Cerca nel blog

Loading

6 luglio 2013

Accorciato di un km l'impianto di raffreddamento a Fukushima


Lo dicevamo in un aggiornamento di qualche settimana fa, in questo momento il più critico e di difficile gestione all'interno della centrale, non è tanto lo stato del corio e la rimozione del combustibile danneggiato, ma la gestione dell'acqua contaminata, degli impianti dedicati al suo trattamento e a quel dedalo di tubazioni che corrono per ogni dove sul territorio della centrale. Maggiore è l'estensione di questa vera e propria ragnatela idrica, maggiore sarà la probabilità di una nuova perdita e nuove emissioni di radioattività in ambiente. Avevamo detto che il primo passo era quello di accorciare l'impianto e, a riprova della sensatezza di questo consiglio, è notizia fresca di questa settimana che per lo meno la rete dell'impianto di raffreddamento dei reattori è stata accorciata di 1 km passando da 4 a 3. Non male, anche se è solo l'inizio.



Sul lato del trattamento e decontaminazione, sono stati presentati i risultati di una prima indagine circa quella perdita (poche gocce) da una cisterna del nuovissimo impianto ALPS per la rimozione multi-isotopo. Il punto debole è come spesso accade nelle saldature che rendono stagna la cisterna e TEPCO ha sezionato la saldatura per verificare come il danno si stesse propagando verso l'esterno. L'origine è da ricercarsi in un fenomeno di corrosione, anche piuttosto rapida visto che l'impianto era in funzione da solo qualche mese. E' un'anomalia grave, che potrebbe fermare l'operatività dell'impianto di decontaminazione fino alla risoluzione del problema. A stupire maggiormente è il fatto che impianti simili a questo sono molto diffusi e specie nell'industria chimica si devono spesso contenere liquidi anche molto aggressivi. Per farla breve, avrebbero dovuto pensarci prima in fase di progettazione di impianto e non durante la fase di test.

Sempre nell'aggiornamento già citato precedentemente avevamo parlato di quella contaminazione di acqua di falda tra i reattori e il mare. Non ci siamo dimenticati e nemmeno TEPCO sta nascondendosi dietro ad un dito, anzi ogni giorno vengono pubblicati i risultati dettagliati delle analisi nei pozzetti di ispezione, inclusi quelli nuovi appena scavati (qui, per esempio). Di dati ne vengono pubblicati tanti, forse manca, per chi è interessato agli sviluppi della situazione, un quadro generale della situazione. Al momento, secondo il nostro parere, la situazione appare piuttosto statica.

Il detrito fuori centrale

Ha fatto parecchio parlare anche un detrito rinvenuto all'esterno della centrale durante le operazioni di bonifica effettuate per la riabilitazione dell'area intorno alla centrale. Individuato come un hot spot durante operazioni di cartografia radiologica, il campione di dimensioni ridotte presenta una dose (valori) a contatto piuttosto elevata, sicuramente troppo elevata per essere di origine naturale. Il campione è stato rinvenuto a Naraha-machi (su questa mappa, il punto A indica la centrale di Fukushima Daiichi, mentre B il punto approssimativo di ritrovamento, la distanza è di circa 20 km) ed è stato successivamente trasferito alla centrale per ulteriori analisi volte soprattutto all'identificazione dell'origine.

A rendere ancora più eclatante il ritrovamento è il fatto che alla fine di giugno un autocarro in servizio nella centrale è uscito dall'impianto contaminato nonostante fosse stato controllato e ne fosse stata ordinata la decontaminazione che però non è mai avvenuta (link). La presenza di questo detrito così lontano dalla centrale potrebbe facilmente essere spiegata con un trasferimento indiretto e sarebbe l'ennesimo errore grossolano da parte di TEPCO.

La situazione dell'acqua

Concludiamo con i numeri dell'acqua contaminata fotografati nel bollettino emesso il 3 luglio.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine74 40074 40074 60073 900
Acqua nello stoccaggio18 64018 56017 58019 490
Totale 93 04092 96092 18093 390

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

81 commenti:

  1. Ottimo aggiornamento. Mi piace che si cominci a fare quello che scriviamo!! Vorrei solo osservare che la riduzione di tubazioni è del 25%, non è poca cosa.



    In merito al ritrovamento. 110 microSv/h corrispondono a qualche MBq se si confermasse essere Cesio (137+134). Viste le attivistà specifiche dei suoli/fanghi nei dintorni della centrale mi sembra che l'ipotesi di Autocarro con parafanghi sporchi stia in piedi. Con la conseguente figuraccia quindi (a meno che non si tratti di un fango derivante da interventi della prima ora. Naturalmente potrebbe anche esserci sotto del dolo. Bisogna aspettare l'esito delle analisi.
    Una cosa è certa. Questo incidente ha impronte digitali così inequivocabili che il dubbio ce lo possiamo togliere in pochi giorni. Basta che ci facciano sapere.

    SM

    RispondiElimina
  2. "Il campione è stato rinvenuto a Naraha-machi (su questa mappa,
    il punto A indica la centrale di Fukushima Daiichi, mentre B il punto
    approssimativo di ritrovamento, la distanza è di circa 20 km) ed è stato
    successivamente trasferito alla centrale per ulteriori analisi volte
    soprattutto all'identificazione dell'origine."


    E' evidente: ce l'ha portato qualcuno... l'ha messo li per lanciare l'ennesimo allarme sul grave pericolo nucleare... la madre degli imbecilli e' SEMPRE incinta, 365 giorni/anno... non c'e' nulla da fare.



    Next!


    R.

    RispondiElimina
  3. visto che sicuramente ci sarà qualcuno che userà la tragedia canadese per ribadire la pericolosità dei trasporti radioattivi, eccovi un video del collaudo del primo contenitore tipo c per il radioattivo. l'hanno montato su un razzo e sparato contro un bersaglio a 90 m/s. Danni esterni, ma intatto il contenuto.

    http://www.sosnycompany.com/development-of-a-type-c-package-for-the-transport-of-radioactive-material-with-no-restrictions-on-activity-by-different-transport-modes-including-aircrafts.html

    RispondiElimina
  4. Intervista di Lady Barbara Judge all'AP

    http://bigstory.ap.org/article/japan-utility-hires-nuclear-safety-advocate

    Non contenta di aver cambiato tre mariti e dei proventi che le derivano da tutti gli incarichi che ha, scrive anche su Forbes articoli su desserts e ristoranti! Che tipa!

