Cerca nel blog

Loading

2 dicembre 2011

L'azoto, il fondo marino e il plutonio sopra il reattore 3


Una settimana molto intensa, almeno dal punto di vista delle comunicazioni da parte di TEPCO che ha rilasciato il documento riassuntivo circa lo stato presunto delle condizione del corio nei reattori dall'1 al 3. Abbiamo preparato un articolo di approfondimento proprio su questo argomento, che se ancora non avete letto vi consigliamo di fare. Abbiamo preparato anche un altro articolo di approfondimento circa la metodologia che TEPCO sta mettendo in atto per la stima delle nuove emissioni dei reattori.

La settimana scorsa ci siamo lasciati con i contenitori di pressione (RPV) da cui si voleva estrarre l'idrogeno contenuto e possibilmente sostituirlo con azoto. Come misura iniziale avevano diminuito la portata del raffreddamento in modo da aumentare la temperatura e la frazione di vapore contenuta nel nocciolo. Questo in attesa di individuare una penetrazione utilizzabile, ovvero un tubatura di servizio, normalmente utilizzata per altri scopi, raggiungibile dall'esterno del contenimento primario e possibilmente in una zona con rateo di dose non troppo elevato che possa essere utilizzata per questo nuovo scopo. Per tutti i reattori è stata scelta la cosiddetta head spray line, ovvero una linea che porta fluido di raffreddamento alla parte superiore dell'RPV.

Nei giorni scorsi, si è provveduto ad installare le tubazioni necessarie e quindi è stata iniziata l'iniezione diretta di azoto anche nei contenitori di pressione. L'operazione, dopo un inciampo tecnico iniziale per l'unità 2, sembra procedere secondo i piani e al fine di mantenere costante la percentuale di idrogeno in uscita viene variata anche la portata di idrogeno verso il PCV e - solo per il numero 2 - anche la quantità di gas che viene estratto dal sistema.

E' possibile che nei prossimi giorni, vengano rialzate le portate del raffreddamento in modo da riabbassare le temperature ai valori di una decina di giorni fa. Vi ricordiamo che ogni giorno, i grafici con i parametri principali dei reattori vengono aggiornati e che sono disponibili sulla nostra piattaforma: www.grafici-reattori.tk

Sempre relativo alla temperatura, proprio una settimana fa, un duplice guasto a sensori termici della seconda unità aveva fatto pensare a qualcosa di inaspettato in corso. I tecnici continuano a monitorare la situazione su altri sensori posti in punti equivalenti. Da notare come il primo dicembre la temperatura della parte bassa del reattore 2 abbia perso 7 gradi rispetto alla precedente rilevazione.  Se in generale, una diminuzione della temperatura è un aspetto positivo, questa brusca variazione, apparentemente non correlata con nessuna variazione dei parametri di raffreddamento, lascia alcuni interrogativi aperti.

Una parola anche per la piscina del reattore 2, che a causa di un guasto al sistema di raffreddamento, ha visto aumentare di qualche grado la sua temperatura. Nulla di eccezionalmente grave e TEPCO è riuscita a gestire questo guasto anche se i lavori hanno subito un ritardo di un giorno a causa di mancanza di pezzi di ricambio sul sito. In vista di una maggiore stabilizzazione delle condizioni dell'impianto, sarebbe opportuno prevedere di avere sempre disponibili parti di ricambio per gli elementi critici. 

La contaminazione del fondo del mare

Per molti giorni, durante il live blogging e anche oltre, abbiamo tenuto sotto controllo lo stato di contaminazione dell'acqua del porticciolo di fronte alla centrale, sia nel canale antistante i quattro reattori sia all'esterno. Quest'acqua è quella con la più alta concentrazione di contaminanti perché dopo la forte perdita dal reattore 2 sono stati installati dispositivi di contenimento che anche se non con una efficienza del 100% hanno comunque contribuito parecchio a confinare le emissioni in mare aperto. Vi riportiamo entrambi grafici, sia quello della contaminazione dell'acqua in Bq/L sia quello della contaminazione del fondo marino in Bq/kg (abbiamo ruotato la grafica del fondale per allinearla con quella dell'acqua).


La situazione più critica è all'interno del canale, dove il radiocesio totale supera anche abbondantemente il MBq/kg (1MBq = 1 milione di Bq). Appena fuori dal canale la situazione migliora velocemente fino ad arrivare a circa 10 kBq/kg (1 kBq = mille Bq) all'imbocco del porto.
Nei prossimi giorni, dovrebbero arrivare i risultati delle analisi isotopiche complete, in particolare i beta e gli alfa totali per questi campioni di suolo marino. Come ci ha fatto notare il commentatore SM il rapporto tra i due isotopi del cesio è in buon accordo con il loro decadimento. Infatti, all'inizio erano presenti in quantità pressoché identiche, diciamo in rapporto 100 a 100, ma essendo il tempo di dimezzamento del cesio-134 di soli 2 anni comparati ai 30 dell'isotopo 137, ora il rapporto è di 98 a 78. Potete rifare il conto del dimezzamento utilizzando il nostro calcolatore di radioattività, mentre con una semplice calcolatrice potete verificare che le il rapporto tra cesio-137 e 134 è sempre molto vicino a 1.26.

Misure di plutonio e stronzio sopra i reattori

Se nell'articolo di approfondimento abbiamo visto come TEPCO stima le nuove emissioni in particolare di cesio e gas nobili radioattivi, questa settimana ci hanno anche comunicato le misure di plutonio e di stronzio effettuate nella parte alta dei tre reattori, sia come elementi volatili sia come particolato. Nella tabella qui a lato vedete i valori misurati di plutonio. Notate che per tutti i reattori la misura di plutonio volatile è al di sotto dei limiti di rivelabilità, mentre per il reattore 3, in uno dei due punti di misura, è stato trovato del plutonio in forma di particolato. Si parla di 28 milliBq/m3 di aria (1 milliBq è un millesimo di Bq) quindi un valore piuttosto basso, venti volte inferiore al valore limite per i lavoratori esposti alle radiazioni. E' si basso, ma avremmo onestamente sperato fosse nullo, perché specie quando in aria e inalato tende ad accumularsi all'interno dei polmoni. Vista l'esiguità delle emissioni di fatto non mette in pericolo i Giapponesi della prefettura di Fukushima, ma è un'ulteriore fonte di rischio per i lavoratori della centrale. Il plutonio potrebbe provenire dagli elementi di combustibile danneggiati contenuti nella piscina o da quelli contenuti nel nocciolo e visti gli attuali valori molto ridotti potrebbe essere una ridiffusione di plutonio che è stato esposto durante l'esplosione di metà marzo.

I risultati per lo stronzio sono disponibili in fondo a questo PDF e in questo caso è stato rivelato in forma di particolato sopra a tutti e tre i reattori. Anche in questo caso i valori sono almeno un centinaio di volte inferiori al limiti per l'inalazione da parte dei lavoratori esposti.

La situazione dell'acqua 

Breve nota conclusiva sulle quantità di acqua altamente contaminata e del sistema di trattamento. 
I dati sono ben rappresentati nella tabella riassuntiva e nello schema grafico a lato. La previsione per questa settimana è stata mantenuta e persino superata diminuendo di un centinaio di metri cubi il totale di acqua contaminata stoccata sul sito.


Settimana precedentePrevisione per questa settimanaSettimana presentePrevisione per la settimana successiva
Acqua nei reattori + turbine78 64078 90077 05076 170
Acqua nello stoccaggio10 920 11 860 12 42013 180
Totale 89 56090 760 89 47089 350


Le note in piccolo
clicca qui per leggere la lista completa con gli avvenimenti

27/11/2011:
  • Si è verificato un errore umano nel sistema di raffreddamento della piscina del reattore 3. Lo scambiatore di calore non riceveva acqua fresca perché la valvola era chiusa. Se ne sono accorti questa mattina e hanno subito rimediato il problema, ma è sintomo che ancora tutti gli automatismi per la gestione dell'impianto incidentato non sono ancora ben oliati.  (fonte
  • * As of 5:00 pm on November 26, the indicator of the gas temperature of Suppression Chamber of Unit 2 read 52.7°C, but at 11:00 pm on the day we confirmed that it read "Overscaled" (digital recorder). Then, as of 5:00 am on November 27, it read 102.6°C. Though the readings were not stable, as there were no significant changes or variations in the temperatures of the same types of 2 thermometers and the pool water in Suppression Chamber, we have been investigating the causes for this event including the possibility of malfunction of the measuring instruments.

    * The indicator for the inside of the Primary Containment Vessel (Drywell) of Unit 2 (base line temperature of the air conditioning unit, local cooling equipment) read 78.2°C as of 5:00 am on November 27 but at 6:50 am on the day it was confirmed that it read approximately 84°C, increasing in a staircase pattern. On the other hand, it was also confirmed that the temperature changes of the bottom of the Reactor Pressure Vessel and the water in the pool of the Suppression Chamber were smaller than that of the inside of the Primary Containment Vessel (Drywell) and that there was no significant change in the temperature.  Now we have been decreasing the flow rate of water injection as shown in  the below and therefore it is expected that the temperature inside the  Primary Containment Vessel will rise, but, as the line of which temperature rose in a staircase pattern was only one line of the five lines and the rest of the lines did not show the same changes, we have been investigating the causes for this event, including the possibility of malfunction of the measuring instruments. We will continue to monitor the temperatures.


    Riassumendo. Un termomemetro della S/C del reattore 2 ha cominciato a segnare temperature alta a partire da ieri sera e oggi continua ad essere oscillante. Dovrebbero esserci altri due termometri nello stesso sistema e non hanno segnato nulla di strano.

    Un altro termometro nella D/W ha iniziato a mostrare uno strano comportamento, con una crescita a scalini indicazione di qualcosa che non funziona. L'aumento della temperatura è legato all'aumento anche nel RPV (grafico).

    Per il momento non griderei allo scandalo e nemmeno che ci stanno nascondendo qualcosa, però va sicuramente monitorata la situazione per capire se si tratta di uno o due termometri rotti, o qualcosa di diverso.
    28/11/2011:
    • Non ci sono aggiornamenti circa la situazione dei termometri. Sembra che non sia stata individuata una vera e propria causa di guasto.
    29/11/2011:
    • Terminata installazione dei sistemi per l'iniezione dell'azoto in RPV nei reattori 1 e 2. Si sta lavorando sul numero 3. A questo punto si potrebbe riprendere ad aumentare la portata dell'acqua di raffreddamento, se lo ritengono opportuno. (fonte)
    • Aggiunto al sistema di depurazione dell'acqua della piscina 4.
    30/11/2011:
    • Ecco gli schemi e le foto di dove verranno collegate le linee con azoto per i tre RPV. 
    • Iniziata iniezione di azoto in tutti e tre gli RPV. (link)
    • Rilasciata da TEPCO l'analisi del possibile stato del corio nei reattori 1, 2 e 3. Ecco un approfondimento.
    1/12/2011:
    • Rilasciato nuovo video su come vengono monitorare le radiazioni all'interno dell'impianto di Fukushima I


    ----
    Clicca qui per il più recente aggiornamento tecnico su Fukushima

    Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

    Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

    Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

    A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

    196 commenti:

    1. ci trasferiamo qui ?

      RispondiElimina
    2. per me va bene. il caffè lo porto io! ma adesso scappo a letto! a domani...

      RispondiElimina
    3. Grazie per la rassegna stampa! Diciamo che ho solo abbandonato i geroglifici solo dopo le prime 100 pagine... :)

      Sono sempre interessato quando sento parlare di reattori veloci (integral fast reactor) perché sono proprio una buona soluzione ai problemi di approvvigionamento del combustibile e del suo smaltimento. In pratica potresti pensare di usare e riusare lo stesso combustibile quasi in eterno. Ci vorrebbe ricerca seria (leggi investimenti di soldi) in questa direzione per spianare tutti i problemi di sicurezza e renderlo una soluzione fattibile. Incidentalmente, la Cina ha recentemente collegato alla rete il suo primo IFR.

      RispondiElimina
    4. Carissimi, per augurarvi un buon weekend, ho preparato una nuova playlist con i video di TEPCO circa il monitoraggio delle radiazioni sul sito di Fukushima.
      La trovate qui:
      http://www.youtube.com/playlist?list=PL9B93B7ED7D4527A6

      RispondiElimina
    5. Grazie Toto per la risposta esauriente.Invece se il corio penetrasse nel sottosuolo sarebbe impossibile decontaminare tutto?A quel punto la contaminazione sarebbe gigantesca?Però com'e possibile che dopo nove mesi il corio stia ancora "mangiando il cemento armato?Non dovrebbe aver perduto forza ed essersi fermato?Anche perchè non ci sono più segni di reazione nucleare giusto?Scusami ma io parlo da profano sono uno storico non un fisico!

      RispondiElimina
    6. Se penetrasse nel sottosuolo, le operazioni di decontaminazione sarebbero più difficili. Non si potrebbe escludere che le acque sotterranee si inquinino e di conseguenza, vista la disposizione dell'impianto, trasportino tutto a mare. Le misure effettua fino ad ora sull'acqua subsuperficiale hanno, secondo i tecnici, sempre dato esito negativo, a conferma che non sono venute in contatto il combustibile fuso.

      Io personalmente dubito che il corio stia ancora effettivamente mangiando cemento. Nove mesi fa, il corio aveva una potenza residua molto più grande di adesso e, se ha veramente fuso barre di controllo, elementi di contenimento, acciaio e cemento si è inevitabilmente "inquinato" perdendo la densità di potenza per continuare a "mangiare".

