Cerca nel blog

Loading

17 novembre 2012

La copertura per il reattore 3 di Fukushima


Rimanemmo tutti sorpresi dalla velocità con cui i Giapponesi presero la decisione di costruire una copertura leggera intorno ai resti dell'edificio del reattore 1. Altrettanto velocemente la costruirono, prima in una versione di prova in un cantiere lontano dalla centrale per verificarne la fattibilità e poi sul sito. Ora, a distanza di un anno dal termine dei lavori, ci rendiamo conto che la copertura sta facendo sì il suo lavoro di contenimento delle radiazioni, ma che poteva essere progettata e realizzata in modo migliore.

Questa righe per introdurre il progetto della copertura che verrà costruita intorno al reattore 3 di cui vedete una ricostruzione al CAD tridimensionale nella foto d'apertura. Come per quella, molto più piccola, del numero 4, la copertura prevede la presenza di un nuovo carroponte (la parte a forma di cilindro) e le strutture di accesso per oggetti pesanti e voluminosi necessari per la manipolazione degli elementi di combustibile. Nella presentazione di queste nuove strutture, per il momento accessibile solo a chi conosce il Giapponese, sono descritti anche i cask, ovvero i contenitori che verranno utilizzati per spostare gli elementi di combustibile dalla piscina del reattore ad un altro luogo di stoccaggio.

Il messaggio conclusivo è che se c'erano motivi d'urgenza a spingere la progettazione e la realizzazione della copertura del reattore 1, non ce ne sono ora che le nuove emissioni sono già ridotte di moltissimo grazie alla bassa temperatura dei noccioli e quindi vale la pena fare le cose per bene, investendo la giusta quantità di tempo e risorse perché le strutture siano veramente funzionali allo scopo.


Nuove pompe per il raffreddamento

La collezione di grafici dei reattori è sempre molto utile per avere uno sguardo d'insieme sulla situazione generale degli impianti. Si prendano per esempio i tre grafici per la portata di raffreddamento della scorsa settimana, noterete  tre picchi sulla linea rossa corrispondente alla porta di acqua iniettata attraverso il sistema principale dell'acqua. Questa anomalia in realtà è la conseguenza di una sospensione di breve durata dell'iniezione attraverso il sistema di Core Spray  legata all'installazione di una nuova tubazione per questo sistema.

L'idea è di realizzare lo schema nella figura che è identico per le tre unità. Lo schema si deve leggere da destra verso sinistra e inizia con tre differenti sorgenti d'acqua. Le prime due in alto sono rispettivamente la cisterna contenente l'acqua trattata dal sistema di decontaminazione e quella con acqua pulita in caso la prima non dovesse bastare. La terza in basso è un ulteriore fonte di acqua pulita. Per il reattore 3 esiste anche una quarta cisterna con acqua pronta all'uso denominata Unit 3 CST nello schema.

Le prime due cisterne sono collegate ad una coppia di pompe, una normale e una identica di emergenza posizionate sulla collina a monte. Nella tubazione verso il reattore viene monitorata pressione e flusso dell'acqua prima di suddividere la portata nei due circuiti di raffreddamento (FDW e CS) attraverso valvole di regolazione. La terza cisterna è collegata ad un circuito indipendente che è collegato nei tre reattori al sistema anti-incendio.

La linea verticale grigia e spessa rappresenta il muro dell'edificio turbine, a destra ci troviamo all'aperto nella centrale, mentre a sinistra siamo negli edifici dei reattori. Lo scopo dell'aggiornamento è di aggiungere una linea di iniezione, quella blu continua esisteva già, mentre quella tratteggiata è stata aggiunta in settimana, che pesca dalla cisterna dell'acqua decontaminata e che però utilizza pompe installate all'interno dell'edificio turbine anziché quelle in collina proprio per il principio della diversificazione delle fonti.

La ragione per questa modifica è che a fine mese, le pompe in collina verranno fermate per due giorni per effettuare lavori di costruzione di una centralina elettrica e il raffreddamento avverrà grazie al nuovo sistema installato.

