Cerca nel blog

Loading

7 luglio 2011

Archivio notizie su incidente nucleare Fukushima (da 1/07/2011 a 7/07/2011)



Per visualizzare le notizie di ogni singola giornata è sufficiente cliccare sul link sotto la data corrispondente.

Venerdì 1 Luglio
Clicca per leggere gli aggiornamenti del 1 luglio

1/07/2011 - 7:00 (toto): Abbiamo spostato le notizie dei giorni precedenti nella pagina corrispondente all'archivio settimanale. Le trovate tutte qui. Vi ricordiamo che potete accedere velocemente alle notizie di una data precisa a partire da questa pagina calendario.

Nella serata di ieri sera ci sono state alcuni aggiornamenti importanti che magari vi siete persi, in particolare sulle dosi accumulate e impegnate dai lavoratori della centrale di Fukushima Daiichi durante il mese di Aprile. Se volete cliccate qui e poi aprite le notizie del giorno 30 giugno.

TEPCO ieri sera ha rilasciato una fotografia della piscina del combustibile esausto del reattore 4. Non è nulla di particolarmente illustrativo visto che non ci mostra lo stato del combustibile come era stato fatto in questo video per esempio. Si vede chiaramente il vapore che sale dalla superficie dell'acqua visto che la temperatura è sempre molto vicina ai 90 gradi. L'unica cosa positiva è che stando alle mappature che hanno effettuato nelle giornate scorse la dose non è particolarmente alta e quindi i lavoratori potranno operare con un minimo di tranquillità in più vista anche la temperatura.

Nella tabella dei parametri globale viene riportata la misura della temperatura della piscina del reattore 3 come misurata ieri sera: 62 gradi centigradi. Questo numero è identico alla rivelazione precedente che era dell'8 maggio scorso (ultima rivelazione disponibile) e quindi non sappiamo se il sistema di raffreddamento per la piscina è veramente entrato in funzione oppure no.

Ultimo punto di questo aggiornamento mattutino è la notizia apparsa su NHK che TEPCO starebbe preparando un manuale operativo per la gestione del sistema di decontaminazione e di ricircolo dell'acqua che in questi giorni ha avuto parecchi stop anche per "errori umani". Ne avevamo parlato anche noi nei commenti e rimaniamo dell'opinione che si tratti di un sistema parecchio complesso proprio perché è l'insieme di differenti elementi con caratteristiche differenti e quindi è necessario un po' fine tuning per poterli accordare tutti.

1/07/2011 - 14:30 (toto): C'è un certo numero di aggiornamenti da parte di TEPCO che vale la pena riportare. Innanzitutto hanno deciso di modificare leggermente il sistema di iniezione di acqua riciclata all'interno dei reattori. Anziché miscelare l'acqua decontaminata con quella pulita a livello di un semplice raccordo, hanno preferito inserire una cisterna che funziona da buffer. Così facendo non dovrebbero più esserci problemi di riflussi di acqua trattata nel contenitore dell'acqua pulita e si dovrebbe poter eliminare anche quei pochi metri cubi orari di acqua fresca che ancora vengono utilizzati. Nello schema vedete che le tre valvole che portano dalla cisterna dell'acqua pulita ai raccordi con quella trattata sono stati chiusi, una nuova linea è stata tirata dalla cisterna da 8000 m3 a quella da 1000 e notate come la tubazione entri nella parte alta in modo da non mischiarsi con i liquidi già presenti e l'aggiunta di acqua pulita alla cisterna buffer può essere fermata con un semplice galleggiante. [Questa è la nostra interpretazione ragionevole dello schema, potrebbe non essere corretta]
Per eseguire questa modifica, il sistema di ricircolo è stato interrotto per qualche ora, mentre dovrebbe aver continuato il suo lavoro quello di decontaminazione.

Ci sono alcune fotografie circa gli ambulatori e le sale visite installati presso la centrale e anche le protezioni contro l'alta marea. Le trovate qui.

Torniamo alla piscina del combustibile spento del reattore 3 perché secondo una nota stampa di TEPCO sarebbe stato azionato il sistema di raffreddamento (come quello della piscina del 2) in modalità test nella serata di ieri (ora del Giappone). Dalle 11 di questa mattina (TEPCO) invece è regolarmente in funzione. Alle 9 la temperatura era scesa a 55 gradi contro i 62 di ieri sera appena iniziate le operazioni. . Ricordiamo che a differenza della piscina 2 che è praticamente pulita, la numero 3 è piena di rottami e calcinacci dovuti alla forte esplosione che ha coinvolto l'edificio, quindi non possiamo aspettarci che il raffreddamento sarà così efficiente. Restiamo in attesa di nuovi dati sulla temperatura, ma è un altro passo in avanti. Bene.

Pubblichiamo anche i livelli di concentrazione di contaminanti presenti nell'acqua davanti ai reattori.



01/07/2011 - 18:00 (Valeriano): aggiornamento sulla contaminazione alimentare. Ancora un rapporto di 4 pagine del ministero della salute, con qualche novità.
L'unica derrata trovata con contaminazione abbastanza alta da essere ritirata dal commercio stavolta sono delle foglie di the nella prefettura di Tokyo, area di Itabashi-Ku trovate con una contaminazione di 1,3 kBq/kg di Cs-134 e 1,4 kBq/kg di Cs-137. E' la prima volta che una contaminazione così consistente del the appare al di fuori della prefettura di Shizuoka. Per quanto riguarda gli altri alimenti, fortunatamente molti di quelli presentati in questo rapporto sono risultati puliti. Passiamo a fornire un riassunto di quelli trovati con contaminazione apprezzabile (> 100 Bq/kg).
  • Prefettura di Kanagawa, area di Kaisei-Machi. Foglie di the trovate con 440 Bq/kg di Cs-134. Misura da Cs-137 non riportata.
  • Prefettura di Shizuoka, area di Ihara. Foglie di the trovate con circa 400 Bq/Kg di contaminazione da Cs-134. Misura da Cs-137 non riportata.
  • Prefettura di Yamanashi, area di Nanbu-cho. Foglie di the trovate a 168 Bq/kg di Cs-134. Misura di Cs-137 non riportata.
Fra le contaminazioni minori (< 100 Bq/kg) segnaliamo:
  • Prefettura di Chiba. Alfonsino, sardine e sgombro ai mercati di Choshi e Ohara.
  • Tokyo, aree di Nerima-ku e Kodaira-shi. Lieve contaminazione (10 e 12 Bq/kg rispettivamente nelle due aree) trovata nei mirtilli all'aperto.
  • Prefettura di Ibaraki, area di Hokota-shi. Sardine trovate con 37 Bq/kg di Cs-134, misura di Cs-137 non riportata.
  • Prefettura di Fukushima, diverse aree. Mirtilli, ume, pesca trovate con contaminazione fra gli 11 e i 70 Bq/kg.
  • Prefettura di Fukushima, area di Hirono-Machi. Misure hanni rivelato una lieve contaminazione (13 Bq/kg di Cs-134 e 20 Bq/kg di Cs-137) nelle patate.
Le misure riportate in questo rapporto effettuate sul latte e sul maiale (carne e fegato) non hanno riportato contaminazione.
Vista la quantità di alimenti testati e di risultati negativi trovati, consigliamo sempre la consultazione del rapporto originale.


