Cerca nel blog

Loading

1 settembre 2012

Problemi con le portate di raffreddamento a Fukushima (upd2)


Le notizie che ci arrivano questa settimana da Fukushima, non sono esattamente quelle che vorremmo sentire, con progressi, passi in avanti e nuovi cantieri aperti. Il protagonista, in negativo, è il sistema di iniezione di acqua di raffreddamento nei tre reattori, che ha avuto e, per il momento, continua ad avere importanti cali di portata, ovvero non riesce a portare la quantità di acqua che gli operatori hanno prestabilito (link).

Come funziona

Il sistema di raffreddamento dei reattori è complesso e ridondante. Bisogna sottolineare che l'apparato attualmente in funzione utilizza solo alcuni degli elementi normalmente utilizzati dal reattore in condizioni normali, altri elementi sono stati aggiunti proprio per gestire questa situazione di emergenza. In ogni reattore viene iniettata acqua attraverso due circuiti, quello denominato FDW e che è il circuito che raffredda la parte bassa del vessel e quello denominato CS che spruzza acqua dall'alto. L'acqua refrigerata a 19 gradi raggiunge questi due circuiti di distribuzione attraverso vari impianti indipendenti, collegati a pompe diverse e che prendono acqua da sorgenti differenti. Questo per garantire la massima ridondanza di tutti i sottosistemi che possono fallire.


Al momento viene utilizzata la linea che è stata battezzata come normale e che prende acqua dalle cisterne refrigerate poste al termine del processo di decontaminazione attraverso quattro pompe (due in funzione e due di riserva). Da queste pompe, l'acqua viene mandata ai reattori e il flusso (cioè i metri cubi all'ora) viene misurato in sei punti, ovvero in ingresso ai due sistemi di raffreddamento di ciascuno dei tre reattori.

Cosa è successo

A partire dal giorno 30 agosto, tutti e sei i misuratori di flusso hanno iniziato a misurare una rapida diminuzione della portata, persino sotto i valori minimi fissati da TEPCO per i tre impianti (R1 = 4.3 m3/h, R2 = 6.1 m3/h e R3 = 6.1). Immediatamente è stato dato l'ordine di aumentare la portata, opportunamente agendo sulle valvole o sulle pompe, ai valori previsti, ma nonostante questa operazione, già eseguita più volte e con successo in passato, la portata continua a diminuire. Qui sotto, vostra comodità riportiamo il grafico della portata del reattore 2 affiancato a quello della temperatura del fondo del vessel, dove gli effetti negativi di una perdita di raffreddamento dovrebbero mostrarsi immediatamente.



Vi ricordiamo che questi grafici verranno automaticamente aggiornati ogni mattina fino al prossimo sabato e che potete sempre trovarli sul nostro sito www.grafici-reattori.tk, insieme anche a quelli per gli altri due reattori. Per vedere lo stesso grafico ingrandito potete cliccare sul link posto sotto.Come potete vedere, fino ad oggi, l'effetto delle variazioni di portata non hanno causato nessuna reazione sulla temperatura del fondo del vessel, ma è chiaramente il sintomo di un problema da non sottovalutare per nulla.

Cosa può essere la causa e cosa si sta facendo

La prima causa di questo malfunzionamento è una perdita lungo la linea. Infatti se non è stato toccata nessuna impostazione e l'acqua in arrivo su tutti è sei i misuratori subisce una riduzione, è possibile che ci sia una fuoriuscita di liquido dalla parte di circuito che è comune a tutti gli impianti. TEPCO ha verificato questo tratto alla ricerca di perdite e non ha trovato nessuna perdita.

La seconda causa che è stata ipotizzata era la presenza di aria dentro alle pompe, cosa che può succedere e che di fatto riduce di molto l'efficacia di pompaggio del motore. Per capire se questa è l'origine del problema, le due pompe (A e C) in funzione al momento della diminuzione della portata sono state arrestate e al loro posto messe in funzione quelle di riserva (B e D) . Una volta arrestate, sono state aperte le valvole di ventilazione, ovvero quelle che permettono di far uscire l'eventuale aria accumulata tra le pale, ma per entrambe non sono state rivelate quantità di aria tali da giustificare questa perdita di portata.

Al momento la situazione è costantemente monitorata e la portata è aggiustata di ora in ora in modo da mantenere il valore vicino a quello previsto. Qualora ci fossero delle novità vi terremo aggiornati.

Aggiornamento 03-09-2012 (upd) 

Nella giornata di lunedì 3 settembre, TEPCO ha pubblicato un documento (PDF) in cui fa un breve riassunto della situazione e presenta quelle che sono le manovre fino al momento implementate per risolvere il problema. Innanzitutto viene confermato il persistere del problema e viene dichiarato che la portata viene costantemente aggiustata per evitare diminuzioni. In altre parole, visto che il 30 agosto sono scesi sotto la portata minima prevista, adesso hanno messo un operatore che monitora la portata e la regola non appena questa scende.

Hanno pubblicato lo schema del circuito "normale" di raffreddamento che è come ce lo immaginavamo noi, ovvero c'è un gruppo di quattro pompe (le quattro di cui parlavamo nel paragrafo precedente) che prendono acqua dalla cisterna di stoccaggio acqua trattata e la inviano ai tre reattori. Nello schema vedete il dettaglio per il solo reattore 1, dovete semplicemente replicarli mentalmente anche per gli altri due. Ci sono due gruppi di valvole di regolazione del flusso, che funzionano tipo i rubinetti del lavandino di casa: il gruppo identificato dal numero 1 imposta la quantità di acqua inviata ad uno specifico reattore, mentre il gruppo 2 suddivide tra FDW e CS.

Una situazione comune per queste valvole - anche per i rubinetti di casa nel caso di acqua molto ricca di calcare - è che lo sporco tende ad accumularsi sulla strozzatura e sia necessario aprire e chiudere diverse volte la valvola per farne una specie di pulizia. Gli operatori hanno provato questa manovra, ma senza nessun risultato.

Una seconda manovra sempre per pulire le valvole di regolazione consiste nel tenerle più aperte in modo che la strozzatura sia minore riducendo la probabilità di accumulo. Per questo motivo hanno installato delle linee di bypass, ovvero una frazione dell'acqua inviata dalle pompe viene rimandata indietro alla cisterna in modo da poter lavorare con le valvole di regolazione molto più aperte di prima.

Restiamo in attesa di sviluppi [e se volete leggere la mia personale opinione riguardo a questa strategia, cliccate qui].

Immagini dalla buffer tank (upd2)

Nel precedente aggiornamento abbiamo detto che l'origine del problema doveva essere a monte rispetto alle valvole di regolazione flusso. I tecnici TEPCO sono andati a guardare con una camera subacquea la situazione all'interno della buffer tank, ovvero quella cisterna che contiene l'acqua proveniente dal sistema di decontaminazione dell'acqua e che viene inviata ai reattori. Sul fondo si vede un accumulo di detriti e anche una fanghiglia che potrebbe essere una formazione di alghe. Questi corpi estranei potrebbero essere la causa degli intasamenti a valle. Per eliminare micro-organismi non si può usare il cloro, come nelle piscine, perché danneggerebbe le tubature, ma esistono altri antibatterici altrettanto efficaci e che non compromettono le strutture metalliche.

Situazione dell'acqua

Concludiamo l'aggiornamento di questa settimana con i dati sulla situazione dell'acqua come fotografata il 29 agosto in questo PDF. Anche questa settimana, il risultato è stato migliore delle aspettative e il volume totale dell'acqua contaminata è sceso di 2500 tonnellate.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine81 00080 40079 90080 700
Acqua nello stoccaggio18 77018 91018 37016 740
Totale 99 77099 31097 27097 770
Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

141 commenti:

  1. Ottimo tempismo toto su questo problema. Che siano pompe, portate, ostruzioni e aria non ci credo nemmeno un pochino, su 3 impianti, figurati.
    Per me è errata manovra.
    SM

    RispondiElimina
  2. Errata manovra?! Ma dai non ci posso credere. Cioè secondo te stanno strozzando il tubo da qualche parte, oppure hanno aperto qualche by-pass o cose del genere?


