Cerca nel blog

Loading

25 gennaio 2014

Quella perdita dentro al reattore 3 ed altre notizie da Fukushima


Vediamo di recuperare un pochino gli avvenimenti successi durante questo ultimo mese all'interno della centrale di Fukushima. Cominciamo con la notizia che ha fatto decisamente più scalpore, ovvero il fatto che TEPCO, durante le operazioni robotizzate di rimozione di detriti al primo piano (pian terreno secondo la numerazione italiana) del reattore 3, avrebbe notato acqua scorrere sul pavimento per poi andare a finire in una piletta di scarico verso il piano inferiore (link). Dall'immagine statica qui a lato non è facile apprezzare la quantità di acqua, cosa invece molto più evidente guardando il video da cui l'immagine è stata estratta.



La cosa ha subito destato preoccupazione perché, se è risaputo che i reattori perdono, mai fino ad oggi era stata individuata una perdita su questo piano che era stato più volte ispezionato dai robot. Di particolare importanza è capire l'origine di quest'acqua perché se la sua provenienza fosse la mandata del circuito di raffreddamento allora potrebbe essere un danno piuttosto grave, in quanto verrebbe a mancare una frazione dell'acqua utilizzata per raffreddare il nucleo danneggiato.

Per individuare l'origine, TEPCO ha misurato due parametri: la temperatura e il livello di contaminazione. Per entrambe le grandezze i risultati sono positivi, la temperatura dell'acqua è di 20 gradi circa da confrontarsi con la temperatura ambiente che è di 7 gradi e che è la stessa dell'acqua iniettata nei noccioli per raffreddarli. Questo significa che l'acqua che scorre sul pavimento è stata riscaldata. Il secondo risultato, quello relativo alla contaminazione, ci dice che l'acqua è stata verosimilmente in contatto con il combustibile danneggiato perché i valori misurati non sono molto dissimili dalle misure effettuate nell'acqua stoccata nei locali interrati (link). In conclusione, con un elevato di livello di confidenza, possiamo dire che la perdita non è sul ramo di ingresso dell'impianto di raffreddamento e che quindi il nocciolo continua ad essere raffreddato come in precedenza.

Da dove arriva quindi quest'acqua? La domanda resta aperta e ulteriori indagini sono necessarie e devono essere fatte nel giro di breve. Una possibilità è che la perdita provenga dalla sala adiacente al luogo del ritrovamento dove sono contenute le valvole per l'isolamento del vapore (freccia nera nello schema qui a lato), montate sulle condotte che portano il vapore, appunto, dal reattore alle turbine. Il vapore prodotto all'interno del nocciolo potrebbe condensarsi lungo queste condotte e poi fuoriuscire da una perdita e riversarsi sul pavimento. A questo link trovate immagini e video riprese delle valvole di isolamento del vapore del reattore 2, giusto per farvi un'idea.

L'altra possibilità è che l'acqua arrivi direttamente dal contenimento primario che non sta più fornendo una tenuta stagna, magari in corrispondenza di quel portone in cemento (plug) proprio a sinistra della perdita che era già stato analizzato più volte in passato. Questa è una brutta notizia per il contenimento, ma è a suo modo anche una buona notizia per il nocciolo, perché, visto che l'acqua da sola in salita non ci va, vorrebbe dire che il livello di acqua all'interno è almeno pari a quello del pavimento del primo piano, quindi molto più in alto rispetto ai reattori 1 e 2 dove è stato precedentemente misurato. E' importante cercare l'origine di questa perdita perché così ci si toglie ogni dubbio sul fatto che possa essere sul ramo in ingresso e anche perché sigillare le perdite è un passo in avanti imprescindibile per la messa in opera del programma di decommissioning della centrale.

La gamma camera dentro al reattore 1

Ci sono notizie interessanti da analizzare anche per quanto riguarda il reattore numero 1, al cui interno una gamma-camera montata su un robot ha eseguito una mappatura dettagliata alla ricerca dei punti caldi dal punto di vista radioattivo (link). Una gamma camera è una speciale macchina fotografica in cui al posto di registrare la luce riflessa dagli oggetti, viene visualizzata la radioattività (raggi gamma) emessa dagli stessi. Sovrapponendo l'immagine della gamma-camera a quella acquisita nello spettro visibile da una normale fotocamera è possibile individuare i punti che sono radiologicamente più importanti.

