Cerca nel blog

Loading

23 marzo 2012

Ecco cosa voglio fare da grande

Ho finalmente trovato il posto di lavoro dove realizzare i miei sogni di infanzia. E' un cantiere. Un cantiere navale, di quelli in cui ti perdi anche con la bussola e il navigatore satellitare. Con un carroponte (sono fissato con i carroponti!) gigantesco e con mille e mille colleghi tutti in divisa. Voglio un collega con le orecchie a punta, uno pallido e uno con degli occhiali strani. Voglio turbo ascensori, sale relax con realtà virtuale e macchinette del caffè proprio speciali.

Questo posto esiste e lo vedete nella foto qui sotto:


ps. a parte gli scherzi, se la Newport News Shipbuilding volesse assumermi,
non mi dispiacerebbe affatto!

Vi starete forse domandando il perché di questo post inutile... è presto detto: oggi è il mio compleanno e, più che grande, sto diventando vecchio!

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

8 commenti:

  1. Se ti piacciono i carroponte c'è questo: 

    http://www.panoramio.com/photo/6473390 
    è una foto che ho fatto anni fa a Baikonur, basato su un carroponte navale, serviva per tirar su il Buran (versione russa dello shuttle) ed il vettore Energia http://en.wikipedia.org/wiki/Buran_(spacecraft)Un solo volo nell'89, da allora la rampa di lancio arrugginisce... Nella configurazione sulla carta con 8 booster laterali invece di 4 Energia avrebbe potuto mandare 100tonnellate... su Marte.
    Auguri!

    RispondiElimina
  2. AnonimaFrancese23 marzo 2012 13:43

    Oh Signur............ci mancava anche questa adesso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! tata.........ti stiamo accanto di cuore....secondo me solo una botta in testa sortirebbe qualche blando effetto............ forse ;.))

    RispondiElimina
  3. (Marco mi sono permesso di correggere il link alla wiki).

    Sapevo dell'esistenza di Buran come clone dello Shuttle, ma dalla scheda Wiki sembra addirittura essere molto meglio. E' un peccato che sia andato a finire schiacciato in quel modo specie adesso che senza Shuttle avrebbe una parte da assoluto attore protagonista. 

    La mia passione per i carroponti nasce in vacanza a Marina di Carrara dove nel porto ci sono questi mostri che caricano/scaricano i blocchi di marmo e con mio stupore ne posizionano uno solo per ogni camion non tanto per il volume, ma per il peso! 

    RispondiElimina
  4. be scusa a chi non piacerebbe lavorare in quel cantiere? se poi mi assumono, mi farei pure dare una botta in testa (con il martello di gomma piuma di carnevale...)

    RispondiElimina
  5. Buran era meglio, aveva i motori anche al rientro, cosa che gli consentiva il rientro automatico.
    Comunque il concetto Shuttle era fallimentare: NON mandi cargo e gente insieme (unica eccezione Apollo). Quando i russi videro il progetto dello shuttle dissero "ma che è 'sta str....", ma il kgb convinse il governo che lo shuttle usa sarebbe stato usato epr lanciare bombe nucleari. E quindi pure i russi svilupparono la loro versione.... c'è una città abbandonata a Baikonur dove stavano tutti gli sviluppatori del programma

    RispondiElimina
  6. Augurissimi !


    http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=QET80Slc3pQ

    RispondiElimina
  7. ma che bello! non lo avevo mai visto! grazie!

    RispondiElimina
  8.  ...ma povero shuttle:-)  ...
    A parte che i sovietici cercavano di duplicare tutto quello che si faceva in occidente (di solito maluccio), non mi sembra che il concetto di shuttle fosse poi così fallimentare. Veicolo riutilizzabile e multifunzione.... che poi si stato utilizzato per fare di tutto, con conseguenti rischi eccessivi e inevitabili disastri, è un altro discorso.
    Comunque senza shuttle non avrebbero mai riparato il telescopio Hubble, ad esempio, per non parlare della ISS.
    Guarda come si è ridotta adesso la NASA... averli gli shuttle!!!!
    Un saluto

    Drugo

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...