    RispondiElimina
  5. Prima di oggi non avevo mai sentito parlare di colli di Tipo C. Ero
    già rimasto colpito dall'esame di alcuni colli di Tipo B. Di questi, 2
    li ho in casa da guardare quando voglio, molto semplici ma estremamente
    pesanti da muovere.

    Il video è impressionante!

    Circa la mancanza di fiducia sui trasporti di colli di questo tipo, mi viene in mente il parallelo dei colli finiti sott'acqua nella famosa miniera in Germania. Infiltrazioni di acqua su colli certificati per il Sea-Dumping, che allora non era ancora stato bandito. Sai che gli avrebbero fatto quelle infiltrazioni. Eppure anche in quella occasione si fece un gran baccano.
    SM

    RispondiElimina
  6. guarda al corso sui trasporti radioattivi (che per noi è obbligatorio) il nostro consulente adr ci tiene sempre a dire che esiste il tipo c, ma che non era mai stato costruito perché praticamente impossibile da testare. così quando ho letto la notizia, glielo ho subito inoltrata.


    il video è incredibile, la musica è terribile!

    RispondiElimina
  7. pare che i campioni siano più d'uno

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130704_03-e.pdf

    e altri 2 sul sito in giapponese

    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130708_01-j.pdf

    RispondiElimina
  8. OT OT OT

    ( forse può interessare altrimenti pardon!)

    Se qualcuno aveva ancora qualche dubbio, io comunque no

    http://www.spiegel.de/international/world/edward-snowden-accuses-germany-of-aiding-nsa-in-spying-efforts-a-909847.html

    Quanto alle cimici unilaterali nelle ambasciate europee, paesi amici e nemici si spiano da millenni, " se così non fosse non ci sarebbe bisogno dei servizi segreti. Vi garantisco che in Europa sono interessati, se non a quello che mangio a colazione, a cosa dirò e di cosa parlerò con i loro leader" ha dichiarato Barack Obama, forse per una volta in vena di sincerità.

    Purtroppo ben pochi hanno messo in relazione il polverone sollevato dalla Germania e dalla Francia in primis con il trattato di libero scambio EU- USA Transatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip) su cui i nostri governi si guardano bene dall'informarci.

    Sappiamo che gli europei non vogliono gii audiovisivi e i servizi sul tavolo delle trattative
    ( non si tratta solo della difficoltà di piazzare il commissario Rex o il commissario Cordier o don Matteo se ci sarà l'invasione di produzioni americane:)) ma la fetta grossa sarebbero i nuovi servizi audiovisivi e on line (video a pagamento, Netflix, etc) e smartphone e colossi come Google, Amazon e You Tube di cui la Francia chiede la tassazione. Gli americani per controbilanciare penserebbero di escludere gli europei dal settore degli appalti pubblici ( niente Siemens? :)), dell'industria navale, del trasporto aereo..

    http://www.controlacrisi.org/notizia/Economia/2013/7/2/35081-libero-scambio-usa-ue-un-accordo-a-perdere/this.href='http:/oknotizie.virgilio.it/post.html.php?url='+encodeURIComponent(document.location.href)+'&title='+encodeURIComponent(document.title);retu

    http://www.repubblica.it/cultura/2013/06/15/news/europa_la_grande_sfida_francese_per_difendere_la_cultura_dagli_usa-61120134/

    Insomma le bordate di Parigi e Berlino e dell' Unione europea sono un messaggio rivolto a queste trattative e non a un contrasto con le politiche di sicurezza americane ( ci mancherebbe) il tentativo di avere una qualche voce in capitolo nei negoziati iniziati oggi a Washington

    http://www.gadlerner.it/2013/07/02/lipocrita-rabbia-dellue-contro-le-spiate-americane

    RispondiElimina
  9. In due parole, la guerra fra EU e USA è ai ferri corti.

    L'EU da un po' di tempo (e grazie alla Merkel, non ad altri) vuole tagliare fuori la finanza e i mercati USA dall'EU, a meno che non sottostiano alle regole (molto più stringenti) imposta dalla EU stessa, cui in realtà il diversamente pallido si sta piegando.

    Tutto è volto in fin dei conti a tenere la finanza anglosassone fuori dai piedi e blindare i mercati europei per evitari assalti speculativi.

    Pochi mettono in relazione le intercettazioni USA con lo spionaggio economico (essere al corrente delle trattative delle aste prima delle stess è sempre stato un atout per le aziende USA) e con il fatto che praticamente tutti i server, spesso anche quelli della posta aziendale, sono di fatto in territorio USA.

    RispondiElimina
  10. mi sembra che il primo che citi sia lo stesso di quello dell'articolo in un'altra angolazione, ma potrei sbagliarmi. gli altri sembrano effettivamente diversi.

    secondo me è sempre più plausibile l'ipotesi di un trasferimento nel battistrada di un camion o simile.



    l'unica cosa che ci devono dire è il rapporto 137/134Cs, che in pratica equivale a dire Fukushima sì, Fukushima no. Nel caso del sì, significa che TEPCO si è tirata l'ennesima mazzata mediatica sugli zebedei.

    RispondiElimina
  11. The operator of the damaged Fukushima Daiichi nuclear plant says radioactive cesium levels at one of the plant's observation wells have soared over the past 3 days.

    Tokyo Electric Power Company regularly monitors groundwater around the reactor buildings to check for radioactive substances and analyze the accident's affect on the environment.

    On Monday, TEPCO recorded 9,000 becquerels of cesium 134 and 18,000 becquerels of cesium 137 per liter of water at a well between the No. 2 reactor building and the sea.

