, come non sempre le promesse sono veramente mantenute! 

    RispondiElimina
  87. sto lavorando sul nuovo formato dei grafici e scopro che ci sono delle interessanti novità. Parecchi dati sono adesso disponibili su base oraria, altri ogni 6 ore. Potete già vedere il reattore 1 con le nuove frequenze di aggiornamento. 
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r1&par=all&vis=graph&startTime=2012-02-16&endTime=2012-03-16 

    In più ci saranno, non adesso, ma a breve cerco di implementarli, anche altri parametri, come la portata di azoto, la frazione di idrogeno e la densità di Xe-135 come indicatore di criticità.

    Ma ci vorrà un po', perché proprio oggi anche il MHLW ha deciso di cambiare il formato dei dati sulla contaminazione alimentare. Maledetti! 

    RispondiElimina
  88. AnonimaFrancese16 marzo 2012 21:14

    io sono certa che da che eravamo alla pietra e all'ascia e siamo arrivati fin qui...si troveranno altre risorse..non vedo perché questo tipo di energia dovrebbe essere unica e che oltre lei non ci si possa avere altro!!! 
    certo che se pochi secoli fa si fosse parlato di elettricità ti avrebbero arso vivo!!! rileggevo Tesla ed Edison di questi giorni...e rimango convinta che tutto sia possibile...ma che i 3/4  di tutti i progetti non vedranno la luce perché sono scomodi ---semplicemente..
    guardate quei ragazzi che si inventarono la lampadina elettrica eterna e la presentarono in Europa....ovvio che la bocciarono.... nessun azienda voleva di un prodotto eterno-  ne e rimasto un solo esemplare in un museo dell'est!!!!!
     idem fu per le calze femminili........quando uscirono inventati da alcuni ingegneri e chimici erano indistruttibili---e dunque semplicemente scomode..e ne fu impedita la produzione.. cosi va il mondo...a suon di interessi e lo sapete meglio di me..............

    RispondiElimina
  89. AnonimaFrancese16 marzo 2012 21:40

    non i ceci.............ci devi mettere i chiodi cribbio !!!!!

    RispondiElimina
  90. AnonimaFrancese16 marzo 2012 23:23

    http://www.globaldirt.org/map/index.html aggiornata 

    RispondiElimina
  91. Domandina. Se guardi nelle mappe ci sono dei simbolini grafici di svastica al contrario. Mi sai dire che cosa significano? Non ho trovato la legenda.
    SM

    RispondiElimina
  92. mamoru_giappopazzie17 marzo 2012 08:42

    〶 ufficio postale
    文 scuola elementeare/media
    卍 tempio buddista

    RispondiElimina
  93. Quanto dice la strasburghese ha molto senso e ha anche fiuto :)
    http://mag.wired.it/rivista/start/2011/09/15/questa-lampadina-e-accesa-da-110-anni.html
    Tu mi spieghi perchè le lampadine a casa mia durano max 2 anni??

    SM

    RispondiElimina
  94.  Questa lampadina (o una simile) è monitorata da una webcam accessibile a tutti. Ovviamente la webcam c'è solo da qualche anno... Leggenda vuole che da quando hanno messo la camera, ne hanno già dovute rimpiazzare 3 perché si sono guastate, mentre la lampadina non si è mai nemmeno spento. 

    è una battuta usata dagli ingegneri di ciclotrone, a dimostrazione che le cose "vecchie" se ben fatte, possono essere più affidabili di quelle nuove! 

    RispondiElimina
  95. mamoru_giappopazzie17 marzo 2012 09:41

     quella di Livermore, da
    60 watt di potenza, ma attualmente alimentata per produrne solo 4, è un autentico mistero.


    "produrne" e' una parola grossa, meglio dire "consumarne"....

    =)

    RispondiElimina
  96. Eh, si la svastica è in realtà il simbolo del sol levante nelle filosifie orientali.
    Ormai in occidente siamo abituati ad associarla la nazismo, anche se some noti giustamente è all'inverso.