      Non ci sono segni evidenti di reazioni a catena, ovvero di fissioni autosostenute. In termini tecnici, si dice che il reattore non è critico e "neutronicamente" spento, anche se continua a produrre calore a causa delle radiazioni. Purtroppo non possiamo fare altro che aspettare e costruire protezioni aggiuntive (come la barriera per l'acqua) che non saranno certo definitive, ma permettono di guadagnare tempo per risolvere il problema in modo differente.

      RispondiElimina
    7. Grazie mille.Concordo,per quello che vale,con te!

      RispondiElimina
    8. AnonimaFrancese3 dicembre 2011 19:15

      un bel vento sulle web che non guardiamo piu http://pon.bex.jp/all2.html

      e qui un allora analisi di Pierre Fetet sul combustibile http://fukushima.over-blog.fr/article-centrale-nucleaire-de-fukushima-daiichi-toutes-les-donnees-sur-les-reacteurs-et-les-combustibles-74272123.html

      RispondiElimina
    9. AnonimaFrancese3 dicembre 2011 19:27

      toto non c'ero in questi giorni...hai avuto la traduzione del PDF in Giapponese sullo stato dei reattori perche altrimenti forse ho qualche cosa...

      RispondiElimina
    10. AnonimaFrancese3 dicembre 2011 19:28

      http://www.world-nuclear-news.org/RS_Earthquake_not_a_factor_in_Fukushima_accident_0212111.html Earthquake not a factor in Fukushima accident02 December 2011

      RispondiElimina
    11. AnonimaFrancese3 dicembre 2011 20:09

      si va bene.........la solita toto-fregatura....lo sappiamo che anche li abusi del caffè della mensa ...AVARO!!!!!!!    ;.)

      RispondiElimina
    12. AnonimaFrancese3 dicembre 2011 21:11

      ecco Ste ha colpito....ancora......;.)

      RispondiElimina
    13. il caffè si prende in caffetteria e non in mensa... e solo di recente, quegli avari davvero del servizio ristorazione, sono passati dall'Illy ad una marca sconosciuta!

      RispondiElimina
    14. Ho messo un approfondimento a partire da tutti gli altri articoli che mi avete segnalato e da cui sono riuscito ad ottenere il massimo delle informazioni.
      http://unico-lab.blogspot.com/2011/11/stato-del-corio-nei-tre-reattori-di.html

      In più, nonostante TEPCO abbia cambiato il look al sito web, sono riuscito a trovare il video in Giapponese della presentazione del documento, ma non può essere scaricato e nemmeno linkato facilmente. Domani mattina mi invento un qualche trucco...

      RispondiElimina
    15. Un altro passo verso il cold-shutdown. Iniziare la pulizia come difesa civile sembra significare che è passato il concetto delle nuove emissioni al di sotto della soglia stabilita.
      http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20111204_06.html
      SM

      RispondiElimina
    16. a proposito del report di TEPCO, credo che in quest'altro articolo si esprimono opinioni interessanti e a mio parere condivisibili.
      http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/T111203003438.htm

      RispondiElimina
    17. Non senza fatica, sono riuscito a recuperare e caricare sul tubo i video della conferenza stampa in cui è stato presentato lo stato dei noccioli.
      Prima parte: http://www.youtube.com/watch?v=vaY8cIF70Y0
      Seconda parte: http://www.youtube.com/watch?v=EhptBw6bAe8
      Documento: http://www.tepco.co.jp/nu/fukushima-np/images/handouts_111130_07-j.pdf

      RispondiElimina
    18. AnonimaFrancese4 dicembre 2011 14:45

      Roberto........? teh: http://fairewinds.com/ l'amico Gundersen...........;.)

      RispondiElimina
    19. AnonimaFrancese4 dicembre 2011 15:09

      acqua radioattiva in fuga : http://fukushima-diary.com/2011/12/220t-of-highly-radioactive-water-leaked-and-a-part-of-it-leaked-to-the-sea/#.Ttt3ns1ErHo.facebook

      RispondiElimina
    20. Meglio ancora: fonte TEPCO.
      At 11:33 am on December 4, workers found that there was puddle water
      inside the barrier around the evaporative condensation apparatus (the
      estimated volume of water was approx. 45 m3). At 11:52 am, we stopped
      the apparatus, and at 12:14 pm, workers made visual inspection of the
      apparatus and the leakage seemed stopped. After that, we conducted
      investigation and at 2:30 pm, we found crack in the barrier made of
      concrete and water was leaking to the gutter (surface dose rate of
      leaked water: beta ray 110 mSv/h, gamma ray 1.8 mSv/h). We are
      considering emergency response to stop leakage of water to the outside
      of the barrier. In the meantime, the water desalination apparatus
      (reverse osmosis membrane type) is continuing operation. As we have
      sufficient volume of desalinated water, there is no impact on the
      Reactor water injection.

      RispondiElimina
    21. AnonimaFrancese4 dicembre 2011 15:22

      spiritoso eh ?  ;-)))

      RispondiElimina
    22. no :)

      era per dire che la notizia è vera, c'è una perdita (ora arrestata) e l'acqua è uscita dal contenimento stagno. Quest'acqua dovrebbe avere già il cesio rimosso, però sappiamo che il sistema non è efficace per lo stronzio. Cosa supportata dai dati e anche dalle misure di dose (alte per i beta, basse per i gamma).

      l'acqua potrebbe non essere direttamente finita in mare, ma vista la distanza dalla centrale ci arriverà prima o poi.

      RispondiElimina
    23. ho messo un articolo di approfondimento sulla perdita d'acqua:
      http://unico-lab.blogspot.com/2011/12/perdita-dal-sistema-di-decontaminazione.html

      RispondiElimina
    24. AnonimaFrancese4 dicembre 2011 17:23

      visto toto.....;.)

      RispondiElimina
    25. no-buono, no-buono.

      L'acqua corre, va immobilizzata al più presto. Probabile che la ripomperanno nell'impianto recuperandone il grosso.

      Vedete che i lavoratori dei subcontractors servono, speriamo smettano di licenziarli e ne facciano lavorare di più.
      SM

      RispondiElimina
    26. Grazie mille, AF!

       Niente di eclatante, vedo... deludente! :-)
        Chissa' se un giorno tornera' ad analizzare le sue faloppe, tipo la previsione di una gravissima contaminazione da plutonio a causa del MOX di Fukushima?

        Roberto

      RispondiElimina
    27. AF! Il secondo link non funziona! Ripostalo, per favore.

        Grazie.

        Roberto

      RispondiElimina
    28. Un piccolo commento sull'articolo di Liberation... non so se l'avete letto, avete notato la sconnessione fra il CONTENUTO dell'articolo ed I COMMENTI dei lettori?
        Come se fosse stato scritto l'esatto contrario: l'IRSN (il miglior istituto di radioprotezione al mondo) diventa un branco di incompetenti al soldo della solita, famigerata lobby nucleare.
        Le tonnellate di combustibile si moltiplicano, le piscine scoppiano, e Tsukuba e' a rischio di famigerate particelle alfa... che dire?... vale la pena di spiegare le cose per bene alla "gente comune" quando un bel paio di slogans di Sortir Du Nucleaire o Greenpiss li convince senza colpo ferire, in due nanosecondi?

        Fine commento OT, passo e chiudo.

        Roberto

      RispondiElimina
    29. Ciao:
        a domanda rispondo... :-)

        Una proposta irlandese per il vento, la trovo molto affascinante
      http://www.youtube.com/watch?f...

        Creare immensi (perche' tali dovrebbero essere) LAGHI SALATI sulla terraferma... non mi sembra una buona idea... cosi', su due piedi, per non parlare dei costi del kWh generato.

      -------------------
      Gemasolar
      è l'unico impianto commerciale che utilizza una tecnologia basata
      sull'archiviazione   di calore in sali fusi, il che consente
      di continuare a produrre energia elettrica fino a tarda notte. 
      una joint venture tra Masdar  di Abu Dhabi e SENER  , leader ingegneria spagnola 
      http://www.torresolenergy.com/...
      -------------------
        Non e' l'unico: ce n'e' uno anche in Italia (a Priolo, credo) e comunque ce ne sono stati in funzione per decenni negli USA e in Francia... se questi due paesi NON ne hanno utilizzati, un motivo forse c'e'?
        Ah... dimenticavo la solita "lobby nucleare" che ha bloccato tutto... :-)

        Comunque, Giovanna: la centrale che si vede nella bella foto che hai linkato produce quasi nulla, in termini elettrici, occupa un'area grandissima, ed ha il costo del kWh associato che e' fra i piu' alti del pianeta.
       Inoltre, il solo potassio-40 contenuto nelle decine di migliaia di tonnellate dei sali fusi utilizzati per produrre di notte, equivale ad svariati Sv di attivita' (cito a memoria, non ho tempo ne' voglia di rifare i conti). Ovviamente nessuno se ne preoccupa, perche' i raggi gamma emessi dal K-40 fanno bene alla salute, sono solo quelli del Cs-137 che sono nocivi... :-)

        Ciao.

         Roberto

      RispondiElimina
    30. AnonimaFrancese4 dicembre 2011 21:42

      Tepco dice che le fogne comunicano con il sottosuolo e il mare (video) http://fukushima-diary.com/2011/12/tepco-admitted-water-leaks-into-the-ground-and-sea-straightly/

      RispondiElimina
    31. occhio che è una conferenza stampa prima della perdita d'acqua ed l'articolo è un po' la scoperta dell'acqua calda. L'acqua nei tombini sale quando piove e poi si abbassa quando smette.

      RispondiElimina
    32. AnonimaFrancese4 dicembre 2011 22:04

      ohhhhhhhhhhhhhh il nostro canale TBS ;.) http://www.youtube.com/user/tbsnewsi#p/l/24eGVuK4G4M

      RispondiElimina
    33. brava ho aggiornato anche il nostro articolo webcam

      RispondiElimina
    34. Buon giorno e buona settimana a tutti! 

      Guardate qui per un rapidissimo aggiornamento sulla situazione della perdita d'acqua. 
      http://unico-lab.blogspot.com/2011/12/perdita-dal-sistema-di-decontaminazione.html#update1

      RispondiElimina
    35. Davvero? Ignoravo che il potassio fosse tanto pericoloso... Comunque un laghetto piccolino in un posto incoltivato e incoltivabile me lo potevi anche concedere, no? Ma tu sei un duro e un puro, non mi vuoi dare nessuna soddisfazione :) 
      Ho una buona notizia per te
      http://blogs.nature.com/news/2011/12/eu_deal_cuts_iter_12_billion_d.html

      P.S . Ti ricordi a proposito dell'isola greca avevi detto "Investono 8.9 milioni di Euro per dare elettricita' ad una popolazione di 300 persone!!! " ? Bene si sono spesi 5 milioni di euro  per ristrutturare e lastricare con cubetti di porfido rosso la piazza centrale della città in cui abito, per  questo gli 8 non mi erano sembrati troppi. 
      Ciao

      RispondiElimina
    36. Proposta: buttiamo tutto a mare
      http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201112050004

      RispondiElimina
    37. Decontaminazione ad alta pressione
      http://www.japantimes.co.jp/text/nn20111205a1.html
      Da 16 μS si scende ai 9 dopo 20 minuti di lavaggio, sono risultati positivi o no?

      RispondiElimina
    38. Giovanna, credevo abitassi ancora in Grecia... manco abitassi a Mosca con la sua Piazza Rossa per costare 5 milioni i cubetti di porfido.

      ps. sapete che ho rischiato di essere arrestato sulla Piazza Rossa? Era il mio primo giorno in Russia e già mi vedevo trasferito in Siberia...

      RispondiElimina
    39. Eppure Toto è così, la solita storia di appalti e ruberie...

      RispondiElimina
    40. Ho letto l'articolo e sono contento solo a metà. Il fatto che praticamente la grande diminuzione di dose si osserva dopo i primi 10 è praticamente questione di decimali, significa che l'acqua ad alta pressione non basta. Non ho ben capito dove hanno fatto queste misure, se su un tetto (parlano di the top of the three-floor building) o dove.

      Se è un su tetto il rateo di dose mi preoccupa poco, infondo la gente passa relativamente poco tempo sul tetto (a parte chi ci lavora...), allora la decontaminazione potrebbe essere un buon risultato, perché si è lavato tutto quello che l'acqua piovana avrebbe dilavato con il tempo magari sporcando la grondaia, i canali e i tombini. Se la contaminazione restante si è fissata, allora il problema potrebbe essere da irraggiamento diretto e come dicevamo sul tetto non è così fondamentale.

      Se è una strada, piuttosto che un cortile o parcheggio, allora credo che si debba cercare qualcosa di meglio. Vediamo cosa dicono anche gli altri...

      RispondiElimina
    41. ci credo ciecamente! ho visto sprechi che noi umani difficilmente potremmo immaginare...

      RispondiElimina
    42. non lo so... sono talmente stanco che forse potrei anche dire: pensiamoci su.

      E' una proposta da valutare attentamente, in primo luogo la concentrazione di contaminanti, in secondo la vita media e in terzo la resistenza di questi contenitori a tenuta. Mi spiego, se fossero garantiti per 300 anni, cioè dieci dimezzamenti del cesio - ovvero l'un per mille dell'attività iniziale - allora ci si potrebbe anche pensare. Da valutare anche l'impatto degli altri inquinanti, se ci butti dentro mercurio, anche non radioattivo, fai un disastro. E poi c'è la profondità, che allunga ulteriormente il tempo prima del rientro nella sfera umana e nella catena alimentare (forse).

      A priori non direi subito di no, ma deve essere una cosa fatta bene... Ma forse sono troppo stanco per ragionare e sto sparando una marea di str....