    Both radioactive substances were up about 90 times from the level logged 3 days ago.

    The same well also showed high levels of beta rays on Friday. The rays would have been emitted from strontium and other radioactive materials.

    TEPCO officials say they do not know why cesium levels have risen suddenly, or what effect the spike is having on the nearby ocean.

    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/2013/1228798_5130.html

    RispondiElimina
  12. Ciao Toto, guarda io ho guardato le dimensioni,il primo campione viene definito

    Size: Debris of length approx. 3cm x width approx. 1.5cm x thickness approx. 0.5
    Surface concentration of contamination : More than 100,000 cpm

    e il secondo che sembra identico

    Size: Approx. 4cm x 3cm x 1cm (thickness)
    Surface radiation dose: Approx. 110μSv/h

    BOH!

    RispondiElimina
  13. ok, si sta muovendo. chissà se è acqua intrappolata, come dicono loro, dal 2011 o se è una crepa nuova.


    odio essere pessimista. ma mi sa che questa è nuova, perché il cesio si muove talmente tanto poco che deve essere davvero tanto.

    RispondiElimina
  14. Tokyo Electric Power Company began work on Monday on a 90 meter-long embankment.
    Workers using heavy machinery drilled 14-meter-deep holes at 80-centimeter intervals along the embankment, and then poured in chemicals to harden and waterproof the soil.
    Tokyo Electric hopes to finish the work by the end of this month.
    High levels of radioactive materials have been detected in groundwater from one of the wells used for monitoring contamination. The well is located between the No.2 reactor building and the sea.

    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130709_02-j.pdf

    RispondiElimina
  15. http://www.corriere.it/esteri/13_luglio_09/cancro-uccide-direttore-fukushima_c8ab8be6-e87e-11e2-ae02-fcb7f9464d39.shtml

    Lo sport preferito dagli italiani: santificare i morti.

    RispondiElimina
  16. Yoshida (RIP) mi ricorda Komarov.
    Komarov divenne 'santo sovietico' solo per merito di Yuri Gagarin.

    http://www.youtube.com/watch?v=60sYdhhFkmc

    RispondiElimina
  17. Per spiegare il perche' dei detriti cosi' lontano mi affiderei piuttosto ad Occam ed al suo rasoio...

    RispondiElimina
  18. sono curioso, secondo te quale sarebbe la spiegazione più semplice?

    RispondiElimina
  19. In mancanza di certezze direi uno di questi eventi, complice il vento in quota.
    http://www.youtube.com/watch?v=haUawwm7l4k

    RispondiElimina
  20. dubito fortissimamente. l'esplosioni e il vento hanno distribuito i gas e le polveri, non un detrito di 4 cm. altrimenti avresti visto piovere sassi come un'eruzione vulcanica.


    per me o è stato trasportato con automezzi, oppure un sedimento che ha naturalmente concentrato il cesio.

    RispondiElimina
  21. Occam vuole che la soluzione più semplice di un problema sia anche la più probabile o, per dirla in termini esatti, A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire.


    Se non ho capito male il famoso ritrovamento è avvenuto in prossimità del J-village, luogo da cui parte il personale (e relativi mezzi) per i turni di lavoro in centrale. Ritengo che questo canale sia una soluzione più semplice al nostro problema, rispetto ad un laborioso gioco balistico.


    A parità di fattori, s'intende :)

    SM

    RispondiElimina
  22. il J-Village è esattamente nella stessa area. tieni anche presente che gran parte delle misure di basso fondo vengono fatte a Daini, per ovvi motivi di fondo, che dista pochissimo dal J-village.

    RispondiElimina
  23. Grazie! Non lo sapevo.
    Ritengo non si debba morire nemmeno per il progredire dell'umanità. In questo senso non mi piace questo eroismo.


    La cosa che mi fa ribrezzo sono questi giornalisti della domenica che mettono insieme articoli ridicoli sulla situazione a FD1 cogliendo l'occasione di questa morte per parlare d'altro.

    RispondiElimina
  24. Diciamocelo: un souvernir dal Reattore n.3 ha anche un certo valore commerciale ... se frammento di cemento contaminato si tratta. Poi avrà scoperto che era troppo radioattiva e l'ha mollata. Magari dico, eh?

    Hai idea di quanto valgono i frammenti di roccia del deserto del Nevada? Un mio conoscente ne ha acquistata una su e-bay e me l'ha fatta analizzare. C'è tutto un mercato.

    RispondiElimina
  25. Per dirla più esatta Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem
    Notare l'uso di prater invece dell'erroneo e comune sine.
    Voilà, ecco cosa farà contenta la nostra @Egiovanna :-)

    Detto questo, un sasso di 4 centimetri... si sarebbe dovuto vedere un'eruzione vulcanica.

    RispondiElimina
  26. fatto noto ;-)
    Ognuno muore prima o poi. Tanto vale farlo per il progredire dell'umanità.
    Sempre meglio Komarov di queste:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_dello_Space_Shuttle_Challenger

    RispondiElimina
  27. OT - Un aspetto poco noto dei primi anni della corsa allo spazio e' che i primi razzi Americani hanno utilizzato dei booster a propellente solido rotanti.

    E tutti i lanciatori con tali razzi rotanti hanno inspiegabilmente posto i relativi payload in orbite troppo piu' alte di quanto calcolato per poter attribuire il fenomeno alle normali tolleranze di costruzione dei booster solidi (o degli altri stadi a propellente liquido).

    Ho provato a vedere se ci fosse un modo per spiegare questo fenomeno con un ipotetico aumento di spinta dovuto alla rotazione dei booster (che all'epoca veniva imposta da degli appositi motori elettrici col razzo gia' montato sulla rampa di lancio).
    In effetti, utilizzando le equazioni gravito-elettriche (di una particolare 'variante settoriale' della teoria di Kaluza-Klein, ormai caduta nel dimenticatoio della fisica, specie da quando ci si e' definitivamente appippati con la 'grande unificazione' a 11 dimensioni), si troverebbe (n.b. il condizionale e' d'obbligo) che il momento angolare dei booster rotanti solidi si trasforma naturalmente in momento lineare del razzo per soddisfare tutti i consueti principi di conservazione del 4 vettore dei momenti (e dell'energia) nello spazio-tempo.