Sabato 2 Luglio
Clicca per leggere gli aggiornamenti del 2 luglio

2/07/2011 - 8:30 (toto): Non ci sono molti aggiornamenti questa mattina, ma c'è un numero molto interessante che vale la pena di ricordare. Questa mattina (JST) la temperatura della piscina del reattore 3 era di 39.9 gradi centigradi, il che significa che il sistema di raffreddamento sta funzionando e riesce per lo meno ad abbattere la temperatura dell'acqua. E' possibile che per raffreddare gli elementi di combustibile che sono coperti di detriti ci vorrà più tempo.

2/07/2011 - 17:30 (toto): Vorremmo aggiungere un grafico con l'andamento della temperatura nella piscina del combustibile esausto del reattore 3. Non aggiunge nessuna ulteriore informazione rispetto a quanto abbiamo già riportato questa mattina, ma è evidente l'effetto del sistema di raffreddamento con circuito chiuso.


Nell'aggiornamento di questa sera vorremmo soffermarci su alcuni aspetti tecnici che altrimenti rischierebbero di passare inosservati. Iniziamo con la tabella riassuntiva delle temperature e dei volumi di acqua iniettata accompagnata dai grafici con i corrispettivi andamenti temporali.


Le temperature di tutti i reattori sembrano aver trovato il loro punto di equilibrio con le portate di acqua iniettate attualmente e almeno termicamente la situazione sembra essere statica. Da notare che non abbiamo una spiegazione degli asterischi di rimando presenti nella tabella presa da questo documento TEPCO.

E' anche interessante notare lo stato della pressione del PCV, in particolare quella del compartimento secco (dry/well) del reattore 2 dove è attualmente in corso da alcuni giorni l'iniezione di azoto. Durante il processo, che è iniziato il 28 giugno, sono già stati iniettati 1100 metri cubi di azoto allo stato gassoso. Per confronto, nel reattore 1 ne sono già stati iniettati 57 mila. La pressione è passata da 5 kPa assoluti a 25

Diamo anche un'occhiata alla situazione dei livelli dell'acqua nei vari edifici e nelle varie cisterne. Come potete vedere dal solito schema, in questo momento l'acqua accumulata viene pompata dal pozzetto verticale del reattore 2 e dall'edificio turbine del reattore 3 diretta verso la struttura per il trattamento dei rifiuti radioattivi (d'ora in poi chiameremo per semplicità stoccaggio-1). Fino a qualche giorno fa (20 giugno) l'acqua del locale turbine 3 veniva pompata verso il locale inceneritore (stoccaggio-2). Stando a quanto scritto nei rapporti ufficiali non ci dovrebbe essere nessun pompaggio diretto verso stoccaggio-2, ma l'acqua contenuta al suo interno continua a salire come potete vedere anche in questo documento NISA. Su questo documento TEPCO viene anche riportato un livello comulativo per stoccaggio-2 il che significa che acqua è stata rimossa dal suo interno per essere trattata. In conclusione quella di stoccaggio-2 è una situazione poco chiara che andrebbe meglio chiarita. Chiunque riuscisse a reperire informazioni a proposito sono ben accette.

La situazione è più semplice per gli scantinati del reattore 6 che vengono svuotati alla bisogna e l'acqua viene trasferita in cisterne temporanee e poi sulla mega-float. Per quest'acqua sarebbe interessante conoscere il livello di contaminazione per capirne l'origine se non fosse possibile da parte degli operatori individuarla visivamente.

Se il livello di stoccaggio-2 sale, scende il livello di stoccaggio-1 da dove l'acqua viene prelevata e inviata al sistema di decontaminazione. Il livello questo mattina era 2 mm più basso rispetto a ieri ed è interessante sapere che da quando il sistema di decontaminazione ha iniziato a lavorare, sono già stati processati l'equivalente di 1 metro e 20 cm di questo stoccaggio.

Veniamo ora ai livelli nei reattori. Solo per il reattore 1 abbiamo tre punti di misura, uno all'interno dell'edificio stesso, uno nel locale turbine e un terzo nel pozzetto verticale all'esterno. Il livello all'interno del reattore è sceso di 30 millimetri rispetto ad ieri mentre sia nel locale turbine sia nel pozzetto i livelli sono invariati dato che non vi è attualmente nessun pompaggio. I livelli all'esterno sono molto bassi e al momento non destano preoccupazione.

Per l'unità 2, da cui l'acqua viene pompata dal pozzetto verticale, l'acqua ivi contenuta è scesa di 28 mm e altrettanto è scesa nel locale turbine. Ci sono 46 cm di distanza dal pelo dell'acqua nel pozzetto e il livello del terreno.

Per l'unità 3, da cui l'acqua viene pompata via dall'edificio turbine, si è registrata una diminuzione di 16 millimetri in quello scantinato, ma un aumento di 9 mm nel pozzetto verticale dove comunque restano 16 cm di distanza dal colmo.

Per l'unità 4, abbiamo solo la misura nel locale turbine dove il livello è sceso di 14 mm rispetto alla misura di ieri.

Tutto sommato diremmo che la situazione dell'accumulo dell'acqua contaminata sta prendendo la via della soluzione, restano ancora alcuni punti interrogativi da chiarire come l'aumento nell'edificio dell'inceneritore e tenere un occhio aperto sul livello del pozzetto del reattore 3; qualora non ci fossero diminuzioni, bisognerà considerare la possibilità di pompare direttamente da lì come si sta facendo per il numero 2.