    Il discorso della bolla d'aria ci poteva anche stare, anche se poi hanno dimostrato che non è quella la causa (io l'ho verificato di persona con la pompetta della piscina dei miei figli!)


    L'ingorgo può essere stata la causa iniziale, ma poi non capisco come mai il problema continui a succedere. Cioè se ti si restringe un tubo, vedi una diminuzione di portata, allora aumenti la pressione di mandata e recuperi così il flusso perso fino al prossimo arresto quando pulirai tutta la linea. Per avere questo effetto, l'ingorgo deve andare crescendo di minuto in minuto, quindi o hanno iniziato a buttare acqua mista sabbia e tutto si ferma sul filtro (io spero abbiano messo un bel filtro a y o come meglio credono su quella linea.


    In tal caso, io metterei in funzione il sistema d'emergenza, fermerei quello normale, pulirei filtri e valvole e film finito.

    RispondiElimina
  3. mamoru_giappopazzie1 settembre 2012 09:26

    mai sottovalutare il fattore umano...

    RispondiElimina
  4. Guarda, onestamente non ho elementi per sostenere la mia ipotesi se non l'applicazione del rasoio di Occam. Condivido il pensiero di mamoru, il fattore umano riserva sempre sorprese.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Rasoio_di_Occam

    :)
    SM

    RispondiElimina
  5. Stile: all`inizio dell`uso del SARRY hanno lasciato chiuse molte valvole ed il sistema, che passava per un solo contenitore in quel modo, si e` bloccato in un`oretta?
    O quando di e` bloccato perche` anziche` impostare il livello di allarme al 40% del volume del contenitore tampone lo avevano impostato al 4% saturandolo altrettanto in fretta?

    RispondiElimina
  6. AnonimaFrancese1 settembre 2012 13:05

    l'analisi del dottor Fernex al suo ritorno da Fukushima- Si tratta di un professore onorario della facoltà di medicina di Basilea
    http://www.youtube.com/watch?v=Rm0TIlxtqN8&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  7. AnonimaFrancese1 settembre 2012 13:15

    http://www.meti.go.jp/earthquake/nuclear/pdf/120827/120827_01d.pdf

    RispondiElimina
  8. AnonimaFrancese1 settembre 2012 13:18

    la piscina del 4
    http://www3.nhk.or.jp/news/genpatsu-fukushima/20120831/0450_4gouki.html

    RispondiElimina
  9. AnonimaFrancese1 settembre 2012 13:27

    "Il 30 pomeriggio d'agosto, i tassi di iniezione d'acqua in unità 1,2,3 sono risultati temporaneamente inferiori ai valori specificati. Alle 03:00 PM, l'unità 1 aveva 4 ton / ora, unità 2 5,5 ton / ora, unità 3 5,6 ton / ora.
    Questi sono inferiori del 10% rispetto ai valori indicati come accordo da NISA per il raffreddamento dei reattori.
    Tepco ha proceduto all'apertura di valvole e un'ora più tardi i tassi di iniezione avevano recuperato valori specificati.
    Lo stesso problema è successo di nuovo nella notte del 30 agosto intorno alle 08:00.Alle 22:30 i tassi di iniezione sono stati recuperati, elevarsi al di sopra dei valori specificati. Tepco sospetta che ci sia un problema con la pompa, e passato a un back-up della pompa, mentre la pompa è sottoposta ad indagini .
    Tepco ha completato un nuovo rapporto sulla resistenza sismica 4 unità, tenendo conto dei risultati più recenti sulla parete ecc rigonfiamento e nell'intento di rimuovere i detriti ai piani superiori, la massa dell'edificio è stata ridotta di 4700 tonnellate. La conclusione è la stessa come nel maggio 2011 Rapporto: l'edificio in grado di resistere [Giappone Agenzia Meteorologica] intensità 6 -"

    RispondiElimina
  10. AnonimaFrancese1 settembre 2012 13:43

    per gli interessati ecco il rapporto dell'IRSN sulle pectine e radionuclidi di cui parla il prof Fernex nel video sotto linkato.
    http://www.irsn.fr/FR/expertise/rapports_expertise/Documents/radioprotection/IRSN_Rapport_utilisation_pectine_chez_les_enfants_2005.pdf

    RispondiElimina
  11. Ciao bella figheira, ai non franconi faresti un miniriassuntino?
    Ed aggiungeresti secondo il tipo quanti mesi di vita mi rimangono?
    Grazie taaaaante!

    RispondiElimina
  12. AnonimaFrancese1 settembre 2012 20:25

    Ma tu scherzerai vero ku-ku-ku-ma-chan :-) non toglierei questo fantastico piacere al nostro benamato peakoil :-) per la cronaca non annuncia morti imminenti .........

    RispondiElimina
  13. fino ad oggi l'effetto delle variazioni di portata non hanno causato nessuna reazione sulla temperatura del fondo del vessel
    Non è strano? Forse che ha ragione chi sostiene che i 3 reattori non hanno più combustibile nel RPV? Mah!

    RispondiElimina
  14. le variazioni sono molto veloci, ma a sufficienza per lasciare il tempo al vessel di scaldarsi.


    se guardi i grafici, aggiornati a stamattina, vedrai che adesso ogni ora compensano la perdita di portata.


    piuttosto trovo strano come le temperature stiano mostrando un trend in discesa http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=all&par=TempBottomDetail&vis=graph&startTime=2012-08-02&endTime=2012-09-02

    RispondiElimina
  15. Infatti leggo che "Support by increasing the amount of water injection valve is wide open right now" , insomma compensano aprendo la valvola
    Pare ci sia stato un lavaggio dei tubi ma Fukushima Daiichi will not be stable after washing irrigation pipe2012.9.2 13:30 One day, TEPCO announced that the downward trend in the amount of water injection to the reactor Fukushima Daiichi Units 1-3 and continues. I did not improve the work was carried out to see foreign particles and are mixed in the pipe, increasing the amount of water to wash away the day before. The amount required for cooling of the reactor is ensured. Along with the rush to identify the cause, after assessing the change in the amount of irrigation, TEPCO decide whether rinse again.
    trad. google dal
    http://sankei.jp.msn.com/affairs/news/120902/dst12090213310002-n1.htm

    RispondiElimina
  16. Sai, avere linee di iniezione di acqua con misure locali di pressoione e portata aiuta :)
    Se stanno alimentando i 3 reattori con 3 linee diverse (forse dovrebbero essere 6) e queste non sembrano avere perdite andrei a vedere le singole pompe dove pescano e credo sia la buffer tank. Non so se qui hanno prelievi indipendenti perchè tre ostruzioni indipendenti non le ho mai viste, salvo formazione di fanghi in posti inopportuni.

    Ha ragione Toto quando dice che le temperature in discesa sono strane, e per il n.2 non questo non va d'accordo con la pressione che sembra salire.

    State a vedere che qualcuno è andato in ferie dimenticando una valvola mezza chiusa oppure hanno smontato la manopola di una valvola rimontandola sfasato ...

