Cerca nel blog

Loading

8 febbraio 2014

Rilasciare l'acqua di falda di Fukushima


Abbiamo più volte parlato del cosiddetto sistema di bypass dell'acqua di falda a Fukushima, ovvero la possibilità di pescare acqua a monte dei reattori e di spedirla direttamente in mare attraverso condotte evitando che il passaggio sotto i reattori la contamini. Questo sistema avrebbe svariati vantaggi, il primo, legato all'abbassamento della falda è quello di provocare una diminuzione delle volumetrie di acqua contaminata stoccata negli scantinati degli edifici danneggiati e quindi da trattare successivamente. Il secondo vantaggio è una riduzione della contaminazione marina, infatti visto che nei mesi scorsi abbiamo avuto la conferma che gli scantinati non sono a tenuta stagna, meno acqua devono contenere, meno acqua contaminata arriverà in mare. A questo punto, verrebbe da chiedersi, ma perché allora non lo stanno facendo? Il fatto è che questo sistema deve pompare acqua in grande quantità e non è nemmeno pensabile stoccarla da qualche parte, deve necessariamente essere rilasciata in mare. E qui sorge l'ostacolo: essendo tutta la zona circostante la centrale contaminata anche l'acqua di falda è lievemente contaminata, ordini di grandezza meno contaminata di quella con cui si mischia passando sotto ai reattori ed esattamente tanto contaminata come quella dei fiumi della zona che scaricano liberamente in mare.


Da un punto di vista totalmente razionale, è assolutamente insensato impedire a TEPCO di mettere in funzione questo sistema di bypass, effettuando i dovuti controlli sulle quantità di radioattività scaricate. Anzi dovrebbe essere incentivato perché di fatto significa contaminare meno e, nel piano a medio lungo termine, significa semplificare la gestione, già complessa di suo dell'acqua. E così TEPCO, in accordo con la NRA, si sta prodigando nello stilare una tabella di valori di riferimento massimi per la radioattività nell'acqua di falda da scaricare a mare. In base a questi numeri, non solo l'acqua deve essere al di sotto dei limiti previsti dalla legge per il rilascio, ma puntano a stare ben al di sotto di questi valori, addirittura più bassi di quelli consentiti nell'acqua potabile (come se la gente bevesse direttamente l'acqua del fiume o del mare). Trovate i numeri in questo documento.  Quasi tutti i numeri, infatti ne manca uno importantissimo: ovvero quando inizieranno. Per dirla in altre parole, piuttosto che il quanto, a questo punto, ci dovremmo preoccupare del quando.

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

52 commenti:

  1. Ahi!
    Il cinghiale ha colpito ancora!
    SM

    RispondiElimina
  2. Una domanda e una considerazione, poi facciano come vogliono.


    La domanda: da qualche parte ho letto che questo bypass consentirebbe di spostare solamente solo 100 m^3/day mentre la falda muove verso il mare (sotto il sito) circa 400 m^3/day. E' confermato? E se si, non hanno in mente di andare a recuperare gli altri 300 m^3/day così da fare un lavoro per bene?


    La considerazione: buttare l'acqua di falda in una tank di buffer su cui fare monitoraggio 2 volte al giorno (diciamo 1000 m^3 di tank che equivale a 10gg di accumulo), acquistare qualche km di tubo in Polietilene e portare allo scarico della tank di buffer una portata di 1000 m^3/day di acqua "pulita" cioè proveniente da bacini o fiumi dietro il sito (non dovrebbero essere volumi ingestibili), diluire 1:10 l'acqua di bypass accumulata nella tank di buffer all'uscita e scaricare a mare?
    Non è diluizione di rifiuto, è acqua di falda. Al tempo stesso le eventuali concentrazioni di radioattività causa l'avvicinamento dell'acqua al sito sono abbattute di un fattore circa 10 e si livellano a quelle dell'acqua che va a mare lontano dal sito. Tutti contenti, pala al centro.


    Eh? Mah! No eh? Boh!

