Cerca nel blog

Loading

25 maggio 2013

I consigli di IAEA per Fukushima


Dedichiamo l'aggiornamento di questa settimana a discutere alcuni aspetti del rapporto della missione dei tecnici IAEA presso la centrale di Fukushima nello scorso mese di aprile e di cui potete trovare il testo integrale in lingua inglese a questo indirizzo.

Lo scopo della visita era quello di valutare la roadmap, ovvero il progetto ambizioso che nel corso di alcune decine di anni dovrebbe vedere un prato verde al posto della centrale incidentata. IAEA vuole vedere il progredire dei lavori, collocarne gli sviluppi sul progetto dandogli una prospettiva temporale e una fattibilità tecnica e suggerire ambiti di miglioramento e aree che non sono state sufficientemente analizzate. IAEA ha dalla sua il vantaggio di avere un pool di esperti mondiali e di poter guardare la situazione da una distanza sufficiente da avere una visione di insieme. Non ultimo, IAEA vuole imparare; non solo quello che è già stato fatto, ovvero l'analisi delle cause dell'incidente in modo da evitare il ripetersi di incidenti simili in altri impianti, ma anche aspetti di decommissioning. Portare a prato verde la centrale di Fukushima significa dover necessariamente fare tanta ricerca e questa potrà avere ricadute positive anche sullo smantellamento di altri impianti giunti alla fine del loro ciclo produttivo.



I diciassette consigli

Il capitolo più interessante è il terzo dove vengono messe in evidenza alcune aree di azione per le quali IAEA ha dei consigli per il futuro prossimo insieme, in alcuni casi, a degli apprezzamenti per quanto è stato fatto e progettato per il momento. Non sono tutte rose e fiori e lo si capisce subito dall'incipit di questo capitolo dove IAEA dice che la roadmap è ben pensata, come programma di massima, ma non certo come piano operativo. Non solo l'asse temporale del progetto è piuttosto fumoso e in alcuni casi quasi indefinito, ma vista la grande quantità di incertezze, i piani di riserva e le contromisure (contigencies) non sono sempre soddisfacenti.

Secondo IAEA, uno degli aspetti non adeguatamente considerati è quello della gestione dei rifiuti. Le operazioni di recupero dell'incidente e quelle di disattivazione (decommissioning) produrranno grandi quantità di rifiuti radioattivi di diversa attività e pericolosità. Si va dal combustibile irraggiato e danneggiato, di cui non si conosce al momento la quantità e la posizione, ai rifiuti secondari degli impianti di decontaminazione dell'acqua; dalle opere civili della centrale contaminate a causa dell'incidente alla immensa quantità di rifiuti tecnologici (guanti, tute, maschere, fogli di vinile, tubi corrugati...) che pur avendo attività e livelli di contaminazione bassi andranno trattati come rifiuti radioattivi.

Il piano di TEPCO è di spostare tutti questi rifiuti in un altro sito, ancora da definire e quindi diventa fondamentale il rapporto con tutti gli altri interlocutori coinvolti, come l'agenzia incaricata dal governo per sorvegliare le operazioni e anche la cittadinanza. Il compito non facile sarà di mostrare con franchezza e trasparenza quello che si vuole ottenere e come lo si andrà a fare. Ancora una volta diventa fondamentale una giusta e corretta informazione e formazione, senza le quali tutti questi sforzi saranno inutili.

Paragrafo interessante è quello dedicato al cosidetto licensing, ovvero a quell'insieme di prescrizioni normative che regolano il funzionamento di un'installazione nucleare. Questo apparato di leggi definisce come devono operare gli impianti, in altre parole definisce tutto quanto si può e non si può fare all'interno di una centrale. Fukushima è ancora governata dalla stessa licenza con la quale è stata costruita, anche se i nuovi impianti installati, come ALPS per esempio, hanno una licenza separata. TEPCO deve avere un atteggiamento più proposito nei confronti del governo che sta definendo una nuova licenza "speciale" per questo impianto che non ha più nulla di ordinario.

Il raffreddamento e l'acqua

IAEA descrive la situazione attuale del raffreddamento dei reattori e non manca di osservare che questo è un presupposto imprescindibile per i prossimi 20 o 30 anni. Quindi tutto quanto TEPCO ha messo insieme ora in modo un po' di fortuna deve diventare una struttura stabile, con un piano di manutenzione ben definito in modo da limitare i danni dall'invecchiamento; tutti i punti deboli delle varie catene, come il guaio causato dal topolino nel quadro elettrico, devono essere rimossi e rinforzati.

C'è, poi, tutto il complesso discorso delle perdite, punto cruciale per poter applicare il resto del piano. Senza chiudere le perdite sarà impossibile sommergere il contenimento primario e di conseguenza rimuovere gli elementi di combustibile. Per ora la ricerca delle perdite è stata fatta in modo piuttosto approfondito solo nell'unità 2, ma senza fortuna. Ora i tecnici stanno elencando tutta una serie di altri posti dove cercare e le ispezioni verranno effettuate non appena le condizioni radiologiche lo permetteranno.

E veniamo al capitolo dell'acqua di cui vi riportiamo l'analisi di IAEA:
Nevertheless, the quantity of water requiring storage is enormous. The treated water still has
substantial residual radioactivity due to the presence of strontium and other radionuclides, and therefore its storage contributes to worker dose and presents the risk of leakage and potential spread of contamination. The situation can be alleviated if the treated water is discharged to the sea after removing all radionuclides down to levels below the stipulated discharge limits after getting approval of relevant ministries and stakeholders. The Roadmap prescribes that discharges to the sea must not be performed without the approval of the relevant ministries. A new advanced liquid-waste processing system for removing other radionuclides from cesium treated water has been commissioned and is currently undergoing hot tests. However, this facility does not remove tritium. In addition, it has not yet accomplished the expected result of removing some radionuclides in the hot tests. The possibility of dilution to attain the discharge limit also does not help because in the current situation treated water cannot be readily discharged to the ocean without approval of relevant ministries and stakeholders even if its radioactivity is within the stipulated discharge limits. It is indispensable to foster relevant stakeholders understanding for the discharge to the sea in conjunction with the on-going efforts to remove radionuclides from cesium treated water