Vedete un esempio nell'immagine qui a lato dove la gamma camera è stata puntata verso quel condotto particolarmente attivo dove già nel giugno 2011 era stato visto un intenso vapore radioattivo salire dai piani inferiori. Come vedete la scala dei colori è espressa in conteggi per secondo (cps) che è un'unità di misura spesso utilizzata nell'ambito della rivelazione delle radiazioni, ma per passare da questa unità pratica a quella fisica (il Sv/h o i suoi sottomultipli) è richiesta una taratura e non poche assunzioni. Quindi prendete con le pinze i valori di rateo di dose stimati con questa tecnica.

Lo scopo però non è quello di dare un valore di dose preciso, ma di individuare aree calde in cui è possibile pensare ad una decontaminazione o, qualora non fosse possibile come in questo caso, procedere con una schermatura. Ricordiamo che l'abbassamento generale dei valori di rateo di dose all'interno degli edifici dei reattori è un altro tassello importante per il proseguimento del piano di smantellamento, specialmente nell'ottica di andare a rimuovere il combustibile dalle piscine.

Il livello dell'acqua nella vasca di soppressione del reattore 2

Lavori in corso molto interessanti anche per l'unità numero 2, in cui, ancora una volta le attenzioni maggiori sono state rivolte alla vasca di soppressione (quell'enorme ciambellone pieno d'acqua) e alla sala che lo circonda. Se vi ricordate, in passato (marzo 2013) il locale della sala del toro era stato estensivamente ispezionato alla ricerca di possibili perdite dal contenimento primario. Queste ispezioni avevano dato esito negativo (per il reattore 2, ma in seguito positive per il reattore 1), quindi di fatto ancora non sappiamo quale via segua l'acqua di raffreddamento per passare dal contenimento primario alla sala toro. Diventa quindi importante misurare il livello dell'acqua all'interno della ciambella e vedere se varia con il variare del livello nel locale esterno per capire se i due sono collegati. Allo scopo è stato utilizzato il piccolo robot sviluppato ad hoc che vedete nell'immagine (link). Le misure, effettuate per tre giorni consecutive, mostrano una buona correlazione tra il livello dell'acqua nella sala con quello interno al toro, con questo secondo sempre inferiore. Non conosciamo gli ingombri effettivi dalla camera, quindi non possiamo trarre conclusioni definitive, ma a questo punto non si può escludere che la dinamica dell'acqua sia l'opposto di quella che ci si immaginava, ovvero che anziché passare dal contenimento alla sala passando dal toro, segua una via ancora non individuata che dal contenimento porti alla sala e quindi attraverso altre perdite si riversi nel toro.

Rimane essenziale approfondire la situazione e si rende assolutamente necessario un robot subacqueo dotato di potente telecamera ed illuminazione in grado di esplorare i dintorni ed individuare, cosa che potrebbe non essere facile, le perdite.

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

47 commenti:

  1. Ottimo aggiornamento Toto, ce n'è parecchia di carne al fuoco. Aggiungo i miei 2 cents:

    - la condensazione del vapore prodotto nel 3 su tubazioni e conseguente ruscellamento non mi convince, l'altra opzione è più sostenibile e tuttavia non mi spiego un livello così alto di battente d'acqua. A meno che una perdita sul fondo del vessel sia stata casualmente otturata da detriti e per bilancio di acqua in ingresso e uscita il livello sia salito sino alla successiva penetrazione aperta. Non sarebbe una brutta cosa.

    - comunque la si giri i problemi che si riscontrano derivano tutti da una situazione simile sui tre impianti incidentati: non si riesce ad avvicinarsi causa dosi troppo elevate e quindi non si riescono a condurre quelle essenziali opere di ispezione visiva e strumentale che aiutino ad individuare i problemi. Il nodo centrale, su tutti e tre gli impianti, rimane quello di chiudere le perdite ed allagare i vessel ed ecco che Tepco si trova in un circolo vizioso da cui non riesce ad uscire. In questo senso non si vedono passi avanti.