Abbiamo anche il video ufficiale delle pulizie all'interno del reattore 3. Queste sono state eseguite al primo piano dell'edificio (ricordiamo che tradizionalmente in Giappone il primo piano rappresenta quello che noi chiameremmo piano terra). Il video mostra il robot collegato all'aspiratore che pulisce il pavimento della zona vicina all'ingresso. Oggi il robot è rientrato, ma senza l'aspiratore e con lo scopo di eseguire una mappatura di dose e verificare l'effetto delle pulizie.


Concludiamo l'aggiornamento di oggi con la situazione della contaminazione dell'acqua davanti ai reattori che non presenta grosse variazioni rispetto ad ieri. Resta alta la concentrazione davanti a R3.



Domenica 3 Luglio
Clicca per leggere gli aggiornamenti del 3 luglio

3/07/2011 - 8:30 (toto): Aggiornamento mattutino con tutte le novità accadute nella giornata in Giappone.
Sistema di decontaminazione e ricircolo. La prima è sicuramente una buona notizia e riguarda il sistema di decontaminazione e ricircolo. E' terminata l'installazione della cisterna di buffer di cui abbiamo già parlato in aggiornamenti precedenti (1 luglio) e in questo momento non viene aggiunta acqua fresca al raffreddamento che avviene solo utilizzato acqua trattata. Il che significa che al momento attuale il sistema è in grado di decontaminare almeno 15 o 16 metri cubi all'ora. Diciamo almeno perché oltre alla portata attualmente utilizzata per i reattori si deve tenere conto anche della riserva che è necessario produrre per quelle ore in cui è necessario sospendere il sistema di decontaminazione e sostituire i filtri. Ricordiamo inoltre che il sistema starebbe lavorando al 55% delle sue capacità, in effetti non sappiamo se il restante 45% sarà mai raggiunto perché potrebbe essere legato ad una sovrastima dell'efficienza fatta in fase di disegno, infatti le cartucce per l'assorbimento del cesio erano previste durare per circa un mese, mentre è necessario sostituirle quasi giornalmente.

Mappatura di dose nel reattore 3. Nella giornata di ieri il robot (video) che aveva fatto le pulizie nel reattore 3 è rientrato per fare una misura di dose e vedere se era stato in grado di diminuirla. Ecco qui il risultato del suo doppio lavoro. Come già vi dicevamo ieri, il robot si è concentrato sulla zona nei pressi dell'ingresso perché il punto in cui si vorrebbe installare il sistema per l'iniezione dell'azoto è proprio in quella zona (evidenziato da un cerchio verde).
La mappatura si legge come le precedenti:
  • I punti rossi rappresentano zone dove si è verificato un innalzamento rispetto al valore precedente e nelle parentesi è riportato il valore del 24 giugno
  • I punti blu hanno invece subito una diminuzione - che è proprio quello per cui il robot ha lavorato. In alcuni punti è riuscito ad abbattere anche di una decina di milliSv/h il valore.
  • I punti verdi, che però appaiono grigi a causa dello sfondo, sono rimasti invariati. Così il valore nelle dirette vicinanze di dove andranno ad eseguire i valori è rimasto a 60 milliSv/h.
I due robot, quello che ha fatto le misure e quello che lo riprendeva, sono rimasti nella zona per oltre un'ora e hanno accumulato circa 2 milliSv che ci sembra un valore fin troppo basso visto quelli che ci sono in gioco. Vedremo quale strategia adotterà TEPCO, se continuare a pulire oppure utilizzare lo schermo mobile come già fatto per l'unità 2.

Contaminazione dell'aria al quinto piano di R4. In contemporanea un'altra squadra sta lavorando all'installazione del materiale necessario per il raffreddamento della piscina del reattore 4. Prima però di iniziare i lavori veri e propri si stanno ultimando le misure radiologiche e oggi ci vengono comunicati i valori di contaminazione dell'aria al quinto piano dell'edificio nei pressi della piscina del combustibile esausto.
I valori sono piuttosto elevati se confrontati con l'aria presente nel resto della centrale, ma restano inferiori a quelli misurati all'interno degli edifici reattore di 1 e 2. Si tratta di valori che assolutamente richiedono l'uso della maschera, ma che non dovrebbero compromettere la possibilità di eseguire i lavori.

Piscina esausto del reattore 3. Sempre restando in tema, la temperatura della piscina del reattore 3 era di 34 gradi questa mattina alle 5 in Giappone (normalmente tra i 20 e i 40 gradi). Ci sentiremmo di dire che un altro punto sulla roadmap è stato raggiunto. Il fatto che la piscina venga raffreddata significa che difficilmente si potranno creare nuovi danni al combustibile e che l'evaporazione dell'acqua con eventuale trasporto di particolato radioattivo è quasi completamente azzerata.

Perdita alla pompa del reattore 5. Questa mattina, un operatore che effettuava un giro di ronda ha visto un'evidentissima perdita ad una pompa del sistema di raffreddamento RHRS (residual heat removal system) del reattore 5. Si tratta della pompa lato mare (fonte), ovvero quella che spinge acqua di mare in grande quantità all'interno dello scambiatore per abbattere la temperatura dell'acqua di raffreddamento del nocciolo. Quindi non si tratta di acqua contaminata, ma la sostituzione del tubo richiederà la sospensione del sistema di raffreddamento. Al momento dell'interruzione del raffreddamento, la temperatura dell'acqua nel nocciolo era di circa 48 gradi e si ipotizza un aumento di circa 2.5 gradi per ogni ora che il sistema rimarrà spento.

Condizioni dei lavoratori. Dalla galleria fotografica del sito TEPCO potete vedere i lavori messi in atto per migliorare le condizioni di vita dei lavoratori incluse le tute raffreddate per i ridurre l'incidenza dei colpi di calore.

3/07/2011 - 12:00 (toto): Aggiornamento flash per confermare che dopo circa 3 ore di interruzione, l'impianto di raffreddamento del reattore 5 (RHRS) è stato rimesso in funzione e il tubo fessurato sostituito con uno nuovo. Non appena avremo i dati relativi all'innalzamento di temperatura ve li comunicheremo, ma non ci aspettiamo grosse variazioni rispetto al valore iniziale e molto al di sotto dei 100 gradi centigradi. (TEPCO)

Abbiamo anche i dati relativi alla contaminazione dell'acqua di mare di fronte ai reattori. Sembra intravedere un leggero miglioramento, ma non vorremmo si tratti di una semplice fluttuazione sperimentale.