    C'e' qualcuno, volenteroso, curioso, praticante (oppure esperto) di relativita' generale interessato a leggersi i calcoli e di fornire la sua opinione?


    Nel caso basta mandare un messaggio di richiesta a cellai.luca@gmail.com e rispondero' ASAP inviando una copia dello scritto.


    Grazie
    Luca

    RispondiElimina
  28. Luca, preferisci che ti maschero l'indirizzo email per diminuire un po' di spam? Se vuoi lo tengo io e lo mando a chi me lo chiede. Come preferisci tu.



    Ad ogni modo, credo che un'interessato di relatività generale (@ValerianoB) l'hai già trovato :)

    RispondiElimina
  29. Si grazie, non ci avevo pensato proprio al problema spam.
    Luca

    RispondiElimina
  30. Le correzioni della relativita' generale sono di solito visibili solo su scale galattiche, o su corpi macroscopici come i pianeti su periodi molto lunghi (la famosa precessione del perielio di mercurio)... dubito che un paio di satelliti si siano inseriti su orbite "troppo piu' alte rispetto a quanto calcolato" per quel motivo... propenderei piuttosto per problemi ai sistemi di misura, che erano all'epoca della corsa allo spazio infinitamente meno precisi di quanto non lo siano oggi... oppure errore umano... pochi anni fa la NASA ha perso una sonda verso Giove (o altro pianeta, non ricordo di preciso adesso), perche' un programmatore di una societa' a contratto aveva dipenticato di convertire le miglia in km... il satellite si e' distrutto rientrando nell'atmosfera del pianeta a velocita' molto piu' alta di quella che doveva avere.


    R.

    RispondiElimina
  31. Salve a tutti:


    ho letto da qualche parte che Greenpeace avrebbe fornito dati di 25 misure effettuate su prodotti ittici prelevati fino a 55 km da Fukushima, con 8 di queste misure positive... qualcuno ne sa qualcosa?


    Grazie.


    R.

    RispondiElimina
  32. no, però è un numero impressionante di test, non come le 150mila solo dell'anno in corso del ministero della salute.

    RispondiElimina
  33. Di solito Greenpiss fornisce solo i dati relativi a misure eventualmente rinvenuti positivi. Non dice mai il totale dei campioni. In una precedente occasione su una decina di risultati c'erano numeri di identificazione a 3 cifre. Comunque attendiamo fiduciosi di essere illuminati :)

    SM

    RispondiElimina
  34. Il test con due orologi atomici (sfasamento causa effetto gravitazionale) è stato fatto grazie ad un satellite. Per il resto concordo con quanto dici. E' una questione di scala.

    RispondiElimina
  35. Domanda: si sono fermati sulla linea dei 55km altrimenti li affondano?

    RispondiElimina
  36. Beh, l'articolo lo leggerei nonostante l'appunto corretto di @peakoil2010
    Fra l'altro le teorie di Kaluza-Klein avevano un "effetto collaterale" molto interessante e in una forma un po' diversa mi sembra stanno tornando di moda

    RispondiElimina
  37. Articolo PE-NO-SO... ho avuto difficolta' a leggerlo, quando sono arrivato alla didascalia della foto "operai davanti alla centrale nucleare danneggiata" mi e' andato di traverso il caffe'... gli "operai" hanno scritto IAEA sulla schiena... me li vedo gli operai che partono di mattina con il camioncino, all'alba, da Vienna per andare a guardare i reattori danneggiati a Fukushima.

    Profonda pena.

    R.

    RispondiElimina
  38. Ho paura che potrai/potremo attendere a lungo... sono andato sul sito di GreenPiss.org, GP italia, GP francia, GP germania... e parlano di orsi bianchi e salvare le api... notare che "l'annuncio" e' stato fatto da Giuseppe Onufrio, direttore di GP italia, auto-definitosi "esperto in radioprotezione"... aspettiamo che ci faccia sapere la concentrazione nei frutti di mare raccolti a 55 km di distanza, o anche a meno.


    r;

    RispondiElimina
  39. No. La prima misura l'hanno fatta con due aerei, uno che ha volato da ovest verso est e l'altro al contrario... la differenza di tempo dei due orologi atomici a bordo, sincronizzati alal partenza, era in perfetto accordo con le previsioni della RG di Alberto Unosasso.... che aveva l'abitudine di sbagliare molto poco.... e credo che l'efetto non fosse dovuto alla gravitazione, per quella c'e' una correzione importante nei GPS, ma al cosiddetto "effetto Sagnac";



    R.

    RispondiElimina
  40. Appena mi arriva l'indirizzo di spedizione e-mail (via Toto che conosce il mio) lo mando subito (e' un documento in 'searchable pdf').

    RispondiElimina
  41. Il fenomeno di cui parlo e' ben documentato storicamente.

    La cosa pare che preoccupo' talmente tanto Von Braun ed il suo team (cioe' il fatto di non riuscire a predire le orbite con esattezza in presenza di stadi con booster a combustibile solido rotanti) che cambio' anche radicalmente idea sul modo di condurre le future missioni su Marte e sulla Luna.

    Da allora e' stata infatti rigorosamente applicata una direttiva interna NASA che vieta l'imbarco di masse rotanti (con la sola eccezione dei giroscopi per il controllo di assetto).

    Io venni casualmente a conoscenza di queste circostanze (come di tanti altri aneddoti) parlando nel 1997 con un ingegnere Americano (che gia' allora aveva quasi 80 anni) il quale aveva collaborato durante i programmi Mercury ed Apollo (presso il Marshall Space and Flight Center di Huntsville - AL), col team di ex-nazi di Von Braun.

    Questo consulente nel 1997 lavorava (come me) nel programma MEADS ed una sera (complice qualche whisky di troppo ad uno dei party che si organizzavano il venerdi' sera) era in vena di confidenze.