    Buon we a tutti :)
    SM

    RispondiElimina
  2. La condensazione non convince nemmeno me, ma tra le ipotesi fantasiose che sono state citate, mi sembra una tra le meno improbabili. Il tuo discorso del tappo di fortuna potrebbe tranquillamente reggere, più che un tappo io me lo immagino come un restringimento, una sorta di ingorgo sulla perdita, tale da favorire il bilancio in ingresso e provocare un innalzamento. A conferma potrebbe anche essere il fatto che nei giorni successivi hanno visto una diminuzione dell'acqua sul pavimento, come a dire che l'ingorgo si è risolto e il livello si è riabbassato.


    Forse però vale comunque la pena far fare un giro ai robot dentro la sala della MSIV per vedere se la perdita arriva da lì.


    Per l'altro punto, io mi sento un po' più positivo, primi minimi passi si vedono. Innanzitutto bisogna sgomberare i detriti sui pavimenti, vedi quello del reattore 3, e per farlo devi usare robottini (e lo stanno facendo), poi pulire a fondo i pavimenti (e lo stanno facendo) e poi far entrare dei macchinari pesanti controllati da remoto a piazzare schermi nei punti critici.


    Nel frattempo però bisogna continuare con la ricerca, specie nell'ambito della robotica visto che vogliamo il robottino subacqueo che ispeziona la sala del toro.

    RispondiElimina
  3. @toto

    Mi stai diventando quasi epico! Non arriverei ancora a parlare di formule omeriche ma ci siamo quasi :) quegli elementi danneggiati nella piscina .. .quella perdita dentro il reattore... quel ramo del lago di Como

    E' disponibile in inglese la dispensa sulla misurazione del livello acqua nel toro R2

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2014/images/handouts_140121_04-e.pdf

    RispondiElimina
  4. Da domani saranno effettuati 12 carotaggi tramite robot dal 5 piano dell'edificio R2 , allo scopo di definire il livello di contaminazione in preparazione del piano operativo per la rimozione del combustibile esaurito piscina

    http://www.fukuleaks.org/web/?p=12214

    RispondiElimina
  5. con la fortuna che hanno, minimo, gli viene giù tutto il piano! Hai visto che li faranno entrare dal portellone sul fianco dell'edificio?


    Adesso cominciano ad esserci tanti robot impegnati nelle operazioni, buon segno!

    RispondiElimina
  6. Quel ramo del lago di Como con i suoi monti sorgenti dall'acque ed elevati al cielo mi sa sempre scendere una lacrimuccia. Casa, dolce casa!

    RispondiElimina
  7. Da questo documento del gruppo di lavoro NRA 1/24/2014

    http://www.nsr.go.jp/committee/yuushikisya/tokutei_kanshi_wg/data/0010_05.pdf
    Iori ha estrapolato le seguenti informazioni
    1) Tepco stated the seaside of reactors are getting too radioactive for the workers to build underground wall. In order to stop radioactive groundwater flowing to the sea, they are building the underground wall. However between the seaside of reactor1 and 2, the radiation level is too high to continue to construction. They have to slow down the pace of construction.
    2) The highly contaminated water retained in reactor2 basement is possibly leaking to the underground trench of the seaside
    3) Tritium density is higher in the deeper ground layer of seaside of reactor1. Tepco reported it to NRA on 1/24/2014. The committee of the working group of NRA admitted the possibility that Tritium is flowing in the deeper layer of the ground.

    Domanda : ma il groundwater bypass che fine ha fatto, è in funzione o no? Sono rimasta al gran rifiuto dei pescatori. Perciò non mi è chiara la fissazione del campionamento quotidiano del Water Leak at the Tanks in the H4 area, perdita risalente al 19 agosto 2013, come precisano

    NB
    Chissà come contano gli anni i giapponesi, ma questa roba 平成26年 significa 2014 (google trad.)

    RispondiElimina
  8. Beh, puoi recitare l'addio ai monti :-)

    Addio
    monti sorgenti dall'acque- ed elevati al cielo
    cime inuguali
    note a chi è cresciuto tra voi
    e impresse nella

    sua mente
    non meno che l’aspetto de' suoi familiari
    torrenti- de' quali

    si distingue lo scroscio
    come il suono delle voci domestiche
    ville sparse

    e biancheggianti sul pendìo
    come branchi di pecore pascenti
    addio!
    Quanto è tristo il passo di chi
    cresciuto tra voi
    se ne allontana!