3/07/2011 - 16:00 (toto): Su segnalazione di un nostro lettore (Tommaso R.) vi informiamo che questa mattina è stata trovata una lievissima traccia di cesio-137 (0.14 Bq/litro) nell'acqua potabile di Tokyo (fonte). Nello stesso giorno anche nella prefettura di Saitama è stato trovato cesio-134. Ci sono due numeri da tenere in considerazione: 200 Bq/litro è il limite per la potabilità, mentre il limite per la rivelabilità è compreso tra 0.1 e 0.7 Bq/litro. Di fatto questo valore è appena al di sopra della soglia minima di rivelabilità. Si tratta del primo ritrovamento di contaminanti radioattivi nell'acqua potabile da oltre un mese e potrebbe essere legato alla stagione delle piogge. Sarà nostra premura informarvi anche domani circa questa situazione.

Tornando alla centrale, abbiamo la conferma che i lavori di installazione del sistema di iniezione dell'azoto nel reattore 3 avverranno dopo aver piazzato degli schermi all'interno del primo piano dell'edificio (Egiovanna).


Lunedì 4 Luglio
Clicca per leggere gli aggiornamenti del 4 luglio

4/07/2011 - 6:30 (toto): Non ci sono novità, quindi dobbiamo accontentarci di vedere confermate le "buone" notizie di cui abbiamo dato annuncio ieri e nei giorni scorsi. Partiamo dal reattore 5 che a causa di un tubo rotto e della sua sostituzione ha perso il raffreddamento del nocciolo per qualche ora nella giornata di ieri (3 luglio). Dal grafico qui sotto potete capire anche visivamente che il tutto è tornato nella normalità. Purtroppo il grafico è disponibile solo in Giapponese, ma vi basti sapere che la temperatura dell'acqua nel nocciolo è descritta dalla linea rossa.


Altra buona notizia confermata è che questa mattina (alle 5 JST) la temperatura della piscina del combustibile esausto dell'unità 3 era a 33 gradi. Notizie dalla stampa ci confermano l'intenzione di TEPCO di arrivare ad iniettare azoto nel reattore 3 entro il 17 luglio, dopo di che potrebbe essere possibile una riduzione della zona di evacuazione, solo nelle parti meno colpite dal fall-out.

Nella giornata di ieri vi avevamo segnalato una lieve contaminazione da cesio-137 dell'acqua potabile a Tokyo, oggi i valori sono ritornati sotto la soglia di rivelabilità (fonte).

Abbiamo aggiornato la webcam TBS/JNN (link), dato che il precedente evento live era terminato. Questa mattina si poteva vedere la mega-gru muoversi sopra l'edificio del reattore 1.

04/07/2011 - 18:00 (Valeriano). Aggiornamento sulla contaminazione alimentare. Oggi sono stati pubblicati tre rapporti comprendenti quelli del fine settimana. Si tratta di rapporti abbastanza "tranquilli", con pochi alimenti seriamente contaminati.
Gli unici alimenti che hanno riportato misure con valori superiori ai limiti ammessi in questi tre rapporti sono foglie di the trovate con contaminazione fra i 540 e i 2300 Bq/kg nella prefettura di Kanagawa, area di Yamakita-Machi.
L'unico alimento trovato con contaminazione superiore a 100 Bq/kg sono i funghi shiitake nella prefettura di Fukushima, area di Motomiya-shi, con 190 Bq/kg di Cs-134e 230 di Cs-137.
Altri alimenti che presentano livelli di contaminazione ragionevolmente bassi sono:
  • Prefettura di Ibaraki: mirtilli.
  • Prefettura di Saitama: grano e orzo.
  • Prefettura di Fukushima: ume e prugne.
Consigliamo la lettura dei rapporti completi ai link seguenti:
Rapporto 01/07
Rapporto 02/07
Rapporto 03/07

Novità interessante, il il Ministero della Salute ha pubblicato una tabella riassuntiva delle misure effettuate a partire dal 19 marzo. Questa tabella non riporta le misure in termini di misura di radioattività, ma il numero e la varietà di alimenti testati prefettura per prefettura ed il numero di alimenti trovati con contaminazione al di sopra della legge. Qui trovate il link.

4/07/2011 - 18:15 (toto): Ci sono poche novità sugli aspetti tecnici. Sappiamo che questa mattina in Giappone è scattato un allarme per segnalare che la portata di acqua nel reattore 1 era diminuita rispetto al valore precedente. La causa potrebbe essere un'intasatura delle condutture, il che potrebbe essere una cattiva notizia specie se queste fossero le tubature interne e non facilmente accessibili. TEPCO sta monitorando l'evolversi della situazione.

Oggi è stata fermata la pompa di trasferimento dell'acqua perché la cisterna di buffer era piena. Guardando lo schema a fianco, la pompa di trasferimento è quella "freccia" posizionata tra la cisterna da 5000 e quella da 1000 metri cubi. I sistemi di ricircolo e di decontaminazione hanno continuato a lavorare ugualmente evidenziando l'importanza di questa cisterna che permette ai due di lavorare disaccoppiati.

Osservando i livelli di acqua accumulata nei locali interrati dei reattori e degli edifici turbine si nota una netta diminuzione del livello dell'acqua, mentre aumenta quella contenuta nelle cisterne a monte del sistema di decontaminazione. Questo di fatto significa che l'acqua viene portata via con una portata superiore a quella con cui viene decontaminata, ma che a sua volta è superiore a quella utilizzata per raffreddare i reattori.

Per quanto riguarda i reattori possiamo vedere che le temperature dei contenitori di pressione RPV si sono stabilizzate con gli attuali valori di iniezione di acqua fresca.


Nella giornata di ieri sono iniziati i lavori di schermatura del primo piano del reattore 3 per poter permettere ai lavoratori di operare con esposizioni inferiori durante l'installazione del sistema per l'iniezione di azoto. Nella foto scattata dal muletto schermato vedete le lastre di acciaio stese a terra.


Concludiamo con la situazione dell'acqua di mare prelevata di fronte ai reattori. Si nota una certa tendenza al miglioramento, ma vorremmo evitare di esultare per la brusca diminuzione davanti al numero 1 che potrebbe essere seguita da una salita altrettanto brusca nei prossimi giorni.



Martedì 5 Luglio
Clicca per leggere gli aggiornamenti del 5 luglio

5/7/2011 - 6:30 (toto): Non ci sono aggiornamenti di natura tecnica che provengono dalla centrale, a parte le operazioni di routine come il trasferimento dell'acqua accumulata verso i siti di stoccaggio e la mega-float. Si sta ancora lavorando ai piani alti dell'edificio del reattore 4 per riempire le vasche tecniche con acqua in modo da schermare le radiazioni e migliorare le condizioni di lavoro. Ricordiamo che la piscina del reattore 4 potrebbe richiedere parecchio lavoro per essere collegata ad un sistema di ricircolo come quello dei reattori 2 e 3.