    Lasciamoli investigare, forse settimana prossima ci diranno qualcosa. Nel frattempo alcuni media hanno subito alzato le orecchie su questa notizia e la Tepco non sta vincendo il primo premio per simpatia.
    SM

    RispondiElimina
  17. E no ciccio, finalmente dopo mesi di nuvole anti-FV con poca pioggia abbiamo avuto delle belle piogge/temporali.
    E, se usano ancora poco il raffreddamento attivo, la parte del leone la fanno ancora i 4km e rotti di tubazioni di metallo (un radiatore corto...) che anziche` aver avuto il Sole che picchia, sono stati raffreddati ad acqua fredda e vento medio forte.
    Almeno questa e` la mia umile opinione, dopo aver usato l`applicazione X-MP per tornare salvo a casa ieri tra una nuvola e l`altra :)
    Ah la tecnologia.

    RispondiElimina
  18. Stai facendo Rap? :)
    Veramente mi da` piu` di 6 mesi di vita e non chiede l`evacuazione di Tokyo?
    Perdindirindina stanno migliorando!
    Roberto sara` occupato a mangiare qualche grasso piatto francese, dai dai facci un riassuntino da 2 righe 下さい

    P.S. cercato bella figheira su youtube? Basato su uno dei mattoni fondanti della letteratura italiana...

    RispondiElimina
  19. se veramente è qualcuno che si è dimenticato una valvola chiusa o montata al contrario... non lo sapremo mai. Il problema si risolverà magicamente da solo e tutto andrà nel dimenticatoio.

    RispondiElimina
  20. vero, ma adesso l'acqua dovrebbe partire dal cisternone a 19 gradi, quindi l'effetto della temperatura esterna dovrebbe farsi sentire molto meno, a meno che sia già scesa a 10 gradi, quindi si potrebbe benissimo spegnere lo scambiatore.


    che cosa diavolo è l'x-mp?

    RispondiElimina
  21. Ragazzi, vi ricordo del Convegno sugli aspetti radiologici di Fukushima che ci sarà a Varese il 13 e il 14 settembre. Iscrivetevi e partecipate!




    Io ci sarò e non sarò sicuramente il solo tra i commentatori abituali di unico-lab!

    RispondiElimina
  22. Insomma non ne imbrocco una :)
    Comunque temperature della settimana a Fuku saranno minime a 20 e massime da 26 a 28, un buon aiuto.
    Oggi precipitazioni a 3litri/m2.

    x-mp e` l`applicazione in temporeale che ti mostra l`immagine del radar atmosferico, quindi cio` che e` all`istante, e si riesce a tornare a casa tra una nuvola e l`altra se non sono un maxinuvolone unico.
    Inoltre puoi vedere le immagini dell`ultima ora in movimento, quinti ti fai un auto-forecast a breve termine :)
    Un conto e` sperare che smetta di piovere ed un conto e` vedere le nuvole come si spostano rispetto alla tua posizione GPS.

    RispondiElimina
  23. Preparate 3 webcam, recording, editing, livestreaming, UPS, WBC del panda? :)

    RispondiElimina
  24. Taci, che mi è salito un groppo in gola di nostalgia e mi sono dovuto controllare per non scoppiare a piangere :D

    RispondiElimina
  25. Leggi il giapponese?? O tutti alla corte di Google Translator?
    Per chi non c'ha, parla del nuovo assessment sulla resistenza di R4, che a distanza di un anno dall'ultima volta che l'hanno controllato, dovrebbe resistere a un sisma di intensità 6+. Si parla anche dei progetti di costruzione delle gru per prelevare le barre con l'obiettivo di fare in tempo per dicembre... del prossimo anno, ovviamente.

    RispondiElimina
  26. AnonimaFrancese2 settembre 2012 11:56

    Toto Ciccio :--))))))))

    RispondiElimina
  27. AnonimaFrancese2 settembre 2012 11:57

    Niente giapponese niente google translator......qualche fonte diciamo così va la .......stop :-)

    RispondiElimina
  28. AnonimaFrancese2 settembre 2012 11:59

    Se ne incaricherà dopo la copiosa e lenta digestione tra un velo di aerofagia e un dolore addominale stai sereno :-) per il mattone dopo vado :-)

    RispondiElimina
  29. AnonimaFrancese2 settembre 2012 12:00

    Lisandro non esagerare .........il professor fernet tutto e tranne che uno stupido

    RispondiElimina
  30. E` quello che mi attendo, ma devono riuscire a tenerlo nascosto ai loro PR terrorizzati di nascondere anche quante volte al giorno si bevono acqua.

    RispondiElimina
  31. Alessandro si riferiva a bella figheira!
    Non al vecchietto che ha studiato la contaminazione giapponese tenendosi ad almeno 200km da Fukushima e ritenendo il WHO schiavo della lobby nucleare.

    RispondiElimina
  32. ciccio va inteso il "buddy" americano... non chiedermi la versione francese!

    RispondiElimina
  33. そうよ!Solo ed esclusivamente a bella figheira, e a "prendi qualcosa, Pedro, perché non prendi qualcosa, non ti andrebbe di prendere qualcosa Pedro e allora perché non ti siedi e prendi qualcosa?!" La generazione non è acqua!

    RispondiElimina
  34. Ma l`indio lo sa che ora hai l`amante giappo?

    RispondiElimina
  35. Alessandro scusa, siccome il giapponese e` a volte (molte) perverso.
    Per dicembre 2013 finiscono la costruzione della gru o di estrarre il carburante?

    RispondiElimina
  36. P.S. (che viene Pre Scriptum su disqus) quando finalmente guarderai "bella figheira" cambierai il tuo nickname in... "bella figheira".

    RispondiElimina
  37. Ho solo citato cio` che e` scritto nei tuoi link, oh soave madamigella :)

    RispondiElimina
  38. AnonimaFrancese2 settembre 2012 13:48

    Amo il,colore che ci vuoi fare :)

    RispondiElimina
  39. Ah beh, utilissima applicazione, specie quando non ci sono abbastanza strade per svicolare...

    RispondiElimina
  40. Insidiosissimo. A dicembre dell'anno prossimo si vorrebbe arrivare a tirar fuori le barre, per cui si stanno dando da fare per costruire tutto quello che servirà all'uopo, gru incluse. Almeno così dice l'articolo. Toto e SM parlavano di tempistiche moooolto lunghe. Quindi lascerei in frigo termini come "finire". Diciamo "fare". Solo solo obiettivi, per strada tutto cambia. Per dicembre dell'anno prossimo avranno inventato il teletrasporto per il sole. (seeeee)

    RispondiElimina
  41. E specie dopo che hai 4 ombrelli (seri) a casa e comprati (e distrutti col vento) altri 5 ombrelli da 100 (e 5 con IVA) yen, e non vuoi comprarne altri :)

    RispondiElimina
  42. Beh, come aveva detto il dinamico duo, chi sara` quello in calzamaglia verde e rossa con la patch "R" di Radiazioni? Se si va per eta` Totoro e` spacciato, il carburante non irraggiato lo possono togliere prima di fine 2013.
    Mi sembra che qualche settimana fa abbiano tirato fuori la 3a barra non usata e non aveva deformazioni alla faccia delle barre fuse ed evaporate alla Gurny.