      RispondiElimina
    43. Beh se sei stanco eccoti una curiosità, tamponamento a catena con 8 Ferrari e una Lamborghini, fighissimo! 
      http://www.japantoday.com/category/national/view/8-ferraris-1-lamborghini-involved-in-14-vehicle-pile-up-in-yamaguchi

      RispondiElimina
    44. schiena rotta e limite giornaliero di dose raggiunto (capita raramente, ma ogni tanto capita). vado a casa a riposarmi perché domani sarà molto simile ad oggi!

      sai come mi arrabbiavo se rimanevo nel tamponamento con la mia meriva famigliare?

      RispondiElimina
    45. http://www.vatican.va/various/cappelle/sistina_vr/index.html

      Avviso : non centra un tubazzo ed è completamente off-topic.... pero' a mè piace e volevo condividerlo con voi..... un'attimo di relax :))))
      Tenete premuto il tasto dx del mouse e fate una panoramica....e sotto a sx potete zummare

      RispondiElimina
    46. è un vero spettacolo! grazie per il link!

      RispondiElimina
    47. cavoli è bellissimo grazie

      RispondiElimina
    48. Fermamente il mio no!
      Il dumping in mare non è una novità, si faceva anche in Europa e si è smesso di farlo credo a metà anni 80.

      Non importa quanto i contenitori siano capaci di resistere alla corosione o quanto i rifiuti radioattivi si vengano a trovare lontano dall'uomo. Conta soprattutto il fatto che nell'affondamento in mare si deputa il controllo di questi "oggetti" alla natura, quando è estremamente consigliabile che sia l'uomo ad effettuarne la vigile sorveglianza nell'ambito di un sistema regolatorio.

      Piuttosto si facciano tante "montagnette".

      Per chi non è di Milano, dopo la guerra si realizzò la montagnetta con tutti i detriti dei bombardamenti. Macerie ma anche sostanze pericolose. Oggi è un meraviglioso parco e le macerie sono in sicurezza.
      http://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g187849-d1956991-r88776984-Monte_Stella-Milan_Lombardy.html
      Soluzione simile si fece a Seveso, più in piccolo, per la diossina
      http://archiviostorico.corriere.it/2004/maggio/16/Seveso_parco_dove_era_diossina_co_9_040516061.shtml

      Mi rifiuto di credere che in Giappone non si possa fare quanto è stato fatto in Italia.
      Ciao SM

      RispondiElimina
    49. Non so, questo fatto dell'acqua fuoriuscita mi irrita parecchio. Col radioattivo non puoi permetterti di sbagliare niente, figurati col nucleare, tantomeno se hai già fatto un bel guaio. Posso capire che malfunzionamenti come questi accadano ma direi è chiaro a tutti che qui e adesso non devono capitare, punto! Ne va di mezzo la credibilità del lavoro di tutto il nostro settore, in tutto il pianeta.

      Per consolarmi mi guardo la cappella sistina. Incidentalmente e per pura combinazione il 9 dicembre ho in programma una visita ai musei vaticani :)))

      Ciao SM

      RispondiElimina
    50. AnonimaFrancese5 dicembre 2011 22:38

      non c'entra nulla forse ma inizio a chiedermi dove vedere il bilancio di Tepco...........avete una idea???

      RispondiElimina
    51. AnonimaFrancese5 dicembre 2011 22:38

      vecchio sto link Ste ;.)))))))))))))))))))))))))))))))




      ahahahah era per darti fastidio...........:-)))

      RispondiElimina
    52. AnonimaFrancese5 dicembre 2011 22:41

      seguite il tubo ;.) http://sierraecho79.skyrock.com/3024025388-SUIVEZ-LE-TUYAU.html

      RispondiElimina
    53. AnonimaFrancese5 dicembre 2011 22:46

      anche questo (come Ste) è un off -topic...ma sono le 45 foto più significative del 2011  http://www.buzzfeed.com/mjs538/the-most-powerful-photos-of-2011

      RispondiElimina
    54. condivido il pensiero di SM...meglio un deposito supercontrollato  vicino a casa che un "fusto" in mare.....che poi magari me lo trovo nella mia scatoletta di tonno senza saperlo

      RispondiElimina
    55. ba.....io i lavaggi con acqua li lascerei perdere......in quanto l'acqua di per se è poco gestibile...... e fukushima ce lo sta insegnando.....tanto utile e tanto ingestibile

      RispondiElimina
    56. Invertiamo i ruoli per un momento e prendo io le difese 

      In quella centrale si sta esplorando la "terra di nessuno" e chi ci lavora  fra sbagli e conquiste sta riportando piano piano alla normalita la situazione.
      Sm è impossibile non commettere errori in queste condizioni.....ormai il danno è fatto...300 lt piu o meno non fanno la differenza...vediamola in positivo....45 ton sono rimaste confinate e ne sono stati persi solo 300 lt.....pian piano arriveranno in mare diluiti .
      Fukushima bisogna prenderla cosi ....con 3 reattori in meltdown... 4 piscine zeppe di combustibile..pochi avrebbero scommesso che andasse "cosi di lusso"................va' che per il momento è andata anche bene

      RispondiElimina
    57. Salve:

        Nel caso qualcuno sentisse il bisogno di un'ulteriore conferma, per dormire tranquillo.

        Buona lettura.

        Roberto

       http://ije.oxfordjournals.org/content/40/5/1247.full.pdf+html

      RispondiElimina
    58. E' contro parecchi accordi internazionali, a cominciare da questo del 1972

        http://www.iaea.org/Publications/Magazines/Bulletin/Bull362/36205981216.pdf

        e questo

        http://www.independent.co.uk/news/uk/sea-dumping-of-radioactive-waste-banned-britain-abstains-in-vote-by-42-nations-1503971.html

        o questo

        http://lawlibrary.unm.edu/nrj/35/3/09_moody_ogrady_nuclear.pdf

        Roberto

      RispondiElimina
    59. Lo metto insieme allo studio tedesco e a quello inglese.
      Grazie per la segnalazione :)
      SM

      RispondiElimina
    60. Ciao:

        ho pensato anch'io la stessa cosa. Ma probabilmente l'intellighentsia dell'organizzazione politica "Grenpeace" (a proposito, qualcuno saprebbe dirmi da chi e' composto il gruppo dirigente di tale partito?... quelli che decidono le campagne di stampa, e tutto il resto?) ha cercato proprio questo: l'incidente maggiore, con qualche ferito o magari il morto... pardon, l' "eroe", di turno.

        Il risultato sara' che altre risorse economiche e umane verranno spese per fare la guardia alle 19 centrali (e alla decina di altri siti di ricerca). Tra l'altro, dal punto di vista politico... c'e' una campagna elettorale presidenziale in corso qui in Francia... la destra di Sarkozy e la LePen avevano giusto bisogno di un argomento per ringalluzzire i molti potenziali elettori di destra... vuoi mettere un bel richiamo alla sicurezza e legalita' del paese?
        Grazie, Greenpeace: firmato N Sarkozy. :-(

         Roberto

      RispondiElimina
    61. Di per sé la cosa è inquietante. Perché significa che qualunque fesso puo' entrare in un sito nucleare, basta camuffarsi da pacifista. E' un'arma a doppio taglio, perché ora una persona che abbia solo due neuroni collegati puo' far notare come i siti in realtà non siano protetti.

      Se cerco di forzare l'entrata in una caserma, pacifico o no, Greenpiss (come dice roberto) o meno, una pallottola la prendo. I siti nucleari sono di importanza strategica e pericolosi e quindi non vedo perché debbano essere difesi meno di una qualunque caserma.

      (*) Intendiamoci: se ci mette dentro piede qualcuno malintenzionato.

      RispondiElimina
    62. Beh, perchè, vuoi dire che un malintenzionato non può fare altrettanto male e forse peggio colpendo un edificio scolastico, un supermercato, un monumento o una stazione della metropolitana?

      Il discorso della security si sa dove inizia ma non si sa dove finisce. Ai tempi della guerra fredda si facevano i bunker atomici domestici, poi si è capito che non era giusto proteggersi in caso di lancio testate atomiche ma era meglio avviare una politica di distensione.

      Il problema è a monte: in che mondo viviamo?
      SM

      RispondiElimina
    63. ao...ma siete dei fenomeni :)
      Ve la prendete perchè qualcuno è riuscito ad entrare in un luogo protetto dove solo gli addetti possono entrare ?

      Pensa un po'...io invece avrei preso a calci in cu** gli addetti alla sicurezza

      RispondiElimina
    64. AnonimaFrancese6 dicembre 2011 20:41

      parla l'IRSN  e dice che questo tipo di intrusione non rimettono in causa la sicurezza.............azzz menomale va !!! http://www.irsn.fr/FR/Actualites_presse/Actualites/Pages/20111206_NI_operations-greenpeace-installations.aspx

      RispondiElimina
    65. AnonimaFrancese6 dicembre 2011 20:43

      weqther online e le radiazioni cumulate dall 11 marzo  : http://www.weatheronline.co.uk/weather/news/fukushima?LANG=en&VAR=radiationlist&SORT=-3

      RispondiElimina
    66. no Stefano, non credo. Cosa avremmo detto se la sicurezza avesse sparato? Se Greenpeace voleva dimostrare che le centrali non sono sufficientemente protette è riuscita nell'intento. 

      Io però la vedo diversamente. Loro c'hanno provato gli è andata bene e hanno raggiunto lo scopo di dimostrare l'insicurezza. Se non ci riuscivano, e per esempio scappavano fuori i proiettili, non parliamo del morto, avrebbero detto che non è giusto, che il nucleare ruba la terra dei cittadini oltre che ad ucciderli, che non c'è più libertà di manifestare pacificamente per i diritti fondamentali dell'uomo, la protezione dell'ambiente e via dicendo. 

      Insomma doveva essere un colpo ad effetto e il risultato l'avrebbero ottenuto in entrambi i casi. Se io fossi in loro non ci proverei una seconda volta.

      E' una mia opinione, assolutamente discutibile...

      RispondiElimina
    67.  un Terremoto e uno Tsunami hanno aperto gli occhi a chi di dovere......persone che assicuravano che tali eventi non avrebbero causato nessun problema......be il problema invece si è presentato....

       degli attivisti di greepace hanno aperto gli occhi a chi di dovere......persone che assicuravano che tali infrazioni erano impossibili....be  forse si sono dovute ricredere .

      Greenpeace era un po' che "avvisava" che le centrali non erano sicure alle intrusioni...ed  era un po che avvisava che le centrali costruite in zone sismiche non erano sicure....pensa un po'...avevano anche ragione!!!
      e la "sfiga" ha voluto che nel secondo caso a farcelo capire è stata "madrenatura" .....mentre fortunatamente nel primo caso è stato un'attivista di greenpace e non uno squilibrato con un bel giubbotto al tritolo ....che ultimamente va' di moda .

      RispondiElimina
    68. Questa mattina c'è stato un blocco al sistema di raffreddamento della piscina 2. Lo stesso sistema aveva avuto qualche problema la scorsa settimana (1/12) e l'effetto era stata una montagnola nel grafico della temperatura della vasca. Per il momento la temperatura è ancora stabile, stiamo a vedere come evolve.
      http://www.grafici-reattori.tk/r2-temp-sfp.html

      Sempre per la piscina 2, hanno finito la rimozione della radioattività. Si è ottenuta una diminuzione di un fattor mille della radioattività nell'acqua. Ora il livello è di 100 Bq/cm3 di radiocesio e si inizierà la rimozione del sale, mentre il decontaminatore verrà collegato alla piscina 3. 

      RispondiElimina
    69. Chiedo scusa, ci sono due documento in contraddizione sulla radioattività della piscina 2. Il primo dice:
      ・12/5  As radio activity density at the spent fuel pool was expected to down at the level of 1E2, we stopped operating radio activity removal system and finished the radio activity removal process. After that the result of the sampling water of spent fuel pool, we confirmed that the radio activity density dropped at around 1E5 to 1E6 which is same value before the system started operation.  
      Come a dire che appena spento il valore è tornato come prima, quindi non ha funzionato. 

      Il secondo documento dice esattamente l'opposto. 
      After operating radioactive materials removal apparatus for approximately one month, the density of radioactive materials decreased to the level of the square of 10. Therefore, yesterday (December 5), we stopped the operation of the radioactive materials removal apparatus and completed the radioactive materials removal procedure. We confirmed later by conducting a sampling survey of the water in the spent fuel pool the decrease in the density of  radioactive materials to the level of the square of 10 

      RispondiElimina
    70. Ciao Toto, scusa se ti correggo, il primo documento che citi è questo
      http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_111206_02-e.pdf
      Mi chiedo,  vale la pena che tu ci  spenda  tanta materia grigia? Non è la prima volta che la Tepco rilascia comunicati contrastanti.
      Buona giornata 

      RispondiElimina
    71. Another leak of radioactive water into the sea

      http://ajw.asahi.com/article/0311disaster/fukushima/AJ201112070005 Ma non è la stessa perdita di domenica (o no)? Initially, it was suspected that 45 tons of radioactive water had leaked from the facility. A subsequent investigation found that 15 tons had leaked.  Boh!
      (tra l'altro sono di nuovo confusa con le tonnellate e i litri)

      RispondiElimina
    72. Vedi Stafaniste,

      al di la del fatto che mi piace il tuo nuovo "ruolo", il problema è che
      Tepco adesso non si trova più in una fase tale di emergenza tale da non
      potersi permettere di pensare a 360 gradi alle cose che sta facendo.

      Come appare da questo link la quantità di Sr-90 scaricata è
      effettivamente "contenuta" ma era abbastanza facile evitare che un
      rilascio non avvertito potesse capitare. Bastano un paio di sensori e in
      giappone l'elettronica è più comune del pane :) Glielo spieghi tu ai media che 26GBq di Sr-90 sono pochi??