    SM

    RispondiElimina
  3. se non hanno cambiato i piani, dovrebbero pompare 40 metri cubi al giorno da ogni pozzo e ci sono 12 pozzi. Quindi in teoria dovrebbero pompare più di 400 m3/day ma ce ne sono 1000 che passano quotidianamente sotto l'area coperta dai pozzi, quindi sarà lecito attendersi una diminuzione del flusso in ingresso ai reattori, non una totale eliminazione.


    Sulla considerazione, temo che i giapponesi riuscirebbero a fare qualche danno :)

    RispondiElimina
  4. AnonimaFrancese8 febbraio 2014 15:42

    ciao a tutti ...........come tornare a casetta U-L senza un bel sito fresco fresco di giornata ? :-) http://fukushimaontheglobe.com/

    RispondiElimina
  5. All Beta 900 kBq/L e Sr-90 5MBq/L è geniale :/
    Secondo me il dirigente TEPCO che ha diffuso quella tabella starà sperimentando innovative tecniche di autopunizione!

    La cosa che lascia basiti non è l'errore in sé che sarei portato ad imputare al solito pasticcio di taglia e incolla su una tabella, ma la mancanza di controllo sui dati in uscita (e probabilmente la mancanza di interconfronti in doppio o triplo almeno su aliquote di monitoraggio con altre società "indipendenti") che garantisca una affidabilità metrologica minimale.

    Non che cambino granché le cose, però ...
    SM

    RispondiElimina
  6. Mi è capitato un documento sulle analisi sismiche presso Tsuruga, mi sembra interessante..
    http://woody.com/wp-content/uploads/2014/01/Tsuruga-Feature-Article-for-EoS.pdf

    Leo

    RispondiElimina
  7. Aaha!!! Eccovi qui, vi davo per persi... Pigliatevi questo mio tomo:
    Riporto la dispensa in inglese sulla misurazione dello stronzio , già riferita da @AnonimaFrancese
    L'azienda giapponese ha già chiesto scusa per i fallimenti, che hanno detto erano una conseguenza del malfunzionamento delle apparecchiature di misurazione. Fukushima workers were building the underground wall only a few meters away from the location that they measured 5,000,000,000 Bq/m3 of Strontium-90 from the groundwater of. However, Tepco didn’t inform the workers of the contamination level for over half a year.
    Vorrei fare la mia solita osservazione inutile: i campioni risalgono a giugno e luglio 2013. Prima di fare la figura peregrina perché non hanno esaminato campioni più recenti? (Oppure l’hanno fatto e i valori sono ancora più alti e allora ben vengano quelli di luglio?)

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/f1/smp/2014/images/2tb-east_14020601-e.pdf

    Il 6 febbraio si ‘ verificata una perdita di 600 litri da
    una flangia di una pompa per l’iniezione di acqua di raffreddamento. Sacchi di sabbia

    http://www.nsr.go.jp/english/newsrelease/data/20140206.pdf

    Inoltre (certo che sono un mattone, ma voi non aiutate) sono arrivata finalmente alla geniale conclusione che il famoso tank della zona H4 ancora perde, sebbene tra le contromisure fossero stati riferiti lo svuotamento e trasferimento dell’acqua altrove, evidentemente non effettuati. E probabilmente non perde solo quello.
    Da avviso ai giornalisti trd. google
    http://www.tepco.co.jp/cc/press/2014/1234108_5851.html
    Per le perdite di acqua nel serbatoio della zona H4 impianto di Fukushima Daiichi centrale nucleare ad un altro (continua relazione 68)
    6 febbraio 2014
    Tokyo Electric Power Company
    Vi informerà circa il follow-up su "perdita d'acqua nel serbatoio della zona H4 di Fukushima Daiichi locali centrale nucleare", che è stato scoperto nel 19 agosto 2013.
    Ordine in base alla (24 conferma dicembre 2013) H4 zona est diga di drawdown, per verificare l'impatto sulle acque sotterranee di acqua trapelato, del foro di osservazione delle acque sotterranee E-11, che è inoltre installato, il campionamento per la prima
    volta il 5 febbraio e condurre. Analisi Tritium del foro di osservazione delle
    acque sotterranee E-11, era 190 Bq / L. : 5 giorni vale la pena di raccolta - Febbraio: Trizio 190 Bq / L tutti i beta 110 Bq / L (pre-annuncio)
    Continueremo a monitorare in futuro.