    Parlando per ipotesi, se fanno dei contenitori apposta magari riescono, con questi, a tirare fuori anche l`esausto in tempi decenti.
    La mia ipotesi e` mettere gli assembly in un contenitore temporaneo [dalla volumetria maggiorata per garantire il raffreddamento per il brevissimo tragitto] immerso nella piscina che faccia solo il tratto piscina-TIR "speciale".
    Ed adesso prego di non sentire 50 motivi perche` questo metodo non funzionerebbe:)

    RispondiElimina
  43. E 6+JMA vuol dire 6-6.4JMA che e` ben piu` del 7M(jma) che dovrebbe essere piu` del 9M(w) [terremoto del Tohoku all`epicentro, nemmeno a Fukushima1].
    Tanto per non farsi mancare nulla vi e` anche un M(jma) piu` vecchio.
    La conversione e` l`inferno perche` in pratica si convertono i danni visibili (stile Mercalli) con accelerazioni e poi con momenti.
    E non ho ancora capito come combinino accelerazioni e durata nel calcolo dei momenti.
    Se un geologo passasse da queste parti e` pregato di regalarci un metodo di conversione decente :)

    RispondiElimina
  44. @AnonimaFrancese:disqus Tornando al Prof Fernex Branca, ci dici come spiega danni futuri? Specialmente ai bambini, con le scuole (in cui passeranno circa 9 ore al giorno) che devono rispettare il limite di 1mSv/anno per venire aperte, ed altre 11-12 ore al giorno a casa e quindi piu` lontani dalla radiazione massima consentita all`esterno.
    Ed aggiungiamo a questo che la radiazione diminuisce del 20/25% ogni anno proprio perche`... radioattiva.
    Tra l`altro spero in una maggior velocita` dovuta al clima monsonico.

    Sergio scusami [@SergioManera:disqus ], hai da qualche parte studi sulla velocita` di diminuzione "naturale" della radioattivita` in Giappone?
    Per il momento, buonanotte a tutti!

    RispondiElimina
  45. Io, parlo per me, non ho mai pensato che questi personaggi siano stupidi, sono anzi furbissimi!
    Pensa a Busby, dice fesserie dalla mattina alla sera, si e` preparato il personaggio con gambe accavallate, berretino francese e pipa sempre spenta ed...
    il resto e` storia.

    RispondiElimina
  46. faranno sicuramente dei contenitori appositi, magari partendo dai cask già esistenti. immergono il cask in piscina, lasciano che entri l'acqua, quindi spostano dentro alcuni elementi e qui tolgono il cask che trasportano fino alla piscina comune.


    tieni conto che non mi aspetto grossi danni termici alle barre non irraggiate, a meno che non fossero proprio di fianco a quelle ancora molto calde.

    RispondiElimina
  47. Non è che qualche volta fai domande facili?

    Comuque per FD è la risposta ad essere facile visto che gli Tellurio-Iodi sono decaduti fisicamente da molti mesi e quindi restano solo i gemelli Cs-134 e Cs-137.

    Per il primo l'emivita fisica è 2y, per il secondo 30y. Di solito uno si aspetta che una qualche emivita diversa e più breve giunga in soccorso ad accorciare i tempi di permenenza nei suoli, superficiali entro i primi 5cm. Invece per il Cesio le cose vanno male. L'emivita per migrazione verticale se non ricordo male è lunghissima, tipo 300 anni e quindi quando la combini con l'emivita fisica ne ottieni una emivita efficace solo un pelo minore dell'emivita fisica.

    Se invece consideri il surface-leaching delle acque dolci tipo piogge, fiumi, laghi. etc. (fenomeni assolutamente locali) i dilavamenti possono essere più rapidi e anche percentualmente importanti, ma non si può fare una stima così su due piedi, c'entra la chimica dei suoli, le peculiarità del microclima, etc. Questi effetti comunque già ci sono stati col primo inverno-disgelo, infatti il cesio che dal Giappone è andato in mare è stato notevole e il pesce lo dimostra. Ulteriori effetti di questo tipo saranno minimi, salvo fenomeni particolari tipo ad esempio un uragano.

    Dunque basati sulla emivita fisica e considerala l'ipotesi di massima. Tra 10 anni si andrà col solo passo del Cs-137.

    Ho risposto?
    SM

    RispondiElimina
  48. Ho risposto?
    Direi proprio di sì, anche se non avevo fatto io la domanda!

    RispondiElimina
  49. (non avevo visto che avevi messo la foto!)

    RispondiElimina
  50. Ulteriori effetti di questo tipo saranno minimi, salvo fenomeni particolari tipo ad esempio un uragano.
    Un paio di tifoni all`anno vanno bene lo stesso?

    .Non è che qualche volta fai domande facili?
    Non sarebbero divertenti, ma in compenso ti ho lasciato con l`immagine di te vestito da Batman e Toto da Robin, magari uscenti dal Tardis.
    Gia` che ci sei (tra le mie domande banali) non hai il simulatore IAEA in uno dei tuoi folders?
    http://www.iaea.org/NuclearPower/Technology/Training/Simulators/

    Questa domanda (sulla diminuzione) mi e` venuta in mente ripensando anche al documento che Toto aveva postato oltre un anno fa qui, che era appunto un calcolo dell`IRSN che applicava i dati di Chernobyl al Giappone.
    Per semplificarmi i conti ho usato un rapporto 134/137 costante [e` sbagliato ma stavo gia` lavorando con esponenziali quindi non sono andato a complicarmi la vita, se vuoi fallo tu cosi` hai un motivo in piu` per odiarmi :) ] ed il risultato era che in 10 anni sarebbe diminuito intorno al 24%/anno.
    Tenendo invece conto del rapporto 124/127, sara` piu` veloce all`inizio e piu` lento alla fine.
    Tutto il panegirico per dire che da quando il governo "libera" una zona da 20mSv/anno ed i servizi vengono riattivati col ritorno della gente siamo gia` ben sotto ai 15mSv/anno ed in un altro paio d`anni siamo IN SVIZZERA.
    Senza contare che le scuole non aprono se non sotto 1mSv/anno, cioe` in Italia dobbiamo chiudere tutte le scuole.

    Ipotizzando che qualcuno fosse sufficientemente sveglio da prendersi un paio di colline come luogo campione speravo che i giappo avessero fatto un confronto estate 2011 su estate 2012 per vedere se era effettivamente come Chernobyl o meglio.

    RispondiElimina
  51. Domanda facile facile: le emissioni gamma di potassio e dei 2 cesio quanta strada fanno "in aria"?
    Lo scopo della domanda e`: i depositi di terreno con cesio che distanza minima deve avere?

    RispondiElimina
  52. Se è la dose che ti interessa allora devi anche pesare il contributo diverso dei 2 nuclidi. Il 134 pesa 2.3 volte il 137, 70% della dose è sua ed è quella che se ne va più in fretta. Viceversa l'altro lo troverai per molto tempo nei suoli.
    Per il rientro delle ordinanze di evacuazione devi tenere conto anche del fatto che le cittadine più contaminate verranno ripulite dall'uomo, in un modo o nell'altro, per cui penso rientreranno ovunque entro qualche anno massimo. FD non avrà una zona di esclusione longeva come Chernobyl, questo è sicuro.
    La dose da naturali non devi mai contarla in questi ragionamenti. Si sa che è anche più alta in certe località, ma non mettercela, ok?

    Non ho simulatori di quel tipo :/

    SM

    RispondiElimina
  53. prova a divertirti con questo link:
    http://www.radprocalculator.com/Gamma.aspx

    RispondiElimina
  54. Se sono fatti come si deve ci puoi fare un pic nic sopra :)
    SM

    RispondiElimina
  55. Un attimo di riavvolgimento prego.
    Il "pesa 2.3" lo devo intendere come frazione della sua presenza in ambiente comparato al 137? Come livello di energia dato dalla velocita` maggiore? O il Gamma "sparato" ha fisicamente una massa maggiore?
    Se e` il terzo mi sarebbe decisamente nuovo
    Scusa, per naturale intendevo il naturtale decadimento del cesio.

    Capisco di non aggiungere livelli naturali, ma e` piu` pericoloso [la risposta e` nessuno dei due a questi livelli, ma lasciamela passare questa domanda] avere una scuola italiana con 15mSv/anno di potassio o una scuola giapponese con 0.8mSv/anno di potassio e 0.8mSv/anno di cesio?

    Lo so che tu hai il giocattolo originale :)
    A parte gli scherzi che simulatori hai? Grandi come una sala controllo vera?