Non si hanno notizie circa il problema riscontrato ieri (4 luglio) con la portata dell'acqua di raffreddamento nel reattore 1. Speriamo ci siano aggiornamenti nel corso della giornata. Nella tavola dei parametri generali presentata da TEPCO i valori misurati delle portate alle 5 JST erano di 3.8 m3/h, 3.5 m3/h e 8.8 m3/h rispettivamente per i reattori dall'1 al 3, ma non sappiamo se i tecnici hanno dovuto ritoccare le valvole per ottenere questi valori.


Descrizione dell'effetto delle radiazioni sul corpo umano

Valeriano a preparato un articolo sugli effetti delle radiazioni sul corpo umano prendendo spunto dai documenti disponibili in rete sugli effetti delle armi nucleari.

Come vedrete si parla sempre di valore piuttosto elevati di dose. Vale proprio la pena di leggerlo e se ci sono aspetti che desiderate chiarire, non dovete fare altro che chiedere.


5/07/2011 - 17:00 (toto): Vediamo di raggruppare le poche informazioni tecniche circa le attività che sono state svolte all'interno della centrale. Ci tengo a sottolineare che molto spesso veniamo informati dell'inizio o della conclusione di alcuni lavori che richiedono anche alcuni giorni di messa in opera nei quali noi siamo portati a credere non stia succedendo nulla. La posa di alcune barriere in cemento di fronte ai pozzetti per la presa d'acqua dei reattori è una di queste operazioni. Infatti è in corso da circa un mese e ha richiesto un notevole sforzo fisico viste le condizioni climatiche e gli indumenti di sicurezza dei lavoratori. Nella foto vediamo la posa di alcuni di questi blocchi di cemento davanti alla presa d'acqua del reattore 2 e come appare l'ingresso dell'acqua dal mare con anche visibile la barriera di contenimento mobile.
Non dobbiamo aspettarci una brusca diminuzione dei contaminanti a partire da domani proprio perché queste installazioni sono venute gradualmente nei giorni scorsi. Stando al rapporto TEPCO lavori simili sono stati compiuti su tutti e quattro i reattori (terminati il 29 giugno). Non escluderei che le variazioni repentine di alcuni misure di contaminanti siano dovute proprio a questi lavori che hanno smosso il fondale provocando la ri-dispersione di particolato che si era sedimentato. Per concludere la situazione dell'acqua di mare proprio in quella zona pubblichiamo il consueto grafico con l'andamento temporale.

Ricordiamo che l'acqua analizzata in questi grafici è stata prelevata tra le nuove barriere di cemento e quelle mobili, sono disponibili anche i dati relativi ai campioni eseguiti oltre le barriere mobili ma all'interno del porto (fonte). I dati al di fuori della barriera sono generalmente circa un fattor dieci più bassi il che su questa scala logaritmica significa una tacca più in basso. Notate come per alcuni giorni sia sparito il punto rosa della concentrazione di iodio, questo perché è sceso sotto il limite di rivelabilità per quel determinato strumento. Purtroppo non tutti i campioni sono misurati con lo stesso strumento e quindi ci sono soglie minime di rivelabilità che variano da 16 a 45 Bq/L per lo iodio-131.

Il sistema di decontaminazione e ricircolo sembra continuare bene il suo lavoro, oggi è stato interrotto il funzionamento del sistema di decontaminazione per la sostituzione di una cartuccia di zeolite per la rimozione del cesio e poi ha ripreso il suo funzionamento regolare. Ricorderete forse che nella giornata di ieri era stato interrotto il pompaggio verso la cisterna di buffer perché l'indicatore aveva raggiunto il livello pieno, mentre oggi il sistema ha automaticamente riavviato la pompa di trasferimento dalla cisterna grande a quella di buffer perché il livello era sceso sotto la soglia. I livelli di acqua contaminata nei vari locali interrati (reattori, turbine e pozzetti) continuano a scendere, per il pozzetto davanti all'unità 2 il livello si trova ad oltre 50 cm dal colmo, mentre a 20 per l'unità 3. E' aumentato, ma di soli 2 millimetri, il livello dell'acqua nello stoccaggio rifiuti radioattivi, da dove viene pescata per la decontaminazione (fonte).

Non abbiamo ulteriori notizie circa il problema sulla portata del raffreddamento nel reattore 1, ma nella tavola riassuntiva dei parametri dei reattori vediamo che è stata mantenuta a 3.8 metri cubi orari.


05/07/2011 - 17:45 (Valeriano). Consueto aggiornamento sulla contaminazione alimentare. Ancora un rapporto estremamente scarno da parte del Ministero della Salute.
I soli alimenti riportati con debole contaminazione sono:
  • PRefettura di Chiba, mercato di Choshi. Sardine trovate con 30 Bq/kg di contaminazione da Cs-134
  • Prefettura di Chiba, mercato di Hota. Sgombri trovati a 7 Bq/kg di contaminazione da Cs-134
Il latte misurato nella prefettura di Fukushima (aree di Koriyama-shi, Motomiya-shi, Ono-machi, Izumizaki-mura, Motomiya-shi) è risultato non contaminato.
Misure effettuate in data non precisata nel rapporto su alcuni vegetali del genere lattuga, soya, carote nelle prefetture di Chiba, Ibaraki, Niigata, Nagano non sono risultati contaminati.

Trovate il rapporto completo al link Rapporto.


Mercoledì 6 Luglio
Clicca per leggere gli aggiornamenti del 6 luglio

6/07/2011 - 6:30 (toto): Come anche nei giorni precedenti, non ci sono aggiornamenti tecnici provenienti da TEPCO sullo stato della centrale, ma solo lanci di agenzia che appaiono sul sito NHK. In base a queste notizie, oggi dovrebbero arrivare alla centrale alcuni pezzi preassemblati della copertura del reattore 1 e in effetti osservando la webcam TEPCO si possono vedere movimenti della mega-gru anche se non vede ancora nessuna costruzione. Al fine di monitorare l'efficacia di questa copertura, gli operatori faranno alcune misure della radioattività dell'aria sopra il reattore in modo da avere dei valori di riferimento da confrontare con quelli dopo l'installazione.