      Per questo la mia irritazione.

      Ciao SM



      http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20111207_03.html

      RispondiElimina
    73. Altro tipo di stress test
      http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20111206_28.html

      Li vorrei vedere anche sulle dighe questi test. Visto che il crollo di dighe, anche in Italia, in passato ha fatto molte vittime, mi pare giusto estendere gli stress test.

      SM

      RispondiElimina
    74. Hai una qualche idea di come si faccia a "far tremare artificialmente" un edificio o una diga?

      RispondiElimina
    75. Non mi convince... prova a farlo in una qualunque caserma, come dicevo sotto e vedrai...

      RispondiElimina
    76. Oh, toto , ci sono vie di mezzo per far capire alle persone che non entri :-))

      Il diritto di manifestare ce l'hai, davanti, non dentro. In ogni caso si configura come come forzare l'ingresso in un luogo strategico.

      RispondiElimina
    77. Io assolutamente no :(
      Però a Pavia siamo molto bravi in queste cose
      http://www.eucentre.it/
      e in Giappone sono ancora più bravi.
      In europa ci sono centinaia di dighe su alpi, pirenei, etc. ... In Grecia ci sono dighe?
      Ciao SM

      RispondiElimina
    78. un malintenzionato non può fare altrettanto male e forse peggio colpendo un edificio scolastico, un supermercato, un monumento o una stazione della metropolitana
      Moralmente e/o psicologicamente. Per estensione nel tempo, danni materiali, morti e feriti e danni economici non c'è paragone. Non per niente le centrali elettriche sono "luoghi strategici di interesse nazionale" e le scuole e i supermercati no.
      Fanno eccezione forse alcuni monumenti perché tendono a formare grandi raggruppamenti di persone e quindi ideali se lo scopo di un attentato è il numero di vittime.

      poi si è capito che non era giusto proteggersi in caso di lancio testate
      atomiche ma era meglio avviare una politica di distensione.

      Più che altro si è passati dalla teoria della risposta totale (la "rappresaglia massiccia") alla risposta proporzionale fino ad abbandonare l'idea di una guerra nucleare totale su scala strategica. Più che altro per motivi "egoistici": né alla Russia né agli USA andava di beccarsi un po' di testate nucleari sulle principali città, senza possibilità di scampo.

      in che mondo viviamo?
      Lo so, ma bisogna fare i conti con la realtà come è e non come la si vorrebbe...

      RispondiElimina
    79. Avrei bisogno un favore.

      Qualcuno che sa leggere il giapponese è in grado di dirmi da quale prefettura del Giappone arriva questo Thé verde?
      (immagine allegata sotto)
      e unico link leggibile sulla confezione
      http://www.uogashi-meicha.co.jp/

      Lo sto analizzando.
      Grazie SM
       

      RispondiElimina
    80. AnonimaFrancese7 dicembre 2011 11:24

      perché? dove era  scritto che fossero dei fessi a prima vista............e se fossero stati pericolosi attentatori travestiti da fessi ???

      RispondiElimina
    81. AnonimaFrancese7 dicembre 2011 11:25

      immagini dei "fessi" in azione http://www.lemonde.fr/planete/article/2011/12/05/des-militants-de-greenpeace-s-introduisent-dans-la-centrale-de-nogent-sur-seine_1613288_3244.html

      RispondiElimina
    82. Nella mia zona ce n'è una grandina , 384 MW, quella di Thisavros, con relativo lago e  centrale idroelettrica.
      http://blog.travelpod.com/travel-blog-entries/greekcypriot/10/1277669984/tpod.htmlhttp://wikimapia.org/4897964/Hydroelectric-power-plant-Thisavros-Dam-Nestos

      RispondiElimina
    83. mamoru_giappopazzie7 dicembre 2011 12:14

      Quel sen-cha (煎茶) pare sia prodotto in una fabbrica nella prefettura di Shizuoka (静岡工場).

      RispondiElimina
    84. Shizuoka?
      E' una delle prefetture, insieme a quella di Saitama, che ha presentato problemi con il the...

      RispondiElimina
    85. OK grazie ad entrambi :)
      SM

      RispondiElimina
    86. Chiarifico l'intervento precedente: è Shizuoka che all'inizio aveva presentato problemi di the, ora mi sembrano più limitati. A differenza di Saitama, che ha ancora problemi con il the.
      In ogni caso, sono le due prefetture da tenere sott'occhio in maniera particolare.

      RispondiElimina
    87. lo fanno nell'edificio a 500 m dal mio laboratorio!

      si chiama ELSA e costruiscono case intere o strutture portanti di posti su una piattaforma vibrante o appoggiate ad un muro vibrante, applicano sensori di forza (principalmente celle di carico) e poi vedono come resiste.

      poco distante c'è una facility che noi chiamiamo "tiro alla fune" dove vengono testate le resistenze dei cavi d'acciaio con cariche di esplosivo.

      durante l'open day, per i bambini fanno le gare a chi costruisce la casetta giocattolo più resistente.

      RispondiElimina
    88. la foto sul loro sito è identica alla struttura che abbiamo anche qui a Ispra :)

      RispondiElimina
    89. Sì, si chiama Artificial Shaking Table Testing  ( ASTT )

      RispondiElimina
    90. Tutti a Ispra a costruire casette giocattolo! Io manovro la ruspa!
      SM

      RispondiElimina
    91. Ah, l'ho visto proprio alla giornata porte aperte...
      Molto interessante (impressionante, anche) come "gicoattolo" :-)

      RispondiElimina
    92. però poi ci fai sapere i risultati?

      RispondiElimina
    93. I risultati già li ho, ma devi avere ancora pazienza, poi capirai perchè :)
      SM

      RispondiElimina
    94. immagino... vorrà dire che porteremo pazienza!

      RispondiElimina
    95. per mè sono piu' fessi chi sbandiera ai 4 venti che le centrali nucleari sono luoghi off.limits.
      E' vero, è stato un errore grosso e l'ho sempre detto qua sopra. Però continuando a pensarci sopra, comincio a credere che non c'era una scelta ottimale.
      Non ci prendiamo in giro: se li cacciavano via a colpi di idrante a 10 atmosfere o a proiettili di gomma, cosa si sarebbe detto? Che i grandi e cattivi se la prendevano con i pacifici di GreenPiss?
      Se gli impedivano di entrare, non avrebbero detto che le lobbies impedivano ai pacifici geenpissini di manifestare?
      Probabilmente è stata solo una trappola mediatica ben congegnata, in cui in ogni caso EDF ci sarebbe uscita male.
      Al loro posto li avrei presi a pallini di gomma: almeno ora si poteva dichiarare con prove alla mano che nessuno in nessuna circostanza mette piede in centrale se non vogliono. Le norme di sicurezza vengono prima dei desideri di una banda di scalcinati.

      RispondiElimina
    96. Leggo solo ora... grazie per la correzione, modifico il commento in modo acconcio.

      Vero sui comunicati contrastanti, ma qui siamo al top! Magari c'è (o almeno è l'unica spiegazione con un margine di logica che posso darmi) un errore di traduzione, perché altrimenti boh, non saprei che dire. A confermare l'ipotesi della traduzione sbagliata c'è anche l'uso di "dropped" che in generale si usa per una diminuzione rapida di un valore, mentre qui si andrebbe da 100 a 100 mila, cosa che io avrei tradotto in skyrocketed. Ad ogni modo oggi non se ne parla più... mah

      RispondiElimina
    97. Non ci sono grosse novità. La piscina 2 ha ancora il raffreddamento fermo, guardate il grafico, non è una temperatura spaventosa, ma, a parer mio, dovrebbero essere più reattivi su questi interventi.

      Spento un altro reattore in Giappone. A Mihama nella prefettura di Fukui. Doveva andare in manutenzione il 18 dicembre, ma una perdita di acqua da una valvola dell'RPV ha fatto anticipare il fermo.
      http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20111208_03.html

      RispondiElimina
    98. Cliccato troppo presto...

      Hanno iniziato a svuotare i tubi dall'idrogeno nel reattore 1. Si stanno preparando a tagliarli per usarli come nel numero 2 per il sistema di gestione del gas.

      RispondiElimina
    99. Disalterati, per favore. Hai ripostato tutto il mio intervento! :-)

        Il nucleare NON ha fallito per nulla. Il nucleare ha costruito 50 anni fa dei reattori che hanno sopportato il terremoto piu' potente registrato nella zona da quando esistono misure (decine di scosse), ed e' solo a causa di uno tsunami come non se ne vedevano nella zona dall'anno 869 A.D. che ha subito un triplo meltdown/through. Questo non e' un fallimento, e' un incidente (grave, nessuno dice il contrario) le cui conseguenze richiedono modifiche alle norme costruttive e operative.

        Nonostante tutto questo, e delle piscine di combustibile lasciate (non per volonta', per necessita') senza raffreddamento per svariati giorni, NON C'E' STATO NEANCHE UN MORTO, NON UNO! Non e' sicurezza questa? No?

        A mio avviso, un sistema energetico che riesce ad assicurare un tale livello di vittime (ZERO, ripeto), e' fatto piuttosto bene.
        Ripeto ancora: l'energia elettrica BISOGNA generarla, e tanta, e sara' sempre di piu' la richiesta... il nucleare resta, anche dopo Fukushima (anzi, secondo me ancora di piu') la forma di produzione di elettricita' piu' sicura di questo pianeta. Sul pianeta Greenpiss, invece, dove si vive di sogni taroccati/spacciati per realta', l'elettricita' cresce sotto ai cavoli (cavoli bio, beninteso), e con un paio di pannelli FV sul tetto di casa si manda avanti un paese industrializzato (fine OT).

        Stefano: concentrati. Quasi 9 mesi sono passati dall'incidente. Morti? Feriti?

        Lo stunt di Greenpiss non prova nulla, oltre al fatto che sono veramente fessi.

        Roberto

      RispondiElimina
    100. AnonimaFrancese8 dicembre 2011 11:53

      piccola perdita al reattore della centrale di Mihama http://www3.nhk.or.jp/nhkworld/french/top/news07.html

      i lavoratori di Fukushima http://www.simplyinfo.org/?p=4283

      latte in polvere contaminato!! http://fukushima.over-blog.fr/article-contamination-radioactive-du-lait-alertez-les-bebes-91721018.html

      RispondiElimina
    101. OK: fossero stati terroristi, veri, con qualche decina di kg di esplosivo? Avrebbero fatto un bel buco sulla cima del duomo del reattore. E quindi?
        Non vedo il problema, giuro. O, meglio, lo vedo, ma non e' nella tecnologia nucleare a fissione occidentale, e' nella testa di certa gente, che non si rende conto che con certi atteggiamenti irresponsabili invece che proteggere la salute della gente ne fa'/fara' schiattare un bel numero.
        Io che la Francia dove abito e credo che continuero' ad abitare per i prossimi 15 anni almeno, fermi i suoi reattori "per motivi di sicurezza" e al loro posto metta in funzione centrali a gas/carbone per produrre 350 e passa TWh/anno NON LO VOGLIO. E non e' che non lo voglia per motivi soggettivi miei: non lo voglio perche' non voglio morire prima. Ci sara' un incidente nucleare grave? Evacuero'. Ci saranno 63 centrali a gas/carbone da 1 GW ognuna che bruciano il 75% del loro tempo milioni di tonnellate di carbone decine di miliardi di metri cubi di gas naturale, estratto in Russia (in condizioni ottimali per l'ambiente, ovviamente...uh!...) e trasportato fin qui con gasdotti lunghi decine di migliaia di km (non inquinano, quelli, sono gasdotti "bio", fatti di legno)... che dire di piu'?
        Convincetemi CON I NUMERI che sostituire il nucleare con altro e'/sara' conveniente, e non parlo di convenienza di costi che, come si dice in Francia, "il y a pas photo"... parlo di convenienza sanitaria e ambientale, uso del territorio, superfici occupate. Impiego. Qualita' dell'impiego. Effetto di traino di un'industria sofisticata. Effetto di traino sulla ricerca universitaria e non, e mille altri etc...
        Scusatemi se e' poco.

        Roberto

      RispondiElimina
    102.   "Un laboratoire indépendant avait
      découvert
      la contamination du lait par le césium : 30,8 Bq/kg. Selon Meiji,
      les tests effectués les 3 et 4 décembre ont révélé un taux de césium-134
      à 15,2 becquerels par kilogramme et de césium-137 à
      16,5 Bq/kg,"
       
        Ottimo!... si fanno controlli... ma che siano fatti cum granu salis

        http://en.wikipedia.org/wiki/Banana_equivalent_dose

        "Radiation from other foods
      Besides bananas, other foods that are rich in potassium (and therefore in 40K) are potatoes, kidney beans, sunflower seeds, and nuts;[12][13] especially brazil nuts, which may have up to 444 Bq/kg (12 nCi/kg) — four times the radioactivity of bananas.[14][15]"

        Attenti alle fobie irrazionali: ammazzano piu' delle radiazioni.

        Roberto

      RispondiElimina
    103. Tre note:
      1] Si dice che hanno trovato contamianzione, ma non dicono in quale area. Ottimo, cosi' la gente non sa cosa pensare. A meno che non sia nel sito giapponese, mamoru potrebbe confermare.
      2] Prima di cedere alla tentazione di dare addosso al governo, ricordiamoci che le misure sono a campione
      3] Anche MHLW pubblica misure che hanno mostrato valori di contaminazione. 50 Bq/kg di cesio totale pero' mi sembrano troppi per le ultime misure. Valori cosi' si sono avuto fino luglio-agosto circa negli ultimi mesi i valori massimi sono di circa 10-15 Bq/kg.
      I testi sono del 4-5 dicembre, ma i campioni sono stati prelevati quando??