    All'epoca la cosa mi sembro' una gran caxxata.

    Poi anni dopo mi sono imbattuto in un articolo di Richard Hoagland molto ben circonstanziato (anche se la sua tesi e' quella che l'effetto e' dovuto a quella che lui chiama 'hyperdimensional physics', qualunque cosa essa sia).


    E da li' sono partito con delle speculazioni.


    La mia opinione e' che il fenomeno sia gia' stato studiato e correttamente interpretato in una qualche attivita' interna NASA classificata.

    RispondiElimina
  42. Durante gli studi di fattibilita' del GPS furono fatti molti esperimenti a terra per verificare le predizioni della relativita' generale (cioe' tutti gli altri effetti sugli orologi/oscillatori aggiuntivi al Doppler).

    L'entita' dell'effetto Sagnac fu misurato utilizzando enormi centrifughe alla cui periferia erano posti degli orologi atomici e che venivano sincronizzati/confrontati (a mezzo trasmissione ottica) tra loro e con un orologio di riferimento posto nel centro di rotazione.

    Si verifico' cosi' che per mantenere il tempo coordinato (non la sincronia...) tra gli orologi in periferia e quello centrale era necessario che il movimento fosse circolare (come nelle constellazioni degli attuali satelliti di navigazione GPS, Galileo, GLONASS, GPS-China).

    Solo l'India fa eccezione perche' si sta costruendo un suo sistemino di satelliti di navigazione in orbita inclinata (ellittica), ma ovviamente solo per servire l'India mentre sono all'apogeo......

    Per quantificare gli effetti della gravita' si confrontarono orologi atomici posti in cima ad alte torri metalliche (rispetto ad un gemello a terra) ed aerei con a bordo orologi atomici.

    Alla fine della fiera, senza relativita' generale, non sarebbe stato possibile realizzare sistemi di navigazione globali.

    Con buona pace di Sir Isaac Newton e della sua concezione di
    “all of space at a single moment in time”.

    RispondiElimina
  43. Secondo me lo hanno interpretato come "cazzaro"... uno che ha un CV come questo...

    "Richard Charles Hoagland,[3] (born April 25, 1945 in Morristown, New Jersey[4]) is an American author, and a proponent of various conspiracy theories about NASA, lost alien civilizations on the Moon and on Mars and other related topics.

    His writings claim that advanced civilizations exist or once existed on the Moon, Mars and on some of the moons of Jupiter and Saturn, and that NASA and the United States government have conspired to keep these facts secret. He has advocated his ideas in two published books, videos, lectures, interviews,[5][6] and press conferences.[7][8] His views have never been published in peer-reviewed journals.[9]

    Hoagland has been described by James Oberg of The Space Review and Dr. Phil Plait of Badastronomy.com as a conspiracy theorist and fringe pseudoscientist.[10][11]"


    ...non perderei troppo tempo con lui e le sue cospirazioni farlocche.

    R.

    RispondiElimina
  44. OT - Perche' e' importante l'energia nucleare?
    IMHO non certo per produrre corrente.
    La mia personale visione (che ho preso dai primi studiosi Russi che si interessarono a queste speculazioni negli anni '50), e' che occorre padroneggiare questo tipo di processi per la produzione di energia affinche' la nostra civilizzazione passi da Tipo I a Tipo II (vedi http://en.wikipedia.org/wiki/Kardashev_scale).

    Sono convinto che quando saremo in grado di superare i limiti odierni della propulsione a razzo (e potremo finalmente esplorare/colonizzare l'universo) ci serviranno pure queste conoscenze.

    RispondiElimina
  45. The operator of the Fukushima Daiichi nuclear plant says high levels of radioactive cesium in groundwater may be due to soil mixed into the water.
    Tokyo Electric Power Company announced on Tuesday that the level of radioactive cesium in a newly-dug well between the No. 2 reactor and the ocean increased 100 times over the previous 5 days.
    The reading was taken close to a site where highly radioactive water from the reactor leaked into the ocean after the nuclear accident in 2011.

    In a news conference on Wednesday, officials said that after they filtered the water sample and measured it again, the cesium reading dropped to levels recorded 5 days earlier.
    They said contaminated soil could be to blame for the higher readings in the groundwater, and that the soil was likely mixed with the water when workers pumped up a sample for testing.

    But the operator said it has not ruled out other causes, and will continue investigating.

    Japan's Nuclear Regulation Authority says it will check other wells near the No. 3 and 4 reactors, as water in those wells is contaminated with cesium as well.

    Jul. 10, 2013 - Updated 17:04 UT

    Ho capito bene? non è l'acqua ad essere contaminata ma il terreno?

    ??????

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/f1/smp/2013/images/2tb-east_13071002-e.pdf

     Il 11, abbiamo esaminato l'acqua contaminata del posteggio sotterraneo di circa 30 metri di profondità nel Fukushima Daiichi centrale nucleare di Unità 3 edificio turbina vicino, TEPCO radioattivi cesio 137 cadute di circa 1 milione di volte il limite consentito che un paese ha stabilito ha annunciato oggi di aver trovato. trad. Google da
    http://www.yomiuri.co.jp/science/news/20130711-OYT1T01319.htm?from=ylist
    Pare inoltre che sia stato rilevato materiale radioattivo fino a 5 volte il consentito presso un serbatoio interrato ( ma non erano stati vuotati?)

    http://english.kyodonews.jp/news/2013/07/235216.html

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/f1/smp/2013/images/chosui_13071003-e.pdf

    E' disponibile finalmente in inglese il documento "sull'inezione chimica" in atto sul lato oceano R1 e R2. Sul tema mi sarebbe piaciuto sentire un commento, non capisco perché il documento in giapponese, chiarissimo peraltro, sia stato ignorato e si sia preferito parlare del sesso degli agnoli :))

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130709_03-e.pdf

    Tepco rimanda a un video dove viene mostrata la solidificazione del prodotto chimico-acqua

    http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/2013/1228843_5130.html

    RispondiElimina
  46. NRA :Probabile la contaminazione dell'oceano

    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201307100106

    RispondiElimina
  47. Mai sentito parlare (per esempio) del Brookings Report?
    Ci si puo' fare una idea di come funzionano veramente le cose....