Lo sappiamo quanto duro è lo scoglio dell'acqua. Le informazioni di IAEA su ALPS (il sistema avanzato che citano) sono un po' in contraddizione con le più recente rilasciate da TEPCO dove sembra il test a caldo stia procedendo secondo le aspettative e che nei prossimi mesi entreranno gradualmente in funzione anche gli altri due sistemi identici. A parte i possibili problemi tecnici, non trascurabili, ci sono anche tutte le relazioni con le parti in causa. Spingere per avere un sistema all'avanguardia in grado di rimuovere tutti i nuclidi e poi non poter scaricare i rifiuti anche se sotto i limiti perché non si è ottenuta l'approvazione è, per lo meno, un piano miope e destinato a fallire. IAEA raccomanda una pianificazione di insieme dove si deve avanzare su tutti i fronti senza dimenticarsi di controllare approfonditamente i vari sistemi di stoccaggio che possono avere perdite e far precipitare la poca fiducia riconquistata.

Le dosi e i limiti

IAEA si sofferma anche sulle dose e i limiti che TEPCO si è posta come traguardo, ovvero 1 solo milliSv all'anno per un membro del pubblico che abitasse sul confine della centrale legato a nuove emissioni gassose o liquide. IAEA ritiene questo limite pressoché inutile se non addirittura un freno per lo sviluppo del piano di rimedio; non tanto perché si vuole innalzare il limite, ma perché il fondo dovuto all'incidente al confine della centrale è tale da richiedere l'evacuazione di queste aree e quindi, di fatto, non ci sono membri del pubblico che possono prendere questo milliSv aggiuntivo di dose. Insomma, ancora una volta IAEA suggerisce sia a TEPCO sia al governo una discussione franca con i rappresentati locali che devono essere informati sui benefici sia all'interno sia all'esterno della centrale dell'avanzamento dei lavori.

La situazione dell'acqua

Chiudiamo questo post con il consueto aggiornamento della situazione dell'acqua contaminata come è stato fotografato dal più recente bollettino dell'21 maggio 2013.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine75 00075 50075 90075 800
Acqua nello stoccaggio19 06018 86018 30018 610
Totale 94 06094 36094 20094 410

Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

100 commenti:

  1. Ma in tutti i laboratori del mondo non sono in depressione?

    Initial reaction to radioactive leak in question
    The Japan Atomic Energy Agency says negligence in radiation checks caused a delay in reporting nuclear leakage at its laboratory in Tokai Village in Ibaraki Prefecture, northeast of Tokyo.
    The accident occurred around noon on Thursday, when a piece of equipment malfunctioned while researchers were bombarding gold with proton beams to generate elementary particles.
    The accident created an unexpected amount of radioactive substances. At least 6 workers, aged between 22 and 45, were exposed.
    The agency became aware that the facility had been contaminated with radioactive substances around 5 PM on that day, but it only carried out simple tests to measure nuclear substances on the researchers' clothes, and allowed them go home.
    It was not until Friday morning that the agency offered internal radiation checks. It has found that the 6 received internal doses of up to 1.6 millisieverts.
    More people are expected to be found to have been exposed. The agency is measuring the dosages of those who were at the facility at that time.
    It is believed that the nuclear substances leaked out of the facility because exhaust fans were turned on twice after 3 PM on Thursday to lower the radiation dose that had increased in the experiment room.
    However, the agency did not measure radiation levels around the facility, and it was not until after 5:30 PM on Friday that workers noticed that the level at the monitoring post next to the facility had risen.
    As a result, the agency did not notify the Nuclear Regulation Authority or the prefectural government of the nuclear leakage until around 9:30 PM on Friday, or more than 30 hours after the accident.
    The agency has apologized for the delay in reporting the accident to the central and local governments. It admitted that it failed to respond appropriately right after the accident, and says it will verify the problem in detail and study countermeasures.
    May 25, 2013 - Updated 13:36 UTC

    RispondiElimina
  2. Ciao bella figheira!
    Cos`hai fatto?
    Un nasino ancora piu` alla francese? Due xyxxony della madonna e poi?
    Da oggi ti chiameremo bella strafigheira!
    Almeno hai svuotato le cantine della mammina per festeggiare?


    Ma soprattutto...
    BENTORNATA CARISSIMA!!

    RispondiElimina
  3. TANTI AUGURI!
    Anche in ritardo sono belli :)
    Anzi, lo sono di piu` perche` festeggi senza invecchiare di un anno!

    RispondiElimina
  4. AnonimaFrancese25 maggio 2013 18:03

    ma grazie :-)))))))) vedo che anche tu hai rinnovato il look avatar :-) nulla di rifatto ..........avrei decisamente preferito :-) e grazie del complimento ,,,,,,ma gli anni hanno da passàaaa, come si dice qui........inutile farne un dramma .....fino a che si sta bene :-)

    RispondiElimina
  5. Il new look e` un regalo di Giovannona Coscialunga per farmi piu` "ecologico" :)

    RispondiElimina
  6. Salve:

    seminario interessantissimo...

    http://indico.cern.ch/conferenceDisplay.py?confId=252575

    ... spero mettano in rete il ppt quanto prima.

    R.

    RispondiElimina
  7. CIao, e bentornata... spero sia andato tutto bene... stavo giusto pensando a te due giorni fa... non scherzo, stavo per domandare alla copina Giovanna se avesse tue notizie.
    Era almeno un chirurgo super-hot tipo Nip&Tuck? :-)


    R.

    RispondiElimina
  8. Speriamo perché mi interessa davvero

    RispondiElimina
  9. AnonimaFrancese25 maggio 2013 19:45

    grazie Peakoil :-) ma non saprei dirti ....il chirurgo essendo mio cugino per me e abbastanza asessuato direi :-)

    RispondiElimina
  10. @EGiovanna:
    Ti rispondo qua:
    non, non è che il momento cambia ogni giorno. Ma variazioni nel'arco delle decine di secoli sono possibili.
    La cosa interessante è che una eventuale variazione più o meno brusca di momento comporterebbe conseguenze importanti sul clima.