La situazione dell'acqua

Chiudiamo questo aggiornamento con il consueto aggiornamento della situazione dell'acqua contaminata come è stato fotografato dal più recente bollettino del 14 novembre 2012. I livelli attuali sono scesi, sia rispetto alle previsioni sia ai valori della precedente rivelazione. Notate come è da tre settimane che i volumi di acqua nei locali turbine sono rimasti invariati proprio per mantenere costante il livello ed evitare infiltrazioni di acqua di falda.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine78 30080 70078 30078 500
Acqua nello stoccaggio20 76019 05019 77018 750
Totale 99 06099 75098 07097 250

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

67 commenti:

  1. In attesa di leggere il documento in giapponese posso aggiungere al tuo commento iniziale che questi interventi sul circuito di raffreddamento mi piacciono molto. Infatti ad una prima lettura vedo che il circuito di raffreddamento comincia a stringersi e ad avere parti essenziali all'interno degli edifici turbina-reattore.
    Si va nella direzione giusta. Posso azzardare che il sistema di raffreddamento ideale che vorrei dovrebbe essere tutto contenuto negli edifici (lasciando un backup pronti al caso in cima alla collina). E' la premessa necessaria per un loop stretto dell'acqua di raffreddamento, la minor produzione di rifiuti sul sito, etc.


    Mi piace molto anche la copertura prevista per il n.3.


    Concludo dicendo che mi piace anche la temperatura delle 3 unità. La prima è scesa sotto i 30°C, le altre due sono sul punto di passare la linea dei 40°C. Il che ci dice, temperatura invernale a parte, che tutto sta funzionando bene con il raffreddamento del corio. Bisognerebbe vedere se ci sono letture aggiornate di emissioni dalla centrale.


    :)

    SM

    RispondiElimina
  2. mamoru_giappopazzie17 novembre 2012 11:11

    abbiamo svariati motivi per gioire allora. :)

    Bisognerebbe vedere se ci sono letture aggiornate di emissioni dalla centrale.

    Abbiamo sempre quelle di Takasaki che @toto ed io abbiamo messo in grafico e che qui sono state aggiornate il mese scorso (e me le ero perse probabilmente)

    http://www.cpdnp.jp/pdf/121010Takasaki_report_Sep30.pdf

    E un grafico di terze parti sul Cs137

    http://toiata.web.fc2.com/gac/gac_pic/takasaki_ctbt.png

    RispondiElimina
  3. se ti va di fare il solito sporco lavoro recuperarle dal pdf, io poi le aggiungo ai grafici.

    RispondiElimina
  4. Su imbeccata di @toto_unicolab:disqus qui sotto ho dato un'occhiata al pdf... anche tu hai una bella gatta da pelare :-)

    RispondiElimina
  5. Direi che le emissioni monitorate a Takasaki sono locali-globali. Troverei abbastanza difficile associarle a nuove emissioni da FD che è abbastanza distante. Al più si dovrebbe fare un lavoro articolato sul monitoraggio prefettura per prefettura che sta facendo il MEXT. Oppure, ancora meglio, sarebbe meglio utilizzare le misure che fa Tepco ogni tanto con le grù sopra gli edifici reattore a FD.
    Certo che non sarebbero misure raffinate come quelle degli amici del CTBTO, che guarda caso riportano l'incertezza di misura :)

    Non che voglia stoppare il vostro entusiasmo, per carità.
    SM

    RispondiElimina
  6. Il doc sui cask è di 334 pp. per cui non mi metto a fare promesse avventate, ma la parte riassuntiva del pdf non ci metto niente a tradurla, se dalla vostra esperienza non pensate che da qui a brevissimo avremmo lo stesso la versione inglese...

    RispondiElimina
  7. aspettiamo qualche giorno, giusto per evitare di farti fare gli straordinari. tanto prima che li useranno passerà un altro anno buono!

    RispondiElimina
  8. Alessandro [@disqus_Ah1dbfX4AC:disqus],

    ma sulla base di cosa si sono uniti Hashimoto [chiusura immediata di Ohi per salvare il Giappone] ed Ishihara [riaccensione immediata di tutti i reattori per salvare il Giappone]?
    Oppure i 50 reattori nucleari sono tra "le differenze meno importanti e da non discutere"?