    RispondiElimina
  48. Come era già successo in passato, hanno contaminato l'acqua del pozzo nel tentativo di fare un campione per misurarla. Però occhio che è solo il cesio a provenire dalla terra, i beta emettitori sono tutti lì come prima. Quindi, in pratica, la situazione non è peggiorata rispetto a qualche settimana fa, ma non è nemmeno migliorata.


    Le cisterne interrate sono in fase di svuotamento.


    L'iniezione chimica mi sembra una bella iniziativa. Mi viene da chiedermi, se è così facile (in fondo per fare la doppia barriera impiegheranno meno di un mese) e così efficiente, perché non hanno iniziato prima? Perché non stanno facendo lo stesso intorno ai locali turbine dove continua ad entrare acqua di falda?

    RispondiElimina
  49. Accidenti, questa notizia mi sconvolge. Vuoi dire che oltre i circa 30 PBq di Cesio scaricati sino ad oggi c'è la concreta possibilità di aver scaricato qualche ulteriore MBq? Dio mio, ma dove andremo a finire ...

    Nota per i meno pratici di multipli di 10:
    1PBq = 1.000.000.000.000.000 Bq
    1MBq = 1.000.000 Bq
    1PBq+1MBq = 1.000.000.001.000.000 Bq


    /smash
    SM

    RispondiElimina
  50. 'Sta cosa l'avevo letta in Asimov (Civiltà extraterrestri mi sembra), guarda un po'.
    No, Occam ci dice che è sufficiente ipotizzare che sia perché è ancora quella a miglior rapporto costo/efficienza...

    La propulsione interstellare ha bisogno di un enorme passo in avanti, e non tecnologico, che non si vede all'orizzonte.
    Sempre che si possibile (sottintendendo: a velocità "ragionevoli").

    RispondiElimina
  51. Diciamo che c'è circa la stessa proporzione che fra un metro e la distanza di Saturno dalla terra...
    Che Saturno sia lontano di un metro più o meno, cambia poco...

    RispondiElimina
  52. Mi sono veramente tenuto forte sulla sedia ma sono caduto lo stesso. Lasciamo il povero corio del reattore n.2 dove si trova, please.



    E Tepco dovrebbe smetterla di arrampicarsi sugli specchi. A me il capo centrale sembra un ragno a 8 zampe dotate di ventose che sale su una parete di cristallo. Le stanno studiando tutte per farsi sparare addosso con questa gestione improvvisata di acqua, pozzi, vasche e pozzetti. Per non parlare delle tubazioni. Sono sempre a rincorrere gli eventi. Quasi tenessero tra le dita di una mano acqua che gli scappa da tutte le parti.


    Non sei tu Egio a non capire. E' che la faccenda sta diventando imbarazzante.
    SM

    RispondiElimina
  53. Con buona pace di Sir Isaac Newton e della sua concezione di
    “all of space at a single moment in time”.


    Il concetto di tempo assoluto è già demolito dalla RS, senza scomodare la gravitazione. Ma è interessante notare che sotto ipotesi abbastanza accettabili (la famosa omogeneità e isotropia dell'universo) risulta possibile definire un tempo globale sulle ipersuperfici spaziali, definite dalla sovrapposizione delle superfici di simultaneità dei sistemi di Lorentz locali. Questo permette di fogliettare l'universo e etichettare ogni ipersuperficie con un "numero" che rappresenta il tempo proprio di ogni galassia. Ed è questo che in fin dei conti rende possibile parlare di "età dell'universo".

    Interessante anche che il concetto di principio di equivalenza, che entra in gioco ogni volta che si parla di gravitazione, è molto sottile e spesso lo vedo espresso in maniera un po' avventata. La relazione fra curvatura e gravitazione è numerica e non sostanziale, ed è esattamente e solo questo il significato dell'esperimento concettuale di Einstein, se ci si pensa bene.

    Quando per la prima volta ho capito veramente questa affermazione sono rimasto a bocca a aperta, e ancora oggi ogni volta che ci penso.

    RispondiElimina
  54. Mi hai, avete, tu e valeriano, tolto le parole dalla bocca...

    Meritiamo l'estinzione, non finiro' mai di ripeterlo.


    R.

    RispondiElimina
  55. Interessante argomento... purtroppo ci sono valide ragioni, basate su ipotesi inziali piu' che ragionevoli e generali, che dicono che quanto da te e cellai ipotizzato NON accadra' mai, siamo in ritardo sulla tabella di marcia:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Doomsday_argument

    In ufficio ho la copia integrale dell'articolo di Gott, la seconda referenza pubblicata su Nature.. e devo dire che e' molto convincente, per la sua semplicita'.

    Simpatico il calcolatorino basato sulla matematica di Gott

    http://pthbb.org/manual/services/grim/laster.html


    R.

    RispondiElimina
  56. Brookings report? No... brookings Institution, una think_tank conservatrice USA si.


    Cosa dice?


    R.

    RispondiElimina
  57. Conoscevo una cosa del genere, ma dal link non capisco perché c'è l'ipotesi di base che il numero totale di umani debba essere limitato.

    Per carità, per esserlo lo è e per ottime ragioni, ma non lo capisco da quel ragionamento. Là è un postulato.
    La cosa veramente inquietante è questa, invece:

    http://en.wikipedia.org/wiki/File:Population_curve.svg

    RispondiElimina
  58. per questo hai pubblicato quella cosa più sotto?

    RispondiElimina
  59. http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201307100082

    RispondiElimina
  60. A proposito del rasoio di Occam, dico la mia a proposito dei detriti raccolti sul greto del fiume

    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201301040058

    Tra l'altro sembra che anche acqua radioattiva sia stata scaricata nel fiume Iizaki a Fukushima
    http://japandailypress.com/investigation-launched-after-reports-of-radioactive-water-dumped-into-fukushima-river-1232179/



    Alti livelli di cesio nei pesci ad Ibaraki

    Researchers have found high levels of radioactive cesium in fish caught early this month off Hitachi in Ibaraki Prefecture, northeast of Tokyo.