    RispondiElimina
  97. ... le puntine da disegno. Tzè, si vede che non avete esperienza :-)))

    RispondiElimina
  98.  Vedo che hai visto il documentario anche tu ;-)

    RispondiElimina
  99. Mi fate una cortesia? Provate a fare un giro sui grafici dei reattori, perché ho fatto tutte le modifiche e anche piuttosto velocemente, quindi spero di non aver fatto castronerie. 
    http://www.grafici-reattori.tk 

    Per la gioia di SM , grazie ai nuovi dati più fitti è possibile calcolare la potenza termica del carico di combustibile esausto nella piscina 4 che per qualche giorno non ha avuto raffreddamento. Guardate che bella retta la temperatura.
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r2&par=SFP&vis=graph&startTime=2012-03-13&endTime=2012-03-17 

    RispondiElimina
  100.  Hai ragione... scusa, ma sono in viaggio ed ho difficolta' a scrivere... interessanti, comunque...

      R.

    RispondiElimina
  101.  ... effettivamente confermo che i tedeschi stanno buttando via soldi... letteralmente AL vento.
      E anche AL fotovoltaico.

      Roberto

    RispondiElimina
  102.  Partito l'altro ieri, in teoria, primi bosoni fra quelche giorno... stay tuned.... 4000 GeV per fascio, incrociamo le dita, va!

       R.

    RispondiElimina
  103. ...non ditelo in giro...:-))     un'azienda italiana lavora a Fukushima:
    http://notizie-24h.com/nucleare-fukushima-in-friuli-azienda-che-purifica-acqua/

    Drugo

    RispondiElimina
  104. Quanto mi fanno rosicare questi, hanno fatto un lavoro migliore del nostro :-))
    Davvero chapeau, si direbbe proprio che i francesi facciano meglio dei giapponesi su questa vicenda.
    Hanno avuto la stessa idea del mio studio sulla contaminazione alimentare, ma loro avevano certamente più tempo a disposizione. Mi consola che la conclusione sull'andamento temporale non è troppo diversa...
    Ora dovrei leggerlo per intero con calma.

    Voglio lavorare all'IRSN!!!

    RispondiElimina
  105.  Tempo avevo visto un report ENEA che esponeva chiaramente le prospettive dell'estrazione uranifera mondiale...
    " Rapporto di sintesi su risorse e domanda mondiali di uranio con
    riferimenti alla situazione nazionale
    F. Vettraino"
    si trova in rete....

    Drugo

    RispondiElimina
  106. Ti riconoscerei tra mille!

    RispondiElimina
  107. Con tutta l'esperienza che hanno i friulani nella distillazione (distillano anche i sassi) non mi stupisce. Ottimo lavoro e fate un fischio se avete bisogno del nostro supporto :)
    SM

    RispondiElimina
  108. I grafici li visualizzo molto bene, non so dirti quali modifiche hai fatto ma evidentemente funzionano.

    Ottima cosa per la piscina del n.4. Se anche Roberto fa i conti li matchiamo e vediamo di ricavare i MW residui.
    Grazie SM

    RispondiElimina
  109. Bene per i friulani!
    Però è la sede italiana di un ramo della Veolia water che è francese... Sono sempre loro alla fine ;-)

    RispondiElimina
  110. AnonimaFrancese17 marzo 2012 12:45

    postula!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  111. AnonimaFrancese17 marzo 2012 12:46

    alludi a "Tanguy"   ??? ;.))

    RispondiElimina
  112. AnonimaFrancese17 marzo 2012 12:48

    mitico doc...ma non ricordo il titolo...fu mandato in onda qui da Sky..........!!

    RispondiElimina
  113.  Dopo questa pubblicita', mi aspetto un sit-in di GreenPïss et parificati davanti ai cancelli della ditta friulana... con tanto di cartelli con foto di bambini leucemici di Chernobyl etc... etc...
      Accetto scommesse.

