Cerca nel blog

Loading

8 marzo 2011

Conviene fare benzina in Svizzera?

Clicca qui per i prezzi più recenti in Svizzera
L'articolo è stato aggiornato dopo la sua pubblicazione iniziale
e adesso è disponibile la seconda versione del risparmiometro on-line.

Chi ci segue da sempre sa quanto siamo sensibili al problema della convenienza sui rifornimenti di carburante. E' praticamente dalla nascita di questo blog che vi riportiamo fedelmente i prezzi di benzina verde e gasolio oltre il confine Svizzero perché vogliamo offrire a tutti voi lettori la possibilità di risparmiare. Quando si tratta di risparmio per gli automobilisti, non siamo assolutamente nazionalisti: se conviene fare il pieno in Svizzera ve lo diciamo chiaro e tondo e senza troppi giri di parole, se non conviene ve lo diciamo ugualmente perché noi come voi siamo automobilisti e ci piace risparmiare qualche soldino.

Vi dico queste cose perché questa sera, come è consuetudine quando si registra un'impennata nel costo dei carburanti, il Tg5 ha svelato la ricetta per la soluzione del caro petrolio: ovvero andare a fare il pieno a Chiasso. Hanno persino intervistato persone che da Milano sono venute a Como per passare la dogana e fare il pieno, dichiarando di aver risparmiato una decina di euro.

Ma è tutto vero? Certo, il costo della benzina verde nella Confederazione Elvetica è più basso che sul territorio italiano come potete vedere dalla nostra rilevazione più recente, ma non facciamoci ingannare da questa differenza di prezzo. Ma allora a chi conviene fare il pieno in Svizzera? Vediamo insieme qualche categoria a cui conviene e qualche altre a cui non conviene.

  • I pendolari frontalieri. E' chiaro che se sono un pendolare che vive a Milano e lavora a Lugano, allora piuttosto che rifornire in viale Zara, conviene fare il pieno al Piccadilly. Il discorso è semplice: visto che ci devo già andare non devo fare un viaggio apposito per fare il pieno e quindi conviene fare benzina dove costa meno, cioè in Svizzera.
  • I turisti che transitano in Svizzera. Il ragionamento è simile al caso precedente. Se devo andare a sciare al San Bernardino, allora già che ci sono prima di rientrare in Italia conviene che faccio anche il pieno così sì che risparmio una decina di euro.
  • Gli abitanti nei comuni vicini al confine. Per loro bisogna fare un discorso a parte. Infatti la Regione Lombardia per i residenti in alcuni comuni di confine prevede uno sconto che varia da 18 a 10 centesimi di euro al litro a seconda della distanza dal confine. Lo sconto di fatto porta il prezzo italiano più o meno allo stesso livello di quello svizzero, quindi anche una piccola deviazione da un percorso abituale per andare a fare il pieno potrebbe fare la differenza tra risparmio o no. Vale sempre il discorso che se devo già andare a Chiasso a trovare la zia, oppure a bere una birra con gli amici, allora anche quel millesimo di euro al litro risparmiato potrebbe sempre tornare utile. 
  • Vengo da Milano, faccio il pieno e torno a casa. In questo caso non c'è risparmio perché i soldi per fare i circa 40 km per andare e altrettanti per tornare hanno di fatto già divorato tutto quanto risparmiato oltre confine. Tempo fa, avevamo preparato un piccolo strumento on-line per calcolare il risparmio. Per semplicità ve lo riportiamo anche qui sotto, dovete riempirlo con le informazioni sulla vostra vettura e sulla distanza dal benzinaio "low cost", ovviamente più accurate sono queste informazioni, più precisa sarà la stima del risparmio.
  • Ho un auto a gasolio.  Il diesel in Svizzera è più caro della benzina e in genere è anche più caro del gasolio italiano. I gestori dei distributori elvetici dicono che il loro gasolio è equivalente a quello potenziato italiano, però è un'affermazione che non possiamo ancora confermare. Visto che il prezzo al litro è più alto di quello italiano, non conviene fare il pieno di gasolio in Svizzera, per nessun motivo e indipendentemente da dove abitate.

Il risparmiometro on-line

Quanto conviene fare rifornimento in Svizzera dipende da molti fattori. Abbiamo già detto che il primo fattore di convenienza è quello di non dover fare un viaggio apposta per rifornire. Chiarito questo concetto allora il risparmio sarà tanto maggiore tanto minore sarà la distanza in più che dovrete percorrere per arrivare al benzinaio svizzero. Proprio a causa di questa deviazione di percorso che facendovi sprecare della benzina ha un'incidenza sull'effettivo risparmio, conviene rifornire oltre confine quando avete il serbatoio completamente vuoto e potete acquistare il maggior numero di litri a prezzo basso.