    Prefectural officials said 1,037 becquerels of cesium were discovered per kilogram of Japanese sea bass. That's more than 10 times the government safety limit.

    They said it is the 3rd highest level found in marine products in the region. Higher levels were only previously detected in April 2011 -- one month after the Fukushima nuclear accident. The contaminated fish then was sand lance.
    The officials said the sea-bass shipment will not hit the market as it does not meet government restrictions.
    They admitted they don't know why such a high dose was detected more than 2 years after the accident.
    http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/english/news/20130712_02.html

    RispondiElimina
  61. Su su , riprenditi...:))

    http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRyuc2E9PXxHcTjBWbgSGFZrmbojX9lFKvi1kDABEXOGSNojXue6w

    RispondiElimina
  62. Su su, riprenditi!..:)


    http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRyuc2E9PXxHcTjBWbgSGFZrmbojX9lFKvi1kDABEXOGSNojXue6w

    RispondiElimina
  63. Parla di come gestire la scoperta di artefatti extraterrestri (rovine planetarie) o di forme di vita aliene (occultando tutti i dati scientifici ed avviando una campagna di disinformazione). Gli eventi in questione non sono considerati impossibili, tutt'altro!

    Riguardo la vera natura di molte presunte 'ricerche civili' ogni tanto i ricercatori, ansiosi di far vedere come sono stati bravi, si lasciano scappare qualcosa.



    Come questo indizio rivelatore.

    http://wwwppd.nrl.navy.mil/whatsnew/haarp/haarpabsez.gif


    Chi ha occhi per vedere...

    RispondiElimina
  64. Sarebbe inquietante se mancasse la capacita' di alimentare tutti.

    Ma questo problema ancora non si pone.

    La resa delle colture agricole e' aumentata piu' velocemente dell'aumento della popolazione mondiale ed il problema piu' grande e' quello delle disuguaglianze nella distribuzione, non la mancanza di cibo.

    RispondiElimina
  65. Si pone, si pone eccome. E se non oggi, nell'immediato futuro.
    Alcune centinaia di milioni che abusano di cibo non coprono 3 miliardi (in forte crescita) che non ne hanno abbastanza.

    La resa è aumentata certo, ma il problema viene da un'altra parte.
    La resa è aumentata distruggendo kmq di foreste per impiantare colture (come in amazzonia, per esempio), creando allevamenti intensivi (vedi polli in batteria) e serre intensive che richiederanno sempre più spazio per sfamare sempre più persone.
    L'aumento della popolazione richiederà sempre più spazio per abitare, ancora a scapito di foreste e in concorrenza con le coltivazioni.
    Ogni raccolto perso (per via del clima) rischia sempre di diventare sempre più grave, ma OGM non ne vogliamo.

    Mi fermo qua perché non ho tempo ora, ma penso l'idea sia chiara

    Quello che manca è proprio la capacità di alimentare tutti.

    RispondiElimina
  66. Visto l'interesse mi permetto di segnalare anche questi altri episodi di sacrifici umani...

    http://www.youtube.com/watch?v=Dp-0Y8lQ-JQ

    RispondiElimina
  67. Carino! Almeno avessi spiegato cos'è! Simulazione animata di ABSEZ Absolute Value of the Vertical Electric Field... Per me naturalmente campa cavallo! Alcune spiegazioni sono qui, tutto del 1999
    http://wwwppd.nrl.navy.mil/whatsnew/haarp/



    Certo ho un'idea di che cosa è Haarp, pur non potendo esprimere alcun parere in merito, ma se vuoi parlare di UFO ne so qualcosa...
    :))

    RispondiElimina
  68. Un bel tonico per il fine settimana!

    Ricordate Petman? Bene da Petman ad Atlas!
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=zkBnFPBV3f0

    più roba qui
    http://www.darpa.mil/NewsEvents/Releases/2013/07/11.aspx

    e, per non dimenticare, il punto della situazione
    http://www.yomiuri.co.jp/photo/20130712-466121-1-L.jpg

    RispondiElimina
  69. Tra gli strati esterni dell'atmosfera - http://en.wikipedia.org/wiki/Ionosphere - e la terra ci sono circa 500 kV per effetto della radiazione e del vento solare.

    In media, la corrente naturale che scorre giornalmente tra atmosfera esterna e superficie terrestre (per effetto dei fulmini) e' di circa 2000 A.

    Le antenne a cortina (array) HAARP sono in grado di indirizzare fasci radio concentrati (MW di potenza e con modulazione ad impulsi), alle frequenze di risonanza della ionosfera, in zone mirate e per periodi estesi di tempo.

    I segnali 'sincronizzati' di piu' stazioni HAARP possono generare - http://it.wikipedia.org/wiki/Ernst_Chladni - figure di Chladni spaziali di distibuzione del campo EM.

    Le alterazioni cosi' indotte della zona di ionosfera posta all'intersezione dei fasci 'sincronizzati' di piu' stazioni HAARP si traducono in 'campi di Chladni' di differenze di temperatura e pressione negli strati piu' bassi, per effetto della natura ionica (cioe' con trasporto di materia) delle correnti indotte.

    E' possibile in tal modo innescare oppure amplificare l'intensita' di perturbazioni metereologiche (cicloni, tifoni, con associate brusche variazioni di pressione atmosferica nelle zone di faglia).

    Ai fini militari (della manipolazione artificiale del tempo metereologico) occorre anche controllare la conduttivita' degli strati piu' alti dell'atmosfera, che altrimenti dipenderebbe solo dai cicli naturali: a questo si provvede facilmente rilasciando in quota per tempo tracce di opportune sostanze chimiche (e ovviamente negare che il fenomeno sia reale).