    RispondiElimina
  9. un OT totale per @toto :
    Se pensavi che Voyager fosse robaccia, ebbene rispetto a Alien Theory Giacobbo è un workshop del CERN!!! :-)

    RispondiElimina
  10. grazie per l'avviso! anche history channel è passato sulla mia lista nera!

    RispondiElimina
  11. No no, aspetta non cassare tutto History Channel!
    Sarebbe come cassare tutta la Rai e perdere anche Alberto Angela perché ci passa anche Voyager.
    In ogni caso, sono favolosi. Dei salti logici paurosi, affermazioni veramente ridicole, introdotte da un ormai classico "Si oui...."
    :-)

    RispondiElimina
  12. Si` bella topona, il 26esimo anno [年] dell`EISEI [平成] o del regno di Akihito e` il 2014, infatti io ho rinnovato la patente nel 2013 ed e` scritto l`anno 25平成 e scadra` nel 28平成.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Heisei
    ZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ

    P.S. noi UNICI siamo tutti nati sotto Hirohito quindi nell`anno SHOWA.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Sh%C5%8Dwa_period

    RispondiElimina
  13. Ciao morbidosissimo, mi sembra molto logico! Come la datazione nell’impero romano. (Ripreso poi dai papi e dall’era fascista) .
    Nel calendario islamico invece contano dal 622, l’anno dell’Egira , la migrazione di Maometto dalla Mecca a Medina, il 2014 d.C. corrisponde al 1435–1436 AH (Anno Hegirae)

    RispondiElimina
  14. Sfruttando la notizia sotto che finalmente [almeno per me] fornisce delle date, mi chiedo: ma perche` non limitarsi a surgelare per benino il torin torello e la parte bassa del CV?
    Un bacione a tutti!

    TEPCO to create frozen walls to stop water leaks
    Tokyo Electric Power Company is to begin work at the Fukushima Daiichi nuclear plant to stop radioactive wastewater from flowing into the sea.
    The task of creating underground frozen walls is due to start at the Number 2 and Number 3 reactors on Wednesday.
    Massive amounts of water are being poured into the reactors to prevent melted nuclear fuel from overheating.
    Some of the water is contaminated with radioactive substances, and is leaking from the damaged reactor containment vessels.
    The water has accumulated in the reactor buildings, adjacent turbine buildings and underground tunnels. TEPCO believes the water is leaking from the tunnels, seeping into the ground and reaching the sea.
    Engineers will begin their work by digging vertical holes where the tunnels meet the turbine buildings. Pipes will be installed in the holes to inject liquid coolant to create frozen walls to block the water.
    But cables and other objects in the tunnels could hamper the work. Engineers cannot go there because of the radioactive water, so they have to rely on images sent from remote-controlled cameras.
    TEPCO hopes to finish installing the pipes by late March and to start removing 11,000 tons of wastewater from the tunnels in May, after the frozen walls are completed.
    TEPCO is also digging wells in the compound to see whether water is leaking directly from the buildings.
    Jan. 28, 2014 - Updated 20:22 UTC

    RispondiElimina
  15. Ti ricordo che lo scopo principale dell'operazione e' usare i fondi, non risolvere i problemi.
    SM

    RispondiElimina
  16. Salve! Segnalo due dispense:
    la prima ci informa che la costruzione del muro impermeabile fatto di palancole e tubi di acciaio con riempimento di malta è a buon punto. Peccato che ancora bisogna capirne l'utilità.
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2014/images/handouts_140127_06-e.pdf

    allego foto

    http://planetark.org/images/wefull/70352.jpg

    http://2.bp.blogspot.com/-9dFSDaTYu2U/UeJKT0-U5nI/AAAAAAAAF4k/EdUY-0bFlV0/s400/FukushimaImpermeableWall-1.JPG

    http://photo.tepco.co.jp/library/130626_01/130626_01.jpg

    La seconda dispensa riguarda dei test di decontaminazione a controllo remoto effettuati a Daini e poi all'Unità 1, decontaminazione effettuata per aspirazione e , così ho capito, per abrasione

    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2014/images/handouts_140127_07-e.pdf

    RispondiElimina
  17. A parte la sputtanata di tutte le volte che i fondi li hanno usati per niente e pure fuori da Fukushima, il governo si e` appena ripreso un miliardo di dollari ed ha detto che cerchera` di controllare meglio dove finiscono... E NON RIDERE!!!