    RispondiElimina
  9. mamoru_giappopazzie18 novembre 2012 08:10

    mera convnienza politica a quanto pare.
    Sul tema nucleare metteranno da parte tutte le divergenze pur di vincere voti, probabilmente Ishihara fara' un passo indietro fiutando l'andazzo generale.

    RispondiElimina
  10. Sì, convenienza politica. Nella fattispecie, i collegi elettorali minori possono eleggere 1 solo rappresentante. Se il cosiddetto terzo polo (cioè non democratici e non liberaldemocratici) dovesse mettere in campo candidati rivali è chiaro che nel complesso ci perderebbe. Oltre ai collegi minori, presentarsi alle elezioni divisi non sarebbe una scelta saggia nemmeno per quanto riguarda la parte dei seggi assegnati con il proporzionale.

    Noda, che ripeto secondo me è uno solido, in più di un senso, ha fatto (sempre secondo me) un bel colpaccio annunciando all'improvviso lo scioglimento delle camere e lasciando tutti sul precipizio delle elezioni con un mese scarso per preparasi. Ha messo (come si dice in Provenza tra le donzelle) il pepe al culo a tutti gli indecisi e li ha costretti a fare un bel pastrocchio, a rimediare alla meno peggio. Ishihara era già "promesso" al partito della riduzione delle tasse, inviso a Hashimoto, che quindi per mancanza di tempo per mettersi d'accordo è stato lasciato per strada. Il Partito di tutti, il Minna no tou, l'altro dei minori con più peso, il pastrocchio non l'ha fatto e va da solo, e infatti in un po' di collegi non può evitare di scontrarsi con Hashimoto & C.

    Sul programma non saprei dirti. Come sai, Hashimoto, non avendo rinunciato come Ishihara al suo incarico di sindaco, non può candidarsi e così ha lasciato la leadership del suo partito a Ishihara. In compenso, Ishihara, oltre a tumulare il suo nuovo bel partito ad appena 5 giorni dalla fondazione, ha tumulato anche una serie di altre idee che aveva, come quella di opporsi alla partecipazione del Giappone al TPP, l'accordo economico transpacifico. Son passate tutte le idee di Hashimoto, come quella (storica) di portare la tassa sui consumi all'11% e trasformarla in tassa locale. In pratica le province trarrebbero i loro fondi dalla tassa sui consumi che andrebbe direttamente nelle loro tasche ma poi si dovrebbero arrangiare. Dal governo centrale, nemmeno un fiorino.

    Ora: io non ho proprio idea di quanto importante sia il programa nucleare nella testa di Ishihara, e probabilmente non lo sa nemmeno lui, visto che cambia idea col cambiar delle stagioni. Certo è che, se Hashimoto è riuscito a far ingoiare a Ishihara quasi tutta la sua linea politica, sul nucleare ha fatto un passo indietro, e nel programma non appare più "zero nucleare entro il 2030", ma "definizione degli standard di sicurezza e delle altre regole riguardanti le centrali nucleari".
    Purtroppo, per chi come me può seguire solo i giornali e non le cenette intime dei politici, le risposte sono tutte e due valide: o il nucleare era tra le differenze meno importanti, o era tra le più importanti.

    RispondiElimina
  11. sentirvi parlare di politica giapponese mi lascia sempre a bocca aperta. io a mala pena faccio fatica a capire le dinamiche italiane, e voi vi destreggiate tra quelle del Sol Levante.


    Bravi!

    RispondiElimina
  12. Infatti ho delle tare paurose sulle questioni italiane, e non solo politiche! Non c'è la farò mai a riprendere il passo

    RispondiElimina
  13. a proposito di grandi lavori... EDf sta progettando di infilare un core-catcher sotto i vecchi PWR da 900 MWe...

    http://www.bloomberg.com/news/2012-11-12/edf-plan-to-toughen-concrete-base-of-oldest-reactor-may-be-model.html?goback=.gde_46854_member_186482535

    Drugo

    RispondiElimina
  14. mah... mi sembra anti-economico... ma evidentemente non lo è. Se Hollande sarà di parola e Fessenheim chiuderà nel 2016, ha senso avere un lungo fermo macchina, abbondante esposizione dei lavoratori, investimento di denaro per aggiungere un core catcher?


    evidentemente sono più i più che i meno!