    RispondiElimina
  11. Anche io guardavo il clima e pensavo a te :-) Ma ho visto che eri dalle parti di Avignon, la settimana scorsa ero in Camargue, potevi dirlo!
    Tutto a posto?

    RispondiElimina
  12. Appena escono condividi.
    Nel (tuo) domani chiedo a Zio Alsy quando ha parlato col suo ingegnere dei materiali, alias studio su cui si basava il reattore veloce crucco che sarebbe scoppiato come un mortaretto.

    RispondiElimina
  13. "per me e abbastanza assessuato direi", lo dice anche sua moglie?

    "copina" e' un gioco italo-franco?

    RispondiElimina
  14. Bentornata bionda piccante!
    :;)
    SM

    RispondiElimina
  15. Documento IAEA: mi sembra un grosso insieme di cose sensate, alcune delle quali onestamente avrebbero già dovuto essere quantomeno in corso d'opera. Mi riferisco alla bonifica del sito per le zone che non fanno parte degli impianti incidentati.
    Bagnare, ruspare, rimuovere, riportare suolo pulito, riasfaltare le zone comuni, gli accessi, etc...
    Dopodichè, specialmente sul Planning, facile a dirsi da lontano, difficile a farsi da chi sta lavorando sul posto. Anche in considerazione delle condizioni traballanti di TEPCO come operatore.
    Varrebbe la pena di leggere il documento con più calma, avendoci il tempo :(
    SM

    RispondiElimina
  16. AnonimaFrancese26 maggio 2013 14:40

    grazie SM :-)

    RispondiElimina
  17. AnonimaFrancese26 maggio 2013 14:41

    diciamo che ero li per ragioni di salute ...quindi ero nei paraggi di ospedale e chirurgo al di la delle passeggiate dopo intervento :.)

    RispondiElimina
  18. AnonimaFrancese26 maggio 2013 14:45

    a quanto "leggo" nelle sue parole :-) la moglie lo trova piu assessuato di me ancora :-) della serie andiamo bene....ma credo che 30 anni di matrimonio siano tanti :-) copina si che è un gioco :-) copain (machile) e copine (feminile) sono gli amici ma non al senso stretto .......e meno di un amico , e un copain :-) colui con cui dividi il pane :-) co-pain :-) certo detto cosi la copine e quella con cui dividi la pine ..............:-) ma qui mi prendo due bastonate per propositi osceni da Peakoil e Vale :-) hihih .---.e dai va beh si fa per scherzare :-)

    RispondiElimina
  19. Non vci avevo fatto caso al gioco di parole... perché ormai parlo così!

    RispondiElimina
  20. AnonimaFrancese26 maggio 2013 21:42

    http://www.centrometeoitaliano.it/paura-in-russia-tromba-marina-sfiora-una-centrale-nucleare-26-5-2013/

    RispondiElimina
  21. ANONIMA!!! Carissima! Ma che dici? Ma se si scribacchia giusto qualcosina sul blog in attesa del tuo ritorno!!! Ed eccolo arrivato quel giorno! Bentornata e riprenditi presto! ( nella foto ti vedo in forma e pimpante)
    Bacioni dalla tua copina

    http://images4.wikia.nocookie.net/__cb20111031215534/smurfs/images/4/44/Thereturnofthesmurfette.jpg

    RispondiElimina
  22. Tutti in coro ( rimanendo in tema) TANTI AUGURI A TE !
    http://www.schoolmate.it/j/images/stories/puffi/smurfs.jpg

    RispondiElimina
  23. Pensavo che dopo la risposta di mer.. che ti ho dato, non mi avresti rivolto più la parola!
    Spero ci avvertirai se scopri qualcosa eh?! Senza cadere nella pallosa questione dei cambiamenti climatici, e' indubbio che il tempo è strano oppure siamo semplicemente più informati di prima.

    RispondiElimina
  24. Pare che giovedì, lalla Japan Proton Accelerator Research Complex (J-PARC) sia scattato l'allarme , ma gli scienziati lo hanno resettato , ritenendolo falso, e hanno ripreso l'esperimento. Il livello di radiazione all'interno della struttura è aumentato dopo circa 90 minuti

    http://the-japan-news.com/news/article/0000257838

    RispondiElimina
  25. ah... questi scienziati. Qui trovate la dichiarazione ufficiale del centro di ricerca. http://j-parc.jp/en/topics/20130525presse.html

    Mi sento di dire che in generale un incidente ad un acceleratore ha conseguenze radiologiche limitate (generally speaking) rispetto ad uno ad un reattore. Ad ogni modo mi sembra che i numeri in ballo siano molto limitati.

    RispondiElimina
  26. Sei troppo simpatica Gio:-) grazie copina :-)

    RispondiElimina
  27. Allora direi che tu dirigi l orchestra e cerco di individuiate i 3 cantanti .....:-) andrei per ku-ki- to-kyo in mezzo....lo vedo bene.intanto. :-)

    RispondiElimina
  28. "Copine" e' la ragazza/fidanzata/amica intima/etc... io l'ho italianizzata in copina quando parlo con mio figlio... :-)


    R.

    RispondiElimina
  29. Luca Bertagnolio27 maggio 2013 09:36

    La mia paura, caro Toto, e' piu' legata all'effetto che un non-evento di questo tipo puo' avere tramite i media, che ingigantiranno quello che appunto e' un non-evento, fino alla morte. Speriamo che la cosa venga messa nella giusta prospettiva, la dose era davvero minuscola e per nulla pericolosa.


    Ah, quanta informazione sulle radiazioni tocchera' fare!

    RispondiElimina
  30. Le bastonate le prendono loro dalle mogli!

    RispondiElimina
  31. Bella Figheira fa suonare copina piu` amica che amante :)


    Sono stato decentemente corretto nelle descrizioni fisiche fatte ad "Al Sarago"?