      RispondiElimina
    104. Voilà, ecco che abbiamo scritto nello stesso momento: il latte come pensavo è vecchio.

      RispondiElimina
    105. Ricordo che una comunissima banana ha in media 120-150 Bq/kg di K-40, beta-gamma emettitore di origine non artificiale, emissioni simili ai Cs-134/137.

      Con il latte in polvere, la do per certa, il K-40 è valori più alti del Cs-tot, esattamente come si riscontra con il thé verde.

      Lo vorrei vedere a Milano un blocco cautelativo del traffico con valori di PM10 sotto i limiti. Non fanno niente dopo mesi che si sforano i limiti, figuriamoci.

      Ciao SM

      RispondiElimina
    106. fra l'altro mettiamo un po' di cifre. Qui hanno installato 5855 m² di pannelli e di picco producono solo 400 kWh... e non credo abbiano preso roba di scarto.

      RispondiElimina
    107. Ops, non avevo visto il tuo commento prima di scrivere il mio sulle banane :)
      Gli altri esempi con concentrazioni di attività più alta delle banane che citi sono concentratori naturali di potassio che però, generalmente, appaiono in peso molto minore nella dieta normale delle persone, quindi si bilancia l'effetto.
      In oltre c'è dipendenza forte con l'abbondanza di potassio nei suoli dove questi generi alimentari crescono.

      SM

      RispondiElimina
    108. Pensa che conosco dei fessi che hanno mangiato quantità spropositate di sale di mare iodato per proteggersi la tiroide quando la nube di Fukushima è passata sull'europa (anzi, dopo recente convegno a Milano sulla comunicazione mi hanno consigliato di parlare di movimenti di masse d'aria nell'emisfero nord al posto del termine nube) ...
      SM

      RispondiElimina
    109. Dai però, non speculiamo più di tanto su questo episodio. Mi sembra evindente che sia una mossa di natura esclusivamente commerciale, non di protezione dalle radiazioni.
      Occorre anche mettersi nei panni di chi ha centinaia di stipendi da difendere e deve vendere prodotti anche all'estero.
      SM

      RispondiElimina
    110. e d'altronde, se non ricordo male, vado a memoria, il corpo umano stesso ha una radioattività naturale di circa 4 kBq dovuta al K-40...

      RispondiElimina
    111. TEPCO ha intenzione di rilasciare acqua radioattiva in mare
      http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20111208p2g00m0dm139000c.htmlSecondo voi quale sarebbe l'acqua debolmente radioattiva,  quella usata per innaffiare o quella bevuta da non mi ricordo chi?

      RispondiElimina
    112. Sorpresa! Manca l'uranio, recuperiamo le testate
      http://au.ibtimes.com/articles/262742/20111207/global-scarce-supply-uranium-looms.htm
      http://www.usec.com/megatonstomegawatts_history.htm

      RispondiElimina
    113. Per i fisici puri, la particella di Dio
      http://daily.wired.it/news/scienza/2011/12/07/cern-esiste-bosone-higgs-16875.html

      RispondiElimina
    114. Questa poi...
      Bill Gates helps China materialize its nuclear future

      http://shanghaiist.com/2011/12/08/bill_gates_helps_china_materialize.php

      RispondiElimina
    115. quella che usano per innaffiare ha i requisiti radiologici per essere scaricata in mare e di fatto visto che ci innaffiano i prati, prima o poi finisce in mare.

      se fosse quella che al momento usano per raffreddare c'è troppo stronzio per essere scaricata. O lo rimuovono o devono trovarne un'altra soluzione (ripetuti cicli di evaporazione?)

      RispondiElimina
    116. Brava che me lo hai ricordato. Il prossimo 13 dicembre al CERN si terrà la tradizionale conferenza di fine anno con gli ultimi risultati da ATLAS e CMS. A differenza del solito, non saranno due personaggi qualunque a fare le presentazioni, ma i due "spokesperson" (entrambi italiani!) e si mormora che ci siamo.
      http://unico-lab.blogspot.com/2011/12/13-dicembre-appuntamento-con-mr-higgs.html

      Ovviamente l'unico-lab non poteva lasciarsi sfuggire una simile opportunità e cercheremo di fare la nostra prima diretta twitter. L'evento verrà diffuso in webcasting, ma alcuni nostri inviati twitteranno in tempo reale impressioni e foto e tutti potranno commentare.  Il flusso twitter verrà dirottato sul blog, in modo che tutti possano seguire. L'hashtag dell'evento sarà #higgsliveblog

      Per chi è più Facebook, abbiamo creato un evento a cui vi consiglio di iscrivervi tanto è gratis
      https://www.facebook.com/events/149258011848202/

      RispondiElimina
    117. E' la seconda che hai detto.

      RispondiElimina
    118. La prima volta un errore umano....la seconda uno tsunami......la terza a chi darete la colpa ?
      Non continuate a trovare un capro espiatorio a tutto.....ripeto la colpa di questi incidenti è Vostra....la colpa di un solo morto per contaminazione è Vostra.....la colpa di un solo  Bambino che deve essere aperto in gola è solo Vostra.....ma un "po'" di persone non faranno mai testo.....non rientreranno sicuramente nelle indagini epidiemologiche .
      Questo mi fa' incazzare....e mi fa' incazzare l'atteggiamento che usate....al posto di fare un mea culpa e umilmente ammettere di aver sbagliato a sottovalutare uno Tsunami....continate a dire che è un evento che non si poteva prevedere...NON è VERO....gli tsunami sono sempre esistiti...i terremoti idem...... se volete costruire una centrale Nucleare  collaborate con chi queste cose le sa'....siamo nel 2011 e la tecnologia esiste.....sotto mi hai fatto l'esempio che se un terrorista arriva ad un reattore imbottito di tritolo  al massimo fa saltare il duomo del reattore.....peccato che in giro per il mondo ci siano ancora carrozzoni obsoleti degli anni 60 e 70 e 10 kg di tritolo farebbero un disastro....un fesso di terrorista di certo non va' a farsi saltare per aria in una centrale sapendo che non farebbe danni....ne sceglie una che sta' in piedi solo ed esclusivamente per motivi economici......o in europa sono tutte belle nuove e di ultimissima generazione?...se è cosi dimmelo che mi sono perso un passaggio .
      Le centrali sino ad ora costruita vanno controllate una ad una in campo di SICUREZZA e vanno applicate le norme di SICUREZZA...non ECONOMICHE....
      sei esperto in materia e sono sicuro che se le analizzassi una ad una...tenendo presente tutti i fattori di rischio un bel po' le faresti fermare .

      E dai non facciamo i bambini....lo sai tu e lo so' io......a Fukushima i problemi sanitari arriveranno ma non faranno mai testo........

      Ps. quei fessi di grinpiss  se non erro (ricordo cosi') sono stati i  primi ad avvisare della contaminazione ad Itate e le misure che hanno fornito non si discostavano da quelle ufficiali....sono i pochi che si espongono contro i massacri delle balene....o della deforestazione dell'amazzonia.....e molte altre cose.....pero' ora sono arrivati nel tuo orticello....e da GRENNPAECE  sono diventati GRINPISS....bravi !!! continuate con quest'atteggiamento!!!!......e una fonte di energia "interessante" verra' bandita.....come sta' gia succedendo in parecchi paesi....e la colpa di chi sara' ?....ancora Vostra....perchè dovete essere i primi a scendere in piazza per chiudere "potenziali" cause d'incidente e tenere aperte solo quelle che sono sicure .

      RispondiElimina
    119. se è così c'è poco da scaricare.

      l'articolo non usa la stessa terminologia di TEPCO che identifica low level l'acqua che arriva dalle cantine di R5 e R6 e viene stoccata temporaneamente sulla mega-float che è praticamente piena. TEPCO chiama treated water l'acqua che esce dal sistema di decontaminazione per essere iniettata nei reattori.

      se all'inizio della crisi era stata accordata a TEPCO una deroga per scaricare volontariamente acqua contaminata in mare, non credo che verrà data una simile possibilità ora non essendoci più criterio di urgenza e d'emergenza. l'articolo stesso dice che a marzo potrebbero non esserci più cisterne disponibili, ma marzo non esattamente domani.

      secondo me otterranno di poter scaricare a mare quanto previsto dalla loro formula di scarico (non ho idea di quanto sia), ma non di più. e quello stronzio è decisamente troppo per essere scaricato. domani chiedo al mio collega chimico se esiste un flocculante specifico per lo stronzio, se è così possono usare AREVA, che non viene al momento usato per toglierlo e riportare l'acqua sotto i limiti.

      RispondiElimina
    120. AnonimaFrancese8 dicembre 2011 19:26

      Detto questo (leggevo il post di Ste e appoggio appieno) me ne frego vi dirò ! ogni volta che metto links sembrate avvoltoi attorno al cadavere .......e noto come al solito che mancate totalmente di umiltà e di attenzione nelle cose....partite come micce impazzite in ogni senso....!
       beh....se prima il vostro atteggiamento  mi mortificava e mi feriva non poco....oggi vi dico "merde" ;.nel senso "buono" ..... ;.))).
      Non mi fate piu paura , se per paura intendo che uno di fronte alle vostre risposte si dovesse intimidire perché non ha la vostra conoscenza in merito , (e fino a qui mi pare ovvio che ne sapiate di piu) Ma è  che voi dovete usare di molta arroganza per spiegare cio che potrebbe essere spiegato con senso sereno che mi disturba di piuù......  , il che non vi autorizza a divenire la "casta di intoccabili"!!!!!  quindi continuerò a mettere cio che mi pare e se vi scaldate tanto ogni volta e senza mai avere un dubbio allora preoccupatevi per la vostra, di  salute mentale....pensate che potreste perdere la faccia a dubitare o  una volta sola ??? diceva un grande poeta e scrittore Francese chiamato Boileau " ce que l'on conçoit bien s’énonce clairement et les mots pour le dire arrivent aisément" ! quindi calmini eh ;.)))

      @efad7cb9df976cdb8526347154d2f328  poi il tuo intervento non mi convince affatto  ; (questo sotto) 
      " Signore e signori, a questo mondo bisogna stare attenti a chi si da credito. Io prima di affidarmi ai consigli di laboratori "indipendenti" in mano a chissa' chi, ci penserei su due volte... ovvio che ognuno e' libero di fare quello che vuole della propria salute... a proposito, piccolo OT... ho appena sentito alla radio di un'epidemia di rabbia in un paese centro(sud?)-americano, propagata da morsi di pipistrelli, decine di morti, anche bambini... il governo centrale (in mano a qualche lobby farmaceutica, ovviamente) raccomanda di NON farsi curare da stregoni e sciamani... perche', pare, non funzioni. Del sano antibiotico risultato di sperimentazione secondo il metodo scientifico pare sia piu' efficace, molto piu' efficace."
      la medicina tradizionale negli anni ha  aiutato molto quella ufficiale e  oltre tutto sono parte di una ricerca su una donna straordinaria chiamata : Professoressa Yvette PARES...leggiti il suo libro "la médecine Africaine une efficacitè étonnante" -  e poi ne riparliamo tanto per un esempio!!!  Al di la di questo la maggior parte dei farmaci in uso deriva dal mondo vegetale e tra molti stregoni ne sono anche molti che hanno portato avanti la cultura dei cacciatori-raccoglitori senza la quale conoscenza nessun scienziato avrebbe dato vita a ricerche sui principi attivi vegetali mantenuti nei secoli da conoscitori del settore . E inoltre quando alludi al "sano antibiotico" mi fai sorridere se sai degli interessi farmaceutici  mondiali e dall'uso nei paesi Africani di vaccini, test in vivo e quanto altro ne vuoi per mettere appunto i "sani antibiotici" o vaccini ! Sicuramente sono stati e sono ancora risolutivi e molto utili ; peccato che le classe mediche li abbiano distribuiti a destra e manca ovvunque e oggi siamo tutti piu o meno resistenti !!!

      RispondiElimina
    121. Cara Anonima Francese:
        ti scrivo queste righe dopo aver letto solo le tue prime righe...

        NON VOLEVO ASSOLUTAMENTE ATTACCARE TE!!!!

        Ti ho subito ringraziata, o no? E non era "per modo di dire", ti ringraziavo veramente, perche' mi fa piacere che certi siti web/blogs siano visti dalla gente, e siano smascherati... sono dei ballisti, vivono sulle paure della gente, dicono un sacco di caxxate e basta. Tutto li. Tu non c entravi, ambasciator non porta pena, lo so... continua a cercare/trovare/postare links, non ti saro' mai abbastanza grato per il lavoro che fai (e includo anche altri, la nostra simil-greca pure... :-) ).

        Roberto

      RispondiElimina
    122. Toto:
         "ed io ho gia' sentito l'anteprimaaa.. e tu nienteeee... !!!" :-)

        Ieri sera c'e' stato un rinfresco (non ottimo, il vino era francese e svizzero) offerto dal diretur generale in persona (tedesco) per festeggiare l'ottima performance di LHC nel 2011 (hanno accumulato 5.5 volte le collosioni che speravano di accumulare, mica bruscolini) e di tutti gli altri esperimenti (quello sui neutrini, l'antimateria, e tanti altri). C'erano anche a ruota il diretur di LHC (scozzese) e il diretur scientifico (italiano)... che ci hanno anticipato che martedi' prossimo annunceranno che.... oppps... scusa, devo andare, e' tardi!

        Alla prossima,

         Roberto

      RispondiElimina
    123. Ah... su un blog per minus-habens... oppps... su un blog per male informati... (meglio cosi'?)... hanno catalogato questo blog, unico-lab, come "portavoce/traduttore in lingua italiana dei comunicati di TEPCO".