    Piccola storia del tank in zona H4
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130819_04-e.pdf
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130820_03-e.pdf
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130821_01-e.pdf
    Da allora le misurazione sono state giornaliere.

    RispondiElimina
  8. Lo hai letto sul sito Tepco, stimano una riduzione di : the groundwater flowing into the buildings is estimated to be reduced by 100 tons/day. In effetti un pochino scoraggiante.

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/water/13062501-e.html

    RispondiElimina
  9. Grazie per il tomone, ricco e dettagliato di informazioni perchè nei mesi le cose si perdono e si dimenticano!

    Non possiamo altro che ripetere che la gestione dell'acqua è problematica. Quando la enorme rete di tubazioni, valvole, tanke, dotti, terrapieni e serbatoi è così complessa e i componenti sono in numero così elevato il numero di guasti "random" (cui Tepco o contractor aggiungono del loro) cresce necessariamente e ne crescono le cause comuni di guasto (che poi sono le perdite). Sembra chiaro a tutti che non possono andare avanti a gestire le cose così e la situazione è critica da oltre 1 anno (in realtà è critica dal 2011 a voler guardare bene, ma a FD1 è tutto critico in verità). Non è che col tempo le cose migliorano da sole, l'unica cosa che cambia è l'incremento dell'accumulo di acqua.
    Quando poi si vedono i tentativi di rendere impermeabile alle precipitazioni meteoriche vaste aree del sito con sacchi di sabbia o teli (le foto con le coperture dei teli) beh, vuol dire che dopo la frutta ormai siamo al caffé.

    Circa la presenza di Sr-90 a pochi metri dagli operai che realizzavano il muro di contenimento direi che non dovrebbe essere un problema. Non certo per la dose da irraggiamento esterno che è sicuramente dominata dal Cesio e i DPI normalmente utilizzati sul sito (ovunque) dovrebbero garantire adeguata protezione per ingestione/inalazione di Sr-90 eventualmente mobile in zona. La prova del 9 dovrebbe essere un esame urine post-lavori, credo li facciano abitualmente, per cui se non sono emersi dettagli a riguardo direi che è una problematica di gestione ordinaria.

    Buona domenica!
    SM

    RispondiElimina
  10. Semi OT
    Quanto mi piace prendere per le p....e gli svizzeri. Ma dico io, i soldi gli stanno bene, i lavoratori (soprattutto italiani) no. Beh, giusto chiudere i rubinetti allora ...
    http://www.theblazonedpress.it/website/2014/02/11/referendum-in-svizzera-ue-sospende-accordi-sullenergia-elettrica/105254
    Ciao SM

    RispondiElimina
  11. http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/english/news/20140212_33.html
    Buoni segnali di ripresa dell'export agro-alimentare giapponese nonostante rimangano alcuni veti a causa di Fukushima. a mio avviso, visti i paesi "reticenti" credo che Fukushima abbia veramente poco o nulla a che fare.
    SM

    RispondiElimina
  12. NRA declares Ohi nuclear plant fault inactive
    http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/english/news/nuclear.html

    Ops! Ma va?
    :)
    SM

    RispondiElimina
  13. ho appena scoperto che vedo NHK! probabilmente tutti la vedono sul digitale terrestre...

    RispondiElimina
  14. Io la vedo da anni sul 533 di sky

    RispondiElimina
  15. Infatti... fa parte del bouquet gratuito, no?