    RispondiElimina
  32. Che le conseguenze siano limitate è di conforto. Tuttavia non mi pare che sia un non-evento. Quantomeno dal punto di vista delle procedure di sicurezza c'è sicuramente qualcosa da rivedere e mettere a posto.


    Con le radiazioni non si può sbagliare, l'abbiamo imparato da anni.
    SM

    RispondiElimina
  33. Luca Bertagnolio27 maggio 2013 10:07

    Ne uccide di piu' la paura delle radiazioni che le radiazioni stesse...

    RispondiElimina
  34. " One of the two monitoring posts in the neighboring laboratory observed
    the temporary increase of 6 nGy/h, where normal indication is 70 to 130
    nGy/h."
    Ottimo!... la norma sarebbero da 70 a 130 nGy/h, cioe' i canonici 0,6~1,1 mGy/anno... e sarebbero invece passati a 76~136 nGy/h...cioe' 6,6~1,2mGy/anno... di che evacuare tutto Ibaraki... zio Gundersen che ne dice,c'e' stata una esplosione nucleare anche a J-PARC o no?

    Un'altra non notizia, la aggiungo alla lista.

    R.

    RispondiElimina
  35. Altre braccia sottratte all'agricoltura queste dei "giornalisti" di Meteo Magazine...il reattore della centrale e' fermo da decenni!


    Ma dove li trovano tutti sti minus habens? E' incredibile!


    R.

    RispondiElimina
  36. Didascalia da manicomomio!...

    "Nelle vicinanze di Obninsk tragedia sfiorata, diverse case
    danneggiate ma le autorità locali confermano: nessun danno alla centrale"

    ... centrale ferma dal 2002!

    "Una tromba marina o anche definita waterspout, è passata vicinissima
    ad una centrale nucleare in Russia. Il fenomeno è avvenuto vicino la
    città di Obninsk, dove vi è un importante sito tuttora in funzione. "

    Tromba marina? Obninsk e'situata almeno a 500 km dal mare piu' vicino!...si trova a 110 kma SUDOVEST di Mosca????... magari c'e'un lago?... no, neanche quello, ho controllato con GoogleEarth...c'e' solo un fiumiciattolo...sai cosa ci vuole per raffreddare una ventina di MW termici???...



    10: ma cosa dicono?

    Ma cosa fumano?

    Ma cosa si iniettano in vena?

    Ma cosa sniffano?... deve essere roba buona!...e poi si lamentano se li prendo per il culo sti minus habens PATENTATI???

    "Importante sito"??? Un reattore di SEI MEGAWATT fermo da 11 anni?
    Goto 10;


    Boh...

    R.

    RispondiElimina
  37. figurati, ci vuole ben altro :-)

    Siamo più informati di prima, sicuramente. Ma esistono evidenze storiche precise di cambiamenti climatici importanti nel passato-non-troppo-remoto.

    RispondiElimina
  38. Zio Gundy ti direbbe che la differenza e` dovuta all`assenza della piscina che secondo LUI nel 2011 la piscina del 3 era evaporata per via di una esplosione nucleare.

    RispondiElimina
  39. E` arrivata la risposta ad una affermazione di Zio Bob [ @peakoil2010 ]
    L`affermazione riguardava il fatto che secondo il Fustigatore Carnico non riaccendevano a settembre-ottobre i reattori, perche` semmai avrebbero acceso prima del picco estivo, quindi si attendera` il nuovo anno.

    Con la richiesta di accensione di altri 8 reattori [tutti PWR a quanto sembra] e` stato dato il motivo: si aspetta che il governo/commissione stabilisca il K+50esimo cambiamento alle regole di sicurezza di questo LUGLIO.

    RispondiElimina
  40. C'è un articolo ( cui non ho accesso, perché ho letto troppi articoli per questo mese) sugli effetti sanitari dell'incidente nucleare di Fukushima con griglia di comparazione Fuk. Chernobyl TMI che parla da sola
    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201305270089

    Ecco i sorrisi un po' tirati e acidini direi di quelli dell'IAEA che ieri hanno inaugurato il centro di formazione di emergenza nucleare di Fukushima
    http://english.kyodonews.jp/news/2013/05/227060.html

    RispondiElimina
  41. All no-entry zones in Fukushima now revised
    The boundaries of the last remaining no-entry zone near the crippled Fukushima nuclear power plant have been revised, giving former residents access to at least part of their community.
    The town of Futaba co-hosts the Fukushima Daiichi power plant that suffered a meltdown accident in the March 2011 quake and tsunami. All of the townspeople have been forced to evacuate.
    At midnight Monday, Futaba was reorganized into 2 zones based on levels of radiation. Most of the town will remain barricaded, with residency restricted indefinitely. But for the first time since the disaster, former residents can now enter the remaining coastal area, although overnight stays remain prohibited.
    NHK

    E' molto strano che non possano pernottare mentre gli agricoltori sono entrati nella ex zona "no-go" di 20 km intorno alla centrale a seminare il riso destinato alla vendita
    http://www.japantoday.com/category/national/view/farmers-resume-planting-rice-near-crippled-fukushima-site

    RispondiElimina
  42. Luca Bertagnolio28 maggio 2013 07:32

    Grazie @Egiovanna, questa e' una ottima notizia. Quasi una non-notizia per un non-evento. Qui c'e' un link ad una notizia che la riporta, se a qualcuno (come me!) serve per linkarla in altri siti.

    RispondiElimina
  43. Orsetto, so dov'è Tamura, perciò mi meraviglia che mentre possono coltivare il riso non possono passare la notte lì, che è esattamente lo stesso trattamento che sarà riservato alla metà dei residenti di Futaba, non coltivare certo, ma entrare sì, passare la notte no. Beh insomma, la sto tirando per i capelli ? :(

    RispondiElimina
  44. Gioia della mia vita ci sono due fattori.
    1- Quella belle striscietta rossa che parte da Futaba e va verso Iitate.
    2- Se ti permettono di dormire tu starai li` 336 ore ogni 2 settimane.
    Se non ti permetto di dormire, al massimo di starai 8 ore ogni 2 settimane abbassandoti la dose annuale di 42 volte senza vietarti di andare.