Sempre sul sito di NHK, ma al momento è solo una news da una riga nella barra dei flash, dice che il sistema di decontaminazione sta funzionando leggermente al di sotto delle caratteristiche di disegno, intorno all'80%. Detta così, lascia molto margine di incertezza, perché non si capisce se si riferisce alla portata d'acqua che viene decontaminata (nei giorni scorsi si parlava del 55% e quindi questo 80% potrebbe essere un miglioramento) oppure della capacità di rimuovere le sostanze radioattive (previsto un fattore di decontaminazione tra 10 e 100 mila).

Altra notizia da NHK dice che non è stato trovato stronzio sul fondo del mare ad una ventina di km dalla centrale. Questo controllo segue quello positivo reso pubblico il 25 giugno nei pressi della centrale. Ovviamente la situazione va monitorata più in dettaglio, aumentata la frequenza spaziale dei campionamenti ed estesa anche al particolato sulla superficie terrestre.

Le uniche informazioni da TEPCO riguardano il raffreddamento della piscina del reattore 1 a cui è stata aggiunta acqua fresca nel pomeriggio di ieri, orario Giapponese e i trasferimenti di acqua dal locale turbine 6 alla cisterna temporanea esterna e quindi alla megafloat.


6/07/2011 - 7:00 (toto): Arriva la conferma dell'80% (NHK). Le prestazioni in termini di portata e quindi di acqua trattata giornalmente sono state alzate dal 55% precedente all'80% di quella massima. TEPCO prevedeva di passare direttamente al 90%, ma ha preferito fare una fermata intermedia all'80% per stabilizzare le operazioni e verificare che tutto stia funzionando per non doversi trovare ad uno stop imprevisto in seguito. Saggia decisione. Ricordiamo che aumentare la portata del sistema di decontaminazione, significa aumentare la disponibilità di acqua trattata (già al momento superiore a quella iniettata) ed arrivare ad una stabilizzazione più veloce dei reattori.

6/07/2011 - 8:30 (toto): Avanzano i lavori all'interno del reattore 3 per iniziare l'iniezione di azoto gassose e rendere inerte l'atmosfera all'interno del primary containmnet vessel (PCV). Ricordiamo che l'inizio dell'iniezione è previsto per il 17 luglio prossimo e che l'edificio del reattore 3 è quello che ha subito i danni strutturali più gravi a seguito dell'esplosione di idrogeno. Nella giornata di oggi, i tecnici della centrale vorrebbero verificare lo stato di un giunto a cui collegare il nuovo circuito da cui inviare azoto nel PCV, per farlo hanno trasformato il Warrior, ovvero il robot multifunzione che settimana scorsa aveva fatto le pulizie al primo piano dell'unità 3 in un fotografo e lo hanno posizionato sopra un trabatello comandato da remoto. Un secondo robot da terra verificherà la posizione del primo mentre questo scatta le fotografie ed esegue misure di dose.

06/07/2011 - 18:00 (Valeriano). Aggiornamento sulla contaminazione alimentare. Rapporto completo quello di oggi, ma (fortunatamente) sono pochi gli alimenti riportati. Nessuno di questi ha superato la soglia ammessa dalal legge, anzi risultano tutti abbastanza al di sotto.
Segnaliamo in particolare:
  • Prefettura di Ibaraki, fuori la costa di Hitachinaka. Sgombri trovati a 110 Bq/kg di Cs-134. Fuori la costa di Kashima-shi, passere di mare trovate con 61 e 34 Bq/kg di Cs-134.
  • Prefettura di Fukushima, area di Iwaki-shi. Mirtilli con circa 10 Bq/kg di Cs-134
  • Prefettura di Fukushima, area di Date-shi. Prugne e pesche trovate con circa 20 Bq/kg di Cs-137 e Cs-134.
  • Prefettura di Fukushima, area di Kunimi-machi. Pesche e albicocche trovate con circa 20 Bq/kg di Cs-134 e Cs-137.
Nelle prefetture di Tokyo, Nigata, Gunma, Nogano e Tochigi non sono stavolta stati trovati alimenti contaminati (test condotti su cetrioli, pomodori, carote e altri vegetali).
Test effettuati sulla carne suina (muscolo e fegato) condotti nella prefettura di Fukushima (Kawamata-machi) non hanno mostrato contaminazione.
Tranne che nelle prefetture di Niigato, Nagami, Tochigi e Gunma, dove la data della misura non è stata riportata, le altre misure si riferiscono prevalentemente al 4 luglio.
Consigliamo la lettura del rapporto completo qui per una volta piuttosto per guardare gli alimenti risultati puliti piuttosto che quelli contaminati.

6/07/2011 - 18:15 (toto): Abbiamo un paio di aggiornamenti interessanti provenienti dalla centrale. In primo luogo vorremmo sottolineare come stiano procedendo i lavori per permettere di raffreddare anche la piscina del combustibile esausto del reattore 4. Questa, insieme alla numero 1, è ancora raffreddata utilizzando un tubo collegato alla giraffa e la sua temperatura è sempre molto vicina a 90 gradi producendo una grande quantità di vapore che inevitabilmente si porta via del contaminante radioattivo. Qualche giorno fa, durante un'ispezione al quinto piano dell'edificio era stata individuata una valvola a cui poter connettere il sistema di raffreddamento a ricircolo, ma questa necessitava una riparazione che a quanto pare sono riusciti a portare a termine.Qui sotto in un montaggio il prima e il dopo. Sul rapporto odierno di TEPCO si dice che la valvola è stata chiusa per poter permettere il ricircolo dell'acqua, ma di preciso non sappiamo a che punto sono con il resto dell'impianto e quando potrà effettivamente venire attivato.

Proprio questa mattina venivamo informati che il sistema di decontaminazione è stato portato dal 55% della sua capacità a circa l'80% e verrà stabilizzato a questo livello prima di decidere come procedere. TEPCO ha presentato in un documento separato lo stato attuale dell'acqua e la previsione tra una settimana e simili. Il testo (PDF) è piuttosto dettagliato, ma è anche ben riassunto dallo schema qui sotto dove vediamo gli attuali livelli in tutte le varie cisterne ed edifici.