    RispondiElimina
  16. mi prendi piuttosto impreparato sulla questione, ma la risposta è che la vedo e visto che non pago nulla deve essere per forza gratuito :)

    RispondiElimina
  17. Ricevo e giro questo video, merita tutti i 48min!
    http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=Vi024RmFlEc
    SM

    RispondiElimina
  18. L’impressione che se ne ricava è di assoluta impotenza,si riconferma il lapalissiano
    concetto che tutto scorre a mare e ogni tentativo di fermare il flusso sembra destinato a fallire. Dopo questo video fa sorridere l’ultima dispensa Tepco con le crepe alla base
    di calcestruzzo dell’area tanks H4

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2014/images/handouts_140212_05-e.pdf

    A conferma delle grandi perdite dall'edificoio turbine reactor 1

    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201402140041

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/f1/smp/2014/images/2tb-east_14021303-e.pdf

    RispondiElimina
  19. Più o meno è un'impressione giustificata, anche se non drammatizzerei più di tanto.


    Girando tra i cunicoli del sito ci si rende conto come è facile per noi parlare da qui ma laddentro deve essere veramente terribile. Con occhio più rilassato io cambierei prospettiva e obiettivi:
    - la cinturazione idraulica dell'intero sito è ormai di importanza fondamentale, le perdite non le chiuderanno prima di alcuni/diversi anni di lavoro, se mai ci riusciranno.

    - il porticciolo interno deve diventare un bacino artificiale sigillato che non scambi acqua col mare. Il volume di acqua marina da gestire potrebbe essere di alcuni milioni di metri cubi. Non dico che si dovrà trattare quell'acqua, ma confinarla si. In fin dei conti c'è solo da chiudere il lato Est. Sai, fin che ci finisce dentro il Trizio è poca cosa, ma hai visto come si comporta la sabbia no? Sembra una colonna cromatografica, i nuclidi più lenti arrivano anche loro (Sr-90, Cs-134+Cs-137 ma meno).


    Le opere da fare sono impegnative ma non impossibili. Io ho visto la cinturazione a mare (laguna di Venezia) dell'area Fosfogessi di Marghera. Non era poi tanto diversa e se l'han fatta gli italiani ...

    SM

    RispondiElimina
  20. http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/english/news/20140214_07.html
    La prova definitiva che oltre a Tepco anche la IAEA ci legge e ci ascolta )
    SM

    RispondiElimina
  21. Toc toc ... Pronto?
    Tutti in vacanza? Tutti troppo presi per commentare?
    Ci avviciniamo al 3° anniversario del disastro. Ci viene in mente qualcosa di carino da fare?
    bye SM

    RispondiElimina
  22. Ciao Sergio! A dire la verità sono ad un convegno a Stoccolma, quindi sono via, ma niente vacanza! Bravo, bel colpo, facciamoci venire in mente una bella idea e poi devo scrivere qualcosa (volentieri con il contributo di tutti voi, se vorrete)

    RispondiElimina
  23. Questa poi , mi era proprio sfuggita! ... La dispensa ci informa sul consolidamento del
    terreno tra le unita’ 1/2 , 2/3, 3/4.

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2014/images/handouts_140207_05-e.pdf

    Come lo consolidano? Si parla di 115 chemical iniection wells a pag. 24 di questo documento, ( una contromisura in più oltre al muro impermeabile lato mare e il muro impermeabile con il metodo frozen)

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/water/images/140127_01.pdf

    Pare il coperchio di calcestruzzo del 3 sia danneggiato, o dall’esplosione o a causa caduta del carroponte.
    http://ex-skf.blogspot.gr/2014/02/fukushima-i-npp-latest-photos-and-video.html

    Un termometro del 2 è andato in tilt, NHK The operator of the crippled Fukushima Daiichi nuclear plant says there is just one working thermometer monitoring the temperature of melted nuclear fuel in the plant's No.2 reactor.
    Officials of Tokyo Electric Power Company say they have discovered a fault in one of the 2 thermometers used to monitor the lower part of the reactor's container vessel.
    They say the problem was found this week after workers accidently caused a short circuit by delivering 250 volts of electricity instead of 100 volts during checks on the thermometers.
    The company continues to pour water into the No.2 reactor to cool the melted fuel at the bottom.
    A series of problems left just one of 9 thermometers working at the lower part of the pressure vessel by September 2012. The newly malfunctioning thermometer was installed later that year.
    The utility's announcement came more than 24 hours after the abnormality was
    found on Tuesday.
    Officials say they failed to immediately notice the problem since the faulty thermometer was showing a similar reading - about 20 degrees Celsius -- as the working one.
    The officials say replacing the gauge is likely to take time because of high radiation levels in and around the reactor. They say a new thermometer will have to be inserted through a pipe.
    Feb. 19, 2014 –