    Su dai dai dai, ora trovami una di quelle immagini che mi sorprendono sempre [ti pregooo].

    RispondiElimina
  45. Categoricamente tu no pollo!!! BUT The zones where residents' return is viewed as difficult due to estimated annual radiation exposure exceeding 50 millisieverts cover 96 percent of the town's former population and area

    Riporto il link Mainichi per chi voglia farsi altrettante s.. mentali
    http://mainichi.jp/english/english/newsselect/news/20130528p2g00m0dm038000c.html

    Morale: io a ronfare lì non mi ci vedo

    RispondiElimina
  46. Nooooo,
    ci facciamo solo le foto davanti alla centrale, poi sushi e dormita a MinamiSoma.

    dopo il pollo spagnolo un pollo greco con traduzione? :)
    grazie tante!

    RispondiElimina
  47. "articolo... effetti sanitari dell'incidente nucleare di Fukushima "

    Dov'e' lo sciatore de noantri, ex scream di Munch versione greenpiss, al secolo ing. cellai, con le sue previsioni devastanti?

    Quando serve un'opinione ben informata non si fa mai vivo...


    Grazie Gio'! :-)



    R.

    RispondiElimina
  48. Eh!... ma il fustigatore carnico, se non ricordo male, ha detto "nessun reattore prima dEL 2014"... che conoscendo un minimo la burocrazia nipponica se va bene ce la fanno a rimetterli in funzione per l'estate 2014...


    Cosa ho vinto? :-)


    R.

    RispondiElimina
  49. Level 1 on INES scale?... giusto per mettere le cose nel contesto giusto, un level 3 INES equivale a questo...

    http://www.world-nuclear-news.org/RS_Minor_amputation_after_radiography_incident_2707122.html


    R.

    RispondiElimina
  50. Io sono tranquillissimo... come ho detto ho piu' paura degli zombie al volante che guidano (male) mentre scrivono sms alla "copina"... ne ho schivati a malapena 3 ieri con la moto, per percorrere i 6 km scarsi da casa al LAVORO... :-(

    Quanto al secondo sito da te citato... non sono meno cazzari del primo Torino e' "outside of Milan"... o giu' di li'...


    Mosca e' una delle piu' grandi aree metropolitane del mondo? Obninsk e' in aperta campagna... basta dare un'occhiata con gugl.



    R.

    RispondiElimina
  51. No... se la memoria ad 1bit non mi tradisce sono io ad aver vinto una bisteccona con vino rosso a casa tua perche` la scommessa era bella vecchiotta e da allora OHI e`ripartito.


    Facciamo una ricerca su dischetto per vedere quando abbiamo fatto la scommessa?
    Se vincevi tu ti pagavo io del buon sushi radioattivo a Tokyo.
    Ma sono cosi` generoso che te lo pago anche se perdo :)

    RispondiElimina
  52. Capperi 1860mSv [ gia` sento un borbottio Sergioso che mettera` i puntini sulle i ].

    RispondiElimina
  53. Vuoi rovinarmi la reputazione? Beh, come dirti di no e siccome è un brand unico eccoti l'olivchicken ( olipollo?olivpollo?)

    Messaggio di sapore
    Da Aggelaki arriva l'olipollo
    Pollo allevato secondo la dieta mediterranea con olio di oliva vergine e selenio antiossidante


    Poi mi sono imbattuta in questa vignetta
    Se mi fermo mi scopa e mi daranno della puttana. Se continuo a correre mi perdo la scopata...Ho trovato:inciamperò!

    http://www.blog.gr/content/data/multimedia/images/OIKONOMIA/aggelakis_ktx_elaiopoulaki.jpghttp://www.balleto.gr/assets/media/PICTURES/Funny%20Pictures/87515.jpg

    RispondiElimina
  54. Coscialunga sei sempre piu` mitica!


    Ma la reputazione te la rovini con la foto davanti alla centrale o coi polli? Non mi e` chiaro cosa sarebbe peggio :)

    Comunque le radiazioni migliorano i problemi artritici quindi andiamo a farci queste benedette foto ricordo!


    P.S. ho visto che cio` che mi avevano detto amici greci, ai tempi dello studio in Albione, e` vero: anche i greci dicono [quasi] puttana.
    Domanda linguistica, anche il greco, come italiano e giapponese [salvo U spesso afone] si leggono come si scrivono?

    RispondiElimina
  55. 1-Coi polli, ovvio!
    2-Beh ci sono alcune irrazionalità scrittura 'pronuncia, ma poche, in nessunissimo modo comparabili con il francese o l'inglese

    οι, ει, ι, υ, η si pronunciano "i"
    ε, αι si pronunciano "e"
    ο, ω = "o"
    ου = "u"
    γγ = "ng"
    μπ= "b" se all'inizio di parola
    e poco altro

    :)

    RispondiElimina
  56. interessante come "puttana" si dice nello stesso modo...
    mumble mumble, in genere quando accade questo in una lingua c'è un motivo preciso...

    RispondiElimina
  57. più che altro perché il suono "b" non esiste nell'alfabeto greco e bisogna usare una combinazione di lettere per riprodurlo, no?

    RispondiElimina
  58. La "b" non esiste?
    E della "β" che se ne fanno?
    Spiegatemi cosa mi sto perdendo :)

    RispondiElimina
  59. Eeeeeeeh che maniere...
    http://www.youtube.com/watch?v=cFm3IyrUOw8

    RispondiElimina
  60. Carissimi, hanno finito la struttura di metallo che sosterrà la copertura del reattore 4 e che verrà utilizzata nelle operazioni di movimentazione combustibile esausto.
    http://photo.tepco.co.jp/library/130529_04/130529_42.JPG



    Confrontata con la struttura dell'edificio del reattore 4, sembra ultra robusta, quasi mastodontica. Non mi piace troppo la pannellatura, che ancora una volta, mi sembra un po' troppo "leggerina".