    RispondiElimina
  56. Pensavo di usare questa applicazione per la domanda "sopra", Il problema e` che non so esattamente che numeri mettere, perche` e` vero che dopo che hanno deciso di togliere 10cm anziche` 5cm di terreno sono arrivati a quasi 2 stadi di calcio di volume [con Bq totali astronimici], ma presumo che cio` che sia oltre 1.5-2 metri dal bordo esterno sia schermato dalla terra contaminata stessa. SIGH

    RispondiElimina
  57. Documento interessante dove TEPCO spiega bene la situazione della diminuzione di portata e le contromisure fino ad ora adottate. Se questa sera riesco a trovare un minuto scrivo un approfondimento nel post perché potrebbe non essere troppo chiaro per i meno tecnici di noi.
    http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_120903_01-e.pdf



    Pubblicata la lista di tutti i sensori di temperatura e del loro stato di salute valutato in funzione della loro risposta elettrica. E' in giapponese.
    http://www.tepco.co.jp/cc/press/betu12_j/images/120903j0101.pdf

    RispondiElimina
  58. Una certa attività di Cs-137 genera X dose a 1m. La stessa attività di Cs-134 gerera 2.3X dose a 1m.

    I gamma non hanno massa!
    I gamma hanno tutti la stessa velocità, indipendentemente dall'energia!

    ;)
    SM

    RispondiElimina
  59. Dopo esser stato cotanto ispirato dalla nostra ellenica musa... :)

    RispondiElimina
  60. Tutto a posto con il doc in giapponese? (ormai sono in piena febbre presenzialista)
    Il flow per determinare l'efficienza dei sensori, cioè lo schema con i rombi di p. 4, tutto a posto? Serve niente, dotto'? Je do, una pulitina al vetro, svuoto il portacenere?

    RispondiElimina
  61. se vuoi ho un paio di report da scrivere... anche in giapponese tanto non credo nessuno li leggerà mai.

    RispondiElimina
  62. Comunque vedevo che anche i famosi sensori "rotti" di R2 (e R3, non lo sapevo) non sono stati dichiarati fuori uso, ma "utilizzabili come riferimento", un gradino sopra a "rotto" e uno sotto a "utilizzabili per il controllo".

    RispondiElimina
  63. Ho scritto due righe due sul documento rilasciato oggi.


    secondo me, stanno sbagliando il candeggio. Se quello che ci hanno mostrato è lo schema giusto, allora è la valvola 102 da pulire, non quelle a valle della diramazione tra i reattori. Loro vedono una perdita di portata su tutti e 6 i misuratori di flusso. Quindi il problema è verosimilmente a monte di tutte le divisioni.

    RispondiElimina
  64. Quello che dici non fa una piega
    SM

    RispondiElimina
  65. ho una vita da idraulico alle spalle!

    RispondiElimina
  66. Buongiorno a tutti! Ho appena caricato i dati dei grafici, e come potete vedere sia in quelli del post, sia quelli generali (link) il problema è ancora lì, solo che adesso sono molto più veloci a riportare i valori previsti, così che le variazioni sul grafico appaiono meno marcate.


    Ma, per la prima volta, c'è uno dei sensori di temperatura del reattore 2 (fondo RPV) che ha avuto un salto verso l'alto. Sappiamo che il 2 è spesso sintomatico e il salto è troppo discontinuo per essere legato alle variazioni di flusso (grafico). Una cosa simile è stata riscontrata per un termometro che misura l'aria nel PCV sempre del reattore 2 (grafico) in questo caso il caveat è che è uno dei termometri matti.

    RispondiElimina
  67. impurità marrone trovata nel serbatoio
    "the water tank to keep save temporarily before irrigation brown impurities is confirmed by TEPCO, has to be examined in detail to see that there is a possibility that this impurity is jammed valve" trad.google
    http://www3.nhk.or.jp/news/html/20120903/k10014748941000.html
    piccoli frammenti di vetro, ruggine e plancton nel serbatoio"According to TEPCO, was filtered and the water in the tank, small glass fragments seen as plankton and brown rust in the filter is attached" trad. google
    http://mainichi.jp/select/news/20120904k0000m040062000c.html
    ruggine e plancton nel serbatoio, "TEPCO announced on September 3 that foreign matters in dark brown color were collected after they took the water from one of the storage tanks that feed the [treated] water to the pumps for water injection and filtered it. The company thinks it is possible that rust and plankton in the water are clogging the pipes, and will conduct the analysis of the foreign matters and clean out the tanks" trad exskf http://www.jiji.com/jc/eqa?g=eqa&k=2012090300353

    RispondiElimina
  68. Bel profilo virile, complimenti!

    RispondiElimina
  69. e così scoprimmo che erano cozze pelose!

    RispondiElimina
  70. hahahah! Anche "impurità marrone" è tutto un programma :D

    RispondiElimina
  71. Trovata ${roba_fetida_marrone} sul fondo di una tank!
    :-DD

    RispondiElimina
  72. Oggi il Tokyo Shinbun, noto quotidiano ferocemente schierato contro il nucleare, titolava a tutta pagina: Entro breve non ci sarà più posto nelle piscine di stoccaggio!

    E grazie al ca...o! Il governo è sempre più orientato (anzi, è certo, meno certa la tempistica, si parla non più del 2030 ma degli "anni 30") sull'azzeramento del nucleare. Il che significa che butterà alle ortiche (ma vabbè, nel mondo pare si estingua 1 specie ogni 10 minuti, le perdite sono all'ordine del giorno) tutto il personale e il know how accumulato in questi anni. (Sergio è avvertito: sotto i 5.000 esemplari e habitat ridotto a uno o due siti, si è praticamente estinti, dice wiki... quanti siete, voi??)

    Insomma, dicevo, tra le cose che verranno buttate alle ortiche c'è anche l'impianto di riprocessamento del plutonio delle barre di combustibile di Rokkasho (nel nord, provincia di Aomori), che in teoria avrebbe dovuto ospitare un secondo impianto, essere ampliato. Cosa succede, allora? Che la provincia di Aomori, che ha accettato di tenere in consegna le barre di combustibile di tutto il paese sulla premessa che sarebbero state riprocessate e riutilizzate, adesso considera il contratto sciolto ed è intenzionata a "restituire" le barre alle aziende elettriche. Le quali altro non possono fare che rimetterle nelle loro piscine di stoccaggio. Che così si riempiranno subito, impedendo il ricambio delle barre dei reattori che (chissà mai) dovrebbero riprendere a funzionare. E così il meccanismo si inceppa. Certo, le piscine si riempiono, ma perché si riempiono...? domandina...?


    A me fanno ridere, per non dire rabbia, gli ambientalisti possibilisti, quelli che si dicono contro il nucleare per come è oggi, ma che sono a favore della ricerca per un nucleare più sicuro. Se fai di tutto perché in un paese il nucleare sia bandito, ma su che cosa la fai la ricerca??? I governi, i privati, che stimolo mai potrebbero trovare per favorire dei finanziamenti?

    RispondiElimina
  73. E non hai visto il lato destro! :)

    RispondiElimina
  74. costruiranno altre piscine :( e poi per non estinguersi troppo in fretta faranno il decommissioning al rallentatore.

    RispondiElimina
  75. In Italia ai tempi del referendum 87 fu la posizione dei radicali. Elettroproduzione no ma ricerca si. I fatti hanno dimostrato che questo percorso è poco sostenibile perchè in mancanza di una filiera tutto diventa più difficile, dalla componentistica alla strumentazione, dalla manutenzione al ricambio generazionale di personale e si finisce per diventare importatori di tecnologia per tenere aperte le linee di ricerca suddette.
    Poi scopri che la mancanza di indotto ha risvolti anche su applicazioni sanitarie e qui non c'è problema, si aprono i cordoni delle borse (capitolo sanità) e magicamente appaiono strumenti e attrezzature per diagnosi e trattamenti dei nostri pazienti, magari queste attrezzature hanno una etichettina "siemens" su un lato, ma cosa vuoi che sia. Solo EGiovanna se ne accorgerebbe.