        Non e' fantastico, Toto? :-(

        Roberto

      RispondiElimina
    124. AnonimaFrancese8 dicembre 2011 19:52

      Ok Roberto capito ma non ero arrabbiata ;.)  che la stampa e /o altri possano dire baggianate si sa ......ma non tutti le dicono ed e un bene che ci siano scambi di opinioni e che esistano dubbi in merito ad elementi che, seppur scientifici , in realtà non abbiamo abbastanza "recul" per giudicarli al meglio...sono temi delicati, difficile da decodificare.. ancora molto sconosciuti e da sviluppare e la gente tutta,  specie di questo periodo . è esasperata di troppe cose "non dette" su tantissimi argomenti; si scoprono molti altarini in fatto di salute, di cio che e accaduto negli decenni precedenti, tutto  o molto in nome di pochi nomi famosi o gruppi famosi che si sono arrichiti sulla pelle di tanti! La globalizzazione è anche questo: se la corda è stata tirata troppo a lungo prima o poi cede...e i tempi dove si potevano fare cose altamente disdicevoli senza pagarne le conseguenze sono tempi revoluti!!! 

      RispondiElimina
    125. "La prima volta un errore umano....la seconda uno tsunami......la terza a chi darete la colpa ?
      Non
      continuate a trovare un capro espiatorio a tutto.....ripeto la colpa di
      questi incidenti è Vostra....la colpa di un solo morto per
      contaminazione è Vostra.....la colpa di un solo  Bambino che deve essere
      aperto in gola è solo Vostra.....ma un "po'" di persone non faranno mai
      testo.....non rientreranno sicuramente nelle indagini epidiemologiche ."

      Calma, amico!

        avresti dovuto capire, arrivato a questo punto, che "NOI" (chi poi?... io?... ti rivolgi a me?... guarda che io non ho nulla a che fare col nucleare a fissione)... non e' che facciamo il tifo per TEPCO, o AREVA, o altro, e non abbiamo interessi diretti.
        Ad ogni modo, per utilizzare lo stesso linguaggio maldestro che utilizzi tu nel rispondermi, ti diro' che accetto la tua accusa... sono corresponsabile di ogni singolo tumore alla tiroide, di ogni singola leucemia e/o altra patologia derivanti da incidenti nucleari.... ma l'accetto solo se tu fai altrettanto e ti dichiari corresponsabile delle CENTINAIA DI MIGLIAIA DI MORTI ANNUALI dovuti al non-nucleare.
        Perche' le cose stanno cosi', amico mio, e posso dimostrartelo senza problemi: SE NON FAI NUCLEARE BRUCI CARBONE/LIGNITE O GAS O DERIVATI DEL PETROLIO O BIOMASSA, e in tutti quei casi I MORTI SONO MOLTI DI PIU'.

        Ci stai? Deal?

        Roberto

      RispondiElimina
    126. AnonimaFrancese8 dicembre 2011 19:57

      quindi unico-lab sarebbe la versione Italiana di Tepco? ...................ci dici chi è Roberto???

      RispondiElimina
    127. Maledetto... :)

      Allora facciamo così, settimana prossima mentre io sarò davanti al monitor a guardare il webcast e tu sarai in auditorium, portati il laptop e twittaci quello vedi... hashtag #higgsliveblog

      RispondiElimina
    128. "Ps. quei fessi di grinpiss  se non erro (ricordo cosi') sono stati i
       primi ad avvisare della contaminazione ad Itate e le misure che hanno
      fornito non si discostavano da quelle ufficiali....sono i pochi che si
      espongono contro i massacri delle balene....o della deforestazione
      dell'amazzonia.....e molte altre cose.....pero' ora sono arrivati nel
      tuo orticello....e da GRENNPAECE  sono diventati GRINPISS....bravi !!!
      continuate con quest'atteggiamento!!!!......e una fonte di energia
      "interessante" verra' bandita.....come sta' gia succedendo in parecchi
      paesi....e la colpa di chi sara' ?....ancora Vostra....perchè dovete
      essere i primi a scendere in piazza per chiudere "potenziali" cause
      d'incidente e tenere aperte solo quelle che sono sicure .
      L'opinione
      pubblica va' comprata.....facendo un piccolo passo indietro e spiegando
      non ARROGANTEMENTE .....perchè il "popolino" che non capisce di Bq o di
      sievert ....sai.....delle volte è talmente forte che con un
      referendum....ti fa bloccare la costruzione di nuove centrali . "

        Il tuo post-scriptum merita una risposta a parte;

         1) Sono stati anche i primi a dire che "il MOX" avrebbe contaminato il mondo intero. Duh??
        Capisci, Stefano, anch'io so fare le previsioni come le fanno loro... scommettiamo che prima o dopo un aereo cade e "moriranno dei civili inermi, anche dei Bambini"? (nota la "B", che fa piu' effetto... imparo presto io).
        2) Su cosa, come e perche' GreenPiss abbia fatto le lotte che hai citato sopra ti invito a spendere bene una ventina di Euro e comprare una copia del libro scritto da uno dei co-fondatori del movimento, Patrick Moore, il titolo non lo ricordo adesso, credo sia stato tradotto anche in italiano...  io lo sto leggendo adesso, quasi finito, e fa accapponare la pelle. Provare per credere: come pensi che trovassero, negli anni 80, le navi baleniere russe in mezzo al Pacifico? Dai, prova ad indovinare... secondo te chi gli diceva esattamente dove andare, in una pozza d'acqua di 160 milioni di km quadrati? E dell'eroico tentativo di mettere fuori legge il cloro... cioe', proprio l'elemento chimico "Cl"?... cioe' quella cosa che ha salvato la vita a milioni di persone, potabilizzando l'acqua?... fatti un regalo di natale, compra il libro!... ascolta zio roberto.
        3) vogliono bandire il nucleare? Chi? Dove? In Germania? In quel posto dove al posto del nucleare bandito stanno mettendo in funzione 13 GW di centrali a carbone/lignite (fabbriche di tumori)? Ah... guarda, personalmente, a 50 anni suonati, non potrebbe fregarmene di meno, cioe', la mia vita non cambiera' molto... mi dispiacera' per quelle 5-30 persone che per ogni TWh prodotto dovranno morire, e le 10 volte tanti altri che svilupperanno malattie croniche... e 30 volte tanti altri saranno in malattia per piu' giorni... ma non c'e' problema, perche' tanto Greenpeace avra' completato il lavaggio del cervello, e non aspettarti che Report o simil informazione de noantri verra' a spiegarti cosa stara' succedendo...
        4) Tu scambi l'arroganza con l'espressione di opinioni fatta con la convinzione della propria conoscenza. Come dice Caparezza in una sua canzone, ultima strofa, "io non discuto di cose che non conosco"... non mi cedrai mai discutere, ne' con arroganza ne' altro di materie che non conosco. Quento non significa che io non commetta errori, anzi!... ma se vuoi che li ammetta DEVI DIMOSTRARMELO.
        Mostrami/indicami, qui o altrove, delle statistiche, dei dati, quel che vuoi, affidabili e verificabili, che dimostrino che il nucleare civile produce piu' morti e feriti e tutto quello che vuoi delle sue alternative e cambio idea/opinione all'istante.

        Roberto

      RispondiElimina
    129. sul fatto che traduco molti comunicati TEPCO è vero. Fino a questo momento sono praticamente gli unici ad emettere bollettini sullo stato tecnico con dati alla mano. Però si sono dimenticati dei bollettini del ministero della salute che traduciamo quotidianamente e mettiamo in un database con oltre 70mila record. E poi traduciamo (non io) dal francese gran parte dei comunicati IRSN, e poi pubblichiamo tutti i messaggi dell'ambasciata che ci inoltra Daniele...

      per descrivere lo stato tecnico della situazione non si può che partire da quello che ci viene riferito. TEPCO può non essere sincera fino in fondo, può essere contraddittoria (leggete mio commento di ieri), può essere superficiale (quanto abbiamo criticato la perdita dell'acqua?), aggiungete voi il resto... Ma se devo dare la descrizione della situazione tecnica preferisco basarmi sui dati e i fatti che TEPCO ci presenta e NISA verifica, piuttosto che sulle impressioni di qualcuno che magari non ha mai visto quella centrale e che sopratutto estrapola a chilometri di distanza.

      se per non essere portavoce/traduttore di TEPCO devo scrivere che il corio è completamente finito in mare perché ne sento la puzza fino a qui, allora non ci sto.

      la rete purtroppo è così, piuttosto che venire qui ad animare la discussione ci si preferisce nascondere dietro un monitor e additare gli altri con le peggiori accuse.

      io ho smesso di guardare chi ci linka il giorno che ho visto un post su un forum veramente fuori dal comune. Era l'inizio dell'emergenza e qualcuno aveva postato un commento su quel forum descrivendo una situazione che definire catastrofista era ottimista. praticamente non c'era scampo per nessuno, nemmeno per noi in Europa. E lo presentava come un testo copia/incolla e come fonte metteva unico-lab. quando mi sono lamentato e ho segnalato l'accaduto ad un moderatore, mi è stato detto che avevo frainteso e che avrebbero tolto il link.

      se non vogliono leggere l'unico-lab, non sarò certo io ad obbligarli!

      RispondiElimina
    130. "E dai non facciamo i bambini....lo sai tu e lo so' io......a Fukushima i
      problemi sanitari arriveranno ma non faranno mai testo........"

        Sbagli, completamente, Stefano!

        A Fukushima i problemi sanitari SI VEDRANNO BENISSIMO!... e non nego che ci saranno dei casi.

        Al contrario di Chernobyl, il Giappone del 2011 non e' l'Ucraina/Bielorussia/Russia del 1986 e anni seguenti, anni in cui, a seguito della caduta del muro e della dissoluzione dell'URSS, l'aspettativa di vita dei cittadini ex-sovietici e' calata a livelli pre-industriali/pre-rivoluzione d'ottobre.

        Li' e' stato comodo, comodissimo, per GreenPiss e parificati di attribuire TUTTE le morti in eccesso a Chernobyl, tutte le patologie nuove e vecchie in aumento esponenziale sono dovute a Chernobyl, secondo loro... non una esclusa (oddio, non li ho mai visti parlare dell'HIV... ma non sarei sorpreso se trovassero un legame anche per quello).
        No... il Giappone del post-Fukushima non sara' uguale, ed avra' gia' tutti gli studi dei reduci dalle bombe atomiche, decenni di dati epidemiologici utilissimi. I tumori "da Fukushima" si vedranno benissimo, non preoccuparti.

        I primi dati fra 3 anni circa, cioe' il momento in cui i primi tumori alla tiroide dovrebbero essere visibili... per gli altri tipi di tumori/patologie ci vorra' molta piu' pazienza, in cambio, perche' come avrai letto sugli articoli che ti/vi ho passato... di altre forme tumorali ce ne sono state molto poche anche a Chernobyl... quindi a Fukushima saranno veramente rari i casi.

        Roberto

      RispondiElimina
    131. Stavo per intervenire chiedendo di moderare i toni e non scaldarsi troppo, ma vedo che non serve.

      Siamo fatti così, uno trova un articolo e lo posta perché vuole stimolare la discussione. Giusto? E questo è il bello... cerchiamo di trarre sempre il meglio da tutto sempre consapevoli che non c'è nulla di personale.

      RispondiElimina
    132. Grazie Roberto....era quello che volevo sentire 
      Il mio accanimento non era rivolto direttamente a tè e mi scuso per il mio atteggiamento un po' grezzo

      E ci sto'...ti garantisco che non serve (almeno con me') portare le prove che la produzione di energia con le fonti attuali PROVOCA PIU MORTI CHE IL NUCLEARE .
      Quando parliamo qui  fra "amici" mi piacerebbe che ognuno di noi parta da questo presupposto.....tu nuclearista ammetti che il nucleare provoca determinate patologie e morti.....e io da antinuclearista ammetto e te lo confermo che il non nucleare provoca PIU MORTI CHE IL NUCLEARE....roberto non sono uno stupido....e mi sono informato anche sui disastri che stiamo facendo con i combustibili fossili .

      RispondiElimina
    133. Zio roberto :)

      Te l'ho ammesso sotto che il nucleare provoca meno morti dei combustibili fossili.....
      e non stai parlando con un'attivista di greenpeace...e manco ne conosco uno.....anzi con lo sport che faccio mi bandirebbero subito per eccesso di emissioni di piombo/benzene ecc ecc :)) .
      Pero' dai ammettiamolo tutti i componenti di greenpeace non saranno collusi con i poteri forti....... ci saranno attivisti genuini che vorrebbero fermare la caccia alle balene...la caccia alle foche da parte dei pellicciai e salvare un po' della foresta amazzonica.....e prevenire un po' di inquinamento radioattivo :)))
      Dai non mi sembrano delle battaglie cosi cattive :))) e quelli meritano di essere chiamati con il loro vero nome GREEN PEACE non grinpiss :)) .
      Perchè se facciamo cosi un grimpissiano potra' tranquillamente dire che chiunque lavori con l'energia atomica è responsabile anche della produzione di armi....e io non ce lo vedo Toto a costruire testate atomiche :))))

      RispondiElimina
    134. sono d'accordo a chiamare ognuno con il proprio nome. sono anche d'accordo che alcune delle campagne dei movimenti ambientalisti siano azzeccate, altre invece sono decisamente miopi. sia chiaro, non voglio dire che buttare in giro il cesio radioattivo sia giusto, giustificabile o accettabile. Se si può evitarlo (come dovrebbe succedere nelle centrali elettronucleari) deve essere evitato.