    Segnaliamo anche un traboccamento al tank H6 ( del tipo a bulloni) di circa 100 tons . Come cointromisura hanno aperto la valvola di collegamento con il serbatoio vicino e il livello
    dell’acqua è sceso di 47 cm.

    follow-up
    sulle perdite di acqua dal serbatoio superiore zona H6 (19 febbraio) è stata confermata ieri.

     Serbatoio zona H6 Ametoi-sui

      cesio-134: 3.800 Bq/ L

      cesio-137: 9.300 Bq/ L

      cobalto-60: 1.800 Bq/ L

      manganese-54:1.300 Bq / L

    antimonio-125: 41.000 Bq / L

      all-beta: 230 milioniBq / L

    http://www.tepco.co.jp/cc/press/2014/1234358_5851.html

    http://www.tepco.co.jp/cc/press/2014/1234364_5851.html

    http://www.tokyo-np.co.jp/article/national/news/images/PK2014022002100128_size0.jpg

    RispondiElimina
  24. Globetrotterino!

    RispondiElimina
  25. La situazione in base a 6 commissioni di inchiesta
    http://www.cronacheinternazionali.com/fukushima-la-situazione-della-centrale-fotografata-dalle-sei-commissioni-dinchiesta/
    Quanto alla popolazione
    http://www.japantimes.co.jp/news/2014/02/20/national/post-quake-illnesses-kill-more-in-fukushima-than-2011-disaster/

    RispondiElimina
  26. Da un punto di vista strettamente "fisico", il problema principale è che il raffreddamento ad aria è parecchio meno efficace di quello a liquido e la configurazione del reattore rende ancora meno plausibile questa soluzione.
    Da un punto di vista ingegneristico, non oso immaginare.

    RispondiElimina
  27. prima ti spacci per malato e poi confessi che sei in vacanza a Stoccolma... bravo! :-) :-)

    RispondiElimina
  28. Mettiamola così sono partito con la febbre :)

    RispondiElimina
  29. Leggo, copio e incollo. Non mi tornano i numeri (non è che hanno dimenticato qualche virgola?).

    "Le sei commissioni d’inchiesta concordano che le falle nei condotti di
    raffreddamento hanno causato la dispersione di radioattività
    nell’ambiente pari a 276 PBq per il Cesio-137 (una quantità pari al 40%
    della radioattività potenziale contenuta nei reattori) ."

    RispondiElimina
  30. Ciao Vale!
    In questi giorni ti penso e mi chiedo se sei contento visto che L’Allemagne prend la crise ukrainienne en main,

    L'articolo l'ho letto in greco, non sono abbonata. Qui la stampa da per scontata la diivisione dell'Ucraina.
    Ihttp://www.lemonde.fr/europe/article/2014/02/17/l-allemagne-prend-la-crise-ukrainienne-en-main_4367953_3214.html?xtmc=ukraine_allemande&xtcr=7

    Tra l'altro sia Le Monde che il New York Times hanno riferito ciò che milioni di tedeschi sanno bene e che milioni di europei ignorano, che cioé sin dall'inizio della crisi ucraina Vitali Klitschko tiene una rubrica quotidiana su Bilt, inoltre lunedì c'è stato l'ncontro Merkel - Arseniy Yatsenyu e Klitschko e nmartedì si è scatenato làinferno con 25 morti....

    Ahinoi!

    RispondiElimina
  31. Toto aspetto con ansia il terzo anniversario per un bell' update di questo articolo!! Mi raccomando...

    RispondiElimina
  32. Sai, devono proteggere le minoranze tedesche in Ucraina ...
    Per me e' una polveriera, altro che Siria

    RispondiElimina
  33. Eh!... ma come potra' confermare sicuramente il nostro giapponesino di 2 metri... la vista di una moltitudine di svedesi di un metro e ottanta fa passare im-me-dia-ta-men-te qualsiasi febbre, malattia, patologia anche cronica.