    RispondiElimina
  18. Non ce l'ho fatta. Sono scoppiato a ridere sputacchiando sullo schermo del PC :)
    SM

    RispondiElimina
  19. http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201401200049

    Highly Likely?? dopo 1 settimana? Ma se noi l'abbiamo detto una settimana fa ...
    Bah!
    SM

    RispondiElimina
  20. OT: DA PAURA!


    http://360gigapixels.com/tokyo-tower-panorama-photo/

    RispondiElimina
  21. hhhmmm...
    A Sellafield fanno i biricchini, vediamo di capire nei prossimi giorni che succede.
    http://www.bbc.co.uk/news/uk-england-cumbria-25975785
    SM

    RispondiElimina
  22. Sembra che si sia trattato di un falso allarme di origine naturale.

    RispondiElimina
  23. Davvero un ottimo documento, c'è tutto!
    Penso proprio che un poco alla volta me lo leggerò tutto.

    RispondiElimina
  24. E per gli aficionados dei reattori francesi e i loro costi...

    http://poseidon01.ssrn.com/delivery.php?ID=883022123123084093026084006004103126050076068001039051073091006098008026097118082095110048059008102059004069094108075117110004012020000002083002094070070082126064081036047002124073116079124028124008113&EXT=pdf

    ... che e' pure pubblicato su Energy Policy (a pagamento)... si puo' scaricare il file Excel o Matematica per rifare i conti... nice!

    R.

    RispondiElimina
  25. Mio piccolo contributo:

    BP Energy Outlook 2035


    Buona lettura.

    RispondiElimina
  26. OT: sicuramente siete già al corrente del nuovo video (non pubblicato prima) dell'impresa di Felix Baumgartner.

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=dYw4meRWGd4

    RispondiElimina
  27. E per quelli che credono nei reattori a neutroni veloci...

    http://www.world-nuclear-news.org/NN-Fuel-loading-begins-at-fast-reactor-0302147.html

    R.

    RispondiElimina
  28. Россия, вперёд!!!
    :-)

    RispondiElimina
  29. Attenzione, forse ci siamo con gli scarichi a mare dell'acqua di falda deviata !!!
    http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/english/news/20140203_29.html

    C'è solo il punto critico: "the government and TEPCO have yet to obtain consent from local fishermen
    following a string of leaks into the sea of contaminated water, which
    has raised concerns over harmful rumors".
    Posso suggerire di usare un libretto per assegni?
    SM

    RispondiElimina
  30. In vena di cinismo? :) La Tepco ha pubblicato la dispensa
    Water Discharge Criteria for Groundwater Bypass
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-p/handouts/2014/images/handouts_140203_04-e.pdf
    A criteri andiamo bene, ad analisi però? Non vedo campionamenti dai grounwater wells. Continua invece a non essermi chiaro lo scopo del campionamento quotidiano del Water Leak at the Tanks in the H4 area.
    Tanto per capirci ecco le ultime della serie, si vede bene la zona H4. E' vero che l'acqua della zona H4 scola nel canale di drenaggio e si imette in mare, buona ragione per controllarla, ma non potrebbe influenzare anche i pozzi 11 e 12 del bypass? Mah!...
    .http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/f1/smp/2014/images/around_h4_14020601-e.pdf
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/f1/smp/2014/images/img_smpmap_03.jpg

    RispondiElimina
  31. La NRA chiede alla Tepco ulteriori misure di sicurezza per i lavoratori impegnati a vuotare la piscina 4. Pare si siano registrati alti livelli di cobalto 60

    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201402060060

    RispondiElimina
  32. Il co-60 viene dall'attivazione dell'acciao. A parte quegli internals che non sono bene sotto battente di acqua nelle piscine, non bisogna dimenticarsi che anche il 4 ha il vessel vuoto. Oppure li hanno allagato? Si sa?
    Comunque il co-60 non ha a che fare con gli elementi che stanno trasferendo.
    SM

    RispondiElimina
  33. se non ricordo male, il vessel del 4 è stato allagato tempo fa.

    RispondiElimina
  34. Ok Grazie e bene hanno fatto ad allagarlo, io l'avrei anche riempito in attesa dei trasferimenti che stanno facendo adesso!

    Se hanno il vessel allagato allora c'è qualcosa in giro fuori dalle piscine e giustamente la NRA dice di abbassare la dose ambiente perchè la gente sta lavorando proprio li.