    RispondiElimina
  15. Per Fessenheim, se sarà effettivamente chiusa, no. E da qui il dubbio: magari non sono sicuri (o sanno già) che in realtà non sarà chiusa.
    Il costo in sé non è enorme, 15 milioni sono molto meno di una centrale che viaggia intorno ai 5 miliardi se non dico fesserie.

    RispondiElimina
  16. buon lunedì a tutti!


    devono esserci lavori in corso sul reattore 3 o un qualche guasto perché hanno abbassato la portata del gas estratto da 24 a 18 m3/h. Tra gli altri parametri correlati non vedo nessuna indicazione.

    RispondiElimina
  17. Forse dico una bestialità, ma potrebbero essere una prosecuzione dei lavori di sostituzione dei condotti che avevano trovato danneggiati a giugno, e che avevano riparato alla bell'e meglio con del nastro isolante a settembre? http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/images/handouts_120910_06-j.pdf

    RispondiElimina
  18. Beh, insomma... dopo che senti parlare in italiano (???) di pietro, anche se non capisci il giapponese, la politica jappo e` chiarissima direi.
    Poi avendo un Alessandro di basamento ed un Mamorino a proteggere i fianchi, si possono chiedere conferme :)


    Prova a pensarti a spiegare in inglese dai tempi delle "divergenze parallele DC-PCI" in poi e dimmi se non preferiresti suicidarti.

    RispondiElimina
  19. Mi ripeto in parte: di Noda avevo apprezzato il suo aver fatto un progetto energetico che sembrava chiudere tutto col nucleare ma in realta` fara` ripartire le centrali sicure e concludere la costruzione di altre 3, oltre ad aver fatto la nuova organizzazione di controllo con un nuovo capo che non potra` essere cacciato dal nuovo governo.
    Sulle elezioni poi mi inchino, perche` ha portato tutti a sbraitare che non manteneva la parola di andare ad elezioni in anticipo e poi ZACC, quelli che lo accusavano si sono trovati non pronti per le elezioni e non possono lamentarsi visto che erano stati loro a chiederle.
    O mi sono perso qualcosa?

    RispondiElimina
  20. verissimo. e non sarebbe nemmeno una cattiva idea.

    RispondiElimina
  21. No, scusa, ho sbagliato. A giugno li avevano riparati con del nastro isolante, e a settembre avevano iniziato a sostituirli.

    RispondiElimina
  22. Sì, il famoso andante per cui ai politici interessa la poltrona e poco più... insomma, a Noda la poltrona interesserà pure, ma almeno non si vede in maniera palese. Sembra avere dei progetti. "Governa". Digli poco.

    RispondiElimina
  23. FEssenheim??? Vuoi dire FUssenheim?... non lo sai che la centrale franco-tedesca (e' l'unica che non sia al 100% di EDF, e' compartecipata da una societa' crucca) si chiama cosi'?... lo dice il mega-esperto di nucleare e politiche energetiche Agostinelli, sulla Menzogna Quotidiana... sono quasi caduto dalla sedia quando l'ho letto.
    FUssenheim!... fusse che fusse 'a vorta bbona che Agostinelli ne azzecca una sull'arogmento nucleare!...


    Saluti,


    Roberto


    P.S.: per Valeriano: la chiudono nel 2016, eccome.... Hollande l'ha promesso, se non lo fa quelli di GreenPiss si immolano in strada come i bonzi tibetani... daccordo che l'uomo ha meno collions della compagna rottweiler, ma non puo' tirarsi indietro adesso.

    RispondiElimina
  24. Disqus mi fa scherzi, riesco adesso a vedere questa pagina. Per tutto il giorno non riusciva a caricarla. Boh!
    SM

    RispondiElimina
  25. ogni tanto fa il capriccioso!

    RispondiElimina
  26. Permesso accordato.