Come posso fare a fare tutti questi conti? Abbiamo fatto un semplice strumento on-line che fa al caso vostro, dovete mettere le informazioni richieste e lui vi dirà quanto è il costo effettivo della benzina oltre confine, tenendo conto di tutto quanto spendete, e se c'è un vero risparmio o meno.


Giocate un po' con questo strumento, se avete domande non esistate a chiedere perché sapete che dell'Unico-lab ci si può sempre fidare! 


Altri link utili

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

19 commenti:

  1. Interessante il tool risparmiometro. Sticcato. :)

    Ciao.

    :)

    RispondiElimina
  2. L'idea e la formalizzazione sono del the_real_boss, mentre la realizzazione informatica del Guidone. Speriamo serva a fare chiarezza!

    Buona giornata LeNny!

    RispondiElimina
  3. Ciao,
    non sono lombardo ma verrò a lavorare a Como dal prossimo mese. La carta sconto può essere richiesta dai residenti o anche dai domiciliati? Se, come credo, tale possibilità è riservata solo ai residenti, a me converrebbe andar a fare benzina oltre confine?

    RispondiElimina
  4. Ciao Luix, benvenuto in Lombardia! La carta sconto verrà sostituita a partire dal prossimo mese dalla Carta Regionale dei Servizi che altro non è che il tesserino sanitario della regione lombarda. Di fatto questo già esclude che tu possa avere accesso allo sconto. E' un peccato! Sui documenti ufficiali viene sempre riportato che lo sconto è fruibile dai residenti nei comuni di confine e non si citano mai i domiciliati.

    Se, come credo, tale possibilità è riservata solo ai residenti, a me converrebbe andar a fare benzina oltre confine?

    Dipende tanto da dove andrai ad abitare / lavorare. Se per esempio ti trovassi un appartamento a Como città, allora direi proprio di sì perché saresti ben sotto i 10 km di distanza dal primo distributore Svizzero. Prova guardare in google maps e poi fai qualche prova con il risparmiometro on-line.

    Se hai bisogno altri consigli, chiedi pure!

    RispondiElimina
  5. Salve, secondo me questo "risparmiometro" calcola di dati i modo errato, vediamo perchè, inserendo i dati come nel mio caso:

    -Prezzo in Svizzera: 1,306 €/L
    -Prezzo in Italia: 1,469 €/L
    -Litri comprabili in Svizzera= 50 (capienza serbatoio reale 55 l, ipotizzando di arrivare con ancora 5 lt nel serbatoio)
    -Distanza dal distributore: 25 km (quindi 50 tra andata e ritorno)
    -Consumo l/100 della mia vettura: 10 l/100

    Bene, per fare 50 litri in CH e in Italia spenderei rispettivamente 65,3 € e 73,45 €, quindi un risparmio di 8,15 € (ossia 6,24 lt).
    Se consumo 5 lt per andare e tornare (appunto ipotizzando un consumo di 10 l/100), mi resterebbe un risparmio di 1,24 lt ossia 1,62 €, e non una perdita di 2,46 € come indicato da voi.
    Giusto? :)

    RispondiElimina
  6. Caro Francesco, bravo che usi il risparmiometro. A dire la verità non l'ho codificato io, ma due altri soci del club. Cerco di spiegare l'incongruenza.

    L'assunzione di base è quella che rappresenta il caso peggiore, ovvero quello che per rifornirti in svizzera ci devi andare per forza (andata + ritorno) invece per fare benza in italia ci passi via e ti fermi e poi continui verso la tua meta finale senza dover tornare in dietro. In effetti ci sono molto spesso situazioni migliori. Fatta questa premessa ecco come funziona:

    Quanto costa un litro di benza veramente?
    Il suo costo sarà dato da quanto spendo diviso quanti litri di benzina mi ritrovo nel serbatoio.

    Calcolare quanto si spende è facile (uso i tuoi numeri): 50 * 1.306 è quanto pago al benzinaio, poi devo aggiungere 25 * 10 / 100 * 1.469 è quanto mi è costato andare fino in svizzera (pensando di usare benzina italiana), poi devo aggiungere quanto spendo a tornare a casa 25 * 10 / 100 * 1.306 (questa volta usi benza svizzera). Totale spesa 72.23 euro.

    Quanti litri di benzina ho fatto: ho rifornito 50 litri, ma a questi devo togliere quelli che ho sprecato per tornare a casa che sono 25 * 10 / 100. Totale effettivo benzina fatta 47.5.

    Costo effettivo benzina svizzera 72.23 / 47.5 = 1.521 euro al litro

    Così fatto il costo svizzero è superiore a quello italiano, da qui la perdita. E' chiaro che lo stesso discorso lo potresti fare anche per un benzinaio italiano se fai il viaggio (A/R) apposta. E una via di mezzo sarebbe se fai solo metà strada per andare a rifornirti e poi continui verso la meta vera. In altre parole quando la differenza è grande i vari "metodi" ti danno sempre per lo meno lo stesso segno, quando la differenza è piccola, come in questo caso a seconda di cosa prendi in considerazione o meno può sbilanciare l'ago della bilancia.