    "Comunque il co-60 non ha a che fare con gli elementi che stanno trasferendo": precisazione d'obbligo. Intendo che gli elementi irraggiati hanno così tanti altri nuclidi che il Co-60 non è il problema.
    SM

    RispondiElimina
  35. ciao Luca, non sono un geologo, ma dubito possa essere più radioattiva delle altre rocce :)

    RispondiElimina
  36. Ciao @Ary80, benvenuta. Innanzitutto, come stai? La quantità di iodio 131 si dimezza ogni 8 giorni, anche se tu non lo espellessi. Quindi il processo di rimozione è molto più veloce, perché oltre al decadimento fisico c'è anche quello biologico.


    Se i dottori ti hanno detto di stare in isolamento 7 giorni, allora ascolta il loro consiglio, senza preoccuparti ulteriormente. Se vuoi un consiglio più accurato, senti il tuo medico di famiglia e fidati di quello che ti dice.


    Nel caso specifico della radioterapia con iodio, specie nei primi giorni, la quantità di radioattività escreta (urine) è importante e per questo in ospedale andavi in un bagno speciale i cui scarichi venivano controllati prima di essere immessi nella fognatura. In quel caso, le superfici del wc potrebbero risultare leggermente contaminate. Dopo questi primi giorni, le quantità sono già di molto ridotte. da non essere un problema.


    Ti auguro ogni bene, un abbraccio a te e alla tua piccolina!

    RispondiElimina
  37. Ma c'è da preoccuparsi o è un semplice sasso? :)

    RispondiElimina
  38. Secondo me resta un semplice sasso, ma non si può misurare la radioattività dalle foto :) Il fatto che brilla alla luce non ha nulla a che fare con la radioattività.

    RispondiElimina
  39. Ciao Toto, grazie mille per la tua risposta. Io sto abbastanza bene. Ho qualche disturbo tipo inappetenza, stanchezza e alterazione totale del gusto ma mi hanno detto che si tratta di effetti collaterali del tutto normali che spero passino in fretta. In questo momento per estrema precauzione mi trovo ancora in isolamento (da 10 giorni circa) anche se ieri ho fatto una piccola passeggiata all'aria aperta visto che secondo i medici potevo uscire già da giovedì. Il problema è che mi sento sempre in imbarazzo con le persone, nonostante sia passato il periodo "pericoloso" ho sempre il terrore di essere ancora radioattiva e di danneggiarle. In ospedale sono rimasta in isolamento in una stanza schermata con bagni speciali con acqua temporizzata per circa 4 giorni. Vorrei tornare a casa dalla mia piccola e abbracciarla senza pensare dentro di me che le sto facendo del male, ma se mi dici che posso stare tranquilla allora devo farcela!

    RispondiElimina
  40. Buongiorno a tutti!
    È possibile entrare in contatto con elementi radioattivi, quindi essere contaminati, all'interno di un centro diagnostico radiologico?
    Intendo non solo nelle aree di interesse ai pazienti o di passaggio, ma anche nei locali tecnici.
    Grazie, Lorenzo

    RispondiElimina
  41. in condizioni normali direi di no, ma se avviene un incidente e non vengono applicate le opportune misure correttive allora non è possibile escludere una tale evenienza.



    In genere i laboratori dove vengono maneggiate queste sostanze sono controllati in modo che, anche se accidentalmente, dovesse venire sparso del materiale radioattivo questo resti confinato e l'area interessata limitata. Per mia esperienza personale, le buone pratiche di laboratorio affiancate delle misure speciali applicate alle gestione delle sostanze radioattive sono in genere sufficienti per garantire la sicurezza di tutti i laboratori.

    RispondiElimina
  42. Grazie mille per la celere risposta!
    È possibile contattarvi in privato anche tramite mail? Grazie!

    RispondiElimina
  43. Salve, mi unisco alla discussione con una domanda riguardante le action figures acquistate e importate dal Giappone. Ci possono essere pericoli di radiazioni su questi oggetti? Magari tenendoli in camera o toccandoli? Grazie

    RispondiElimina
  44. vai tranquillo... ne ho una anch'io sulla scrivania!

    RispondiElimina
  45. Salve volevo sapere se c'è rischio radioattività su una sedia giocattolo di legno proveniente da Napoli? Grazie

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...