    Dopo aver ottenuto il permesso da @sm che nelle scorse settimane aveva persino raccomandato un simile provvedimento, TEPCO ha diminuito le portate di raffreddamento su tutti e tre i reattori abbassandole di circa 0.5 m3/h per ciascuno (grafici). Nel documento dicono che tanto c'è margine nel calore di decadimento e che non vogliono sovraccaricare il sistema di decontaminazione. Non dicono che lo fanno grazie all'inverno e vogliono risparmiare sui rifiuti secondari del sistema di decontaminazione e sull'acqua parzialmente trattata che continua ad accumularsi.

    RispondiElimina
  27. potrebbe essere stato uno spurio o comunque un lavoro molto breve, perché è già rientrato tutto nella normalità.

    RispondiElimina
  28. E' sicuramente verosimile, è anche vero che sarà a fine mandato a quell'epoca, gli basterebbe rimandare la chiusura senza annullarla...
    Ma in effetti, per ora credo alla chiusura. In quel caso i lavori sono relativamente inutili là.

    RispondiElimina
  29. Pensa se fosse stato uno "spurio gaussiano", la notizia avrebbe fatto tornare immediatamente la nostra amatissima anonima d'oltralpe che da un po' è sparita.

    RispondiElimina
  30. Salve ragazzi! Bello il progetto di copertura del 3, ma tanto per cercare il pelo nell'uovo non capisco perché è una struttura chiusa, in sostanza a loro serviva qualcosa per reggere il carroponte ( e non mi dite che serve come contenimento delle radiazioni altrimenti l'avrebbero fatta prima)
    Ecco il frutto della ricerchina odierna

    Perdita da Sarry ( 176 litri)
    http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/images/handouts_121120_01-j.pdf

    Detergente ecocompatibile e biodegradabile per la decontaminazione sviluppato da Kaneka corp.
    http://ajw.asahi.com/article/economy/technology/AJ201211200075
    http://news.mynavi.jp/news/2012/11/20/094/images/011l.jpg

    Iniziato test della tiroide sui bambini di Nagasaki che servirà da confronto con i risultati dei test analoghi effettuati a Fukushima

    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201211200069

    Qualche ritardo per le abitazioni delle vittime dello tsunami, solo il 60% sarà completato entro il 2014
    http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T121119004426.htm

    Ripartirà l'anno prossimo la piantagione di riso a Hirono ( nel raggio di 30 km dall'impianto FD) dopo una pausa di due anni
    http://www3.nhk.or.jp/news/html/20121120/k10013633711000.html

    RispondiElimina
  31. anch'io adoro gli spuri gaussiani...

    RispondiElimina
  32. deve essere chiusa, non puoi metterti a fare queste manipolazioni all'aperto.

    Devi proteggerti dagli agenti atmosferici e devi cercare di contenere in caso di incidente.

    RispondiElimina
  33. sorry, scusa per il tono Gio, ma oggi è una giornata da ventilatore... nel senso della velocità con cui girano le pale con 2 elle.

    RispondiElimina
  34. Ogni operazione calda con rischio RI deve essere svolta in ambiente controllato, il che si traduce immediatamente in copertura a tenuta stagna, ambiente in leggera depressione rispetto all'esterno (da fuori può entrare aria ma il viceversa deve essere sfavorito - barriera dinamica) e soprattutto l'estrazione dell'aria deve essere controllata (attraverso filtri) e monitorata per i rilasci perchè il cittadino medio deve essere protetto e informato



    Movimentare combustibile danneggiato dovrebbe essere un'operazione da cella calda, ma qui si farà eccezione a questa regola. La funzione di abbattimento principale sarà il battente d'acqua di copertura del combustibile e, aggiungo io, la destrezza degli operatori gruisti.


    Tieni presente che sulla copertura idonea alla movimentazione c'è sicuramente il parere vincolante dell'autorità di controllo giapponese, nonché di Grinpiss che calcolerà rapidamente le migliaia di morti per l'operazione.


    Onestamente la protezione dagli agenti atmosferici che dice toto non l'avevo considerata perchè per me è impensabile lavorare a cielo aperto, ma è chiaro che li anche questo può effettivamente essere un problema.

    :/
    SM

    RispondiElimina
  35. Quando girano, girano ...
    Per me oggi è una giornata da orecchie a 48°C, adesso strappo il filo del telefono. Che poi la cosa che odio è quando mi chiamano sul cell mentre sono sul fisso, dico che richiamo e quelli vanno avanti a parlare ...