      Se dovessi dare un nome a quelli di Greenpeace che hanno detto dal giorno zero che Iitate era troppo esposta e suggerivano l'evacuazione, li chiamerei "osservatori intelligenti" e "buoni consiglieri". Ricordo di averlo fatto anche qui pubblicamente sul blog. Se dovessi dare un nome a quegli attivisti che sono penetrati nelle centrali francesi, userei degli epiteti che non mi sembra il caso di utilizzare.

      Detto questo, direi che è necessario meglio proteggere le proprie installazioni strategiche, che il buon detto non fare di ogni erba un fascio è verissimo, e no, non riuscirei proprio a fare una bomba, non mi farebbe dormire la notte!

      RispondiElimina
    135. mamoru_giappopazzie8 dicembre 2011 22:00

      io scrivo di fretta quindi a volte posso sembrare un poco rude, ma tu non dovresti prenderla sul personale in quanto le considerazioni non sono rivolte a te personalmente bensi' al contenuto dei link.

      RispondiElimina
    136. AnonimaFrancese8 dicembre 2011 22:37

      tanto per animare dunque questa languida serata immacolata .................iene che non siete altro ;.) potete qui sfogare il contenuto delle vostre perversioni....e quali dobermann agili mordere a pieni denti il contenuto del testo seguente: http://fukushima-diary.com/2011/12/everything-is-out-of-control/

      RispondiElimina
    137. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 00:03

      e poiché preferisco i fiori e i colori eccovi le mie creazioni di saponi vegetali fatti in casa  con zenzero., cannella. calendula. fiori di lavanda. scorze di limoni...ma voi che ne potete capire ;.)))))))))))

      RispondiElimina
    138. pensavo che fossero dolcetti! Hai fatto il sapone con l'olio da cucina esausto? volevo provarci anch'io, ma mi hanno detto che si fa una puzza in casa da paura!

      RispondiElimina
    139. :))

      in effetti nessuno sta controllando quelle mucche!

      :))

      RispondiElimina
    140. Masao Yoshida ha un tumore all'esofago, nessuna relazione con i 70 mSv che ha assorbito da marzo
      http://www3.nhk.or.jp/daily/english/society.html

      37 mSv esposizione esterna per i residenti di 3 comuni Fukushima

      http://ex-skf.blogspot.com/2011/12/fukushima-residents-had-max-37.html

      RispondiElimina
    141. Buon giorno a tutti!

      Dopo tutti i magheggi che hanno fatto sulle portate dell'acqua, la temperatura degli RPV ha ritrovato il suo punto di equilibrio, ovviamente un po' più alto rispetto a quando buttavano più acqua.
      http://www.grafici-reattori.tk/temp-rpv.html

      Ancora fermo il raffreddamento della piscina 2. La temperatura è ancora lontana dai valori "rischiosi", ma mi domando come mai ci stanno impiegando così tanto tempo a sistemare questo problema.
      http://www.grafici-reattori.tk/r2-temp-sfp.html

      Il brusco cambiamento di pressione nel PCV del reattore 1 è verosimilmente legato all'entrata in funzione del sistema per la gestione del gas (simile a quello del reattore 2). Speriamo che questa volta si siano ricordati di correggere i dati in funzione del gas iniettato e di quello estratto.
      http://www.grafici-reattori.tk/r1-press-pcv.html

      Per il resto della rassegna stampa, mi affido alla Egiovanna

      RispondiElimina
    142. Gio, usa questo link per la prima notizia che è quello diretto e non alla sezione.
      http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20111209_20.html
      70 miliSv sono una bella dose per il capo dell'impianto, si vede che era quasi in prima linea e non nascosto in qualche ufficio.

      Per il secondo articolo, mi sembra corretto dire che 37 milliSv è il valore massimo, quello medio non viene citato, ma si riferisce che 1730 hanno avuto una media superiore al milliSv. Non ci dice nemmeno su quanti è stato fatto il test, però ci dicono che questi sono i valori stimati per 4 mesi.

      RispondiElimina
    143. la notizia dell'ipotesi di ulteriori rilasci volontari di acqua contaminata sta facendo il giro di tutta la stampa. Credo che il punto cruciale sia chiarire di che acqua stiamo parlando perché per esempio il JT fa un po' di confusione.
      http://www.japantoday.com/category/national/view/tepco-considers-dumping-more-tainted-water-into-sea-2?utm_source=twitterfeed&utm_medium=twitter&utm_campaign=news_on_twitter

      Insomma, ripeto quanto già detto. Se è l'acqua che viene innaffiata, allora non vedo nessuna differenza tra buttarla in giardino o nel mare. Se è l'acqua che al momento contiene qualche decina di kBq/cm3 di stronzio allora ripeto fermamente il mio no. Non ci deve arrivare al mare nemmeno in un incidente, figuriamoci volontariamente e con l'unica ragione che a marzo (!!!) le cisterne potrebbero essere piene.

      Se riescono a togliere lo stronzio e riportare i livelli complessivi di contaminanti a quelli consentiti dalla formula di scarico, allora hanno già l'autorizzazione per farlo.

      spero che qualcuno di TEPCO faccia chiarezza e dica cosa vogliono fare per davvero.

      RispondiElimina
    144. Dati contrastanti da NHK circa l'esposizione dei residenti. Magari non sono gli stessi comuni.
      http://www3.nhk.or.jp/daily/english/20111209_12.html

      RispondiElimina
    145. Pare siano test ancora parziali della Prefettura. Buon lavoro 
      Similgreca

      RispondiElimina
    146. Mi correggo i dati potrebbero non essere contrastanti, ma bisogna leggere bene l'articolo. Nella prima parte si parla della popolazione generale (come è giusto fare in questi casi) ovvero si esclude chi è professionalmente esposto - leggi i lavoratori della centrale.

      Le ultime righe dicono che alcuni lavoratori della centrale, residenti in quelle municipalità hanno superato i 37 milliSv.

      La cosa assume una forma e un colore totalmente differente.

      RispondiElimina
    147. Pare siano i  risultati ancora parziali della Prefettura. 
      Buona giornata e buon lavoro

      Similgreca

      RispondiElimina
    148. Pare siano i  risultati ancora parziali della Prefettura. 
      Buona giornata e buon lavoro

      Similgreca

      RispondiElimina
    149. A parte le mucche,mi pare si  mettano saggiamente in luce i punti seguenti:
      1. Nessuno conosce l'effettiva temperatura dei reattori (  ci mettereste la mano sul fuoco?)
      2. C'è fretta di concludere lo step 2 e dichiarare l'arresto a freddo ( ne dubitate?)
      3. La decontaminazione a Namie, Tomioka ecc. nella zona off limit è uno spreco di soldi e sarebbe meglio concentrarsi sui reattori. ( come al 2)

      RispondiElimina
    150. "Perchè se facciamo cosi un grimpissiano potra' tranquillamente dire che
      chiunque lavori con l'energia atomica è responsabile anche della
      produzione di armi....e io non ce lo vedo Toto a costruire testate
      atomiche :)))) "
      ---------------------------
        Beh... ti sbagli di grosso. Le "collusioni" fra nucleare civile e militare sono tirate in ballo da Greenpeace e dai GrinPissini praticamente SEMPRE. Secondo loro i 58 reattori civili francesi servono a produrre il plutonio per le bombe... guarda che non scherzo, prova a surfare sui 1000 siti e situcoli in area alterno-ambientalista e vedrai.
        Contro la caccia alle balene, a squoiare milioni di foche ogni anno, e tutto il resto non ho problemi a schierarmi... ma a sentire loro sono le baleniere (a propulsione nucleare, bien sur) di TEPCO a farlo.

        Roberto

      RispondiElimina
    151. "όπως το ελληνικό"? :-)

      RispondiElimina
    152. "Esophageal SCC is a common type of cancer
      among Japanese men, strongly linked to smoking and drinking alcohol,
      according to the study led by Shoichiro Tsugane, chief of the
      Epidemiology and Prevention Division at Japan's National Cancer Center.
      "

        Roberto

      RispondiElimina
    153. Non per far polemica... ma solo per sottolineare una cosa che qui, su questo blog, verra' compresa da tutti i partecipanti subito... la tragedia e' che ex-skf e' la fonte di informazione su Fukushima fra le piu' utilizzate dai blog "ambientalisti".

      Da ex-skf...

        "... the average of over 1 millisievert for 1730 residents in 3 municipalities with high radiation levels including Iitate-mura. About half of the residents had over 1 millisievert external radiation exposure in 4 months."
      ---------------------

         Piu' di 1 mSv in 4 mesi? L'articolo che ho linkato l'altro giorno, pubblicato sull'International Journal of Epidemiology, parla di UNA MEDIA di piu' di 5 mSv/anno di fondo naturale per i cittadini svizzeri... fanno il 70% piu' del mSv di media dei residenti di Fukushima.
        Se io fossi un attivista di GreenPiss mi sentirei obbligato ad andare a manifestare in piazza a Ginevra, e chiedere come minimo il trasporto forzato di donne incinte e bambini dalla Svizzera a Fukushima.

        Mah...

        Roberto

      RispondiElimina
    154. Se stai tentando  la traduzione di "similgreca", allora suona così  όμοια με ελληνίδα ( òmia me ellinida), o più colto ελληνοφανής ( ellinofanìs): questo per le persone.
      Per oggetti è preferibile ελληνικού τύπου ( ellinikù tipu) 

      RispondiElimina
    155. Sì è la fonte più utilizzata perchè è l'unica che si sobbarca la fatica di proporre qualche traduzione decente dal giapponese ed è sempre abbastanza aggiornata. Ciò detto non significa che dobbiamo accettarne i commenti.

      RispondiElimina
    156. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 10:32

      ma nooooooooooo toto........... ;.) fatto con scaglie da sapone,, oli essenziali, miele e spezie... uno sapsso da fare con i bimbi,....maschietti compresi , anzi . i piu partecipi.....! saranno sicuramente futiri ambientalisti che voranno un mondo energetico più sano, piu sicuro  e pulito........uhhhhh per carità :-) che banalità ; :-) 

      RispondiElimina
    157. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 10:38

      Ci possono essere correlazioni su patologie tumorali come no? !!! ma non nel suo caso specifico...dove questo signore ha assorbito il tutto in 7 mesi.
      diverso sarebbe stato se fossero passati qualche anno..."il n'y a pas de risque identifié de cancer en dessous de 100 mSv pour la leucémie et en dessous de 250 mSv pour les autres cancers radioinduits (pour les adultes, car pour les enfants la limite serait plutôt à 50 mSv). D'où la qualification de "faibles doses" de ces valeurs. Au delà, le risque monte en proportion de la dose reçue. Avec 0,5% de risque supplémentaire (par rapport à une vie sans exposition à cette radioactivité là et une population où le décès par cancer touche entre 25% et 30% des individus) pour 100 mSv, et, pour prendre l'exemple des deux personnes les plus exposées, 3% de risque en plus pour 600 mSv."

      RispondiElimina
    158. Fukushimadaiichi9 dicembre 2011 11:15

      1) è cesio altamente tossico, non ce n'è uno nel settore delle banane.
      2) Un bambino non mangia le banane o noci. Un bambino beve il latte ed è molto sensibile alla radioattività perché le loro cellule si riproducono.

      RispondiElimina
    159. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 11:16

      cosi per par condicio https://www.facebook.com/pages/Energie-Nucl%C3%A9aire/124372137603457

      RispondiElimina
    160.  ελληνοφανής è bellissimo... suona tipo "che appare come un greco", se non sbaglio?
       "όπως το ελληνικό" è più stile greco antico o no?

      RispondiElimina
    161. Comunque ha ragione Toto...sembrano dolcetti :))

      RispondiElimina
    162. Va'....ogni tanto mi fai alterare....ma beccati un mi piace  :)))

      RispondiElimina
    163. ti chiedevo perché l'anno scorso ho fatto il detersivo riciclando la cenere del caminetto e quest'anno volevo provare a fare il sapone con l'olio. Volevo impressione di chi ci ha provato per davvero!

      RispondiElimina
    164. ... e' quello che passa il convento, cioe' Google Translate.. io ho fatto il liceo scientifico, non il classico.

       

      Ρομπέρτο

      RispondiElimina
    165. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 12:56

      ma e fatto apposta ... ;.))

      RispondiElimina
    166. mamoru_giappopazzie9 dicembre 2011 12:59

      Tanto per gettare un'ombra di luce sull'ennessimo falso scandalo, cito il virgolettato che riporta NHK sattribuito a Matsumoto della Tepco (quello delle conferenze stampa col ciuffo):

      東京電力の松本純一本部長代理は「タンクの増設を進めているが、将来的に限界があるので、海への放出を検討している。放射性物質については、すべてを基準以下に処理したうえで放出する計画だが、きょう、全漁連からいただいた意見を踏まえたうえで今後の取り組みを検討したい」

      Che in pratica e' grossomodo come pensava toto , ossia che nonostante l'espansione programmata delle cisterne c'e' un limite di stoccaggio che prima o poi arrivera', pertanto DOPO aver trattato l'acqua  si pensava di scaricare a mare, motivo per il quale hanno formalizzato la cosa all'associazione delle cooperative di pescatori per averne un parere.

      Della serie "qualunque cosa fai ti tirano le pietre"...

      Se e' acqua pulita (che non significa per forza potabile o adatta al consumo umano) va scaricata senza tante menate di PR. E sono menate perche' a quel punto, tanto per fare un esempio, i francesi dovrebbero insorgere perche' consentono di scaricare (tra le altre cose, in minime quantita') il cobalto nelle acque industriali.

      Per non parlare di altre sostanze i cui limiti di legge postai tempo addietro.