    R.

    RispondiElimina
  34. L'Ucraina possiede testate nucleari ex-URSS o le ha rese al padrone... oppps!... al vicino russo? :-(

    R.

    RispondiElimina
  35. Grazie dei links... dal primo leggo, in fondo...

    "150.000 persone sono state evacuate in totale e di queste 130.000 sono
    state inserite nel programma di compensazione per i danni ricevuti."

    ... ma si e' "dimenticato" di dire quanti dei 150 mila sono gia' tornati!... oppps!... che sbadato!

    R.

    RispondiElimina
  36. Ah!... dimenticavo... sperando di fare cosa gradita...

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3669733/pdf/pjab-89-157.pdf

    "Internal radiocesium contaminatio of adults and children in Fukushima 7 to 20 months after the Fukushima NPP accident as measured by extensive whole-body-counter surveys"

    "In particular, the first sampling-bias-free assessment of the internal exposure of children in the town of Miharu, Fukushima, shows that the 137Cs body burdens of all children (n=1,383, ages 6-15, covering 95% of children enrolled in town-operated schools) were below the detection limit of 300Bq/body in the fall of 2012. These results are not conclusive for the prefecture as a whole, but are consistent with results obtained from other municipalities in the prefecture, and with prefectural data."

    Un saluto a tutti/e,

    R.

    RispondiElimina
  37. La questione Ucraina è complessa, ma come al solito per via delle interferenze esterne.
    L'Ucraina è un paese diviso, e questa è la prima informazione che non passa. Esiste una parte del paese che non vuole entrare in UE, questo è sicuro, e tradizionalmente si trova nella parte più ovest del paese (Crimea e zone limitrofe, tatari). Ma la questione fondamentale è un'altra.
    La Russia non ha alcun problema a "cedere" l'Ucraina all'Europa. Ne ricaverebbe dei vantaggi, in due parole avrebbe un piede in UE (perché comunque la fazione filorussa è forte in Ucraina). A livello di scambi commerciali l'UE diventerebbe ancora più un ottimo partner. E la prova che la Russia non ha problemi a lasciare le sue ex-repubbliche alla UE viene dal fatto che è già successo per le altre (paesi Baltici). Si legherebbe a doppio filo con l'UE, cosa che fa da un bel po' di tempo. Il primo punto è che un blocco UE-Russia è un boccone troppo indigesto per il blocco USA-UK.
    Il secondo punto è che la questione va anche al di là di Ucraina in UE o no. Il punto indigesto a Putin sono le ingerenze anglosassoni nella questione, che spingono per fare entrare l'Ucraina nell'orbita NATO. Ci provano da parecchio tempo a mettere piede troppo vicino alla Russia e se c'un una cosa che Putin non tollererà sarà proprio questa. Facci caso, e guarda l'atteggiamento della stampa anglosassone e di come in realtà sia questa a pilotare la maggior parte di quella europea. Putin il gran cattivo, ahah.
    Seriamente, chi fomenta tutti i disordini nella zona? Ok, non abbiamo prove, ma l'evidenza è chiara...

    RispondiElimina
  38. D'altra parte, non dimentichiamo il famoso "Fuck the UE" della Nuland sull'argomento...

    RispondiElimina
  39. Come sai bene però tra Teoria e Pratica ce ne passa ...

    RispondiElimina
  40. spiacente, non possiedo dati di prima persona :-)
    Ma avrei tendenza a credere che la Russia si sia fatta ridare tutto. Era roba sua e certo non voleva lasciarla in mano a un paese quantomeno "delicato".

