Cerca nel blog

Loading

26 agosto 2012

Occhio al prezzo!

Ieri sono andato a fare la spesa con mia moglie. E questa già di per sé sarebbe una notizia! Fortuna vuole che la mia Tata non mi obbliga a seguirla nel girone infernale in cui si trasforma il supermercato il sabato pomeriggio. Però ieri non avevo proprio nulla da fare e un amico mi aveva chiesto di guardargli il prezzo di un hard-disk esterno, così ho fatto anch'io il viaggio dantesco.

Stiamo facendo acquisti infilando la spesa settimanale nel carrello insieme ai due bambini, quando mia moglie prende una confezione 4 x 1.5L di coca cola reclamizzata da un cartello con scritto "Coca + Borsa termica solo 9 €". Intervengo per dire, ma non ti sembra un po' caro? E lei mi da ragione confermandomi che si era lasciata ingannare dal cartello che sembrava proporre una gran offerta. Così andiamo nella corsia delle bibite e troviamo la stessa identica confezione da 4 x 1.5 L a 3.91 €.  Perfetto, va che bel risparmio solo per aver preso il pacco da un'altra posizione.


Arriviamo alla cassa self-service e per ultimo passiamo la confezione di coca cola e rimaniamo stupiti dal prezzo: 6.68€. Ma come è possibile... io che ho una bella faccia di tolla chiedo spiegazioni alla signorina responsabile delle casse self-service. Mi dice che le sembra strano, che probabilmente ho sbagliato a leggere e così chiedo di poter andare a verificare. Torno in corsia e scatto una foto sicuro che l'avrei convinta, invece lei mi risponde che non si vede cosa indica la freccia rossa verso il basso - non le interessa che ci sia scritto "Coca pacco da 4 6 litri" - mi dice che deve mandare un inserviente del reparto e se io posso mostrargli da dove ho preso il pacco. Così torno alla corsia per la terza volta e lui, l'inserviente, finalmente mi da ragione, ma nemmeno lui è completamente nel torto. Infatti sul bancale indicato dalla freccia ci sono pacchi di coca cola da 6.68€ e altri da 3.91€, la differenza sta nel fatto che quelli economici avevano la scritta "Pacco Scorta" sulla plastica esterna. Sì avete capito bene, quella scritta gialla equivale a circa 3 euro di sconto.

Tutto è bene quel che finisce bene? Non ancora! Visto che ormai il pacco caro era già stato pagato, dovevo chiedere il rimborso alla cassa centrale, rientrare al magazzino e acquistare la confezione economica, e rifare la cassa. Operazione macchinosa che avrebbe disincentivato chiunque, ma non certo me!

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

23 commenti:

  1. Ma non ha fatto lo storno e ti ha fatto rifare tutto il giro?
    Quando si sbagliano - può capitare - annullano semplicemente il prezzo passato e lo ripassano, al limite a mano.

    RispondiElimina
  2. aauhauhauh GRANDE! si deve fare cosi! e` l'unico modo per uscirne vivi!

    RispondiElimina
  3. no, forse perché eravamo ad una cassa self service. ad una cassa normale probabilmente non me ne sarei accorto perché non è così facile notare il prezzo.

    robe da matti!

    RispondiElimina
  4. ahh...
    Guarda, io ho imparato una cosa. Qui da me hanno la maledetta abitudine di non mettere i cartellini bene in corrispondenza del prodotto, in più spesso sono tutti prodotti simili. All'inizio ci siamo fatti fregare, ma ora ho capito: guardo il codice sul prodotto e lo cerco in mezzo ai cartellini del prezzo. Non è sempre veloce come cosa, ma quando hai dei dubbi...
    C'è anche da dire che ci sono delle postazioni automatiche dove passi il prodotto (come alla cassa) e ti dice il prezzo. Comodo anche quello.

    Bravo in ogni caso!

    RispondiElimina
  5. mamoru_giappopazzie26 agosto 2012 10:30

    Ma il codice a barre era lo stesso? Probabilmente se veniva prezzato in due modi diversi era perche' i barcode erano differenti.

    Sara' che io sono paranoico e controllo i codici associati al prodotto per sicurezza, quando ci sono delle offerte in ballo... =)

    RispondiElimina
  6. il barcode era differente, è così che l'inserviente mi ha dimostrato di non avere completamente torto. dovrebbero fare una bella applicazione per cellulari, così leggi il codice a barre e ti dice il prezzo. però temo che non funzionerebbe, perché subito dopo, io metterei insieme una super app (che venderei a 0.99€ e farei un sacco di soldi) che per ogni prodotto che passi confronta i prezzi tra i vari supermercati della zona...

    RispondiElimina
  7. potrebbero installarlo nei supermercati, come qui in alcune catene...
    Il punto è che sospetto che ci marciano un po' sulla cosa.

    RispondiElimina
  8. Vedi? Quello che dicevo anche io più sotto...