    La ricerca pura esiste e vivaddio che esiste. Ma la ricerca applicata a tecnologie non può esistere senza applicazioni commerciali, semplicemente non conviene farla. A meno di non disporre di denari illimitati (è il caso dell'Italia?).

    Coraggio, siamo quasi estinti. Tra poco ci fanno un parco nazionale e ci fanno giocare con un po' di cesio ...

    SM

    RispondiElimina
  76. In Italia siamo specialisti a smontare un bullone di giorno e rimontarlo di notte

    RispondiElimina
  77. Se sono state nei vessel, come minimo mi aspetto di vedere delle cozze di 6kg !!
    Godzilla!
    SM

    RispondiElimina
  78. TACI per carità, leggi questa e dimmi se non ti viene la voglia di prendere un kalashnikov
    http://intermarketandmore.finanza.com/siamo-alla-follia-rendimenti-negativi-anche-nel-corporate-49028.html

    RispondiElimina
  79. mamoru_giappopazzie5 settembre 2012 07:10

    va che la prima cosa che ho pensato e' stata: va che gli si e' formata la morcia sul fondo della cisterna dove pescano l'acqua, poi mi sono detto "nooo, troppo stupido, poi faranno disoleare, filtrare e decantare l'acqua prima di iniettarla..."

    ecco adesso salta fuori che gli crescono dentro pure le alghe...no comment.

    RispondiElimina
  80. Apparentemente, il problema sembra essersi risolto. In uno dei bollettini pubblicati da TEPCO si dice:
    As a significant change in the amount of water injection was not confirmed after the previous announcement (as of 3:00 PM on September 3), we did not adjust the amount of water injection.
    Poco più sotto dicono che l'origine del problema non è ancora stata trovata e che continueranno le indagini.


    A parte i miei dubbi sul fatto che le operazioni di pulizia delle valvole a valle abbiano poco senso come avevo già detto qui, ritengo possibile che la causa siano queste alghe / formazioni batteriche / schifezze marroni di cui ha parlato @Egiovanna:disqus, però la guarigione miracolosa mi porta a credere all'ipotesi di @SergioManera:disqus, ovvero che qualcuno abbia fatto una qualche cavolata.


    Detto questo, a guardare i grafici, il problema non mi sembra affatto risolto.

    RispondiElimina
  81. bisogna dire, ad onore del vero, che all'acqua non possono aggiungere cloro, anzi fanno di tutto per toglierlo.


    A proposito, @SM mi ricordi che anti-alga / anti-batterici non a base di cloro si usano?

    RispondiElimina
  82. Si, i rendimenti negativi ci sono anche per molti Bund oltre che per società private. Fa parte di questa finanza pazza della quale capisco poco se non che a pagare saranno i piigs (ho aggiunto una i per l'Italia)

    RispondiElimina
  83. mamoru_giappopazzie5 settembre 2012 07:24

    un ex collega usava acqua ossigenata mi pare, ma non vorrei dire scempiaggini

    RispondiElimina
  84. Mi sono andato a guardare alcuni articoli di questo giornale che non è tra i soliti che leggo qua e là. Effettivamente il tono che tengono è visibilmente negativo. La ricetta è un po' quella dei nostri giornali: fatto, spiegazione, controdeduzioni, incertezza, ansia e mancanza di fiducia o demolizione della credibilità di chi lavora nel settore e sta cercando di presentare razionalmente i problemi.
    SM
    http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201209040060
    http://ajw.asahi.com/article/behind_news/social_affairs/AJ201209050004

    RispondiElimina
  85. Come dicono nei commenti, ha senso per chi scommette sulla caduta dell'euro.
    Che non credo ci sarà, perché per come stanno le cose in questo momento quello che trarrebbe più vantaggio sarebbe proprio la Germania.

    RispondiElimina
  86. Sì, ma (sempre il Tokyo Shimbun dice) per costruire una piscina di stoccaggio temporaneo di quelle di cui parlavamo ci vogliono 12 anni. Almeno tanti ce ne sono voluti per (quasi) ultimare il centro di Mutsu http://www.city.mutsu.lg.jp/index.cfm/15,1312,30,226,html ... E pure quello era stato costruito con l'intenzione di recuperare il plutonio, non di lasciare le barre al riparo dal sole.

    RispondiElimina
  87. Vabbè, ma sono mesi che nei bond statali avviene
    http://www.fondionline.it/indicecms.php?idpagina=art&idart=39114

    RispondiElimina
  88. Certo che anche EDF a tirarsi mazzate nei cosidetti non ci pensa 2 volte ...
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2012/09/05/Incidente-una-centrale-nucleare-francese_7429182.html

    E' incredibile come di una non notizia se ne faccia una tragedia
    SM

    RispondiElimina
  89. http://english.kyodonews.jp/news/2012/09/180184.html
    Dal Kyodo news
    SM

    RispondiElimina
  90. parlano di un miglioramento. io sono un po' scettico, i grafici andranno sì a raddrizzarsi, ma è solo perché continuano a regolare la portata.

    RispondiElimina
  91. questa sera salgo in macchina e al notiziario prima dicono del terremoto con allarme tsunami nel Pacifico e poi dell'incidente nella centrale. Ho avuto un brutto ricordo!

    RispondiElimina
  92. Mentre il problema per la portata del raffreddamento mi sembra ancora piuttosto presente (grafici), oggi abbiamo altre due novità dai parametri.


    Un altro sensore del fondo del reattore 2 ha preso il volo
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r2&par=TempBottomDetail&vis=graph&startTime=2012-08-06&endTime=2012-09-06



    Un picco nella concentrazione di idrogeno nel reattore 1. Era previsto visto che stanno pompando azoto la wet/well proprio per togliere l'idrogeno.
    http://www.grafici-reattori.tk/index.php?react=r1&par=HydrogenConc&vis=graph&startTime=2012-08-06&endTime=2012-09-06

    RispondiElimina
  93. Nell'articolo non si fa una tragedia...
    Ma gli ambientalisti (anzi: gli antinuclearisti, non è la stessa cosa) sono ripartiti all'attacco in pompa magna qua.

    RispondiElimina
  94. Ahia, ora anche la Danimarca... oltre a Germania, Francia, Austria, Olanda e Finlandia. Bel club di virtuosi.

    RispondiElimina
  95. Tragedia perchè forse non hai sentito la notizia alla radio - breaking news - "incidente alla centrale nucleare .... con diverse vittime e incendio ..."
    ;)
    SM

    RispondiElimina
  96. ah, no non sento la radio italiana, appena il TG al volo ieri sera.
    Che aveva i soliti toni, è vero,ma neanche ci faccio caso più :-)
    Qui sono ripartiti all'attacco su Fessenheim, e aspettavano solo quello. Ma Hollande rimane sulla sua linea di chiuderla per il 2017 (!)

    RispondiElimina
  97. "il perossido di idrogeno ha reagito con l'acqua in un serbatoio "
    si tratta dell'acqua ossigenata con azione antialghe, secondo te?

    RispondiElimina
  98. Non dimenticare il Lussemburgo, di cui mai si parla ;-)
    No ma seriamente: le economie di quei paesi sono migliori di quella dei piigs, questo è un fatto su cui non si discute.
    E la Merkel ha detto chiaramente quello che avevo detto io qualche tempo fa: sono i governi nazionali che affamano la gente, non le richieste della Germania.