       Roberto

    RispondiElimina
  114. eh, aspetta... ;-) ma ce li ho già puntati da un po'. Anzi, stavo pensando di tradurre l'altro articolo in francese...

    RispondiElimina
  115.  Grazie del liink, Drugo... interessante... in effetti chiunque parli di scarsita' di uranio non sa semplicemente di cosa stia parlando... oppure depista volontariamente... GreenPiss et associates...

       Roberto

    RispondiElimina
  116. Ah no, non lo conoscevo.

    RispondiElimina
  117. SM ho appena letto la classifica. Complimenti per il lavoraccio, e ora vado a leggere il primo classificato. I pochi che ho letto erano i peggiori alla fine.

    RispondiElimina
  118. aspettiamo anche una tua classifica commento, con un occhio di riguardo per la situazione alimentare! 

    RispondiElimina
  119. Questo implica che me li debba leggere tutti :-O
    Ma specificamente di contaminazione alimentare mi pare se ne parli poco. Vuoi fare un premio per categoria? ;-)

    RispondiElimina
  120. No, ma ognuno di noi legge gli articoli con un occhio differente e quindi i commenti sono naturalmente differenti. 

    RispondiElimina
  121. AnonimaFrancese17 marzo 2012 16:15

    .....................................bip........................................:-) 

    RispondiElimina
  122. AnonimaFrancese17 marzo 2012 16:21

    avete visto in fondo pagina... abbiamo pure lo sponsor PEUGEOT;.))))  ci legge anche la Francia dunque....;.)))

    RispondiElimina
  123. AnonimaFrancese17 marzo 2012 16:27

    oh ma dico io??? non lo pubblichi il tuo articolo su U-L ????????? ;.(

    RispondiElimina
  124. Nessun lavoraccio, basta fare una tabella per ogni articolo e prendere appunti durante la lettura. Comunque sia io sia Egiovanna abbiamo scremato molto e più o meno gli stessi articoli. Dovrebbe facilitarvi il lavoro
    SM

    RispondiElimina
  125. Giusto ValerianoB fai tu un post rimando all'altro tuo articolo con uno screenshot, breve introduzione e un bel link. 

    RispondiElimina
  126.  Vabbé, visto che pure Egiovanna a quanto pare si è buttata nella classifica... E' il tempo per leggere gli articoli che ci vuole.

    RispondiElimina
  127. SM, hai dimenticato di valutare l'articolo di Galileo (Mannella)

    RispondiElimina
  128. AnonimaFrancese17 marzo 2012 17:42

    Come, ditemi come, potreste passare un W-E senza il pdf della relazione idi Grreenpeace?  ;.) http://www.greenpeace.org/france/PageFiles/300718/Rapport_fukushima.pdf

    RispondiElimina
  129. AnonimaFrancese17 marzo 2012 17:45

    qui tutti i video dell'IRSN dall'inizio dell'incidente in Giappone: 
    http://www.youtube.com/user/IRSNvideo

    RispondiElimina
  130. Ma se sei l 'UNICO! Non sapremmo con chi confrontarti!

    RispondiElimina
  131.  Ehi!!! Come non credere ad una setta come GreePiss che al capitolo 3 presenta le conclusioni di uno studioso con un curriculum come questo?

      "Arnie Gundersen est ingénieur en chef de Fairewinds Associates, cabinet de conseil en ingénierie et droit basé dans le Vermont,"

       ...ooopsss... si sono "dimenticati" di dire che Fairewinds Associates consiste di DUE associates, Arnie e sua moglie (prestigiosissimo CEO della societa', sia chiaro).

      Oggi le comiche fa ridere di meno.

      R.

    RispondiElimina
  132. mamoru_giappopazzie17 marzo 2012 18:25

    Tanto per ravvivare la conversazione, riporto un'altra imbeccata che sto verificando e che magari buttera' un poco di benzina sul fuoco.

