Cerca nel blog

Loading

28 ottobre 2012

Ho vinto una causa!

Questa volta ho vinto io e ne sono particolarmente fiero e soddisfatto. Nessuna causa legale, ma una semplice controversia su Youtube che vi voglio raccontare. Chi ha un account sul tubo, sa come sia difficile e importante mantenere pulita la propria reputazione. Chi ha la reputazione pulita può caricare video di qualunque lunghezza e i propri video vengono mostrati in tutti i Paesi senza limitazioni. A sporcare la fedina penale del tubo ci vuole pochissimo, basta caricare un video con una colonna sonora protetta da copyright e si finisce sulla lista dei cattivi e via privilegi.

Ho sempre cercato di tenere pulita la mia reputazione, non solo per i privilegi, ma anche per rispetto al lavoro di altri, ma qualche tempo fa ricevo una comunicazione da Youtube per dirmi che uno dei miei video infrangeva il diritto d'autore ed ero diventato cattivo tutto d'un colpo. Guardo il video in questione che avevo realizzato con uno di quei servizi on-line che trasformano le tue foto in bei video e permettono di aggiungere una colonna sonora. Era proprio quello il problema, il servizio on-line garantiva che la musica in questione poteva essere usata senza problemi, ma Youtube era di altro parere. Faccio ricorso e perdo, così mi tocca togliere il video per ripulire la fedina penale.

Settimana scorsa mi arriva un'altra notifica in cui si dice che uno dei video dalla centrale di Fukushima disponibili sul nostro canale era stato concesso in uso esclusivo a TV Asahi Corporation. Mi sentivo già sconfitto in partenza, immaginatevi il piccolo Toto di fronte al colosso televisivo giapponese, ma visto che sul web dovremmo tutti contare allo stesso modo, ho fatto nuovamente ricorso, dicendo che Asahi ha gli stessi diritti di tutti gli altri utenti del web che possono trovare quei video direttamente sul sito di TEPCO, unico vero proprietario dei diritti d'autore sull'opera.

Bene, ho vinto la causa! La TV ha ritirato il reclamo e io ho vinto la mia prima battaglia!

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

9 commenti:

  1. Grande!!!!
    Complimenti.

    RispondiElimina
  2. chapeu, Mr Toto!

    RispondiElimina
  3. Ho due video “incriminati” anch'io. Uno risale all'anno scorso e l'altro proprio settimana scorsa ho ricevuto l'avviso. A detta loro la colonna sonora di entrambi infrange le regole di copyright. Non è così ma non ho voglia di battermi in battaglie inutili. I video sono fruibili comunque, solo che in alcuni paesi visualizzano della pubblicità. L'account è pulito ed anch'io posso godere di tutti i privilegi. Quello che mi dà parecchio fastidio sono le regole stupide e senza senso di YouTube e quando cerchi il dialogo vieni perennemente snobbato.

    Tu sei stato fortunato. :)

    Ciao Toto

    RispondiElimina
  4. M I T I C O!!!
    Totoro for President!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti per il supporto!

    RispondiElimina
  6. ci sono due grossi problemi:
    - il primo è il controllo automatico. l'identificazione di materiale protetto avviene in maniera automatica e indiscriminata.
    - il secondo è la presunzione di colpevolezza. se secondo loro hai messo materiale protetto, allora hai torto e spetta a te dimostrare il contrario.

    RispondiElimina
  7. Leggevo poco tempo fa che questi siti stile "social network" hanno in realtà una struttura dittatoriale e dispotica, quasi peggio delle reali dittature, altrimenti inaccettabile nelle "vita vera".
    Il tuo secondo punto conferma questa analisi.

    RispondiElimina
  8. chiaretta cappellini30 ottobre 2012 21:38

    MITICO

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...