    RispondiElimina
  61. Beh, ti ricordo che i pannelli della copertura dell` 1 erano plasticoni che si lasciavano retroilluminare dal Sole da quanto erano super spessi, ma hanno resistito ai classici 2 tifoni/anno che passano per il Giappone [a volte piu` sul mare ed a volte piu` sulla terra].

    RispondiElimina
  62. CAPO!
    E` un po` di tempo che non ci aggiorni su come Peperina Petta guida il simpaticissimo e bellissimo Jack col telecomando!

    RispondiElimina
  63. Ciao capo!

    Da segnalare anche un calendario provvisorio per l'installazione di misuratori di livello dell'acqua inizialmente negli edifici 1 e 2
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130524_08-e.pdf

    Rimossi altri detriti dal 3 e installata una protezione aggiuntiva
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/handouts/2013/images/handouts_130527_06-e.pdf

    E una notizia da confermare: pare che ALPS, oltre al trizio, non riesca ad eliminare del tutto lo Iodio 129 e il cobalto. La TEPCO avrebbe segnalato il problema alla NRA e sta cercando di adeguare il sistema per migliorare le prestazioni di rimozione

    http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=ja&u=http://headlines.yahoo.co.jp/hl%3Fa%3D20130529-00010006-minyu-l07&prev=/search%3Fq%3D%25E6%2594%25BE%25E5%25B0%2584%25E6%2580%25A7%25E3%2583%25A8%25E3%2582%25A6%25E7%25B4%25A0%25E3%2581%25AA%25E3%2581%25A9%25E6%25AE%258B%25E7%2595%2599%25E3%2580%2580%25E7%25AC%25AC%25EF%25BC%2591%25E5%258E%259F%25E7%2599%25BA%25E3%2581%25AE%25E6%25B1%259A%25E6%259F%2593%25E6%25B0%25B4%25E5%2587%25A6%25E7%2590%2586%25E8%25A8%25AD%25E5%2582%2599%26biw%3D1280%26bih%3D933

    RispondiElimina
  64. Il motivo preciso è l'inveterata e purtroppo non ancora debellata forma mentis dei maschi, almeno quelli mediterranei , a considerare qualsiasi putta, ragazza, una potenziale ....- ana

    etimologia
    http://www.etimo.it/?term=puttana

    RispondiElimina
  65. Grazie @Egiovanna, per ALPS speriamo rimedino. Il cobalto non dovrebbe essere così difficile, temo di più per lo iodio che però non dovrebbe essercene molto anche se certo la sua vita media non aiuta :(

    RispondiElimina
  66. A government panel is now proposing that a "frozen wall" be built around the buildings to prevent groundwater from seeping into the site.
    Creare un muro di terreno ghiacciato per impedire l'afflusso delle acque sotterranee. Intorno agli edifici verrebbe fatto passare in profondità un tubo contenete liquido refrigerante capace di congelare a decine di gradi sotto lo zero. La realizzazione è semplice e può essere installato in 1-2 anni.
    Su NHK il labile video della simulazione
    http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/english/news/20130530_02.html

    http://www.fnn-news.com/news/jpg/sp2013053029_53.jpg

    RispondiElimina
  67. VISTO CHE SIAMO ALLA 457esima prova che ci leggono?


    Solo che loro ghiacciano mentre io avevo proposto la vetrificazione :P

    RispondiElimina
  68. "L'idea sembra geniale!"


    Ad occhio e croce non funzionera' mai, costerebbe 'na cifra, consumerebbe 'na cifra, e sarebbe alla merce' del primo topo che rosicchia un cavo e genera un black out, con fusione del tutto e rilascio su larga scala di tutto quello che il ghiaccio aveva intrappolato.
    Quell'area del giappone, il nostro kumachan lo sa bene, e' super torrida d'estate, pensare di ghiacciare centinaia di metri di suolo su chissa' quanti metri di profondita' e' semplicemente assurda... fosse una centrale in groenlandia potrei capire, o nel nord della siberia... ma in giappone proprio no.


    R.

    RispondiElimina
  69. La società che propone il metodo e eventualmente realizzerà l'opera è la Kajima Corporation, la stessa che ha fornito l'attrezzatura pesante a controllo remoto. I tubi col refrigerante andrebbero impiantati alla distanza di un metro intorno al perimetro degli edifici, l'esposizione per i lavoratori sarebbe minima e come anche i costi di manutenzione. Tra l'altro pare sia un metodo collaudato per impermeabilizzare gallerie della metropolitana. In Italia, oltre che in due gallerie sull'autostrada Monte Bianco -Aosta, è stata usata nella metropolitana di Napoli, dove tanto freddo non fa. Certo ci sono gli alti costi di investimento. D'altra parte le alternative non sono molte, ci sarebbe il famoso muro di acciaio che può essere facilmente bypassato da qualsiasi infiltrazione a meno che non lo facciano perimetralmente anch'esso ai reattori e a grandi profondità.

    ARTIFICIAL GROUND FREEZING applicato a Napoli
    http://www.rocksoil.com/pdf/180.pdf

    Il congelamento del terreno
    http://www.slideshare.net/sidima/il-congelamento-artificiale-del-terreno

    http://www3.nhk.or.jp/news/html/20130530/K10049646311_1305301935_1305301940_01.jpg

    RispondiElimina
  70. Sì vero, ma non ho capito che materiali avevi in mente...

    RispondiElimina
  71. "IAEA si sofferma anche sulle dose e i limiti che TEPCO si è posta come
    traguardo, ovvero 1 solo milliSv all'anno per un membro del pubblico che
    abitasse sul confine della centrale legato a NUOVE emissioni gassose o
    liquide."

    Da http://prevenzione.mi.infn.it/Radiopro/CorsoSlides.pdf - DANNI SOMATICI STOCASTICI (Quelli in cui la probabilità d’accadimento, non la gravità, è funzione della dose e sono provocati da tutte le emissioni, sia vecchie che nuove)

    1) Si manifestano dopo anni, talora decenni, dall’irradiazione;
    2) Non mostrano gradualità di manifestazione con la dose ricevuta,
    quale che sia la dose;
    3) Non sono distinguibili dai tumori indotti da altri cancerogeni.


