Cerca nel blog

Loading

22 febbraio 2008

Autocertificazioni funebri

In teoria le autocertificazioni sono state introdotte in vista di una semplificazione delle relazioni tra il cittadino, le istituzioni e gli enti pubblici e privati. Non sempre però la possibilità di affermare come stanno le cose senza recarsi in un ufficio comunale o addirittura da un notaio è una vera semplificazione.

Il caso più clamoroso e recente si riferisce alla disdetta di un contratto telefonico con Telecom Italia. Una signora residente nella capitale è purtroppo scomparsa il giorno di Natale dell'anno scorso. Poco dopo il figlio, svuotando l'appartamento, si è anche preoccupato di inviare lettera di disdetta per tutte le utenze della scomparsa, tra cui anche quella telefonica, specificando chiaramente che il motivo della rescissione è il decesso dell'intestataria.

Questa lettera con i documenti allegati non era sufficiente a Telecom per completare le operazioni di distacco, così qualche dipendente dell'ex monopolista delle telecomunicazioni si prende persino la briga di fare una telefonata alla defunta, senza ovviamente nessun esito positivo. Dopo reiterati tentativi, decide di inviarle una lettera, dove per iscritto, le chiede cortesemente di fornire alcune informazioni mancanti e nell'attesa resta a sua disposizione per eventuali altre necessità e chiarimenti... Si bravo, tipo l'installazione di una linea ADSL in paradiso, o il prefisso per l'inferno...

Non ci credete? Pensate si tratti di una leggenda metropolitana? Leggete cosa riporta il Corriere a proposito. Di proposito non abbiamo riportato i nomi e i cognomi dei protagonisti anche perché non c'è proprio niente da ridere.

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

1 commento:

  1. ...accidenti totino mi hai anticipato con questa notizia!

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...