    RispondiElimina
  41. Vale la pena di segnalare questo articolo.
    Vale la pena di leggerlo. Non lamentatevi con me se però vi fa saltare la mosca al naso.
    Ciao SM
    http://www.corriere.it/scienze/14_febbraio_21/tsunami-piu-vittime-stress-malattie-che-il-maremoto-2b2e687c-9aec-11e3-8ea8-da6384aa5c66.shtml

    RispondiElimina
  42. Ci sono alcuni paesi ex-URSS che sono veramente critici per contrabbando illegale di materie fissili, fortuna voglia in piccole quantità. L'Ucraina è certamente tra questi.
    Testate atomiche, natanti a propulsione nucleare, reattori RBMK (Gas Grafite per produrre Plutonio). Difficile dire quanto sia tornato in Russia e quanto è ancora in Ucraina, magari con accordi bilaterali di gestione.
    Anche io non possiedo dati di prima persona :) Ma sono abituato a pensar sempre male!
    SM

    RispondiElimina
  43. Faccio l'avvocato del diavolo sull'articolo. Partendo dal fatto che Iodio vuol dire tiroide, Stronzio vuol dire dose interna e Cesio Dose Suolo ... che si faccia un articolo sulla contaminazione interna da Cesio la dice lunga su Fukushima.
    Il bello è che si continua a leggere che Fukushima è cento volte peggio di Chernobyl. Che sian decaduti i cervelli?
    SM

    RispondiElimina
  44. Ora che scrivo, Yanukovich si è dimesso,ΤΕTEΛΕΣΤΑΙ, tutto è compiuto, si va verso la secessione. Un articolo di Paul Craig Roberts, ex-assistente del segretario del Tesoro USA e redattore del Wall Street Journal, scritto il giorno prima del crollo.

    http://aurorasito.wordpress.com/2014/02/22/lucraina-alla-deriva-verso-la-guerra-civile-e-lo-scontro-tra-grandi-potenze

    E io che mi chiedevo che cavolo ci faceva a Kiev il ministro degli esteri polacco, insieme a quello tedesco e francese
    La Polonia sfrutta la destabilizzazione dell’Ucraina per espandere la propria influenza in oriente a spese della Russia.

    https://aurorasito.wordpress.com/2014/01/30/coinvolgimento-polacco-nel-golpe-e-nelloccupazione-dellucraina/

    RispondiElimina
  45. Anche noi abbiamo un padrone, anzi due...

    RispondiElimina
  46. Perché la mosca al naso? Sono i dati riportati da Japantimes nell'articolo postato l'altro ieri Fukushima stress deaths top 3/11 toll

    RispondiElimina
  47. OT @Egiovanna : a quanto pare Yanukovitsch non si è ufficialmente dimesso, ma solo scappato a Xarxov.
    Invece la Timoschenko vuole candidarsi per le prossime elezioni (farsa).
    Di sicuro, una delle crisi più strumentalizzate dall'occidente degli ultimi tempi.

    RispondiElimina
  48. Ciao giovinastri, trasloco al 24.4% 374/1533,
    E chissa` perche` nessuna esplosione nucleare che faccia sparire l`emisfero boreale.

    http://www.tepco.co.jp/en/decommision/index-e.html

    RispondiElimina
  49. Scopiazzo Coscialunga.
    Perche` la Mosca al naso?
    Hanno scritto che MinamiSoma che ha 1mSv/anno ha avuto piu` morti post tsunami degli abitanti delle citta` evacuate, ergo PIU` radioattivita` per tutti :)
    Comunque i numeri vanno spiegati e ompletati visto che i morti da tsunami sono stati 19mila.

    RispondiElimina
  50. Da nessuna parte nell'articolo si dice che non ci sono vittime per radiazioni. Viceversa non ha risalto a sufficienza che lo stress è causato da eventi naturali estremi e dalla conseguente rilocazione e dalla vita in condizioni precarie a sua volta causato dalla decisione di voler evitare, specie a persone anziane (radioresistenti) pochi mSv/anno che con tutta probabilità nulla avrebbero modificato nella loro vita.
    Inoltre cosa ti mettono in foto? La centrale nucleare ...

    A me la mosca al naso salta, non so a voi.
    SM

    RispondiElimina
  51. kumachanTokyo8 marzo 2014 10:06

    Parola magica: isole Senkaku.

    RispondiElimina
  52. , il voto sarebbe stato diviso per il numero di partecipanti. Allora non ci resta che sperare nel massimo dei voti.

    Belajar Berjalan

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...