    RispondiElimina
  36. e non sei il solo....
    devono essere congiunzioni cosmiche.

    RispondiElimina
  37. http://english.kyodonews.jp/news/2012/11/195052.html


    Capisco la necessità di una valutazione dei rischi, ma vorrei sapere sotto quale ipotesi incidentale la caduta di una trave metallica possa provocare la fuoriuscita dell'acqua dalla piscina dell'unità n.3. In genere questo tipo di ipotesi sono valutate quando esiste una via di uscita dell'acqua che possas danneggiarsi, con relativa stima del tempo di svuotamento.


    Ma in questo caso nella piscina è caduto l'intero carroponte e questi si preoccupano per una misera travetta ...
    Mah
    SM

    RispondiElimina
  38. http://www.japantoday.com/category/national/view/hunter-attacked-by-bear-in-gunma


    Carne d'orso radioattiva? Fa male, fa bene?
    Sicuramente l'orso vivo non fa bene ai cacciatori ...

    RispondiElimina
  39. non hanno ancora capito che la carne d'orso è particolarmente pericolosa quando è viva!

    RispondiElimina
  40. " la nostra amatissima anonima d'oltralpe che da un po' è sparita."

    ... gia'!... dov'e' la frrrrrrancesina de noantri? Ci snobba?

    Aridatecela! :-)

    R.

    RispondiElimina
  41. Giorno di ferie! Slurp!!
    Finalmente posso lavorare in pace a casa :))
    SM

    RispondiElimina
  42. ??
    Facessi il suo lavoro, probabilmente lavorerei anche la domenica :-)

    RispondiElimina
  43. Toshiba ha presentato un nuovo robot quadrupede per FD, ( ignoto quando sarà disponobile)
    http://www.slashgear.com/toshiba-reveals-four-legged-fukushima-robot-explorer-22258030/

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Uohs8ompwxU

    RispondiElimina
  44. Pare che il 14 Novembre sia stata condotta un'indagine nella camera di soppressione del 4

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_121121_02-e.pdf

    RispondiElimina
  45. certo, sarebbe più interessante l'1 o il 2...

    RispondiElimina
  46. Boh, credo che anche la camera di soppressione del n.4 di Dai-ichi sia ispezionabile. Non ricordo l'abbiano mai fatto ma non dovrebbe essere inaccessibile per problemi di dose. Credo.
    SM

    RispondiElimina
  47. occhio che è daini. però è un valido confronto per quando avremo immagini da daiichi.

    RispondiElimina
  48. Sicuramente. Infatti, quelle interessanti sarebbero appunto la 1 e 2 di Da-Ichi.

    RispondiElimina
  49. immagino che l'interno del tubo possa avere un po' di contaminazione, ma credo che in generale i livelli di dose siano accessibili in un impianto normale.

    RispondiElimina
  50. Hanno deciso di spostare la mega float sull'altro lato del porto. La ragione è permettere l'accesso a quell'area delle altre imbarcazioni per il trasporto di materiali di costruzione (credo) delle barriere e dei coperture. Prima di spostarla però vogliono svuotarla, così hanno iniziato a trasferire tutta l'acqua contenuta (basso livello di contaminazione - proveniente dalle unità 5 e 6) in serbatoi a terra. L'operazione richiederà circa un mese. http://www.tepco.co.jp/en/press/corp-com/release/2012/1222718_1870.html

    RispondiElimina
  51. La prima conseguenza di questa politica indecisa se accendere o no i reattori è che la gente pagherà di più la bolletta, perché le aziende elettriche non sono certo dei benefattori.

    E se qualcuno stava cercando conferme dell'economicità del nucleare basta che guardi le conseguenze.
    http://www.japantimes.co.jp/text/nn20121123a1.html

    RispondiElimina
  52. aggiungo che il sito TEPCO comunica che nei prossimi giorni ci sarà l'ispezione di un sub. Lo dico perché parlando con i miei colleghi, di cui una buona parte adora fare immersione, era "emerso" (in questo caso si sposa meglio di "saltato fuori") che nelle categorie di brevetti professionali ce ne è una proprio dedicata al nucleare.