    Altri due miei coetanei sono diventati 'assenti giustificati' da questo mondo nelle ultime settimane. Salute di ferro fino al primo malessere, qualche mese di ricerche affannose e cure compasionevoli, poi l'epilogo.



    Sara' stato senz'altro colpa di 'altri cancerogeni', probabilmente sono vittime del progresso carbon-petrol-chimico, ma il sospetto resta.

    RispondiElimina
  72. "IAEA si sofferma anche sulle dose e i limiti che TEPCO si è posta come
    traguardo, ovvero 1 solo milliSv all'anno per un membro del pubblico che
    abitasse sul confine della centrale legato a NUOVE emissioni gassose o
    liquide."

    Anubi santo benedetto, ma Luca, lo sai che sono oltre due anni che siamo sotto ad 1mSv/anno di nuove radiazioni.
    O dopo due anni veramente non lo hai ancora capito?

    "Altri due miei coetanei sono diventati 'assenti giustificati' da questo
    mondo nelle ultime settimane. Salute di ferro fino al primo malessere,
    qualche mese di ricerche affannose e cure compasionevoli, poi l'epilogo."
    Spiacente per i tuoi amici, ma il 100% degli italiani ha il 40% di probabilita` di avere un tumore e la prima cosa da vedere e` la storia famigliare visto che ha anche molto a che fare col DNA.
    Ci sono neonati che nascono con un tumore, se non e` sfiga quella.

    Sia chiaro che smontare un tetto in eternit con sole bermuda non aiuta.
    Pero` posso garantirti che non sono ancora scappato da Tokyo come avevi predetto coi tuoi esperti di AlJazeera, col tuo busby e col tuo gundy.

    RispondiElimina
  73. Vetro liquido
    Polimetilmetacrilato

    http://unico-lab.blogspot.jp/2011/04/archivio-notizie-su-incidente-nucleare_06.html#20110406
    vai sul 6 aprile

    RispondiElimina
  74. Luca, mi spiace per i tuoi coetanei. Anch'io ne ho perse due nell'ultimo anno, una che lavorava nel mondo della fisica medica (quindi esposta alle radiazioni più di altri) e una naturalista convinta che evitava le patatine fritte come il diavolo l'acqua santa.

    RispondiElimina
  75. 'na boiata!
    Tra l'altro mentre sfogliavo l'articolo mi è cascato l'occhio sul tuo messaggio sotto ... metropolitana di Napoli ... vabbé.

    L'idea è questa: il Giappone, tramite Tepco, ha stanziato una marea di danari pronti all'uso. Ma proprio una marea. Come corvi sulla preda si inventeranno di tutto per mettere le mani su quei denari. Incluso un laser da satellite per abbattere uno ad uno gli atomi radioattivi rilasciati in atmosfera.


    Spero che con la programmazione lavori resti sul seminato.
    SM

    RispondiElimina
  76. Quei pannelli non piacciono neanche a me ma direi che la struttura è grandiosa. Speriamo sia altrettanto funzionale allo scopo.

    RispondiElimina
  77. Infatti, anche io non capisco come mai il cobalto resta in soluzione. Lo Iodio non dovrebbe essere un grosso problema, si può togliero separatamente in modo molto efficiente. Ci vorrebbe un ulteriore passaggio però.

    RispondiElimina
  78. Sono molto soddisfatto per il tetto del 3. Molto meglio di prima!
    SM

    RispondiElimina
  79. La dose efficcace la calcolano solo per la cronaca. In questo caso conta totalmente la lesione deterministica all'arto. Non è molto diverso da una ustione di III grado.

    RispondiElimina
  80. AnonimaFrancese30 maggio 2013 21:21

    ahahahaah dai della Gundy-Busby alla nostra Gio............che impertinente polletto .-)

    RispondiElimina
  81. AnonimaFrancese30 maggio 2013 21:22

    e vero e vero ....................!!!!@toto a rapporto :-) con tanto di foto

    RispondiElimina
  82. AnonimaFrancese30 maggio 2013 21:22

    ma le hai contate per benino?

    RispondiElimina
  83. "In Italia, oltre che in due gallerie sull'autostrada Monte Bianco
    -Aosta, è stata usata nella metropolitana di Napoli, dove tanto freddo
    non fa."


    Lo so che si fa cosi', e' la tecnica che hanno utilizzato per scavare le aree sperimentali di LEP/LHC... la differenza e' farlo per qualche mese/paio di anni... altra' e' farlo in eterno, o quasi...


    R.

    RispondiElimina
  84. ... dimenticavo un pizzico di realta'...

    "La frequenza dei decessi causati dai tumori nelle aree italiane coperte da Registri Tumori è, in media, ogni anno, di circa 3,5 decessi ogni 1000 uomini e di circa 2,5 decessi ogni 1000 donne.
    In totale, quindi, circa 3 decessi ogni 1000 persone (299 morti ogni 100.000 abitanti, all’anno).

    Pertanto si può affermare che mediamente ogni giorno circa 500 persone muoiono in Italia a causa di un tumore."

    "I dati dell’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) indicano per il 2009 (ultimo anno al momento disponibile) circa 175.000 i decessi attribuibili a tumore – tra gli oltre 588.000 decessi verificatisi in quell’anno. I tumori sono la seconda causa di morte (30% di tutti i decessi), dopo le malattie cardio-circolatorie (38%).

    Il peso dei tumori è più rilevante tra gli uomini, dove causano un numero leggermente superiore a quello dei decessi delle malattie cardiocircolatorie (34%) che tra le donne (25% dei decessi)."

    http://www.registri-tumori.it/PDF/AIOM2012/I_numeri_del_cancro_2012.pdf

    RispondiElimina
  85. ... qualche altro dato interessante:

    http://www.bag.admin.ch/themen/strahlung/12128/12242/index.html?lang=fr

    ... capitolo 2, dosi... Fig.1 (la seconda parte, in francese, lo svizzero-tedesco mi e' ostico...):

    Didascalia: "Dosi medie di radiazione ricevute dalla popolazione svizzera (mSv/anno/persona)... etc...."