    A quanto pare nell'ottobre 2010 (5 mesi prima del sisma) si fece un'esercitazione che coinvolgeva la centrale di Hamaoka, la famosa in riva all'oceano che verra' poi chiusa d'autorita' dal primo ministro Kan per paura del (dato per) probabile megasisma che si attende nella regione del Kanto.

    http://www.kantei.go.jp/jp/kan/actions/201010/21kunren_genshiryoku.html

    Ecco, durante questa esercitazione cosa venne simulato?
    La perdita della capacita' di raffreddamento del R3 di Hamaoka e la dispersione di sostanze radioattive in atmosfera.

    Chi partecipo' a questa simulazione?
    Gruppi di METI, NISA, MEXT, Prefettura di Shizuoka e municipalita' varie, sotto la supervisione del primo ministro Kan (nella foto che riceve la dichiarazione di stato di emergenza nucleare).

    Durante la simulazione di incidente si utilizzarono le proiezioni SPEEDI, si fece pratica con le comunicazioni in teleconferenza, con le procedure per informare la popolazione e le contromisure all'incidente.

    http://www.bousai.ne.jp/vis/kunren/mext/sougou/h22/gairyaku.html

    http://www.bousai.ne.jp/vis/kunren/mext/sougou/h22/gazou.html

    http://www.bousai.ne.jp/vis/kunren/mext/sougou/h22/gazou02.html

    Qui le mappe di SPEEDI utilizzate al tempo
    http://www.bousai.ne.jp/vis/speedi_z/sougou_kunren/pdf/h22_sougoukunren.pdf

    Qui il video della dichiarazione dell'emergenza presso la residenza del primo ministro.
    http://nettv.gov-online.go.jp/prg/prg3888.html

    Io son cattivo e mi viene da pensare che Kan non sia poi questo salvatore della patria come molti lo dipingono e buona parte dei casini organizzativi nella gestione della crisi del 3.11 dipenda anche da lui e da certe scelte poco razionali.

    La cosa certa e' che qui qualcuno non ha fatto i compiti a casa...

    RispondiElimina
  133. mamoru_giappopazzie17 marzo 2012 18:54

     vuoi forse insinuare che la "mamoru strategic global consulting international" e' una faloccata? :D

    RispondiElimina
  134. dipende dal fatturato. se è superiore al milione di euro l'anno, ti mando il CV

    RispondiElimina
  135.  A me dispiace per i giapponesi sia chiaro, ma questi sono bravi a tirarsi le martellate sui gioielli di famiglia...

    RispondiElimina
  136. Perbacco hai ragione, gli articoli sono 34. Scaricandoli uno ad uno ho perso il Mannella per strada. Me lo guardo e domani faccio la Rev1 del mio PDF commento.
    Grazie per la segnalazione :)
    SM

    RispondiElimina
  137. La vuoi la mia opinione?
    La gente non prende le esercitazioni sul serio. In genere si è tutti un po' troppo impegnati da mille intoppi per prestare veramente attenzione a cosa sarebbe necessario fare in caso di emergenza. L'emergenza è un fatto lontano.

    Il problema è che non te lo puoi permettere neppure se sei valido e competente nel tuo ruolo. Bisogna abbassare le orecchie e mettersi in discussione. Questo è ancora più vero per il nucleare perchè chi adesso ha l'esperienza di una emergenza vera (fukushima) non vedrà la prossima emergenza e sarà tutto nuovo per chi lo dovrà fare. Pensateci, chi era "in charge" nel 1986 lo è ancora oggi? Pensate all'Italia dove l'età della dirigenza è 50+ per non dire 60+

    La terminologia per queste situazioni è "evento orfano", ancora più difficile da gestire degli eventi emergenziali convenzionali.

