Cerca nel blog

Loading

26 dicembre 2011

Fukushima: rapporto sulla contaminazione alimentare del 26/12/2011




Rapporto sulla contaminazione alimentare del 26/12/2011


Lista degli alimenti al di sopra dei limiti di legge.
Solo sette misure in questa categoria, si tratta di cinque misure di carne di cinghiale della prefettrua di Tochigi (circa 500 Bq/kg nell'area di Nikko-shi e circa 2 kBq/kg di cesio totale nelle aree di Motegi-machi e Utsunomiya-shi). Inoltre, una misura di funghi nella prefettura di Chiba e una misura di gambo di taro essicato nella prefettura di Fukushima, entrambe a circa 500 Bq/kg di cesio totale.

Lista degli alimenti con contaminazione importante.
Le misure in questa categoria riguardano essenzialmente funghi e alcune misure di carne di manzo (Iwate) e carne di cinghiale (Tochigi). Da segnalare però tre misure di prugna sotto sale (circa 200-250 Bq/kg di cesio totale), una misura di yuzu e una di succo di mela, tutte nella prefettura di Fukushima

Alimenti riportati con contaminazione lieve o nulla.
Cereali, mais e derivati
Nessuna misura di grano, orzo e mais comunicata.
Cinque misure di torta di riso effettuate nella prefettura di Fukushima (area di Hanawa-machi) sono risultate pulite.

Latte, uova e derivati
Nove misure di latte, tutte risultate pulite, ripartite come segue:
  • Prefettura di Nagano, aree di Saku-shi, Tomi-shi, Fujimi-machi
  • Prefettura di Niigata, aree di Niigata-shi, Uonuma-shi
  • Prefettura di Saitama, Saitama Central Cooler Station, Kawagoe Cooler Station
  • Prefettura di Tochigi, area non comunicata
Tre misure di uova sono risultate pulite. Si tratta di misure nelle prefetture di Aomori (Fujisaki-machi), Ibaraki (Ibaraki-machi) e Niigata (Murakami-shi).

Frutta e verdura
Tre misure di aralia cordata (prefettura di Fukushima, Otama-mura, e Tochigi, Nasushiobara-shi, hanno presentato lieve contaminazione (valori intorno o inferiori ai 10 Bq/kg di cesio totale).
Per quanto riguarda gli altri alimenti, come ormai è noto ai nostri lettori, i kaki presentano una contaminazione di circa 50 Bq/kg di cesio totale, così come alcune marmellate della prefettura di Fukushima (Date-shi): si tratta di marmellate di fragole, mele, mirtilli e pere, con una contaminazione variabile fra 4 e 70 Bq/kg di cesio totale. La meno contaminata è risultata quella di fragole (4 Bq/kg), la più contaminata quella di mirtillo (79 Bq/kg dio cesio totale). Fra gli altri alimenti che presentano lieve contaminazione, da segnalare infine la prugna sotto sale e il rafano giapponese, prevalentemente essiccato.

Altre carni (pollame e suini)
Tre misure di pollo, tutte risultate pulite. Le misure sono state effettuate nelle prefetture di Iwate (Kurumai-machi) e Yamagata (Obanazawa-shi).
Una misura di suino effettuata nella prefettura di Niigata (Sekikawa-mura) è risultata pulita.

Qui potete trovare i link ai due rapporti completi:
---
Clicca qui per il più recente aggiornamento sulla contaminazione alimentare

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

8 commenti:

  1. Ciao Vale, ligio al tuo dovere vedo!

    Scopro che il taro è la Colocasia esculenta, che conoscevo come pianta ornamentale, pensa un po'!

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/70/TaroAKL.jpg/200px-TaroAKL.jpg

    RispondiElimina
  2. Il rapporto del 26 dicembre contiene oltre mille alimenti. 8 sono sopra i limiti di legge e si tratta di tutti e soli campioni di carne di cinghiale. 

    ValerianoB mi sa che dobbiamo dedicare uno speciale alla selvaggina, anche se non di consumo quotidiano, hanno un forte accumulo di cesio. Praticamente tutti i campioni misurati sono sopra soglia e quei pochi che non lo sono, sono piuttosto vicini al limite. 

    RispondiElimina
  3. Pensavo di fare un approfondimento sulla carne (possiamo quindi separare serlvaggina - carne di manzo) e sui prodotti ittici.
    Mi rendo conto che sono un po' trascurati nei rapporti, ma analizzare tutti quei dati a mano, per di più fondamentalmente statici, è sovrumano!
    Quanto ai grafici, l'unica cosa che può venire fuori è un andamento temporale mediando sul giorno e un istogramma sulle misure di contaminazione, ma solo per un paio di prefetture.

    RispondiElimina
  4. Nel rapporto rilasciato oggi e che contiene i dati del 27 dicembre ci sono 1500 alimenti. Solo 8 sopra i limiti, i soliti funghi e il cinghiale. La selvaggina in genere rientra nella fascia moderata, vicino al limite. 

    RispondiElimina
  5. AnonimaFrancese28 dicembre 2011 13:05

    http://ex-skf.blogspot.com/2011/12/radioactive-nori-in-tokyo-bay.html nori nella baia di Tokyo

    RispondiElimina
  6. Io che di statistica un po' ne mastico mi sono arreso di fronte all'evidenza che non si riesce a produrre uno straccio di grafico sensato, in particolar modo per le carni rosse e la selvaggina.

    Secondo me ci sono alcuni possibili fattori interferenti e ho provato a delinearne alcuni:
    -maturazione autunnali di alcune bacche contaminate (concentratori come i mirtilli) di cui la selvaggina si ciba alterando le concentrazioni di Cesio nelle carni
    -cicli stagionali di arbusti, fiori e frutti di cui si cibano gli animali selvatici
    -migrazioni stagionali di quota degli animali selvatici (ciclo montagna-collina-pianura) con mobilità degli animali in zone con diversi livelli di contaminazione
    -copertura progressiva (inv. alla quota) del terreno col manto nevoso attraverso il quale il Cs non passa (sta sotto)
    -caduta a terra autunnale delle foglie dove gli animali selvatici razzolano

    Anche solo considerando aspetti come questi diventa impossibile graficare alcunché. Tra l'altro sempre le emergenze nucleari sono caratterizzate da deposizioni di contaminanti a macchia di leopardo. Ce l'ha insegnato Chernobyl, zone pulite e zone contaimnate le une accanto alle altre rendono più difficile utilizzare geometrie standard come i cerchi attorno alla centrale o i coni gaussiani di dispersione. Diventa tutto "locale" a seconda ci come e quanto ha piovuto nei giorni critici.

    In più, lo ripeto, è la prima volta che le carni rosse sono alla ribalta come matrice problematica. Vale la pena di continuare ad accumulare dati in attesa di riuscire ad organizzarli meglio.

    Ciao SM

    RispondiElimina
  7. va bene capo! In tanto sto convertendo lo script in python che eseguo giornalmente e manualmente sui dati originali per importarli nel nostro database. Lo sto trasformando in php (cioè una sorta di downgrade), ma almeno adesso posso farlo eseguire direttamente dal webserver rendendo la cosa un po' più semplice. 

    per i dati non ci resta che sperare che anche la raccolta sia uniforme e che il ministero non decida di un giorno con l'altro di non considerare più una certa matrice o cose del genere. 

    RispondiElimina
  8. Preparati all'ipotesi che un minimo di grafico si possa fare solo su base stagionale o addirittura annua (stesse matrici, stesse stagioni) e non oltre il terzo-quarto anno, visto i modesti livelli di contaminazione.
    Così va Fukushima.
    SM

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...