Oltre a seguire il percorso dell'acqua, potete anche vedere le quantità di acqua che è stata trattata fino ad oggi, se non abbiamo sbagliato i calcoli, in questo momento si sta decontaminando più acqua di quella che poi viene reimmessa nei reattori, segno che si vuole mettere in sicurezza il livello negli edifici turbine / reattori e piuttosto accumulare questa acqua in edifici consoni per il suo stoccaggio. Potete notare anche le quantità di rifiuti che vengono estratti dall'acqua contaminata: su 16 mila tonnellate di acqua trattata sono stati estratti 110 metri cubi di fango. A questi vanno per il momento aggiunti anche quasi 8000 tonnellate di acqua con alta concentrazione di sale che potrà venire ridotta in volume tramite evaporazione.

Per quanto riguarda la contaminazione dell'acqua di mare nei pressi della centrale, continua la tendenza a salire per il reattore 1, mentre si è registrato un picco deciso a scendere per il 2 e il 3 (avranno cambiato i filtri?). Invariata la situazione al numero 4.


Una piccola nota sulla notizia apparsa sulla stampa circa la possibilità di utilizzare un microrganismo con caratteristiche tali da essere in grado di assorbire elementi quali il cesio e quindi favorire la decontaminazione dell'acqua e del terreno. In parole molto povere, il microrganismo durante il suo ciclo vitale accumula cesio per affinità chimica e lo incorpora, il che vuol dire che gli atomi di cesio anziché essere uniformemente distribuiti nell'acqua, per esempio, tendono ad accumularsi all'interno degli organismi. Ovviamente al termine della sua vita, l'organismo andrà decomporsi rilasciando tutto il suo contenuto, quindi anche il cesio, però se nel frattempo si interviene filtrando i microrganismi (che sono molto più grandi di un atomo di cesio) allora li si può separare dall'acqua e stoccare come rifiuti radioattivi. Un'altra possibilità è che il microrganismo sia in grado di sintetizzare un prodotto includendovi cesio e che questo venga poi espulso e reso facilmente separabile. In conclusione, non è che il cesio sparisce, ma viene separato e segregato in modo che non possa venire in contatto con la biosfera. Come spesso accade, la differenza la fanno i dettagli e se la tecnica in sé sembra molto promettente bisogna valutarne l'effetto in un'applicazione su larga scala. Ricordo che il microbo cattura il cesio non tanto perché questo è radioattivo, ma per la sua affinità chimica con l'organismo.


Giovedì 7 Luglio
Clicca per leggere gli aggiornamenti del 7 luglio

7/07/2011 - 6:30 (toto): Nonostante dalla posizione della webcam TEPCO non si riesca ancora ad individuare nessuno sviluppo, i lavori all'interno della centrale si stanno fortemente concentrando intorno alla copertura del reattore 1. Nella foto qui a fianco rilasciata questa mattina da TEPCO viene mostrata l'installazione della struttura nel porto Onohama.

A livello tecnico, dall'aggiornamento di ieri non abbiamo molte altre informazioni, se non che sono proseguiti con la cadenza prevista i trasferimenti di acqua dai locali dove si sta accumulando alle varie stazioni di stoccaggio, in particolare l'edificio turbine del reattore 6. Tutto nella norma anche per il sistema di decontaminazione e ricircolo, i cui automatismi necessari per l'accumulo di acqua trattata sembrano funzionare a dovere.

TEPCO ci conferma che ieri sono state eseguite le misure di radioattività e anche scattate immagini con la gamma camera della parte alta del primo piano del reattore 3 (vedi dettagli 6 giugno). Speriamo di ottenere in giornata i risultati, per il momento dobbiamo accontentarci di questa mappatura dove si vedono le misure effettuate il 2 luglio scorso (numeri tra parantesi) e quelle effettuate ieri sopra alle lastre di acciaio stese per schermare le radiazioni.

Rilasciando lo stato dell'accumulo e del trattamento delle acque contaminate (documento), TEPCO ha anche precisato che per il momento si sta puntando a mettere in sicurezza i livelli di acqua accumulata sotto ai reattori portandoli a circa 1 metro dal livello del terreno per poi iniziare ad intensificare la quantità di acqua iniettata nei reattori e ad accelerarne il raffreddamento a partire da agosto (NHK).

07/07/2011 - 18:15 (Valeriano). Aggiornamento sulla contaminazione alimentare. Rapporto incentarto soprattutto sulla prefettura di Fukushima quello emesso oggi dal Ministero della Salute. Cominciamo con la lista degli alimenti con limiti di contaminazione superiore alla legge. Tutti questi alimenti sono stati trovati nella prefettura di Fukushima.
  • Area di Iwaki-shi. Greenling (pesci della famiglia Hexagrammidae) con fino a 1 KBq/kg di Cs-137.
  • Area di Iwaki-shi. Rockfish (onestamente, non sono riuscito a trovare una traduzione adegauta per questo pesce) trovato con 1.7 KBq/kg di contaminazione da Cs-137 e 1.7 KBq/kg da Cs-134
  • Area di Date-shi, fiume Abukuma. Ayu trovato con 390 Bq/kg di Cs-134 e 450 Bq/Kg di Cs-137.
  • Area di Iwaki-shi. Alga fucus (fucus vesiculosus) trovata con 450 Bq/kg di contaminazione da Cs-137.
Nell'elenco seguente riportiamo invece gli alimenti trovati con contaminazione superiore a 100 bq/kg:
  • Prefettura di Chiba, area di Chonan-machi. Grano all'aperto trovato con 115 Bq/kg di Cs-134
  • Prefettura di Fukushima, area di Iwaki-shi. Cicerelli con 140 Bq/kg di Cs-137, sogliole e passera di mare con circa 200 e 150 Bq/kg di Cs-137 rispettivamente. Riccio di mare e vongole con 170 Bq/kg di Cs-137
  • Prefettura di Fukushima, fiume Abukuma (area di Fukushima-shi). Ayu trovato con 250 Bq/kg di Cs-137
  • Prefettura di Fukushima, fiume Aga (area di Nishiaizu). Pesce affine al persico (Tribolodon hakonensis) trovato con 110 Bq/kg di Cs-137
Contaminazioni minori sono state riportate per altre tipologie di pesci, fra cui ayu, salmone, carpa nel fiume Aga; sogliole nella zona di Iwaki-shi.
Nessuna contaminazione segnalata nel latte (prefettura di Saitama e Gunma), negli spinaci a Niigata e altre verdure nelle prefetture di Tochigi, Niigata, Nagano.
Consigliamo come di abitudine la lettura del rapporto completo qui.