    RispondiElimina
  7. Bravo Toto ci hai preso... Francesco ha usato sempre il prezzo della benzina in svizzera per fare i conti, mentre nella nostra ipotesi, nel trato italia-svizzera bisogna considerare il prezzo italiano...
    Comunque sono contenta che si usa il risparmiometro...

    RispondiElimina
  8. Grazie per le risposte...sia chiara una cosa, io trovo molto interessate questo blog, tant'è che da quando vi ho scoperto, visito questo blog quotidianamente ;) Complimenti davvero per l'impegno che ci mettete.

    La mia era semplicemente un'osservazione dettata dal fatto che i "miei" conti fatti prima di scoprire il "risparmiometro" non combaciavano, tutto qui ;) Tra l'altro ho acquistato da pochi giorni un'auto a benzina (prima avevo un diesel) quindi mi sento particolarmente coinvolto ora.

    Io davo per scontato che il tragitto Italia-Svizzera si facesse utilizzando benzina Elvetica semplicemente per il fatto che, nel mio caso, abitando esattamente a 24 km dal confine e non potendo usufruire della carta sconto, sto prendendo in considerazione l'ipotesi di effettuare il rifornimento SEMPRE in CH. Certo, il risparmio nel mio caso è davvero esiguo (1,62 €)...però quasi quasi, giretto in CH gratis e mini risparmio... :) :)
    Grazie e complimenti ancora

    RispondiElimina
  9. Francesco, vuoi la verità? prima che tu lo facessi notare, anch'io ero convinto che il risparmiomentro facesse il conto come lo facevi tu a mano.
    Poi, oggi ho guardato il codice e da lì ho fatto il reverse engineering non tanto del javascript, ma della mente contorta del nostro boss. Santa donna, come direbbe qualcuno!

    Io ho un diesel e mia moglie ha la carta sconto quindi per noi solo gite al fox town!!!

    Spero che tornerai lo stesso a trovarci!!! :-)))

    Piuttosto che squadra tieni? perché domani ci sarà il post pre-derby...!

    RispondiElimina
  10. :)
    Sono juventino e domani "tiferò" Milan.........spero per te che non sei interista altrimenti con questo blog ho chiuso :)

    RispondiElimina
  11. @Francesco:

    Caro gobbo, caschi proprio male... Hehehehehe. Qui, come anche a casa mia, le pareti sono nerazzurre. Fattene una ragione e pensa che un blog così ben organizzato ed interessante non poteva essere altrimenti. :D :D :D

    Ciao.

    LeNny

    RispondiElimina
  12. nooo juventino nooo!

    è innegabile che ci sia (tra gli autori) una certa tendenza all'interismo, ma c'è anche qualche juventino (vedi qui).

    E' strano che il costosissimo firewall che abbiamo installato ti abbia permesso l'accesso :)

    Ovviamente scherziamo, quando l'atmosfera si trasforma in bar sport, le rivalità sportive emergono, ridendo e scherzando. In fondo il calcio è bello anche perché ci sono queste rivalite...

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  14. Il risparmiometro purtroppo non ha più senso, visto che ad oggi la benzina in CH costa come da noi in Italia...se non di più...

    RispondiElimina
  15. Speriamo in tempi migliori!

    RispondiElimina
  16. Perfetto, peccato che non tenga conto dei consumi correlati: pneumatici, freni, olio, ecc..
    M. Calvino

    RispondiElimina
  17. bell'idea, magari per la versione 2 teniamo conto anche di questo, ma allora devi inserire anche il tipo di automobile e la tipologia di strada!

    RispondiElimina
  18. che risultato e'  NaN €/L , risparmio NaN €

    RispondiElimina
  19. Significa che hai messo il prezzo della benzina usando la virgola anziché il punto! Riprova e se non funziona domanda ancora!

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare commenti su questo blog, ammesso che vengano rispettate due regole fondamentali: la buona educazione e il rispetto per gli altri.

Per commentare potete utilizzare diversi modi di autenticazione, da Google a Facebook e Twitter se non volete farvi un account su Disqus che resta sempre la nostra scelta consigliata.

Potete utilizzare tag HTML <b>, <i> e <a> per mettere in grassetto, in corsivo il testo ed inserire link ipertestuali come spiegato in questo tutorial. Per aggiungere un'immagine potete trascinarla dal vostro pc sopra lo spazio commenti.

A questo indirizzo trovate indicazioni su come ricevere notifiche via email sui nuovi commenti pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...