    3,2 mSV/anno di "sano" Radon

    + 1,2 mSV/anno di "sane" diagnosi mediche,

    + 1,2 mSV/anno di radioattivitaù naturale (oltre al radon)

    + 0,1 di "terribili" radiazioni artificiali (Chernobyl, fallout esplosioni, operazione reattori nucleari, centri di ricerca, etc...)

    Totale... 5,7 mSV/anno

    Notare l'estratto "la concentration moyenne en radon, à savoir
    75 Bq/m3"... 75 Bq/m3... "naturali" di radon che non fanno poi cosi' male... pero' secondo certi "esperti" i MILLIBEQUEREL di Cs-137 e di I-131 che ci sono arrivati da Fukushima sarebbero causa di futuro sterminio dell'umanita' intera...

    ... no, giusto per mettere le cose nella giusta prospettiva.

    R.

    RispondiElimina
  86. mamoru_giappopazzie31 maggio 2013 01:03

    chi aveva proposto cosa ?

    :D :D :D :D

    RispondiElimina
  87. Ci preoccupiamo per 1 Bq sfuggente? E questo?
    SM
    http://laprovinciapavese.gelocal.it/cronaca/2013/05/31/news/sannazzaro-fiamme-dalla-raffineria-1.7165392

    RispondiElimina
  88. Testo estratto da http://www.jimstonefreelance.com/
    E' un sito complottista, ma molti fatti riportati sembrano abbastanza convincenti.


    >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

    "You can look up ENENEWS, and then see that the registrar is Enom Inc. However, when I went to look at Enom's registration information, the airtime and all other
    money that would be used to recharge the airtime got deleted off the cell
    modem, thus shutting me down until I went out to get more airtime. Good
    hindrance tactic. But there is more to this than that - Even from the coffee shop wifi, I am banned from looking up the WHOIS information for Enom.com, so looking them up via cell modem equals airtime delete, and looking them up from here is banned.
    Interesting stuff, don't ya think? Stuff like this does not happen by accident.
    For reference, if you look at the original registration info for ENENEWS, you can see that the site was registered three days after reactor 3 "exploded". So obviously, ENE news is FUKUENE propaganda. This is an Arnie Gundersen charade, where his fraudulent consulting firm "Farewinds and associates", which has scammed even state
    legislatures into believing it was real, is now rooted in secret.
    After I called Arnie on this, he relisted ENENEWS under this new phony company to
    provide yet another layer of separation between him and his fraud.
    Many of you do not realize that Farewinds and associates was set up three months after the release of a spider man comic, which featured Arnie Gunderson, a brand new villian with a street name of CRITICAL MASS, who could shoot atomic explosions from his fingertips. Interesting coincidence.
    In addition to this, as part of the Fukushima report I did a background investigation into Arnie Gundersens history, only to discover that none of the people who attended the college he supposedly attended remember an "Arnie Gunderson", and then went on to prove that Arnie's ONLY experience in anything nuclear was operating a 100 watt open water reactor in a classroom. Various nuclear engineers hopped all over him for this, but in a world where the media makes Al Gore the environmental expert, the same media that has a lot to hide regarding Fukushima, trumpeting the fraudulent "Arnie Gunderson", who successfully back stabbed the Japanese engineers and put the entire blame for Fuku on G.E. certainly served the elite who perpetrated the Japanese earthquake and tsunami scam well. Too bad the tsunami was a success for them, even though the "earthquake" was a total flop."
    >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


    Pillola rossa o pillola blu?

    RispondiElimina
  89. Non sono sicuro di aver afferrato il senso fino in fondo... ma non è la prima volta che Gundy viene smascherato essere un "finto" esperto nucleare.


    (OT: ma la pillola blu, è quella che fa diventare cieco? :)

    RispondiElimina
  90. Carissimi, ho già pubblicato l'aggiornamento tecnico perché domani avrò la fortuna di fare visita a quella che fu la centrale nucleare più potente del mondo nel periodo compreso tra l'ottobre 64 e l'agosto 66 (fonte wikipedia)

    Ecco il link:
    http://unico-lab.blogspot.com/2013/05/struttura-della-copertura-del-reattore.html?utm_source=BP_recent



    Purtroppo temo non ci sarà alcun aggiornamento alimentare perché non hanno pubblicato alcun rapporto durante questa settimana.

    RispondiElimina
  91. Sì vattelappesca, vai proprio di fretta, con gli indizi forniti non ho trovato la centrale di cui parli, ce lo dirai quando sarai tornato almeno? Buon viaggio!

    RispondiElimina
  92. Non lo so, ma vado a intuito per indizi:
    la centrale Enrico Fermi a Trino Vercellese?

    RispondiElimina
  93. Yes!!!
    http://it.wikipedia.org/wiki/Centrale_elettronucleare_Enrico_Fermi
    L'intuito era giusto e wikipedia conferma!
    Ovvio, il percorso inverso era difficile, sono andato a controllare diretto e avevo ragione ;-)

    RispondiElimina
  94. E chi se lo ricorda, dovrei riguardare la sequenza di Matrix.

    RispondiElimina
  95. Bravo hai indovinato! E' un bell'impianto e ad essere onesto mette un po' di malinconia :(

    RispondiElimina
  96. per la massima gioia dei miei amici, sono riuscito ad addormentarmi al cinema quando siamo andati a vederlo :(

    RispondiElimina
  97. AnonimaFrancese3 giugno 2013 22:20

    :-) e te pareva..........mi mancavano i tuoi comm......quasi quasi tiro fuori Gundy dal capello :-)

    RispondiElimina
  98. In effetti il fall-out sembra tutto sommato aver risparmiato il Giappone.

    http://cerea.enpc.fr/HomePages/bocquet/Doc/fukushima-Cs137-wide.swf

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...