    Le brusche variazioni di pressione atmosferica indotte con tecnica HAARP possono innescare terremoti, maremoti e tsunami nelle zone di faglia.

    All'uopo si possono anche sfruttare le congiunzioni planetarie del sistema solare e le 'forze di marea' associate. Infatti, anche se la gran massa del sistema solare e' concentrata nel sole, il momento angolare del sistema solare e' praticamente concentrato tutto in Giove e Saturno (la NASA ha scoperto che gran parte dei pianeti del sistema solare irradia certamente piu' energia di quella che riceve dal sole, ipotizzando quindi che l'eccesso di energia sia prodotto all'interno dei corpi celesti - in aggiunta a possibili reazioni nucleari o di altro tipo - per effetto degli allineamenti periodici e delle tensioni meccaniche indotte nella massa interna).

    In effetti e' vero, l'HAARP e' anche una ricerca 'civile' sullo studio della materia descritta nel suo acronimo....

    D'altronde quale Paese sovrano accerebbe mai di ospitare quegli enormi apparati sul suo territorio sapendo che potrebbero essere usati per provocare un disastro metereologico, un terremoto oppure uno tsunami a decine di migliaia di Km di distanza?


    E gli uomini (anche quelli di scienza) sembra che non abbiano gli occhi per vedere....

    RispondiElimina
  70. Luca, grazie per il trattato di base del perfetto complottista, che non poteva che concludersi dicendo che solo chi non vuole non vede. Ecco mi dispiace, ma non abbocco alla provocazione, e se vuoi un consiglio, non bertele proprio tutte...

    RispondiElimina
  71. Ehi, che superconsulenza!
    Comunque il mio accenno agli Ufo voleva essere ironico solo in parte, effettivamente una decina di anni fa, al mare nel primo pomeriggio, sdraiandomi supina al sole ho visto tre dischi bianchi luminosissimi in formazione triangolare, erano grandi come tre piccole lune, alti nel cielo e immobili, leggermente ad est, li ho osservati per una ventina di minuti almeno, anzi li abbiamo osservati perché ero con un' amica, ed anche altre persone naturalmente li hanno notati. Non sembravano collegati, tra di essi si vedeva chiaramente il cielo azzurro, ma a un certo punto sono spariti simultaneamente con un movimento repentino e direi orizzontale -. Riflessi ? Di cosa ? Certo che sarebbe fascinoso ma anche preoccupante pensare che fossero qualcosa di diverso!

    Concordo con Toto, abbiamo tanti problemi concreti intorno a noi che non ha senso crearsene degli altri.

    RispondiElimina
  72. Minchia!... Pure HAARP... della serie "beviamoci pure questa".


    No, grazie, io passo.


    R.

    RispondiElimina
  73. "E' possibile in tal modo innescare oppure amplificare l'intensita' di
    perturbazioni metereologiche (cicloni, tifoni, con associate brusche
    variazioni di pressione atmosferica nelle zone di faglia)."


    Ma neanche per idea!... cicloni e tifoni hanno un'origine comune, il riscaldamento delle acque superficiali dei due oceani maggiori... atlantico per i cicloni (uragani) e pacifico per i tifoni... onde EM non contano nulla.


    I terremoti non possono essere indotti dalle onde EM, qualsiasi sia la loro frequenza e potenza, dato che hanno origine a km di profondita', e le onde EM NON possono penetrare a quelle profondita'.


    HAARP, se le provoca, provoca brusche variazioni di pressione atmosferica negli strati alti dell'atmosfera, dove quest'ultima e' molto rarefatta ma non ha alcun modo di trasferire queste variazioni agli strati molto piu' densi piu' bassi.


    HAARP e' una delle tante leggende metropolitane cospirazioniste che girano su internet, nulla di piu'.


    R.

    RispondiElimina
  74. Perfetto, non esageriamo.
    Qui nessuno e' perfetto.

    Anzi andiamoci tutti cauti con l'assegnare titoli onorifici....
    Provocazione? E di che?
    A me non interessa convincere nessuno.
    Se avessi scritto che un aereo a propulsione nucleare era stato costruito e che aveva volato per anni mi avreste preso per pazzo? Si? Eppure e' vero!

    RispondiElimina
  75. Non ti ho dato nessun titolo e qui davanti a me c'è il figlio di un ingegnere che progettò tale aereo

    RispondiElimina
  76. Fonte Generale Fabio Mini:
    http://www.aamterranuova.it/Ambiente-e-decrescita-felice/Controllo-del-clima-il-sistema-HAARP-spiegato-dal-generale

    RispondiElimina
  77. "Certo che sarebbe fascinoso ma anche preoccupante pensare che fossero qualcosa di diverso!"

    Perche', possiamo forse pensare di essere gli unici, i primi oppure addirittura i migliori?
    Anche durante la SS Messa si sente "Per noi uomini e per la nostra salvezza ......."

    Per noi uomini!

    RispondiElimina
  78. OK, mi era sembrato che complottista fosse un titolo, ma comprendo che oggi si usa etichettare gli interlocutori in qualche modo.

    In altri contesti mi danno del populista, i miei figli dell'estremista, ma va bene cosi'.

    RispondiElimina
  79. Se rileggi bene quello che ho scritto, non ho detto che tu sei il perfetto complottista, ma solo che quanto tu hai riportato era il "trattato di base del perfetto complottista". Testuali parole. Il tuo riportare il "trattato di base del perfetto complottista" non ti fa certo un complottista, come il fatto che in un altro commento citi il testo della messa non ti fa automaticamente sacerdote e nemmeno credente.


    permettimi però un appunto, bonario, ma pur sempre un appunto. la tua reazione piccata sembra quella di uno che ha la coda di paglia.


    la provocazione stava tutta in quegli uomini di scienza che non vogliono vedere. visto che mi ritengo un uomo di scienza, l'ho sentita diretta anche a me. ti assicuro che io ci vedo benissimo e mi dispiace che quello che vuole vedere il perfetto complottista è lontano davvero molto dalla realtà.


    per me il discorso haarp finisce qui. se vuoi continua pure tu.

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...