      Seriamente, se e' acqua depurata non e' diversa da uno scarico industriale qualunque. Anzi con l'ausilio di sistemi ad evaporazione possono arrivare ad avere il c.d."scarico zero" che al mondo son mica tanti a farlo, se non altro che (se non ricordo male) per un impianto da 15m3/h ti costa 1.000.000 di euro. E parlo di impianti non concepiti per trattare roba con dentro cs e sr.

      RispondiElimina
    167. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 12:59

      cavolo ..per 100000 balene..............abbiamo un toto-fisico-ecologista-riciclatore ????????????????????? !!! suonate le campane ......avvisate le masse..........toto hai guadagnato 10.000 punti qui ! ;.))

      RispondiElimina
    168. mamoru_giappopazzie9 dicembre 2011 13:05

      Giusto perche' se ne parlava, ho ripescato questo grafico reso disponibile dall'istituto statistico nipponico.

      Aggiungo una nota personale sullo stile di vita dello sfigato giapponese medio:
      - ubricataure folli
      - fumatore allucinante (il tabacco e' apertamente pubblicizzato e solo recentemente hanno iniziato a mettere zone non fumatori)
      - tendenza a ingurgitare cibo bollente seguito da bibite ghiacciate

      RispondiElimina
    169. L'acqua è bene o male depurata dal cesio, ma mi sembra di aver capito che il problema sia lo stronzio... o no?

      RispondiElimina
    170. Vero'... chissa' dalla vetrina di quale pasticceria ha preso la foto la nostra amica AF... belli comunque.

        R.

      RispondiElimina
    171. mamoru_giappopazzie9 dicembre 2011 13:19

      Ma di quello non ne parla, sono considerazioni che fanno altri.

      Se uno dice sostanze radioattive sotto ai limiti (di legge, di rilevabilita' o che altro) per me e' un problema che non si pone in quanto e' una cosa misurabile.

      Se lo togli non lo misuri (o ne rimane talmente poco  che in ogni caso ti verrebbe consentito di scaricarne ne' + ne'  in condizioni normali al di fuori di un incidente radiologico), se invece non riesci a toglierlo lo misuri e non lo puoi scaricare.

      Io la vedo come una cosa molto schematica:
      Se e' < di x allora scarica, se e' > di x non scaricare.

      Non mi pare una roba complessa e secondo me tutto questo caos mediatico e' pesantemente fuorviante dai problemi di gestione dell'emergenza.

      Anche perche' un'azienda NORMALE scaricherebbe in acqua: cobalto (non in italia), solfati, fosfati,arsenico etc che non e' proprio roba che fa bene bere (al di sopra di certi limiti etc.)

      Io qui vedo una forte discrepanza nel pensiero delle persone: ancora oggi ci troviamo nel piatto e mangiamo funghi con qualche Bq/kg di Cesio 137 e non battiamo ciglio, siamo esposti al doppio del fondo giapponese di radioattivitra' ambientale e non fiatiamo eppure siamo pronti a strapparci le vesti per lo scarico di acqua industriale depurata da sostanze radioattive...

      Usando un paragono un poco forte e' come dire che uno rifiuta sedersi su una sedia perche' ci stava seduto sopra un malato di HIV...

      RispondiElimina
    172. Tu non sbagli mai Vale, ed è davvero una parola stupendamente ellittica. 
      Οπως το ελληνικό non significa niente perché ελληνικό è un aggettivo, manca il sostantivo, cioè ti  chiedi  "come il greco ...cosa?" caffè, clima, stato  , lo stile  è  dimotikì.
      Questo succede perché si distingue il sostantivo che indica la nazionalità di una persona  έλληνας maschile , ελληνίδα femminile dall'aggettivo ελληνικός,-ή,-ό

      RispondiElimina
    173. Mi trasferisco subito, visto anche l'andazzo che c'è in Europa

      RispondiElimina
    174. Mi trasferisco subito, visto anche l'andazzo che c'è in Europa

      RispondiElimina
    175. Te la cavicchi, però!

      RispondiElimina
    176. mamoru_giappopazzie9 dicembre 2011 13:44

      toto @efad7cb9df976cdb8526347154d2f328

      Una volta tanto mi piacerebbe sentire qualcuno che abbia il coraggio di dire che la storia dell'esplosione del corio a contatto con la falda e' una c...a pazzesca. Che basta pensarci un attimo seriamente per capire che non sta in piedi neanche puntellata.

      Altro parto delle menti pseudo ecologiste, pardon chiamiamoli con il loro nome: eco-terroristi. Gente come GP che non si pfa problemi a prevaricare altre persone, introducendosi nei campi altrui abusivamente per distruggere le piante (perche' mais ogm ommioddio!!! si sa mai che usiamo meno pesticidi), o come Sea Sheperd che per "difendere le balene" (mica quelle in via d'estinzione) infrange il codice marittimo arrivando a speronare altre imbarcazioni.

      Ma si sa che chi porta la coccarda da ecologista = buono e chi li contrasta in certe prese di posizione folli e' dipinto come il cattivo. Stessa tattica oratoria usata da alcuni politici nostrani (vedasi la recente idiozia della naturalizzazione).Io non mi definisco ecologista, ma la carta in terra non la butto, faccio la differenziata, i rifiuti speciali (olio da frittura incluso) li porto in isola ecologica mica nel cassonetto e consumo pochissima energia elettrica, gas e acqua. Ma quella gente che assalta centrali nucleari o commette altri crimini nascondendosi dietro al dito non la sopporto: sembra di vedere bertinotti col maglioncino di cachemire e il sigaro in bocca che dissera sulla poltrona di pelle di socialismo reale...

      E con questo chiudo l'OT del giorno.

      RispondiElimina
    177. Io farei una legge per mettere in galera tutti i membri di questi movimenti pseudo-ecologisti......e metteri dentro anche solo chi pensa queste cose.....poi obbligherei tutti ad alevarsi una balenina e quando arriva ad un certo peso...li obbligherei ad arpionarla per "sperimentazione"....sul terrazzo tutti devono coltivare mais o soia ogm....e a fukushima farei "un due tre' tocca propio a te' " finita la conta al reattore che è uscito chiuderei il raffreddamento .

      RispondiElimina
    178. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 14:43

      AHAHAHA adoro l'ironia della simil-greca ;-)))

      RispondiElimina
    179. AnonimaFrancese9 dicembre 2011 14:44

      Roberto gli ho fatto io con le mie ecolo-manine ;.)))) 

      RispondiElimina
    180. mamoru_giappopazzie9 dicembre 2011 15:05

      la liberta' di pensiero e di espressione ha un limite: quando una persona viola la proprieta' di un'altra cagionando danni materiali, non e' protesta e' paraculismo da teppista.
      Paraculismo di chi in virtu' di un'autoproclamata superiorita' dogmatica (che significa affermazioni, magari accattivanti, ma fatte senza dati o riscontri) ritiene giusto usare ogni mezzo inclusa menzogna e violenza pur di sopraffarre l'altro.

      Sulle balene ci sarebbe molto da dire, inclusa l'ipocrisia della ricerca giapponese e il loop hole nelle norme internazionali che consente loro di fare questo nella piena legalita' e senza pregiudicare alcuna specie a rischio estinzione (cacciano varieta' non protette).

      A me personalmente delle balene non me ne frega nulla: sia chiaro nulla di piu' di quanto mi interessino i milioni di polli, cavalli, mucche e maiali allevati in batteria per sfamarci che finiscono in impianti di macellazione e confezionamento ad alto grado di automatizzazione.

      Solo che diciamo che i cetacei sono piu' buoni, carini e intelligenti e gli riserviamo una categoria di favore rispetto a conigli, cani e gatti della cui pelle ci vestiamo tranquillamente ogni giorno.
      O chi mangia il canguro in australia: contenti loro.

      RispondiElimina
    181. vorrei spezzare una lancia a favore degli scienziati / tecnici / ingegneri...



      non che il fatto di essere un tecnico significa essere un inquinatore.
      Io mi batto furiosamente per la raccolta differenziata e per evitare gli
      sprechi di energia, nel limite delle mie possibilità.

      a conti fatti, fare il detersivo con la cenere è stato totalmente antiecologico perché non ricordo per quante ore ho fatto andare il fornello di casa per cucinare la cenere, ho sporcato ovunque e ho dovuto pulire con del detersivo acquistato.... forse, sarebbe stato più verde andare ad acquistare il detersivo da quei negozi dove puoi portare da casa il tuo contenitore. Ma mi andava di fare l'esperimento...

      RispondiElimina
    182. Allora temo di aver generato un po' di confusione e me ne scuso.

      Aprite il documento http://www.tepco.co.jp/en/nu/fukushima-np/images/handouts_111118_01-e.pdf e tenetelo sott'occhio. Ci trovate tutti i livelli di radioattività nei vari punti del sistema di decontaminazione. La colonna che ci interessa è "Water treated by the evaporative apparatus" che vuol dire che è quella che è passata attraverso un assorbitore di cesio, il sistema ad osmosi inversa e il sistema ad evaporazione. Purtroppo per quella colonna manca il dato dello stronzio perché non ancora misurato, ma quella dovrebbe essere l'acqua più pulita che riescono a produrre al momento.

      Parlando con un collega, mi dice che l'acqua evaporata dovrebbe essere molto pura, quindi lui si aspetterebbe una drastica diminuzione di stronzio. Non così per il trizio che non si riesce a separare in questo modo, ma che ha un impatto estremamente inferiore.

      Quindi ci mancano due cose fondamentali. La misura della concentrazione nell'acqua trattata dal sistema evaporativo e ancora più importante la conferma che è quella l'acqua che vogliono rilasciare in mare.

      RispondiElimina
    183. Ottima spiegazione, sul fatto dell'aggettivo non ci avevo riflettuto!

      RispondiElimina
    184. Ciao,
      scusate rientro adesso da una visita ai musei vaticani (sono ancora in albergo a Roma) e sono totalmente frastornato dalla concentrazione di cose incredibilmente belle che sono passate davanti ai miei occhi, ne dico una ad esempio: la scuola di atene di Raffaello. Non ho il tempo e la forza di leggere la giornata di post odierna e me ne scuso. Ho dato solo una rapida scorsa e vorrei dire questo:

      basta acqua radioattiva in mare.

      L'acqua trattata e decontaminata va termodistrutta per trattenere lo Sr-90. Del trizio non ci si cale, ma basta Sr-90 in mare please. Se non ce la fanno devono implementare il ciclo di trattamento, non scaricare in mare.

      E' sempre un piacere leggervi tutti quanti :)
      SM

      RispondiElimina
    185. purtroppo non ne so abbastanza per risponderti con autorevolezza. Quello che so è che anche a Chernobyl avevano temuto un'esplosione legata al vapore. Inizialmente hanno svuotato delle vasche poste sotto al corio e poi hanno pensato che il contatto con la falda potesse generare lo stesso effetto e per questo fecero un buco per buttarci azoto liquido e congelare il terreno. Poi però non lo fecero e semplicemente misero cemento. In effetti, mi sembra molto più probabile che una massa enorme a 1200 gradi se non di più cade in una piscina generi una grossa quantità di vapore, mentre la falda non mi da l'idea di una piscina e vedo la creazione di vapore ad un ritmo molto più lento. Ripeto non ho esperienza a sufficiente per darti una risposta definitiva, ma magari qualcun'altro sì.

      In più a Fukushima, anche nelle analisi più pessimiste il corio è a qualche metro di cemento dal fondo e a qualche altro metro dalla falda.

      RispondiElimina
    186. Mamoru....ma per te tutto cio che è legale è giusto ?

      RispondiElimina
    187. Bene... adesso faccio copia e incolla e il post di oggi è bello che fatto! Grazie per le indicazioni. 

      Mi resta ancora un dubbio. Tu hai un'idea se il Giappone ha un limite per lo scarico del trizio? Mi spiego anche per gli altri: il trizio, visto il suo minuscolo impatto radiologico, il molti paesi non è regolamentato. Ovviamente nell'acqua scaricata in mare da Daiichi da marzo ad oggi, qualora ci fosse un limite per il trizio allora è stato sicuramente superato. E questo di fatto impedirebbe lo scarico dell'acqua anche se ripulita da tutti gli altri nuclidi. E onestamente non credo possibile una separazione isotopica su centinaia di migliaia di tonnellate d'acqua con lo scopo di produrre lampadine al trizio!

      RispondiElimina
    188. Ragazzi, ho messo un nuovo aggiornamento che trovata a questo indirizzo:
      http://unico-lab.blogspot.com/2011/12/fukushima-si-prepara-la-fase-3.html

      cosa dite se ci trasferiamo di là?

      RispondiElimina
    189. Ciao:

        questo della falda acquifera che scoppierebbe appena toccata del corio e' uno dei cavalli di battaglia degli "ambientalisti" simil-GreenPiss. I loro (di GP) "esperti nucleari" (ossimoro migliore non potrebbe essere inventato, al massimo sono "diversamente esperti"...).
        Ripeto: per capire GreenPiss basta leggere il libro di Patrick Moore, "Confessions of a Greenpeace dropout"... suscitare paure ancestrali nella gente e capitalizzare su tutti i disastri ambientali e non... come se fossero una novita' nella storia dell'uomo.
        Esempio: tutti gli OGM sono, per definizione, malvagi. Ho letto l'altra settimana su New Scientist che un'equipe  di scienziati e' riuscita a far produrre il plasma a delle piante di riso OGM-izzato in maniera opportuna... parlo del plasma che si estrae dal sangue umano, e si utilizza per curare malattie del fegato e le grandi ustioni... e di cui non ce n'e' mai abbastanza.

        Saluti,

          Roberto

      RispondiElimina
    190. adoro il carattere di questa donna! :-)

      RispondiElimina

    Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

    Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

    Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

    A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...