    RispondiElimina
  9. anche nel supermercato dove siamo andati ieri c'è il sistema per la visualizzazione del prezzo, però è un po' troppo sbattimento dover andare a verificare ogni prezzo "sospetto"

    RispondiElimina
  10. mamoru_giappopazzie26 agosto 2012 11:22

    di solito controllo sulla confezione che le ultime cifre del codice a barre corrispondano a quelle sul cartellino del prezzo del bancone (nel caso della foto sopra una roba tipo 516869): il bello del codice a barre e' che viene trascritto anche numericamente.

    RispondiElimina
  11. Dalle mie parti che un supermercato Auc**n in cui all'ingresso ti danno una specie di lettore ottico. Te fai la spesa e man mano gli fai leggere ogni prodotto e, quando vai alla cassa, devi solo "scaricare" il file con la tua spesa e pagare.

    Il problema della tua app è che risparmieresti si sulla spesa ma al tempo stesso spenderesti un capitale in benzina!=)

    RispondiElimina
  12. e si può rimuovere un elemento dalla spesa? e non c'è nessun tipo di controllo?

    le "mie apps" sarebbero l'inferno sulla terra dovendo passare tutto il fine settimana a girovagare per i centri commerciali.

    RispondiElimina
  13. Due cose riguardo all`Axchan citato da Daniele, di cui la seconda fara` ridere Mamorino prima degli altri grazie alle sue conoscenze nipponiche.

    La prima: un bel giorno vado all`Auxxxn prendo un pacco da 6 lattine di coca ed arrivato alla cassa, davanti alla cassiera inizio a tirare fuori una lattina dopo l`altra e mi fa faccia spiritata che non nascondeva affatto che mi riteneva pazzo.
    Qualche secondo perche` riprenda il controllo e ritrovando una voce quasi gentile mi dice "guardi che cosi` paga di piu`".
    Io le dico "lo vede il totale delle 6 lattine? Ora passi il codice a barre della confezione da sei [ che io avevo aperto senza rovinare il codice] e mi dica cosa costa di meno".
    Dopo aver fatto un faccione da cui uscivano 300 "out of memory error" e 6000 punti di monanda mi dice balbettando "ha ragione".

    La seconda: stavo chiacchierando con l`allora GF nipponica via skype e le avevo detto, tra le altre cose, che ero andato all`Axchan [ e gia` qui Mamorino avra` dei sospetti], la chiacchierata continua ccon lei che diventa sempre piu` nervosa finche` non esplode con un "E chi e` questa xx-CHAN con cui sei uscito?".
    Ecco a voi la prima nipponina gelosa di una catena di distribuzione!
    Nota per chi ancora non lo sa: il suffisso -chan in giapponese si usa per bambine/ragazzine dopo il nome, ma per estensione si usa come vezzeggiativo anche per i maschi, da cui ad esempio KUMACHAN, l`orsetto.

    RispondiElimina
  14. Sono andato una sola volta e da quello che ho capito si va molto sulla fiducia. All'uscita hai una cassiera che ti guarda e ti fa pagare, un pò come le casse self-service dove il supermercato fida che te passi tutto.
    Ovvio, se esci con 1 carrello pieno e poi paghi 70€ possono chiederti di controllare!

    Le tue apps verrebbero proibite in quanto crimine contro l'uomo!

    RispondiElimina
  15. Ma scusa, per quale oscuro motivo hai disfato la confezione?
    Il pacco è anche più comodo da trasportare!

    RispondiElimina
  16. Per fare impazzire la cassiera!
    Non ho aneddoti da raccontare sulle casse di lattine, se non che una cassiera di una per vedere quante lattine c'erano in uno scatolo di 6x4 lattine aperto dal lato di sopra, le ha contate una per una. Vabbé che non ti fidi di me che ti dico 24, ma almeno 6x4=24 invece di contarle...

    RispondiElimina
  17. ed io gli devo dare un euro in piu` per tenermi il pacco?
    Col piffero

    RispondiElimina
  18. mi fa scompisciare dal ridere come disqus abbia interpretato il tuo tag nota!

    RispondiElimina
  19. Pardon, avevo letto male!
    Complimenti per l'astuzia! =)

    RispondiElimina
  20. ahah, non devo usare le parentesi angolari in disqus, ma ogni tanto lo dimentico...

    RispondiElimina
  21. Davvero? Cioé non c'è nessuno vicino le casse automatiche che controlla cosa fai?
    Da Leclerc qui ci sono, anche se sono là per assistenza (non ci crederete alla gente che si impappina alle casse automatiche)

    RispondiElimina
  22. Si, ci sono. Hai presente le casse automatiche dove c'è una pseudo-cassiera che fa presenza e aiuta chi si perde via? Ecco, è qualcosa di simile..
    Quelli che si impapinano durante le giornate di pieno li metterei al muro tipo esecuzione! Se non sei capace vai nella cassa normale, diamine! =)

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...