    Kan salvatore della patria? Mah!
    SM

    RispondiElimina
  138. Davvero istruttivo il secondo Anonima, brava!

    RispondiElimina
  139. Complicato il processo di risarcimento, 56 pagine il modulo di richiesta , 160 pagine l'opuscolo di istruzioni, Tepco ha inviato istruzioni aggiuntive, cosa si è risarcito finora, gli sfollati chiamati parassiti su internet
    http://www.bloomberg.com/news/2012-03-11/fukushima-evacuees-run-into-tepco-red-tape-sponger-attacks-on-payments.html 

    Rivisitate le linee guida risarcimento danni in base alle dosi annuali di radiazione
    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T120317003465.htm 

    RispondiElimina
  140. Okuma, Tomioka, Namie, Naraha... Progetti di città "gemelle"  temporanee
    http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20120317p2a00m0na013000c.html 


    Progetti di espansione delle zone a rischio in caso di incidente nucleare
    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T120317003469.htm 


    http://www.yomiuri.co.jp/dy/photo/DY20120318101054748L0.jpg

    RispondiElimina
  141. Su Kan sono scoppiate  polemiche sin dal primo momento, pare non si fidasse dei diversi funzionari , della Nisa ecc. perché non riceveva risposte chiare. Né salvatore né capro espiatorio però. Insiders and the investigation committee would at least agree on one thing — Kan and his aides started intervening because of an apparent lack of preparedness by nuclear officials who were supposed to serve as the main players in managing the crisis, particularly officials at the Nuclear and Industrial Safety Agency.
    Insomma molti non hanno fatto i compiti a casa.

    RispondiElimina
  142. Queste sono realtà tristi e ricordano l'Aquila. Per me il questionario dovrebbe compilarlo Tepco.

    RispondiElimina
  143. http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120317_20.html
    interessante intervento su una vasta zona contaminata chimicamente. Faccio presente che il Cadmio, a differenza del Cesio, non decade togliendo il disturbo definitivamente.
    SM

    RispondiElimina
  144. Sempre sui risarcimenti:
    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T120317003465.htm 

    RispondiElimina
  145.  Devi assolutamente aggiungere un "environment" nella sigla! :-)

      Roberto, CEO di me stesso.

    RispondiElimina
  146. Per farmi perdonare i post tristi di oggi ( purtroppo le conseguenze tragiche esistono , mi riferisco alla no entry zone, e non ci si può nascondere dietro al dito)
    Lo voglio adesso subito!!! http://www.sognandoilgiappone.com/curiosita-dal-giappone/il-washlet/questi pazzerelli di japanshttp://www.japantoday.com/category/lifestyle/view/not-so-strange-after-all-the-real-japan-up-close 

    e buona domenica a tutti!

    RispondiElimina
  147. ma la sai la cosa più comica dei gabinetti hi-tech? una delle case produttrici si chiama TOTO!

    RispondiElimina
  148. AnonimaFrancese18 marzo 2012 11:27

    ;.) i gioielli di famiglia.....questa espressione colorata mi ha sempre divertito molto ;.)

    RispondiElimina
  149. AnonimaFrancese18 marzo 2012 11:31

    ahahah Egiovanna  ;-) buona domenica anche a te ;.)

    RispondiElimina
  150. Carissimi, ho messo un nuovo breve aggiornamento, lo trovate a questo indirizzo 
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/03/protezione-del-fondale-del-porto-di.html
    se vi va di leggerlo. 

    RispondiElimina
  151. AnonimaFrancese18 marzo 2012 12:58

    mhhhhhhhhhhhh 

    RispondiElimina
  152.  Tra l'altro, sei piazzato megli di me per dirlo, mi sembra che il cadmio viene accumulato in qualche parte del corpo (ghiandole, ossa? Reni mi pare...).

    RispondiElimina
  153. se non sbaglio anche i cugini d'oltralpe (cisalpini ormai per me) parlano di bijoux ...

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...