7/07/2011 - 19:00 (toto): La notizia del giorno riguarda il sistema per l'iniezione dell'azoto nel reattore 3 potrebbe non essere pronto per il 17 del mese. La cosa non ci stupisce più di tanto visto che TEPCO aveva già messo le mani avanti dicendo che le operazioni erano effettivamente complesse e potevano essere ritardate. E' un peccato che quando una settimana fa circa quando si era accennato alla possibilità di avere il sistema funzionante per quella data, alcuni avessero subito parlato dell'eventualità di escludere alcune località dalla zona di evacuazione dando delle false speranze agli abitanti. Più che un problema tecnico questa è una cattiva gestione della comunicazione. Dal punto di vista tecnico, invece, vorremmo sapere se hanno un piano alternativo a quello originariamente previsto e come intendono procedere. Quello che sappiamo è l'ispezione con il robot montato sul trabattello non ha avuto successo e non sono riusciti a fotografare con sufficiente accuratezza i particolari che gli servivano. Questa mattina (Giappone) stavano valutando l'ipotesi di mandare una squadra a fare una rapida perlustrazione.

Una notizia importante, che invece è passata in secondo piano, è la conferma che altri 3 lavoratori della centrale hanno superato il limite di 250 millSv. Sono sei in tutto, per il momento, i lavoratori che hanno superato il limite e come per i primi 3, anche in questo caso il grosso contributo di dose arriva dall'irraggiamento per contaminazione interna, ovvero inalazione o ingestione di particolato radioattivo. Trovate i numeri dettagliati, chiaramente anonimizzati per motivi di privacy, in questo documento.

Nel rapporto quotidiano sulle attività svolte, TEPCO ci informa che oggi hanno valutato la bontà delle condutture che potrebbero essere utilizzate per raffreddare la piscina del reattore 4 di cui ieri abbiamo mostrato i lavori in corso per riparare una valvola.

Il sistema di decontaminazione e di ricircolo dell'acqua sta continuando nel suo lavoro, interrotto di tanto in tanto per la sostituzione delle cartucce filtro. Oggi è stato sperimentato un nuovo automatismo riguardante la cisterna contenente acqua con alta concentrazione di sali - prodotto di scarto della osmosi inversa. A partire dal mese di agosto un sistema ad evaporazione ridurrà ulteriormente quest'acqua producendo altra acqua trattata pronta per essere iniettata nei reattori. I livelli di acqua nei locali turbine e nei pozzetti sta continuando a scendere con regolarità, il che è decisamente una buona notizia. Altra buona notizia, che certifica il buon funzionamento dell'impianto è la misura del fattore di decontaminazione di cui oggi abbiamo avuto un aggiornamento: questo è sicuramente maggiore a 100 mila per il cesio, mentre è solo di 20 per lo iodio che però ha dalla sua la vita media breve e quindi sul lungo periodo non dovrebbe creare un problema per l'utilizzo dell'acqua come refrigerante.


Nella tabella qui sotto i parametri dei tre reattori con le temperature e le portate di acqua iniettata.



Passiamo alla situazione radiologica perché ci sono un certo numero di rapporti ufficiali. Come prima cosa segnaliamo che nel campione di fondo marino prelevato a circa tre km dalla centrale il 2 giugno scorso non è stato rinvenuto uranio, o meglio ne è stato rinvenuta una quantità totalmente compatibile con i valori di concentrazione naturale e anche nel corretto rapporto isotopico (fonte).

Sempre per quanto riguarda l'acqua di mare, ma nei pressi dei reattori abbiamo il consueto grafico con l'andamento della contaminazione, in cui si osserva un rimbalzo della misura di cesio davanti al reattore 3. La mia personale opinione è che queste variazioni possano essere fortemente influenzate dalla modalità con cui avviene il campionamento.

Per l'acqua pescata in questa zona (campionamento del 13 giugno) abbiamo anche i risultati della ricerca di isotopi del plutonio che fortunatamente non sono stati rilevati (fonte).

Nei punti dove è stato trovato plutonio all'interno della centrale, abbiamo un aggiornamento sulla presenza di uranio e di altri attinidi gamma emettitori. Il risultato è come nelle misure precedenti un valore di uranio compatibile con quello naturale, mentre la presenza di americio e di curio confermano la presenza di plutonio proveniente da questo incidente (fonte).
Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

5 commenti:

  1. AnonimaFrancese7 luglio 2011 22:23

    prems...:-) (lo dicono i bambini a scuola quando sono primi:,.-)  ) e per iniziare in fanfara beccatevi questa;.http://www3.nhk.or.jp/daily/english/06_37.html

    RispondiElimina
  2. AnonimaFrancese7 luglio 2011 22:35

    interessante le loro linee elettriche.... questo per chi volesse, le linee danneggiate  dopo lo tsunami http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/betu11_e/images/110516e17.pdf

    RispondiElimina
  3. AnonimaFrancese7 luglio 2011 22:43

    il punto di vista dell'    ’Agence française de sécurité sanitaire des produits de santé (AFSSAPS)    ossia l'agenzia Francese preposta alla sicurezza sanitaria dei prodotti sulla salute (il mio grande referente obbligatorio ....:-))) )       http://www.jim.fr/en_direct/pro_societe/e-docs/00/01/EA/31/document_actu_pro.phtml

    RispondiElimina
  4. brava, vedo che ti sei accorta!

    RispondiElimina
  5. Ciao, sono Giuseppe, autore del blog cervelliamo
    http://cervelliamo.blogspot.com/
    Effettuando ricerche in rete, ho notato il tuo blog e volevo farti alcune proposte di collaborazione con noi.
    La prima, consiste nel collaborare su cervelliamo nello scrivere articoli ed il guadagno è dato da adsense
    La seconda, consiste in articoli a pagamento su commissione, io ti dico l'argomento su cui scrivere e tu redigi l'articolo, questo tipo di collaborazione viene pagata da 1 a 2 euro.
    La terza proposta, io ti invio un articolo già redatto, lo leggi e se ti piace lo pubblichi sul tuo sito o blog e ti verrà pagato.
    Potrai usare cervelliamo come secondo blog, trattare tanti argomenti, avrai la possibilità di un doppio guadagno ed inoltre conoscerai i bloggers che collaborano sul blog.
    Siamo presenti nei maggiori network della rete, siamo su google news, c'è la fan page su facebook con più di 1600 persone, c'è il gruppo su facebook con tutti i collaboratori.
    Quello quello che dovrai fare è scrivere e pubblicare, proprio come fai sul tuo blog.
    Se ti piace l'iniziativa, contattami direttamente da facebook.
    http://www.facebook.com/cervelliam0
    A presto
    Giuseppe

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...