    RispondiElimina
  99. Non dimenticare però che the German finance minister took to the pages of the Financial Times to preempt Mr Draghi with the following concealed statement: “The ECB will be given a ceremonial role as banking supervisor, possibly with a remit to supervise Spanish, Italian and Greek banks but, when it comes to Germany’s banks, it will be told in no uncertain terms to “keep off”. Germany’s banks are not to be subjected to non-German, genuine, oversight. Period.”

    RispondiElimina
  100. Non vorrei dire fesserie, ma credo sia legato alla leggi tedesche.
    Il punto credo sia: perché la gente ce l'ha con la Germania in questo momento?

    RispondiElimina
  101. 1-anche gli altri paesi hanno le loro leggi e la loro Costituzione, non siamo primitivi.
    2- perché si arricchisce sulle spalle degli altri dall'inizio della crisi e perché la frase "La Germania deve guidare un'Europa più competitiva" fa accapponare la pelle non solo a me

    RispondiElimina
  102. 1- Quello che intendo è che mi pare che nelle leggi tedesche (o addirittura nella costituzione) sia presente esplicitamente la condizione che il denaro tedesco puo' essere gestito solo da tedeschi, senza nessuna intromissione straniera.
    2- Vedi la cosa da un altro punto di vista, anche se so che è difficile per greci-italiani-spagnoli. Il modello tedesco è relativamente efficace, e se la Merkel propone il suo modello funzionale agli altri paesi per tenere in piedi la (finta) UE, non c'è niente di male ad adottarlo.
    Questo richiede certo alcuni cambiamenti a diverse economie nazionali, e qui viene la domanda bomba: come i governi nazionali stanno gestendo questi cambiamenti?

    RispondiElimina
  103. Pulizia tubature e/o serbatoi. Si, comunque hai ragione, contro le alghe l'acqua ossigenata è efficacissima!
    SM

    RispondiElimina
  104. in effetti non è proprio un'affermazione diplomatica!

    RispondiElimina
  105. Beh, se guardiamo anche alla diplomazia, di questi tempi.... :-) non sono gli unici.
    Non so se avete notato, ma la Germania sta dando segni di "stanchezza" (AKA: si sta rompendo di inseguire tutti ed essere criticata a tutto spiano)

    RispondiElimina
  106. Ne parlavano ieri nell'aggiornamento stampa in giapponese sul sito della Tepco... ero indeciso se... poi ha prevalso il sonno.

    RispondiElimina
  107. Parliamo un po' di soldi, va' (e poi magari SM ci fa un breve confronto con quanto passa il convento nel Bel Paese).


    E' stato approvato il bilancio per il nuovo organismo per la sicurezza (diciamo per la "regolamentazione" ormai) del nucleare, quello che sta ancora in alto mare. Ve li do in yen, per avere le cifre in euro, togliere due zeri.
    Per il 2013 saranno stanziati 81,7 miliardi, il 70% in più di quanto ha avuto il NISA quest'anno.
    7,8 mld per la normale gestione e il resto, 73,9 mld di gestione d'emergenza (a inizio 2012 se ne prevedevano 48,5).
    17,1 mld per la manutenzione del sistema SPEEDI e i costi che le autorità locali dovranno sostenere, come le tende per quei luoghi dove ci saranno operazioni di decontaminazione (il doppio rispetto al 2012).
    1,1 mld in finanziamenti alla ricerca per quelle aziende che saranno incaricate di studiare i rimedi in caso di "severe accident" (lo sapevate, no?, che il METI farà ufficialmente richiesta alle aziende elettriche di prepararsi ad affrontare anche incidenti estremi, come aerei precipitati sui reattori - mi ricorda uno dei primissimi post di Toto sull'impossibilità di garantire la sicurezza al 100%, quello con il meteorite che puntava sulla centrale - esplosioni in sito dovuti ad attentati terroristici, cedimento delle dighe a monte delle centrali ecc.)
    1 mld per la formazione di personale specializzato in reattori, inclusa la creazione di un centro internazionale di ricerca per la sicurezza nucleare.
    3 mld da regalare all'AIEA e in genere alle organizzazioni internazionali


    Tra parentesi, come già preannunciato in passato, è improbabile che per il 19 del mese il parlamento (che ha le elezioni imminenti e poco altro in testa) trovi un accordo sui nomi del nuovo organismo di controllo. Sempre come dicevamo, il PM ha il potere in caso di mancata decisione, di indicare sotto la sua responsabilità i responsabili, che però dovrebbero venire successivamente approvati lo stesso dal parlamento.


    Però però, la nuova legge per le emergenze nucleari dà la possibilità che la ratifica parlamentare non avvenga in presenza di stato di emergenza, e lo stato di emergenza, in seguito a Fukushima, non è ancora stato revocato. Quindi si dà la possibilità a Noda di fare come gli pare. Il problema però è che, personale eletto solo in base alla volontà del PM parla già in qualche modo come delegittimato, e possa essere facile preda di fuochi incrociati successivamente. Per ora è tutto, passo, chiudo e vado a nocchierare le mie navi :)

    RispondiElimina
  108. Ecco il video della roba marrone sul fondo della buffer tank.
    http://youtu.be/devKd88JNGM

    RispondiElimina
  109. AnonimaFrancese6 settembre 2012 21:56

    dai su u digestivo a base di Gundersen per dopo cena ;,;-))))))))9 ROBBBIEEEECARO???? dove sei??? ,:))))
    http://www.youtube.com/watch?v=-GPDCD13tyM&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  110. AnonimaFrancese6 settembre 2012 21:58

    ci fu liquefazione a Fukusinma? analisi e dettagli qui ;
    http://fukushima-informations.fr/?p=3025

    RispondiElimina
  111. AnonimaFrancese6 settembre 2012 22:05

    c e chi lo sta iniziando a tradurre ma sono pagine fitte e ci vorrà tempo
    http://www.meti.go.jp/earthquake/nuclear/pdf/120827/120827_02c.pdf

    RispondiElimina
  112. spettacolare! non capisco una sola parola ovviamente, ma le immagini mi sembrano introdurre cose interessanti.


    aspettiamo la traduzione...

    RispondiElimina
  113. AnonimaFrancese6 settembre 2012 22:11

    lunghissimo articolo di liberation (libé) special Roby sempre----------da anailis della pericolisità della piscina del 4 ,
    http://sciences.blogs.liberation.fr/home/2012/09/fukushima-la-d%C3%A9sinformation-continue.html

    RispondiElimina
  114. AnonimaFrancese6 settembre 2012 22:13

    Abbiamo pure la pagina geiger detection punto fr qui..........mica cotica e cotillons !!!
    https://www.facebook.com/Geigerdetection

    RispondiElimina
  115. Le ultime notizie da TEPCO confermano quanto già detto ieri. Il flusso così come lo vedete nei grafici di questi ultimi giorni è per loro sufficientemente stabile e quindi anche se stanno monitorando attentamente la situazione non stanno più aggiustando continuamente la portata operando sulle valvole.


    Speriamo che non abbiano già finito le manovre correttive, perché altrimenti tra quindici giorni, un mese al massimo, saremo nella stessa situazione di prima.

    RispondiElimina
  116. Il presidente Tepco, Naomi Hirose, in un irrefrenabile attacco di verbosità dichiara
    1- non abbiamo soldi per le rinnovabili
    http://finance.yahoo.com/news/japan-utility-no-money-develop-082037727.html


    2-vogliamo riaprire Niigata ( la vedo tosta)
    http://www.japantoday.com/category/national/view/tepco-hopes-to-restart-nuclear-plant-in-niigata

    RispondiElimina
  117. Riassumendo si contesta l'articolo di
    Vincent Jauvert, pubblicato su Nouvel Observateur il 22 agosto, e si sostiene che la piscina non è pericolosa anzi il rischio che crolli è in diminuzione costante, e accusa il Nouvel Observateur di pubblicare menzogne

    RispondiElimina
  118. Ottima notizia. A volte l'economia poté più che la radioattività
    http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20120907_06.html
    SM

    RispondiElimina
  119. Ma tu hai letto quando ho detto che ho ritrovato e sogliole giapponesi al supermercato qui?