    RispondiElimina
  53. Il solito ricatto delle potentissime lobbies del nucleare di cui sei al servizio ?? :))


    Leggevo oggi su una rivista semi-specializzata che il disastro del Golfo del Messico con sversamento in mare dalla testa del pozzo di milioni di barili di petrolio avrà tempi di recupero per l'ambiente quantificato in 20-30 anni. Non si dice però se sulle coste della Louisiana o sul fondale del mare. Credo nessuno tra il grande pubblico abbia questa stima ben chiara in mente. Viceversa i 300 anni (??) sbagliati di Fukushima o addirittura l'eternita (in secula seculorum) se li ricordano tutti. Anche a Fukushima e in generale Giappone dell'Est saranno 20-30 anni, forse meno per la stragrande maggioranza dei luoghi. Certamente molto meno per gli alimenti.


    SM

    RispondiElimina
  54. Mi fa venire in mente una cosa.
    Qual'è l'emivita biologica per il cesio 137 e 137? Se non ricordo male, molto meno di quella fisica?

    RispondiElimina
  55. Dipende da cosa intendi per biologica. Nell'uomo? In un prato? In un albero di pesche? :-)
    Se ho capito dove vuoi arrivare ... 120gg su per giù.

    RispondiElimina
  56. mamoru_giappopazzie23 novembre 2012 19:58

    mi ero dimenticato di consigliarvi la lettura dell'account twitter di Greenpeace italia, notevole oserei dire imbarazzante per la marea di ciarpame, bufale e propaganda.

    RispondiElimina
  57. Uhm... si sono stato poco preciso, ma sottintendevo - naturalmente - nell'uomo, a cui si riferisce la risposta suppongo ;-)

    RispondiElimina
  58. Un salutino, solo per chiedervi se qualche giudice italiano ha previsto il mio terremotino delle mie 18.01 ( ma alla JMA dicono 18.03, stanno peggiorando) o si automanderanno in galera.
    Mw4.9
    La mia casettina e` in mezzo ai due pallini gialli (quelli che hanno misurato i valori piu` alti):
    http://www.jma.go.jp/en/quake/3/340/20121124180350391-241759.html

    RispondiElimina
  59. buon sabato a tutti! abbiamo un piccolo e breve aggiornamento, se vi va di trasferirvi...
    http://unico-lab.blogspot.it/2012/11/perdita-e-risparmio-dacqua-fukushima.html

    RispondiElimina
  60. Ma certo carissimo, mica siamo in Italia.
    Un`amica su LINE (app di messaggi su AIFON) mi ha appena detto che per fortuna era solo 4 e non 5 (scala nippo) altrimenti avrebbe dovuto andare in ufficio.
    In Italia si scappa dall`ufficio!

    Alla prossima puntata mi faro` dire meglio che cosa cavolo fa la sua azienda :)

    RispondiElimina
  61. OT Life on Mars...

    La NASA ha pubblicato alcuni dati sulla dose di radiazioni ionizzante sulla superficie di Marte... Curiosity naturalmente è la fonte... (ah ricordo che Curiositi si porta dietro una bella pila a U238)

    http://mars.jpl.nasa.gov/msl/news/whatsnew/index.cfm?FuseAction=ShowNews&NewsID=1393

    RispondiElimina
  62. Mi sa che Curiosity ci colmerà di belle sorprese!!!


    (Giusto perché sono un inguaribile rompiscatole, la pila è a Plutonio-238)

    RispondiElimina
  63. E quindi ci dici le differenze dei due isotopi :P
    Comprese percentuali di decadenza [si dira` cosi`?] ed energie.


    BTW che le batterie del lunar rover ci permettano ancora di girare sulla Luna?

    RispondiElimina
  64. di differenze ce ne sono moltissime, la prima è che mentre l'U-238 esiste in natura perché ha una vita media lunghissima, il Pu-238 deve venire creato dall'uomo nei reattori.



    il Pu-238 è l'ideale nei RTG, ovvero nei generatori termici a radioisotopi perché decade alfa scaldandosi parecchio, ma non va affatto bene per la costruzione di ordigni.

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...