    RispondiElimina
  120. congratulazioni vivissime! Hai appena vinto la battaglia di Egospotami e con essa la guerra del Peleponneso, e non hai perso nessuna trireme! prenditi un meritato riposo!
    ( ma è risaputo, sei troppo ambizioso per stare con le mani in mano)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_di_Egospotami

    RispondiElimina
  121. no, non l'ho letto. dove?

    RispondiElimina
  122. Ma 800 pesche non sono pochine? :))))

    RispondiElimina
  123. Ho la sensazione (dai grafici) che stiano abbassando il feedwater (bassa pressione alta portata) e alzando il CS (pressione più alta e spray). Che sia una contromossa per gestire queste "impurezze"?
    SM

    RispondiElimina
  124. Saranno 150-200kg. E' un inizio!

    RispondiElimina
  125. Messo nell'ultimo (o penultimo, non ricordo) post alimentare.
    In ogni caso, sallo! :-)

    RispondiElimina
  126. grazie per la traduzione... quel malloppone in francese era veramente troppo.
    questa storia della piscina che cade mi sembra trito e ritrito. anzi credo che venga utilizzato di tanto in tanto dai vari giornali per rinfrescare la paura del disastro.

    RispondiElimina
  127. sugli spray hai tanta perdita di carico (buchini piccoli) e la probabilità che si otturi è molto più elevata. pensa ai soffioni della doccia!


    io spero che abbiano inserito batterie di filtri sulla linea e che possano essere sostituiti senza interrompere il flusso, altrimenti fra un po' addio spray.

    RispondiElimina
  128. Lisandro... Egospotami :-)
    ricordi sopiti.

    RispondiElimina
  129. Kyodo Kyodo


    TOKYO, Sept. 7, KyodoThe government will seek to reduce the country's reliance on nuclear power to 15 percent by 2030 by limiting the operation of existing reactors to 40 years and not allowing utilities to build new ones, a draft paper on its new energy policy showed Thursday.The draft left blank by what year Japan would aim to achieve zero nuclear reliance after 2030, suggesting the issue still needs further discussions within the government and the ruling Democratic Party of Japan.The draft also said the government would scrap the Monju prototype fast-breeder nuclear reactor in Fukui Prefecture and consider abolishing the Japan Atomic Energy Commission, a government panel that has played a key role in setting strategies on the use of nuclear energy for decades.The government is working out its new energy policy in the wake of the Fukushima Daiichi nuclear power plant disaster last year, given that its previous strategy calling for increased reliance on nuclear power will not secure public understanding amid strong concern over nuclear safety.The goal of completely phasing out nuclear power generation is expected to be endorsed at a Cabinet meeting early next week, making it official national policy.In the draft, obtained by Kyodo News, the government said it will use existing nuclear reactors as an important power source in the meantime as long as they have cleared high-level safety standards and have not operated for more than 40 years.But it also said that utilities should not be allowed to build new reactors, while reactors that have cleared safety standards could still be scrapped if the country sees less need to rely on nuclear power, such as by increasing renewable energy supply.By implementing the three principles, the government will reduce the country's nuclear power reliance to below 15 percent by 2030, the draft said.But it remains uncertain whether the 2030 target means the government will push aggressively for a phase-out of nuclear power, because nuclear reliance would fall to 15 percent simply by abolishing the country's 50 reactors in line with the 40-year operational limit.In devising the new energy policy, the government proposed to the public three options for nuclear energy's share of total power generation in 2030 -- zero percent, 15 percent and 20 to 25 percent -- compared with 26 percent in 2010.

    RispondiElimina
  130. E io pago...


    TOKYO, Sept. 7, KyodoThe Japanese government has decided to provide $6 million to the United States and Canada to help pay for the disposal of debris that continues to be washed up on their coasts following the deadly tsunami triggered by the March 2011 earthquake, government officials said Friday.Prime Minister Yoshihiko Noda is set to announce the plan during a meeting with the U.S. Secretary of State Hillary Clinton on the sidelines of the Asia-Pacific Economic Cooperation forum in Russia's Vladivostok, they said.Although there are no international rules on objects washed ashore, countries or municipal governments where such objects end up typically dispose of them at their expense.The government is planning the financial contribution mainly as a return for the support provided by the U.S. army in the disaster-hit region.According to an estimate by Japan's Environment Ministry, about 5 million tons of debris was swept into the Pacific from the three hardest-hit prefectures of Iwate, Miyagi and Fukushima in northeastern Japan. Although 70 percent of it is believed to have sunk in waters off Japan, some 1.5 million tons has drifted much further offshore.Since March, debris has washed up on the west coasts of North America, and more flotsam is expected to arrive from October as a result of the Ocean currents.

    RispondiElimina
  131. piano piuttosto ambizioso ma non credo sia impossibile, specie se gli investimenti sono fatti bene e non sono soldi buttati in incentivi inutili.

    RispondiElimina
  132. Il materiale-gastrite per Roberto finisce sempre nei miei condotti gastrici. Costui, questo vecchietto tirato a lucido che alla fine chiede ovviamente i soldi e che parla con la stessa sicumera della buonanima Jobs nel corso delle sue presentaziono, chiedo a voi: può avere un barlume di ragione?
    Io so per certo che a fine luglio un gruppo misto di 19 elementi AIEA-aziende private, con ingegneri sismici (così dicevano) e specialisti vari (chiamati dalla comunità americana in Giappone, la quale come tutti non si fida di nessuno) si è trattenuto per 2 settimane nella centrale di Onagawa libero di effettuare tutti i controlli che voleva. E il risultato è stato stupore a tutto campo: mai si sarebbero aspettati così pochi danni di fronte a una scossa di tale potenza. Per il gruppo di esperti, Onagawa potrebbe ripartire anche domani senza il minimo problema.

    RispondiElimina
  133. "Dottore, questa ragazza mi sta sfiziando sempre di più... che dice, è grave...?"

    RispondiElimina
  134. http://www.japantimes.co.jp/text/nn20120908f1.html
    Il nostro amicone ha le idee poco chiare.
    SM

    RispondiElimina
  135. Buon fine settimana a tutti! Ho appena pubblicato un aggiornamento fresco fresco. Se volete: http://unico-lab.blogspot.it/2012/09/pulizia-dellacqua-di-raffreddamento.html

    RispondiElimina
  136. Beh dai, direi che gli e` costato qualcosina di piu` scaricare gli aerei della Ronald Reagan a Taiwan, caricare Seaking/Chinook, coperte, cibo e acqua, mandare i reattori al massimo per arrivare in Giappone il prima possibile e far volare gli equipaggi degli elicotteri 24h/24 per qualche settimana. :)

    E poi bisogna farsi perdonare i casini con Okinawa, anche se obbligherei i soldati americani ad uscire dalla base con un MP a testa :)

    RispondiElimina
  137. AnonimaFrancese8 settembre 2012 15:22

    malloppone ? opsss ;.)))

    RispondiElimina
  138. AnonimaFrancese8 settembre 2012 15:23

    ;.) rido epr i tuoi condotti gastrici......ma assieme a Fukushima si è liquefatto anche Roberto per caso?

    RispondiElimina
  139. Due Gundersen a così stretto giro di posta... se non sbaglio è sempre la stessa tesi, quella del terremoto (oltre 6+, altrimenti nisba) che fa crollare R4 come un castello di carte, no?

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...